Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità


testata phonebook


 



unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

Raffaele DI RAIMO

CORSI

 
A.A. 2016-2017
Facoltà di Giurisprudenza
PROGRAMMA DI DIRITTO CIVILE (A/L)
 
Per il programma del corso relativo al suddetto insegnamento ed altre informazioni si veda
la sezione "risorse correlate" e i documenti ivi inseriti
 
NB. Il materiale didattico relativo al propgramma di diritto civile (A/L) 2016-2017, ove non disponibile in libreria è reperibile  in biblioteca.
 
 
 
 
 
 
 
Diritto civile , Modulo A (corso A-L), Facoltà di Giurisprudenza
 
 
Parte 1:
  • Docente : Prof. Raffaele Di Raimo

·   Orario di ricevimento: lunedì ore 15.00 edif. R1 (giurisprudenza)

·   e-mail: raffaele.diraimo@unisalento.it

 
 

·   Anno Accademico 2014-2015

·   Corso di laurea Magistrale, a ciclo unico in Giurisprudenza

·   Nome insegnamento: Diritto civile-Modulo A (corso A/L)

·   CFU: 6

·   Anno di Corso dell'insegnamento: quarto

·   Ambito disciplinare: base

·   SSD: IUS/01

·   Periodo lezioni: annuale

·   Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni: lezioni frontali

 
·   Contenuti programma del corso

Parte prima. Procedimenti formativi e vicende dell’autonomia privata: linee della formazione del consenso nella tradizione e nella teoria del negozio giuridico; linee degli svolgimenti normativi, dai codici ottocenteschi alle discipline di derivazione comunitaria. Errore essenziale ex art. 1429 c.c.: errore sulla natura o sull’oggetto del contratto; errore sull’identità o sulle qualità dell’oggetto della prestazione; errore sull’identità o sulle qualità della persona dell’altro contraente; errore di diritto. Parte seconda. Contratti di intermediazione finanziaria: le categorie tradizionali nella attualità dei mercati finanziari.

 
·   Bibliografia di riferimento

R. Di Raimo, Autonomia privata e dinamiche del consenso, Napoli, 2003: capitolo uno (Procedimenti formativi e vicende dell’autonomia privata); Commentario del codice civile Gabrielli, sez. 7, Dei contratti in generale (artt. 1321-1469) a cura di E. Navarretta e A. Orestano, vol. IV, Torino, 2011, Artt. 1429, Errore essenziale; 1430, Errore di calcolo; 1431, Errore riconoscibile; 1432, Mantenimento del contratto rettificato e 1433, Errore nella dichiarazione e nella sua trasmissione (pp. 74-144); AA.VV., Swap tra banche e clienti, in Quaderni di banca, borsa e titoli di credito, GIUFFRE’, 2014: capitolo uno (L’ufficio di diritto privato dell’intermediario e il contratto derivato OVER THE COUNTER come scommessa razionale), capitolo due (Dopo la crisi, come prima e più di prima), capitolo tre (Contratti derivati puramente speculativi: fra tramonto della causa e tramonto del mercato).

 

N.B. Per i frequentanti il programma di riferimento sarà precisato nel corso delle lezioni. Gli studenti iscritti ad anni precedenti conservano la facoltà di prepare l'esame con il programma di riferimento del loro anno di corso.

 
 
Parte 2:

·   Frequenza studenti: facoltativa

·   Modalità didattiche: lezioni frontali

·   Lingua dell'insegnamento: italiano

·   Sede: LECCE

·   Aula: COMPLESSO ECOTEKNE – EDIFICIO R2

·   Prerequisiti: nessuno

·   Propedeuticità: Istituzioni di diritto privato 1 e 2.

 
·   Presentazione e obiettivi del corso
 

Il corso è dedicato all’approfondimento dei profili evolutivi dell’autonomia negoziale dal ruolo del consenso nell’impianto dei codici liberali ottocenteschi alla contrattazione nei mercati finanziari regolamentati. L’obiettivo è quello di cogliere il sofisticato intreccio tra le dinamiche dell’autonomia ed i cambiamenti intervenuti nelle forme di circolazione della ricchezza e nella produzione capitalistica di beni e servizi.

 

·   Modalità d'esame: orale.

 
·   Descrizione dei metodi di accertamento

L’esame consiste in un colloquio orale finalizzato ad appurare il grado di assimilazione e comprensione del programma svolto a lezione e contenuto nei libri di testo consigliati. L’apprendimento non dovrà essere mnemonico ma critico, e dovrà denotare la capacità di proiettare le nozioni teoriche sul piano dell’applicazione pratica. 

 

  Diritto dei mercati finanziari, Facoltà di Giurisprudenza
 
 
Parte 1
  • Docente : Prof. Raffaele Di Raimo

·   Orario di ricevimento: lunedì ore 15.00 edif. R1 (giurisprudenza)

·   e-mail: raffaele.diraimo@unisalento.it

 
 

·   Anno Accademico 2014-2015

·   Corso di laurea Magistrale, a ciclo unico in Giurisprudenza

·   Nome insegnamento: Diritto dei mercati finanziari

·   CFU: 8

·   Anno di Corso dell'insegnamento: quarto

·   Ambito disciplinare: a scelta

·   SSD: IUS/01

·   Periodo lezioni: secondo semestre

·   Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni: lezioni frontali

 
·   Contenuti programma del corso

Prima parte. Contratti e mercati finanziari. Governo dei mercati finanziari. Fonti normative e competenze. Caratteri specifici del contratto come elemento costitutivo dei mercati finanziari. Funzione dei contratti finanziari. Informazione economica. Oggetto dei contratti finanziari e controllo dei mercati. Parte seconda. I contratti finanziari derivati.Contratti di intermediazione finanziaria: l’intermediario come titolare di un ufficio di diritto privato; il carattere gestorio del rapporto contrattuale tra investitore e intermediario; la causa del derivato over the counter. Il derivato finanziario come oggetto e come operazione economica. L’interest rate swap: profilo funzionale oggettivo; divergenza della causa espressa, interessi effettivamente perseguiti e meritevolezza dell’operazione. Contratti derivati versus gioco e scommessa. Gli orientamenti circa la validità dei derivati speculativi. Epilogo tra logica politica e logica economica.

 
·   Bibliografia di riferimento

AA.VV., Finanza derivata, mercati e investitori, ETS, 2010: da pg. 19 a pg. 81; da pg. 173 a pg. 183; F. Sartori, Informazione economica e responsabilità civile, CEDAM, 2011: capitolo uno (Premessa: insufficienze del mercato e crisi delle regole), capitolo due (L’economia dell’informazione: profili di uno statuto). AA.VV., Swap tra banche e clienti, in Quaderni di banca, borsa e titoli di credito, GIUFFRE’, 2014: capitolo uno (L’ufficio di diritto privato dell’intermediario e il contratto derivato OVER THE COUNTER come scommessa razionale), capitolo due (Dopo la crisi, come prima e più di prima), capitolo tre (Contratti derivati puramente speculativi: fra tramonto della causa e tramonto del mercato).

 

N.B. Per i frequentanti il programma di riferimento sarà precisato nel corso delle lezioni.

 
 
Parte 2

·   Frequenza studenti: facoltativa

·   Modalità didattiche: lezioni frontali e/o esercitazioni

·   Lingua dell'insegnamento: italiano

·   Sede: LECCE

·   Aula: COMPLESSO ECOTEKNE – EDIFICIO R2

·   Prerequisiti: nessuno

·   Propedeuticità: Istituzioni di diritto privato 1 e 2.

 
·   Presentazione e obiettivi del corso

Il corso è dedicato a un tema il cui rilievo è costantemente in crescita in ragione della profonda trasformazione degli assetti e dei modi di circolazione della ricchezza che connota fortemente l’economia contemporanea. In particolare, sotto il profilo didattico, l’approfondimento sia dei profili della regolazione dei mercati finanziari operata attraverso la disciplina dei contratti sia dei caratteri funzionali e strutturali peculiari dei medesimi contratti costituisce l’occasione per sollecitare l’approccio critico degli studenti rispetto a problemi complessi nonché per stimolarne la capacità di analisi interdisciplinare.

 

·   Modalità d'esame: orale.

 
·   Descrizione dei metodi di accertamento

L’esame consiste in un colloquio orale finalizzato ad appurare il grado di assimilazione e comprensione del programma svolto a lezione e contenuto nei libri di testo consigliati. L’apprendimento non dovrà essere mnemonico ma critico, e dovrà denotare la capacità di proiettare le nozioni teoriche sul piano dell’applicazione pratica.

 

N.B. I frequentanti avranno altresì a disposizione esercitazioni pratiche in aula finalizzate alla verifica intermedia.