Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità


testata phonebook


 



unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

Grazia SEMERARO

CORSI

 Programmi insegnamento a.a. 2017/2018
 I semestre

Disciplina Archeologia della Magna Grecia 
Corso di Laurea Magistrale  in  Lettere Classiche ( Modulo A) e di Laurea Magistrale in Archeologia
 Crediti: 6

1) Presentazione e obiettivi del corso
Inquadramento delle problematiche relative alla presenza greca in Occidente, con particolare riferimento al fenomeno della colonizzazione e delle relazioni fra Greci ed Indigeni.
Presentazione dei principali contesti insediativi e cultuali tra VIII sec.a.C. ed età arcaica.
Obiettivi: Fornire gli strumenti metodologici e critici per affrontare lo studio dei contesti e dei monumenti archeologici. Promuovere la conoscenza del patrimonio archeologico dell’Italia Meridionale.
E’ consigliata la frequenza.

Bibliografia:
a. Parte istituzionale: E.De Juliis,  Magna Grecia, Bari, Edipuglia 1996.
b. Corso monografico
3 articoli a scelta dalle seguenti opere collettanee: G. Tsetskhladze, F. De Angelis (ed.), The archaeology of Greek Colonisation, Oxford 1994; Gil J. Stein (ed.), Archaeology of Colonial Encounters: Comparative Perspectives, Oxford 2005; AA.VV., Alle origini della Magna Grecia, Atti del Convegno di Taranto 2010, Taranto 2011.

2) Conoscenze e abilità da acquisire

Conoscenze relative alle principali città ed ai più importanti complessi di documentazione archeologica della Magna Grecia. Abilità relative all’approccio critico all’analisi delle fonti archeologiche ed all’interpretazione dei fenomeni storici. Competenze trasversali: capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni, di formulare giudizi in autonomia e di comunicare efficacemente

3) Prerequisiti
Non necessari. La conoscenza della storia greca può facilitare l’approccio alla disciplina.

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico
Grazia Semeraro

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni
Lezioni frontali con il supporto di sussidi multimediali. Attività seminariale.
La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

6) Materiale didattico
Testi ed immagini

7) Modalità di valutazione degli studenti
a. Prova orale
Ai fini dell’esame lo studente dovrà elaborare una presentazione in power point secondo le indicazioni fornite a lezione. Lo studente verrà valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli
Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

Calendario Appelli: v. Bacheca.

Inizio lezioni:  Lunedi  2 Ottobre 2017, ore 12:00 (LM Lettere Classiche ), ore 15:00 (LM Archeologia)

Orario e sede delle Lezioni
(Confrontare il sito web della Facoltà – sezione “orario delle lezioni”  e la bacheca docente)

------

Disciplina:  Archeologia e storia dell'arte greca
Corso di Laurea Triennale in Beni Culturali
 Crediti 9

1) Presentazione e obiettivi del corso
Inquadramento delle problematiche relative alla documentazione archeologica del mondo greco con particolare riferimento alle manifestazioni artistiche ed architettoniche.
La parte monografica verterà sui principali contesti cultuali greci in età arcaica e classica. 
Obiettivi: Fornire gli strumenti metodologici e critici per affrontare lo studio dei contesti e dei monumenti archeologici. Promuovere la conoscenza del patrimonio archeologico dell’area mediterranea.
E’ consigliata la frequenza.
Bibliografia:
a. Parte istituzionale:
G. Bejor, M. Castoldi, C. Lambrugo, Arte greca. Dal decimo al primo secolo a. C., Milano, Mondadori 2008
R. Martin, Architettura greca. Milano Mondadori Electa 1980 (rist.   2007)
2) Conoscenze e abilità da acquisire
Conoscenze relative alle produzioni artistiche ed ai più importanti complessi di documentazione archeologica della Grecia antica. Abilità relative all’approccio critico all’analisi delle fonti archeologiche ed all’interpretazione dei fenomeni storici. Competenze trasversali: capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni, di formulare giudizi in autonomia e di comunicare efficacemente
3) Prerequisiti
Non necessari. La conoscenza della storia greca può facilitare l’approccio alla disciplina.
4) Docenti coinvolti nel modulo didattico
Grazia Semeraro. Docenti esterni potranno essere coinvolti nelle attività di tipo seminariale.
5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni
Lezioni frontali con il supporto di sussidi multimediali. Attività seminariale.
La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.
6) Materiale didattico
Testi ed immagini
7) Modalità di valutazione degli studenti
 Prova orale
Ai fini dell’esame lo studente dovrà elaborare una presentazione in power point secondo le indicazioni fornite a lezione. Lo studente verrà valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.
8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli
Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL
 

Calendario Appelli: v. Bacheca.

Inizio lezioni:  Venerdi 6 Ottobre 2017, ore 11:00

Orario e sede delle Lezioni
(Confrontare il sito web della Facoltà – sezione “orario delle lezioni” e la bacheca docente )

 

                         ______________________________________

II Semestre (2016-2017)

Course GIS Applications in Classical Archaeology- 6 CFU -
Master programme (Corso di Laurea Magistrale) European Heritage, Digital Media And the Information Society
1) Course presentation and aim
The course aims to provide the theoretical and methodological background for skilful use of Geographic Information Systems (GIS) in historical research contexts with a focus on archaeological applications.
This course will serve as an introduction to GIS technology and its applications to archaeological data management and analysis. Students will learn how to compile, transform, analyze and present sources of archaeological and historical data, and will utilize this information in GIS for cultural resources interpretation and management. References to selected research studies in Classical Archeology will be provided.
Reference material:
a. Institutional course: GIS - Guide on line: http://ads.ahds.ac.uk/project/goodguides/gis/;
b. Monographic course: D. Wheatley, M. Gillings (2002). Spatial Technology and Archaeology. Taylor & Francis, New York .
2) Knowledge and learning ability The lectures and the exercises in front of a computer will provide students with a general overview of GIS technology . Students will be able to:
• Utilize the core components and functionality of a GIS
• Employ a variety of geospatial data types, data sources and metadata management techniques
• Create, manipulate, query and analyze geospatial data
3) Prerequisites
Familiarity with computers (at least at ECDL level)
4) Didactic methods and teaching
The course will consist of lectures and practical tasks to be held in laboratory
5) Student assessment
a. Oral exam
The examination aims at assessing:
-Knowledge and understanding of the contents of the course
- Practical abilities
6) Exam booking
Students must book their examination using the online VOL system
7) Course timetable
See Faculty website – Course timetable
8) Room: Lab. A31 - Dipartimento Beni Culturali, via D. Birago 64, Corpo 2 .

The course will start Tuesday, 28th February 2017, h. 13:00

 

Disciplina Informatica applicata ai beni archeologici - 6 CFU -

Corso di Laurea Magistrale in Archeologia
1) Presentazione e obiettivi del corso
Il corso si propone di fornire gli strumenti concettuali e metodologici funzionali alla progettazione di applicazioni informatiche alla ricerca archeologica. Uno spazio di approfondimento è riservato ai Sistemi Informativi Geografici (GIS), in quanto rappresentano gli strumenti maggiormente impiegati in ambito archeologico per la gestione e l’elaborazione dei dati provenienti dalla ricerca sul terreno. E’ consigliata la frequenza.
Bibliografia:
a. Parte istituzionale: GIS - Guida on line: http://ads.ahds.ac.uk/project/goodguides/gis/;
b. Corso monografico
D. Wheatley, M. Gillings (2002). Spatial Technology and Archaeology. Taylor & Francis, New York
2) Conoscenze e abilità da acquisire
Le lezioni frontali e le esercitazioni in laboratorio, consentiranno allo studente di approfondire gli aspetti metodologici e di acquisire nozioni specifiche sulle tecnologie digitali usate nel settore umanistico, con particolare riferimento ai GIS. Competenze trasversali: capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni, di formulare giudizi in autonomia e di comunicare efficacemente, di lavorare in gruppo.
3) Prerequisiti
La frequenza di un laboratorio di Informatica applicata (LT o LM) facilita il percorso di apprendimento previsto dal corso.
4) Docenti coinvolti nel modulo didattico
Grazia Semeraro, docenti esterni a supporto dell’attività seminariale.
5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni
Lezioni frontali con il supporto di sussidi multimediali. Attività seminariale.
La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.
6) Materiale didattico
Testi ed immagini
7) Modalità di valutazione degli studenti
a. Prova orale
Ai fini dell’esame lo studente dovrà elaborare una presentazione in power point secondo le indicazioni fornite a lezione. Lo studente verrà valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.
8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli
Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL
Calendario Appelli: v. Bacheca.
Orario e sede delle lezioni
Confrontare il sito web della Facoltà – sezione “orario delle lezioni”
 
Data di inizio delle lezioni
Martedì 28  Febbraio 2017, ore 13:00, aula A31 (laboratorio didattico) Dipartimento Beni Culturali, via D. Birago 64, Corpo 2 .

 ___________________

 Attività di scavo didattico
(Ulteriori attività formative: LT Beni Culturali)
A.A. 2016-17 – docente titolare: prof.ssa Grazia Semeraro
Semestre /
Crediti 2
1) Presentazione e obiettivi delle attività
Il corso verte sui fondamenti teorici e pratici dell’indagine archeologica. Saranno illustrati i principi di stratigrafica archeologica ed i metodi di lettura delle sequenze stratigrafiche. L’attività pratica sarà incentrata sull’analisi dei contesti stratigrafici e sulle modalità di documentazione grafica e descrittiva dei depositi e delle strutture archeologici. L’attività di scavo didattico si svolgerà nell’area archeologica di Cavallino (LE) all’interno del Museo Diffuso durante la campagna di lavori estivi.
E’ obbligatoria la frequenza.
Bibliografia:
E.C. Harris, Principles of Archaeological Stratigraphy, London 1979 (trad. it. Principi di stratigrafia archeologica, Roma 1983)
2) Conoscenze e abilità da acquisire
Lo studente potrà acquisire le conoscenze di base relative allo studio delle sequenze stratigrafiche. Abilità relative all’approccio teorico e pratico all’analisi delle sequenze stratigrafiche. Competenze trasversali: capacità di lavorare in gruppo (sapersi coordinare con altri integrandone e competenze)
3) Prerequisiti
Non necessari.
4) Docenti coinvolti nel modulo didattico
Grazia Semeraro. Docenti esterni potranno essere coinvolti nelle attività di tipo pratico.
5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni
Attività sul campo
6) Materiale didattico
Modelli per la documentazione descrittiva e grafica
7) Modalità di valutazione degli studenti
Per conseguire l’idoneità lo studente dovrà elaborare una presentazione in power point secondo le indicazioni fornite nel corso.
8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli
Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL