Saulo Maurilio DELLE DONNE

Saulo Maurilio DELLE DONNE

Ricercatore Universitario

Dipartimento di Studi Umanistici

Studium 2000 - edificio 5 - Via di Valesio, 24 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano 2°

Telefono +39 0832 29 4948

Ricercatore universitario

Area di competenza:

Corso base di lingua greca - Modulo I

Didattica del greco

Letteratura greca (LM15) - Modulo integrativo: il De audiendis poetis di Plutarco

Orario di ricevimento

Il docente riceve il lunedì dalle 9 alle 13. Per cose urgenti è possibile fissare un appuntamento preventivamente via e-mail. 

Recapiti aggiuntivi

Dipartimento di Studi Umanistici (già Dip. di Filologia Classica e Scienze Filosofiche),

Studium 2000 - Edificio 5

II piano - Stanza 20

Tel. 0832-29 4948

E-mail saulo.delledonne@unisalento.it

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Nel 1999 si è diplomato in Paleografia e codicologia greca  presso la Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica (Mons. Prof. P. Canart). Nel 2001 ha conseguito il dottorato di ricerca in“Letteratura e Filologia Greca” presso l'Università di Urbino “C. Bo”. Nel 2002 si è abilitato all’insegnamento di italiano, latino e greco nei Licei, presso la S.I.S.S. – Puglia (sede di Lecce). Nel quadriennio 2001-2005 è stato titolare di Assegno di Ricerca per la Raccolta e studio di testimonianze relative alla lirica greca arcaica, presso il Dipartimento di Filologia Classica e Scienze Filosofiche dell’Università del Salento. Inoltre, ha insegnato lingua greca per i corsi base della stessa Università (Facoltà di Lettere e Filosofia) negli aa.aa. 2001-2002 e 2002-2003. Presso la stessa Università e Facoltà ha tenuto anche il corso di “Informatica applicata alle lingue classiche” negli aa.aa. 2002-2003 e 2003-2004. E’ stato docente a tempo determinato di italiano, latino e greco presso il Liceo Classico “Cavour” di Torino (aa.aa. 2005-2006 e 2006-2007).Dal 2007 è ricercatore di Lingua e Letteratura Greca.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> 

ANNO ACCADEMICO 2018 - 2019

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>

a.a. 2018-2019

CORSO BASE DI LINGUA

Studenti di Lettere indirizzo classico con Obbligo Formativo Aggiuntivo.

Studenti di qualsiasi corso di laurea od esterni interessati alla lingua greca

Il corso inizierà martedì 9 ottobre 2018, alle ore 8.30, presso lo studio del docente (Studium 2000, Edificio V, Piano II, stanza 20).

Nel primo incontro si stabilirà anche il calendario, almeno due giorni a settimana per lezioni di 2 ore.

Nelle Risorse correlate è disponibile il Programma.

Per seguire le lezioni è obbligatorio l'acquisto od utilizzo del manuale di riferimento indicato.

La frequenza è obbligatoria per chi deve assolvere all'Obbligo Formativo Aggiuntivo

Didattica

A.A. 2018/2019

LABORATORIO DI ICONOGRAFIA E LETTERATURA CLASSICA

Corso di laurea LETTERE

Lingua ITALIANO

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso CLASSICO

Torna all'elenco
LABORATORIO DI ICONOGRAFIA E LETTERATURA CLASSICA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/02

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 25/02/2019 al 24/05/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso CLASSICO (031)

Per una proficua frequenza delle attività è necessario:

  • avere nozioni di storia antica, almeno greca e romana;
  • avere nozioni di letteratura greca e romana
  • avere nozioni di archeologia e storia dell’arte greca e romana.

Inoltre è auspicabile la conoscenza di base di almeno una delle lingue europee per facilitare l’accesso alla bibliografia.

Immagini e letteratura: riti di iniziazione e di matrimonio della donna nel mondo antico.

Conoscenze e comprensione: conoscere cosa sia un’immagine o documento iconografico, in specifico di epoca antica; conoscere la funzione ed il significato delle immagini in un ambito culturale di riferimento, nello specifico antico; conoscere testi letterari greci o latini che possono essere utili quali testimoni documentari di un ambito culturale e sociale; conoscere il mito greco o latino e le sue implicazioni sociali e culturali nel mondo antico; conoscere i principali metodi di studio e di interpretazione del documento iconografico greco-latino in genere; comprendere le modalità applicative, di lettura ed interpretazione delle immagini provenienti dall’antichità.

Capacità di applicare conoscenze e comprensione: leggere e comprendere le immagini di fronte ad esempi guida, già studiati; leggere e comprendere le immagini di fronte ad esempi tipologici, anche se non studiati prima.

Autonomia di giudizio: riuscire a leggere e valutare in modo autonomo i documenti iconografici; essere in grado di leggere e comprendere immagini del tutto nuove (né tipologiche né già note).

Abilità comunicative: appropriarsi del linguaggio tecnico specifico della materia; essere in grado di illustrare un documento iconografico ai propri colleghi e al di fuori del corso.

Capacità di apprendimento: imparare a gestire correttamente il processo di ricerca bibliografica; imparare a discutere criticamente caratteristiche e significato delle immagini; imparare a usare gli strumenti bibliografici cartacei o digitali come fonte di aggiornamento o di revisione critica

Lezioni frontali di tipo orale e a carattere illustrativo relativamente metodi di analisi e su casi studio specifici. Ricorso a sussidi multimediali. Nella seconda parte del Laboratorio, agli studenti partecipanti verrà assegnato un tema di ricerca i cui risultati saranno discussi nell’ambito di attività seminariali.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

L’esame di svolgerà con un’attività pratica di tipo scritto ed orale. Ad ogni studente verrà assegnato un tema iconografico nuovo, per quanto sempre connesso al tema generale del Laboratorio; lo studente poi presenterà in forma di tesina scritta e in esposizione orale il suo elaborato; l’elaborato è per lui l’occasione di mettere alla prova le conoscenze, le capacità di comprensione e di comunicazione, nonché quelle di giudizio e di ricerca, cui il Laboratorio lo introduce grazie alla sua impostazione teorico-pratica.  

06.06.2019; 18.06.2019; 02.07.2019

(Stanza del docente - Studium 2000 - Edificio 5 - II piano - stanza 21)

Il materiale didattico è costituito dai contributi suggeriti in bibliografia. Durante l’attività laboratoriale verranno suggeriti ulteriori riferimenti bibliografici. Durante le attività inoltre verrà fornita una selezione di testi letterari greci e latini nonché di immagini connessi al tema del Laboratorio.

Il Laboratorio si propone di analizzare il ruolo della donna nel mondo greco quale risulta dalla testimonianza letteraria ed iconografica, che si intrecciano e sostengono a vicenda, essendo entrambe documentazione del così detto immaginario collettivo. Quest’anno il laboratorio, in specifico, punta l’attenzione sugli aspetti dei riti di iniziazione e del matrimonio, cui si collegano eventi “sociali” antichi come ad esempio le arreforie, le Plinterie, le Brauronie, i cori di fanciulle e gli agoni femminili, nonché comunità di genere come il tiaso.

C. Isler-Kerényi, “Iconographical and iconological approaches”, in C. Marconi (ed.), The Oxford Handbook of Greek and Roman Art and Architecture, Oxford 2015, pp. 557-578

C. Bérard, Chr. Bron, A. Pomari (edd.), Images et société en Grèce ancienne : l'iconographie comme méthode d'analyse, Lausanne 1987

A. Pontremolo, La città delle immagini - Religione e società nella Grecia antica,Bologna 1986 (cap.6)

P. Du Bois, Il corpo come metafora : rappresentazioni della donna nella Grecia antica,Bari 1990

G. Arrigoni, Le donne in Grecia,Bari 2008

B. Lincoln, Diventare dea: i riti di iniziazione femminile, Milano 1983

V. Sabetai, “Aspects of nuptial and genre imagery in fifth century Athens: issues of interpretation and methodology”, in J. Oakley, J. Coulson and O. Palagia (eds.), Athenian Potters and Painters, Oxford 1997, pp. 319–335

LABORATORIO DI ICONOGRAFIA E LETTERATURA CLASSICA (L-FIL-LET/02)

Pubblicazioni

2018

- "La trattatistica metrica greca minore e la Terra d’Otranto: manoscritti, autori e testi", RUDIAE  3 (s.c.26), 2018, pp. 291-391.

 

2017

- Le prime edizioni greche a Roma (1510-1528), a c. di C. Bianca, S. Delle Donne, L. Ferreri ed A. Gaspari, Brepols, Tourhout 2017.

- "1515. Pindari carmina cum vetere commentario et scholiis", in Le prime edizioni greche a Roma (1510-1528), a c. di C. Bianca, S. Delle Donne, L. Ferreri ed A. Gaspari, Brepols, Tourhout 2017, pp. 51-89.

- "Appendice 1. Di alcune vicende editoriali particolari concernenti il Pindarus di Calliergi", in Le prime edizioni greche a Roma (1510-1528), a c. di C. Bianca, S. Delle Donne, L. Ferreri ed A. Gaspari, Brepols, Tourhout 2017, pp. 91-107.

- "Appendice 2. S. Fogelmark, "The Kallierges Pindar. A study in Renaissance Greek scholarship and printing, Cologne, Dinter Antiquarian, 2015", in Le prime edizioni greche a Roma (1510-1528), a c. di C. Bianca, S. Delle Donne, L. Ferreri ed A. Gaspari, Brepols, Tourhout 2017, pp. 109-111.

- "Plutarchi Consolatio ad Apollonium", in Le prime edizioni greche a Roma (1510-1528), a c. di C. Bianca, S. Delle Donne, L. Ferreri ed A. Gaspari, Brepols, Tourhout 2017, pp. 113-123.

- "Appendice 3. Una nuova pièce liminare: la lettera di Calliergi a Marco Musuro quale dedica del suo Pindarus", in Le prime edizioni greche a Roma (1510-1528), a c. di C. Bianca, S. Delle Donne, L. Ferreri ed A. Gaspari, Brepols, Tourhout 2017, pp. 113

 

2015

- "Un nuovo testimone e una nuova redazione dell'Epistola a Paolo vescovo di Gallipoli: il codice greco Corpus Christi College nr. 486", in "Circolazione di testi e scambi culturali in Terra d'Otranto tra Tardoantico e Medioevo", a c. di A. Capone, con la collaborazione di F.G. Giannachi e S.J. Voicu, Biblioteca Apostolica Vaticana, Città del Vaticano 2015., pp. 169-198.

 

2014

- "Il codice greco Corpus Christi College 486 di Cambridge: contenuto, organizzazione testuale e legami con l'Italia Meridionale", REVUE D'HISTOIRE DES TEXTES 9, 2014, pp. 375-393.

 

2013

- "Sedici giambi sul giambo (per un imperatore?) e un trattatello sul giambo dal ms. Corpus Christi College 486 di Cambridge", MEDIOEVO GRECO 13, 2013, pp. 37-56

 

2009.

- Carlo PRATO, Scritti minori, a cura di P. Giannini e S. Delle Donne, Galatina 2009.

- Review of "G. Avezzù - P. Scattolin (ed.), I classici greci e i loro commentatori. Dai papiri ai marginalia rinascimentali. Atti del convegno, Rovereto, 20 ottobre 2006, Memorie, ser. II, vol. X. Rovereto: Accademia Roverertana degli Agiati, 2006", in Bryn Mawr Review (http://bmcr.brynmawr.edu/2009/2009-01-05.html).

 

2008.

Review of "Euripide. Gli Eraclidi. I canti, a cura di M. G. Fileni, Edizioni dell'Ateneo (I canti del teatro greco, 2), Roma 2006", in Bryn Mawr Classical Review (http://bmcr.brynmawr.edu/2008/2008-04-27.html).

 

2006.

- "I γράμματα di Marco Antonio e Cassio Dione", in Studi sull'età di Marco Antonio a cura di G. Traina, con la collaborazione di B. Tisé e P. Buongiorno = RUDIAE 18, 2006, pp. 39-127. 

 

2005.

- Scheda bibliografica del volume <<E. SCIARRA, La tradizione degli Scholia Iliadici in Terra d'Otranto, Accademia Nazionale dei Lincei (Bollettino dei Classici - Suppl. 23), Roma 2005>> in POIESIS 6, 2005, pp. 302-322.

- "In margine ad un'edizione colometrica dei Cantica del Reso di Euripide", RUDIAE 16-17, 2004-2005, pp. 171-208.