Sabina TUZZO

Sabina TUZZO

Professore II Fascia (Associato)

Dipartimento di Studi Umanistici

Edificio Codacci Pisanelli - Piazza Arco di Trionfo, 1 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 9254

Professore Associato di Letteratura Latina Medievale

Area di competenza:

Inserire qui le discipline...

Letteratura latina medievale

Filologia medievale e umanistica

Orario di ricevimento

Inserire qui gli orari di ricevimento...

Studio: Stanza 20, Pal. Codacci Pisanelli

Giovedì ore 11:00-12:00. La docente è disponibile ad incontrare studenti e laureandi anche in giorni ed orari differenti, previo appuntamento via e-mail.

Recapiti aggiuntivi

Studio: Stanza 20, Pal. Codacci Pisanelli Tel. 0832 299254

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Inserire qui la biografia... 

Sabina Tuzzo ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Scienze storiche e filologiche della cristianità antica e altomedievale” il 02/02/2001, attualmente è professore associato di Letteratura latina medievale e di Filologia medievale e umanistica presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Salento. Ha conseguito l’abilitazione di Prima Fascia per Letteratura latina medievale e per Lingua e Letteratura latina. Ha dedicato la sua attenzione al problema della tradizione manoscritta della Vita sancti Gregorii di Paolo Diacono, e sempre di Gregorio Magno ha affrontato il tema della limitatezza dell’uomo e del mondo. Si è occupata anche di alcuni problemi relativi alla storia di Otranto e del suo porto dalla caduta dell’Impero Romano alla dominazione bizantina. Ha pubblicato l’edizione critica in due volumi del terzo libro del De summo bono di Ulrico di Strasburgo, e quella dei primi tre trattati del VI libro. Nel contempo ha ultimato anche l’edizione critica dell’anonima Passio sancti Luxorii martyris. Ha rivolto la sua attenzione allo studio ed all’analisi di alcuni Carmina Burana in rapporto alle loro fonti pubblicando numerosi contributi, tra cui una monografia (La poesia dei chierici vaganti. Studi sui Carmina Burana, 2015). Si è occupata, inoltre, di alcuni aspetti del teatro di Rosvita di Gandersheim e del suo rapporto con Terenzio, della ricezione dei alcuni miti classici in epoca medievale (Piramo e Tisbe in Matteo di Vendôme, la novella di Piramus et Tisbé, Didone in Boccaccio) e dell’epistolario di Eloisa di Nôtre Dame. Attualmente si sta dedicando all’edizione critica di una sezione del Sapientiale di Tommaso di York, e allo studio di alcuni Epigrammata Bobiensa, di cui ha già pubblicato un articolo su Epigr. Bob. 45 Sp.

Inserire qui i corsi..

I programmi sono presenti nelle risorse correlate 

 

 

 

 

 

                  

 

 

Didattica

A.A. 2019/2020

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso CLASSICO

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso MODERNO

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso MODERNO

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso CLASSICO

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso MODERNO

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso MODERNO

A.A. 2016/2017

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso CLASSICO

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Conoscenze di base della lingua latina

Il corso si articola in due parti. La parte introduttiva intende fornire agli studenti le nozioni di base relative alla metodologia della ricerca ecdotica e all'edizione di testi medievali e umanistici. Saranno presi in considerazione argomenti relativi all'edizione, alla trasmissione dei testi, all'esame di errori e varianti, ed alla costituzione del testo critico.

Nella seconda parte monografica, si leggerà l’edizione critica di un testo mediolatino, evidenziando il processo di costituzione del testo moderno partendo dai manoscritti medievali, e si analizzeranno in particolare gli aspetti di innovazione e continuità rispetto al latino classico e tardoantico.

Gli studenti devono essere in grado di affrontare la lettura dell’edizione critica della Passio di san Lussorio. Gli studenti devono conoscere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

Durante lo svolgimento delle lezioni si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi filologicamente più complessi attraverso il confronto con la trasmissione manoscritta di riferimento. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e ad esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di verificare:

- la conoscenza di metodologia della ricerca ecdotica (20/30)

- la capacità di leggere un manoscritto (10/30)

22 gennaio 2020 ore 9:30; 12 febbraio ore 9:30; 23 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 10 giugno ore 9:30; 8 luglio ore 9:30; 17 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 10 dicembre ore 9:30.

Il programma rimane invariato per gli STUDENTI NON FREQUENTANTI, i quali sono invitati a prendere contatto con la docente prima dell’appello d’esame.

Non è prevista la possibilità di sostenere esami parziali.

Corso di insegnamento “Filologia Medievale e Umanistica”

 

Corso di Laurea Triennale in Lettere

 

A.A. 2019-2020

 

Docente titolare: prof. SABINA TUZZO

 

Semestre I

Crediti 6

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

 

Il corso si articola in due parti. La parte introduttiva intende fornire agli studenti le nozioni di base relative alla metodologia della ricerca ecdotica e all'edizione di testi medievali e umanistici. Saranno presi in considerazione argomenti relativi all'edizione, alla trasmissione dei testi, all'esame di errori e varianti, ed alla costituzione del testo critico.

Nella seconda parte monografica, si leggerà l’edizione critica di un testo mediolatino, evidenziando il processo di costituzione del testo moderno partendo dai manoscritti medievali, e si analizzeranno in particolare gli aspetti di innovazione e continuità rispetto al latino classico e tardoantico.

 

Bibliografia:

 

Testi di riferimento:

  • La filologia medievale e umanistica, M. Berté – M. Petoletti, Bologna 2017.
  • Le passioni latine di S. Lussorio, martire in Sardegna, a cura di S. Tuzzo, in Analecta Bollandiana 126, 2008, pp. 5-29.

 

Il programma rimane invariato per gli STUDENTI NON FREQUENTANTI, i quali sono invitati a prendere contatto con la docente prima dell’appello d’esame.

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

Gli studenti devono essere in grado di affrontare la lettura dell’edizione critica della Passio di san Lussorio. Gli studenti devono conoscere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

 

3) Prerequisiti

Conoscenze di base della lingua latina

 

4) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

Durante lo svolgimento delle lezioni si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi filologicamente più complessi attraverso il confronto con la trasmissione manoscritta di riferimento. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e ad esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

 

5) Materiale didattico

Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

 

6) Modalità di valutazione degli studenti

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di verificare:

- la conoscenza di metodologia della ricerca ecdotica (20/30)

- la capacità di leggere un manoscritto (10/30)

 

7) Possibilità di sostenere esami parziali

□ Sì          □X No

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

 

8) Date degli appelli

22 gennaio 2020 ore 9:30; 12 febbraio ore 9:30; 23 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 10 giugno ore 9:30; 8 luglio ore 9:30; 17 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 10 dicembre ore 9:30.

 

9) Commissione d’esame

Sabina Tuzzo, Annarita Miglietta, Ginetta De Trane

 

                                                                                                      Il Docente

                                                                                              Prof. Sabina Tuzzo

 

 

  • La filologia medievale e umanistica, M. Berté – M. Petoletti, Bologna 2017.
  • Le passioni latine di S. Lussorio, martire in Sardegna, a cura di S. Tuzzo, in Analecta Bollandiana 126, 2008, pp. 5-29.
  • Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia oppure riferimenti bibliografici.

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Conoscenze di base della lingua latina.

Il corso si articola in due parti. Innanzitutto verrà presentato agli studenti un quadro generale della letteratura latina del Medioevo, introducendo i principali autori e testi di quest’epoca storica.

Si passerà poi all’analisi dei Dialoghi drammatici della canonichessa sassone Rosvita di Gandersheim, e dell’impatto che essi ebbero nell’austera corte di Ottone I di Sassonia (tanto più in quanto declamati da una donna di chiesa del X secolo), e più in generale nel mondo culturale, sociale e religioso di quell’epoca storica, e dell’influenza che hanno esercitato nei secoli successivi. Saranno poi letti e commentati alcuni passi significativi dell’opera.

Gli studenti devono essere in grado di affrontare la lettura dell’opera di Rosvita muovendosi in un quadro di riferimento generale in cui collocare i vari fenomeni. Gli studenti devono saper esprimere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

Gli studenti devono essere in grado di analizzare e sintetizzare le informazioni, e di formulare giudizi in autonomia interpretando le informazioni con senso critico e personale; devono saper comunicare efficacemente, imparando a trasmettere idee in forma orale in modo chiaro e corretto, adeguandole all'interlocutore; devono apprendere in maniera continuativa identificando strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze; devono sviluppare la capacità di lavorare in gruppo sapendosi coordinare con altri, integrandone le competenze, sviluppando idee, progettandone e organizzandone la realizzazione.

Il corso si compone di lezioni frontali. Si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi più significativi dei Dialoghi di Rosvita, contestualizzandoli dal punto di vista sociale, culturale e letterario. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e a esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di verificare:

- l’acquisizione delle linee di sviluppo fondamentali della letteratura latina medievale (15/30)

- la capacità di analizzare e interpretare criticamente il testo latino proposto (15/30).

22 gennaio 2020 ore 9:30; 12 febbraio ore 9:30; 23 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 10 giugno ore 9:30; 8 luglio ore 9:30; 17 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 10 dicembre ore 9:30.

Il programma rimane invariato per gli STUDENTI NON FREQUENTANTI, i quali sono invitati a prendere contatto con la docente prima dell’appello d’esame.

Non è prevista la possibilità di prove parziali.

 

Corso di insegnamento “Letteratura Latina Medievale”

Corso di Laurea Triennale in Lettere

A.A. 2018/2019

 

Docente titolare: prof. SABINA TUZZO

Semestre I

Crediti 6

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

 

Il corso si articola in due parti. Innanzitutto verrà presentato agli studenti un quadro generale della letteratura latina del Medioevo, introducendo i principali autori e testi di quest’epoca storica.

Si passerà poi all’analisi dei Dialoghi drammatici della canonichessa sassone Rosvita di Gandersheim, e dell’impatto che essi ebbero nell’austera corte di Ottone I di Sassonia (tanto più in quanto declamati da una donna di chiesa del X secolo), e più in generale nel mondo culturale, sociale e religioso di quell’epoca storica, e dell’influenza che hanno esercitato nei secoli successivi. Saranno poi letti e commentati alcuni passi significativi dell’opera.

 

Bibliografia:

a. Parte istituzionale:

Per la storia della letteratura mediolatina: Storia della letteratura mediolatina, a cura di E. D’Angelo, Montella, Accademia Vivarium Novum, 2004 (con particolare riguardo ai seguenti capitoli: Parte prima, I generi letterari, I generi della Letteratura Mediolatina: 1. Storiografia, 1b. Annali e cronache, 1c. Biografia; 2 Epica: 2c. Favolistica; 3 Agiografia; 5 Poesia lirica e religiosa: 5a. Poesia lirica, Lirica amorosa, Lirica satirica; 7 Letteratura d'evasione: 7b. Visiones; 8 Letteratura scientifico-erudita: 8b. Scienze umanistiche, Esegesi biblica, Teologia e filosofia; Parte seconda, Gli autori e i testi, Letteratura dell'Età Barbarica, 9 Inquadramento storico: 9a. Storia civile, 9b. Storia culturale, 9c. Storia Letteraria; 11 Penisola Iberica: Isidoro di Siviglia; 12 Gallia: Venanzio Fortunato, Gregorio di Tours; 13 Italia: Boezio, Cassiodoro, Benedetto da Norcia, Gregorio Magno; 14 Irlanda: gli Hisperica famina, la Navigatio sancti Brendani; 15 Inghilterra: Beda il Venberabile; 16 Germania: Bonifacio; Letteratura dell'Età Carolingia, 17 Inquadramento storico: 17a. Storia civile, 17b. Storia culturale, 17c. Storia Letteraria; 18 Storiografia: Paolo Diacono, Eginardo, il Liber pontificalis; 19 Epica: Il Karolus et Leo papa; 20 Poesia lirica e religiosa: Paolino d'Aquileia, Rabàno Mauro, Valafrìdo Strabone, Sedulio Scoto; 21 Letteratura erudita: Alcuino di York, Pietro da Pisa, Lupo di Ferrières, Giovanni Scoto Eriùgena, Anastasio Bibliotecario, Giovanni Immonide; Letterarura dell'Età Feudale, 22 Inquadramento storico: 22a. Storia civile, 22b. Storia culturale, 22c. Storia Letteraria; 23 Storiografia: Liutprando; 24 Epica: Epica mitologica: il Waltharius, Letaldo di Micy; 25 Agiografia: Oddone di Cluny, la scuola agiografica napoletana; 256 Dramma: Rosvìta di Gandersheim; Letteratura dell'Età Scolastica, 29 Inquadramento storico: 29a. Storia civile, 29b. Storia culturale, 29c. Storia Letteraria; Epica, 36 Epica mitologica: il Ruodlieb, Gualtiero da Chàtillon; 37 Favolistica: Ademàro di Chabannes; 38 Agiografia: Guaiferio di Montecassino, Alfàno di Salerno; 39 Poesia lirica e religiosa: Ildeberto di Lavardin, i Carmina Cantabrigiensia, i Carmina Burana, Ugo d'Orléans, l'Archipoeta; 42 Letteratura d'evasione (Narrativa): Eloisa; Letteratura erudita, 44 Filosofia e teologia: Anselmo d'Aosta, Bernardo di Chiaravalle, Ugo di San Vittore, Pietro Lombardo, Andrea Cappellano; 45 Jetteratura filosofica in versi: Alano di Lilla; 47 Arti liberali: Matteo di Vendome; Letteratura dell'Età Scientifica, 48 Inquadramento storico: 48a. Storia civile, 48b. Storia culturale, 48c. Storia Letteraria; 51 Agiografia e semonistica: Iacopo da Varazza; 53 Poesia lirica e religiosa: Filippo il Cancelliere, Tommaso da Celano.

 

b. Corso monografico

Testo: F. Bertini, Dialogi Drammatici, introd. di P. Dronke, Milano 1986.

Inoltre durante il corso delle lezioni si forniranno indicazioni bibliografiche specifiche relative ai Dialoghi drammatici di Rosvita, nonché un breve compendio dedicato a cenni di metodologia di ricerca ecdotica.

 

 

Il programma rimane invariato per gli STUDENTI NON FREQUENTANTI, i quali sono invitati a prendere contatto con la docente prima dell’appello d’esame.

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

Gli studenti devono essere in grado di affrontare la lettura dell’opera di Rosvita muovendosi in un quadro di riferimento generale in cui collocare i vari fenomeni. Gli studenti devono saper esprimere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

Competenze trasversali: Gli studenti devono essere in grado di analizzare e sintetizzare le informazioni, e di formulare giudizi in autonomia interpretando le informazioni con senso critico e personale; devono saper comunicare efficacemente, imparando a trasmettere idee in forma orale in modo chiaro e corretto, adeguandole all'interlocutore; devono apprendere in maniera continuativa identificando strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze; devono sviluppare la capacità di lavorare in gruppo sapendosi coordinare con altri, integrandone le competenze, sviluppando idee, progettandone e organizzandone la realizzazione.

 

3) Prerequisiti

Conoscenze di base della lingua latina.

 

4) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

Il corso si compone di lezioni frontali. Si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi più significativi dei Dialoghi di Rosvita, contestualizzandoli dal punto di vista sociale, culturale e letterario. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e a esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

 

5) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Durante il corso delle lezioni potranno essere coinvolti nell’insegnamento docenti esterni che svilupperanno temi specifici del programma.

 

6) Materiale didattico

Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

 

7) Modalità di valutazione degli studenti

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di verificare:

- l’acquisizione delle linee di sviluppo fondamentali della letteratura latina medievale (15/30)

- la capacità di analizzare e interpretare criticamente il testo latino proposto (15/30).

 

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi all’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

 

9) Date degli appelli

22 gennaio 2020 ore 9:30; 12 febbraio ore 9:30; 23 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 10 giugno ore 9:30; 8 luglio ore 9:30; 17 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 10 dicembre ore 9:30.

 

10) Commissione d’esame

Sabina Tuzzo, Annarita Miglietta, Ginetta De Trane

 

                                                                                                       Il Docente

                                                                                             Prof. Sabina Tuzzo

 

 

Bibliografia:

a. Parte istituzionale:

Per la storia della letteratura mediolatina: Storia della letteratura mediolatina, a cura di E. D’Angelo, Montella, Accademia Vivarium Novum, 2004 (con particolare riguardo ai seguenti capitoli: Parte prima, I generi letterari, I generi della Letteratura Mediolatina: 1. Storiografia, 1b. Annali e cronache, 1c. Biografia; 2 Epica: 2c. Favolistica; 3 Agiografia; 5 Poesia lirica e religiosa: 5a. Poesia lirica, Lirica amorosa, Lirica satirica; 7 Letteratura d'evasione: 7b. Visiones; 8 Letteratura scientifico-erudita: 8b. Scienze umanistiche, Esegesi biblica, Teologia e filosofia; Parte seconda, Gli autori e i testi, Letteratura dell'Età Barbarica, 9 Inquadramento storico: 9a. Storia civile, 9b. Storia culturale, 9c. Storia Letteraria; 11 Penisola Iberica: Isidoro di Siviglia; 12 Gallia: Venanzio Fortunato, Gregorio di Tours; 13 Italia: Boezio, Cassiodoro, Benedetto da Norcia, Gregorio Magno; 14 Irlanda: gli Hisperica famina, la Navigatio sancti Brendani; 15 Inghilterra: Beda il Venberabile; 16 Germania: Bonifacio; Letteratura dell'Età Carolingia, 17 Inquadramento storico: 17a. Storia civile, 17b. Storia culturale, 17c. Storia Letteraria; 18 Storiografia: Paolo Diacono, Eginardo, il Liber pontificalis; 19 Epica: Il Karolus et Leo papa; 20 Poesia lirica e religiosa: Paolino d'Aquileia, Rabàno Mauro, Valafrìdo Strabone, Sedulio Scoto; 21 Letteratura erudita: Alcuino di York, Pietro da Pisa, Lupo di Ferrières, Giovanni Scoto Eriùgena, Anastasio Bibliotecario, Giovanni Immonide; Letterarura dell'Età Feudale, 22 Inquadramento storico: 22a. Storia civile, 22b. Storia culturale, 22c. Storia Letteraria; 23 Storiografia: Liutprando; 24 Epica: Epica mitologica: il Waltharius, Letaldo di Micy; 25 Agiografia: Oddone di Cluny, la scuola agiografica napoletana; 256 Dramma: Rosvìta di Gandersheim; Letteratura dell'Età Scolastica, 29 Inquadramento storico: 29a. Storia civile, 29b. Storia culturale, 29c. Storia Letteraria; Epica, 36 Epica mitologica: il Ruodlieb, Gualtiero da Chàtillon; 37 Favolistica: Ademàro di Chabannes; 38 Agiografia: Guaiferio di Montecassino, Alfàno di Salerno; 39 Poesia lirica e religiosa: Ildeberto di Lavardin, i Carmina Cantabrigiensia, i Carmina Burana, Ugo d'Orléans, l'Archipoeta; 42 Letteratura d'evasione (Narrativa): Eloisa; Letteratura erudita, 44 Filosofia e teologia: Anselmo d'Aosta, Bernardo di Chiaravalle, Ugo di San Vittore, Pietro Lombardo, Andrea Cappellano; 45 Jetteratura filosofica in versi: Alano di Lilla; 47 Arti liberali: Matteo di Vendome; Letteratura dell'Età Scientifica, 48 Inquadramento storico: 48a. Storia civile, 48b. Storia culturale, 48c. Storia Letteraria; 51 Agiografia e semonistica: Iacopo da Varazza; 53 Poesia lirica e religiosa: Filippo il Cancelliere, Tommaso da Celano.

 

b. Corso monografico

Testo: F. Bertini, Dialogi Drammatici, introd. di P. Dronke, Milano 1986.

Inoltre durante il corso delle lezioni si forniranno indicazioni bibliografiche specifiche relative ai Dialoghi drammatici di Rosvita, nonché un breve compendio dedicato a cenni di metodologia di ricerca ecdotica.

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Non sono previsti particolari prerequisiti. Sarebbero auspicabili, ma non indispensabili, conoscenze di base della lingua latina.

La lirica d’amore del XII e XIII secolo

Il corso si propone innanzitutto di offrire un quadro generale della letteratura latina del Medioevo introducendo gli studenti ai principali autori e testi di quest’epoca storica.

Si passerà poi all’analisi del genere letterario della lirica latina amorosa durante i secoli XII e XIII, con uno sguardo rivolto alla contemporanea lirica cortese-cavalleresca e alla lirica trovadorica, e all’influenza esercita sul mondo culturale del Medioevo. Saranno poi analizzati in particolare alcuni componimenti poetici della produzione letteraria del tempo.

Attraverso l’analisi di testi poetici condotta su diversi livelli d’indagine, si intenderà fornire conoscenze e competenze critiche in grado di riconoscere i mezzi espressivi utilizzati di volta in volta, di analizzare criticamente il lessico, la grammatica, lo stile e l’argomento trattato, di indagare sul rapporto con le fonti.

Gli studenti devono essere in grado di analizzare e sintetizzare le informazioni, e di formulare giudizi in autonomia interpretando le informazioni con senso critico e personale; devono saper comunicare efficacemente, imparando a trasmettere idee in forma orale in modo chiaro e corretto, adeguandole all'interlocutore; devono apprendere in maniera continuativa identificando strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze; devono sviluppare la capacità di lavorare in gruppo sapendosi coordinare con altri, integrandone e competenze, sviluppando idee, progettando e organizzando la realizzazione.

Il corso si compone di lezioni frontali. Si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi più significativi, contestualizzandoli dal punto di vista sociale, culturale e letterario. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e a esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di valutare la preparazione raggiunta. Non è prevista la possibilità di sostenere esami parziali.

22 gennaio 2020 ore 9:30; 12 febbraio ore 9:30; 23 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 10 giugno ore 9:30; 8 luglio ore 9:30; 17 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 10 dicembre ore 9:30.

Il programma rimane invariato per gli STUDENTI NON FREQUENTANTI, i quali sono invitati a prendere contatto con la docente prima dell’appello d’esame.

Non è prevista la possibilità di prove parziali d'esame.

Corso di insegnamento “Letteratura Latina Medievale”

Corso di Laurea in Lingue moderne, letterature e traduzione

LM 37 II anno (Laurea magistrale) A.A. 2019/20

 

Docente titolare: prof. Sabina Tuzzo

Semestre I

Crediti 6

 

1) Presentazione e obiettivi del corso:

La lirica d’amore del XII e XIII secolo

Il corso si propone innanzitutto di offrire un quadro generale della letteratura latina del Medioevo introducendo gli studenti ai principali autori e testi di quest’epoca storica.

Si passerà poi all’analisi del genere letterario della lirica latina amorosa durante i secoli XII e XIII, con uno sguardo rivolto alla contemporanea lirica cortese-cavalleresca e alla lirica trovadorica, e all’influenza esercita sul mondo culturale del Medioevo. Saranno poi analizzati in particolare alcuni componimenti poetici della produzione letteraria del tempo.

 

Bibliografia:

a. Parte istituzionale:

Per la storia della letteratura mediolatina: Storia della letteratura mediolatina, a cura di E. D’Angelo, Montella, Accademia Vivarium Novum, 2004 (con particolare riguardo ai seguenti capitoli: Parte prima, I generi letterari, I generi della Letteratura Mediolatina: 1. Storiografia, 1b. Annali e cronache, 1c. Biografia; 2 Epica: 2c. Favolistica; 3 Agiografia; 5 Poesia lirica e religiosa: 5a. Poesia lirica, Lirica amorosa, Lirica satirica; 7 Letteratura d'evasione: 7b. Visiones; 8 Letteratura scientifico-erudita: 8b. Scienze umanistiche, Esegesi biblica, Teologia e filosofia; Parte seconda, Gli autori e i testi, Letteratura dell'Età Barbarica, 9 Inquadramento storico: 9a. Storia civile, 9b. Storia culturale, 9c. Storia Letteraria; 11 Penisola Iberica: Isidoro di Siviglia; 12 Gallia: Venanzio Fortunato, Gregorio di Tours; 13 Italia: Boezio, Cassiodoro, Benedetto da Norcia, Gregorio Magno; 14 Irlanda: gli Hisperica famina, la Navigatio sancti Brendani; 15 Inghilterra: Beda il Venberabile; 16 Germania: Bonifacio; Letteratura dell'Età Carolingia, 17 Inquadramento storico: 17a. Storia civile, 17b. Storia culturale, 17c. Storia Letteraria; 18 Storiografia: Paolo Diacono, Eginardo, il Liber pontificalis; 19 Epica: Il Karolus et Leo papa; 20 Poesia lirica e religiosa: Paolino d'Aquileia, Rabàno Mauro, Valafrìdo Strabone, Sedulio Scoto; 21 Letteratura erudita: Alcuino di York, Pietro da Pisa, Lupo di Ferrières, Giovanni Scoto Eriùgena, Anastasio Bibliotecario, Giovanni Immonide; Letterarura dell'Età Feudale, 22 Inquadramento storico: 22a. Storia civile, 22b. Storia culturale, 22c. Storia Letteraria; 23 Storiografia: Liutprando; 24 Epica: Epica mitologica: il Waltharius, Letaldo di Micy; 25 Agiografia: Oddone di Cluny, la scuola agiografica napoletana; 256 Dramma: Rosvìta di Gandersheim; Letteratura dell'Età Scolastica, 29 Inquadramento storico: 29a. Storia civile, 29b. Storia culturale, 29c. Storia Letteraria; Epica, 36 Epica mitologica: il Ruodlieb, Gualtiero da Chàtillon; 37 Favolistica: Ademàro di Chabannes; 38 Agiografia: Guaiferio di Montecassino, Alfàno di Salerno; 39 Poesia lirica e religiosa: Ildeberto di Lavardin, i Carmina Cantabrigiensia, i Carmina Burana, Ugo d'Orléans, l'Archipoeta; 42 Letteratura d'evasione (Narrativa): Eloisa; Letteratura erudita, 44 Filosofia e teologia: Anselmo d'Aosta, Bernardo di Chiaravalle, Ugo di San Vittore, Pietro Lombardo, Andrea Cappellano; 45 Jetteratura filosofica in versi: Alano di Lilla; 47 Arti liberali: Matteo di Vendome; Letteratura dell'Età Scientifica, 48 Inquadramento storico: 48a. Storia civile, 48b. Storia culturale, 48c. Storia Letteraria; 51 Agiografia e semonistica: Iacopo da Varazza; 53 Poesia lirica e religiosa: Filippo il Cancelliere, Tommaso da Celano).

 

b. Corso monografico

Testo: La poesia dei clerici vagantes, a cura di S. Tuzzo, Cesena, Editrice Stilgraf, 2015.

 

Il programma rimane invariato per gli STUDENTI NON FREQUENTANTI, i quali sono invitati a prendere contatto con la docente prima dell’appello d’esame.

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

Attraverso l’analisi di testi poetici condotta su diversi livelli d’indagine, si intenderà fornire conoscenze e competenze critiche in grado di riconoscere i mezzi espressivi utilizzati di volta in volta, di analizzare criticamente il lessico, la grammatica, lo stile e l’argomento trattato, di indagare sul rapporto con le fonti.

Competenze trasversali Gli studenti devono essere in grado di analizzare e sintetizzare le informazioni, e di formulare giudizi in autonomia interpretando le informazioni con senso critico e personale; devono saper comunicare efficacemente, imparando a trasmettere idee in forma orale in modo chiaro e corretto, adeguandole all'interlocutore; devono apprendere in maniera continuativa identificando strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze; devono sviluppare la capacità di lavorare in gruppo sapendosi coordinare con altri, integrandone e competenze, sviluppando idee, progettando e organizzando la realizzazione.

 

3) Prerequisiti

Non sono previsti particolari prerequisiti. Sarebbero auspicabili, ma non indispensabili, conoscenze di base della lingua latina.

 

4) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

Il corso si compone di lezioni frontali. Si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi più significativi, contestualizzandoli dal punto di vista sociale, culturale e letterario. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e a esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

 

5) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Durante il corso delle lezioni potranno essere coinvolti nell’insegnamento docenti esterni che svilupperanno temi specifici del programma.

 

6) Materiale didattico

Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

 

7) Modalità di valutazione degli studenti

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di valutare la preparazione raggiunta. Non è prevista la possibilità di sostenere esami parziali.

 

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

 

9) Date degli appelli

22 gennaio 2020 ore 9:30; 12 febbraio ore 9:30; 23 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 10 giugno ore 9:30; 8 luglio ore 9:30; 17 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 10 dicembre ore 9:30.

 

10) Commissione d’esame: Sabina Tuzzo, Annarita Miglietta, Ginetta De Trane

 

                                                                                                       Il Docente

                                                                                             Prof. Sabina Tuzzo

 

 

a. Parte istituzionale:

Per la storia della letteratura mediolatina: Storia della letteratura mediolatina, a cura di E. D’Angelo, Montella, Accademia Vivarium Novum, 2004 (con particolare riguardo ai seguenti capitoli: Parte prima, I generi letterari, I generi della Letteratura Mediolatina: 1. Storiografia, 1b. Annali e cronache, 1c. Biografia; 2 Epica: 2c. Favolistica; 3 Agiografia; 5 Poesia lirica e religiosa: 5a. Poesia lirica, Lirica amorosa, Lirica satirica; 7 Letteratura d'evasione: 7b. Visiones; 8 Letteratura scientifico-erudita: 8b. Scienze umanistiche, Esegesi biblica, Teologia e filosofia; Parte seconda, Gli autori e i testi, Letteratura dell'Età Barbarica, 9 Inquadramento storico: 9a. Storia civile, 9b. Storia culturale, 9c. Storia Letteraria; 11 Penisola Iberica: Isidoro di Siviglia; 12 Gallia: Venanzio Fortunato, Gregorio di Tours; 13 Italia: Boezio, Cassiodoro, Benedetto da Norcia, Gregorio Magno; 14 Irlanda: gli Hisperica famina, la Navigatio sancti Brendani; 15 Inghilterra: Beda il Venberabile; 16 Germania: Bonifacio; Letteratura dell'Età Carolingia, 17 Inquadramento storico: 17a. Storia civile, 17b. Storia culturale, 17c. Storia Letteraria; 18 Storiografia: Paolo Diacono, Eginardo, il Liber pontificalis; 19 Epica: Il Karolus et Leo papa; 20 Poesia lirica e religiosa: Paolino d'Aquileia, Rabàno Mauro, Valafrìdo Strabone, Sedulio Scoto; 21 Letteratura erudita: Alcuino di York, Pietro da Pisa, Lupo di Ferrières, Giovanni Scoto Eriùgena, Anastasio Bibliotecario, Giovanni Immonide; Letterarura dell'Età Feudale, 22 Inquadramento storico: 22a. Storia civile, 22b. Storia culturale, 22c. Storia Letteraria; 23 Storiografia: Liutprando; 24 Epica: Epica mitologica: il Waltharius, Letaldo di Micy; 25 Agiografia: Oddone di Cluny, la scuola agiografica napoletana; 256 Dramma: Rosvìta di Gandersheim; Letteratura dell'Età Scolastica, 29 Inquadramento storico: 29a. Storia civile, 29b. Storia culturale, 29c. Storia Letteraria; Epica, 36 Epica mitologica: il Ruodlieb, Gualtiero da Chàtillon; 37 Favolistica: Ademàro di Chabannes; 38 Agiografia: Guaiferio di Montecassino, Alfàno di Salerno; 39 Poesia lirica e religiosa: Ildeberto di Lavardin, i Carmina Cantabrigiensia, i Carmina Burana, Ugo d'Orléans, l'Archipoeta; 42 Letteratura d'evasione (Narrativa): Eloisa; Letteratura erudita, 44 Filosofia e teologia: Anselmo d'Aosta, Bernardo di Chiaravalle, Ugo di San Vittore, Pietro Lombardo, Andrea Cappellano; 45 Jetteratura filosofica in versi: Alano di Lilla; 47 Arti liberali: Matteo di Vendome; Letteratura dell'Età Scientifica, 48 Inquadramento storico: 48a. Storia civile, 48b. Storia culturale, 48c. Storia Letteraria; 51 Agiografia e semonistica: Iacopo da Varazza; 53 Poesia lirica e religiosa: Filippo il Cancelliere, Tommaso da Celano).

 

b. Corso monografico

Testo: La poesia dei clerici vagantes, a cura di S. Tuzzo, Cesena, Editrice Stilgraf, 2015.

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)
FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso CLASSICO (031)

Conoscenze di base della lingua latina

Il corso intende fornire agli studenti le nozioni preliminari relative alla metodologia della ricerca ecdotica e all'edizione di testi medievali e umanistici. Saranno presi in considerazione argomenti relativi all'edizione, alla trasmissione dei testi, all'esame di errori e varianti.

Attraverso la lettura dell’edizione critica di un testo mediolatino, si evidenzierà il processo di costituzione del testo moderno partendo dal manoscritto medievale, e si analizzeranno in particolare gli aspetti di innovazione e continuità rispetto al latino classico e tardoantico.

Durante lo svolgimento delle lezioni si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi filologicamente più complessi attraverso il confronto con la trasmissione manoscritta di riferimento. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e ad esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

Colloquio orale

21 gennaio 2019 ore 9:30; 11 febbraio ore 9:30; 29 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 17 giugno ore 9:30; 15 luglio ore 9:30; 19 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 12 dicembre ore 9:30.

Corso di insegnamento “Filologia Medievale e Umanistica”

Corso di Laurea Triennale in Lettere

A.A. 2018-2019

Docente titolare: prof. SABINA TUZZO

Semestre I (Crediti 6)

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

Il corso si articola in due parti. La prima parte intende fornire agli studenti le nozioni preliminari relative alla metodologia della ricerca ecdotica e all'edizione di testi medievali e umanistici. Saranno presi in considerazione argomenti relativi all'edizione, alla trasmissione dei testi, all'esame di errori e varianti.

Nella seconda parte monografica, si leggerà l’edizione critica di un testo mediolatino, evidenziando il processo di costituzione del testo moderno partendo dal manoscritto medievale, e si analizzeranno in particolare gli aspetti di innovazione e continuità rispetto al latino classico e tardoantico.

 

Bibliografia:

Testi di riferimento:

  • La filologia medievale e umanistica, M. Berté – M. Petoletti, Bologna 2017.
  • Paolo Diacono, Vita Sancti Gregorii Magni, a cura di S. Tuzzo, Scuola Normale Superiore, Pisa 2002.

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

Gli studenti devono essere in grado di affrontare la lettura dell’agiografia di Gregorio Magno così come di altri autori mediolatini, muovendosi in un quadro di riferimento generale in cui collocare i vari fenomeni. Gli studenti devono saper esprimere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

 

3) Prerequisiti

Conoscenze di base della lingua latina

 

4) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

Durante lo svolgimento delle lezioni si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi filologicamente più complessi attraverso il confronto con la trasmissione manoscritta di riferimento. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e ad esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

 

5) Materiale didattico

Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

 

6) Modalità di valutazione degli studenti

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di verificare:

- la conoscenza di metodologia della ricerca ecdotica (20/30)

- la capacità di leggere un manoscritto (10/30)

 

7) Possibilità di sostenere esami parziali

□ Sì          □X No

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

 

8) Date degli appelli

21 gennaio 2019 ore 9:30; 11 febbraio ore 9:30; 29 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 17 giugno ore 9:30; 15 luglio ore 9:30; 19 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 12 dicembre ore 9:30.

 

9) Commissione d’esame

Sabina Tuzzo, Annarita Miglietta, Ginetta De Trane

 

                                                                                                      Il Docente

                                                                                              Prof. Sabina Tuzzo

 

  • La filologia medievale e umanistica, M. Berté – M. Petoletti, Bologna 2017.
  • Paolo Diacono, Vita Sancti Gregorii Magni, a cura di S. Tuzzo, Scuola Normale Superiore, Pisa 2002.
  • Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA (L-FIL-LET/08)
FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso MODERNO (005)

Conoscenze di base della lingua latina

Il corso intende fornire agli studenti le nozioni preliminari relative alla metodologia della ricerca ecdotica e all'edizione di testi medievali e umanistici. Saranno presi in considerazione argomenti relativi all'edizione, alla trasmissione dei testi, all'esame di errori e varianti.

Attraverso la lettura dell’edizione critica di un testo mediolatino, si evidenzierà il processo di costituzione del testo moderno partendo dal manoscritto medievale, e si analizzeranno in particolare gli aspetti di innovazione e continuità rispetto al latino classico e tardoantico.

Durante lo svolgimento delle lezioni si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi filologicamente più complessi attraverso il confronto con la trasmissione manoscritta di riferimento. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e ad esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

Colloquio orale

21 gennaio 2019 ore 9:30; 11 febbraio ore 9:30; 29 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 17 giugno ore 9:30; 15 luglio ore 9:30; 19 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 12 dicembre ore 9:30.

Corso di insegnamento “Filologia Medievale e Umanistica”

Corso di Laurea Triennale in Lettere

A.A. 2018-2019

Docente titolare: prof. SABINA TUZZO

Semestre I (Crediti 6)

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

Il corso si articola in due parti. La prima parte intende fornire agli studenti le nozioni preliminari relative alla metodologia della ricerca ecdotica e all'edizione di testi medievali e umanistici. Saranno presi in considerazione argomenti relativi all'edizione, alla trasmissione dei testi, all'esame di errori e varianti.

Nella seconda parte monografica, si leggerà l’edizione critica di un testo mediolatino, evidenziando il processo di costituzione del testo moderno partendo dal manoscritto medievale, e si analizzeranno in particolare gli aspetti di innovazione e continuità rispetto al latino classico e tardoantico.

 

Bibliografia:

 

Testi di riferimento:

  • La filologia medievale e umanistica, M. Berté – M. Petoletti, Bologna 2017.
  • Paolo Diacono, Vita Sancti Gregorii Magni, a cura di S. Tuzzo, Scuola Normale Superiore, Pisa 2002.

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

Gli studenti devono essere in grado di affrontare la lettura dell’agiografia di Gregorio Magno così come di altri autori mediolatini, muovendosi in un quadro di riferimento generale in cui collocare i vari fenomeni. Gli studenti devono saper esprimere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

 

3) Prerequisiti

Conoscenze di base della lingua latina

 

4) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

Durante lo svolgimento delle lezioni si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi filologicamente più complessi attraverso il confronto con la trasmissione manoscritta di riferimento. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e ad esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

 

5) Materiale didattico

Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

 

6) Modalità di valutazione degli studenti

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di verificare:

- la conoscenza di metodologia della ricerca ecdotica (20/30)

- la capacità di leggere un manoscritto (10/30)

 

7) Possibilità di sostenere esami parziali

□ Sì          □X No

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

 

8) Date degli appelli

21 gennaio 2019 ore 9:30; 11 febbraio ore 9:30; 29 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 17 giugno ore 9:30; 15 luglio ore 9:30; 19 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 12 dicembre ore 9:30.

 

9) Commissione d’esame

Sabina Tuzzo, Annarita Miglietta, Ginetta De Trane

 

                                                                                                      Il Docente

                                                                                              Prof. Sabina Tuzzo

 

  • La filologia medievale e umanistica, M. Berté – M. Petoletti, Bologna 2017.
  • Paolo Diacono, Vita Sancti Gregorii Magni, a cura di S. Tuzzo, Scuola Normale Superiore, Pisa 2002.
  • Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.
FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso MODERNO (005)

Conoscenze di base della lingua latina

Il corso si propone innanzitutto di offrire un quadro generale della letteratura latina del Medioevo introducendo gli studenti ai principali autori e testi di quest’epoca storica. Si passerà poi all’analisi dell’epistolario di Pietro Abelardo e Eloisa di Notre Dame e dell’impatto che il famoso magister di Parigi e la sua giovane allieva hanno avuto sul mondo culturale, sociale e religioso della loro epoca storica, e dell’influenza che hanno esercitato nei secoli successivi. Saranno poi lette e commentate alcune epistole che ripercorrono le tappe più significative della loro storia d’amore.

Gli studenti saranno in grado di affrontare la lettura dell’Epistolario muovendosi in un quadro di riferimento generale in cui collocare i vari fenomeni. Gli studenti sapranno esprimere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

Il corso si compone di lezioni frontali. Si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi più significativi dell’Epistolario, contestualizzandoli dal punto di vista sociale, culturale e letterario. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e a esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

Colloquio orale

21 gennaio 2019 ore 9:30; 11 febbraio ore 9:30; 29 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 17 giugno ore 9:30; 15 luglio ore 9:30; 19 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 12 dicembre ore 9:30.

- Storia della letteratura mediolatina, a cura di E. D’Angelo, Montella, Accademia Vivarium Novum, 2004.

- Abelardo ed Eloisa, Epistolario, a cura di I. Pagani, testo a fronte, Torino, UTET, 2008.

- Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Non sono previsti particolari prerequisiti. Sarebbero auspicabili, ma assolutamente non indispensabili, conoscenze di base della lingua latina.

Il corso si propone innanzitutto di offrire un quadro generale della letteratura latina del Medioevo introducendo gli studenti ai principali autori e testi di quest’epoca storica.

Si passerà poi all’analisi dell’opera di Trotula dedicata alle malattie femminili e alla cosmesi, e all’uso che si faceva nel Medioevo di erbe e piante medicinali per curare le patologie femminili. Inoltre, si dedicherà attenzione anche alla diffusione che le ricerche e gli studi della prima donna medico medievale hanno avuto nel mondo culturale e sociale dell’epoca, e dell’influenza che hanno esercitato nei secoli successivi. Saranno poi letti e commentati alcuni passi tratti dal suo corpus.

Gli studenti saranno in grado di affrontare la lettura del testo muovendosi in un quadro di riferimento generale in cui collocare i vari fenomeni. Gli studenti sapranno esprimere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

Il corso si compone di lezioni frontali. Si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi più significativi, contestualizzandoli dal punto di vista sociale, culturale e letterario. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e a esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di valutare la preparazione raggiunta. Non è prevista la possibilità di sostenere esami parziali.

21 gennaio 2019 ore 9:30; 11 febbraio ore 9:30; 29 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 17 giugno ore 9:30; 15 luglio ore 9:30; 19 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 12 dicembre ore 9:30.

Corso di insegnamento “Letteratura Latina Medievale”

Corso di Laurea in Lettere moderne

(Laurea triennale)

A.A. 2018/2019 – docente titolare: prof. Sabina Tuzzo

Semestre I (CFU 6)

 

1) Presentazione e obiettivi del corso:

L’epistolario di Abelardo e Eloisa

Il corso si propone innanzitutto di offrire un quadro generale della letteratura latina del Medioevo introducendo gli studenti ai principali autori e testi di quest’epoca storica.

Si passerà poi all’analisi dell’epistolario di Pietro Abelardo e Eloisa di Notre Dame e dell’impatto che il famoso magister di Parigi e la sua giovane allieva hanno avuto sul mondo culturale, sociale e religioso della loro epoca storica, e dell’influenza che hanno esercitato nei secoli successivi. Saranno poi lette e commentate alcune epistole che ripercorrono le tappe più significative della loro storia d’amore.

 

Bibliografia:

a. Parte istituzionale:

Per la storia della letteratura mediolatina: Storia della letteratura mediolatina, a cura di E. D’Angelo, Montella, Accademia Vivarium Novum, 2004 (con particolare riguardo ai seguenti capitoli: Parte prima, I generi letterari, I generi della Letteratura Mediolatina: 1. Storiografia, 1b. Annali e cronache, 1c. Biografia; 2 Epica: 2c. Favolistica; 3 Agiografia; 5 Poesia lirica e religiosa: 5a. Poesia lirica, Lirica amorosa, Lirica satirica; 7 Letteratura d'evasione: 7b. Visiones; 8 Letteratura scientifico-erudita: 8b. Scienze umanistiche, Esegesi biblica, Teologia e filosofia; Parte seconda, Gli autori e i testi, Letteratura dell'Età Barbarica, 9 Inquadramento storico: 9a. Storia civile, 9b. Storia culturale, 9c. Storia Letteraria; 11 Penisola Iberica: Isidoro di Siviglia; 12 Gallia: Venanzio Fortunato, Gregorio di Tours; 13 Italia: Boezio, Cassiodoro, Benedetto da Norcia, Gregorio Magno; 14 Irlanda: gli Hisperica famina, la Navigatio sancti Brendani; 15 Inghilterra: Beda il Venberabile; 16 Germania: Bonifacio; Letteratura dell'Età Carolingia, 17 Inquadramento storico: 17a. Storia civile, 17b. Storia culturale, 17c. Storia Letteraria; 18 Storiografia: Paolo Diacono, Eginardo, il Liber pontificalis; 19 Epica: Il Karolus et Leo papa; 20 Poesia lirica e religiosa: Paolino d'Aquileia, Rabàno Mauro, Valafrìdo Strabone, Sedulio Scoto; 21 Letteratura erudita: Alcuino di York, Pietro da Pisa, Lupo di Ferrières, Giovanni Scoto Eriùgena, Anastasio Bibliotecario, Giovanni Immonide; Letterarura dell'Età Feudale, 22 Inquadramento storico: 22a. Storia civile, 22b. Storia culturale, 22c. Storia Letteraria; 23 Storiografia: Liutprando; 24 Epica: Epica mitologica: il Waltharius,       Letaldo di Micy; 25 Agiografia: Oddone di Cluny, la scuola agiografica napoletana; 256 Dramma: Rosvìta di Gandersheim; Letteratura dell'Età Scolastica, 29 Inquadramento storico: 29a. Storia civile, 29b. Storia culturale, 29c. Storia Letteraria; Epica, 36 Epica mitologica: il Ruodlieb, Gualtiero da Chàtillon; 37 Favolistica: Ademàro di Chabannes; 38 Agiografia: Guaiferio di Montecassino, Alfàno di Salerno; 39 Poesia lirica e religiosa: Ildeberto di Lavardin, i Carmina Cantabrigiensia, i Carmina Burana, Ugo d'Orléans, l'Archipoeta; 42 Letteratura d'evasione (Narrativa): Eloisa; Letteratura erudita, 44 Filosofia e teologia: Anselmo d'Aosta, Bernardo di Chiaravalle, Ugo di San Vittore, Pietro Lombardo, Andrea Cappellano; 45 Jetteratura filosofica in versi: Alano di Lilla; 47 Arti liberali: Matteo di Vendome; Letteratura dell'Età Scientifica, 48 Inquadramento storico: 48a. Storia civile, 48b. Storia culturale, 48c. Storia Letteraria; 51 Agiografia e semonistica: Iacopo da Varazza; 53 Poesia lirica e religiosa: Filippo il Cancelliere, Tommaso da Celano).

 

b. Corso monografico

Testo: Abelardo ed Eloisa, Epistolario, a cura di I. Pagani, testo a fronte, Torino, UTET, 2008.

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

Gli studenti devono essere in grado di affrontare la lettura dell’Epistolario muovendosi in un quadro di riferimento generale in cui collocare i vari fenomeni. Gli studenti devono saper esprimere in maniera chiara e consapevole le principali questioni della filologia mediolatina.

Competenze trasversali Gli studenti devono essere in grado di analizzare e sintetizzare le informazioni, e di formulare giudizi in autonomia interpretando le informazioni con senso critico e personale; devono saper comunicare efficacemente, imparando a trasmettere idee in forma orale in modo chiaro e corretto, adeguandole all'interlocutore; devono apprendere in maniera continuativa identificando strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze; devono sviluppare la capacità di lavorare in gruppo sapendosi coordinare con altri, integrandone e competenze, sviluppando idee, progettando e organizzando la realizzazione.

 

3) Prerequisiti

Conoscenze di base della lingua latina.

4) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

Il corso si compone di lezioni frontali. Si partirà sempre dalla lettura diretta del testo, e si procederà alla spiegazione dei passi più significativi dell’Epistolario, contestualizzandoli dal punto di vista sociale, culturale e letterario. Gli studenti verranno invitati a partecipare attivamente e a esporre le proprie opinioni sulla base dei passi letti.

5) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Durante il corso delle lezioni potranno essere coinvolti nell’insegnamento docenti esterni che svilupperanno temi specifici del programma.

6) Materiale didattico

Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

7) Modalità di valutazione degli studenti

L’esame finale consiste in una prova orale su ciascuna parte del programma con l’obiettivo di verificare:

- l’acquisizione delle linee di sviluppo fondamentali della letteratura latina medievale (15/30)

- la capacità di analizzare e interpretare criticamente il testo latino proposto (15/30).

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

9) Date degli appelli

21 gennaio 2019 ore 9:30; 11 febbraio ore 9:30; 29 aprile ore 9:30; 20 maggio ore 9:30 (solo per i laureandi sessione estiva); 17 giugno ore 9:30; 15 luglio ore 9:30; 19 settembre ore 9:30; 14 ottobre ore 9:30; 12 dicembre ore 9:30.

 

10) Commissione d’esame

Sabina Tuzzo, Annarita Miglietta, Ginetta De Trane

 

                                                                                                       Il Docente

                                                                                             Prof. Sabina Tuzzo

 

 

- Storia della letteratura mediolatina, a cura di E. D’Angelo, Montella, Accademia Vivarium Novum, 2004.

- Trotula. Un compendio medievale di medicina delle donne, a cura di M. H. Green, testo a fronte, Firenze, SISMEL, Edizioni del Galluzzo, 2009.

- Oltre alla bibliografia di riferimento, all’occorrenza saranno forniti agli studenti altri testi in fotocopia.

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)
FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso CLASSICO (031)

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA (L-FIL-LET/08)
FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso MODERNO (005)

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso MODERNO (005)

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)
FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA (L-FIL-LET/08)
FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso CLASSICO (031)

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)
LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 24/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

LETTERATURA LATINA MEDIEVALE (L-FIL-LET/08)

Pubblicazioni

Inserire qui le pubblicazioni...

Elenco delle Pubblicazioni

Sabina Tuzzo

- Aspetti storici e filologici della Vita di S. Gregorio Magno di Paolo Diacono (B.H.L. 3639 a, b, c) – Pre-estratto da Studi di Filologia e Letteratura, n. 7, Galatina 2001, pp. 7-20.

- Otranto e il suo porto dalla caduta dell’Impero Romano d’Occidente alla dominazione bizantina, in L’Africa Romana, Atti del XIV convegno di Sudio, Sassari 7-10 dicembre 2000, Roma 2002, pp. 905-914.

- La “Vita sancti Gregorii Papae” contenuta nel cod. Montepessulanus H 48, “BstudLat” 32, 2002, pp. 128-137.

- Paolo Diacono, Vita Sancti Gregorii Magni, a cura di Sabina Tuzzo, Scuola Normale Superiore, Pisa 2002.

- Regio II. Apulia et Calabria. Gli studi di epigrafia latina nell’ultimo quinquennio (1996-2000), Cesare Marangio – Sabina Tuzzo, Mario Congedo editore, Galatina 2002.

- Ulrich von Strassburg, De summo bono, Lib. 3, Tractatus 1-3, heraugegeben von Sabina Tuzzo, Hamburg 2004.

- La limitatezza dell’uomo e del mondo in Seneca e Gregorio Magno, “BstudLat” 34, 2004, pp. 522-530.

- Motivi oraziani in Carmina Burana 75, “BstudLat” 35, 2005, pp. 142-152.

- Il dialogo di Diogene e Aristippo in CB 189, “BstudLat” 35, 2005, pp. 645-655.

- Terenzio nei drammi di Rosvita: prestesto o modello? La conversione di Gallicano, in Memoria di testi teatrali antichi, a cura di O. Vox, Lecce 2006, pp. 213-256.

- Ulrich von Strassburg, De summo bono, liber 3, Tractatus 4-5, herausgegeben von Sabina Tuzzo, Hamburg 2007.

- L’ideale di vita goliardica nella Confessione dell’Archipoeta, “BstudLat” 37, 2007, pp. 116-139.

- Audaces fortuna iuvat (CB 70,3,3), “Filologia Antica e Moderna” 17, 2007, pp. 27-42.

- Echi Classici nell’Altercatio Phyllidis et Flore (CB 92), in Filosofia e Storiografia, Studi in onore di G. Papuli, I. Dall’Antichità al Rinascimento, a cura di M. Marangio, L. Rizzo, A. Spedicati, L. Sturlese, Galatina 2008, pp. 587-602.

- Le passioni latine di S. Lussorio, martire in Sardegna. Classificazione e edizione dei testi, “Analecta Bollandiana” 126, 2008, pp. 5-29.

- L’estasi di una visione d’amore (CB 77), in Satura Rudina, Studi in onore di Pietro Luigi Leone, Lecce 2009, pp. 253-275.

- Memoria poetica e amore sensuale in CB 83, “BstudLat” 39, 2009, pp. 45-58.

- La volubilità della Fortuna nei Carmina Burana, in Palaia Filiva, Studi in onore di Giovanni Uggeri, a cura di C. Marangio e G. Laudizi, Galatina 2009,  pp. 137-148.

- Vincit amor quemque, sed numquam vincitur ipse (120a), "BstutLat" 40, 2010, pp. 509-522.

Ulrich von Strassburg, De summo bono, Lib. 6, Tractatus 1-3 (1-9), heraugegeben von Sabina Tuzzo, Hamburg 2011.

- L’esaltazione della castità delle vergini cristiane nei Drammi di Rosvita (Dulcitius e Pafnutius), in Lessico, argomentazioni e strutture retoriche nella polemica di età cristiana (III-IV sec.), Turnhout 2012, pp. 315-340.

- L’eros sensuale (CB 72), “BstudLat” 42, 2012, pp. 615-628.

- A clerical scholar’s Joy and Sorrow in the love lyrics of the Carmina Burana, in Earthly and spiritual pleasures in Medieval Life, Literature, Art, and Music: in memory of Ulrich Müller, I, edited by Sibylle Jefferis, Göppingen 2014 pp. 13-34.

- Dall’innamoramento alla conquista della donna amata (CB 72), Scritti in onore di Antonio Tarantino, promossi dall’Università del Salento, a cura di G. Gioffredi e A. Pisanò, tomo II, Napoli 2014, pp. 761-780.

- L’auctoritas ovidiana in CB 105, in Author and Authorship in Medieval Latin Literature, Proceedings of the VIth Congress of the International Medieval Latin Committee (Benevento-Naples, November 9-13, 2010), edited by Edoardo D’Angelo and Jan Ziolkowski, Firenze 2014, pp. 1147-1163.

- Further discussion on the “two suns theory” and the Monarchia of Dante, “History Reserarch” 5, 2015, pp. 98-108.

- La poesia dei clerici vagantes. Studi sui Carmina Burana, Cesena 2015 (Quaderni di “Paideia”)

- The locus amoenus as prefatory formula in the love poems of Carmina Burana, in Studies and new texts of the Nibelungenlied, Walther, Neidhart, Oswald, and Other Works in Medieval German Literature: in memory of Ulrich Müller, II (Kalamazoo Papers 2014), edited by Sibylle Jefferis, Göppingen 2015, pp. 49-6.

- I Carmina Burana, Ovidio e la ripresa di un topos elegiaco, in Tra passato e presente, Atti del convegno di Studi (Foggia, 26-27 maggio 2015), Foggia 2016, pp. 415-437.

-Tradition and Innovation in Matthew of Vendôme’s Tale of Pyramus and Thisbe, “Schede Medievali” 54, 2016, pp.  187-204

- La novella di Piramus et Tisbé e la metamorfosi dei giovani innamorati in amanti cortesi, “Paideia” 72, 2017, pp. 381-399.

- La castità di Didone (Epigr. Bob. 45 Sp.), “BstudLat” 48, 2018, 93-104.

- -La storia d’amore di Piramo e Tisbe di Matteo di Vendôme, in Πολυμάθεια Studi Classici offerti a Mario Capasso, a cura di P. Davoli – N. Pellé, Lecce 2018, pp. 633-648.

- La vicenda d’amore di Eloisa: una donna «altra» nel Medioevo, In Itinerari del testo per Stefano Pittaluga, tomo II, a cura di Cristina Cocco, Clara Fossati, Attilio Grisafi, Francesco Mosetti Casaretto e Giada Boiani, Genova 2018, pp. 1011- 1035.

- The Quarrel between Water and Wine (CB 193), Poesia tardoantica e medievale, Atti del VI Convegno Internazionale di studi, Macerata,  3-5 dicembre 2013, Pisa 2018, pp. 249-262.

 

 

 

 

Temi di ricerca

Inserire qui i temi di ricerca...

1) La poesia amorosa del XII secolo

2) Epigrammata Bobbiensa

2) Edizione critica di una sezione del Sapientiale di Tommaso di York

 

Risorse correlate

Documenti