Kristjan TOOMASPOEG

Kristjan TOOMASPOEG

Ricercatore Universitario

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01: STORIA MEDIEVALE.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull`uomo

Ex Monastero degli Olivetani - Viale San Nicola - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 6819

Professore Associato (dall'ottobre 2015)

Area di competenza:

Storia Medievale MSTO-01

Orario di ricevimento

Dopo le lezioni o su appuntamento: kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Nato a Tartu (Repubblica di Estonia), di nazionalità estone. Sposato, padre di due figli. 

Dottorato di ricerca presso l'Università di Parigi X-Nanterre, Dipartimento di Storia, nel 1999. Relatore: Prof. Henri Bresc. 

 

Incarichi attuali

professore associato presso il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo

socio corrispondente dell’Accademia Pontaniana

membro della Commissione Storica Internazionale per le ricerche sull’Ordine Teutonico (Internationale Historische Kommission zur Erforschung des Deutschen Ordens, Vienna);

vicedirettore del Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Ordine Teutonico nel Mediterraneo(Lecce);

membro del comitato organizzativo degli Encontros sobre Ordens Militares (Palmela);

accademico ordinario dell’Accademia Teutonica Enrico VI di Hohenstaufen (Palermo);

corrispondente della Rivista per la Storia della Chiesa in Italia;

coordinatore per l’Estonia del sito MENESTREL (Francia).

 

---------------------------------------------------

 

 

Didattica

A.A. 2019/2020

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 10.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 10.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI CULTURALI

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso ARCHEOLOGICO

A.A. 2018/2019

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI MEDIEVALI

Corso di laurea LETTERE MODERNE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 2.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 20.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 10.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 10.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI CULTURALI

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso ARCHEOLOGICO

A.A. 2017/2018

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 12.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 12.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI CULTURALI

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso ARCHEOLOGICO

A.A. 2016/2017

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 12.0 Ore Studio individuale: 13.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 12.0 Ore Studio individuale: 13.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI ARCHEOLOGICI

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 72.0 Ore Studio individuale: 153.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

A.A. 2015/2016

STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI ARCHEOLOGICI

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 72.0 Ore Studio individuale: 153.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

A.A. 2014/2015

STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI CULTURALI

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 90.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 10.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2020 al 29/05/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

Esame scritto: analisi dei documenti

Da determinare

Laboratorio Esegesi delle fonti storiche medievali

 

Corso di Laurea in Archeologia, anno I, semestre II

Crediti 1 CFU (10 ore di lezioni frontali; 15 ore di studio)

Dipartimento di Beni Culturali

 

 

Presentazione e obiettivi del corso:

 

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

 

Bibliografia:

Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991.

 

Orario lezioni:

da determinare

 

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

 

Recapito docente:

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991.

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI (M-STO/01)
LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 10.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2020 al 29/05/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Il compito del laboratorio è di insegnare agli studenti la consultazione dei documenti originali prodotti nel Medioevo che essi impareranno a trascrivere e commentare. Si studieranno la scrittura, il sistema delle abbreviazioni e le diverse forme di datazione utilizzati nell'epoca, con particolare interesse per gli atti notarili, i privilegi e mandati reali e le lettere apostoliche dei secoli XII-XV.

Il compito del laboratorio è di insegnare agli studenti la consultazione dei documenti originali prodotti nel Medioevo che essi impareranno a trascrivere e commentare. Si studieranno la scrittura, il sistema delle abbreviazioni e le diverse forme di datazione utilizzati nell'epoca, con particolare interesse per gli atti notarili, i privilegi e mandati reali e le lettere apostoliche dei secoli XII-XV.

Laboratorio, lavoro in gruppo e individuale

Esame scritto: lettura ed analisi dei documenti

Da determinare

 

Laboratorio Paleografia e Diplomatica

 

Crediti 1 CFU (10 ore di lezioni frontali; 15 ore di studio)

Anno di corso I, semestre II

 

 

Presentazione e obiettivi del corso:

 

Il compito del laboratorio è di insegnare agli studenti la consultazione dei documenti originali prodotti nel Medioevo che essi impareranno a trascrivere e commentare. Si studieranno la scrittura, il sistema delle abbreviazioni e le diverse forme di datazione utilizzati nell'epoca, con particolare interesse per gli atti notarili, i privilegi e mandati reali e le lettere apostoliche dei secoli XII-XV.

 

Bibliografia:

 

Materiale del corso sarà fornito dall'insegnante

 

Orario lezioni:

 

da determinare

 

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

 

Recapito docente:

 

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA (M-STO/01)
STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2020 al 29/05/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso ARCHEOLOGICO (A68)

Buona conoscenza di storia dell'Antichità. Conoscenza di storia medievale al livello di scuola secondaria di II grado

L’obiettivo del corso è di dotare gli studenti di una conoscenza di base del periodo storico compreso tra il V e il XV secolo e delle principali tematiche inerenti al Medioevo. Le lezioni approfondiranno le trasformazioni istituzionali, politiche ed economiche del periodo e i grandi temi della storia medievale, come il cristianesimo e la Chiesa, il feudalesimo, l’evoluzione e il concetto del potere, le città e la civiltà urbana, la vita quotidiana nelle campagne e il commercio. Allo stesso tempo, si procederà anche ad una presentazione delle principali categorie di fonti storiche disponibili e ad una osservazione critica delle tendenze storiografiche esistenti. A seguito, nell’ambito di un modulo specifico si approfondiranno alcuni aspetti della storia istituzionale, in particolare la vicenda degli ordini religioso militari, esempio di una creazione originale del Medioevo.

L’obiettivo del corso è di dotare gli studenti di una conoscenza di base del periodo storico compreso tra il V e il XV secolo e delle principali tematiche inerenti al Medioevo.

Esame orale, con risposte a tre domande. Una o due domande possono essere sostituite con la presentazione di 1-2 argomenti a scelta.

Da determinare

Per qualsiasi altra domanda, contattare il docente: kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

Corso di insegnamento "STORIA MEDIEVALE"

Corso di Laurea in Beni Archeologici, terzo anno

 

A.A. 2019-2020 - docente titolare: prof. Kristjan Toomaspoeg

Semestre II

Crediti 6

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

L’obiettivo del corso è di dotare gli studenti di una conoscenza di base del periodo storico compreso tra il V e il XV secolo e delle principali tematiche inerenti al Medioevo. Le lezioni approfondiranno le trasformazioni istituzionali, politiche ed economiche del periodo e i grandi temi della storia medievale, come il cristianesimo e la Chiesa, il feudalesimo, l’evoluzione e il concetto del potere, le città e la civiltà urbana, la vita quotidiana nelle campagne e il commercio. Allo stesso tempo, si procederà anche ad una presentazione delle principali categorie di fonti storiche disponibili e ad una osservazione critica delle tendenze storiografiche esistenti. A seguito, nell’ambito di un modulo specifico si approfondiranno alcuni aspetti della storia istituzionale, in particolare la vicenda degli ordini religioso militari, esempio di una creazione originale del Medioevo.

 

Programma del corso:

1. La fine dell’Impero d’Occidente e le origini del Medioevo europeo.

2. L’Alto Medioevo barbarico e cristiano.

3. L’Anno Mille: l’affermazione di una nuova civilizzazione.

4. L’Impero e il papato nei secoli centrali del Medioevo.

5. Società feudale, contadina e urbana.

6. La crisi del Trecento e il passaggio all’epoca premoderna e moderna.

7. Le fonti storiche, il concetto e la percezione del Medioevo.

 

Bibliografia

Manuali di base: Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000 (diverse ristampe), Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003.

 

Testi d’esame per gli studenti non frequentanti:

Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000, Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991 (diverse ristampe).

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

L'insegnamento di Storia medievale intende fornire allo studente gli strumenti conoscitivi per poter orientarsi nel quadro cronologico del Medioevo, conoscere gli argomenti principali inerenti a questo periodo storico e la terminologia specifica alla materia, oltre ad una conoscenza della storiografia contemporanea. Inoltre, gli studenti dovranno acquisire le abilità di reperire ed esaminare le fonti storiche, analizzarle in modo critico, confrontare le fonti e la bibliografia, contestualizzare gli eventi e saper riassumere ed esporre dei concetti, proponendo eventualmente anche dei propri punti di vista.

 

3) Prerequisiti

Lo studente che accede al corso di Storia medievale deve possedere le conoscenze di base fornite nella scuola secondaria di secondo grado.

 

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Il titolare del corso è prof. Kristjan Toomaspoeg.

 

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

L'insegnamento si compone di lezioni frontali eseguiti con ricorso ai mezzi multimediali (LIM, internet, proiezioni audio e video) per un totale di 48 ore. Le lezioni sono seguite da discussioni finali e dal confronto tra l'insegnante e gli studenti sulle tematiche osservate. A termine delle lezioni, gli studenti sono incoraggiati di approfondire degli argomenti specifici del corso.

 

6) Materiale didattico

Il materiale didattico è costituito dai libri di testo consigliati, e dal materiale messo a disposizione degli studenti frequentanti durante il corso della lezione. Inoltre, si forniscono agli studenti anche gli indirizzi dei siti di approfondimento on-line.

 

7) Modalità di valutazione degli studenti

Prova orale

L’esame mira a valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:
o Conoscenza delle principali problematiche della Storia medievale;

o Conoscenza approfondita di uno o due dei temi scelti;

o Capacità di esporre i risultati della propria ricerca.

o Capacità di rispondere alle domande del docente e dei colleghi

 

Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale e dottrinale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.

 

Modalità di prenotazione dell'esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

 

Date degli esami

da determinare

 

Commissione: Kristjan Toomaspoeg (presidente), Hubert Houben, Francesco Somaini, membro supplente Luciana Petracca

 

Recapito docente

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

 

Manuali di base: Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000 (diverse ristampe), Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003.

Testi d’esame per gli studenti non frequentanti:

Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000, Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991 (diverse ristampe).

STORIA MEDIEVALE (M-STO/01)
LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI MEDIEVALI

Corso di laurea LETTERE MODERNE

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 2.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 20.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 25/02/2019 al 24/05/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

Laboratorio, lavoro in gruppo

Esame scritto: analisi dei documenti

Da determinare

Laboratorio Esegesi delle fonti medievali

 

Corso di Laurea in Lettere Moderne, anno II, semestre II

Crediti 2 CFU (20 ore di lezioni frontali; 30 ore di studio)

Dipartimento di Studi Umanistici

 

 

Presentazione e obiettivi del corso:

 

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

 

Bibliografia:

Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991.

 

Orario lezioni:

da determinare

 

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

 

Recapito docente:

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI MEDIEVALI (M-STO/01)
LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 10.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

Esame scritto: analisi dei documenti

Da determinare

Laboratorio Esegesi delle fonti storiche medievali

 

Corso di Laurea in Archeologia, anno I, semestre II

Crediti 1 CFU (10 ore di lezioni frontali; 15 ore di studio)

Dipartimento di Beni Culturali

 

 

Presentazione e obiettivi del corso:

 

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

 

Bibliografia:

Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991.

 

Orario lezioni:

da determinare

 

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

 

Recapito docente:

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991.

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI (M-STO/01)
LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 10.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Il compito del laboratorio è di insegnare agli studenti la consultazione dei documenti originali prodotti nel Medioevo che essi impareranno a trascrivere e commentare. Si studieranno la scrittura, il sistema delle abbreviazioni e le diverse forme di datazione utilizzati nell'epoca, con particolare interesse per gli atti notarili, i privilegi e mandati reali e le lettere apostoliche dei secoli XII-XV.

Il compito del laboratorio è di insegnare agli studenti la consultazione dei documenti originali prodotti nel Medioevo che essi impareranno a trascrivere e commentare. Si studieranno la scrittura, il sistema delle abbreviazioni e le diverse forme di datazione utilizzati nell'epoca, con particolare interesse per gli atti notarili, i privilegi e mandati reali e le lettere apostoliche dei secoli XII-XV.

Laboratorio, lavoro in gruppo e individuale

Esame scritto: lettura ed analisi dei documenti

Da determinare

 

Laboratorio Paleografia e Diplomatica

 

Crediti 1 CFU (10 ore di lezioni frontali; 15 ore di studio)

Anno di corso I, semestre II

 

 

Presentazione e obiettivi del corso:

 

Il compito del laboratorio è di insegnare agli studenti la consultazione dei documenti originali prodotti nel Medioevo che essi impareranno a trascrivere e commentare. Si studieranno la scrittura, il sistema delle abbreviazioni e le diverse forme di datazione utilizzati nell'epoca, con particolare interesse per gli atti notarili, i privilegi e mandati reali e le lettere apostoliche dei secoli XII-XV.

 

Bibliografia:

 

Materiale del corso sarà fornito dall'insegnante

 

Orario lezioni:

 

da determinare

 

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

 

Recapito docente:

 

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA (M-STO/01)
STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso ARCHEOLOGICO (A68)

Buona conoscenza di storia dell'Antichità. Conoscenza di storia medievale al livello di scuola secondaria di II grado

L’obiettivo del corso è di dotare gli studenti di una conoscenza di base del periodo storico compreso tra il V e il XV secolo e delle principali tematiche inerenti al Medioevo. Le lezioni approfondiranno le trasformazioni istituzionali, politiche ed economiche del periodo e i grandi temi della storia medievale, come il cristianesimo e la Chiesa, il feudalesimo, l’evoluzione e il concetto del potere, le città e la civiltà urbana, la vita quotidiana nelle campagne e il commercio. Allo stesso tempo, si procederà anche ad una presentazione delle principali categorie di fonti storiche disponibili e ad una osservazione critica delle tendenze storiografiche esistenti. A seguito, nell’ambito di un modulo specifico si approfondiranno alcuni aspetti della storia istituzionale, in particolare la vicenda degli ordini religioso militari, esempio di una creazione originale del Medioevo.

L’obiettivo del corso è di dotare gli studenti di una conoscenza di base del periodo storico compreso tra il V e il XV secolo e delle principali tematiche inerenti al Medioevo.

Esame orale, con risposte a tre domande. Una o due domande possono essere sostituite con la presentazione di 1-2 argomenti a scelta.

Da determinare

Per qualsiasi altra domanda, contattare il docente: kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

Corso di insegnamento "STORIA MEDIEVALE"

Corso di Laurea in Beni Archeologici, terzo anno

 

A.A. 2018-2019 - docente titolare: prof. Kristjan Toomaspoeg

Semestre II

Crediti 6

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

L’obiettivo del corso è di dotare gli studenti di una conoscenza di base del periodo storico compreso tra il V e il XV secolo e delle principali tematiche inerenti al Medioevo. Le lezioni approfondiranno le trasformazioni istituzionali, politiche ed economiche del periodo e i grandi temi della storia medievale, come il cristianesimo e la Chiesa, il feudalesimo, l’evoluzione e il concetto del potere, le città e la civiltà urbana, la vita quotidiana nelle campagne e il commercio. Allo stesso tempo, si procederà anche ad una presentazione delle principali categorie di fonti storiche disponibili e ad una osservazione critica delle tendenze storiografiche esistenti. A seguito, nell’ambito di un modulo specifico si approfondiranno alcuni aspetti della storia istituzionale, in particolare la vicenda degli ordini religioso militari, esempio di una creazione originale del Medioevo.

 

Programma del corso:

1. La fine dell’Impero d’Occidente e le origini del Medioevo europeo.

2. L’Alto Medioevo barbarico e cristiano.

3. L’Anno Mille: l’affermazione di una nuova civilizzazione.

4. L’Impero e il papato nei secoli centrali del Medioevo.

5. Società feudale, contadina e urbana.

6. La crisi del Trecento e il passaggio all’epoca premoderna e moderna.

7. Le fonti storiche, il concetto e la percezione del Medioevo.

 

Bibliografia

Manuali di base: Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000 (diverse ristampe), Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003.

 

Testi d’esame per gli studenti non frequentanti:

Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000, Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991 (diverse ristampe).

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

L'insegnamento di Storia medievale intende fornire allo studente gli strumenti conoscitivi per poter orientarsi nel quadro cronologico del Medioevo, conoscere gli argomenti principali inerenti a questo periodo storico e la terminologia specifica alla materia, oltre ad una conoscenza della storiografia contemporanea. Inoltre, gli studenti dovranno acquisire le abilità di reperire ed esaminare le fonti storiche, analizzarle in modo critico, confrontare le fonti e la bibliografia, contestualizzare gli eventi e saper riassumere ed esporre dei concetti, proponendo eventualmente anche dei propri punti di vista.

 

3) Prerequisiti

Lo studente che accede al corso di Storia medievale deve possedere le conoscenze di base fornite nella scuola secondaria di secondo grado.

 

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Il titolare del corso è prof. Kristjan Toomaspoeg.

 

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

L'insegnamento si compone di lezioni frontali eseguiti con ricorso ai mezzi multimediali (LIM, internet, proiezioni audio e video) per un totale di 48 ore. Le lezioni sono seguite da discussioni finali e dal confronto tra l'insegnante e gli studenti sulle tematiche osservate. A termine delle lezioni, gli studenti sono incoraggiati di approfondire degli argomenti specifici del corso.

 

6) Materiale didattico

Il materiale didattico è costituito dai libri di testo consigliati, e dal materiale messo a disposizione degli studenti frequentanti durante il corso della lezione. Inoltre, si forniscono agli studenti anche gli indirizzi dei siti di approfondimento on-line.

 

7) Modalità di valutazione degli studenti

Prova orale

L’esame mira a valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:
o Conoscenza delle principali problematiche della Storia medievale;

o Conoscenza approfondita di uno o due dei temi scelti;

o Capacità di esporre i risultati della propria ricerca.

o Capacità di rispondere alle domande del docente e dei colleghi

 

Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale e dottrinale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.

 

Modalità di prenotazione dell'esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

 

Date degli esami

31 maggio 2019

11 giugno 2019

11 luglio 2019

Commissione: Kristjan Toomaspoeg (presidente), Hubert Houben, Francesco Somaini, membro supplente Luciana Petracca

 

Recapito docente

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

 

Manuali di base: Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000 (diverse ristampe), Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003.

Testi d’esame per gli studenti non frequentanti:

Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000, Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991 (diverse ristampe).

STORIA MEDIEVALE (M-STO/01)
LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 12.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Laboratorio Esegesi delle fonti storiche medievali

 

Crediti 1 CFU (12 ore frontali)

Semestre II

 

 

Presentazione e obiettivi del corso:

 

Il laboratorio intende fornire agli studenti le conoscenze di base per poter effettuare una ricerca archivistica sulle fonti medievali, utile per completare la loro formazione da archeologo. Si esamineranno le principali categorie delle fonti storiche dell'epoca, con le loro caratteristiche e specificità, e si affronterà l'argomento dei sedi e fondi archivistici che custodiscono la documentazione medievale.

 

Bibliografia:

Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991.

 

Orario lezioni:

da determinare

 

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

 

Recapito docente:

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI (M-STO/01)
LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 12.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

 

Laboratorio Paleografia e Diplomatica

 

Crediti 1 CFU (12 ore frontali)

Semestre II

 

 

Presentazione e obiettivi del corso:

 

Il compito del laboratorio è di insegnare agli studenti la consultazione dei documenti originali prodotti nel Medioevo che essi impareranno a trascrivere e commentare. Si studieranno la scrittura, il sistema delle abbreviazioni e le diverse forme di datazione utilizzati nell'epoca, con particolare interesse per gli atti notarili, i privilegi e mandati reali e le lettere apostoliche dei secoli XII-XV.

 

Bibliografia:

 

Materiale del corso sarà fornito dall'insegnante

 

Orario lezioni:

 

da determinare

 

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

 

Recapito docente:

 

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA (M-STO/01)
STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Kristjan Toomaspoeg

Storia medievale M-STO/01

Crediti 12 (60 ore)

Corso di Laurea in Filosofia, secondo anno

Inizio lezioni: 7 marzo 2018

 

Obiettivo del corso:

L’obiettivo del corso è di dotare gli studenti di una conoscenza di base del periodo storico compreso tra il V e il XV secolo e delle principali tematiche inerenti al Medioevo. Le lezioni approfondiranno le trasformazioni istituzionali, politiche ed economiche del periodo e i grandi temi della storia medievale, come il cristianesimo e la Chiesa, il feudalesimo, l’evoluzione e il concetto del potere, le città e la civiltà urbana, la vita quotidiana nelle campagne e il commercio. Allo stesso tempo, si procederà anche ad una presentazione delle principali categorie di fonti storiche disponibili e ad una osservazione critica delle tendenze storiografiche esistenti. A seguito, nell’ambito di un modulo specifico si approfondiranno alcuni aspetti della storia istituzionale, in particolare la vicenda degli ordini religioso militari, esempio di una creazione originale del Medioevo.

 

Programma del corso:

1. La fine dell’Impero d’Occidente e le origini del Medioevo europeo.

2. L’Alto Medioevo barbarico e cristiano.

3. L’Anno Mille: l’affermazione di una nuova civilizzazione.

4. L’Impero e il papato nei secoli centrali del Medioevo.

5. Società feudale, contadina e urbana.

6. La crisi del Trecento e il passaggio all’epoca premoderna e moderna.

7. Le fonti storiche, il concetto e la percezione del Medioevo.

8. Approfondimento: gli ordini religioso militari.

 

Materiale del corso:

Manuali di base: Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000 (diverse ristampe), Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Alain Demurger, I cavalieri di Cristo: gli ordini religioso-militari del Medioevo (XI-XVI secolo), Milano, Garzanti, 2004.

 

Testi d’esame per gli studenti non frequentanti:

Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000, Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991 (diverse ristampe), Alain Demurger, I cavalieri di Cristo: gli ordini religioso-militari del Medioevo (XI-XVI secolo), Milano, Garzanti, 2004.

Orario lezioni:

Mercoledì: 9.00-11.00

Giovedì: 8.00-11-00

 

Aula

Sperimentale Tabacchi 2.

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

Calendario esami:

Le date degli appelli sono ancora da determinare.

Recapito docente:

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

 

STORIA MEDIEVALE (M-STO/01)
STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso ARCHEOLOGICO (A68)

Kristjan Toomaspoeg

Storia medievale M-STO/01

Crediti 6 (48 ore)

Corso di Laurea in Beni Archeologici, terzo anno

 

Obiettivo del corso:

L’obiettivo del corso è di dotare gli studenti di una conoscenza di base del periodo storico compreso tra il V e il XV secolo e delle principali tematiche inerenti al Medioevo. Le lezioni approfondiranno le trasformazioni istituzionali, politiche ed economiche del periodo e i grandi temi della storia medievale, come il cristianesimo e la Chiesa, il feudalesimo, l’evoluzione e il concetto del potere, le città e la civiltà urbana, la vita quotidiana nelle campagne e il commercio. Allo stesso tempo, si procederà anche ad una presentazione delle principali categorie di fonti storiche disponibili e ad una osservazione critica delle tendenze storiografiche esistenti. A seguito, nell’ambito di un modulo specifico si approfondiranno alcuni aspetti della storia istituzionale, in particolare la vicenda degli ordini religioso militari, esempio di una creazione originale del Medioevo.

 

Programma del corso:

1. La fine dell’Impero d’Occidente e le origini del Medioevo europeo.

2. L’Alto Medioevo barbarico e cristiano.

3. L’Anno Mille: l’affermazione di una nuova civilizzazione.

4. L’Impero e il papato nei secoli centrali del Medioevo.

5. Società feudale, contadina e urbana.

6. La crisi del Trecento e il passaggio all’epoca premoderna e moderna.

7. Le fonti storiche, il concetto e la percezione del Medioevo.

 

Materiale del corso:

Manuali di base: Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000 (diverse ristampe), Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003.

 

Testi d’esame per gli studenti non frequentanti:

Giovanni Vitolo, Il Medioevo. I caratteri originali di un'età di transizione, Firenze, Sansoni, 2000, Paolo Delogu, Introduzione alla storia medievale, Bologna, Il Mulino, 2003, Paolo Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, Roma, Carocci, 1991 (diverse ristampe).

Orario lezioni:

da determinare

Aula

Via Birago, da determinare

Ricevimento degli studenti dopo le lezioni.

Calendario esami:

Le date degli appelli sono ancora da determinare.

Recapito docente:

kristjan.toomaspoeg@unisalento.it

 

 

STORIA MEDIEVALE (M-STO/01)
LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 12.0 Ore Studio individuale: 13.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 20/05/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

LABORATORIO DI ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI (M-STO/01)
LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA

Corso di laurea ARCHEOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 1.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 12.0 Ore Studio individuale: 13.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 20/05/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

LABORATORIO DI PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA (M-STO/01)
STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI ARCHEOLOGICI

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 72.0 Ore Studio individuale: 153.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

STORIA MEDIEVALE (M-STO/01)
STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI ARCHEOLOGICI

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 72.0 Ore Studio individuale: 153.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

STORIA MEDIEVALE (M-STO/01)
STORIA MEDIEVALE

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare M-STO/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 90.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 24/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

STORIA MEDIEVALE (M-STO/01)

Pubblicazioni

 

Monografie:

A1 Histoire des Chevaliers Teutoniques, Paris, Flammarion 2001, pp. 201, ISBN 2-0821-1808-8 (seconda edizione aggiornata Paris, Flammarion 2003, ISBN 2-0808-0061-2). 

A2 Templari e Ospitalieri nella Sicilia Medievale (Gran Priorato di Napoli e Sicilia del Sovrano Militare Ordine di Malta, Melitensia, 11), Bari, Centro Studi Melitensi 2003, pp. 228. 

A3 Les Teutoniques en Sicile (1197-1492) (Collection de l’École française de Rome, 321)

Roma, École française de Rome 2003, pp. 1011, ISBN 2-7283-0655-9.

A4 La contabilità delle Case dell’Ordine Teutonico in Puglia e in Sicilia nel Quattrocento, a cura di Kristjan Toomaspoeg (Acta Theutonica, 2), Galatina, Mario Congedo Editore 2005, pp. 415, ISBN 8880866303.

A5 L’inchiesta pontificia del 1373 sugli Ospedalieri di San Giovanni di Gerusalemme nel Mezzogiorno d’Italia, a cura di Mariarosaria Salerno, Kristjan Toomaspoeg (Università degli Studi della Calabria, Corso di Laurea in Storia e Conservazione dei Beni Culturali, Itineraria, 10), Bari, Adda Editore, 2008, pp. 56-58, 98-99, 121-149, 269-299, ISBN 9788880827702.

A6 Decimae. Il sostegno economico dei sovrani alla Chiesa del Mezzogiorno nel XIII secolo. Dai lasciti di Eduard Sthamer e Norbert Kamp, a cura di Kristjan Toomaspoeg (Ricerche dell’Istituto Storico Germanico di Roma, 4), Roma, Viella 2009, pp. 606, ISBN 978-88-8334-350-6.

In preparazione: Der Deutsche Orden und seine Brüder in Italien (Quellen und Studien zur Geschichte des Deutschen Ordens, Marburg).

 

Cura dei volumi

A7 I Teutonici tra Sicilia e Mediterraneo. Atti del Convegno Internazionale (Agrigento, 24-25 marzo 2006) a cura di Antonino Giuffrida, Hubert Houben, Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2007 (Acta Theutonica, 4).

A8 L’Ordine Teutonico tra Mediterraneo e Baltico: incontri e scontri tra religioni, popoli e culture. Begegnungen und Konfrontationen zwischen Religionen, Völker und Kulturen. Atti del Convegno internazionale (Bari-Lecce-Brindisi, 14-16 settembre 2006), a cura di Hubert Houben e Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2008 (Acta Theutonica, 5).

A9 Towns and communication 2. Communication between Towns. Proceedings of the Meetings of the International Commission for the History of Towns (ICHT), London 2007-Lecce 2008, a cura di Hubert Houben, Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2011 (Università del Salento. Dipartimento dei Beni delle Arti e della Storia. Saggi e testi, 45).

A10 Federico II e i cavalieri teutonici in Capitanata. Recenti ricerche storiche e archeologiche. Atti del Convegno internazionale (Foggia-Lucera-Pietra Montecorvino, 10-13 giugno 2009), a cura di Pasquale Favia, Hubert Houben e Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2012 (Acta Theutonica, 7).

A11 Analecta Theutonica. Studies for the History of the Teutonic Order, a cura di Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2014 (Acta Theutonica, 10), 171 p., ill., ISBN 9788867660766.

 

Articoli

B1 Les origines du monastère cistercien de la Sainte-Trinité de Palerme, in Archivio Storico per la Sicilia orientale, anno 92 (1996), p. 7-21.

B2 Les premiers commandeurs de l’Ordre Teutonique en Sicile (1202-1291). Evolution de la titulature, origines géographiques et sociales, in Mélanges de l’Ecole française de Rome, Moyen Âge, 109, 2 (1997), p. 443-461. 

B3 ”Confratres, procuratores, negociorum gestores et factores eorum...” Storia dei familiares dei Cavalieri Teutonici in Sicilia (1197-1492), in Sacra Militia, 1 (2000), p. 151-165.

B4 La geografia del patrimonio dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme nella Sicilia medioevale (1145-1492), in AAVV, La presenza dei cavalieri di San Giovanni in Sicilia. Convegno internazionale, Palermo, Palazzo dei Normanni, 17 giugno 2000 – Messina, Palazzo Zanca, 18 giugno 2000 (Fondazione Melitense “Donna Maria Marullo di Condojanni”, Collana di Studi, tomo I, anno I), 2001, p. 89-99.

B5 L’insediamento dei grandi ordini militari cavallereschi in Sicilia, 1145-1220, in AAVV, La presenza dei cavalieri di San Giovanni in Sicilia. Convegno internazionale, Palermo, Palazzo dei Normanni, 17 giugno 2000 – Messina, Palazzo Zanca, 18 giugno 2000 (Fondazione Melitense “Donna Maria Marullo di Condojanni”, Collana di Studi, tomo I, anno I), 2001, p. 41-51.

B6 Ultimi Teutonici di Sicilia (1491-1492), in Sacra Militia, 2, (2001), p. 155-177.

B7 Le patrimoine des grands ordres militaires en Sicile, 1145-1492, in Mélanges de l’École française de Rome, Moyen Âge, 113-1 (2001), p. 313-341.

B8 Saksa Ordu valdused Sitsiilias (1197-1492) ja nende seos Liivimaaga, in Tuna. Ajalookultuuri ajakiri, 2002, 1, p. 11-19.

B9 La Magione dei Cavalieri Teutonici e gli Ebrei siciliani, in N. Bucaria, M. Luzzati, A. Tarantino (ed.), Ebrei e Sicilia, Palermo 2002, p. 299-302.

B10 Base économique de l’expansion des bourgs siciliens. Exemple des possessions de l’Ordre Teutonique dans la zone Corleone-Vicari-Castronovo, 1220-1310, in Actas del XVII Congreso de Historia de la Corona de Aragón, “El món urbà a la Corona d’Aragó del 1137 als decrets de Nova Planta”, Barcelona-Lleida, 7-12 septiembre 2000, Barcelona 2003, I, p. 595-604.

B 11 La fondazione della provincia di “Lombardia” dell’Ordine dei Cavalieri Teutonici (secoli XIII-XIV), in Sacra Militia, 3 (2003), p. 111-159.

B 12 Le ravitaillement de la Terre Sainte : l’exemple des possessions des ordres militaires dans le royaume de Sicile au XIIIe siècle, in L’Expansion occidentale (XIe-XVe siècles). Formes et conséquences. XXXIIIe Congrès de la Société des Historiens Médiéviste de l’Enseignement Supérieur Public (Madrid, Casa de Velázquez, 23-26 mai 2002), Paris 2003 (S.H.M.E.S., Histoire ancienne et médiévale, 73), p. 143-158.

B13 Die Deutschordenskirche Santa Maria in Domnica im Licht eines unbekannten Inventars von 1285, in Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken, 83 (2003), p. 83-101.

B14 L’Ordine Teutonico in Puglia e in Sicilia, in H. Houben (ed.), L’Ordine Teutonico nel Mediterraneo. Atti del Convegno internazionale di studio Torre Alemanna (Cerignola)-Mesagne-Lecce 16-18 ottobre 2003 (Acta Theutonica, 1), Galatina 2004, pp. 133-160.

B15 I Cavalieri templari e giovanniti, in C. Andenna, G. Melville (ed.), Regulae-Consuetudines-Statuta. Studi sulle fonti normative degli ordini religiosi nei secoli centrali del Medioevo. Atti del I e del II Seminario internazionale di studio del Centro italo-tedesco di storia comparata degli ordini religiosi (Bari/Noci/Lecce, 26-27 ottobre 2002, Castiglione delle Stiviere, 23-24 maggio 2003), (Vita Regularis. Ordnungen und Deutungen religiosen Lebens im Mittelalter. Abhandlungen, 25), Münster 2005, pp. 387-401.

B16 L’Ordine Teutonico in Sicilia. Una minoranza fra le altre, in Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken, 85 (2005), pp. 104-126.

B16a Der Deutsche Orden auf Sizilien: eine Minderheit unter anderen, in U. Israel (ed.), Vita communis und etnische Vielfalt. Multinational zusammengesetzte Klöster im Mittelalter. Akten des internationalen Studientags vom 26. Januar 2005 im Deutschen Historischen Institut in Rom (Vita Regularis. Ordnungen und Deutungen religiosen Lebens im Mittelalter. Abhandlungen, 29), Berlin 2006, pp. 205-224.

B17 L’economia dei Teutonici in Italia, in San Leonardo di Siponto. Cella monastica, canonica, domus Theutonicorum. Atti del Convegno internazionale (Manfredonia, 18-19 marzo 2005), a cura di H. Houben, Galatina 2006 (Acta Theutonica, 3), pp. 133-151.

B18 La guerre baltique au regard des sociétés de l’Europe méditerranéenne à la fin du Moyen Âge, in Regards croisés sur la guerre sainte. Guerre, religion et idéologie dans l’espace méditerranéen latin (XIe-XIIIe siècle). Actes du Colloque international tenu à la Casa de Velázquez (Madrid) du 11 au 13 avril 2005, Toulouse 2006, a cura di Daniel Baloup, Philippe Josserand, pp. 399-412.

B19 L’organizzazione territoriale dell’Ordine dei Giovanniti, in Alle origini dell’Europa Mediterranea. L’Ordine dei Cavalieri giovanniti. Atti del Convegno Internazionale di Studio promosso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Castello di Lagopesole, 25-26 giugno 2005), a cura di Antonella Pellettieri, Firenze 2007, pp. 43-66. 

B20 I cavalieri teutonici tra Sicilia e Mediterraneo, in I Cavalieri Teutonici tra Sicilia e Mediterraneo. Atti del Convegno Internazionale (Agrigento, 24-25 marzo 2006), a cura di Antonino Giuffrida, Hubert Houben, Kristjan Toomaspoeg (Acta Theutonica, 4), Galatina 2007, pp. 75-90.

B21 Der Deutsche Orden als Grund- und Kirchenherr in Italien, in Die Ritterorden als Träger der Herrschaft: Territorien, Grundbesitz und Kirche, a cura di Roman Czaja, Jürgen Sarnowsky (Universitas Nicolai Copernici. Ordines militares. Colloquia Torunensia Historica, XIV), Torun 2007, pp. 187-201.

B22 Les Allemands, les juifs et les musulmans en Sicile: exemple d’une cohabitation médiévale, in Chrétiens, juifs et musulmans dans la Méditerranée médiévale. Études en hommage à Henri Bresc, a cura di Benoît Grévin, Annliese Nef, Emanuelle Tixier, Paris 2008, pp. 115-130.

B23 L’Ordine Teutonico nel Mediterraneo: bilancio e prospettive di ricerca - Der Deutsche Orden im Mittelmeerraum: Bilanz und Forschungsperspektiven, in L’Ordine Teutonico tra Mediterraneo e Baltico: incontri e scontri tra religioni, popoli e culture. Atti del Convegno Internazionale (Bari-Lecce-Brindisi, settembre 2006) (Acta Theutonica, 5), a cura di Hubert Houben, Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2008, pp. 35-63.

B24 La partecipazione europea alla guerra di Otranto, in La conquista turca di Otranto (1480) tra storia e mito, a cura di Hubert Houben, I, Galatina 2008 (Università del Salento. Dipartimenti dei Beni delle Arti e della Storia. Saggi e testi, 41), pp. 283-290.

B25 La politica fiscale di Federico II, in Federico II nel Regno di Sicilia. Realtà locali e aspirazioni universali. Atti del Convegno internazionale di studi (Barletta, 19-20 ottobre 2007), a cura di Hubert Houben, Georg Vogeler (Quaderni del Centro di Studi Normanno-Svevi, 2), Bari 2008, pp. 231-247.

B26 La pauvreté du clergé: le cas exemplaire des diocèses-cités du royaume de Sicile (XIe-XVe siècle), in Puer Apuliae. Mélanges offerts à Jean-Marie Martin, a cura di E. Cuozzo, V. Déroche, A. Peters-Custot, V. Prigent (Collège de France-CNRS. Centre de recherche d’Histoire et Civilisation de Byzance, Monographies 30), Paris 2008, II, pp. 661-689.

B27 La fine dei Templari in Sicilia (1305-1327), in Religiones Militares. Contributi alla storia degli Ordini religioso-militari nel Medioevo, a cura di Anthony Luttrell, Francesco Tommasi (Biblioteca di “Militia Sacra”, 2), Città di Castello 2008, pp. 155-170.

B28 Les ordres militaires dans les royaumes de la Méditerranée centrale (XIIIe-XIVe siècles), in As Ordens Militares e as Ordens de Cavalaria entre o Occidente e o Oriente. Actas do V Encontro sobre Ordens Militares, 15 a 18 de Fevereiro de 2006, a cura di Isabel Cristina Ferreira Fernandes, Palmela 2009, pp. 435-450.

B29 Carrefour de la Méditerranée et arrière-pays de la croisade : les ordres religieux militaires et la mer au royaume de Sicile, in Les Ordres militaires et la mer. 130e Congrès national des sociétés historiques et scientifiques, La Rochelle 2005, a cura di Michel Balard, Paris 2009 (Collection Actes des congrès des sociétés historiques et scientifiques), pp. 103-110.

B30 L’”Italia Pontificia” e le vicende degli ordini religioso-militari nella Penisola, in Das Papsttum und das vielgestaltige Italien. Hundert Jahre Italia Pontificia, a cura di Klaus Herbers e Jochen Johrendt, Berlin-New York 2009 (Abhandlungen der Akademie der Wissenschaften zu Göttingen. Neue Folge, 5), pp. 593-614.

B31 L’ordre des chevaliers teutoniques: de la Méditerranée à la Baltique, in 27 Leçons d’histoire, Paris 2009, pp. 289-295.

B32 L’ordine teutonico: dalla fondazione alla prima guerra mondiale, in Cavalieri. Dai Templari a Napoleone. Storie di crociati, soldati, cortigiani (Catalogo di mostra, La Venaria Reale, 28 novembre 2009-11 aprile 2010), a cura di Alessandro Barbero e Andrea Merlotti, Milano 2009, pp. 105-119.

B33 Riflessioni sul secondo volume dei diplomi di Federico II, in Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken, 89 (2009), pp. 379-383.

B34 The Templars and Their Trial in Sicily, in The Debate on the Trial of the Templars (1307-1314), a cura di Jochen Burgtorf, Paul F. Crawford, Helen J. Nicholson, Farnham-Burlington 2010, pp. 273-283.

B35 Wohnkultur in Palermo, in Die Staufer und Italien. Drei Innovationsregionen im mittelalterlichem Europa, a cura di Alfried Wieczorek, Bernd Schneidmüller, Stefan Weinfurter, Mannheim 2010, I, pp. 319-324.

B36 Pagani e cristiani in Sicilia, in Rivista di Storia della Chiesa in Italia, 64, 2 (2010), pp. 519-525.

B37 La storia delle Chiese di Puglia e di Sicilia, in Rivista di Storia della Chiesa in Italia, 64, 2 (2010), pp. 526-537.

B38 «La société de Venise» du marchand hanséatique Hildebrand Veckinchusen (1401-1425), in Towns and communication 2. Communication between Towns. Proceedings of the Meetings of the International Commission for the History of Towns (ICHT), London 2007-Lecce 2008, a cura di Hubert Houben, Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2011 (Università del Salento. Dipartimento dei Beni delle Arti e della Storia. Saggi e testi, 45), pp. 227-244.

B39 Gli ordini religioso-militari e i pellegrinaggi: alcune riflessioni, in Territorio, culture e poteri nel Medioevo e oltre. Scritti in onore di Benedetto Vetere, a cura di Carmela Massaro, Luciana Petracca, Galatina 2011, II, pp. 587-608.

B40 Les ordres religieux militaires et la diplomatie. Formes et enjeux, in Les relations diplomatiques au Moyen Âge. Formes et enjeux. XLIe Congrès de la SHMESP, Lyon, 3-6 juin 2010, Paris 2011 (Histoire ancienne et médiévale 108), pp. 227-238.

B41 L’Église et la fiscalité au royaume de Sicile (XIe-XIVe siècles), in El dinero de Dios. Iglesia y fiscalidad en el occidente medieval (siglos XIII-XV), a cura di Denis Menjot e Manuel Sánches Martínez, Madrid 2011, pp. 91-100.

B42 Die Geschichtsschreibung der mittelalterlichen geistlichen Ritterorden: status quaestionis, in Die geistlichen Ritterorden in Mitteleuropa. Mittelalter, a cura di Karl Borchardt e Libor Jan, Brno  2011 (Edice Země a kultura ve středni Evropě 20), pp. 25-48.

B43 Charles Ier d’Anjou, les ordres militaires et la Terre Sainte, in As Ordens Militares. Freires, Guerreiros,Cavaleiros. Actas do VI Encontro sobre Ordens Militares. Palmela, 10 a 14 de março de 2010 a cura di Isabel Cristina Ferreira Fernandes, II, Palmela 2012, pp. 761-777.

B44 Historiographie de l’Ordre du Temple au Portugal: status quaestionis, in I Colóquio internacional. Cister, os Templários e a Ordem de Cristo. Da Ordem do Templo à Ordem de Cristo: Os Anos da Transição. Actas, a cura di José Albuquerque Carreiras e Giulia Rossi Vairo, Tomar 2012, pp. 171-191.

B45 The Teutonic Order in Italy: An Example of the Diplomatic Ability of the Military Orders, in The Military Orders, Volume 5. Politics and Power, a cura di Peter W. Edbury, Burlington-Farnham 2012, pp. 273-282.

B46 I Turchi nel Salento. Alcune riflessioni sulla guerra del 1480-81, in Tierra de mezcla. Accoglienza ed integrazione nel Salento dal Medioevo all’Età contemporanea. Atti del Seminario di Studio (Lecce 20-21 dicembre 2010), a cura di Mario Spedicato, Galatina 2012, pp. 47-57.

B47 Die Behauptung des Deutschen Ordens in Italien, in Herrschaft, Netzwerke, Brüder des Deutschen Ordens im Mittelalter und Neuzeit. Vorträge der Tagung der Internationalen Historischen Kommission zur Erforschung des Deutschen Ordens in Marburg 2010, a cura di Klaus Militzer, Weimar 2012 (Quellen und Studien zur Geschichte des Deutschen Ordens 72, Veröffentlichungen der Internationalen Historischen Kommission zur Erforschung des Deutschen Ordens 12), pp. 133-148.

B48 L’amministrazione del demanio regio e il sistema fiscale (1250-1266), in Eclisse di un regno. L'ultima età sveva (1251-1268). Atti delle diciannovesime giornate normanno-sveve. Bari, 12-15 ottobre 2010, a cura di Pasquale Cordasco e Marco Antonio Siciliani, Bari 2012 (Centro di Studi Normanno-Svevi. Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. Atti 19), pp. 197-224.

B49 L’Ordre du Temple en Occident et au Portugal, in A Extinção da Ordem do Templo, a cura di José Albuquerque Carreiras, Tomar 2012, pp. 17-61.

B50 Gli insediamenti templari, giovanniti e teutonici nell’economia della Capitanata medievale, in Federico II e i cavalieri teutonici in Capitanata. Recenti ricerche storiche e archeologiche. Atti del Convegno internazionale (Foggia-Lucera-Pietra Montecorvino, 10-13 giugno 2009), a cura di Pasquale Favia, Hubert Houben e Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2012 (Acta Theutonica, 7), pp. 183-214.

B51 Guerriers et négociateurs de paix: les ordres religieux militaires du Moyen Âge, in Médiation, paix et guerre au Moyen Âge, a cura di Michel Sot, éd. électronique, Paris 2012 (Actes des congrès nationaux des sociétés historiques et scientifiques), pp. 75-85.

B52 Le grenier des Templiers. Les possessions et l'économie de l'Ordre dans la Capitanate et en Sicile, in L’économie templière en Occident. Patrimoines, commerce, finances. Actes du colloque international (Troyes-Abbaye de Clairvaux, 24-26 octobre 2012), a cura di Arnaud Baudin, Ghislain Brunel e Nicolas Dohrmann, Langres 2013 (ISBN 978-2-87825-520-1), pp. 93-113.

B53 L’Ordine Teutonico in Italia e le vie di pellegrinaggio nella penisola (secoli XIII-XV), in La Via Teutonica. Atti del Convegno internazionale di studi, Venezia, 29 giugno 2012, Palazzo Cavalli Franchetti, a cura di Renato Stopani e Fabrizio Vanni, Firenze 2013, pp. 47-66.

B 54 Terra, uomini e denaro. Un inedito censuale siciliano del Quattrocento, in Annali dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici 27 (2012-2013), pp. 379-456.

B 55 Les ordres militaires dans les villes du Mezzogiorno, in Les ordres religieux militaires dans la ville médiévale (1100-1350), a cura di Damien Carraz, Clermont-Ferrand, Presses Universitaires  Blaise-Pascal, 2014, pp. 171-185.

B 56 L’abito non fa il monaco: il quesito delle confraternitates Sancte Marie Alamannorum, in Analecta Theutonica. Studies for the History of the Teutonic Order, a cura di Kristjan Toomaspoeg, Galatina 2014 (Acta Theutonica, 10), pp. 151-159.

B 57 La presenza degli ordini religioso militari nella Sicilia medievale, in Incontri 8 (2014), pp. 4-7.

B 58 Regno e Mediterraneo, in Il Mezzogiorno normanno-svevo fra storia e storiografia. Atti delle ventesime giornate normanno-sveve, Bari, 8-10 ottobre 2012, Bari, Mario Adda Editore 2014, ISBN 9788867171354, pp. 217-236.

 

B 59 Chiara Raimondo, Roberto Spadea, Kristjan Toomaspoeg, Le Castella (Crotone) tra XII e XVI secolo. Indagine sulla torre, in Mélanges de l’École française de Rome, Moyen Âge, 110, 1 (1998), pp. 473-498.

c. s. Les ordres militaires au service des pouvoirs monarchiques occidentaux in Élites et ordres militaires au Moyen Âge (Lyon 2012). 

c.s. Manquements et dérèglements dans l’Ordre Teutonique (XIIe-XVe siècle), in Règles et dérèglements en milieu clos, VIe-XIXe siècle (Paris 2013).

c.s. Die Urkunden des Deutschen Ordens in Italien, in Das virtuelle Archiv des Deutschen Ordens (Ludwigsburg 2014).

c.s. Die Brüder des Deutschen Ordens in Italien, in “Ordines militares” 19 (2014).

 

C. Voci di enciclopedie

 

-Istituto della Enciclopedia Italiana, Federico II. Enciclopedia Fridericiana, Roma 2005: 

Colletta, I, pp. 351-352; 

Decima, I, pp. 471-473; 

Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme, II, pp. 433-436; 

Teutonici, II, pp. 830-832.

 

-Prier et combattre. Dictionnaire européen des ordres militaires au Moyen Âge, a cura di Nicole Bériou, Philippe Josserand, Paris 2009:

Abruzzes, p. 47;

Adolf de Geroldseck, p. 50;

Arnstein (lignage), pp. 120-121;

Calabre, p. 181;

Diplomatie, p. 301;

Emilie e Romagne, p. 325;

Gerland de Caltagirone, bienheureux, pp. 387-388;

Heinrich de Bolanden, pp. 422-423;

Heinrich Hoemeister, pp. 423-424:

Hussitisme, pp. 458-459;

Inventaire, p. 472;

Italie, pp. 473-476;

Jacques de Taxy, p. 483;

Langue, p. 533;

Latium, p. 537;

Marches, pp. 582-583;

Messine, pp. 609-610;

Molise, pp. 620-621;

Obéissance, pp. 659-660;

Paix, pp. 678-679;

Palerme, pp. 680-681;

Parisio (lignage), p. 687;

Patrimoine de Saint Pierre, pp. 692-693;

Pérouse, pp. 710-711;

Règle, pp. 773-775;

Roberto Diana, pp. 798-799;

Rome, pp. 807-808;

Sainte Marie des Teutoniques, ordre de, pp. 827-834;

Sicile, p. 871;

Sicile, royaume de, pp. 871-873;

Sienne, p. 876;

Tommaso de Vigilia, pp. 917-918;

Toscane, pp. 924-925;

Ville, pp. 964-966.

 

-Istituto della Enciclopedia Italiana, Dizionario Biografico degli Italiani, 79, Roma 2013:

Orsini, Giovanni Battista (Giambattista);

Orsini, Giovan Battista (Jean-Baptiste des Ursins);

Orsini del Balzo (Del Balzo Orsini), Raimondo (Raimondello).

 

D. Recensioni (superiori a 1.500 caratteri)

 

-P. Josserand, Église et pouvoir dans la péninsule Ibérique. Les ordres militaires dans le royaume de Castille (1252-1369), Madrid 2004, in Annales. Histoire, Sciences Sociales, 63 (2008), pp. 424-427.

-D. Carraz, L’ordre du Temple dans la basse vallée du Rhône, 1124-1312. Ordres militaires, croisades et sociétés méridionales, Lyon 2005, in Annales. Histoire, Sciences Sociales, 63 (2008), pp. 427-428.

-S. Palmieri, La cancelleria del Regno di Sicilia in età angioina, Napoli 2006, in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 63, 1 (2009), pp. 220-223.

-R. Smurra, Città, cittadini e imposta diretta a Bologna alla fine del Duecento, Bologna 2008, in Sehepunkte, 9, 2 (2009), URL:http://www.sehepunkte.de/2009/02/15732.html. 

-E. Bellomo, The Templar Order in North-west Italy (1142 -c. 1330), Leiden-Boston 2008, in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 63, 2 (2009), pp. 542-546.

-Linguaggi e pratiche del potere. Genova e il Regno di Napoli tra Medioevo ed Età moderna,  a cura di G. Petti Balbi, G. Vitolo, Salerno 2007, in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 63, 2 (2009), pp. 546-549.

-Nicholas Edward Morton, Teutonic Knights in the Holy Land. 1190-1291, Woodbridge 2009, in Bulletin of German historical institute in London, 32, 1 (2010), pp. 63-68.

-Clero, economia e contabilità in Europa. Tra Medioevo ed età contemporanea, a cura di Roberto Di Pietra e Fiorenzo Landi, Roma 2007, in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 64, 1 (2010), pp. 156-161.

-Économie et religion. L’expérience des ordres mendiants (XIIIe-XVe siècle), a cura di Nicole Bériou e Jacques Chiffoleau, Lyon 2009 in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 65, 1 (2011), pp. 189-197.

-Bernhart Jähnig, Verfassung und Verwaltung des Deutschen Ordens und seiner Herrschaft in Livland, Berlin 2011, in H-Soz-u-Kult, 27.07.2011, URL: http://hsozkult.geschichte.hu-berlin.de/rezensionen/2011-3-069.

-Alex Metcalfe, The Muslims of Medieval Italy, Edinburgh 2009, in Deutsches Archiv für Erforschung des Mittelalters, 67, 2 (2011), p. 892.

-Filippo Imbesi, Terre, casali e feudi nel comprensorio barcellonese. Dal privilegio di Adelasia alla fine del feudalesimo, Trento 20092, in Deutsches Archiv für Erforschung des Mittelalters, 67, 2 (2011), p. 893.

-Les rouleaux des morts, a cura di Jean Dufour, Turnhout 2009 (Monumenta Palaeographica Medii Aevi, Series Gallica), in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 65, 2 (2011), pp. 583-585.

-I Cristiani e il favoloso Egitto. Una relazione dall’Oriente e la storia di Damietta di Oliviero da Colonia, a cura di Giancarlo Andenna e Barbara Bombi, con un saggio di Aldo Settia, Genova-Milano 2009 (Verso l’Oriente, 4), in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 65, 2 (2011), pp. 590-593.

-Le pergamene angioine della Mater Ecclesia Capuana (1270-1273), a cura di Giancarlo Bova, Napoli 2010 (Corpus Membranarum Capuanarum. Fonti e Studi, 10), in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 65, 2 (2011), pp. 603-606.

-Riccardo Magistri, Patti. Chiese scomparse e chiese rurali, Patti 2010 (Documenti e ricerche di storia religiosa. Diocesi di Patti, 15), in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 65, 2 (2011), pp. 606-608.

-Thierry Pécout (a cura di), Quand gouverner c’est enquêter. Les pratiques politiques de l’enquête princière (Occident, XIIIe-XVIe siècles). Actes du colloque international d’Aix-en-Provence et Marseille, 19-21 mars 2009, Paris 2010, in Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken, 91 (2011), pp. 513-514.

-Luciana Petracca (a cura di), Quaterno de spese e pagamenti fatti in la cecca de Leze (1461/62), Roma 2010, in Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken, 91 (2011), p. 610-611.

-Giancarlo Bova, La chiesa di S. Maria delle Grazie in Francolise. Altre chiese del territorio. I Franchi, Napoli 2010, in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 66, 1 (2012), pp. 229-232.

-Jürgen Petersohn, Kaisertum und Rom in spätsalischer und staufischer Zeit, Hannover 2010 (Monumenta Germaniae Historica. Schriften, 62), in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 66, 1 (2012), pp. 215-218.

-L’Apocalisse nel Medioevo. Atti del Convegno Internazionale dell’Università degli Studi di Milano e della Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino (S.I.S.M.E.L.). Gargnano sul Garda, 18-20 maggio 2009, a cura di Rossana E. Guglielmetti, Firenze 2011 (Millennio Medievale 90, Atti di Convegni 27), in Sehepunkte, 13, 2 (2013), URL: http://www.sehepunkte.de/2013/02/21725.html.

-Andrea Nicolotti, Dal Mandylion di Edessa alla Sindone di Torino. Metamorfosi di una leggenda, Alessandria 2011 e Id., I Templari e la Sindone. Storia di un falso, Roma 2011 in Rivista di storia del cristianesimo, 10/2 (2013), pp. 508-511. 

-Cura animarum. Seelsorge im Deutschordensland Preußen, a cura di Stefan Samerski, Köln/Weimar/Wien 2013 (Forschungen und Quellen zur Kirchen- und Kulturgeschichte Ostdeutschlands 45), in Sehepunkte, 14, 2 (2014), URL: http://www.sehepunkte.de/2014/02/23813.html.

-La mémoire des origines dans les ordres religieux-militaires au Moyen Âge. Actes des journées d'études de Göttingen, a cura di Philippe Josserand e Mathieu Olivier, Münster/Hamburg/Berlin/London 2012 (Vita regularis. Ordnungen und Deutungen religiosen Lebens im Mittelalter. Abhandlungen, 51), in Sehepunkte, 14, 2 (2014), URL: http://www.sehepunkte.de/2014/02/23969.html.

-Eleni Sakellariou, Southern Italy in the Late Middle Ages. Demographic, Institutional and Economic Change in the Kingdom of Naples, c. 1440––c. 1530, Leiden/Boston 2012 (The Medival Mediterranean, 94), in Historische Zeitschrift, 298 (2014), pp. 482-483.

-Eesti ajalugu III: Vene-Liivimaa sõjast Põhjasõjani [Geschichte Estlands III. Vom Russisch-Livländischen Krieg zum Großen Nordischen Krieg], a cura di Enn Küng e Marten Seppel, Tartu 2012, in Forschungen zur baltischen Geschichte, 9 (2014), pp. 307-312.

-Norman Tradition and Transcultural Heritage. Exchange of cultures in the 'Norman' peripheries of Medieval Europe, Aldershot 2013, a cura di Stefan Burkhardt e Thomas Foerster, in Sehepunkte, 14, 6 (2014), URL: http://www.sehepunkte.de/2014/06/24877.html.

-Miriam Rita Tessera, Orientalis ecclesia. Papato, Chiesa e regno latino di Gerusalemme (1099-1187), Milano 2010 (Bibliotheca erudita , 32), in Rivista di storia della Chiesa in Italia, 2013/2, pp. 576-579.

-Shlomo Simonsohn, Tra Scilla e Cariddi. Storia degli ebrei in Sicilia, Traduzione di Gilberto Tofano. Revisione di Antonella Mazzon, Roma 2011 (La storia. Saggi 3), in Deutsches Archiv für Erforschung des Mittelalters, 69-1 (2013), p. 315.

-Barbara Visentin, La nuova Capua langobarda. Identità etnica e coscienza civica nel mezzogiorno altomedievale, Manduria etc. 2012 (Europa mediterranea 13), in Deutsches Archiv für Erforschung des Mittelalters, 69-1 (2013), p. 390. 

-Charles D. Stanton, Norman naval operations in the Mediterranean, Woodbridge etc. 2011, in Deutsches Archiv für Erforschung des Mittelalters, 69-1 (2013), pp. 392-393.

-Documenti latini e greci del conte Ruggero I di Calabria e Sicilia, a cura di Julia Becker (Ricerche dell’Istituto Storico Germanico di Roma 9.) Viella, Rom 2013, in Mitteilungen des Instituts für Österreichische Geschichtsforschung, 122/2 (2014), pp. 427-429.

-Les échanges en Méditerranée médiévale. Marqueurs, réseaux, circulations, contacts, a cura di Élisabeth Malamut e Mohamed Ouerfelli, Aix-en-Provence 2012, in Deutsches Archiv für Erforschung des Mittelalters, 69-2 (2013), pp. 808-809.

-Da Accon a Matera: Santa Maria la Nova, un monastero femminile tra dimensione mediterranea e identità urbana (XIII-XVI secolo), a cura di Francesco Panarelli, Münster etc. 2012 (Vita regularis. Abhandlungen 50), in Deutsches Archiv für Erforschung des Mittelalters, 69-2 (2013), pp. 847-848.

 

D. Schede in cataloghi di mostre

 

- Reliquiario a forma di altare portatile (1380 circa), in Cavalieri. Dai Templari a Napoleone. Storie di crociati, soldati, cortigiani (Catalogo di mostra, La Venaria Reale, 28 novembre 2009-11 aprile 2010), a cura di Alessandro Barbero e Andrea Merlotti, Milano 2009, n. 23, pp. 275-276.

- Bildnis Friedrichs II. in Die Staufer und Italien. Drei Innovationsregionen im mittelalterlichem Europa, a cura di Alfried Wieczorek, Bernd Schneidmüller, Stefan Weinfurter, Mannheim 2010, II, n. I.1, p. 14.

- Petition der Kanoniker der Kathedrale von Cefalù an Wilhelm II. in Die Staufer und Italien. Drei Innovationsregionen im mittelalterlichem Europa, a cura di Alfried Wieczorek, Bernd Schneidmüller, Stefan Weinfurter, Mannheim 2010, II, n. IV.C.1.10, p. 166.

- Draco magnus in joachimitischer Handschrift in Die Staufer und Italien. Drei Innovationsregionen im mittelalterlichem Europa, a cura di Alfried Wieczorek, Bernd Schneidmüller, Stefan Weinfurter, Mannheim 2010, II, n. VI.A.1, pp. 253-254.

 

 

 

Temi di ricerca

Il mondo tardomedievale;

Storia degli ordini religioso-militari;

Storia ecclesiastica, politica, economica, culturale e sociale del Mezzogiorno;

Storia dei rapporti tra il Nord e il Sud nel Medioevo;

Le frontiere medievali

Per ulteriori informazioni si veda:

https://unile.academia.edu/KristjanToomaspoeg