Ginetta DE TRANE

Ginetta DE TRANE

Assegnista di ricerca

Dipartimento di Studi Umanistici

Studium 2000 - edificio 5 - Via di Valesio, 24 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano 2°

Telefono + 39 0832 29 4924

Ricercatrice Lingua e Letteratura Latina Professoressa Aggregata di Civiltà latina Dipartimento di Studi Umanistici. studio 32- I piano Studium2000 e-mail: ginetta.detrane@unisalento.it Tel. 0832 294601

Area di competenza:

Inserire qui le discipline...

Lingua e Letteratura Latina e Civiltà Latina

Corso base di Latino (Lettere)

Le lezioni avranno inizio Venerdì 11 Novembre 2016, si svolgeranno nel I e nel II semestre e seguiranno il seguente calendario:

Venerdì h.8,00-10,00 aula A1 dell'Ateneo (ed. Codacci Pisanelli);

Laboratorio Lingua Latina  (Lettere)

Le Lezioni avranno inizio Martedì 3 Ottobre  2017 e si svolgeranno nel I semestre secondo il seguente calendario:

Mercoledì h. 11,00 - 13,00 Ed. Sperimentale2 aula 6

Giovedì h. 8,00 - 10,00 Ed. Sperimentale 2 aula 3

Civiltà Latina (Beni Culturali)

Le lezioni avranno inizio nel II semestre, martedì 27 Febbraio 2018 secondo il seguente calendario:

Martedì h. 11,00- 13,00 aula A 15-16 via Birago

Mercoledì h. 11,00- 13,00 aula A15-16 via Birago

 

 

 

 

Orario di ricevimento

Inserire qui gli orari di ricevimento...

 

Ricevimento: 

Mercoledì h. 9,00-10.00

Studio n. 32 al I Piano di Studium5 (ed. Studium 2000).  E' inoltre possibile concordare ulteriore ricevimento con il docente tramite mail all'indirizzo: ginetta.detrane@unisalento.it

 

 

Recapiti aggiuntivi

indirizzo mail : ginetta.detrane@unisalento.it

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Inserire qui la biografia...

 Il 31/03/2003 consegue la Laurea in Lettere Classiche presso l'Università degli Studi di Lecce, con una tesi dal titolo: Tracce dei classici antichi e volgari nei Paralipomeni Leopardiani. Nel 2004 risulta vincitrice di una borsa di Dottorato di Ricerca in Civiltà romana, presso l'Università degli Studi di Lecce. Il 04/06/2008 discute la tesi di Dottorato dal titolo: Il libro I dell'Eneide e la tradizione tragica, conseguendo il titolo di Dottore di Ricerca in Civiltà romana. Dal 01/10/2007 al 30/09/2012 è Assegnista di ricerca presso la Cattedra di Lingua e Letteratuta Latina dell'Università del Salento. Dal 15/02/2013 è Ricercatrice di Lingua e Letteratura Latina per il settore Scientifico disciplinare L-FIL-LET/04 del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università del Salento. Dall'A.A. 2007-2008 tiene i Corsi Base di Lingua e Letteratura Latina per gli studenti del debito Formativo e un ciclo di Esercitazioni sull'Eneide di Virgilio per gli studenti del corso di Laurea Triennnale. Dall'A.A. 2015-2016 è titolare del corso di insegnamento "Laboratorio di Lingua Latina" del Corso di Laurea in Lettere (laurea triennale). Dall'A.A. 2016-2017 è Professoressa Aggregata di Civiltà Latina e titolare del Corso di insegnamento "Cilviltà Latina" del Corso di Laurea in Beni Culturali (laurea triennale). 

Inserire qui i corsi...

Corso di insegnamento "LABORATORIO DI LINGUA LATINA"

Corso di laurea in Lettere (Laurea Triennale)

A.A. 2017/18

Docente titolare: dott.ssa Ginetta De Trane

semestre: I

Crediti: 3

 

Corso di insegnamento "CIVILTA' LATINA"

Corso di laurea in Beni Culturali (Laurea Triennale)

A.A. 2017/18

Docente Titilare: Prof.ssa Aggregata Ginetta De Trane

Crediti: 6 

Per la presentazioni, gli obittivi, i metodi didattici, il materiale bibliografico e quant'altro concerne i Corsi di Insegnamento si prega di consultare la sezione "Documenti" in Risorse Correlate. 

 

 

 

Didattica

A.A. 2018/2019

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso STORICO ARTISTICO

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso ARCHEOLOGICO

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso TECNOLOGICO

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso MUSICALE

LABORATORIO DI LINGUA LATINA

Corso di laurea LETTERE

Lingua ITALIANO

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso MUSICALE

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso TECNOLOGICO

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso ARCHEOLOGICO

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso STORICO ARTISTICO

LABORATORIO DI LINGUA LATINA

Corso di laurea LETTERE

Lingua ITALIANO

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso MUSICALE

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso TECNOLOGICO

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso STORICO ARTISTICO

CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso ARCHEOLOGICO

LABORATORIO DI LINGUA LATINA

Corso di laurea LETTERE

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

LABORATORIO DI LINGUA LATINA

Corso di laurea LETTERE

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Torna all'elenco
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso STORICO ARTISTICO (A60)

Traduzione, analisi e commento di: Satyricon 31,3; 33,8; 44,1; 46,8; 75,10; 77,6;  80; 81; 82;  83; 84; 111-112; 116-117. Oltre ad approfondire la trama del Satyricon, si analizzerà l’originalità del romanzo latino e la parodia del romanzo greco d’amore in esso contenuta.

Verrà svolta un’attenta analisi del lessico e dello stile dell’opera, alcune volte elevato, quando la prosa adotta strutture tipiche del registro epico-tragico o quello dell’oratoria forense, e altre volte realistico, incoerente  con il registro alto. Si evidenzierà inoltre come lo sviluppo del romanzo europeo è stato profondamente influenzato da questa narrazione di avventure comiche, satiriche, paradossali.

Traduzione, analisi e commento di: De officiis, 1,11-14; 1,101-103. Si analizzerà l’intento ciceroniano di formulare una morale della vita quotidiana che permetta all’aristocrazia romana di riacquistare il controllo sulla società e verrà sottolineata la riflessione dell’autore sulla possibilità di individuare riferimenti etici sicuri in una società travolta dal turbolento tramonto della Repubblica.

Il Corso si propone di fornire agli studenti le competenze critiche utili a valutare e  approfondire  i differenti aspetti del  patrimonio culturale ed artistico ricevuto dalla Civiltà Latina e gli strumenti conoscitivi che permettano una capacità di analisi, di contestualizzazione storico-artistica e di argomentazione sui temi ed i contenuti delle opere, oggetto del corso.

didattica frontale mediante esposizione ed illustrazione dei contenuti dei testi oggetto del corso; lettura e discussione dei materiali e prove in itinere; approfondimenti e tesine personali su argomenti a scelta degli studenti.

Si consiglia la frequenza costante.

Prova orale. Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale e dottrinale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.

Modalità di prenotazione agli esami:  Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

18 settembre 2018;

9 ottobre 2018 (fuori corso, debito d’esame, laureandi sessione autunnale);

13 dicembre 2018;

23 Aprile 2019;

22 Maggio 2019 (laureandi sessione estiva);

19 giugno 2019;

10 luglio 2019.

Inizio lezioni: 26 febbraio 2019

 

Lezioni: martedi e mercoledi h.11,00-13,00

 

Ricevimento studenti: mercoledì h.9,00-10,00.

E’ inoltre possibile concordare un ulteriore ricevimento tramite accordi via mail.

Per lo studio della Letteratura Latina e dei seguenti autori: Livio Andronico, Ennio,  Plauto, Terenzio, Cicerone, Cesare, Sallustio, Lucrezio, Catullo, Virgilio, Orazio, Ovidio, Seneca, Petronio,  Apuleio, si consiglia uno dei seguenti volumi:

 G. Garbarino, Letteratura Latina, (volume unico), Paravia editore; 

P. Fedeli, Il sapere letterario, Autori, Testi, Contesti della cultura romana, Ferraro Editori.

Corso Monografico:

Petronio. Satyricon, a cura di Vincenzo Ciaffi, Einaudi editore 2015.

Cicerone. I doveri. Introduzione di E. Narducci, traduzione di A. Resta Barrile, Bur 1987.  

A lezione potrà essere indicato e/o fornito ulteriore materiale didattico.

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso ARCHEOLOGICO (A68)

Traduzione, analisi e commento di: Satyricon 31,3; 33,8; 44,1; 46,8; 75,10; 77,6;  80; 81; 82;  83; 84; 111-112; 116-117. Oltre ad approfondire la trama del Satyricon, si analizzerà l’originalità del romanzo latino e la parodia del romanzo greco d’amore in esso contenuta.

Verrà svolta un’attenta analisi del lessico e dello stile dell’opera, alcune volte elevato, quando la prosa adotta strutture tipiche del registro epico-tragico o quello dell’oratoria forense, e altre volte realistico, incoerente  con il registro alto. Si evidenzierà inoltre come lo sviluppo del romanzo europeo è stato profondamente influenzato da questa narrazione di avventure comiche, satiriche, paradossali.

Traduzione, analisi e commento di: De officiis, 1,11-14; 1,101-103. Si analizzerà l’intento ciceroniano di formulare una morale della vita quotidiana che permetta all’aristocrazia romana di riacquistare il controllo sulla società e verrà sottolineata la riflessione dell’autore sulla possibilità di individuare riferimenti etici sicuri in una società travolta dal turbolento tramonto della Repubblica.

Il Corso si propone di fornire agli studenti le competenze critiche utili a valutare e  approfondire  i differenti aspetti del  patrimonio culturale ed artistico ricevuto dalla Civiltà Latina e gli strumenti conoscitivi che permettano una capacità di analisi, di contestualizzazione storico-artistica e di argomentazione sui temi ed i contenuti delle opere, oggetto del corso.

didattica frontale mediante esposizione ed illustrazione dei contenuti dei testi oggetto del corso; lettura e discussione dei materiali e prove in itinere; approfondimenti e tesine personali su argomenti a scelta degli studenti.

Si consiglia la frequenza costante.

Prova orale. Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale e dottrinale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.

Modalità di prenotazione agli esami:  Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

18 settembre 2018;

9 ottobre 2018 (fuori corso, debito d’esame, laureandi sessione autunnale);

13 dicembre 2018;

23 Aprile 2019;

22 Maggio 2019 (laureandi sessione estiva);

19 giugno 2019;

10 luglio 2019.

Inizio lezioni: 26 febbraio 2019

 

Lezioni: martedi e mercoledi h.11,00-13,00

 

Ricevimento studenti: mercoledì h.9,00-10,00.

E’ inoltre possibile concordare un ulteriore ricevimento tramite accordi via mail.

Per lo studio della Letteratura Latina e dei seguenti autori: Livio Andronico, Ennio,  Plauto, Terenzio, Cicerone, Cesare, Sallustio, Lucrezio, Catullo, Virgilio, Orazio, Ovidio, Seneca, Petronio,  Apuleio, si consiglia uno dei seguenti volumi:

 G. Garbarino, Letteratura Latina, (volume unico), Paravia editore; 

P. Fedeli, Il sapere letterario, Autori, Testi, Contesti della cultura romana, Ferraro Editori.

Corso Monografico:

Petronio. Satyricon, a cura di Vincenzo Ciaffi, Einaudi editore 2015.

Cicerone. I doveri. Introduzione di E. Narducci, traduzione di A. Resta Barrile, Bur 1987.  

A lezione potrà essere indicato e/o fornito ulteriore materiale didattico.

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso TECNOLOGICO (A69)

Traduzione, analisi e commento di: Satyricon 31,3; 33,8; 44,1; 46,8; 75,10; 77,6;  80; 81; 82;  83; 84; 111-112; 116-117. Oltre ad approfondire la trama del Satyricon, si analizzerà l’originalità del romanzo latino e la parodia del romanzo greco d’amore in esso contenuta.

Verrà svolta un’attenta analisi del lessico e dello stile dell’opera, alcune volte elevato, quando la prosa adotta strutture tipiche del registro epico-tragico o quello dell’oratoria forense, e altre volte realistico, incoerente  con il registro alto. Si evidenzierà inoltre come lo sviluppo del romanzo europeo è stato profondamente influenzato da questa narrazione di avventure comiche, satiriche, paradossali.

Traduzione, analisi e commento di: De officiis, 1,11-14; 1,101-103. Si analizzerà l’intento ciceroniano di formulare una morale della vita quotidiana che permetta all’aristocrazia romana di riacquistare il controllo sulla società e verrà sottolineata la riflessione dell’autore sulla possibilità di individuare riferimenti etici sicuri in una società travolta dal turbolento tramonto della Repubblica.

Il Corso si propone di fornire agli studenti le competenze critiche utili a valutare e  approfondire  i differenti aspetti del  patrimonio culturale ed artistico ricevuto dalla Civiltà Latina e gli strumenti conoscitivi che permettano una capacità di analisi, di contestualizzazione storico-artistica e di argomentazione sui temi ed i contenuti delle opere, oggetto del corso.

didattica frontale mediante esposizione ed illustrazione dei contenuti dei testi oggetto del corso; lettura e discussione dei materiali e prove in itinere; approfondimenti e tesine personali su argomenti a scelta degli studenti.

Si consiglia la frequenza costante.

Prova orale. Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale e dottrinale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.

Modalità di prenotazione agli esami:  Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

18 settembre 2018;

9 ottobre 2018 (fuori corso, debito d’esame, laureandi sessione autunnale);

13 dicembre 2018;

23 Aprile 2019;

22 Maggio 2019 (laureandi sessione estiva);

19 giugno 2019;

10 luglio 2019.

Inizio lezioni: 26 febbraio 2019

 

Lezioni: martedi e mercoledi h.11,00-13,00

 

Ricevimento studenti: mercoledì h.9,00-10,00.

E’ inoltre possibile concordare un ulteriore ricevimento tramite accordi via mail.

Per lo studio della Letteratura Latina e dei seguenti autori: Livio Andronico, Ennio,  Plauto, Terenzio, Cicerone, Cesare, Sallustio, Lucrezio, Catullo, Virgilio, Orazio, Ovidio, Seneca, Petronio,  Apuleio, si consiglia uno dei seguenti volumi:

 G. Garbarino, Letteratura Latina, (volume unico), Paravia editore; 

P. Fedeli, Il sapere letterario, Autori, Testi, Contesti della cultura romana, Ferraro Editori.

Corso Monografico:

Petronio. Satyricon, a cura di Vincenzo Ciaffi, Einaudi editore 2015.

Cicerone. I doveri. Introduzione di E. Narducci, traduzione di A. Resta Barrile, Bur 1987.  

A lezione potrà essere indicato e/o fornito ulteriore materiale didattico.

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso MUSICALE (A61)

Traduzione, analisi e commento di: Satyricon 31,3; 33,8; 44,1; 46,8; 75,10; 77,6;  80; 81; 82;  83; 84; 111-112; 116-117. Oltre ad approfondire la trama del Satyricon, si analizzerà l’originalità del romanzo latino e la parodia del romanzo greco d’amore in esso contenuta.

Verrà svolta un’attenta analisi del lessico e dello stile dell’opera, alcune volte elevato, quando la prosa adotta strutture tipiche del registro epico-tragico o quello dell’oratoria forense, e altre volte realistico, incoerente  con il registro alto. Si evidenzierà inoltre come lo sviluppo del romanzo europeo è stato profondamente influenzato da questa narrazione di avventure comiche, satiriche, paradossali.

Traduzione, analisi e commento di: De officiis, 1,11-14; 1,101-103. Si analizzerà l’intento ciceroniano di formulare una morale della vita quotidiana che permetta all’aristocrazia romana di riacquistare il controllo sulla società e verrà sottolineata la riflessione dell’autore sulla possibilità di individuare riferimenti etici sicuri in una società travolta dal turbolento tramonto della Repubblica.

Il Corso si propone di fornire agli studenti le competenze critiche utili a valutare e  approfondire  i differenti aspetti del  patrimonio culturale ed artistico ricevuto dalla Civiltà Latina e gli strumenti conoscitivi che permettano una capacità di analisi, di contestualizzazione storico-artistica e di argomentazione sui temi ed i contenuti delle opere, oggetto del corso.

didattica frontale mediante esposizione ed illustrazione dei contenuti dei testi oggetto del corso; lettura e discussione dei materiali e prove in itinere; approfondimenti e tesine personali su argomenti a scelta degli studenti.

Si consiglia la frequenza costante.

Prova orale. Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale e dottrinale, alla capacità di argomentare le proprie tesi.

Modalità di prenotazione agli esami:  Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

18 settembre 2018;

9 ottobre 2018 (fuori corso, debito d’esame, laureandi sessione autunnale);

13 dicembre 2018;

23 Aprile 2019;

22 Maggio 2019 (laureandi sessione estiva);

19 giugno 2019;

10 luglio 2019.

Inizio lezioni: 26 febbraio 2019

 

Lezioni: martedi e mercoledi h.11,00-13,00

 

Ricevimento studenti: mercoledì h.9,00-10,00.

E’ inoltre possibile concordare un ulteriore ricevimento tramite accordi via mail.

Per lo studio della Letteratura Latina e dei seguenti autori: Livio Andronico, Ennio,  Plauto, Terenzio, Cicerone, Cesare, Sallustio, Lucrezio, Catullo, Virgilio, Orazio, Ovidio, Seneca, Petronio,  Apuleio, si consiglia uno dei seguenti volumi:

 G. Garbarino, Letteratura Latina, (volume unico), Paravia editore; 

P. Fedeli, Il sapere letterario, Autori, Testi, Contesti della cultura romana, Ferraro Editori.

Corso Monografico:

Petronio. Satyricon, a cura di Vincenzo Ciaffi, Einaudi editore 2015.

Cicerone. I doveri. Introduzione di E. Narducci, traduzione di A. Resta Barrile, Bur 1987.  

A lezione potrà essere indicato e/o fornito ulteriore materiale didattico.

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
LABORATORIO DI LINGUA LATINA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LABORATORIO DI LINGUA LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso MUSICALE (A61)

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso TECNOLOGICO (A69)

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso ARCHEOLOGICO (A68)

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso STORICO ARTISTICO (A60)

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
LABORATORIO DI LINGUA LATINA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LABORATORIO DI LINGUA LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 20/05/2017)

Lingua

Percorso MUSICALE (A61)

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 20/05/2017)

Lingua

Percorso TECNOLOGICO (A69)

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 20/05/2017)

Lingua

Percorso STORICO ARTISTICO (A60)

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
CIVILTA' LATINA

Corso di laurea BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 20/05/2017)

Lingua

Percorso ARCHEOLOGICO (A68)

CIVILTA' LATINA (L-FIL-LET/04)
LABORATORIO DI LINGUA LATINA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LABORATORIO DI LINGUA LATINA (L-FIL-LET/04)
LABORATORIO DI LINGUA LATINA

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/04

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LABORATORIO DI LINGUA LATINA (L-FIL-LET/04)

Pubblicazioni

Inserire qui le pubblicazioni...

1. Nota di critica testuale a Virgilio (Aen. 4,54), "Rudiae" 19, 2007, 38-48.

2. La storia di Piramo e Tisbe: tra mito e realtà, "Rudiae" 19, 2007, 20-38.

3. Recensione: Josephus Tusiani Neo-Eboracensis: In nobis caelum. Carmina latina, "Forum Italicum" 41, 2007, 565-566.

4. Ancora sull'ode sel Soratte di Orazio (carm. 1,9), "Rudiae" 20, 2008 - 2009, 79-92.

5. Spazi e scelte antitetiche nella Fedra di Seneca, in "Palaia Filia", Studi di topografia antica in onore di Giovanni Uggeri, a cura di Cesare Marangio e Giovanni Laudizi, 2009, 107-120. 

6. Scrittura e intertestualità nelle Metamorfosi di Apuleio, Lecce 2009. 

7. Paesaggio e stato d'animo nel II libro dell'Eneide, in  "Scritti in onore di Antonio Tarantino" promossi dall'Università del Salento, Napoli 2014.  
 

8. La polemica di Lucrezio contro le religiones. Tantum religio potuit suadere malorum, Lecce 2015.

9. Didone: l'amore, la donna, la regina, in "Stato Nazione Cittadinanza. Studi di pensiero politico in onore di Leonardo La Puma, Milella Lecce 2016, 453-468. 

10. Lo spettacolo dell'irrazionale nella Fedra di Seneca, in ''Dal pensiero alla formazione'', a cura di G. Armenise, I Tomo, Pensa Lecce 2017, pp. 521-552. 

Temi di ricerca

Inserire qui i temi di ricerca...

Per quanto riguarda la Ricerca la Dott.ssa Ginetta De Trane ha rivolto la propria attenzione alla tradizione tragica nel libro I dell'Eneide. Fondamento metodologico di questo lavoro è stata l'idea heinziana della tecnica epica di Virgilio come drammatizzazione narrativa della materia omerica, da cui discende il criterio portante di questa analisi: le zone in cui il racconto virgiliano segnano uno scarto rispetto alla traccia omerica (variazione, contrasto, sostituzione), sono le sedi privilegiate su cui si conduce l'indagine formale; i dati di confronto fra l' Eneide e la tragedia già segnalati dalla critica sono discussi non soltanto in vista di una verifica puntuale, ma in modo da dedurne il criterio di appropriatezza alla struttura del racconto, alla sua forma letteraria, al suo andamento emotivo. L'importanza che ha per questa ricerca il criterio interno si riflette nell'impianto del lavoro, che non è sistematico per tipologie o temi, come invece, almeno tendenzialmente, tutte le precedenti monografie relative al suddetto tema, ma segue lo sviluppo del racconto che si articola nel I libro. Non vi è cioè nemmeno distinzione fra analisi del racconto sul primo livello (con narratore Virgilio) e sul secondo (con narratore Enea): sulla base del racconto con l' Odissea, lo svolgimento del racconto di Enea presenta legami tematici e dinamici con la cornice che lo ospita, che si è voluto verificare in termini di unificazione e drammatizzazione dell'episodio omerico. L'obiettivo del lavoro è stato quello di portare un contributo metodologico ed esegetico nuovo rispetto a produzioni già discusse, senza alcun fine di interpretazione ideologica. 

Oltre a una nota testuale a Virgilio e una recensione a Josephus Tusiani Neo - Eboracensis: In nobis caelem. carmina latina, la sottoscritta si è anche occupata dell'episodio di Piramo e Tisbe nelle Metamorfosi di Ovidio. Questa vicenda di amore tragico, cantata con toni delicati e una sensibilità poetica non comune al resto del poema, rivela come Ovidio abbia saputo rendere vivi e palpitanti i personaggi del mito, di cui il poeta attraverso un profondo scandaglio psicologico porta alla luce i sentimenti più intimi e più forti. 

Oggetto di analisi è stata anche l'ode del Soratte di Orazio, nel tentativo di dare una risposta al problema della struttura del componimeto e del contrasto rilevato da alcuni studiosi fra l'inizio e la fine. Nel saggio Spazi e scelte antitetiche nella Fedra di Seneca sono stati individuati e analizzati alcuni temi chiave della tragedia: il rifiuto dell'eros della città, Arcadia vs Regnum, la metafora dell'età dell'oro, l'Antitesi antitragica e lirica dell' obscura quies

Nel saggio sulla Scrittura e intertestualità delle Metamorfosi di Apuleio, partendo dalla constatazione che durante l'età degli Antonini era maturata oramai una riflessione consapevole e unitaria sulle forme e sui modi del dire poetico, si è cercato di evidenziare come il romanzo, antigenere per eccellenza, offra senz'altro occasione e motivo di reimpiegare ogni settore del repertorio tradizionale, di reficere il modo epico, drammatico, elegiaco, storiografico e via dicendo, attracerso la riproposizione innovata delle loro norme costitutive. Nelle Metamorfosi il fenomeno intertestuale si configura proprio come esperimento condotto sulle risorse poetiche della narrativa d'invenzione, aperta ad accogliere e riciclare forme letterarie d'ogni tipo, nella continua ricerca di una ricombinazione linguistica e di un incremento semantico. Apuleio ambisce a comporre ogni tipologia di testo letterario, sfruttando la propria sconfinata competenza culturale. 

Un altro lavoro su Virgilio, Paesaggio e stato d'animo nel II libro dell'Eneide, individua dei passi in cui il mantovano, descrivendo una situazione paesaggistica, fa sì che il paesaggio appunto rappresenti una costante con funzione trasfigurativa della vicenda umana, delle sensazioni e dei sentimenti dei personaggi. 

Con il saggio La polemica di Lucrezio contro le religiones, si sono esaminati gli esametri del De rerum natura pregni di filosofia epicurea, utilizzata da Lucrezio come potente strumento nella lotta contro ogni forma di superstizione e contro tutte le religiones. Si è constatato il fine preminentemente pratico dell'opera: estirpare le passioni radicatesi nell' animo ed eliminare il giudizio errato che l'uomo possiede in materia religiosa. a questo giudizio falso e deviante, che produce uno stato di perenne turbamento, viene contrapposta nel poema la vera ratio. soltanto possedendo la dottrina epicurea l'uomo potrà diventare padrone di se stesso, preservare il corpo dalle sofferenze e l'anima dalle passioni. 

Attualmente la dott.ssa si sta occupando di Cesare, e in particolare della propaganda politica nei Commentarii.

 

Risorse correlate

Documenti