Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità



 



unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

Avvisi Eventi Notizie

  29.08.2017 - Sciopero indetto nel periodo 28 agosto/31 ottobre 2017: comunicazione

Il 27 giugno 2017 è stato proclamato uno sciopero, programmato nel periodo 28 agosto – 31 ottobre 2017, che potrebbe comportare l’astensione dei docenti universitari dallo svolgimento degli esami di profitto nel primo appello della sessione autunnale.

Sulla base di quanto dichiarato dai docenti che intendono aderire allo sciopero, le modalità risulteranno le seguenti:

  1. «Nella sessione di esami di profitto autunnale p.v., relativa all’anno accademico 2016-2017, ci asterremo dal tenere il primo degli appelli degli esami di profitto già programmati nel periodo anzidetto, per la durata massima di 24 ore corrispondenti alla giornata fissata per il primo degli appelli che cadano all’interno del periodo 28 agosto-31 ottobre 2017, così come comunicato da ciascun Professore o Ricercatore al Direttore del Dipartimento ovvero alla propria struttura di riferimento.
  2. Tutti gli esami corrispondenti verranno, di conseguenza, spostati all’appello successivo, che si terrà regolarmente.
  3. Verrà assicurata in ogni caso la tenuta di almeno un appello degli esami di profitto nell’ambito del periodo 28 agosto- 31 ottobre p. v. Pertanto, nelle Sedi in cui i calendari degli esami prevedano un solo appello per gli esami di profitto in tale periodo, e questo cada nel periodo anzidetto, ci asterremo dal tenere tale appello, per la durata massima di 24 ore corrispondenti alla giornata fissata, ma chiederemo alle strutture degli Atenei di competenza di fissare un appello straordinario dopo il quattordicesimo giorno dalla data del giorno dello sciopero.
  4. Verranno assicurati tutti gli esami di profitto al di fuori del periodo 28 agosto- 31 ottobre p.v.
  5. Verranno assicurate inoltre in tale periodo tutte le altre attività istituzionali».

In merito a quanto sopra si forniscono i seguenti chiarimenti:

  1. Ai sensi della L. 146/1990, lo sciopero è stato ritenuto legittimo da parte della Commissione di garanzia dell’attuazione della citata legge, avendone rispettato le regole, le procedure previste, le modalità di attuazione e di durata massima dell’astensione (ventiquattro ore coincidenti con la giornata fissata per il primo degli appelli).
  2. Gli studenti, che intendano sostenere esami, dovranno effettuare comunque la consueta iscrizione online.
  3. Nel periodo in esame potrebbero essere previsti uno o più appelli per gli esami di profitto:
  • nel caso di unico appello, sarà cura dell’Università indicare, anche con l’ausilio di strumenti informatici (siti web, posta elettronica…), l’organizzazione di un appello straordinario da tenersi non prima di quattordici giorni, limitatamente agli esami non tenutesi per l’adesione dei docenti allo sciopero; in questo caso, nell’ipotesi di svolgimento ravvicinato della seduta di laurea autunnale, a cui potrebbe essere ammesso uno studente a cui mancano uno o più esami, il recupero degli esami di profitto eventualmente non sostenuti a causa dello sciopero, dovrà essere fatto con modalità temporali tali da consentirne la partecipazione a tale sessione di laurea, evitando, ove possibile, il differimento della data di inizio di tale sessione;
  • nel caso di due appelli, è legittimo che, chi aderisca allo sciopero, possa non effettuare il primo dei due appelli, fatto comunque salvo l’obbligo di tenere il secondo appello in data che garantisca la tempistica per il sostenimento dell’eventuale esame di laurea nella medesima sessione autunnale.