Simone FACCHINETTI

Simone FACCHINETTI

Ricercatore Universitario

Settore Scientifico Disciplinare L-ART/02: STORIA DELL'ARTE MODERNA.

Dipartimento di Beni Culturali

Edificio ex INAPLI - Via Dalmazio Birago, 64 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano 2°

Telefono +39 0832 295650

Orario di ricevimento

Il Prof. Facchinetti riceve nel suo studio (via Dalmazio Birago, 64, Piano 2°) nei giorni delle lezioni e in quelli fissati per gli appelli d'esame (sempre 1 ora prima dal loro inizio). Durante questa fase di tele-didattica è possibile programmare in qualsiasi momento il ricevimento (via Skype). Per concordarlo scrivere a simone.facchinetti@unisalento.it

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Didattica

A.A. 2020/2021

Storia della connoisseurship e del mercato dell’arte

Corso di laurea PROGETTAZIONE E GESTIONE DEI SISTEMI PRODUTTIVI AUDIOVISIVI E PERFORMATIVI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO COMUNE

STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 63.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2019/2020

STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 63.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PATRIMONIO CULTURALE

STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 63.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso STORICO ARTISTICO

Torna all'elenco
Storia della connoisseurship e del mercato dell’arte

Corso di laurea PROGETTAZIONE E GESTIONE DEI SISTEMI PRODUTTIVI AUDIOVISIVI E PERFORMATIVI

Settore Scientifico Disciplinare L-ART/02

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 21/09/2020 al 15/01/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (993)

Lo studente che accede a questo insegnamento deve avere una conoscenza manualistica dell’arte italiana dal Rinascimento al Neoclassicismo.

1. Lorenzo Lotto e le fonti, dal Cinquecento all’Ottocento.

2. Bernard Berenson, Lorenzo Lotto e la fortuna novecentesca del pittore.

3. Caravaggio e le fonti, dal Seicento all’Ottocento.

4. Roberto Longhi, Caravaggio e la fortuna novecentesca del pittore.

5. Lotto e Caravaggio nel XX secolo: mostre e mercato dell’arte.

Lo studente sarà in grado di leggere e contestualizzare alcune fonti storiografiche sull’argomento. Avrà una panoramica delle principali questioni storico critiche inerenti Lorenzo Lotto e Michelangelo Merisi da Caravaggio. Conoscerà i principali protagonisti della connoisseurship legati agli argomenti studiati.

Il corso non è esclusivamente costituito da lezioni frontali. Alcuni materiali saranno discussi e commentati in classe, al fine di rendere più coinvolgente e partecipata la lezione. Sarà organizzata una visita di studio, inerente agli argomenti affrontati nel corso.

Esame orale finale.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Le date degli appelli sono consultabili nel sistema VOL e nella bacheca online del docente.

Il corso intende presentare la riscoperta novecentesca di due pittori a lungo dimenticati, Lorenzo Lotto e Michelangelo Merisi da Caravaggio, pienamente apprezzati solo a partire dal XX secolo.

Quali sono stati i motivi dell’oblio? Di quale grado di conoscenza hanno goduto nei secoli precedenti? Attraverso quali mezzi è avvenuto il loro riscatto?

L’indagine muove dalle fonti antiche e procede verso il Novecento, al fine di mettere a fuoco la rivoluzione interpretativa operata da Bernard Berenson e Roberto Longhi, i maggiori studiosi, rispettivamente di Lotto e Caravaggio, del secolo appena trascorso.

Il mercato dell’arte è una bussola sensibilissima che ha registrato questa inesorabile crescita. Il fenomeno della ricezione trova una misura concreta nei valori economici raggiunti dalle opere d’arte oltre che dalle manifestazioni espositive in cui sono state incluse, orientate sempre più verso un pubblico di massa.

Bibliografia

Frequentanti:

S. Facchinetti, Bernard Berenson giovane e vecchio, due diverse visioni di Lotto (1895 e 1955), in Lorenzo Lotto. Contesti, significati, conservazione, Convegno internazionale di studi (Loreto, 1-3 febbraio 2019), Treviso 2019, pp. 423-431.

P. Aiello, Caravaggio 1951, Milano 2019.

S. Facchinetti, Storie e segreti dal mercato dell’arte, Bologna 2019.

 

Non frequentanti:

In aggiunta ai testi sopra indicati:

P. Humfrey, La fortuna critica di Lorenzo Lotto, in Lorenzo Lotto, catalogo della mostra, a cura di G.C.F. Villa, Cinisello Balsamo 2011, pp. 61-69.

R. Longhi, Quesiti caravaggeschi, in “Me pinxit” e quesiti caravaggeschi, 1928-1934, Firenze 1968, pp. 81-143.

Storia della connoisseurship e del mercato dell’arte (L-ART/02)
STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Settore Scientifico Disciplinare L-ART/02

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 63.0

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 21/09/2020 al 15/01/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento deve avere una conoscenza manualistica dell’arte italiana dal Rinascimento al Neoclassicismo.

1500-1599: pittura nel Veneto di terraferma.

Lotto, Moretto, Moroni e Peterzano: alle origini di Caravaggio.

Lo studente sarà in grado di leggere e contestualizzare alcune fonti storiografiche sull’argomento. Avrà una panoramica delle principali questioni teoriche inerenti l’elaborazione del ritratto e della pala d’altare al tempo della Controriforma. Conoscerà i principali protagonisti della cultura artistica italiana del tempo, attraverso l’analisi approfondita delle loro opere, con un supplemento d’indagine sulle vicende di Lorenzo Lotto, Alessandro Bonvicino detto il Moretto, Giovanni Battista Moroni, Simone Peterzano e Michelangelo Merisi detto il Caravaggio.

Il corso non è esclusivamente costituito da lezioni frontali. Alcuni materiali saranno discussi e commentati insieme, al fine di rendere più coinvolgente e partecipata la lezione. Saranno organizzate delle visite di studio, focalizzate sugli argomenti affrontati nel corso.

Prova orale volta a verificare la conoscenza e la capacità di rielaborazione dei dati acquisiti durante la frequenza del corso o la lettura dei saggi consigliati.

Prova di riconoscimento volta ad accertare la capacità di articolare un discorso (storico, iconografico, stilistico) a partire dall’esame di un’immagine.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Il corso intende affrontare tre generazioni di pittori vissuti nel corso del XVI secolo. Sono vicende anche molto diverse, accomunate da una medesima adesione allo spirito della Riforma cattolica (Lotto e Moretto); oppure segnate da una profonda soggezione a quello della Controriforma (Moroni e Peterzano).

Lo studio di questi percorsi figurativi, distesi su un ampio asse temporale, permetterà di inquadrare i cambiamenti culturali avvenuti a seguito del Concilio di Trento, un momento cruciale della storia italiana.

La parabola si chiude con l’arrivo di Caravaggio a Roma, imbevuto di esperienze figurative che affondano le radici nella linea naturalistica segnata dai suoi predecessori lombardi.

 

Bibliografia:

Frequentanti:

M. Firpo, Artisti, gioiellieri, orefici. Il mondo di Lorenzo Lotto tra Riforma e Controriforma, Roma 2001.

R. Longhi, Quesiti caravaggeschi, II, I precedenti (1929), in ‘Me Pinxit’ e Quesiti caravaggeschi 1928-1934, Firenze 1968, pp. 97-143.

Oppure, in sostituzione del testo di Massimo Firpo, R. Longhi, Caravaggio, Milano 2013.

 

Non frequentanti:

In aggiunta ai testi sopra indicati:

P. Humfrey, La pala d’altare veneta nell’età delle riforme, in La pittura nel Veneto. Il Cinquecento, III, Milano 1999, pp. 1119-1180.

S. Facchinetti e A. Galansino, Giovanni Battista Moroni: History and Critical fortune, in Giovanni Battista Moroni, catalogo della mostra, a cura di S. Facchinetti e A. Galansino, London 2014, pp. 14-39.

S. Facchinetti, Gli anni della maturità: Peterzano a Milano, in Simone Peterzano. Allievo di Tiziano, maestro di Caravaggio, catalogo della mostra, Milano 2020, pp. 43-51.

Insegnare la storia dell’arte, a cura di A. Ghirardi, C. Franzoni, S. Simoni, Bologna 2009.

STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA (L-ART/02)
STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Settore Scientifico Disciplinare L-ART/02

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 63.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PATRIMONIO CULTURALE (A70)

Lo studente che accede a questo insegnamento deve avere una conoscenza manualistica dell’arte italiana dal Rinascimento al Neoclassicismo.

Ritratti e pale d’altare nell’età della Controriforma.

Giovanni Battista Moroni e gli altri.

Lo studente sarà messo in grado di leggere e contestualizzare alcune fonti storiografiche sull’argomento. Acquisirà una panoramica delle principali questioni teoriche inerenti l’elaborazione del ritratto e della pala d’altare al tempo della Controriforma. Conoscerà i principali protagonisti della cultura artistica italiana del tempo, attraverso l’analisi approfondita delle loro opere, con un supplemento d’indagine sulle vicende figurative di Lorenzo Lotto, Alessandro Bonvicino detto il Moretto e Giovanni Battista Moroni.

Il corso non è esclusivamente costituito da lezioni frontali. Alcuni materiali saranno discussi e commentati insieme, al fine di rendere più coinvolgente e partecipata la lezione. Saranno organizzate delle visite di studio, focalizzate sugli argomenti affrontati nel corso.

Prova orale volta a verificare la conoscenza e la capacità di rielaborazione dei dati acquisiti durante la frequenza del corso o la lettura dei saggi consigliati.

Prova di riconoscimento volta ad accertare la capacità di articolare un discorso (storico, iconografico, stilistico) a partire dall’esame di un’immagine.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Calendario appelli d'esame Laurea Magistrale a.a. 2019-2020

3 febbraio 2019, ore 15:30 (aperto a tutti)

19 febbraio 2019, ore 11:00 (aperto a tutti)

Il corso intende affrontare i processi di codificazione del ritratto e della pala d’altare nell’età della Controriforma, tramite le fonti storiografiche e le esperienze elaborate nei maggiori centri artistici italiani del tempo. Il filo rosso è costituito dal percorso di Giovanni Battista Moroni, riletto alla luce delle più aggiornate ricerche sulla sua opera e sulla sua ricezione. La narrazione si apre con i precedenti rinascimentali (ritrattistici e di soggetto religioso) elaborati in area veneta, e altrove, per meglio contestualizzare il momento di frattura storica costituito dal Concilio di Trento. Lotto, Moretto e Tiziano, ma anche Bronzino e Scipione Pulzone, sono i principali testimoni di questa storia che segna un momento di non ritorno nella vicenda della cultura artistica italiana.

Frequentanti:

E. Castelnuovo, Ritratto e società in Italia. Dal Medioevo all’Avanguardia, Torino 2015.

P. Prodi, Arte e pietà nella Chiesa tridentina, Bologna 2014, pp. 7-158.

 

Non frequentanti:

In aggiunta ai testi sopra indicati:

J. Fletcher, “La sembianza vera”: i ritratti di Tiziano, in Tiziano e il ritratto di corte da Raffaello ai Carracci, catalogo della mostra, a cura di N. Spinosa, Napoli 2006, pp. 36-50.

A. Nova, Vasari e il ritratto, in “Horti Hesperidum”, 6, 2016, pp. 115-178. (disponibile on-line: www.horti-hesperidum.com)

É. Pommier, Critica del ritratto, in Il ritratto. Storia e teorie dal Rinascimento all’Età dei Lumi, Torino 2003, pp. 119-164.

P. Humfrey, La pala d’altare veneta nell’età delle riforme, in La pittura nel Veneto. Il Cinquecento, III, Milano 1999, pp. 1119-1180.

S. Facchinetti, Cinque stanze per Moroni. Frammenti di fortuna storica, in Giovan Battista Moroni: lo sguardo sulla realtà (1560-1579), catalogo della mostra, a cura di S. Facchinetti, Cinisello Balsamo 2004, pp. 31-61.

Insegnare la storia dell’arte, a cura di A. Ghirardi, C. Franzoni, S. Simoni, Bologna 2009.

STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA (L-ART/02)
STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Settore Scientifico Disciplinare L-ART/02

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 63.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso STORICO ARTISTICO (A71)

Lo studente che accede a questo insegnamento deve avere una conoscenza manualistica dell’arte italiana dal Rinascimento al Neoclassicismo.

Ritratti e pale d’altare nell’età della Controriforma.

Giovanni Battista Moroni e gli altri.

Lo studente sarà messo in grado di leggere e contestualizzare alcune fonti storiografiche sull’argomento. Acquisirà una panoramica delle principali questioni teoriche inerenti l’elaborazione del ritratto e della pala d’altare al tempo della Controriforma. Conoscerà i principali protagonisti della cultura artistica italiana del tempo, attraverso l’analisi approfondita delle loro opere, con un supplemento d’indagine sulle vicende figurative di Lorenzo Lotto, Alessandro Bonvicino detto il Moretto e Giovanni Battista Moroni.

Il corso non è esclusivamente costituito da lezioni frontali. Alcuni materiali saranno discussi e commentati insieme, al fine di rendere più coinvolgente e partecipata la lezione. Saranno organizzate delle visite di studio, focalizzate sugli argomenti affrontati nel corso.

Prova orale volta a verificare la conoscenza e la capacità di rielaborazione dei dati acquisiti durante la frequenza del corso o la lettura dei saggi consigliati.

Prova di riconoscimento volta ad accertare la capacità di articolare un discorso (storico, iconografico, stilistico) a partire dall’esame di un’immagine.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Calendario appelli d'esame Laurea Magistrale a.a. 2019-2020

3 febbraio 2019, ore 15:30 (aperto a tutti)

19 febbraio 2019, ore 11:00 (aperto a tutti)

Il corso intende affrontare i processi di codificazione del ritratto e della pala d’altare nell’età della Controriforma, tramite le fonti storiografiche e le esperienze elaborate nei maggiori centri artistici italiani del tempo. Il filo rosso è costituito dal percorso di Giovanni Battista Moroni, riletto alla luce delle più aggiornate ricerche sulla sua opera e sulla sua ricezione. La narrazione si apre con i precedenti rinascimentali (ritrattistici e di soggetto religioso) elaborati in area veneta, e altrove, per meglio contestualizzare il momento di frattura storica costituito dal Concilio di Trento. Lotto, Moretto e Tiziano, ma anche Bronzino e Scipione Pulzone, sono i principali testimoni di questa storia che segna un momento di non ritorno nella vicenda della cultura artistica italiana.

Frequentanti:

E. Castelnuovo, Ritratto e società in Italia. Dal Medioevo all’Avanguardia, Torino 2015.

P. Prodi, Arte e pietà nella Chiesa tridentina, Bologna 2014, pp. 7-158.

 

Non frequentanti:

In aggiunta ai testi sopra indicati:

J. Fletcher, “La sembianza vera”: i ritratti di Tiziano, in Tiziano e il ritratto di corte da Raffaello ai Carracci, catalogo della mostra, a cura di N. Spinosa, Napoli 2006, pp. 36-50.

A. Nova, Vasari e il ritratto, in “Horti Hesperidum”, 6, 2016, pp. 115-178. (disponibile on-line: www.horti-hesperidum.com)

É. Pommier, Critica del ritratto, in Il ritratto. Storia e teorie dal Rinascimento all’Età dei Lumi, Torino 2003, pp. 119-164.

P. Humfrey, La pala d’altare veneta nell’età delle riforme, in La pittura nel Veneto. Il Cinquecento, III, Milano 1999, pp. 1119-1180.

S. Facchinetti, Cinque stanze per Moroni. Frammenti di fortuna storica, in Giovan Battista Moroni: lo sguardo sulla realtà (1560-1579), catalogo della mostra, a cura di S. Facchinetti, Cinisello Balsamo 2004, pp. 31-61.

Insegnare la storia dell’arte, a cura di A. Ghirardi, C. Franzoni, S. Simoni, Bologna 2009.

STORIA DELL'ARTE MODERNA: METODOLOGIA DELLA RICERCA E DELLA DIDATTICA (L-ART/02)

Pubblicazioni

S. Facchinetti, Cinque stanze per Moroni, in Giovan Battista Moroni. Lo sguardo sulla realtà (1560-1579), catalogo della mostra, a cura di S. Facchinetti, Cinisello Balsamo 2004.

A. Ng, S. Facchinetti, A. Galansino, Moroni. The Riches of Renaissance Portraiture, catalogo della mostra, New York 2019.

S. Facchinetti, La maturità: Peterzano a Milano, in Peterzano. Allievo di Tiziano, maestro di Caravaggio, catalogo della mostra, a cura di S. Facchinetti, F. Frangi, P. Plebani, M.C. Rodeschini, Milano 2020, pp. 43-51.

 

 

Scarica pubblicazioni

Consulta le pubblicazioni su IRIS