Raffaele DI RAIMO

Raffaele DI RAIMO

Professore I Fascia (Ordinario/Straordinario)

Dipartimento di Scienze Giuridiche

Centro Ecotekne Pal. R1 - Via per Arnesano - MONTERONI DI LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 8791

Ordinario di Diritto civile

Orario di ricevimento

Il ricevimento della cattedra si svolge con l'ausilio del dott. Mignone il lunedì alle ore 15.00 presso la stanza n. 22 (II piano R1) e del dott. Carrisi il lunedì dalle ore 12.00 alle ore 13.00 presso la stanza n. 15 (II piano R1).

La dott.ssa Orlando riceve gli studenti previo contatto email all'indirizzo manila.orl@libero.it

Il ricevimento è sospeso nelle settimane in cui si tengono gli esami di profitto.

Per richiesta tesi o altri quesiti ad oggetto specifico (es. richiesta convalida erasmus, ecc.) è consigliabile un previo contatto email all'indirizzo raffaele.diraimo@unisalento.it

 

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Scarica curriculum vitae

Didattica

A.A. 2018/2019

DIRITTO CIVILE MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 4

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (A - L)

DIRITTO DEI MERCATI FINANZIARI

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 4

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce

A.A. 2017/2018

DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 4

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (A - L)

DIRITTO DEI MERCATI FINANZIARI

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Lingua ITALIANO

Crediti 4.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 4

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce

A.A. 2016/2017

DIRITTO CIVILE - MODULO A

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 4

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (A - L)

DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 4

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (A - L)

A.A. 2013/2014

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO I

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 67.5 Ore Studio individuale: 157.5

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (M - P)

Torna all'elenco
DIRITTO CIVILE MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 4

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE MODULO B (IUS/01)
DIRITTO CIVILE MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 4

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Allo studente è richiesta la piena conoscenza delle nozioni privatistiche di base occorrenti per la comprensione degli approfondimenti monografici e saggistici proposti. Propedeuticità: Istituzioni di diritto privato 1 e 2.

Il corso si compone di due moduli, ciascuno da 6 cfu, e si conclude con un esame unico, che attribuisce 12 cfu. Il primo modulo (A), svolto dalla Prof.ssa Francesca Dell’Anna Misurale, si tiene nel primo semestre. Il secondo modulo (B) , svolto dal Prof. Raffaele Di Raimo, si tiene nel secondo semestre.

Cfr.programma esteso.

Sul terreno didattico l'insegnamento è finalizzato all'approfondimento di specifiche tematiche attraverso un approccio problematico che permetta un apprendimento non mnemonico ma critico, idoneo a proiettare le nozioni teoriche sul piano dell'applicazione pratica. L'insegnamento si propone di offrire:

1) Conoscenze e comprensione attraverso l'illustrazione delle categorie generali della disciplina del diritto civile;

2) Capacità di applicare le conoscenze attraverso la selezione della disciplina di riferimento;

3) Autonomia di giudizio attraverso la partecipazione interattiva alle lezioni durante le quali verranno stimolati interventi e sollecitate domande, sottoposti questionari, esaminati casi giurisprudenziali, simulati processi;

4) Capacità di apprendimento attraverso la individuazione di chiavi di lettura indispensabili per leggere i processi di trasformazione del diritto vivente nell'ottica del futuro autoapprendimento e autovalutazione delle proprie conoscenze;

5) Abilità comunicative attraverso la cura del linguaggio tecnico giuridico e la costruzione di una capacità espositiva funzionale alla persuasione.

Lezioni frontali, esercitazioni, seminari, simulazioni processuali.

L'esame consiste in un colloquio orale che si svolge alla fine del corso sul programma di entrambi i moduli, con l'attribuzione dei 12 cfu previsti. Un esonero potrà essere previsto per i soli frequentati.

Descrizione dei metodi di accertamento.

L'esame orale si articolerà su tre livelli di verifica:

1) grado di conoscenza e comprensione dei principi fondamentali e degli istituti di diritto positivo che regolano la materia oggetto di esame;

2) grado di competenza acquisito nell'esposizione delle tematiche in chiave problematica e capacità di argomentazione;

3) grado di padronanza del linguaggio tecnico giuridico.

Il voto positivo minimo per il superamento dell'esame (18/30) richiede che lo studente raggiunga la sufficienza almeno per i parametri sub 1) e 2) e che non sia gravemente insufficiente rispetto al parametro sub 3). Il voto positivo massimo (30/30 con eventuale concessione della lode) richiede un giudizio di eccellenza per tutti e tre i parametri. Le valutazioni intermedie tra il minimo e il massimo saranno graduate in base al giudizio (sufficiente, discreto, buono, ottimo, eccellente) per ciascuno di tali parametri.

Parte prima. Concetto dell’obbligazione. Obbligazione come dovere giuridico. Caratteri fisionomici dell’obbligazione. Individuazione del diritto del creditore nella categoria del potere giuridico. Obbligazione e diritti reali. Obbligazione naturale. Struttura dell’obbligazione. Vicende delle obbligazioni. Modificazioni del rapporto obbligatorio. L’inadempimento del debitore. Responsabilità patrimoniale e personale. Teoria del debito e della responsabilità. Teorie patrimoniali. Oggetto del diritto del creditore: comportamento del debitore. Natura del diritto del creditore. Mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale. Il contratto in generale. Elementi essenziali del contratto. Procedimento di formazione del consenso. Elementi accidentali del contratto. Effetti del contratto. Il contratto e i terzi. Simulazione. Invalidità e risoluzione. Interpretazione del contratto.

Parte seconda. Fondamento variabile dell’autonomia privata e nuovi profili.

 

Gli studenti frequentanti beneficiano di una riduzione dei testi oggetto di studio obbligatorio e sosterranno l'esame di profitto finale secondo uno specifico programma che verrà ulteriormente definito a lezione.

Segnatamente per gli studenti frequentanti:

- è consigliato lo studio degli appunti presi a lezione;

- lo studio dei testi indicati per l'esame potrà essere limitato ad alcuni capitoli che verranno indicati a lezione;

- il materiale didattico eventualmente distribuito agli studenti frequentanti nel corso delle lezioni sarà consultabile nella sezione "Materiale didattico".

  • M. GIORGIANNI, L’Obbligazione, Milano, 1968;
  • F. GAZZONI, Obbligazioni e Contratti, Napoli, 2015, Parte Nona - "Il contratto in generale";
  • R. DI RAIMO, Frantumi di autonomia. Temi di diritto patrimoniale, Napoli, 2018, ad esclusione dei seguenti contributi: Profili dell’attività gestoria nella compravendita; Note minime su responsabilità civile e funzione di «costruzione del sistema»; Crisi d’impresa e contratto.
  • F. DELL’ANNA MISURALE, La nuova garanzia mobiliare introdotta con la L. n. 119 del 2016. Aspettando il registro informatizzato dei pegni non possessori, in www.dirittobancario.it

Per i frequentanti i docenti si riservano di definire il programma di diritto civile nel corso delle lezioni, indicando letture su argomenti specifici.

DIRITTO CIVILE MODULO B
DIRITTO DEI MERCATI FINANZIARI

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 4

Semestre Primo Semestre (dal 17/09/2018 al 07/12/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce

Allo studente è richiesta la piena conoscenza delle nozioni privatistiche di base occorrenti per la comprensione degli approfondimenti monografici e saggistici proposti. Propedeuticità: Istituzioni di diritto privato 1 e 2

Il corso è dedicato a un tema il cui rilievo è costantemente in crescita in ragione della profonda trasformazione degli assetti e dei modi di circolazione della ricchezza che connota fortemente l’economia contemporanea.

1. Conoscenze e comprensione

Il corso si pone l’obiettivo di raggiungere un approfondimento sia dei profili della regolazione dei mercati finanziari operata attraverso la disciplina dei contratti sia dei caratteri funzionali e strutturali peculiari dei medesimi contratti.

2. Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Sul terreno didattico l’insegnamento è finalizzato all’approfondimento di specifiche tematiche attraverso un approccio problematico che favorisca l’acquisizione dei profili applicativi della materia, in connessione con un consapevole uso degli strumenti critici tipici della disciplina.

3. Autonomia di giudizio

Lo studio del diritto dei mercati finanziari costituisce l’occasione per sollecitare l’approccio critico degli studenti rispetto a problemi complessi nonché per stimolare la capacità di analisi interdisciplinare

4. Abilità comunicative

Il futuro giurista apprende durante il corso una tecnica comunicativa mirata a rendere comprensibili anche a chi giurista non è le dinamiche attraverso le quali il diritto attraversa le vicende dei soggetti privati.

5. Capacità di apprendimento

Attraverso lo studio del diritto dei mercati finanziari, il futuro giurista approfondisce la comprensione di regole e istituti, nonché delle intime connessioni fra gli stessi, e dei problemi tuttora aperti in seno alla disciplina. Su tale base lo studente acquisirà competenze e capacità critiche idonee a garantirgli l’accesso a ulteriori approfondimenti teorico-pratici.

Lezioni frontali ed esercitazioni.

L’esame consiste in un colloquio orale finalizzato ad appurare il grado di assimilazione e comprensione del programma svolto a lezione e contenuto nei libri di testo consigliati. I frequentanti avranno altresì a disposizione esercitazioni pratiche in aula finalizzate alla verifica intermedia

Parte prima. Appunti in tema di derivati. La negoziazione in derivati tra banche e clienti. Gestione e circolazione del rischio. Parte seconda. I contratti finanziari derivati. Contratti di intermediazione finanziaria: l’intermediario come titolare di un ufficio di diritto privato; il carattere gestorio del rapporto contrattuale tra investitore e intermediario; la causa del derivato over the counter. Il derivato finanziario come oggetto e come operazione economica. L’interest rate swap: profilo funzionale oggettivo; divergenza della causa espressa, interessi effettivamente perseguiti e meritevolezza dell’operazione. Contratti derivati versus gioco e scommessa. Gli orientamenti circa la validità dei derivati speculativi. Epilogo tra logica politica e logica economica.

  • R. DI RAIMO e A. GENTILI (a cura di), Le negoziazioni del rischio finanziario: patologie dei rapporti e profili di sistema, Diritto privato. Nuovi orizzonti, 7, Napoli, 2016, limitatamente ai seguenti saggi: C. ANGELICI, Appunti in tema di derivati, ivi, pp. 11- 30; D. MAFFEIS, Trasparenza e spessore del mercato dei derivati over the counter, ivi, pp. 143-170; S. ALVARO, La disciplina della product intervention, ivi, pp. 303-339; R. DI RAIMO, La finanza derivata e lo spirito della disciplina recenti: dalla patologia dei rapporti alle frontiere del rischio sistematico accettabile, ivi, pp. 341-365.
  • AA.VV., Swap tra banche e clienti, in Quaderni di banca, borsa e titoli di credito, GIUFFRE’, 2014: capitolo uno (L’ufficio di diritto privato dell’intermediario e il contratto derivato over the counter come scommessa razionale), capitolo due (Dopo la crisi, come prima e più di prima), capitolo tre (Contratti derivati puramente speculativi: fra tramonto della causa e tramonto del mercato). 

Per i frequentanti il programma di riferimento sarà precisato nel corso delle lezioni.

DIRITTO DEI MERCATI FINANZIARI (IUS/01)
DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 4

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE - MODULO B
DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 4

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE - MODULO B (IUS/01)
DIRITTO DEI MERCATI FINANZIARI

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Crediti 4.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 4

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 14/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce

DIRITTO DEI MERCATI FINANZIARI (IUS/01)
DIRITTO CIVILE - MODULO A

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 4

Semestre Primo Semestre (dal 19/09/2016 al 09/12/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE - MODULO A
DIRITTO CIVILE - MODULO A

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 4

Semestre Primo Semestre (dal 19/09/2016 al 09/12/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE - MODULO A (IUS/01)
DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 4

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 26/05/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE - MODULO B (IUS/01)
DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 4

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 26/05/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE - MODULO B
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO I

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 67.5 Ore Studio individuale: 157.5

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 16/09/2013 al 06/12/2013)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO I
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO I

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 67.5 Ore Studio individuale: 157.5

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 16/09/2013 al 06/12/2013)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO I (IUS/01)

Pubblicazioni

 

 

Scarica pubblicazioni