Natale VESCIO

Natale VESCIO

Ricercatore Universitario

Settore Scientifico Disciplinare SPS/03: STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE.

Dipartimento di Scienze Umane e Sociali

Edificio Parlangeli - Via Stampacchia, 45 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 6834

STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE (SPS 03)

Orario di ricevimento

Mercoledì ore 9.30-11.30

sempre disponibile previo contatto via email

Recapiti aggiuntivi

Ex Convento degli Olivetani - stanza 19 -

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

 

Dottore di Ricerca, presso l'Università di Roma 'La Sapienza' (2000), dove ha discusso una Tesi di Dottorato sui Giuristi culti a Napoli. Tra fortuna intellettuale e diffusione editoriale. E' stato Assegnista di Ricerca, presso l'Università di Teramo (2001-2003), e, successivamente, presso l'Università del Salento, dove è diventato Ricercatore di Storia delle Istituzioni Politiche (SPS 03), e attualmente afferisce al Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'Uomo. Si è interessato di aspetti e problemi del Settecento napoletano, nella monografia Lobbismo giuridico e 'cultura' degli apparati nella Napoli di metà Settecento, Roma, Aracne, 2008, e, più recentemente, ha studiato le dinamiche dell'ideologia giuridica meridionale tra decennio francese ed età liberale in diversi saggi (Magistrature e ideologia giuridica nel pensiero di Giuseppe Maria Galanti, Quaderni Lupiensi, 2011; Giovanni Manna e la storia del Foro Napoletano, in AA. VV., Serta Iuridica. Studi offerti a Francesco Grelle dalla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università del Salento, 2011; Giuseppe Salvioli e la storia della cultura giuridica del Mezzogiorno, in Studi Senesi, 2012; Boschi e demani nel Regno di Napoli. Il contributo di Ludovico Bianchini, 2014; Nicola Nicolini e la Costituzione del 1820, in Archivio Giuridico 'Filippo Serafini', 2015; Giuseppe Salvioli tra storia e riforma delle istituzioni liberali. La prolusione sul metodo storico del diritto civile, in Archivio Giuridico 'Filippo Serafini', CL, 2018, fasc. IV, pp. 791-836) ed il contesto politico-istituzionale in cui è maturata la formazione del giovane Vico (Politica ed istituzioni negli Affetti di un disperato di Giambattista Vico, in Itinerari di Ricerca Storica, 2017, n. 2; Amministrazione della giustizia, riforma dell'università e politiche pubbliche nel De Ratione di Giambattista Vico, in Archivio Giuridico 'Filippo Serafini', 2017, nn. 3-4, pp. 685-806; Istituzioni e politiche pubbliche nel De Rebus Gestis Antonii Caraphaei, in Itinerari di Ricerca Storica, XXXIII, 2019, n.1, pp. 173-192; G. B. Vico, la rivoluzione abbandonata e la congiura fallita, Itinerari di Ricerca Storica, XXXIV, 2020, n. 1, pp. 159-184).

Didattica

A.A. 2022/2023

Storia delle istituzioni di welfare

Corso di laurea PROGETTAZIONE E GESTIONE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI SOCIALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 7.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 42.0

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE E SOCIALI

Percorso Valutazione delle politiche e dei servizi nel mutamento sociale

A.A. 2021/2022

STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE

Corso di laurea PROGETTAZIONE E GESTIONE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI SOCIALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE E SOCIALI

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO

A.A. 2020/2021

STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE

Corso di laurea SOCIOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STORIA, SOCIETA' E STUDI SULL'UOMO

Percorso PROFESSIONALE E DIDATTICA DELLE SCIENZE UMANE

Torna all'elenco
Storia delle istituzioni di welfare

Corso di laurea PROGETTAZIONE E GESTIONE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI SOCIALI

Settore Scientifico Disciplinare SPS/03

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 7.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 42.0

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 06/03/2023 al 09/06/2023)

Lingua ITALIANO

Percorso Valutazione delle politiche e dei servizi nel mutamento sociale (A200)

La ricostruzione storica del processo di emersione delle istituzioni dello stato sociale. Uno sguardo attento anche alla storiografia più recente.

Il corso, premesso un esame dell'età liberale e del ventennio fascista, studia la nascita della Costituzione e la comparsa della nuova legislazione sociale nell'epoca repubblicana

Il corso si propone di studiare l'emersione della questione sociale alla fine dell'Ottocento, le prime leggi sociali dell'età giolittiana, la legislazione del dopoguerra e del ventennio senza lasciarsi suggestionare dalla sua propaganda. Approfondisce l'esperienza costituente e il nuovo modello costituzionale, l'avvento del centro-sinistra e le più importanti riforme, il welfare, il cambiamento sociale e l'istituzione del servizio sanitario nazionale.

Lezione frontale

Esame orale

1. L'età liberale. 2. La legislazione di guerra. 3. Le politiche sociali del fascismo. 4. L'assistenza tra Stato e partito. 5. Una riforma 'totalitaria'. 6. All'alba della Repubblica. 7. Costituzione e diritti sociali. 8. L'espansione della previdenza. 9. Un welfare incompiuto. 10. Gli anni del centro-sinistra. 11. Il ruolo del sindacato: la CGIL. 12. I partiti: la Dc, il PCI, il PSI. Le politiche per l'assistenza. 14. Il servizio sanitario nazionale. Progetti, riforme, lotte per la salute. 15. L'epilogo di un modello. 

C. Giorgi - I. Pavan, Storia dello stato sociale in Italia, Bologna, Il Mulino, 2022

Storia delle istituzioni di welfare (SPS/03)
STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE

Corso di laurea PROGETTAZIONE E GESTIONE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI SOCIALI

Settore Scientifico Disciplinare SPS/03

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 07/02/2022 al 10/06/2022)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO (999)

La rilettura del processo di affermazione dello Stato nazionale, dei suoi punti di forza e dei suoi limiti. Una panoramica attenta agli orientamenti della storiografia più recente.

Il corso si concentra soprattutto sul processo unitario, segue le vicende dello Stato liberale, il ventennio fascista ed approfondisce la nascita della Costituzione del 1948 e l'avvento della democrazia.

Il corso si propone il compito di studiare il contesto storico in cui emerse il processo unitario, i fattori politici e sociali che ne determinarono la fisionomia e ne condizionarono gli sviluppi, con l'affermazione di un impianto istituzionale accentrato, le politiche di repressione del brigantaggio, l'elusione del problema meridionale e della questione sociale fino all'emersione dei movimenti e dei partiti di massa e al tentativo giolittiano di rilanciare una politica più avanzata di modernizzazione del paese, frustrato dalla guerra e dall'affermazione della dittatura e dal suo progetto totalitario. Ricostruisce anche il difficile cammino della democrazia nel secondo dopoguerra e il graduale ampliamento della base sociale delle nuove istituzioni democratiche.

Lezione frontale

Esame orale

1. Le istituzioni politiche della modernità. 2. Dalla Rivoluzione Francese a Napoleone. 3. L'Italia Napoleonica. 4. Gli Stati italiani e la Restaurazione. 5. Moti del 1820-1821. L'esperienza napoletana. 6. La restaurazione autoritaria del Governo borbonico. 7. Mazzini e la Giovane Italia. 8. Gli Stati italiani nel decennio anteriore all'unificazione. 9. Moti del 1848 e la sopravvivenza dello Statuto Albertino. 10, La politica di Cavour ed il Regno di Sardegna. 11. L'accelerazione del processo unitario ed il collasso del Regno delle Due Sicilie. 12. Nascita del Regno d'Italia e le nuove istituzioni parlamentari. 13. Gli anni della Destra Storica. La repressione del brigantaggio e la legge Pica. La questione romana e la legge delle guarentigie. La politica fiscale ed il pareggio del bilancio. 14. La rivoluzione parlamentare del 1876. L'età della Sinistra. 15. Le riforme crispine. 16. Nascita del movimento socialista. 17. L'esperienza giolittiana e la riforma elettorale del 1913. 18. L'entrata in guerra dell'Italia nel 1915. 19. L'avvento della dittatura. 20. Le istituzioni dello stato totalitario. 21. La guerra del 1940 e la caduta del regime. 22. La resistenza e la nascita della Repubblica. 23. La Costituzione del 1948. 24. Gli anni del centrismo. 25. L'esperienza del centro-sinistra. 26. Movimenti e istituzioni. Lo Statuto dei Lavoratori. 27. L'istituzione delle Regioni. 28. Referendum sul divorzio e la riforma del diritto di famiglia. 29. Governi di solidarietà nazionale. 30. Gli anni del riflusso e la crisi del 1992. 31. L'ultimo Novecento. Conclusione del Corso.

per la parte generale:

Roberto Martucci, Storia costituzionale italiana, Roma, Carocci, 2014

oppure, in alternativa:

Giuseppe Astuto, Le istituzioni politiche italiane, Roma, Carocci, 2017

per la parte monografica:

Federico Lucarini, La carriera di un gentiluomo. Antonio Salandra e la ricerca di un  liberalismo nazionale, Bologna, Il Mulino, 2012

STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE (SPS/03)
STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE

Corso di laurea SOCIOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare SPS/03

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 01/03/2021 al 04/06/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso PROFESSIONALE E DIDATTICA DELLE SCIENZE UMANE (A104)

La rilettura del processo di affermazione dello Stato nazionale, dei suoi punti di forza e dei suoi limiti. Una panoramica attenta sugli orientamenti della storiografia più recente.

Il corso si concentra soprattutto sul processo unitario, segue le vicende istituzionali dello Stato liberale, il ventennio fascista ed approfondisce la nascita della Costituzione del 1948 e l'avvento della democrazia

Il corso si propone il compito di studiare il contesto storico in cui emerse il processo unitario, i fattori politici e sociali che ne determinarono la fisionomia e ne condizionarono gli sviluppi, con l'affermazione di un impianto istituzionale accentrato, le politiche di repressione del brigantaggio, l'elusione del problema meridionale e della questione sociale fino all'emersione dei movimenti e dei partiti di massa ed al tentativo giolittiano di rilanciare una politica più avanzata di modernizzazione del paese, frustrato dalla guerra e dall'affermazione della dittatura e dal suo progetto totalitario. Ricostruisce anche il difficile cammino della democrazia nel secondo dopoguerra e il graduale ampliamento della base sociale delle nuove istituzioni democratiche.

Lezione frontale

Esame orale

1.  Le istituzioni politiche della modernità. 2. Dalla Rivoluzione francese a Napoleone. 3. L'Italia Napoleonica. 4. Gli Stati italiani e la Restaurazione. 5. Moti del 1820-1821. L'esperienza napoletana. 6. La restaurazione autoritaria del Governo borbonico. 7. Mazzini e la Giovane Italia. 8. Gli Stati italiani nel decennio anteriore all'unificazione. 9.   Moti del 1848 e la sopravvivenza dello Statuto Albertino. 10.   La politica di Cavour ed il Regno di Sardegna. 11.   L'accelerazione del processo unitario ed il collasso del Regno delle Due Sicilie. 12.   Nascita del Regno d'Italia e le nuove istituzioni parlamentari. 13.   Gli anni della Destra Storica. La repressione del brigantaggio e la legge Pica. La questione romana e la legge delle Guarentigie. La politica fiscale ed il pareggio del bilancio. 14.   La rivoluzione parlamentare del 1876. L'età della Sinistra. 15.   Le riforme crispine. 16.   Nascita del movimento socialista. 17.   L'esperienza giolittiana e la riforma elettorale del 1913. 18.   L'entrata in guerra dell'Italia nel 1915. 19.   L'avvento della dittatura. 20.   Le istituzioni dello stato totalitario. 21.   La guerra del 1940 e la caduta del regìme. 22.   La Resistenza e la nascita della Repubblica. 23.   La Costituzione del 1948. 24.   Gli anni del centrismo. 25.   L'esperienza del centro-sinistra. 26. Movimenti ed istituzioni. Lo Statuto dei Lavoratori. 27. L'istituzione delle regioni. 28. Referendum sul divorzio e la riforma del diritto di famiglia. 29. Governi di solidarietà nazionale. 30. Gli anni del riflusso e la crisi del 1992. 31. L'ultimo Novecento. Conclusione del Corso

per la parte generale:

Roberto Martucci, Storia costituzionale italiana, Roma, Carocci, 2014

oppure, in alternativa

Giuseppe Astuto, Le istituzioni politiche italiane, Roma, Carocci, 2017.

per la parte monografica:

Federico Lucarini, La carriera di gentiluomo. Antonio Salandra e la ricerca di un liberalismo nazionale, Bologna, Il Mulino, 2012.

STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE (SPS/03)

Pubblicazioni

MONOGRAFIE

Lobbismo giuridico e 'cultura' degli apparati nella Napoli di metà Settecento, Roma, Aracne, 2008, pp. 685.

Saggi recenti:

1.   Giovanni Manna e la storia del Foro napoletano, in Serta Iuridica. Scritti dedicati dalla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università del Salento a Francesco Grelle, a cura di F. Lamberti, N. De Liso, E. Sticchi Damiani, G. Vallone, Napoli, ESI, 2011, vol. II, pp. 853-900.

2.   Magistrature e ideologia giuridica nel pensiero di Giuseppe Maria Galanti. La polemica con il neocultismo napoletano, Quaderni Lupiensi di Storia e Diritto, I, 2011, pp. 113-180.

3.   Giuseppe Salvioli e la storia della cultura giuridica meridionale, Studi Senesi, 2012, 2, pp.  329-392.

4.   Boschi e demani nel Regno di Napoli. Il contributo di Ludovico Bianchini, in AA. VV., I boschi e le foreste come frontiere del dialogo tra scienze giuridiche e scienze della vita. Dalle radici storiche alle prospettive future, a cura di M. Brocca e M. Troisi, Napoli, Editoriale Scientifica, 2014, pp. 25-58.

5.   Nicola Nicolini e la Costituzione del 1820, Archivio Giuridico 'Filippo Serafini', 2015, 1, pp. 35-74.

6.   Politica e istituzioni negli Affetti di un disperato di Giambattista Vico, Itinerari di Ricerca Storica, XXXI, 2017, n. 2, pp. 113-134.

7.   Amministrazione della giustizia, riforma dell'università e politiche pubbliche nel De Ratione di Giambattista Vico, Archivio Giuridico 'Filippo Serafini', 2017, nn. 3-4, pp. 685-806.

8.   Giuseppe Salvioli, Dizionario Biografico degli Italiani, vol. XC, 2017, pp, 68-72.

9.   Giuseppe Salvioli tra storia e riforma delle istituzioni liberali. La prolusione sul metodo storico nel diritto civile, Archivio Giuridico 'Filippo Serafini', CL, 2018, fasc. IV, pp. 791-836.

10. Istituzioni e politiche pubbliche nel De Rebus Gestis Antonii Caraphaei di Giambattista Vico, Itinerari di Ricerca Storica, XXXIII, 2019, n. 1, pp. 173-192.

11. Istituzioni e politiche pubbliche nelle Lettere sullo stato moderno di Francesco Fiorentino, Giornale di Storia Contemporanea, 2019, n. 2, pp. 133-156.

12. Francesco Fiorentino, il liberalismo moderato e le politiche pubbliche nella campagna elettorale del 1882, Itinerari di Ricerca Storica, XXXIII, 2019, n. 2, pp. 177-200.

13. Nicola Nicolini  e il costituzionalismo moderato, Montesquieu.it, 2019, vol. 11, pp. 1-31.

14. Istituzioni e legislazione sociale nel pensiero del giovane Giuseppe Salvioli, Diritto e Società, 2020, n. 1, pp. 123-158.

15. Istituzioni scolastiche e politiche pubbliche nell'attività parlamentare di Francesco Fiorentino, in AA. VV., Stato e cittadinanza: nascita e crisi della modernità, a cura di A. R. Gabellone e P. Chiantera - Stutte, Lecce, Milella, 2020, pp. 217-234.

16. G. B. Vico, la rivoluzione abbandonata e la congiura fallita, Itinerari di Ricerca Storica, XXXIV, 2020, n. 1, pp. 159-184.

17. L'eredità del Salvioli socialista. Stato e politiche pubbliche negli interventi su Echi e Commenti, Historia et Ius, 2020, num. 18.

18. Francesco Schupfer, DBI, 2020 (online).

19. Felice Battaglia e l'eredità politica della Destra Storica. Stato liberale e 'democrazia' nel pensiero di Francesco Fiorentino e di Angelo Camillo De Meis, Historia et Ius, 2021, num. 19, paper 17, pp. 1-53.

20. Giambattista Vico e le riforme istituzionali di Carlo di Borbone, Historia et Ius, 2021, num. 20, paper 22, pp. 1-74.

21. La peste a Napoli del 1656 nella lettura di Giannone e della letteratura illuminista, in RESpubblica, 2021, n. I (29), Pandemia e istituzioni, a cura di F. Bonini, S. Mori, D. Novarese, pp. 49-66.

22. Storiografia giuridica e istituzioni liberali. Rileggendo Feudi e Demani di Romualdo Trifone, Storia del mondo. Periodico telematico, n. 92, gennaio-giugno 2021, pp. 1-39.

23. Giuristi e giurisdizioni baronali nelle Massime di Paolo Mattia Doria, Historia et Ius, 2022, n. 21, paper 14, pp. 1-27.

24. Paolo Mattia Doria e il decentramento 'produttivo' nel Regno di Napoli, Rivista Studium Ricerca (Sezione online di Storia) anno 118, marzo/aprile 2022, n. 2, pp. 517-529.

Temi di ricerca

Settecento meridionale, Vico ed il vichismo, Storiografia giuridica ed istituzionale, Rivoluzione napoletana del 1820-1821