Nadia BRAY

Nadia BRAY

Ricercatore Universitario

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08: STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE.

Dipartimento di Studi Umanistici

Edificio Parlangeli - Via Stampacchia, 45 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 4903

Ricercatrice in Storia della filosofia medievale 

Area di competenza:

Storia della filosofia medievale (SSD M-FIL/08)

 

Orario di ricevimento

La prof. Bray effettua il ricevimento presso il suo studio:  Studium 2000, Edificio  5, I piano, Stanza 8, il lunedì mattina

Se si desidera un appuntamento, scrivere all'indirizzo e-mail: nadia.bray@unisalento.it, indicando nome e cognome.

Le date d'appello d'esame per l'a.a.2019-2020 sono indicate nella sezione "Modalità d'esame" della scheda DIDATTICA.

 

Le lezioni si svolgeranno a partire da mercoledì 25 col seguente calendario:

 

 

mercoledì 25-09-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

venerdì 27-09-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

mercoledì 02-10-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

venerdì 04-10-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 09-10-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

venerdì 11-10-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 16-10-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

venerdì 18-10-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 23-10-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

venerdì 25-10-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 30-10-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

mercoledì 06-11-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

venerdì 08-11-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 13-11-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

giovedì 14-11-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

B1 [Codacci-Pisanelli]

 

venerdì 15-11-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 20-11-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

giovedì 21-11-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

B1 [Codacci-Pisanelli]

 

venerdì 22-11-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 27-11-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

giovedì 28-11-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

B1 [Codacci-Pisanelli]

 

venerdì 29-11-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 04-12-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

giovedì 05-12-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

B1 [Codacci-Pisanelli]

 

venerdì 06-12-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 11-12-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

venerdì 13-12-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 18-12-2019

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

giovedì 19-12-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

B1 [Codacci-Pisanelli]

 

venerdì 20-12-2019

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 08-01-2020

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

giovedì 09-01-2020

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

B1 [Codacci-Pisanelli]

 

venerdì 10-01-2020

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

mercoledì 15-01-2020

11:00 - 13:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

Aula A [Ed. Donato Valli]

 

venerdì 17-01-2020

09:00 - 11:00

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Lezione

C1 (Codacci) [Codacci-Pisanelli]

 

 

 

 

 

Recapiti aggiuntivi

studio: Studium 2000, Edificio 5, I piano, stanza 8  email nadia.bray@unisalento.it

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Nadia Bray, nata nel 1978 a Lecce, è dal 2005 ricercatrice di Storia della filosofia medievale presso la Facoltà di lettere e filosofia dell'Università del Salento.
Ha studiato filosofia presso l’Università degli Studi di Lecce, dove si è laureata con il massimo dei voti nel 2001. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in storia della filosofia presso l’Università degli Studi di Lecce nel 2004. Ha partecipato negli anni 2000–2001 e 2002–2004 ai progetti di ricerca PRIN «Filosofia e scienze della natura nel Medioevo», Unità di ricerca di Lecce, responsabile Prof. Loris Sturlese. 

Soggiorni di studio a Wolfenbüttel (2004) con borsa bandita dalla “Findel Stiftung” presso la Herzog August Bibliothek.

Le sue attività di ricerca afferiscono al CETEFIL (Centro per l'Edizione di Testi Filosofici Medievali e Rinascimentali).

 

in via di aggiornamento

 

 

http://cetefil.altervista.org/index.html

 

https://www.facebook.com/Cetefil

 

Scarica curriculum vitae

Didattica

A.A. 2019/2020

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso CLASSICO

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso CLASSICO

A.A. 2018/2019

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 240.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 240.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

LABORATORIO DI FILOSOFIA PRATICA

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 2.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 20.0 Ore Studio individuale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 240.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

A.A. 2013/2014

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 240.0

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filosofica. Trattandosi di insegnamento rivolto a studenti e studentesse del I anno, si prescinderà dalla richiesta di conoscenze preliminari, ma i frequentanti saranno tenuti ad informarsi, mediante il manuale consigliato, sulle dottrine dei filosofi antichi menzionate volta a volta nelle lezioni e, mediante un Dizionario dei termini filosofici, sul significato di termini tecnici che verranno usati a lezione.

Introduzione alla  storia della filosofia antica e primo avvio alla lettura di testi filosofici.

Il corso si propone di presentare nella prima parte una sintesi dello sviluppo storico del pensiero filosofico antico dai presocratici ad Agostino, accennando a discussioni che si protrassero anche nel Medioevo sulla base della lettura delle fonti antiche trattate.

In una seconda parte verrà esaminata la storia delle dottrine dei filosofici Presocratici in Occidente. Il testo di Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009 fungerà da introduzione e guida per lo studio delle dottrine attribuite ai Presocratici dalla tradizione filosofica. Sarà inoltre presentata la raccolta di H. Diels, W. Kranz, I Presocratici. Testo greco a fronte, tradotto da G. Reale ed edito da Bompiani nel 2006 come opera di riferimento per la lettura dei corrispondenti frammenti e testimonianze e come esito di una tradizione storiografica che, documentando la fortuna e insieme la ricezione delle dottrine dei filosofi presocratici, gradualmente le acquisisce sino a produrre il progetto della loro edizione sistematica. In particolare, le teorie ascritte ad Anassagora varranno come esempio di studio particolare: le discussioni che suscitarono negli autori antichi saranno considerate più da vicino, vale a dire attraverso la lettura diretta di fonti scelte che le hanno tramandate, lette problematicamente, in modo da comprenderne il senso all’interno dei corrispondenti contesti di discussione e saranno rese disponibili (in pdf da scaricare nella bacheca on line della docente), attraverso una selezione della documentazione, dei passaggi testuali che saranno oggetto delle lezioni del corso.

L’insegnamento di Storia della metafisica antica e medievale si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi che permettano di leggere e commentare autonomamente un testo filosofico e di presentarne i temi fondamentali in modo chiaro e preciso. Lo studio del manuale servirà a fornire le coordinate storiche e concettuali all’interno delle quali verranno situati i testi oggetto della seconda parte del corso. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente i testi, inserendoli nel loro contesto storico e individuandone i temi più rilevanti, di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni, e di utilizzare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento.

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (60 ore). Eventuali seminari di approfondimento verranno organizzati sulla base delle esigenze che emergeranno nel corso delle lezioni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

Prova orale. La prova verrà di regola suddivisa in due parti. La prima verterà sullo sviluppo storico della storia della filosofia antica, che lo studente ricaverà dallo studio del manuale e della letteratura secondaria. Nella valutazione si terrà conto di 1) capacità di sintesi nell’esposizione; 2) proprietà e consapevolezza terminologica e di linguaggio; 3) rigore argomentativo. La seconda parte verterà sui testi filosofici da leggere integralmente, brani dei quali dovranno essere letti esposti e commentati. Nella valutazione della seconda parte si terrà conto, oltre ai tre criteri già indicati, di 4) capacità di contestualizzazione dei brani scelti all’interno dell’opera complessiva; 5) capacità di muoversi all’interno delle opere filosofiche in discussione attraverso la proposta di congruenti riferimenti. Un ulteriore criterio sarà l’appropriatezza delle cognizioni generali relative alla storia, alla geografia e alla religione nel periodo di cui si discute. 

18.09.2019

8.10.2019

5.12.2019

20.01.2010

10.02.2020

27.04.2020

18.05.2020

08.06.2020

20.07.2020

 

Dove non specificato, l’appello si terrà alle 9.30. 

Corso di insegnamento “STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE”

Corso di Laurea in Filosofia

AA 2019-2020 – docente titolare: prof.ssa Nadia Bray; Semestre I; Crediti 12

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

Introduzione alla  storia della filosofia antica e primo avvio alla lettura di testi filosofici.

Il corso si propone di presentare nella prima parte una sintesi dello sviluppo storico del pensiero filosofico antico dai presocratici ad Agostino, accennando a discussioni che si protrassero anche nel Medioevo sulla base della lettura delle fonti antiche trattate.

In una seconda parte verrà esaminata la storia delle dottrine dei filosofici Presocratici in Occidente. Il testo di Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009 fungerà da introduzione e guida per lo studio delle dottrine attribuite ai Presocratici dalla tradizione filosofica. Sarà inoltre presentata la raccolta di H. Diels, W. Kranz, I Presocratici. Testo greco a fronte, tradotto da G. Reale ed edito da Bompiani nel 2006 come opera di riferimento per la lettura dei corrispondenti frammenti e testimonianze e come esito di una tradizione storiografica che, documentando la fortuna e insieme la ricezione delle dottrine dei filosofi presocratici, gradualmente le acquisisce sino a produrre il progetto della loro edizione sistematica. In particolare, le teorie ascritte ad Anassagora varranno come esempio di studio particolare: le discussioni che suscitarono negli autori antichi saranno considerate più da vicino, vale a dire attraverso la lettura diretta di fonti scelte che le hanno tramandate, lette problematicamente, in modo da comprenderne il senso all’interno dei corrispondenti contesti di discussione e saranno rese disponibili (in pdf da scaricare nella bacheca on line della docente), attraverso una selezione della documentazione, dei passaggi testuali che saranno oggetto delle lezioni del corso.

Bibliografia:

Manuale:

P. Porro, C. Esposito, Filosofia. Antichità e medioevo, Vol. I, Laterza 2009 (solo parte relativa alla storia della filosofia antica)

Classico:

H.Diels, W.Kranz, I Presocratici. Traduzione con testo greco a fronte. Bompaini, 2006 (Il Pensiero Occidentale): solo passi scelti e resi disponibili con pdf in bacheca della docente.

Letteratura secondaria:

Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

L’insegnamento di Storia della metafisica antica e medievale si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi che permettano di leggere e commentare autonomamente un testo filosofico e di presentarne i temi fondamentali in modo chiaro e preciso. Lo studio del manuale servirà a fornire le coordinate storiche e concettuali all’interno delle quali verranno situati i testi oggetto della seconda parte del corso. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente i testi, inserendoli nel loro contesto storico e individuandone i temi più rilevanti, di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni, e di utilizzare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento.

3) Prerequisiti

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filosofica. Trattandosi di insegnamento rivolto a studenti e studentesse del I anno, si prescinderà dalla richiesta di conoscenze preliminari, ma i frequentanti saranno tenuti ad informarsi, mediante il manuale consigliato, sulle dottrine dei filosofi antichi menzionate volta a volta nelle lezioni e, mediante un Dizionario dei termini filosofici, sul significato di termini tecnici che verranno usati a lezione.

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Oltre al titolare del corso, possono essere eventualmente coinvolti nell’insegnamento in oggetto altri docenti, che potranno sviluppare temi specifici dell’argomento studiato.

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (60 ore). Eventuali seminari di approfondimento verranno organizzati sulla base delle esigenze che emergeranno nel corso delle lezioni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

6) Materiale didattico

Il materiale didattico è costituito dai libri indicati sopra al n. 1.

7) Modalità di valutazione degli studenti

Prova orale. La prova verrà di regola suddivisa in due parti. La prima verterà sullo sviluppo storico della storia della filosofia antica, che lo studente ricaverà dallo studio del manuale e della letteratura secondaria. Nella valutazione si terrà conto di 1) capacità di sintesi nell’esposizione; 2) proprietà e consapevolezza terminologica e di linguaggio; 3) rigore argomentativo. La seconda parte verterà sui testi filosofici da leggere integralmente, brani dei quali dovranno essere letti esposti e commentati. Nella valutazione della seconda parte si terrà conto, oltre ai tre criteri già indicati, di 4) capacità di contestualizzazione dei brani scelti all’interno dell’opera complessiva; 5) capacità di muoversi all’interno delle opere filosofiche in discussione attraverso la proposta di congruenti riferimenti. Un ulteriore criterio sarà l’appropriatezza delle cognizioni generali relative alla storia, alla geografia e alla religione nel periodo di cui si discute. 

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

18.09.2019 (se possibile farei nel pomeriggio perché ritorno la mattina)

8.10.2019

5.12.2019

20.01.2010

10.02.2020

27.04.2020

18.05.2020

08.06.2020

20.07.2020

 

Dove non specificato, l’appello si terrà alle 9.30. 

9) Commissione di esame:

 Nadia Bray, Fiorella Retucci, Elisa Rubino, Alessandra Beccarisi, Luana Rizzo.

 

 

Manuale:

P. Porro, C. Esposito, Filosofia. Antichità e medioevo, Vol. I, Laterza 2009 (solo parte relativa alla storia della filosofia antica)

Classico:

H.Diels, W.Kranz, I Presocratici. Traduzione con testo greco a fronte. Bompaini, 2006 (Il Pensiero Occidentale): solo passi scelti e resi disponibili con pdf in bacheca della docente.

Letteratura secondaria:

Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso CLASSICO (031)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filosofica. Trattandosi di insegnamento rivolto a studenti e studentesse del I anno, si prescinderà dalla richiesta di conoscenze preliminari, ma i frequentanti saranno tenuti ad informarsi, mediante il manuale consigliato, sulle dottrine dei filosofi antichi menzionate volta a volta nelle lezioni e, mediante un Dizionario dei termini filosofici, sul significato di termini tecnici che verranno usati a lezione.

Introduzione alla  storia della filosofia antica e primo avvio alla lettura di testi filosofici.

Il corso si propone di presentare nella prima parte una sintesi dello sviluppo storico del pensiero filosofico antico dai presocratici ad Agostino, accennando a discussioni che si protrassero anche nel Medioevo sulla base della lettura delle fonti antiche trattate.

In una seconda parte verrà esaminata la storia delle dottrine dei filosofici Presocratici in Occidente. Il testo di Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009 fungerà da introduzione e guida per lo studio delle dottrine attribuite ai Presocratici dalla tradizione filosofica. Sarà inoltre presentata la raccolta di H. Diels, W. Kranz, I Presocratici. Testo greco a fronte, tradotto da G. Reale ed edito da Bompiani nel 2006 come opera di riferimento per la lettura dei corrispondenti frammenti e testimonianze e come esito di una tradizione storiografica che, documentando la fortuna e insieme la ricezione delle dottrine dei filosofi presocratici, gradualmente le acquisisce sino a produrre il progetto della loro edizione sistematica. In particolare, le teorie ascritte ad Anassagora varranno come esempio di studio particolare: le discussioni che suscitarono negli autori antichi saranno considerate più da vicino, vale a dire attraverso la lettura diretta di fonti scelte che le hanno tramandate, lette problematicamente, in modo da comprenderne il senso all’interno dei corrispondenti contesti di discussione e saranno rese disponibili (in pdf da scaricare nella bacheca on line della docente), attraverso una selezione della documentazione, dei passaggi testuali che saranno oggetto delle lezioni del corso.

L’insegnamento di Storia della metafisica antica e medievale si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi che permettano di leggere e commentare autonomamente un testo filosofico e di presentarne i temi fondamentali in modo chiaro e preciso. Lo studio del manuale servirà a fornire le coordinate storiche e concettuali all’interno delle quali verranno situati i testi oggetto della seconda parte del corso. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente i testi, inserendoli nel loro contesto storico e individuandone i temi più rilevanti, di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni, e di utilizzare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento.

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (60 ore). Eventuali seminari di approfondimento verranno organizzati sulla base delle esigenze che emergeranno nel corso delle lezioni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

Prova orale. La prova verrà di regola suddivisa in due parti. La prima verterà sullo sviluppo storico della storia della filosofia antica, che lo studente ricaverà dallo studio del manuale e della letteratura secondaria. Nella valutazione si terrà conto di 1) capacità di sintesi nell’esposizione; 2) proprietà e consapevolezza terminologica e di linguaggio; 3) rigore argomentativo. La seconda parte verterà sui testi filosofici da leggere integralmente, brani dei quali dovranno essere letti esposti e commentati. Nella valutazione della seconda parte si terrà conto, oltre ai tre criteri già indicati, di 4) capacità di contestualizzazione dei brani scelti all’interno dell’opera complessiva; 5) capacità di muoversi all’interno delle opere filosofiche in discussione attraverso la proposta di congruenti riferimenti. Un ulteriore criterio sarà l’appropriatezza delle cognizioni generali relative alla storia, alla geografia e alla religione nel periodo di cui si discute. 

18.09.2019

8.10.2019

5.12.2019

20.01.2010

10.02.2020

27.04.2020

18.05.2020

08.06.2020

20.07.2020

 

Dove non specificato, l’appello si terrà alle 9.30. 

Corso di insegnamento “STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE”

Corso di Laurea in Filosofia

AA 2019-2020 – docente titolare: prof.ssa Nadia Bray; Semestre I; Crediti 6

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

Introduzione alla  storia della filosofia antica e primo avvio alla lettura di testi filosofici.

Il corso si propone di presentare nella prima parte una sintesi dello sviluppo storico del pensiero filosofico antico dai presocratici ad Agostino, accennando a discussioni che si protrassero anche nel Medioevo sulla base della lettura delle fonti antiche trattate.

In una seconda parte verrà esaminata la storia delle dottrine dei filosofici Presocratici in Occidente. Il testo di Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009 fungerà da introduzione e guida per lo studio delle dottrine attribuite ai Presocratici dalla tradizione filosofica. Sarà inoltre presentata la raccolta di H. Diels, W. Kranz, I Presocratici. Testo greco a fronte, tradotto da G. Reale ed edito da Bompiani nel 2006 come opera di riferimento per la lettura dei corrispondenti frammenti e testimonianze e come esito di una tradizione storiografica che, documentando la fortuna e insieme la ricezione delle dottrine dei filosofi presocratici, gradualmente le acquisisce sino a produrre il progetto della loro edizione sistematica. In particolare, le teorie ascritte ad Anassagora varranno come esempio di studio particolare: le discussioni che suscitarono negli autori antichi saranno considerate più da vicino, vale a dire attraverso la lettura diretta di fonti scelte che le hanno tramandate, lette problematicamente, in modo da comprenderne il senso all’interno dei corrispondenti contesti di discussione e saranno rese disponibili (in pdf da scaricare nella bacheca on line della docente), attraverso una selezione della documentazione, dei passaggi testuali che saranno oggetto delle lezioni del corso.

Bibliografia:

Manuale:

P. Porro, C. Esposito, Filosofia. Antichità e medioevo, Vol. I, Laterza 2009 (solo parte relativa alla storia della filosofia antica)

 

Letteratura secondaria:

Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

L’insegnamento di Storia della metafisica antica e medievale si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi che permettano di leggere e commentare autonomamente un testo filosofico e di presentarne i temi fondamentali in modo chiaro e preciso. Lo studio del manuale servirà a fornire le coordinate storiche e concettuali all’interno delle quali verranno situati i testi oggetto della seconda parte del corso. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente i testi, inserendoli nel loro contesto storico e individuandone i temi più rilevanti, di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni, e di utilizzare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento.

3) Prerequisiti

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filosofica. Trattandosi di insegnamento rivolto a studenti e studentesse del I anno, si prescinderà dalla richiesta di conoscenze preliminari, ma i frequentanti saranno tenuti ad informarsi, mediante il manuale consigliato, sulle dottrine dei filosofi antichi menzionate volta a volta nelle lezioni e, mediante un Dizionario dei termini filosofici, sul significato di termini tecnici che verranno usati a lezione.

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Oltre al titolare del corso, possono essere eventualmente coinvolti nell’insegnamento in oggetto altri docenti, che potranno sviluppare temi specifici dell’argomento studiato.

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (60 ore). Eventuali seminari di approfondimento verranno organizzati sulla base delle esigenze che emergeranno nel corso delle lezioni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

6) Materiale didattico

Il materiale didattico è costituito dai libri indicati sopra al n. 1.

7) Modalità di valutazione degli studenti

Prova orale. La prova verrà di regola suddivisa in due parti. La prima verterà sullo sviluppo storico della storia della filosofia antica, che lo studente ricaverà dallo studio del manuale e della letteratura secondaria. Nella valutazione si terrà conto di 1) capacità di sintesi nell’esposizione; 2) proprietà e consapevolezza terminologica e di linguaggio; 3) rigore argomentativo. La seconda parte verterà sui testi filosofici da leggere integralmente, brani dei quali dovranno essere letti esposti e commentati. Nella valutazione della seconda parte si terrà conto, oltre ai tre criteri già indicati, di 4) capacità di contestualizzazione dei brani scelti all’interno dell’opera complessiva; 5) capacità di muoversi all’interno delle opere filosofiche in discussione attraverso la proposta di congruenti riferimenti. Un ulteriore criterio sarà l’appropriatezza delle cognizioni generali relative alla storia, alla geografia e alla religione nel periodo di cui si discute. 

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

18.09.2019 (se possibile farei nel pomeriggio perché ritorno la mattina)

8.10.2019

5.12.2019

20.01.2010

10.02.2020

27.04.2020

18.05.2020

08.06.2020

20.07.2020

 

Dove non specificato, l’appello si terrà alle 9.30. 

9) Commissione di esame:

 Nadia Bray, Fiorella Retucci, Elisa Rubino, Alessandra Beccarisi, Luana Rizzo.

 

 

Manuale:

P. Porro, C. Esposito, Filosofia. Antichità e medioevo, Vol. I, Laterza 2009 (solo parte relativa alla storia della filosofia antica)

Letteratura secondaria:

Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea LETTERE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso CLASSICO (031)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filosofica. Trattandosi di insegnamento rivolto a studenti e studentesse del I anno, si prescinderà dalla richiesta di conoscenze preliminari, ma i frequentanti saranno tenuti ad informarsi, mediante il manuale consigliato, sulle dottrine dei filosofi antichi menzionate volta a volta nelle lezioni e, mediante un Dizionario dei termini filosofici, sul significato di termini tecnici che verranno usati a lezione.

Introduzione alla  storia della filosofia antica e primo avvio alla lettura di testi filosofici.

Il corso si propone di presentare nella prima parte una sintesi dello sviluppo storico del pensiero filosofico antico dai presocratici ad Agostino, accennando a discussioni che si protrassero anche nel Medioevo sulla base della lettura delle fonti antiche trattate.

In una seconda parte verrà esaminata la storia delle dottrine dei filosofici Presocratici in Occidente. Il testo di Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009 fungerà da introduzione e guida per lo studio delle dottrine attribuite ai Presocratici dalla tradizione filosofica. Sarà inoltre presentata la raccolta di H. Diels, W. Kranz, I Presocratici. Testo greco a fronte, tradotto da G. Reale ed edito da Bompiani nel 2006 come opera di riferimento per la lettura dei corrispondenti frammenti e testimonianze e come esito di una tradizione storiografica che, documentando la fortuna e insieme la ricezione delle dottrine dei filosofi presocratici, gradualmente le acquisisce sino a produrre il progetto della loro edizione sistematica. In particolare, le teorie ascritte ad Anassagora varranno come esempio di studio particolare: le discussioni che suscitarono negli autori antichi saranno considerate più da vicino, vale a dire attraverso la lettura diretta di fonti scelte che le hanno tramandate, lette problematicamente, in modo da comprenderne il senso all’interno dei corrispondenti contesti di discussione e saranno rese disponibili (in pdf da scaricare nella bacheca on line della docente), attraverso una selezione della documentazione, dei passaggi testuali che saranno oggetto delle lezioni del corso.

L’insegnamento di Storia della metafisica antica e medievale si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi che permettano di leggere e commentare autonomamente un testo filosofico e di presentarne i temi fondamentali in modo chiaro e preciso. Lo studio del manuale servirà a fornire le coordinate storiche e concettuali all’interno delle quali verranno situati i testi oggetto della seconda parte del corso. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente i testi, inserendoli nel loro contesto storico e individuandone i temi più rilevanti, di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni, e di utilizzare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento.

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (60 ore). Eventuali seminari di approfondimento verranno organizzati sulla base delle esigenze che emergeranno nel corso delle lezioni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

Prova orale. La prova verrà di regola suddivisa in due parti. La prima verterà sullo sviluppo storico della storia della filosofia antica, che lo studente ricaverà dallo studio del manuale e della letteratura secondaria. Nella valutazione si terrà conto di 1) capacità di sintesi nell’esposizione; 2) proprietà e consapevolezza terminologica e di linguaggio; 3) rigore argomentativo. La seconda parte verterà sui testi filosofici da leggere integralmente, brani dei quali dovranno essere letti esposti e commentati. Nella valutazione della seconda parte si terrà conto, oltre ai tre criteri già indicati, di 4) capacità di contestualizzazione dei brani scelti all’interno dell’opera complessiva; 5) capacità di muoversi all’interno delle opere filosofiche in discussione attraverso la proposta di congruenti riferimenti. Un ulteriore criterio sarà l’appropriatezza delle cognizioni generali relative alla storia, alla geografia e alla religione nel periodo di cui si discute. 

18.09.2019

8.10.2019

5.12.2019

20.01.2010

10.02.2020

27.04.2020

18.05.2020

08.06.2020

20.07.2020

 

Dove non specificato, l’appello si terrà alle 9.30. 

Corso di insegnamento “STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE”

Corso di Laurea in Filosofia

AA 2019-2020 – docente titolare: prof.ssa Nadia Bray; Semestre I; Crediti 6

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

Introduzione alla  storia della filosofia antica e primo avvio alla lettura di testi filosofici.

Il corso si propone di presentare nella prima parte una sintesi dello sviluppo storico del pensiero filosofico antico dai presocratici ad Agostino, accennando a discussioni che si protrassero anche nel Medioevo sulla base della lettura delle fonti antiche trattate.

In una seconda parte verrà esaminata la storia delle dottrine dei filosofici Presocratici in Occidente. Il testo di Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009 fungerà da introduzione e guida per lo studio delle dottrine attribuite ai Presocratici dalla tradizione filosofica. Sarà inoltre presentata la raccolta di H. Diels, W. Kranz, I Presocratici. Testo greco a fronte, tradotto da G. Reale ed edito da Bompiani nel 2006 come opera di riferimento per la lettura dei corrispondenti frammenti e testimonianze e come esito di una tradizione storiografica che, documentando la fortuna e insieme la ricezione delle dottrine dei filosofi presocratici, gradualmente le acquisisce sino a produrre il progetto della loro edizione sistematica. In particolare, le teorie ascritte ad Anassagora varranno come esempio di studio particolare: le discussioni che suscitarono negli autori antichi saranno considerate più da vicino, vale a dire attraverso la lettura diretta di fonti scelte che le hanno tramandate, lette problematicamente, in modo da comprenderne il senso all’interno dei corrispondenti contesti di discussione e saranno rese disponibili (in pdf da scaricare nella bacheca on line della docente), attraverso una selezione della documentazione, dei passaggi testuali che saranno oggetto delle lezioni del corso.

Bibliografia:

Manuale:

P. Porro, C. Esposito, Filosofia. Antichità e medioevo, Vol. I, Laterza 2009 (solo parte relativa alla storia della filosofia antica)

 

Letteratura secondaria:

Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

L’insegnamento di Storia della metafisica antica e medievale si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi che permettano di leggere e commentare autonomamente un testo filosofico e di presentarne i temi fondamentali in modo chiaro e preciso. Lo studio del manuale servirà a fornire le coordinate storiche e concettuali all’interno delle quali verranno situati i testi oggetto della seconda parte del corso. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente i testi, inserendoli nel loro contesto storico e individuandone i temi più rilevanti, di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni, e di utilizzare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento.

3) Prerequisiti

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filosofica. Trattandosi di insegnamento rivolto a studenti e studentesse del I anno, si prescinderà dalla richiesta di conoscenze preliminari, ma i frequentanti saranno tenuti ad informarsi, mediante il manuale consigliato, sulle dottrine dei filosofi antichi menzionate volta a volta nelle lezioni e, mediante un Dizionario dei termini filosofici, sul significato di termini tecnici che verranno usati a lezione.

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Oltre al titolare del corso, possono essere eventualmente coinvolti nell’insegnamento in oggetto altri docenti, che potranno sviluppare temi specifici dell’argomento studiato.

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (60 ore). Eventuali seminari di approfondimento verranno organizzati sulla base delle esigenze che emergeranno nel corso delle lezioni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

6) Materiale didattico

Il materiale didattico è costituito dai libri indicati sopra al n. 1.

7) Modalità di valutazione degli studenti

Prova orale. La prova verrà di regola suddivisa in due parti. La prima verterà sullo sviluppo storico della storia della filosofia antica, che lo studente ricaverà dallo studio del manuale e della letteratura secondaria. Nella valutazione si terrà conto di 1) capacità di sintesi nell’esposizione; 2) proprietà e consapevolezza terminologica e di linguaggio; 3) rigore argomentativo. La seconda parte verterà sui testi filosofici da leggere integralmente, brani dei quali dovranno essere letti esposti e commentati. Nella valutazione della seconda parte si terrà conto, oltre ai tre criteri già indicati, di 4) capacità di contestualizzazione dei brani scelti all’interno dell’opera complessiva; 5) capacità di muoversi all’interno delle opere filosofiche in discussione attraverso la proposta di congruenti riferimenti. Un ulteriore criterio sarà l’appropriatezza delle cognizioni generali relative alla storia, alla geografia e alla religione nel periodo di cui si discute. 

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

18.09.2019 (se possibile farei nel pomeriggio perché ritorno la mattina)

8.10.2019

5.12.2019

20.01.2010

10.02.2020

27.04.2020

18.05.2020

08.06.2020

20.07.2020

 

Dove non specificato, l’appello si terrà alle 9.30. 

9) Commissione di esame:

 Nadia Bray, Fiorella Retucci, Elisa Rubino, Alessandra Beccarisi, Luana Rizzo.

 

 

Manuale:

P. Porro, C. Esposito, Filosofia. Antichità e medioevo, Vol. I, Laterza 2009 (solo parte relativa alla storia della filosofia antica)

Letteratura secondaria:

Giovanni Casertano, I Presocratici, Carocci 2009

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filosofica. Trattandosi di insegnamento rivolto a studenti e studentesse del I anno, si prescinderà dalla richiesta di conoscenze preliminari, ma i frequentanti saranno tenuti ad informarsi, mediante il manuale consigliato, sulle dottrine dei filosofi antichi menzionate volta a volta nelle lezioni e, mediante un Dizionario dei termini filosofici, sul significato di termini tecnici che verranno usati a lezione.

Il corso si propone di presentare nella prima parte una sintesi dello sviluppo storico del pensiero filosofico antico dai presocratici ad Agostino, accennando a discussioni che si protrassero anche nel Medioevo sulla base della lettura delle fonti antiche trattate.

In una seconda parte verranno lette cospicue parti della Metafisica di Aristotele.

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (60 ore). Eventuali seminari di approfondimento verranno organizzati sulla base delle esigenze che emergeranno nel corso delle lezioni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

Prova orale. La prova verrà di regola suddivisa in due parti. La prima verterà sullo sviluppo storico della storia della filosofia antica, che lo studente ricaverà dallo studio del manuale e della letteratura secondaria. Nella valutazione si terrà conto di 1) capacità di sintesi nell’esposizione; 2) proprietà e consapevolezza terminologica e di linguaggio; 3) rigore argomentativo. La seconda parte verterà sui testi filosofici da leggere integralmente, brani dei quali dovranno essere letti esposti e commentati. Nella valutazione della seconda parte si terrà conto, oltre ai tre criteri già indicati, di 4) capacità di contestualizzazione dei brani scelti all’interno dell’opera complessiva; 5) capacità di muoversi all’interno delle opere filosofiche in discussione attraverso la proposta di congruenti riferimenti. Un ulteriore criterio sarà l’appropriatezza delle cognizioni generali relative alla storia, alla geografia e alla religione nel periodo di cui si discute. 

 

Appelli 

 

12 novembre 2018 (per studenti frequentanti in anni precedenti a quello in corso)

 

3 dicembre 2018

 

21 gennaio 2019

 

8 febbraio 2019

 

23 aprile 2019 (Appello d’esame riservato a studenti fuori corso, dei percorsi internazionali e laureandi della sessione estiva dell’a.a. 2018/2019)

 

27 maggio 2019

 

17 giugno 2019

 

29 luglio 2019

 

18 settembre 2019

 

Commissione: Nadia Bray (Presidente), Fiorella Retucci (Componente), Elisa Rubino (Componente), Alessandra Beccarisi (Componente), Loris Sturlese (Componente), Luana Rizzo (Componente)

 

 

Corso di insegnamento “STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE”

Corso di Laurea in Filosofia

AA 2018-2019 – docente titolare: prof.ssa Nadia Bray; Semestre I; Crediti 12

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

Introduzione alla  storia della filosofia antica e primo avvio alla lettura di testi filosofici.

Il corso si propone di presentare nella prima parte una sintesi dello sviluppo storico del pensiero filosofico antico dai presocratici ad Agostino, accennando a discussioni che si protrassero anche nel Medioevo sulla base della lettura delle fonti antiche trattate.

In una seconda parte verranno lette cospicue parti della Metafisica di Aristotele.

Bibliografia:

Manuale:

P. Porro, C. Esposito, Filosofia. Antichità e medioevo, Vol. I, Laterza 2009 (solo parte relativa alla storia della filosofia antica)

Classico:

Aristotele, Metafisica, traduzione e introduzione di Giovanni Reale, Bompiani, 2000 (Testi a fronte).

Letteratura secondaria:

Pierluigi Donini, La Metafisica di Aristotele. Introduzione alla lettura, Carocci, 2007 (Quality paperbacks)

Mario Vegetti, Incontro con Aristotele. Quindici lezioni, Einaudi, 2016

2) Conoscenze e abilità da acquisire

L’insegnamento di Storia della metafisica antica e medievale si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi che permettano di leggere e commentare autonomamente un testo filosofico e di presentarne i temi fondamentali in modo chiaro e preciso. Lo studio del manuale servirà a fornire le coordinate storiche e concettuali all’interno delle quali verranno situati i testi oggetto della seconda parte del corso. Verrà avviato lo sviluppo della capacità di analizzare criticamente i testi, inserendoli nel loro contesto storico e individuandone i temi più rilevanti, di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni, e di utilizzare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento.

3) Prerequisiti

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza generale della terminologia filosofica. Trattandosi di insegnamento rivolto a studenti e studentesse del I anno, si prescinderà dalla richiesta di conoscenze preliminari, ma i frequentanti saranno tenuti ad informarsi, mediante il manuale consigliato, sulle dottrine dei filosofi antichi menzionate volta a volta nelle lezioni e, mediante un Dizionario dei termini filosofici, sul significato di termini tecnici che verranno usati a lezione.

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Oltre al titolare del corso, possono essere eventualmente coinvolti nell’insegnamento in oggetto altri docenti, che potranno sviluppare temi specifici dell’argomento studiato.

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

L’insegnamento si compone di lezioni frontali (60 ore). Eventuali seminari di approfondimento verranno organizzati sulla base delle esigenze che emergeranno nel corso delle lezioni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

6) Materiale didattico

Il materiale didattico è costituito dai libri indicati sopra al n. 1.

7) Modalità di valutazione degli studenti

Prova orale. La prova verrà di regola suddivisa in due parti. La prima verterà sullo sviluppo storico della storia della filosofia antica, che lo studente ricaverà dallo studio del manuale e della letteratura secondaria. Nella valutazione si terrà conto di 1) capacità di sintesi nell’esposizione; 2) proprietà e consapevolezza terminologica e di linguaggio; 3) rigore argomentativo. La seconda parte verterà sui testi filosofici da leggere integralmente, brani dei quali dovranno essere letti esposti e commentati. Nella valutazione della seconda parte si terrà conto, oltre ai tre criteri già indicati, di 4) capacità di contestualizzazione dei brani scelti all’interno dell’opera complessiva; 5) capacità di muoversi all’interno delle opere filosofiche in discussione attraverso la proposta di congruenti riferimenti. Un ulteriore criterio sarà l’appropriatezza delle cognizioni generali relative alla storia, alla geografia e alla religione nel periodo di cui si discute. 

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

9) Commissione di esame:

 Nadia Bray, Fiorella Retucci, Elisa Rubino, Alessandra Beccarisi.

 

 

Bibliografia:

Manuale:

P. Porro, C. Esposito, Filosofia. Antichità e medioevo, Vol. I, Laterza 2009 (solo parte relativa alla storia della filosofia antica)

Classico:

Aristotele, Metafisica, traduzione e introduzione di Giovanni Reale, Bompiani, 2000 (Testi a fronte).

Letteratura secondaria:

Pierluigi Donini, La Metafisica di Aristotele. Introduzione alla lettura, Carocci, 2007 (Quality paperbacks)

Mario Vegetti, Incontro con Aristotele. Quindici lezioni, Einaudi, 2016

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 240.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 240.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 22/02/2016 al 21/05/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)
LABORATORIO DI FILOSOFIA PRATICA

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 2.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 20.0 Ore Studio individuale: 30.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 02/03/2015 al 30/05/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

LABORATORIO DI FILOSOFIA PRATICA (M-FIL/08)
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 240.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 02/03/2015 al 30/05/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)
STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE

Corso di laurea FILOSOFIA

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 12.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 240.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 03/03/2014 al 06/06/2014)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

STORIA DELLA METAFISICA ANTICA E MEDIEVALE (M-FIL/08)

Pubblicazioni

Nadia Bray, Elenco di tutte le pubblicazioni scientifiche prodotte

           

1. BRAY N. (2003). «Meister Eckhart e Dietrich di Freiberg nell'‘Opus Ior’ di Giordano di Quedlinburg». GIORNALE CRITICO DELLA FILOSOFIA ITALIANA. vol. 82, pp. 37-52 ISSN: 0017-0089.

           

2. BRAY N. (2003). Prolegomena und Indices. In: HG. VON U. R. JECK, I. TAUTZ, MIT EINEM VORWORT VON L. STURLESE. Berthold von Moosburg, Expositio super Elementationem theologicam Procli, prop. 160-183. (vol. VI,7). ISBN: 3-7873-1661-2. Corpus Philosophorum Teutonicorum Medii Aevi. HAMBURG: Meiner (GERMANY).

           

3. BRAY N. (2003). Citazioni della Bibbia in tedesco nelle Prediche di Meister Eckhart. In: Filosofia in volgare nel Medioevo. Filosofia in volgare nel Medioevo. 27 9 2002. (pp. 57-80). LOUVEN-LA-NEUVE: Brepols (BELGIUM).

 

4. BRAY N. (2003). Register. 2003. (vol. 2, pp. 233-251). in: Lectura Eckhardi II. Predigten Meister Eckharts von Fachgelehrten gelesen und gedeutetII, HRSG. VON GEORG STEER UND LORIS STURLESE, STUTTGART, KOHLHAMMER 2003, PP. 233-251.

 

5. BRAY N. (2003). Filosofia in volgare nel Medioevo. (pp. I-527). LOUVEN-LA-NEUVE: Brepols (BELGIUM).

                       

6. BRAY N. (2004). Opus Ior, Registrum sermonum, Tabula contentorum per ordinem alphabeti. 2004. (vol. XIII, pp. VII). 2004 ISBN 88-7642-126-2.

                       

7. BRAY N. (2005). «Deutsche Bibelzitate in den Predigten Meister Eckharts». Di HG. VON A. SPEER UND L. WEGENER. (vol. 32, pp. 409-426). ISBN 3-11-018583-0. BERLIN: de Gruyter (GERMANY).

           

9. BRAY N. (2006). Recensione di “Hermetism from late Antiquity to Humanism. La tradizione ermetica dal mondo tardo-antico all'Umanesimo” a cura di Paolo Lucentini, Ilaria Parri, Vittoria Perrone, in: “Rivista di Storia della filosofia” (3/2006), pp. 801-805

 

10. BRAY N. (2007), Recensione di “L’ordre de l’affect au Moyen Âge. Autour de l’anthropologie affective d’Aelred de Rievaulx” a cura di Damien Boquet, Caen 2005, Publications du CRAHM, in:

“Archives d'histoire doctrinale et littéraire du Moyen Âge”, p. 378.

 

11. BRAY N. (2007) L'«Opus Ior» di Giordano di Quedlinburg come documento delle discussioni posteckhartiane in Intellect et imagination dans la philosophie médiévale. Intellect and Imagination in Medieval Philosophy. Intelecto e imaginação na Filosofia Medieval. Actes du XIe Congrès international de philosophie médiévale de la Société Internationale pour l'Etude de la Philosophie Médiévale (S.I.E.P.M.). Porto, du 26 au 31 août 2002 cur. Maria Cândida da Costa Reis Monteiro Pacheco - José Francisco Meirinhos, Turnhout, Brepols 2006 (Société Internationale pour l'Etude de la Philosophie Médiévale. Rencontres de philosophie médiévale 11, 1-3) pp. XL-2008, 1575-86

 

12. BRAY N. (ed.) (2008) Jordan von Quedlinburg Opus Postillarum et Sermonum de Evangeliis dominicalibus. De nativitate Domini. Opus Ior. Sermoni selecti de filiatione divina praef. , praef. Loris Sturlese, Hamburg, Meiner 2008 pp. XXXV-164 (Corpus philosophorum Teutonicorum medii aevi VII 3)

 

13. BRAY N. (2008) «Auctoritates» bibliche e «Quaestiones» dottrinali nell'«Opus Tripartitum» di Eckhart e nella «Summa theologiae» di Tommaso d'Aquino in  «Per perscrutationem philosophicam». Neue Perspektiven der mittelalterlichen Forschung. Loris Sturlese zum 60. Geburtstag gewidmet cur. Alessandra Beccarisi - Ruedi Imbach - Pasquale Porro, Hamburg, Meiner 2008 (Corpus philosophorum Teutonicorum medii aevi. Beihefte 4) pp. X-495, 156-83.

 

 

14. BRAY N. (2011)  La sapienza pagana negli scritti di Meister Eckhart. Il caso di Seneca e Cicerone in L'antichità classica nel pensiero medievale. Atti del Convegno della Società italiana per lo studio del pensiero medievale (S.I.S.P.M.). Trento, 27-29 settembre 2010 cur. Alessandro Palazzo, Porto, Fédération Internationale des Instituts d'Etudes Médiévales (FIDEM) 2011 (Fédération Internationale des Instituts d'Etudes Médiévales (FIDEM). Textes et études du moyen âge 61) pp. 492, 323-39

 

15. BRAY N. (2012)  “Meister Eckhart lettore di Seneca”, in: Universalità della ragione. Pluralità delle filosofie nel Medioevo, a cura di A. Musco, C. Compagno, S. D’Agostino, G. Musotto, II,2, Palermo 2012, pp. 621-630 (ISBN 978-88-6485-051-1).

 

16. BRAY N. (2012), “disputat pulchre et diffuse Tullius: Eckhart e Cicerone”, in: Studi sulle fonti di Meister Eckhart, a cura di L. Sturlese, II, Freibourg 2012 (Dokimion 37), pp. 39-72 (ISBN: 978-3-7278-1730-4).

 

17. N. Bray, “The Reception of Meister Eckhart in 14th-Century Germany”, in: A Companion to Meister Eckhart, ed. by J. Hackett, Leiden-Boston, Brill, 2013 (Companion to the Christian Tradition, Vol. 36), pp. 481-508 (ISBN 978-90-04-18347-6).

 

18. BRAY N. (2015), Nadia Bray, La dottrina della connessione delle virtù secondo Alberto Magno, in A. Capone e A. Beccarisi, Aliter. Controversie religiose e definizioni di identitò tra Tardoantico e Medioevo. Roma, Edizioni di Storia della Letteratura, 2015, pp. 95-116.

 

19. Nadia Bray, Eckhart’s Stoic doctrine of freedom and its metaphysical foundation, in «Medioevo» XXVIII (2017), pp.227-242

 

20. Bray, N., La tradizione filosofica stoica nel medioevo. Un approccio dossografico. Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2018.

 

20. Bray, N., Magis videtur fuisse stoicus. Avicebron in Alberto, in Per studium et doctrinam. (Flumen sapientiae)

 

 

Scarica pubblicazioni

Temi di ricerca

 

Il mio lavoro di ricerca rientra nelle attività afferenti al CETEFIL e riguarda edizioni critiche e studio di testi e di temi rilevanti per la Storia della filosofia medievale. Mi sono occupata dell'edizione di un ciclo di prediche liturgiche di Iordanus de Quedlinbug (OESA †1483) e di esemplari di 'Registri' provenienti dalle sue opere. I miei studi sono stati rivolti sino al 2013 soprattutto  allo studio del pensiero eckhartiano e alla recezione delle sue opere nelle generazioni successive.

Nel 2018 ho licenziato la monografia intitolata "La tradizione filosofica stoica nel Medioevo. Un approccio dossografico", Roma, Edizioni di Storia e Letteratura. Il lavoro consiste nella ricostruzione della ricezione dello Stoicismo nel Medioevo in autori compresi tra il V e il XIV secolo. Condotto sulla base del metodo dossografico – rilevamento di menzioni dell'epiteto 'Stoic-', variamente declinato, e di tutte le citazioni esplicite di 'Cicero'/'Tullius', 'Seneca', 'Aulus Gellius' e Macrobius nei testi editi e anche stampa– lo studio si propone di correggere la tesi sotenuta da G. Verbecke  (The Presence of Stoicism in Medieval Thought, 1893), secondo cui la recezione medievale dello stoicismo fu per gli intellettuali del tutto.

I risultati fondamentali conseguiti sono almeno tre:

Il primo consiste nell'individuazione dei principali testimoni della recezione della filosofia stoica, presentati in tre distinte sezioni: Agostino, Boezio e Calcidio per la prima sezione (V-VIII sec.); Abelardo e Giovanni di Salisbury per la seconda sezione (IX-XII sec.); Alberto Magno, Tommaso di York, Ruggero Bacone e Meister Eckhart per la terza sezione (XIII-XIV sec.).

Il secondo risultato consiste nell'acquisizione dei principali temi di discussione: monoteismo, provvidenzialismo, determinismo, fiducia nella ragione umana, dominio delle passioni, fratellanza universale, teoria della connessione delle virtù e dell'equivalenza dei peccati e, in particolare, questione della natura divina della ragione umana.

Il terzo e più importante risultato riguarda infine l'interpretazione: lungi dal citare dai florilegi e dall'utilizzare le dottrine senecane, ciceroniane e stoiche in modo meramente esornativo, i testimoni della recezione medievale dello stoicismo sono veramente consapevoli di cosa la filosofia stoica sia: per tutti una sorta di platonismo radicale, per alcuni una lettura erronea della filosofia di Aristotele. Si delineano così nella coscienza storiografica della cultura medievale l'esistenza di tre grandi scuole (sectae) filosofiche – platonica, peripatetica e stoica–,  e si valuta la validità dei loro contenuti dottrinali: la più alta posta in gioco della discussione riguarda il filosofema della possibile perfezione della ragione umana, della sua natura divina.

 

A partire dal 2018 mi occupo di un'indagine preliminare volta a vagliare le possibilità di un progetto dedicato alla ricezione della filosofia pre-platonica nella storia del pensiero medievale. Sino ad ora i risultati di un primo studio sono  stati  illustrati in una relazione tenuta a Basilea (5 settembre 2018) dal titolo: Anaxagoras in the Middle Ages. The case of Thomas of York.