Mariaenrica FRIGIONE

Mariaenrica FRIGIONE

Professore II Fascia (Associato)

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22: SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI.

mariaenrica.frigione@unisalento.it

Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione

Centro Ecotekne Pal. O - S.P. 6, Lecce - Monteroni - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 7215

Professore Associato SSD ING-IND22

Area di competenza:

Scienza e Tecnologia dei Materiali

Orario di ricevimento

Martedì 14.30-17.30; Mercoledì 10.30-13.30 

(Contattare la docente al suo indirizzo di mail/Prof. Frigione receives students upon appointment: mariaenrica.frigione@unisalento.it)

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Mariaenrica Frigione received her Master degree in Chemical Engineering at University of Naples and her Ph.D. degree in Polymer Science and Technology at Loughborough University, U.K., in 1997.

She joined University of Salento in 1997 as Lecturer and in 2001 as Associate Professor.

From 2013, she is Vice-Rector of University of Salento for Technical Scientific Area and Delegate of the Rector for Internationalization.

She is the Leader of “Materials and Technologies for Constructions and Cultural Heritage” research group, keeping scientific collaborations with Italian and International Universities, Research Centres and Companies.

She has been the responsible for University of Salento of several competitive (national and regional) projects.

She is the scientific responsible for University of Salento of the E-RIHS.it (Italian Research Infrastructure of Heritage Science – partner of E-RIHS European Research Infrastructure of Heritage Science).

She is co-author of three international patents on organic-inorganic hybrids, the license of two of them was sold to an Italian Company.

She is author/co-author of more than 100 papers published on International indexed Journals and of 12 invited book chapters.

She is a member of the Editorial Board of ASCE Journal of Composite for Constructions.

She is the Secretary of “ICPIC – International Congress of Polymers in Concrete” Association (Board of Directors Member in the sub-committee “International Exchange” since 2013).

(It is possible to download the full CV at the end of the page “Scarica curriculum vitae”)


 

 

Laureata con Lode in Ingegneria Chimica presso l’Università Federico II di Napoli, consegue il Titolo di Doctor of Philosophy, PhD (Dottorato di Ricerca) presso l’Institute of Polymer Technology and Materials Engineering (IPTME) della Loughborough University, Loughborough (U.K.). Attualmente è Professore Associato di Scienza e Tecnologia dei Materiali. Svolge attività didattica (prevalentemente in inglese) per i Corsi di Ingegneria Industriale e di Diagnostica dei Beni Culturali.

Dal Novembre 2013 è Prorettore per l'Area Tecnico-Scientifica dell'Università del Salento, con delega all'Internazionalizzazione (dal 2014).

E' stata: Coordinatore del Dottorato in Ingegneria dei Materiali e delle Strutture, Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento (2011-14); Vicepresidente dei Corsi di Laurea in Tecnologie per i Beni Culturali, Tecnologie per la Conservazione e il Restauro e Scienze per la Conservazione e il Restauro, Facoltà di Beni Culturali dell’Università del Salento (2006-10); Vicepresidente del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali, Facoltà di Ingegneria dell’Università del Salento (2008-2012).

E’responsabile scientifica per l’Università del Salento della piattaforma E-RIHS.it (Infrastruttura di ricerca Italiana per le Scienze del Patrimonio, partner di E-RIHS European Research Infrastructure of Heritage Science).

Attuale Secretary del “ICPIC - International Congress of Polymers in Concrete". Membro del Board of Directors” dal 2013 (unico rappresentate dell’Italia nel Board dell’associazione, membro della sub commissione: “International Exchange”). L’ICPIC rappresenta l’associazione di riferimento al livello mondiale di tutti gli studiosi e ricercatori che si occupano dell’impiego dei materiali polimerici nel calcestruzzo e più in generale nelle costruzioni.

Fa parte, in qualità di esperto, del gruppo di lavoro predisposto dalla “U.S. Department of Transportation’s Federal Highway Administration (USDOT-FHWA)”, in collaborazione con la West Virginia University-Constructed Facilities Center (WVU-CFC), che si occupa di “Aging of composites (FRP) for highways and bridges” (durabilità di adesivi e compositi polimerici rinforzati con fibre per applicazioni nelle infrastrutture).

E' co-tutor di Dottorandi di Ricerca presso la Ecole Polytechnique Federale de Lausanne (EPFL), Switzerland, nonché membro esperto delle Commissioni valutatrici degli esami finali di Dottorato di Ricerca presso la stessa Università.

E’ membro della Commissione scientifica internazionale del Corso Interdisciplinare di Alta Formazione “La plastica nell'arte e per l'arte: i polimeri come materiali di base e di restauro per i beni culturali”, presso la Fondazione Plart, Napoli.

Autore/coautore di più di 100 articoli pubblicati su riviste scientifiche internazionali indicizzate e di 12 capitoli di libri su invito.

Membro dell’Editorial Board della rivista ASCE Journal of Composite for Constructions.

E’ stata membro della commissione scientifica internazionale dei Congressi: “Int. Symposium Polymers in Concrete, ISPIC 2006” (Guimarães, Portogallo); “13th Int. Congress on Polymers in Concrete, ICPIC 2010” (Madeira, Portogallo); “Eur. Symposium on Polymers in Sustainable Consstruction, ESPSC 2011” (Varsavia, Polonia); “14th Int. Congress on Polymers in Concrete, ICPIC 2013” (Shanghai, Cina); "15th International Congress on Polymers in Concrete, ICPIC 2015", Singapore; "16th International Congress on Polymers in Concrete, ICPIC 2018", Washington DC, USA.

 

 

CORSI

"Science and Technologies of Polymers", 1st Year, Master Degree in "Materials Engineering and Nanotechnology"

Objectives and Learning Outcomes
The course is aimed at providing a comprehensive knowledge on the synthesis of different polymers, their processing procedures and techniques, their macroscopic and micorscopic properties and characteristics in both solid and liquid states, their final disposal.
Examples of natural (i.e. wood, bio-polymers) and technologically advanced polymers, or classes of polymers (i.e. shape memory polymers), will be also illustrated.
A part of the course is devoted to the characterization methods and techniques for polymers, with related laboratory experiences.
At the end of the Course the students will acquire the skills in order to be able to:
1) Recognize the main differences, characteristics and features of the three classes of polymers, i.e. thermosetting, thermoplastic and elastomers.
2) Select the appropriate technique and processing conditions for a specific polymer, or a blend of polymers.
3) Identify the relationship between chemical-physical, microstructural characteristics and macroscopic properties of different polymers belonging to the three classes of polymers.
4) Select a proper polymeric material, or a blend of polymers, for a specific application.
5) Select the proper range of service temperature for a polymer, or a blend of polymers.
6) Identify the proper methods and techniques required to characterize a specific polymer, or a blend of polymers, in relation to the specific final use.

Knowledge of disciplines belonging to a Bachelor Degree in Industrial Engineering are required to the Students: Chemistry, Physics and Science and Technology of Materials.

The final (oral) exam will consist of two parts:
1) in a first part, the student is asked to describe for a specific polymer, or a blend of polymers, the synthesis, the appropriate processing techniques, the main properties and characteristics, the characterization measurements and techniques, the durability feature, the “end-life” alternative methodologies for the polymer;
2) in a second part, starting from a theme/subject analyzed in the first part of the exam, the student is asked to supply alternative solutions to a traditional polymeric material, technique or method taking into account a specific goal (application or characterization).

Program:
Theory Lessons:
1) Polymer's Chemistry. Molecular Structure of polymers. Polymeric solutions: rules for polymer solubility in solvents. Molecular weight and measurements. Gel Permeation Chromatography. Polymerization reactions. Step-growth polymerization. Chain polymerization.
2) Polymer's physics. Classification of polymers with examples. Glassy state of polymers. Characteristic temperatures for polymers. Glass transition temperature. Crystalline state of polymers.
3) Thermal characterization of polymers. Instruments and techniques for thermal analysis of polymers. Properties measured with thermal analysis.
4) Rheology and rheological analysis for polymer characterization. Classification of fluids on the basis of their rheological properties. Viscosity measurements and relative instruments. Rheological instruments employed for characterization of polymers.
5) Mechanical Properties of polymers. Standard tests and instruments for the characterization of the mechanical properties of polymers. Dynamic-mechanical properties.
6) Processing of polymers. Main industrial techniques and instruments for the processing of polymers. Characteristics of final products.
7) Durability and environmental aging of polymers. Chemical Aging. Physical Aging. Weathering. Natural and accelerated aging. Case studies.
8) Wood: a natural polymer (composite). Definitions, characteristics and properties of composite and nanocomposite materials. Wood structure at different levels of magnitude. Influence of water/moisture content on wood properties. Mechanical properties of wood: standard tests, specimens, instruments and results. Durability of wood.
9) Natural and Biodegradable polymers. Biodegradable polymers and biodegradation processes. Natural and synthetic biodegradable polymers: production, properties, applications.
10) End-life of polymers: disposal, recycling. Life cycle analysis of polymers. End-life of polymers: disposal in landfill or recycling methodologies. Advantages and technological limit for recycling. Case studies for thermoplastic, thermosetting and elastomeric polymers, with specific examples.
Laboratory Experiences (20-22 hs):
Thermal, Rheological and Mechanical characterization of polymers. Scanning Electric Microscopy (SEM) to analyze Polymers and Wood.
Exercitation (4-6 hs).

Book and other teaching materials
L.H. Sperling, 'Introduction to Physical Polymer Science', John Wiley, 2006.
F.W. Billmeyer, 'Textbook of Polymer Science', John Wiley & Sons Inc., 1984.
U.W. Gedde, 'Polymer Physics', Chapman & Hall, 1996.
F. Rodriquez, 'Principles of Polymer Systems', McGraw Hill, 1989.
A.W. Birley, B. Haworth, J. Batchelor, 'Physics of Plastics', Hanser Publishers, 1992.
Slides and other didactic material provided by the teacher.

Prof. Frigione receives students upon appointment (mariaenrica.frigione@unisalento.it).

To download the didactic material: https://intranet.unisalento.it/

 

"Tecniche e Materiali per la Conservazione", II anno della Laurea Magistrale in "Diagnostica dei Beni Culturali".

Obiettivi
Il corso propone di fornire gli strumenti fondamentali per la comprensione dei meccanismi di degrado dei materiali di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica e dei prodotti e metodologie per la conservazione e il restauro.

Programma del corso:
1. Introduzione al Corso: durabilità dei materiali di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica; concetto di condizioni di servizio e ambientali; terminologia e test standard.
2. Materiali lapidei naturali: classificazione e principali caratteristiche; cause, meccanismi e tipi di degrado di materiali lapidei naturali; diagnostica.
3. Materiali lapidei artificiali: malte e ceramici, materie prime, tecnologie di fabbricazione, caratteristiche; cause, meccanismi e tipi di degrado di materiali lapidei artificiali; diagnostica.
4. Materiali polimerici: classificazione e principali caratteristiche; soluzioni e sospensioni di macromolecole, interazioni polimero-solvente; durabilità, degrado e test.
5. Legno: classificazione, proprietà e caratteristiche; durabilità, degrado e diagnostica.
6. Principali tipologie di interventi per la conservazione e il restauro delle superfici (pulitura, consolidamento, protezione, incollaggio, stuccatura, sostituzione): metodologie e materiali impiegati.
7. Illustrazione di casi di studio.

Conoscenze e abilità da acquisire
L’insegnamento mira a fornire le conoscenze dei meccanismi di degrado che interessano i materiali di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica, le metodologie per rallentare il degrado e per proteggere/conservare tali materiali. Al termine del corso gli studenti acquisiranno le conoscenze relative alla diagnostica per quantificare il degrado e alle metodologie più opportune per la conservazione ed il restauro di materiali diversi in relazione al loro utilizzo. Le abilità acquisite consentiranno di scegliere la soluzione più opportuna in termini di metodologia e materiale per ogni applicazione reale.

Prerequisiti
Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere una conoscenza almeno generale di principi di fisica e di chimica di base.

Materiale didattico
Il materiale didattico è costituito dalle dispense preparate a cura del docente e distribuite agli studenti e da alcuni testi consigliati:
G. Amoroso: “Trattato di Scienza della Conservazione dei monumenti”, Alinea Editrice.
S. Bruckner, G. Allegra, M. Pegoraro, F. La Mantia: “Scienza e tecnologia dei materiali polimerici”, Edises, Napoli.
L. Campanella, A. Casoli, M.P. Colombini, R. Marini Bettolo, M. Matteini, L.M. Migneco, A. Montenero, L. Nodari, C. Piccioli, M. Plossi Zappalà, G. Portalone, U. Russo, M.P. Sammartino: Chimica per l'arte, Edizioni Zanichelli.

Modalità di valutazione degli studenti
Prova orale
L’esame mira a valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:
- Conoscenza dei meccanismi di degrado che interessano i materiali di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica e delle metodologie per rallentare il degrado e proteggere/conservare tali materiali;
- Capacità di selezione della tecnica diagnostica più adeguata in relazione alla specifica applicazione;
- Capacità di scegliere la soluzione più opportuna in termini di metodologia e materiale per ogni applicazione reale.

La Prof.ssa Frigione riceve gli studenti previo appuntamento (mariaenrica.frigione@unisalento.it)

 

"Laboratorio di Tecniche e Materiali per la Conservazione", II anno della Laurea Magistrale in "Diagnostica dei Beni Culturali".

Obiettivi
Il corso si propone di illustrare le principali tecniche di caratterizzazione e diagnostiche per la quantificazione del degrado di un materiale di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica nonché le metodologie di intervento per la protezione, la conservazione ed il restauro.

Programma del corso:
1. Introduzione al Corso: tipologie di tecniche di caratterizzazione e diagnostiche; metodologie di protezione, conservazione e restauro.
2. Illustrazione in laboratorio delle principali tecniche di caratterizzazione e diagnostiche per diversi materiali.
3. Illustrazione in laboratorio delle principali metodologie di protezione, conservazione e restauro per diversi materiali.

Conoscenze e abilità da acquisire
L’insegnamento mira a illustrare l’impiego pratico delle tecniche di caratterizzazione e diagnostiche per quantificare il degrado dei materiali e delle metodologie più opportune per la conservazione ed il restauro degli stessi materiali in relazione al loro utilizzo. Le abilità acquisite consentiranno agli studenti di effettuare percorsi diagnostici atti alla scelta di metodologie e materiali più opportuni nelle applicazioni reali.

Prerequisiti
Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere una conoscenza almeno generale di principi di fisica e di chimica di base. Inoltre, dovrebbe avere almeno seguito il corso di TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE

Materiale didattico
Il materiale didattico è costituito dalle dispense preparate a cura del docente e distribuite agli studenti.

Modalità di valutazione degli studenti
Prova orale con discussione di un elaborato prodotto a cura degli studenti in cui vengono illustrate
le tecniche impiegate, i dati raccolti durante le attività di laboratorio e la loro analisi critica.
Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale ed alla capacità di
argomentare le proprie tesi.

La Prof.ssa Frigione riceve gli studenti previo appuntamento (mariaenrica.frigione@unisalento.it)

Scarica curriculum vitae

Didattica

A.A. 2018/2019

LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 1.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso GENERALE

LABORATORY OF TECHNIQUES AND MATERIALS FOR CONSERVATIONS (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICS FOR CULTURAL HERITAGE

Lingua INGLESE

Crediti 1.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO COMUNE

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Lingua INGLESE

Crediti 9.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

TECHNIQUES AND MATERIALS FOR CONSERVATION (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICS FOR CULTURAL HERITAGE

Lingua INGLESE

Crediti 6.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO COMUNE

TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso GENERALE

A.A. 2017/2018

LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 1.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso GENERALE

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Lingua INGLESE

Crediti 9.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso GENERALE

A.A. 2016/2017

LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Crediti 1.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso GENERALE

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Crediti 9.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Crediti 6.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso GENERALE

A.A. 2015/2016

DURABILITY OF NON METALLIC MATERIAL (ING-IND/24)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Crediti 6.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

LABORATORIO DI INGEGNERIA CHIMICA (ING-IND/24)

Corso di laurea INGEGNERIA INDUSTRIALE

Crediti 6.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2013/2014

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Crediti 9.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2015/2016

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

DURABILITY OF NON METALLIC MATERIAL (ING-IND/24)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Crediti 6.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Crediti 9.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2014/2015

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Crediti 9.0

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

Torna all'elenco
LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno 2

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso GENERALE (000)

  • Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere una conoscenza almeno generale di principi di fisica e di chimica di base. Inoltre, dovrebbe avere almeno seguito il corso di TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE  

L’insegnamento mira a illustrare l’impiego pratico delle tecniche di caratterizzazione e diagnostiche per quantificare il degrado dei materiali e delle metodologie più opportune per la conservazione ed il restauro degli stessi materiali in relazione al loro utilizzo. Le abilità acquisite consentiranno agli studenti di effettuare percorsi diagnostici atti alla scelta di metodologie e materiali più opportuni nelle applicazioni reali.

Il corso si propone di illustrare le principali tecniche di caratterizzazione e diagnostiche per la quantificazione del degrado di un materiale di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica nonché le metodologie di intervento per la protezione, la conservazione ed il restauro.

Il corso verrà effettuato prevalentemente in laboratorio, con illustrazione di casi reali.

Prova orale con discussione di un elaborato prodotto a cura degli studenti in cui vengono illustrate le tecniche impiegate, i dati raccolti durante le attività di laboratorio e la loro analisi critica.

Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale ed alla capacità di argomentare le proprie tesi.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Programma esteso
  1. Introduzione al Corso: tipologie di tecniche di caratterizzazione e diagnostiche; metodologie di protezione, conservazione e restauro.

  2. Illustrazione in laboratorio delle principali tecniche di caratterizzazione e diagnostiche per diversi materiali.

  3. Illustrazione in laboratorio delle principali metodologie di protezione, conservazione e restauro per diversi materiali.

Il materiale didattico è costituito dalle dispense preparate a cura del docente e distribuite agli studenti.

LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)
LABORATORY OF TECHNIQUES AND MATERIALS FOR CONSERVATIONS (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICS FOR CULTURAL HERITAGE

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno 1

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Knowledge of basic Chemistry and Physics disciplines are required to the Students. Moreover, they should have attended to the Course “TECHNIQUES AND MATERIALS FOR CONSERVATION”

The course is aimed at illustrating the on-field use of the techniques for characterization and diagnostic, able to quantify the degree of degradation of different materials, and the more appropriate methodologies for the conservation and restoration in relation to their use/application. Starting from their acquired skills, the students will be able to select the more appropriate methodologies and materials for any real specific application.

The course is aimed at illustrating the main techniques for characterization and diagnostic, able to quantify the degree of degradation of different materials employed/used in Cultural Heritage, Art and Design, and the methodologies of intervention for their protection, conservation and restoration.

The course will be kept prevalently in Laboratory, with illustration of case studies.

The exam will consist of a discussion of a report produced by students with the illustration of the techniques employed and the relative data collected during the laboratory experiences, with a critical analysis.

The evaluation of the student will be done on the basis of the exposed arguments, their formal correctness and the capacity to discuss and justify his/her thesis.

The students can apply for the exam exclusively on Web-VOL system.

Programma esteso
  1. Introduction to the Course: different techniques for characterization and diagnostic; protection, conservation and restoration methodologies.

  2. Laboratory experiences to illustrate the main techniques for characterization and diagnostic of different materials.

  3. Laboratory experiences to illustrate the main methodologies for protection, conservation and restoration of different materials.

The didactic material is provided by the teacher.

LABORATORY OF TECHNIQUES AND MATERIALS FOR CONSERVATIONS (ING-IND/22)
SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno 1

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 04/06/2019)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Knowledge of disciplines belonging to a Bachelor Degree in Industrial Engineering or Materials Science are required to the Students: Chemistry, Physics and Science and Technology of Materials.

At the end of the Course the students will acquire the skills in order to be able to:

1) Recognize the main differences, characteristics and features of the three classes of polymers, i.e. thermosetting, thermoplastic and elastomers.

2) Select the appropriate technique and processing conditions for a specific polymer, or a blend of polymers.

3) Identify the relationship between chemical-physical, microstructural characteristics and macroscopic properties of different polymers belonging to the three classes of polymers.

4) Select a proper polymeric material, or a blend of polymers, for a specific application.

5) Select the proper range of service temperature for a polymer, or a blend of polymers.

6) Identify the proper methods and techniques required to characterize a specific polymer, or a blend of polymers, in relation to the specific final use.

7) Propose a method/technique for the recycle of polymers at their end-life in order to prevent landfill.

The course is aimed at providing a comprehensive knowledge on the synthesis of different (natural or synthetic) polymers, their processing procedures and techniques, their macroscopic and microscopic properties and characteristics in both solid and liquid states, their durability and their final disposal. Specific examples of natural (i.e. wood, bio-polymers) and technologically advanced polymers, or classes of polymers, will be illustrated. A part of the course is devoted to the characterization methods and techniques for polymers, with related laboratory experiences.

Theory lessons, seminars, laboratory experiences, visits to industrial plants and/or research laboratories.

Final (oral) exam:

The student is asked to describe for a specific polymer, or a blend of polymers, one or more of the following: synthesis, appropriate processing techniques, main properties and characteristics, characterization measurements and techniques, durability feature, “end-life” alternative methodologies. Then, starting from a theme/subject analyzed, the student is asked to supply alternative solutions to a traditional polymeric material, technique or method taking into account a specific goal (application or characterization).

The students can apply for the exam exclusively on Web-VOL system.

Programma esteso

Theory Lessons:

1) Polymer's Chemistry. Molecular Structure of polymers. Polymeric solutions: rules for polymer solubility in solvents. Molecular weight and measurements. Gel Permeation Chromatography. Polymerization reactions. Step-growth polymerization. Chain polymerization.

2) Polymer's physics. Classification of polymers with examples. Glassy state of polymers. Characteristic temperatures for polymers. Glass transition temperature. Crystalline state of polymers.

3) Thermal characterization of polymers. Instruments and techniques for thermal analysis of polymers. Properties measured with thermal analysis.

4) Rheology and rheological analysis for polymer characterization. Classification of fluids on the basis of their rheological properties. Viscosity measurements and relative instruments. Rheological instruments employed for characterization of polymers.

5) Mechanical Properties of polymers. Standard tests and instruments for the characterization of the mechanical properties of polymers. Dynamic-mechanical properties.

6) Processing of polymers. Main industrial techniques and instruments for the processing of polymers. Characteristics of final products.

7) Durability and environmental aging of polymers. Chemical Aging. Physical Aging. Weathering. Natural and accelerated aging. Case studies.

8) Wood: a natural polymer (composite). Definitions, characteristics and properties of composite and nanocomposite materials. Wood structure at different levels of magnitude. Influence of water/moisture content on wood properties. Mechanical properties of wood: standard tests, specimens, instruments and results. Durability of wood.

9) Natural and Biodegradable polymers. Biodegradable polymers and biodegradation processes. Natural and synthetic biodegradable polymers: production, properties, applications.

10) End-life of polymers: disposal, recycling. Life cycle analysis of polymers. End-life of polymers: disposal in landfill or recycling methodologies. Advantages and technological limit for recycling. Case studies for thermoplastic, thermosetting and elastomeric polymers, with specific examples.

Laboratory Experiences (20-22 hs):

Thermal, Rheological and Mechanical characterization of polymers. Scanning Electric Microscopy (SEM) to analyze Polymers and Wood.

Exercitation (4-6 hs).

L.H. Sperling, 'Introduction to Physical Polymer Science', John Wiley, 2006.

F.W. Billmeyer, 'Textbook of Polymer Science', John Wiley & Sons Inc., 1984.

S. Bruckner, G. Allegra, M. Pegoraro, F. La Mantia, “Scienza e Tecnologia dei Materiali Polimerici”, Edises, 2007.

U.W. Gedde, 'Polymer Physics', Chapman & Hall, 1996.

F. Rodriquez, 'Principles of Polymer Systems', McGraw Hill, 1989.

A.W. Birley, B. Haworth, J. Batchelor, 'Physics of Plastics', Hanser Publishers, 1992.

J. Mark, K. Ngai, W. Graessley, L. Mandelkern, E. Samulski, J. Koenig, G. Wignall, “Physical Properties of Polymers”, Cambridge University Press.

Slides and other didactic material provided by the teacher.

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)
TECHNIQUES AND MATERIALS FOR CONSERVATION (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICS FOR CULTURAL HERITAGE

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno 1

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Knowledge of basic Chemistry and Physics disciplines are required to the Students.

The course is aimed at providing a comprehensive knowledge on degradation mechanisms typical of materials composing an artwork or an ancient structure, the methodologies able to slow down degradation and to protect/preserve those materials. At the end of the Course the students will acquire the skills in order to be familiar with diagnostic techniques to analyze and quantify the degradation of different materials and to identify the more appropriate methodologies for the conservation and restoration of different materials in relation to their use/application. Starting from their acquired skills, the students will be able to select the more appropriate solutions in terms of methodology and material for a specific application.

The course is aimed at providing the fundamentals for the comprehension of the mechanisms of degradation of different materials employed/used in Cultural Heritage, Art and Design, illustrating the most appropriate, and advanced, methodologies and products for their protection, conservation and restoration.

Theory lessons, seminars, laboratory experiences.

The exam aims at evaluating the knowledge of the student on the degradation mechanisms typical of materials composing an artwork or an ancient structure and the methodologies able to slow down degradation and to protect/preserve those materials; the capacity to select the more appropriate diagnostic techniques in relation to their use/application; the capacity to select the more appropriate solution in terms of methodology and material for a specific real application.

The evaluation of the student will be done on the basis of the exposed arguments, their formal correctness and the capacity to discuss and justify his/her thesis.

The students can apply for the exam exclusively on Web-VOL system.

Programma esteso
  1. Introduction to the Course: definition of durability; durability of component-materials of an artwork or an ancient structure; concepts of environmental and service conditions; terminology and standard tests.

  2. Natural stone materials: classification and main characteristics; causes, mechanisms and types of degradation of natural stone materials; diagnostic.

  3. Artificial stone materials: mortars and ceramic materials, row materials, technologies for production, characteristics; causes, mechanisms and types of degradation of artificial stone materials; diagnostic.

  4. Polymeric materials: classification e main characteristics; solutions and suspensions of macromolecules, solvent/polymer interactions; durability, degradation and tests.

  5. Wood: classification, properties and characteristics; durability, degradation and diagnostic.

  6. Main types of intervention for conservation and restoration of surfaces (cleaning, consolidation, protection, adhesion, gap-filling, replacement): employed methodologies and materials.

  7. Case studies.

Slides and other didactic material provided by the teacher.

Additional books:

  • G. Amoroso: “Trattato di Scienza della Conservazione dei monumenti”, Alinea Editrice.

  • S. Bruckner, G. Allegra, M. Pegoraro, F. La Mantia: “Scienza e tecnologia dei materiali polimerici”, Edises, Napoli.

  • L. Campanella, A. Casoli, M.P. Colombini, R. Marini Bettolo, M. Matteini, L.M. Migneco, A. Montenero, L. Nodari, C. Piccioli, M. Plossi Zappalà, G. Portalone, U. Russo, M.P. Sammartino: Chimica per l'arte, Edizioni Zanichelli.

TECHNIQUES AND MATERIALS FOR CONSERVATION (ING-IND/22)
TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno 2

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso GENERALE (000)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere una conoscenza almeno generale di principi di fisica e di chimica di base.

L’insegnamento mira a fornire le conoscenze dei meccanismi di degrado che interessano i materiali di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica, le metodologie per rallentare il degrado e per proteggere/conservare tali materiali. Al termine del corso gli studenti acquisiranno le conoscenze relative alla diagnostica per quantificare il degrado e alle metodologie più opportune per la conservazione ed il restauro di materiali diversi in relazione al loro utilizzo. Le abilità acquisite consentiranno di scegliere la soluzione più opportuna in termini di metodologia e materiale per ogni applicazione reale.

Il corso propone di fornire gli strumenti fondamentali per la comprensione dei meccanismi di degrado dei materiali di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica e dei prodotti e metodologie per la conservazione e il restauro.

Il corso si avvarrà di diversi metodi didattici:

– didattica frontale

– attività seminariale

– attività di laboratorio

Prova orale

L’esame mira a valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

  • Conoscenza dei meccanismi di degrado che interessano i materiali di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica e delle metodologie per rallentare il degrado e proteggere/conservare tali materiali;

  • Capacità di selezione della tecnica diagnostica più adeguata in relazione alla specifica applicazione;

  • Capacità di scegliere la soluzione più opportuna in termini di metodologia e materiale per ogni applicazione reale.

Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti, alla correttezza formale ed alla capacità di argomentare le proprie tesi.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

Programma esteso
  1. Introduzione al Corso: durabilità dei materiali di cui è composta un’opera d’arte o una struttura antica; concetto di condizioni di servizio e ambientali; terminologia e test standard.

  2. Materiali lapidei naturali: classificazione e principali caratteristiche; cause, meccanismi e tipi di degrado di materiali lapidei naturali; diagnostica.

  3. Materiali lapidei artificiali: malte e ceramici, materie prime, tecnologie di fabbricazione, caratteristiche; cause, meccanismi e tipi di degrado di materiali lapidei artificiali; diagnostica.

  4. Materiali polimerici: classificazione e principali caratteristiche; soluzioni e sospensioni di macromolecole, interazioni polimero-solvente; durabilità, degrado e test.

  5. Legno: classificazione, proprietà e caratteristiche; durabilità, degrado e diagnostica.

  6. Principali tipologie di interventi per la conservazione e il restauro delle superfici (pulitura, consolidamento, protezione, incollaggio, stuccatura, sostituzione): metodologie e materiali impiegati.

  7. Illustrazione di casi di studio.

Il materiale didattico è costituito dalle dispense preparate a cura del docente e distribuite agli studenti e da alcuni testi consigliati (tutti presenti in più di una copia nella Biblioteca del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione):

  • G. Amoroso: “Trattato di Scienza della Conservazione dei monumenti”, Alinea Editrice.

  • S. Bruckner, G. Allegra, M. Pegoraro, F. La Mantia: “Scienza e tecnologia dei materiali polimerici”, Edises, Napoli.

  • L. Campanella, A. Casoli, M.P. Colombini, R. Marini Bettolo, M. Matteini, L.M. Migneco, A. Montenero, L. Nodari, C. Piccioli, M. Plossi Zappalà, G. Portalone, U. Russo, M.P. Sammartino: Chimica per l'arte, Edizioni Zanichelli.

TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)
LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso GENERALE (000)

LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)
SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno 1

Semestre Secondo Semestre (dal 01/03/2018 al 01/06/2018)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)
TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso GENERALE (000)

TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)
LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno 2

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua ITALIANO

Percorso GENERALE (000)

LABORATORIO DI TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)
SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno 1

Semestre Secondo Semestre (dal 01/03/2017 al 02/06/2017)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)
TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)

Corso di laurea DIAGNOSTICA DEI BENI CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno 2

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua ITALIANO

Percorso GENERALE (000)

TECNICHE E MATERIALI PER LA CONSERVAZIONE (ING-IND/22)
DURABILITY OF NON METALLIC MATERIAL (ING-IND/24)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/24

Anno accademico 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno 2

Semestre Primo Semestre (dal 21/09/2015 al 18/12/2015)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DURABILITY OF NON METALLIC MATERIAL (ING-IND/24)
LABORATORIO DI INGEGNERIA CHIMICA (ING-IND/24)

Corso di laurea INGEGNERIA INDUSTRIALE

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/24

Anno accademico 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno 3

Semestre Secondo Semestre (dal 29/02/2016 al 03/06/2016)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LABORATORIO DI INGEGNERIA CHIMICA (ING-IND/24)
SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno 1

Semestre Secondo Semestre (dal 29/02/2016 al 03/06/2016)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)
DURABILITY OF NON METALLIC MATERIAL (ING-IND/24)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/24

Anno accademico 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno 2

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 13/01/2015)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DURABILITY OF NON METALLIC MATERIAL (ING-IND/24)
SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno 1

Semestre Secondo Semestre (dal 02/03/2015 al 06/06/2015)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)
SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Corso di laurea MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22

Anno accademico 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno 1

Semestre Secondo Semestre (dal 03/03/2014 al 31/05/2014)

Lingua INGLESE

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SCIENCE AND TECHNOLOGY OF POLYMERS (ING-IND/22)

Pubblicazioni

Autore e coautore di tre Brevetti Europei e di più di 100 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali indicizzate e capitoli di libri internazionali su invito (H index=20; più di 1300 citazioni). Ha preso parte come relatore a più di 50 convegni scientifici internazionali. Referee di numerose (34) riviste scientifiche internazionali di pertinenza al settore “Scienza e Tecnologia dei Materiali”.

 

http://orcid.org/0000-0001-6183-6029

Researcher ID: F-4531-2015

https://www.mendeley.com/profiles/mariaenrica-frigione/

https://www.researchgate.net/profile/Mariaenrica_Frigione

https://publons.com/author/1178016/mariaenrica-frigione#profile

Temi di ricerca

Dirige il Gruppo di ricerca “Materials and Technologies for Constructions and Cultural Heritage” (sito: http://mstg.unile.it/costructions/index.html), che svolge attività di ricerca e sviluppo, a carattere fortemente interdisciplinare, nell’ambito dei materiali e delle tecnologie per l’Ingegneria Civile ed i Beni Culturali. Le attività vengono svolte in collaborazione con altri gruppi dell’Università del Salento (Tecnica delle Costruzioni e CEntro di DAtazione e Diagnostica, CEDAD, del Dipartimento Ingegneria dell’Innovazione; Archeologia Medievale e Archeologia Subacquea, del Dipartimento di Beni Culturali; Museo Storico-Archeologico, MUSA; Coordinamento SIBA) e con Università e Centri di ricerca italiani ed internazionali, tra cui: Department of Engineering Science and Mechanics, The Pennsylvania State University, USA; Composite Construction Laboratory, École Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL), Switzerland; Department of Materials, Loughborough University, U.K.; Department of Civil Engineering, University of Minho, Portugal; Department of Building Materials Engineering (DBME), University of Technology, Warsaw, Poland; Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e della Produzione, Università Federico II di Napoli; Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Salerno; Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale, Università degli Studi di Perugia; Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia, Politecnico di Torino; numerosi Istituti CNR (IBAM, Lecce; IPCF, Bari; IMCB, Napoli; ICVBC, Roma; ICTP, Pozzuoli).

Collegamenti

Home Page (Apre una nuova finestra)