Manolita FRANCESCA

Manolita FRANCESCA

Professore I Fascia (Ordinario/Straordinario)

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01: DIRITTO PRIVATO.

Dipartimento di Scienze Giuridiche

Centro Ecotekne Pal. R1 - Via per Arnesano - MONTERONI DI LECCE (LE)

Direzione, Piano terra

Telefono +39 0832 29 8449

Curriculum Vitae

 

Manolita Francesca

(nata a Napoli, il 23 -10-1972)

Professore Ordinario SSD IUS/01-Diritto privato, Università del Salento (Giurisprudenza)

 

Formazione e qualifiche

-1997 - Laureata in Economia e commercio presso l’Università degli Studi di Salerno il 24 febbraio 1997 con votazione di 110/110 e lode, discutendo una tesi in diritto commerciale dal titolo “Le intese restrittive della concorrenza”, relatore Prof. Pietro Perlingieri.

-1998/2001 Dottorato di ricerca in “I problemi civilistici della persona” (titolo della tesi: “Pubblicità e nuovi strumenti di conoscenza”, tutor Prof. Pietro Perlingieri)

- 2001 Titolo di Dottore di ricerca

- Dall’a.a. 2002/03 all’a.a. 2003/04 è stata assegnataria di una borsa di studio per lo svolgimento di attività di ricerca post-dottorato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Salerno.

- 2004, il 17 febbraio ha conseguito l’idoneità quale professore di seconda fascia nella valutazione comparativa bandita dalla Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Foggia per il settore scientifico-disciplinare IUS/01 - Diritto privato - (D.R. 408 del 9 aprile 2003 pubblicato nella G.U. - IV Serie Speciale - n. 30 del 15 aprile 2003).

- 2005, dal 1° novembre professore di II fascia per il settore scientifico-disciplinare IUS/01-Diritto privato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Lecce.

- 2006, il 16 maggio ha conseguito l’idoneità quale professore di prima fascia (D.R. n. 694 del 16 maggio 2006) nella valutazione comparativa bandita dalla Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Foggia per il settore scientifico-disciplinare IUS/01 - Diritto privato - (D.R. 694 del 10 maggio 2005 pubblicato nella G.U.R.I. - IV Serie Speciale - n. 38 del 13 maggio 2005).

- 2008, dal 16 aprile è in servizio quale professore straordinario SSD IUS/01-Diritto privato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Salento.

- 2011, dal 16 aprile è in servizio quale professore Ordinario SSD IUS/01-Diritto privato presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università del Salento.

- Dal 2005 è titolare di insegnamenti privatistici presso le Facoltà di Giurisprudenza e Economia dell’Università del Salento

- Nell’a.a. 2015/2016 è altresì titolare dell’insegnamento Ricchezza, beni e circolazione giuridica nel diritto europeo (mod. B), presso la Scuola Superiore ISUFI dell’Università del Salento

 

Attività didattica fuori sede

- Nell’a.a. 2006/2007 è stata docente presso la Scuola di specializzazione in Diritto civile dell’Università degli Studi di Camerino per il corso “Pubblicità e circolazione dei diritti”.

- Dall’a.a. 2001/02 all’a.a. 2003/04 è stata titolare dell’insegnamento di Istituzioni di diritto privato, Corso di laurea in Economia dell’Ambiente e del Territorio, presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Foggia.

- Nell’a.a. 2004/2005 è stata titolare dell’insegnamento di Nozioni giuridiche fondamentali, Corso di laurea in Scienze Statistiche e Attuariali presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi del Sannio.

- Nell’a.a. 2004/2005 è stata titolare dell’insegnamento di Didattica interdisciplinare tra discipline economiche, economiche aziendali e giuridiche (area giuridica/economica), presso la Sezione della SICSI della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi del Sannio.

- Nell’a.a. 2005/2006 è stata titolare dell’insegnamento di Diritto privato III presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi del Sannio.

- Dall’a.a. 2005/2006 è stata docente di Diritto commerciale presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi del Sannio.

 

- Negli a.a. 2008/2009, 2009/2010, 2010/2011, è stato Visiting Professor presso la Scuola di Specializzazione in diritto civile dell’Università di Camerino per il corso “Enti non lucrativi”.

- 2009, è stata docente del modulo “Le organizzazioni non profit nei sistemi normativi”, nell’ambito del Corso di Formazione Specialistica in materia di “Economia e gestione delle organizzazioni non profit”, tenuto presso il Dipartimento di Studi Giuridici, Politici e Sociali, Persona, Mercato e Istituzioni (PE.ME.IS.) dell’Università degli Studi del Sannio (30 novembre - 4 dicembre 2009).

- 2013, è stato ancora Visiting Professor presso la Scuola di Specializzazione in diritto civile dell’Università di Camerino per il corso “Enti non lucrativi”.

- Dal 2014/2015  al 2016-2017 è docente presso la Scuola di Specializzazione in diritto civile dell’Università di Camerino per il corso “Enti non lucrativi”.

 

Attività istituzionali presso la sede di appartenenza

 

2016 -2020 Componente della Commissione permanente Statuto e regolamenti dell’Università del Salento.

2015 – 2019 Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche, nominata con D.R. n. 868 del  25 settembre 2015 (quadriennio 2015-2019)

2015 Componente della Commissione istruttoria sugli incarichi e le incompatibilità dei Docenti dell’Università del Salento, D.R. n. 1110, 18 novembre 2015

2014 – 2018  Componente del Consiglio direttivo della Scuola Biennale per le Professioni legali “V. Aymone” dell’Università del Salento (quadriennio 2014-2018), D.R. n. 1223, 17 novembre 2014

2014 – 2015 Direttore della Scuola di Specializzazione per le professioni legali V. Aymone dell’Università del Salento, D.R. n. 1349, 17 dicembre 2014 (quadriennio 2014-2018)

2015 Componente della Commissione di Ateneo per l’assegnazione incentivi, D.R. n. 51 del 29 gennaio 2015

2014 – 2015 Componente della giunta del Dipartimento di Scienze giuridiche Università del Salento

2013 – 2015 Componente del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca in Diritto dei beni privati, pubblici e comuni. Tradizione e innovazione nei modelli di appartenenz e fruizione dell’Università del Salento

2008/2013 è stata Coordinatore del Dottorato di ricerca in “Scienze giuridiche” presso il Dipartimento di Studi giuridici dell’Università del Salento

E’ stato componente del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca in Forme dell’evoluzione del diritto dell’Università del Salento.

Dall’a.a. 2008/2009 all’a.a. 2011/2012 è stata presidente della Commissione unica per la valutazione delle prove d’ingresso istituita presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Salento.

Con D.R. n. 999 del 2 luglio 2010 è stata nominata componente del Consiglio Direttivo della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali per il quadriennio 2010-2014;

Con D.D. n. 11 del 23 marzo 2012 è stata nominata Vice Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche per il quadriennio accademico 2012-2016. L’incarico è terminato, per dimissioni anticipate del Direttore, il 31 ottobre 2013.

 

 

Gruppi di ricerca e organi scientifici

Nel 2007 è’ stata responsabile scientifico, unitamente alla Prof.ssa Marilena Gorgoni, della ricerca “La frantumazione del modello familiare: luci ed ombre”, finanziata dall’Istituto di Studi Politici «S. Pio V di Roma».

E’ stata nominata quale componente del Gruppo di studio paritetico tra notai e professori (insieme ai Proff.ri: Giovanni Gabrielli, Chiara Tenella Sillani, Raffaele Tommasini e Raffaele Lenzi) per il progetto scientifico del VIII Convegno Nazionale “Le pubblicità degli atti e delle attività”.

E’ stata promotrice e componente del Comitato scientifico del Convegno di inaugurazione dell’a.a. 2011-2012 della Scuola per le Professioni Legali: Accesso alla giustizia: amministrazione centralizzata e modelli alternativi di risoluzione delle controversie, Lecce 20 e 21 ottobre 2011.

È componente della Società italiana degli Studiosi del diritto civile e, all’interno di essa, ha coordinato, di concerto con il Presidente della Società, l’organizzazione dei Convegni Nazionali a partire dall’anno 2008 (Fenomeno sportivo e ordinamento giuridico -2008; Diritto comunitario e sistemi nazionali: pluralità delle fonti e unitarietà degli ordinamenti – 2009; L’incidenza del diritto internazionale sul diritto civile – 2010; Tutela dei diritti e «sistema» ordinamentale – 2011; Diritto intertemporale e rapporti civilistici – 2012; Pubblicità degli atti e delle attività – 2013; Benessere e regole dei rapporti civili. Lo sviluppo oltre la crisi - 2014).

Dal 2007 al 2013 ha avuto la cura e il coordinamento degli Atti dei Convegni Nazionali della Società Italiana degli Studiosi del Diritto Civile

Dal 2014 è componente del Comitato Scientifico della Collana Atti SISDiC della Società degli Studiosi del Diritto Civile

Dal 2014 è referee della Collana della Facoltà di Giurisprudenza, Università LUM Jean Monnet (Bari)

Dal 2016 è referee della Rivista “Nuovo Diritto Civile”, diretta da Roberto Carleo, Alberto M. Gambino e Mauro Orlandi

Dal 2017 è componente del Comitato scientifico della Rassegna di diritto civile, a cura di P. Perlingieri, ESI, Napoli.

 

 

Partecipazione a Convegni e incontri di studio

 

Il 26 febbraio 2007 ha partecipato, quale relatore, all’incontro di presentazione del volume Impresa pubblica e intervento dello Stato nell’economia a cura di R. Di Raimo e V. Ricciuto, svoltosi presso la Facoltà di Economia dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”.

Il 7 novembre 2007 ha preso parte, come relatore, all’incontro La famiglia non fondata sul matrimonio e le recenti proposte di regolamentazione, svoltosi presso la sede distaccata di Cuneo dell’Università degli studi di Torino.

Il 15 maggio, 2008 su invito delle cattedre dei proff. Anna Carla Nazzaro e Francesco Alcaro, ha tenuto un seminario dal titolo “Antitrust e comportamenti tra imprese” presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli studi di Firenze.

Il 7 maggio 2009, su invito delle cattedre dei proff. Anna Carla Nazzaro e Francesco Alcaro, ha tenuto un seminario dal titolo “Attività d’impresa: soggetto e patrimonio”, presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli studi di Firenze.

Il 24 febbraio 2009 ha preso parte, come relatore, all’incontro L’interesse e la funzione nell’ermeneutica di Domenico Rubino, svoltosi a Benevento, Dipartimento Pe.Me.Is, Università degli studi del Sannio.

Il 15 aprile 2010 è stata relatore al Convegno Famiglia e forme di convivenza: tutela, valorizzazione e riconoscimento, svoltosi presso la Facoltà di Scienze politiche “Cesare Alfieri” dell’Università degli Studi di Firenze.

Il 20 maggio 2011 è stata relatore al Convegno La tutela dei diritti sociali: la rilevanza della relazione di empatia e di reciprocità nella gestione delle prestazioni, svoltosi presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’ Università di Teramo

Il 14 gennaio 2013 è stata discussant all’Incontro di Studi L’educazione giuridica: l’insegnamento del diritto negli USA con la Prof.ssa JANE C. GINSBURG (Professor of Literary and Artistic Property Law, Columbia Law School - New York City), svoltosi presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Salento

Il 5 aprile 2013 è stata relatore all’8° Convegno Nazionale Pubblicità degli atti e delle attività, organizzato dalla Società Italiana degli Studiosi del Diritto Civile, svoltosi sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica, Napoli, 3-4 e 5 aprile 2013

Il 7 ottobre 2013 è stata discussant all’Incontro di Studi “Pubblica amministrazione e cultura dell’innovazione. Nuovi percorsi dello sviluppo del territorio, svoltosi presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Salento

Il 28 febbraio 2014 è stata relatore al Convegno Società tra professionisti e società strumentali, tenuto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Salento

Il 15 ottobre 2015 è stata relatore al Convegno “Meccanismi alternativi di risoluzione delle controversie nel commercio elettronico, Università degli Studi di Salerno

Il 19 settembre 2015 è stata relatore al Convegno “Gestione civica del Bene comune Conoscenza”, Ladispoli, organizzato dalla Fondazione Diritti genetici in collaborazione con il Comune di Ladispoli

Il 4 luglio 2016 è stata relatore al Convegno “La previdenza sociale nella realtà pugliese”, Università degli Studi di Salento;

1° marzo 2016, presentazione del volume La legalità smarrita di L. Labruna, Università del Salento;

2015/2016 Referente e curatore dell’insegnamento Ricchezza, beni e circolazione giuridica nel diritto europeo (mod. B), presso la Scuola Superiore ISUFI dell’Università del Salento;

5 giugno 2017 Democrazia e Utopia, introduzione al volume di Massimo Cacciari e Paolo Prodi, Occidente senza utopie, Lecce;

20-22 settembre 2017, relatore e moderatore sul tema Università e Benessere: tra impatto sociale e produzione nell’ambito del Convegno Nuove sfide e opportunità per il sistema universitario italiano: la Terza Missione, XXVIII Convegno Nazionale RAU, Lecce;

23 febbraio 2018, relatore su Scienza e Comunicazione: riflessioni prospettiche su modelli partecipativi intermedi e intervento sussidiario, Università degli Studi di Firenze;

17-18 maggio 2018, relatore al Convegno “Finanza di impatto sociale. Strumenti, interessi, scenari attuativi, Università del Salento;

5 giugno 2018, intervento alla tavola rotonda su Verità scientifica e giudizio, Istituto di Alta Formazione, Università del Salento;

28 settembre 2018, intervento introduttivo su Razza, lingua, diritto. Cultura, Immagini, Informazione, promosso dalla Accademia della Crusca e dalla Camera Civile Salentina, Corte d’Appello di Lecce, Aula magna "Vittorio Aymone";

10-12 ottobre 2018, relatore su Università e modelli partecipativi: Azione & Comunicazione, Università degli Studi di Torino;

29 novembre 2018, relazione introduttiva al Convegno “Attuazione e attualità della Costituzione”, Università del Salento;

8 febbraio 2019, relazione introduttiva al Convegno “Umano Non Umano. Arte e Diritto a Servizio dell’Integrazione, Università del Salento;

11 febbraio 2019, relatore all’Incontro di studio su Pari opportunità e discriminazione di genere, Università del Salento;

1° marzo 2919, relatore su Diritto e morale, proiezione del film “La parola ai giurati” nell’ambito della Winter School Università del Salento e Apulia Film Commission ;

7 giugno 2019, relazione introduttiva al Convegno “Scientia Iuris e Coscienza Civica. Per un diritto plurale dell’integrazione”, Università del Salento.

 

 

 

 

Elenco delle pubblicazioni

 

Aliud pro alio e risoluzione per inadempimento di preliminare di compravendita, in Riv. giur. Molise Sannio, 3/1998, p.17 ss.;

Società miste per la gestione dei servizi pubblici locali e regole di mercato: prime riflessioni, in Riv. giur. Molise Sannio, 2/1999, p. 75 ss.;

Pubblicità e nuovi strumenti di conoscenza, Napoli, ESI, 2003;

Rischio e funzione della mediazione, Napoli, ESI, 2005;

Privatizzazione strutturale e funzione pubblica, in R. Di Raimo e V. Ricciuto (a cura di),

Impresa pubblica e intervento dello Stato nell’economia. Il contributo della giurisprudenza costituzionale, Napoli, ESI, 2006, p. 173 ss.;

1. Tempo e legittimazione nella tutela pubblicitaria, in P. PERLINGIERI e S. POLIDORI (a cura di), Domenico Rubino, I, Interesse e rapporti giuridici, Napoli, ESI, 2009, pp. 207-221;

 2. Famiglia: modello normativo e fatto-convivenza, in M. FRANCESCA e M. GORGONI (a cura di), Rapporti familiari e regolazione: mutamenti e prospettive, Napoli, ESI, 2009, pp. 55-75;

3. Atti soggetti a trascrizione (art. 2643 c.c.), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI, 2010, pp. 1-16;

4. Effetti della trascrizione (art. 2644 c.c.), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 16-23;

5. Altri atti soggetti a trascrizione (artt. 2645 c.c..), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 23-31;

6. Trascrizione di contratti preliminari (artt. 2645 bis c.c..), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 26-31;

7. Trascrizione degli atti di destinazione (art. 2645 ter), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 31-37;

8. Trascrizione delle divisioni (art. 2646 c.c.) in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 37- 40;

9, Costituzione del fondo patrimoniale e separazione dei beni (art. 2647 c.c.) in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 40 - 44;

10. Accettazione di legato e acquisto di eredità (art. 2648 c.c.) in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 44 - 50;

11. Cessione dei beni ai creditori (art. 2649 c.c.) in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 50 - 51;

 12. Continuità delle trascrizioni (art. 2650  c.c.), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 51-53;

13. Trascrizione di sentenze (art. 2651 c.c.), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 53 - 56;

14. Domande riguardanti atti soggetti a trascrizione. Effetti delle relative trascrizioni rispetto ai terzi. (artt. 2652 e 2653 c.c.), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 56-74;

15. Annotazione di domande o atti soggetti a trascrizione. Annotazioni di atti e di sentenze. Forme per l'annotazione. (dall'art. 2654 all'art. 2656 c.c.). in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI,  2010, pp. 74-78;

            16. Titolo per la trascrizione (art. 2657), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI, 2010, pp. 78-79;

            17. Atti da presentare al conservatore (art. 2658 c.c.). in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI, 2010, pp. 79-81;

18. Nota di trascrizione (art. 2659 c.c.) in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI, 2010, pp. 81-87;

19. Trascrizione degli acquisti a causa di morte. Ulteriori trascrizioni in base allo stesso titolo. Trascrizione di acquisti a causa di morte in luogo di altri chiamati (dall'art. 2660 all'art. 2662 c.c.), in G. PERLINGIERI (a cura di), Codice civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza, 3ª ed., Napoli, ESI, 2010, pp. 87-89;

20. Il ruolo del tempo nella trascrizione (principio di continuità e criteri di prevalenza), in Rass. dir. civ., 2010, pp. 62-111;

21. La rilevanza dei fatti di sentimento nel diritto privato: associazionismo, terzo settore e tutela dei diritti sociali, in R. DI RAIMO, M. FRANCESCA, A.C. NAZZARO (a cura di), Percorsi di diritto civile. Studi 2009-2011, Napoli, ESI, 2011;

22. Le destinazioni all’interesse familiare: autonomia privata e fondamento solidaristico, in Riv. not., 2012, pp. 1035-1074;

23. Autonomia del criterio della priorità e regole di funzionamento delle misure di conoscenza, in Atti SISDiC, Pubblicità degli atti e delle attività, Napoli, 2014, pp. 425-433;

24. Dalle ADR offline alle procedure di online dispute resolution, 2015, in judicium.it (pp. 1-24);

25. Dalle ADR offline alle procedure di Online Dispute Resolution: statuti normativi e suggestioni di sistema, in Le Corti Salernitane, 2015, pp. 7-27;

26. Beni comuni e razionalità discreta del diritto, in G. Perlingieri e A. Fachechi (a cura di), L’operatività dei principi di ragionevolezza e proporzionalità in dottrina e giurisprudenza, Napoli, 2017, p. 473-492.

27. Razza e diritto, Note introduttive sugli epigoni della discriminazione razziale, 2019, in corso di pubblicazione;

28. Inclusione finanziaria e modelli discriminatori, Napoli, 2019, in corso di pubblicazione.

 

- Curatele

 

M. Francesca, I. Tardia (a cura di), Il diritto civile oggi - Compiti scientifici e didattici del civilista, Atti S.I.S.Di.C., I Convegno Nazionale SISDiC,  Napoli, 2006;

M Francesca, I. Tardia (a cura di), I rapporti civilistici nell’interpretazione della Corte costituzionale – La Corte costituzionale nella costruzione dell’ordinamento attuale – Princípi fondamentali, 1, Atti S.I.S.Di.C., II Convegno Nazionale SISDiC, Napoli, 2007;

M Francesca, I. Tardia (a cura di), I rapporti civilistici nell’interpretazione della Corte costituzionale – Rapporti civili – Rapporti etico-sociali, 2, II Convegno Nazionale SISDiC, Napoli, 2007;

M Francesca, I. Tardia (a cura di), I rapporti civilistici nell’interpretazione della Corte costituzionale – Iniziativa economica e impresa, 3, Atti S.I.S.Di.C., II Convegno Nazionale SISDiC, Napoli, 2007;

M Francesca, A.C. Nazzaro, I. Tardia  (a cura di), Fenomeno sportivo e ordinamento giuridico, III Convegno Nazionale SISDiC, 2009.

M. Francesca e M. Gorgoni (a cura di), Rapporti familiari e regolazione: mutamenti e prospettive, Napoli, 2009;

M Francesca, I. Tardia (a cura di), Diritto comunitario e sistemi nazionali: pluralità delle fonti e unitarietà degli ordinamenti, IV Convegno Nazionale SISDiC, Napoli, 2010;

M Francesca, I. Tardia (a cura di), L’incidenza del diritto internazionale sul diritto civile, Atti S.I.S.Di.C., V Convegno Nazionale SISDiC,  Napoli, 2011;

R. Di Raimo, M. Francesca, A.C. Nazzaro (a cura di), Percorsi di diritto civile. Studi 2009-2011, Napoli, 2011.

M Francesca (a cura di), Diritto intertemporale e rapporti civilistici, VII Convegno Nazionale SISDiC, Napoli, 2013.

M Francesca (a cura di), Pubblicità degli atti e delle attività, VIII Convegno Nazionale SISDiC, Napoli, 2013.

 

 

DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI

(art. 46 D.P.R. n. 445/00)

 

DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DELL'ATTO DI NOTORIETA'

(art.47 D.P.R. n. 445/00)

 

La sottoscritta Manolita Francesca, codice fiscale: FRNMLT72R63F839R, nata a Napoli il 23 ottobre 1972, residente a Telese Terme (BN), via Benevento 21, cap 82037, telefono: 3476276861,

E-mail manolita.francesca@unisalento.it,

consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/00 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci

 

DICHIARA

 

  1. Di non avere riportato condanne penali;
  2. Che le informazioni contenute nel curriculum sopra riportato sono veritiere.

 

Autorizzo al trattamento dei dati personali trasmessi, ai sensi del d.lgs. 196/2003, per le finalità di gestione della procedura selettiva e dell’eventuale procedimento di designazione.

 

 

Lecce, 18 luglio 2019

                                                                             

 

                                                                          

 

Didattica

A.A. 2019/2020

DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (M - Z)

A.A. 2018/2019

DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (M - Z)

A.A. 2017/2018

DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (M - Z)

A.A. 2016/2017

DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 4

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (M - Z)

DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 140.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (M - P)

A.A. 2014/2015

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 140.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (M - P)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (A - L)

A.A. 2013/2014

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (A - L)

Torna all'elenco
DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Nessuno

Il corso è finalizzato all’apprendimento delle nozioni fondamentali del diritto privato, specialmente orientate verso i profili giuridici, di carattere personale e patrimoniale, dei processi comunicativi. Particolare attenzione sarà dedicata, anche attraverso la discussione di casi pratici, ai seguenti temi: riservatezza, identità personale e autodeterminazione nella “sfera privata”; libertà di informazione nella “sfera pubblica”; teorie della conoscenza come bene comune; incidenza del fattore culturale nel contratto e nella responsabilità civile; incidenza delle tecnologie della comunicazione nella disciplina del contratto; proprietà intellettuale e imprese della comunicazione tra mercato e pluralismo; strumenti della comunicazione d’impresa e pubblicità commerciale.

Il corso mira a far acquisire allo studente le nozioni fondamentali del diritto privato e gli strumenti per inquadrare le principali questioni coinvolte nell’odierno dibattito giuridico sulla società dell’informazione, sollecitando un approccio critico e stimolando la capacità di analisi interdisciplinare. Alla fine del corso, lo studente dovrebbe acquisire:

a) Conoscenze e comprensione: Lo studio della materia completa le conoscenze istituzionali del diritto privato e prepara lo studente alla comprensione delle norme e alla loro collocazione nei contesti applicativi di riferimento.

b) Capacità di applicare conoscenze e comprensione: il corso mira a favorire l’acquisizione di strumenti metodologici utili ad applicare le nozioni impartite a vicende concrete. A tale scopo lo studio delle nozioni sarà accompagnato a quello di sentenze e casi pratici, anche con seminari ed esercitazioni interattive.

c) Autonomia di giudizio: attraverso lo studio del diritto privato, lo studente può acquisire flessibilità, iniziativa e attitudine al problem solving. L’autonomia di giudizio sarà stimolata anche attraverso la proposta di un metodo che non applichi norme e nozioni in modo meccanico, bensì con spiccata attenzione alle peculiarità dei fatti che esse sono rivolte a regolare.

d) Abilità comunicative: lo studente apprende durante il corso una tecnica comunicativa di idee, problemi e soluzioni.

e) Capacità di apprendimento: il corso mira a impartire nozioni e metodo per applicarle, formando allo studente un grado di maturità che ne consenta un’applicazione anche in chiave interdisciplinare.

L’esame consiste in un colloquio teso ad accertare il grado di comprensione e di assimilazione del programma svolto a lezione e contenuto nei testi consigliati, nonché l’acquisizione della capacità di rapportarvisi in senso critico e di proiettare le nozione teoriche sul piano dell’applicazione pratica.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

Modulo A (Prof.ssa Manolita Francesca):
Realtà sociale e ordinamento giuridico. Fatto ed effetto giuridico. Situazione soggettiva e rapporto giuridico. Metodo giuridico e interpretazione. Persone fisiche. Persone giuridiche. Beni e situazioni reali di godimento: la proprietà. Situazioni possessorie. Situazioni di credito e di debito.

Modulo B (Prof. Vincenzo Farina):
Situazioni esistenziali. Autonomia negoziale e autonomia contrattuale. Autonomia a contenuto non patrimoniale. Responsabilità civile e illecito.

P. PERLINGIERI, Manuale di diritto civile, ult. ed., Edizioni Scientifiche italiane, Napoli [Parte prima, lettere A, C, D, E, F, G; Parte seconda; Parte terza, Lettere A, B limitatamente ai §§ 19-23, 36, C, D]; Parte quarta, Lettere A e B; Parte Quinta, lettere a, c (§§ 1-7, 19-23)]. N.B.: L’indicazione delle parti ricomprese nel programma da studiare è tratta dal sommario dell’edizione del 2014, attualmente in commercio.

Per la preparazione dell’esame, è altresì indispensabile la consultazione del Codice civile in edizione aggiornata, che costituisce parte integrante del programma di esame.

Oltre alla bibliografia di riferimento, nel corso delle lezioni saranno suggerite letture integrative di materiale giurisprudenziale inerente ai temi principali del corso.

DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A (IUS/01)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2020 al 22/05/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Annualità Singola (dal 16/09/2019 al 22/05/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B (IUS/01)
DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Nessuno

Il corso è finalizzato all’apprendimento delle nozioni fondamentali del diritto privato, specialmente orientate verso i profili giuridici, di carattere personale e patrimoniale, dei processi comunicativi. Particolare attenzione sarà dedicata, anche attraverso la discussione di casi pratici, ai seguenti temi: riservatezza, identità personale e autodeterminazione nella “sfera privata”; libertà di informazione nella “sfera pubblica”; teorie della conoscenza come bene comune; incidenza del fattore culturale nel contratto e nella responsabilità civile; incidenza delle tecnologie della comunicazione nella disciplina del contratto; proprietà intellettuale e imprese della comunicazione tra mercato e pluralismo; strumenti della comunicazione d’impresa e pubblicità commerciale.

Il corso mira a far acquisire allo studente le nozioni fondamentali del diritto privato e gli strumenti per inquadrare le principali questioni coinvolte nell’odierno dibattito giuridico sulla società dell’informazione, sollecitando un approccio critico e stimolando la capacità di analisi interdisciplinare. Alla fine del corso, lo studente dovrebbe acquisire:

- la capacità di individuare le questioni giuridiche sottese ai conflitti pratici;

- la capacità di interpretare le fonti del diritto e trarne le norme applicabili al caso controverso;
- la capacità di leggere ed interpretare il materiale giurisprudenziale;
- la capacità di risolvere conflitti pratici, attraverso la selezione ed interpretazione del diritto applicabile; - la capacità di argomentare e sostenere in modo formalmente corretto e persuasivo la soluzione proposta;
- la capacità di discutere e confrontare una tesi ermeneutica una tesi di politica del diritto (affirmation, refutation, cross-fire examination).

Lezioni frontali, esercitazioni con l’ausilio eventuale di supporti digitali, video. Lettura e discussione in classe di materiali dottrinali e giurisprudenziali. Esercitazioni di gruppo nella forma della speech competition.

L’esame consiste in un colloquio teso ad accertare il grado di comprensione e di assimilazione del programma svolto a lezione e contenuto nei testi consigliati, nonché l’acquisizione della capacità di rapportarvisi in senso critico e di proiettare le nozione teoriche sul piano dell’applicazione pratica.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

Modulo A (Prof.ssa Manolita Francesca):
Realtà sociale e ordinamento giuridico. Fatto ed effetto giuridico. Situazione soggettiva e rapporto giuridico. Metodo giuridico e interpretazione. Persone fisiche. Persone giuridiche. Beni e situazioni reali di godimento: la proprietà. Situazioni possessorie. Situazioni di credito e di debito.

Modulo B (Prof. Vincenzo Farina):
Situazioni esistenziali. Autonomia negoziale e autonomia contrattuale. Autonomia a contenuto non patrimoniale. Responsabilità civile e illecito.

P. PERLINGIERI, Manuale di diritto civile, ult. ed., Edizioni Scientifiche italiane, Napoli [Parte prima, lettere A, C, D, E, F, G; Parte seconda; Parte terza, Lettere A, B limitatamente ai §§ 19-23, 36, C, D]; Parte quarta, Lettere A e B; Parte Quinta, lettere a, c (§§ 1-7, 19-23)]. N.B.: L’indicazione delle parti ricomprese nel programma da studiare è tratta dal sommario dell’edizione del 2014, attualmente in commercio.

Per la preparazione dell’esame, è altresì indispensabile la consultazione del Codice civile in edizione aggiornata, che costituisce parte integrante del programma di esame.

Oltre alla bibliografia di riferimento, nel corso delle lezioni saranno suggerite letture integrative di materiale giurisprudenziale inerente ai temi principali del corso.

DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A (IUS/01)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Il corso presuppone il possesso delle nozioni impartite al primo anno nell’insegnamento di Istituzioni di diritto privato 1, che è propedeutico.

Il corso si compone di due moduli, ciascuno da 6 cfu, e si conclude con un esame unico, che attribuisce 12 cfu. Il primo modulo, svolto dal prof. Stefano Polidori, si tiene nel primo semestre e verte sul contratto in generale, sul diritto di famiglia e sulla disciplina della pubblicità immobiliare e mobiliare. Il secondo modulo, svolto dalla prof. Manolita Francesca, si tiene nel secondo semestre e verte su: contratti fra professionisti e consumatori; fra i singoli contratti, esclusivamente compravendita, mutuo, locazione, comodato, appalto, mandato, deposito, assicurazione, fideiussione, transazione, donazione; responsabilità per fatto illecito; successioni per causa di morte.

a) Conoscenze e comprensione: Lo studio della materia completa le conoscenze istituzionali del diritto privato e prepara il futuro giurista alla comprensione delle norme e alla loro collocazione nei contesti applicativi di riferimento.

b) Capacità di applicare conoscenze e comprensione: il corso mira a favorire l’acquisizione di strumenti metodologici utili ad applicare le nozioni impartite a vicende concrete. A tale scopo lo studio delle nozioni sarà accompagnato a quello di sentenze e casi pratici, anche con seminari ed esercitazioni interattive.

c) Autonomia di giudizio: attraverso lo studio del diritto privato, il giurista può acquisire flessibilità, iniziativa e attitudine al problem solving. L’autonomia di giudizio sarà stimolata anche attraverso la proposta di un metodo che non applichi norme e nozioni in modo meccanico, bensì con spiccata attenzione alle peculiarità dei fatti che esse sono rivolte a regolare.

d) Abilità comunicative: il futuro giurista apprende durante il corso una tecnica comunicativa di idee, problemi e soluzioni, mirata a rendere comprensibili anche a chi giurista non è le dinamiche attraverso le quali il diritto attraversa le vicende dei soggetti privati.

e) Capacità di apprendimento: il corso mira a impartire nozioni e metodo per applicarle, formando allo studente un grado di maturità che consenta di affrontare senza problemi il prosieguo del percorso accademico.

Il corso si articola in prevalenza attraverso lezioni frontali, le quali potranno però essere accompagnate (ed intervallate) da seminari dedicati, con l’ausilio di specialisti della materia, e da esercitazioni interattive, svolte con il diretto coinvolgimento dei ragazzi.

L’esame consiste in un colloquio orale finalizzato ad appurare il grado di assimilazione e comprensione del programma svolto a lezione e contenuto nei libri di testo adoperati per lo studio individuale. L’apprendimento non dovrà essere mnemonico ma critico, e dovrà denotare la capacità di proiettare le nozioni teoriche sul piano dell’applicazione pratica.

Per gli studenti iscritti ad anni successivi, che hanno nel loro piano di studi l'esame di Istituzioni di diritto privato 2 per 8 cfu, il programma è il medesimo con esclusione della parte relativa ai singoli contratti.

Modulo A (Prof. Stefano Polidori): Autonomia negoziale e autonomia contrattuale: i contratti in generale. Pubblicità immobiliare e trascrizione. La famiglia.

Modulo B (Prof. Manolita Francesca): I contratti fra professionisti e consumatori.  I singoli contratti (fra essi, esclusivamente: compravendita; mutuo; locazione; comodato; appalto; mandato; deposito; assicurazione; fideiussione; transazione; donazione). Responsabilità civile extracontrattuale e fatti illeciti. Successioni per causa di morte.

Gli istituti e gli argomenti indicati nel programma potranno essere studiati dal medesimo libro di testo adoperato per preparare l’esame di Istituzioni di diritto privato 1, purché in edizione aggiornata. Per la preparazione dell’esame è indispensabile adoperare altresì una edizione aggiornata del Codice civile e leggi complementari: il contenuto degli articoli del codice civile che riguardano gli argomenti dedotti nel corso è parte integrante del programma di esame indipendentemente dal Manuale adoperato.

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II MODULO B (IUS/01)
DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A (IUS/01)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II - MODULO B
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II - MODULO B (IUS/01)
DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 4

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 26/05/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE - MODULO B
DIRITTO CIVILE - MODULO B

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 45.0 Ore Studio individuale: 105.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 4

Semestre Secondo Semestre (dal 20/02/2017 al 26/05/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO CIVILE - MODULO B (IUS/01)
DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

DIRITTO PRIVATO E DEI PROCESSI COMUNICATIVI-MODULO A (IUS/01)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 140.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 29/02/2016 al 20/05/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II (IUS/01)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 140.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 29/02/2016 al 20/05/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 140.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 02/03/2015 al 15/05/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II (IUS/01)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II

Corso di laurea GIURISPRUDENZA

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 60.0 Ore Studio individuale: 140.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 02/03/2015 al 15/05/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO II
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 23/02/2015 al 31/05/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II (IUS/01)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 23/02/2015 al 31/05/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II
ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare IUS/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - MODULO II (IUS/01)

Risorse correlate

Documenti