Giovanni INVITTO

Giovanni INVITTO

Professore I Fascia (Ordinario/Straordinario)

giovanni.invitto@unisalento.it

Facoltà di Scienze della Formazione, Scienze Politiche e Sociali

Edificio Codacci Pisanelli - Piazza Arco di Trionfo, 1 - LECCE (LE)

Presidenza, Piano terra

Telefono +39 0832 29 6298 - Fax +39 0832 29 6289

professore ordinario di filosofia teoretica

Curriculum Vitae

Giovanni Invitto, è nato a Lecce il 22 marzo 1943. Nel novembre del 1960 si iscrive al Corso di Laurea in Pedagogia della Facoltà di Magistero dell’Università degli Studi di Lecce, risultando il primo su quaranta ammessi. Nel 1962 è consigliere dell'Intesa e capogruppo nell'Organismo Rappresentativo dell’Università Salentina (O.R.U.S., poi O.R.U.L.); è rappresentante degli studenti nel corso di laurea in Pedagogia; consigliere dell'Opera Universitaria. Nel 1963-1965 è presidente, poi Segretario generale dell’O.R.U.L.

Nel 1965 si laurea, con lode, con un tesi sul pensiero politico di San Tommaso e diviene assistente volontario di Storia della Filosofia con il prof. G. A. Roggerone. Dopo essere diventato ordinario, con un concorso nazionale, di filosofia nei licei, nel 1969 vince il concorso per assistente ordinario nella cattedra di Storia della Filosofia. Nel 1971 ottiene l’incarico di insegnamento di Storia della filosofia moderna e contemporanea. 

Nel 1974 fonda a Lecce la Cisl-Università di cui è segretario per tre anni; nello stesso anno ha l’incarico di Filosofia. Nel 1980 è nominato professore associato di Storia della Filosofia sempre presso la Facoltà di Magistero. Dal 1983 (dicembre) al 1987 (maggio) è presidente dell'Opera Universitaria di Lecce, su delega del Rettore.

Nel 1987 fonda e dirige la rivista quadrimestrale di filosofia “Segni e comprensione” con la collaborazione del Centro di Ricerche fenomenologiche di Roma. La rivista, ancora oggi, è ritenuta tra le sedici più importanti riviste italiane di filosofia (vedi “L’agenda della filosofia 2010” edita da Bompiani). Nel 1995 è nominato assessore della Provincia di Lecce per la Formazione Professionale, Istruzione, Università e Istituti di Alta Cultura. Con quest’incarico realizza un Accordo di programma tra Provincia e Università, unico in Italia, che porta all’Ateneo cinque miliardi di lire, in cambio di ricerche finalizzate al territorio provinciale. Dirige varie collane editoriali ed è in vari comitati scientifici di riviste nazionali e internazionali. Nel marzo del 1999 è nominato, per conto della Provincia di Lecce, nel Comitato Scientifico dell’I.S.U.F.I. Nel marzo 2001 è eletto vicepresidente del Corso di Laurea in Scienze umane e morali (classe di Filosofia); si dimette per incompatibilità nel novembre 2001. Nel maggio 2001 è nominato presidente del Centro di Studi Salentini, ente morale con D. P. R. del 1956.

Nel novembre 2001 è eletto presidente del Nucleo di Valutazione di Ateneo. Nel giugno 2002 ha la delega alla presidenza del Consorzio Universitario Interprovinciale Salentino, da parte del Presidente della Provincia di Lecce, fino al 2004. Ha anche insegnato Filosofia della storia, Estetica e Sociologia dell’arte e della letteratura.

Ha fatto parte del dottorato di ricerca in "Scienze bioetico-giuridiche".Nel 2002 entra a far parte del Dottorato di Ricerca internazionale su “Forme e storia dei saperi filosofici” tra Lecce e Paris IV (Sorbonne). Dal 2007 è responsabile dell’indirizzo contemporaneistico.

Nel 2005 il Ministero approva è finanzia un Progetto di ricerca di rilevante interesse nazionale (Prin) di cui G. Invitto è responsabile scientifico nazionale. Al Prin partecipano, con Lecce, Bari, Roma Tre, Sassari, Verona. Il tema è “Fenomenologia, narrazione, riflessione etico-politica: testi e temi nel pensiero francese del Novecento”.  Nel 2010 gli riapprova un Prin, di cui è coordinatore nazionale (con Lecce, Roma 3, Sassari e Bari) sul tema: "Fenomenologia, riflessione etico-politica ed estetica dal Novecento in poi: testi e temi della filosofia dei paesi del Mediterraneo".  

Il 15 maggio 2006 è eletto preside della Facoltà di Scienze della Formazione (già Magistero). Per questo si dimette dal Nucleo di valutazione di Ateneo. Durante il suo mandato la Facoltà acquisisce il Corso di Laurea in Psicologia e quello di Scienze della formazione primaria, sede didattica interateneo con Bari. Promuove la pubblicazione di un volume sulla storia della Facoltà. Il titolo è “Vetus et nova. Cinquant’anni di Magistero e Scienze della formazione nell’Università salentina”.   Nell’ottobre 2008 è eletto Presidente del Nucleo di Valutazione del Conservatorio di Musica di Lecce.

Il 9 giugno 2010 è stato rieletto Preside di Scienze della Formazione per il quadriennio 2010-2014.

Sotto la sua presidenza, la ricerca del Censis sulle Università italiane ha indicato per il 2010 e 2011 Scienze della Formazione la prima Facoltà, per qualità, dell'Ateneo salentino

,

 

CORSO DI LAUREA: Laurea triennale in:  Scienze della formazione e saperi filosofici

 

FILOSOFIA TEORETICA

 

CREDITI ASSOCIATI ALL'INSEGNAMENTO: 12; ore di lezione 72

 

ANNO DI CORSO: I anno

 

NOMINATIVO DOCENTE: Giovanni Invitto

 

PROGRAMMA: Narrazione e filosofia

 

TESTI DI RIFERIMENTO

G. Invitto, Il diario e l’amica. L’esistenza come autonarrazione, Mimesis, Milano-Udine 2012

G. Invitto, "Nugae". Spunti e occasioni per parlare di filosofia, Milella, Lecce 2013

D. De Leo, La relazione percettiva, Mimesis, Milano-Udine 2009

 

ORARI E LUOGO DI RICEVIMENTO DEL DOCENTE: Ricevimento: Il docente riceve il mercoledì alle ore 16.30, presso il suo studio: Palazzo Parlangeli – via Stampacchia – stanza 21c tel.: 0832.294627

Email: giovanni.invitto@unisalento.it                 

           

FREQUENZA: La frequenza alle lezioni è consigliata.

 

METODO DI VALUTAZIONE: Metodi di valutazione: la prova, partendo dai testi studiati, verificherà il ruolo che la problematica filosofica ha nella cultura e nella formazione dello studente ed il possesso dei concetti che sono strutturalmente basilari.

 

CRITERI DI AMMISSIONE ALL’ESAME: È richiesta la prenotazione esclusivamente on line, tramite la procedura informatizzata di Ateneo, con almeno 7 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio appello. In situazioni di non praticabilità del servizio online, prenotazione può farsi con una email al docente all’indirizzo prima indicato.

Lo studente che non dovesse superare l'esame deve attendere almeno 30 giorni prima di sostenere nuovamente l'esame.

 

DATE DI INIZIO E TERMINE DEL CORSO: II semestre - secondo il calendario generale della Facoltà 

Giorni di lezione: lunedì 15-17; martedì 15-17; mercoledì 15-16. 

 

CALENDARIO PROVE DI ESAME: Esami di Filosofia Teoretica: “Pedagogia dell’infanzia”: FEBBRAIO 2014: 6 e 20; APRILE: 28;  GIUGNO: 6 e 20; LUGLIO: 4; SETTEMBRE: 10 e 25;  OTTOBRE: 3;  FEBBRAIO 2015: 6 e 20; .

Gli esami inizieranno sempre alle 8.30 e si svolgeranno presso il Palazzo Parlangeli, II piano, studio 21c.

Per gli studenti fuoricorso, che non hanno più obblighi di frequenza, saranno fissati appelli mensili di cui alcuni sono già presenti in questo elenco (mesi di ottobre e marzo).  Degli altri si darà notizia con avviso nella bacheca del docente.

 

 

 

Didattica

A.A. 2013/2014

FILOSOFIA TEORETICA (M-FIL/01)

Corso di laurea SCIENZE DELLA FORMAZIONE E SAPERI FILOSOFICI

Lingua ITALIANO

Crediti 12.0

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Torna all'elenco
FILOSOFIA TEORETICA (M-FIL/01)

Corso di laurea SCIENZE DELLA FORMAZIONE E SAPERI FILOSOFICI

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/01

Anno accademico 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno 1

Semestre Primo Semestre (dal 07/10/2013 al 31/01/2014)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

FILOSOFIA TEORETICA (M-FIL/01)

Pubblicazioni

 

 

 

 v01) Emile Boutroux: dall'esigenzialismo al pragmatismo mistico, Saggi de "Il Protagora", Glaux, Napoli 1970 (1971), pp.88.

v02) Merleau-Ponty politico: l'eresia programmatica, Lacaita, Manduria 1971, pp.128.v03) I filosofi dimissionari, Messapica, Lecce 1974, pp.76; contiene anche i nn. r02 e s02.

v04) Le idee di Felice Balbo. Una filosofia pragmatica dello sviluppo, Il Mulino, Bologna 1979, pp.280.

 

v05) Merleau-Ponty e la filosofia come vigilanza, Milella, Lecce 1981, pp.232.

v06) I dialoghi della ragione. Saggi su filosofi, riviste, gerarchie, fedi nel Novecento italiano, Adriatica Salentina, Lecce 1983, pp.152; contiene anche i nn. e04, s14, s03, s19, s07, e05, s16.

v07) Un "contrasto" novecentesco: Giovanni Papini e la filosofia, Milella, Lecce 1984, pp.206.

v08) "Esprit" e "raison". Filosofi francesi del Novecento, Capone, Cavallino di Lecce 1987, pp.110; contiene anche i nn. s05, s09, s27, s20, s18, s21, e06, s29, s22.

v09) Scienza etica politica. Saggi sulla filosofia italiana contemporanea, Milella, Lecce 1988, pp.188; contiene anche i nn. e08, s24, s36, s26-s31, e07, s32, s.28-s35, e02.

v10) Sartre. Dal "gioco dell'essere" al lavoro ermeneutico, F. Angeli, Milano 1988, p.155; contiene anche i nn. s40, s23, e01, s30, s33.

v11) Felice Balbo. Il superamento delle ideologie, Studium, Roma 1988, pp.162.

v12) La città dell'uomo. Il pensiero politico di san Tommaso, Capone, Cavallino di Lecce 1991, pp.144.

v13) Esistenzialismo e dintorni. Saggi storiografici, F.Angeli, Milano 1992 (1991), pp.192; contiene anche i saggi nn. s46, s47, s44, s54-s55-s57, s48, s50, s51, s52.

v14) Esistenza/estetica. Temi e figure del pensiero contemporaneo, Capone, Cavallino di Lecce 1994, pp.140; contiene anche i saggi s60, s64, s65, s67, t1, s68, s70;

v.15) Filosofi intellettuali cittadini. Da Kant a Merleau-Ponty. Saggi, Capone, Cavallino di Lecce 1995, pp.184; contiene anche i saggi: e10, s45, s58, s61, s63, s66;

v.16) Alain. Un filosofo dei segni, Manni, Lecce 1999, pp.206;

v.17) Narrare fatti e concetti, Milella, Lecce 1999, pp.204; contiene anche i saggi s71, s72, s74, s81, s82 e r06;

v.18) Sartre. Dio: una passione inutile, Messaggero, Padova 2001, pp. 96;

v. 19) La tessitura di Merleau-Ponty. Ragioni e non-ragione nell’esistenza, Mimesis, Milano 2002, pp. 154;

v. 20) L’occhio tecnologico. I filosofi e il cinema, Mimesis, Milano 2005, pp. 238.

v. 21) Sartre. Dal “gioco dell’essere” al lavoro ermeneutico. Con una postfazione alla nuova edizione, II ed., FrancoAngeli, Milano 2005, pp. 175.

v. 22) Idee e schermi bianchi. Filosofia e cinema tra il mito e il falso, Mimesis, Milano 2007, pp. 176.

v. 23) Fra Sartre e Wojtyla. Saggi su fenomenologie ed esistenze, Mimesis, Milano 2007, pp. 204.

v. 24) Merleau-Ponty par lui-même. Una pratica filosofica della narrazione di sé, Mimesis, Milano 2010, pp. 84.

v. 25) La lanterna di Diogene e la lampada di Aladino, Mimesis, Milano 2010, pp. 136

  

 

Volumi collettanei di cui G.I. è editor e saggi dello stesso inclusi nei volumi citati:

e01) Colloqui con Sartre, a c. di G.Invitto, Milella, Lecce 1974; di G.Invitto: La ribellione in nome del nulla, pp.15-73.

e02) Novecento minore. Intellettuali e società in Italia, a c. di G.Invitto, Messapica, Lecce 1977; di G.Invitto: La filosofia nelle Università dell'Italia meridionale (1945-1970), pp.229-259.

e03) Immagine e funzione del filosofo, a c. di G.Invitto, Messapica, Lecce 1980; di G.Invitto: Immagine e funzione del filosofo. Premesse teoriche, pp.7-127.

e04) La mediazione culturale. Riviste italiane del Novecento, a c. di G.Invitto, Milella, Lecce 1980; di G.Invitto: La filosofia e la mediazione nelle riviste, pp.7-42.

e05) Fenomenologia ed esistenzialismo in Italia, a c. di G. Invitto, Adriatica Salentina, Lecce 1981; di G.Invitto: La filosofia di F.Balbo di fronte a fenomenologia ed esistenzialismo, pp.209-214.

e06) Merleau-Ponty. Filosofia esistenza politica, a c. di G.Invitto, Guida, Napoli 1982; di G.Invitto: Premessa, pp.9-12, e Filosofia e sociologia. La comprensione eccedente, pp.141-146.

e07) Felice Balbo tra filosofia e società, a c. di G.Campanini e G.Invitto, F.Angeli, Milano 1985; di G.Invitto: Balbo: la filosofia come tecnica (e la tecnica nella filosofia), pp.71-92.

e08) Rileggere Pietro Siciliani, a c. di G.Invitto e N.Paparella, 3 voll., Capone, Cavallino di Lecce 1988; di G.Invitto, nel I vol.: Il positivismo impossibile. Con Kant e Rosmini, pp.241-261.

e09) Le rivoluzioni di Simone Weil, a c. di G. Invitto, "Segni e comprensione", a.IV, n.11, settembre-dicembre 1990, pp.304. Anche in volume: Capone, Cavallino 1990.

e10) Visioni del mondo e nuova progettualità, a c. di G.Invitto, F.Angeli, Milano 1992; di G.Invitto: Filosofia e "concezione del mondo" nei Quaderni di Gramsci, pp. 151-170.

e11) Gli scritti postumi di Sartre, a c. di G. Invitto e A. Montano, Marietti, Genova 1993; di G.Invitto, L'algebra della violenza, pp.175-191.

e12) Fenomenologia del mito. La narrazione tra cinema, filosofia, psicoanalisi, a c. di G. Invitto, Manni, San Cesario di Lecce, 2006; di G. Invitto, Fenomenologhi, cinema e mito, pp. 7-23 e Tessere “per” la vita. Prendendo spunto da Aracne di Eva Cocca, pp. 126-140. 

e13) La fenomenologia e l’oltre-fenomenologia. Prendendo spunto dal pensiero francese, a c. di G. Invitto, Mimesis, Milano 2006; di G. Invitto,  Per un’ermeneutica degli scritti postumi. Il caso Sartre, pp. 129-140.

e14) Il reale falso. Filosofia e psicoanalisi leggono cinema, a c. di G. Invitto, Manni, San Cesario di Lecce 2007; di G. Invitto, Reale-falso-immaginario. Questioni di lessico nella storiografia del cinema, pp. 47-55.

E15) Bergson, l’Évolution créatrice e il problema religioso, a c. di G. Invitto, Mimesis, Milano 2007: di G. Invitto, Merleau-Ponty interprete di Bergson. Il problema di Dio. Materiali per una rilettura, pp. 83-104.

E16) Il sorriso di Medusa. Il consumo della paura tra cinema e filosofia, a c. di G. Invitto, Manni, San Cesario di Lecce 2008; di G. Invitto, La paura come consumo cinematografico, pp. 7-12.

E17) Tempi del cinema, tempi nel cinema. Tra filosofia e psiconalisi, a c. di G. Invitto, Amaltea, Melpignano 2009; di G. Invitto, Il crepuscolo nell'anima. "L'ora del lupo" di Ingmar Bergman, pp. 37-48.

E18) Vetus et nova. Cinquant'anni della Facoltà di Magistero e di Scienze della formazione nell'Università Salentina, Università del Salento, Lecce 2009.

E19) I numeri sullo schermo. Film e filosofia, a c. di G. Invitto, Amaltea, Melpignano 2010; di G. Invitto, "Fahrenheit 451", Word 97-2003. Questioni di memoria, pp. 131-142.

 

Traduzioni:

t01) M. Merleau-Ponty, L'occhio e lo spirito, trad. introd. e note a c. di G. Invitto, Milella, Lecce 1971, pp.86.

t02) J.-P. Sartre, La mia autobiografia in un film. Una confessione, trad., introduz. e note a c. di G. I., Marinotti, Milano 2004, pp. 160

 

Saggi:

s01) Fondamenti del pensiero politico di San Tommaso, estr. da "La zagaglia", n.29, 1966, pp.18.

s02) L'autonegazione della teoresi nel pensiero contemporaneo, "Bollettino di Storia della Filosofia dell'Università degli Studi di Lecce", v.I, 1973, pp.91-103.

s03) Péguy nella cultura italiana. Analisi di tre riviste, in Péguy vivant, a c. di J.Bastaire, A.Prontera, G.A.Roggerone, Milella, Lecce 1978, pp.617-625.

s04) Gramsci nel pensiero della sinistra cattolica italiana (1943-1951), "Quaderno filosofico", v.2, 1978, pp.155-173.

s05) Péguy e Reich: due forme di misticismo, ivi, pp.217-227.

s06) Cristianesimo, culture e filosofie, "Quaderno filosofico", v.4, 1980, pp.270-304.

s07) Il pensiero di Felice Balbo: una questione aperta, "Italia contemporanea", fasc.141, 1980, pp.94-103.

s08) La definizione della libertà come pseudoconcetto filosofico, Atti del XXVII Congresso nazionale di Filosofia, Roma 1980, pp.343-352.

; Prefazione, in S. Crestani, Discorso della stabilità, Lecce, Adriatica Salentina, 1981, pp.5-6;

s09) Péguy et Merleau-Ponty: le retour d'une hérésie, "L'Amitié C. Péguy", a. XVII, 1982, pp.7-12.

s10) Voce: Balbo Felice, in Dizionario storico del movimento cattolico in Italia, a c. di G.Campanini e F.Traniello, v.II., I protagonisti, Marietti, Torino 1982, pp.27-30.

s11) Voce: Papini Giovanni, ivi, pp.453-458.

1982.05.28; Rapporto tra fede e filosofia. Uno stimolante intervento del prof. Invitto, "Il Galatino", pp.3, 6, con risposta di A.A. [Antonio Antonaci]; ripreso anche in S. Crestani, Discorsi leccesi, Galatina, 1984, pp.8-12;

1982.08.27; Ricorrente fascino dell'Illuminismo. Riuniti in volume da Sansoni gli studi di S.Moravia sul "secolo dei lumi", "Quotidiano", p.12;

s12) Le langage de Reich comme 'interruption' et 'distraction', "L'Arc", n.83, 1983, pp.69-71.

s13) Il fatto religioso, "Quaderni razionalisti", n.2-3, primavera 1983, pp.190-191.

s14) La filosofia 'mediata' e la sua presenza nelle riviste di cultura non filosofica, in: La filosofia italiana nel primo quarto del secolo attraverso le riviste (1900-1925), a c. di A.Verri, Milella, Lecce 1983, pp.163-198.

s15) Papini e l'idealismo italiano, in: Giovanni Papini, a c. di S.Gentili, Vita e Pensiero, Milano 1983, pp.54-76.

s16) Maritain e la 'terza generazione' italiana: tra élites profetiche e nuove dirigenze, in: Maritain e le scienze sociali, a c. di A.Scivoletto, F.Angeli, Milano 1984, pp.-53-74.

s17) Bodini politico e "Democrazia del lavoro", in Aa.Vv., Le terre di Carlo V. Studi su V.Bodini, a c. di O.Macrì, E.Bonea, D.Valli, Congedo, Galatina 1984, pp.767-771.

s18) "Esprit", più che una rivista, "Il ragguaglio librario", a L., 1983, n.11, pp.392-393.

1983.02.27; Cento anni di benefico "sospetto": ciò che rimane di Karl Marx, "La città", Nardò, p.3;

1983.03.01; Domande sulla religione. Due libri, un solo interrogativo: quali sono i margini di compatibilità tra l'irrazionale e il mondo moderno?, "Quotidiano", p.12;

1983.03.17; Il tempo delle scomuniche è finito. Pianeta Marx, "Quotidiano", p.13;

1983.04.02; "Ogni morte d'uomo mi diminuisce". A proposito della polemica sull'assassinio del filosofo Giovanni Gentile, "Quotidiano", p.11;

1983.05.19; Gli anti-Sartre. Una rivista contro: "Esprit", "Quotidiano", p.13;

1983.11.09; L'ottimista militante. Domani a Roma la presentazione dell'ultimo libro di Italo Mancini "Il pensiero negativo e la nuova destra", "Quotidiano", p.12;

1983.11.18; L'anti Machiavelli. Simone Weil e la sua ricerca di forme efficaci di nonviolenza; ciò che importa non è il fine, ma le conseguenze implicite nei meccanismi posti in opera per perseguirlo, "Quotidiano", p.12;

s19) Spiritualismo, personalismo e tendenze esistenziali nel pensiero cristiano, in: Tendenze della filosofia italiana nell'età del fascismo, a c. di O.Pompeo Faracovi, Belforte, Livorno 1985, pp.293-327.

s20) Religione, filosofia, rivoluzione: le mistificazioni aggredite in Simone Weil, "Note su socialismo e cristianesimo", a.V., n.10 settembre 1985, pp.3-17.

s21) "Esprit" e l'esistenzialismo, in: Leggere "Esprit" cinquant'anni dopo, n.8 di "Quaderno filosofico", 1983 (1984), pp.107-122.

s22) La Krisis nella lettura di Merleau-Ponty e Tran Duc Thao, in: Husserl. La crisi delle scienze europee e la responsabilità storica dell'Europa, a c. di M.Signore, F.Angeli, Milano 1985, pp.331-342.

1985.04.23; I conti con Platone. "L'utopia platonica", un volume sul progetto politico del grande filosofo greco, "Quotidiano", p.23;

1985.06.00; Presentazione, in S. Crestani, L'Evenienza dell'essere, Galatina, 1985, p. 9;

1985.10.02; Nell'arena del Male. L'esperienza giuridica, etica e politica di G.Capograssi, "Quotidiano", p.16;

s23) L'occhio e lo sguardo. Le dialettiche della violenza (tra Bataille e Merleau-Ponty), in: Jean-Paul Sartre. Teoria scrittura e impegno, a c. di V.Carofiglio e G.Semerari, Edizioni dal Sud, Bari 1985, pp.59-71.

s24) Le disavventure critiche di Pietro Siciliani. Indizi di una sostituzione di persona, in: Pietro Siciliani a cento anni dalla morte, a c. della Regione Puglia, Editrice Salentina, Galatina s.d. (1986), pp.7-21.

1985.12.14; L'altra via. Nel volume "La discesa di Dio" la vicenda umana di S. Weil, profeta scomodo e disarmato del nostro tempo; "Quotidiano", p.15;

1986.03.18; La filosofia ponte per l'Europa. Il ruolo della casa Editrice Laterza, con e dopo Croce, nel rapporto con la cultura d'oltreconfine, "Quotidiano", p.9;

1986.04.15; Una ragazza per bene divenuta ciò che era. Ora bisognerà giudicarla [S.de Beauvoir] al di fuori dell'ombra di Sartre, "Quotidiano", p.10;

1986.06.26; Le verità di Noventa. Una voce per il nuovo sapere, "Quotidiano", p.16;

s25) Sentieri del pensiero cattolico contemporaneo, in Aa.Vv., Conversazioni manduriane, a c. della UCIIM di Manduria, Tiemme, Manduria 1986, pp.77-86.

s26) Gli anni di Solaria, intervento nella tavola rotonda, nel volume con lo stesso titolo, a c. di G.Manghetti, Bi & Gi, Verona 1986, pp.212-215, 223-224.

s27) Filosofia intenzionale e storiografia intenzionata, in: Filosofia politica e società in Jacques Maritain, a c. di S.Costantino, Ed. Mapograf, Vibo Valentia 1986, pp.49-57.

s28) Scrittura letteraria e intenzione filosofica: il chiasma di Giacomo Noventa, "Comunità", n.188, a.XI, dicembre 1986, pp.188-198.

s29) Le nozioni antisartriane di "occhio" e "visione" nell'ultimo Merleau-Ponty, "Segni e comprensione", n., gennaio-giugno 1987, pp.47-50.

s30) Sartre e i filosofi italiani, in: Sartre e l'Italia, a c. di O.Pompeo Faracovi e S.Teroni, Belforte, Livorno 1987, pp.181-199.

s31) Il rifiuto della contemporaneità. Nota su Croce e dintorni, "Segni e comprensione", a.I, n.2, luglio-dicembre 1987, pp.42-48.

s32) La fenomenologia del male nel pensiero di Giuseppe Capograssi, in: Giuseppe Capograssi. Pluralismo giuridico e problematica etico-politica, n.15-16 di "Quaderni sardi di filosofia e scienze umane", a.VI, 1986-1987 (1987), pp.77-87.

s33) Sartre dopo la "Critique": dalla ragione dialettica alla comprensione, in: Aspetti e problemi dell'ermeneutica, a c. di A.Verri e G.A.Roggerone, Milella, Lecce 1988, pp.113-146.

s34) Chi è Dio, in Aa.Vv., Chi è Dio?, a c. di A.Molinaro, Herder, Università Lateranense, Roma 1988, pp.253-257.

s35) Scrittura letteraria e intenzione filosofica: il chiasma di "Nulla di nuovo", in: Giacomo Noventa, a c. di F.Manfriani, Leo S.Olscki edit., Firenze 1988, pp.169-181.

s36) Gli errori della mente. Tra determinismo e volontarismo. Nota su positivisti e neoidealisti, in Aa.Vv., Filosofia e politica a Genova nell'età del positivismo, a c. di D.Cofrancesco, Compagnia dei Librai, Genova 1988, pp.41-50.

s37) Balbo Felice, in Dizionario Biografico degli Italiani, v.XXXIV, Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma 1988, pp.38-40.      

s38) La progettualità politica tra eredità e prospettive, in Filosofia religione politica, a c. di M.Forcina, "Quaderno filosofico", a.XII, n.16-17, 1987-1988, pp.151-158.

s39) Il ritorno delle filosofie dell'esistenza, "Segni e comprensione", a.III, n.8, settembre-dicembre 1989, pp.38-40.

s40) La fenomenologia del silenzio in Sartre, in Aa.Vv., Il silenzio e la parola, a c. di M.Baldini e M.Zucal, Morcelliana, Brescia 1989, pp.295-306.

s41) Philosopher "en femme". Raccontare Simone Weil, in Aa.Vv., Donne in filosofia, a c. di G.A.Roggerone, Lacaita, Manduria-Bari-Roma 1990, pp.113-125.

s42) La natura come progetto culturale, in Aa.Vv., Uomo Natura Cultura, a c. di N.Cavallo, Edit. C.S.C., Lecce 1990, pp.13-18.

s43) Gli ambienti ideologici della "Rerum novarum", in Aa.Vv., I cento anni della "Rerum novarum", a c. di F.Fiorentino, Ed.Studio Domenicano, Bologna 1990, pp.43-60.

s44) A la recherche de l' "esprit italien". Sartre et l'Italie, "Les Temps Modernes", a.46, oct.-déc.1990, n.531-533: Témoins de Sartre, v.II, pp.1056-1071.

s45) La réception de Péguy dans la culture catholique italienne, in Aa.Vv., La réception de Charles Péguy en France et à l'étranger, a c. di J.Sabiani, n.3, Colloque internationale, 1988, "Centre Charles Péguy" di Orléans, 1991, pp.113-117.

1988.04.23; La voce di dentro. Si conclude oggi a Roma l'incontro dedicato all'opera del filosofo francese M. Merleau-Ponty, "Quotidiano" p.11;

1989.11.30; La vendetta della filosofia. Da oggi all'Università di Lecce il convegno su "Le rivoluzioni di Simone Weil", "Quotidiano", p.10;

1989.12.21; Il mito del diavolo. Come nacque l'antiamericanismo di Jean-Paul Sartre, "Quotidiano", p.11;

1990.02.23; Tre pagine chiamate romanzo. Le prime opere della collana "Compact type", "Quotidiano", p.11;

1990.04.15; I volti del filosofo. A dieci anni dalla morte di J.-P.Sartre, "Quotidiano", p.12;

1990.05.29; Questo nostro tempo. All'Università di Bayreuth studiosi a convegno sulla "Weltanschauung" nel mondo contemporaneo, "Quotidiano", pp.12-13;

1990.09.11; Nel profondo dell'esistenza. Con N. Abbagnano scompare uno dei maestri della filosofia italiana, "Quotidiano", p.10;

1990.12.09; Così Sartre vedeva l'Italia, "Quotidiano", p.12;

 s46) L'inevitabile eticità dell'ermeneutica, "Per la filosofia. Filosofia e insegnamento", a.VIII, n.22, maggio-agosto 1991, pp.98-101113-116.

s47) Occhio del corpo e occhio del pittore, in Aa.Vv., La prosa del mondo. Omaggio a M.Merleau-Ponty, a c. di A.M. Sauzeau-Boetti, QuattroVenti, Urbino 1990 (1991), pp.63-71.

s48) Emile Boutroux, in Novecento filosofico e scientifico. Protagonisti, a c. di A.Negri, Marzorati, Milano 1991, v.I, pp.721-744.

s49) Maurice Blondel, ivi, v.I, pp.745-766.

s50) Jean-Paul Sartre, ivi, v.II, pp.321-351.

s51) Maurice Merleau-Ponty, ivi, v.II, pp. 353-380.

s52) Jacques Lacan, ivi, v.III, pp.219-244.

s53) Intervento su Simone Weil, "Il Vieusseux", settembre-dicembre 1991, pp.58-61.

s54) Il superamento delle categorie storiche nella ripresa in atto delle filosofie dell'esistenza, "Il Contributo", luglio-settembre 1991, a.III, n.s., pp.50-64.

s55) Idem, in Aa.Vv., Moderno e post-moderno nella filosofia italiana, oggi, a c. di P.Ciaravolo, Centro per la Filosofia Italiana, Roma 1991, pp.103-117.

a56) Quel ricominciare dai valori, dalle idee e dai progetti. Frammenti per una nuova cultura politica, trascrizione da registrazione, in Aa.Vv., La politica ricercata, Scuola di formazione all'impegno sociale e politico, Manduria 1991, pp.55-62.

s57) Il superamento delle categorie storiche nella ripresa in atto delle filosofie dell'esistenza, cit., a. c. di U.Collu, Consorzio per la pubblica lettura "S.Satta", Nuoro 1992, pp.135-149.

s58) La "Centesimus annus": l'impegno ecclesiale e sociale nella realtà del meridione, "Nuova paideia", a.XI, n.3, maggio-giugno 1992, pp.36-42.

s59) Dopo le ideologie, per una ragione non rassegnata, "Tholus", luglio 1992, pp.24-25.

s60) Dall'estetica all'antropologia, passando per l'etica, in Aa.Vv., I mondi di Giacomo Noventa, a c. di F.Manfriani, Capone Cavallino di Lecce 1993, pp.65-72.

s61) Merleau-Ponty et Machiavel, in Aa.Vv., Merleau-Ponty. Le philosophe et son langage, a c. di F.Heidsieck, "Recherches sur la philosophie et le langage", n.15, 1993, pp.169-181.

s62) Jean-Paul Sartre (1905-1980). "Dio-non-è": l'indimostrabilità di una certezza, in Aa.Vv., Dio nella filosofia del Novecento, a c. di G.Penzo e R.Gibellini, Queriniana, Brescia 1993, pp.352-361.

s63) Intellettuali, in Dizionario delle idee politiche, a c. di E.Berti e G.Campanini, Roma, Ave 1993, pp.403-409.

1993.01.10; Il grande cerchio della fede. Ricordo di don Italo Mancini, uno dei maggiori filosofi e teologi degli ultimi decenni, scomparso giovedì scorso a Roma, "Quotidiano", p.12;

1993.01.10; Uniti per l'Italia. Un convegno del Gabinetto Vieusseux a duecento anni dalla nascita di G. Capponi, cattolico illuminato, anticlericale e riformista, "Quotidiano", p.12;

1993.02.00; Terra del Salento anche mia terra, e ti conosco palmo a palmo. È morto un mese fa il filosofo italiano don Italo Mancini. Riportiamo di seguito il ricordo di un suo amico, "L'Ora del Salento", p.3;

1993.06.22; L.Lestingi, Chi vuol esser stolto sia senza filosofia, interv. a G.I. e De Pasquale, "La Gazzetta del Mezzogiorno", p.12;

1993.07.10; Jacques Maritain. Amico di Paolo VI, teorico dell'integralità, "L'Ora del Salento", p.6;

s64) L'arte e la teoria dei segni in Alain, in La crisi dell'arte e il mondo dei valori, Atti del Convegno Nazionale (27-28 ottobre 1993), "Progresso del Mezzogiorno", Loffredo, Napoli 1994, pp.127-143.

s65) Persone e soggetti nella radicalità della differenza, "Segni e comprensione", n.22, a.VIII, maggio-agosto 1994, pp.40-50.

s66) Temi e motivi della formazione di Gino Capponi tra Firenze e Vienna, in Aa.Vv, Gino Capponi. Storia e progresso nell'Italia dell'Ottocento, a c. di P.Bagnoli, Olschki, Firenze 1994, pp.47-74.

s67) Il silenzio e la nomenclatura della violenza, in Av.Vv., La retorica del silenzio, a c. di C.A.Augieri, Milella, Lecce 1994, pp.69-83.

s68) Appunti sul ritorno dell'esistenzialismo nella storiografia italiana, in Aa.Vv., La storiografia filosofica italiana nel secondo dopoguerra, a c. di A.Verri, Lecce, Milella, 1994, pp. 157-166;

s69) Identità e differenze, "Quaderni sardi di filosofia, letteratura escienze umane", a.I, n.1, giugno-dicembre 1994, pp.55-69 (è il testo di s65);

s70) Corpo e linguaggio in Merleau-Ponty, "Athanor", n.5, 1994, pp.87-92;

s71) Riflessi filosofici nelle poesie di Guido Gozzano, in A.G.Manno (a c. di), La concezione della natura nella scienza attuale, nella poesia, nella filosofia, "Progresso del Mezzogiorno", Napoli, Loffredo, 1995, pp.319-336;

s72) La presenza di Giovanni Gentile nel dibattito sull'esistenzialismo italiano, "Idee", n.28-29, 1995, pp.175-184;

s73) Tra Atene e Gerusalemme. L'esperienza religiosa nell’esistenzialismo contemporaneo, in Esperienza religiosa e cultura contemporanea, a c. di A.Delogu, Reggio Emilia, Diabasis, 1995, pp. 105-117;

s74) Soggetti persone proprietà, "Quaderni sardi di filosofia, letteratura e scienze umane", n.2-3, gennaio-dicembre 1995, pp.76-85;

s75) Influssi della cultura filosofica francese nella filosofia italiana, in Il mito della Francia nella cultura italiana del Novecento. L'emigrazione politica e letteraria in Francia dagli inizi del '900 al fascismo, a c. di M.C.Chiesi, Firenze, Festina lente, 1996, pp.31-43;

s76) L'anti-accademia come impegno di cultura e di politica in Roggerone, a c. di P.I.Vergine, Paris-Lecce-Pergola Monsavium, IsuEaed, 1996, pp.27-32;

s.77) All’undecimo anno, “Segni e comprensione”, n.1, a.XI, n.s., gennaio 1997, pp.5-6;

s.78) On the Return of Existentialism to the Italian Debat, transl. by W.L.McBride, in The Development and Meaning of Twentieth-Century Existentialsm, edit. W.L.McBride, New York & London, Garland, 1997, pp.367-374 (già in Esistenza/estetica);

s79) Sartre and America, transl. by W.L.McBride, in Sartre’s Life, Times, and “vision du monde”, edit. W.L.McBride, New York & London, Garland, 1997, pp.114-132 (già in Esistenzialismo e dintorni);

s80) Jean-Paul Sartre (1905-1980) “Deus não esiste”: a indemostrabilidade de uma certeza, in Deus na filosofia do século XX, a c. di G.Penzo-R.Gibellini, trad. di R.L.Ferreira, São Paulo, Edições Loyola, 1998, pp.409-420 (è la trad. brasiliana di s.62);

s81) Ermeneutica del romanzo ed ermeneutica esistenziale in Merleau-Ponty, in Filosofia in dialogo. Scritti in onore di Antimo Negri, a c. di F.Fanizza e M.Signore, Roma, Pellicani, 1998, pp.245-249;

s82) La natura in Merleau-Ponty, “Aquinas”, f.XLI, n.2, 1998, pp.321-327;

1998.10.23-24; Quella distanza tra vita e filofosia [sic]. Il rischio enorme di ammettere solo il linguaggio scientifico. A Fiuggi convegno internazionale su Giocomo Leopardi. Tra i relatori Giovanni Invitto, “Leccesera”, p.15;

s83) “Paupertas” e “captivitas”: due modelli lessicali. Frater Johannes minister, frate Francesco e il Doctor Angelicus, in Tolleranza e convivenza tra cristianità ed Islam. L’Ordine dei Trinitari (1198-1998), a c. di M.Forcina e p. Nicola Rocca, Galatina, Congedo, 1999, pp.139-146;

s84) “Varia filosofia e bella letteratura”. L’uso del termine “filosofia” nello Zibaldone, in Humanitas. Studi in memoria di Antonio Verri, a c. di A.Quarta e P.Pellegrino, vol.I, Galatina, Congedo, 1999, pp.391-411,

s85) I lettori italiani di Merleau-Ponty. Breve storia di tre generazioni, in Merleau-Ponty. L’héritage contemporain, “Chiasmi International”, Paris, Milano, Memphis, Vrin, Mimesis, University of Memphis, 1999, pp.19-22; .

1999.04.14; La danza che viene dagli dei. Lo sguardo sul movimento del filosofo francese Emile Chartier, “Leccesera”, p.13;

2000.04.15; Sartre, il nulla dopo tanto essere? Intervista a Giovanni Invitto, “La Gazzetta del Mezzogiorno”, p.26;

s86) Jean-Paul Sartre (1905-1980) “Deus não esiste”: a indemostrabilidade de uma certeza, in Deus na filosofia do século XX, a c. di G.Penzo-R.Gibellini, trad. di R.L.Ferreira, II ed., São Paulo, Edições Loyola, 2000, pp.409-420 (è la trad. brasiliana di s.62);

s87) I filosofi e la fine del sogno americano (1940-1960). Schemi per un’ipotesi storiografica, in Esilio emigrazione sogno americano, a c. di P.A. Giordano e A. J. Tamburri, “Italiana X”, 20001, pp.129-139;

s.88) A mo’ di premessa. Il lessico come pretesto ermeneutico, “Segni e comprensione”, n.44, settembre-dicembre 2001, pp.5-7;

s.89) Appunti su un viaggio in Italia. Berkeley, l’Italia, Lecce e il tarantismo. Tra conferme e sviluppi di pensiero, in Almanacco 2002, Galatina, Panico, 2001, pp.17-31; 

s. 90) “Exodus” ed “exitus”. Derive dell’Occidente e lessici secolari della cristianità, in Filosofare dialogando. Studi e testimonianze per A. Prontera, a c. di A. Calì, J.-F. Durand, M. Forcina, P.I. Vergine, Milella, Lecce 2002,   pp. 443-449;

s91) Jean-Paul Sartre (1905-1980) “Deus não esiste”: a indemostrabilidade de uma certeza, in Deus na filosofia do século XX, a c. di G.Penzo-R.Gibellini, trad. di R.L.Ferreira, São Paulo, III ed., Edições Loyola, 2002, pp.409-420 (è la trad. brasiliana di s.62);

s92) Prefazione, a F. Dal Bo, Società e discorso. L’etica della comunicazione in K. O. Apel e J. Derrida, Milano, Mimesis, 2002, pp. 23-27; 

s93) Felice Balbo, “Filosofia e teologia”, a. XVI, n.. 3, settembre-dicembre 2002, pp. 601-610;

s.91) Dal Labirinto alla “stanza tutta per sé”. Pensatrici del Novecento, “Segni e comprensione”, n. 48, gennaio-aprile 2003, pp. 76-85;

s94) Corporeità e carnalità: approdi concettuali, a partire da Merleau-Ponty, “Corposcritto”, n. 4, autunno 2003, pp. 19-28;

s95) Le riviste italiane di filosofia. “Segni e comprensione”, “Segni e comprensione”, n. 52, maggio-agosto 2004, pp. 33-37;

s96 a c. di G. I. intervista a G. Vattimo, Perché “oltre la fenomenologia”, “Segni e comprensione”, n. 52, maggio-agosto 2004, pp. 41-52;

s97 Jean-Paul Sartre (1905-1980). "Dio-non-è": l'indimostrabilità di una certezza, in Aa.Vv., Dio nella filosofia del Novecento, a c. di G. Penzo e R. Gibellini, II ed., Queriniana, Brescia 2004, pp.352-361.

s.98 La guerra bambina.. Suggestioni da “I ragazzi della Via Paal” e “La guerra dei bottoni”, “Segni e comprensione”, n. 53, settembre-dicembre 2004, pp. 142-157.

s. 99 Dare scacco all’angoscia. Due film di Ingmar Bergman, in ll lato oscuro. Viaggio nell’ombra, a c. di M. Maisetti, F. Mazzei, L. Vitalone, Cinema e psicoanalisi, Milano 2004, pp. 123-137.  

s. 100 Il femminile tra antropologia e cristianesimo. La lettura di Ales Bello, “Segni e comprensione”, n. 54, gennaio-aprile 2005, pp. 142-146.

s. 101 Chi traduce chi. Note ad un testo, in P. Mariano, Dicotomie e dinamiche nella teoria della traduzione, Milella, Lecce 2005, pp. 9-13.

s. 102 Un viaggio di Berkeley, tra cattolicesimo, barocco, tarantismo. Conferme e sviluppi di pensiero, in La responsabilità del pensare, a c. di L. Tundo Ferente, Liguori, Napoli 2005, pp. 323-337;

s. 103 L’errare pedagogico. Prevenire e/è curare, in G. Bruco, La zucca di Cenerentola. L’errore pedagogico, Manni, S. Cesario di Lecce 2005, pp. 7-11;

s. 104 La filosofia come narrazione. Intervista a Giovanni Invitto, a cura di Isabella Aguilar, in Filosofia e letteratura/1, www.filosofia.it., n. 1, 2005;

s. 105 Cinema, canzoni, ideologia fascista. Il caso Schipa-Bixio, in Parlami d’amore Mariù. Cultura, società e costume nella canzone italiana, a c. di E. Bonfanti, Manni, San Cesario di Lecce 2005,  pp. 103-110;

s. 106 La bellezza nel tempo, intervista a G. I. a cura di Maria Grazia Martina, “South Press”, a. I, aprile 2005, pp. 4-5;

s. 107 Anna ovvero l’impossibile Lilith. Nota su “Dies irae”, in Il mito. Immagini dell’inconscio, a c. di M. Maisetti, F. Mazzei, L. Vitalone, Cinema e psicoanalisi, Milano 2005,pp. 55-65;

s. 108 Un poeta e un filosofo di pubblica utilità, in M. Nocera, Neruda. 100 anni, UM5, Gallipoli 2005,  pp. 91-94;

s. 109 Maurice Merleau-Ponty. La nuova psicologia, in Le fonti fenomenologiche della psicologia, a c. di A. Ales Bello e A. De Luca, Ets, Pisa 2005, pp. 155-174;

s. 110 Sartre: Dio, fede, morale, “Bollettino Studi sartriani. Gruppo ricerca Sartre”, a. I, 2005, pp. 25-44;

s. 111 La gioventù come maschera nel teatro di Sartre, in Le identità giovanili raccontate nelle letterature del Novecento, a c. di C. A. Augieri, Manni, San Cesario di Lecce 2005,  pp. 126-138;

s. 112 El lenguaje en el que nacemos. Notas sobre Merleau-Ponty, trad. dall’it. in spagnolo a c. di M. Cammarata e E. Ricioppo, in Cuadernos de Filología Francese, n. 16, 2004-2005, Universidad de Extremadura, Cáceres, pp. 11-24 ;

s. 113 Il femminile tra antropologia e cristianesimo. La lettura di Angela Ales Bello, “Diotima”, www.diotimafilosofe.it/riv_online.php, 26 febbraio 2005;

s 114 Dalla clausura. Le poesie di suor Luciana, “Diotima”, www.diotimafilosofe.it/riv_online.php, inverno 2005-2006;

s. 115 Il ruolo della donna. La possibile uscita dall’angoscia e la ragionevolezza degli affetti. A proposito di Ingmar Bergman, “Segni e comprensione”, n. 57, gennaio-aprile 2006, pp. 77-86;

s. 116 Dall’ora nona all’ora del lupo. L’ibridazione dolosa. Figure dell’Anticristo nel cinema, www.cartesius.it, 4 aprile 2006;

s. 117 Jean-Paul Sartre, in Filosofie nel tempo, a c. di P. Salandini e R. Lolli, op. dir. da G. Penzo, v. III, Dal XIX al XXI secolo, t. II, Spazio Tre, Roma 2006,pp. 1399-1429;

s. 118 L’occhio tecnologico e l’occhio del corpo. Filosofi e cineasti, in Cinema e filosofia, a cura di C. Tatasciore, Bruno Mondadori, Milano 2006, pp. 28-42;

s. 119 Modelli dell’alterità. Tra antropologia e fenomenologia,in L’enigma della trascendenza. Riflessi etico-politici dell’alterità, a c. di N. Comerci, Editori Riuniti, Roma 2006, pp. 129-138;

s. 120 Il falso doppio. Riflessioni su “Dr. Jekyll and Mr. Hyde” di J. S. Robertson, in Il falso. Immagini sul vero-simile,a c. di M. Maisetti, F. Mazzei, L. Vitalone, Cinema e psicoanalisi, Milano 2006,pp. 85-91;

s. 121 Per un’ermeneutica degli scritti postumi. Il caso Sartre, in Esperienze di lettura e proposte di interpretazione, a c. C. A. Augieri, Giuseppe Laterza, Bari 2006, pp. 111-128;

s. 122 La fede nei meandri della contemporaneità, in E. Lionetto, Il modello ideale dell’esistere. La “Deus caritas est” di Benedetto XVI, l’alambicco di San Cesario,San Cesario di Lecce 2007, pp. 5-7;

s. 123 Premessa inL. Longo, Da Atene a Gerusalemme. La crisi della filosofia occidentale in E. Lévinas, Manni, San Cesario di Lecce 2007, pp. 7-8;

s. 124 Totò: l’esistenza, la morte, la filosofia, “Arte e luoghi”, a. III, n. 2, febbraio 2007, pp. 18-19;

s. 125 Introduzione alla tesi di Laurea in Filosofia, di Sara Cardinali, Facoltà di Lettere e Filosofia di Roma Tre, Phantasia. Per una filosofia del termine in Averroè, Maimonide e Dante, relatore: A. Gessani, correlatore: P. D’Angelo, a. a. 2006-2007, pp. 3-5;

s. 126 Etica, mercato e impresa: cultura e valori nella società odierna, www.inSchibboleth.org, n. 1, settembre-ottobre 2007, p. 5;

s. 127 Laicità e laicismo, www.inSchibboleth.org, n. 2, ottobre-novembre 2007, p. 6;

s. 128 La paura della verità e l’eros come annichilimento. Una possibile lettura dell’Ultimo tango a Parigi, in La paura,a c. di M. Maisetti, F. Mazzei, L. Vitalone, Cinema e psicoanalisi, Milano 2007,pp. 27-32;

s. 129 L’elogio delle minorità. Noventa e l’alternativa della inconcludenza, “Ermeneutica letteraria”, III, 2007, pp. 151-160;

s. 130 La fenomenologia e la regione degli affetti in Karol Wojtyla, in Filosofia e letteratura in Karol Wojtyla, a c. di A. Delogu e A. M. Morace, Urbaniana University Press, Città del Vaticano 2007, pp. 161-193;

s. 131 Prefazione, in L. Sergio, Organizzazione e politiche di cambiamento nella gestione degli enti locali, Congedo, Galatina 2007, pp. 5-6;

s. 132 Falsehood and Cinema, conversation with prof. Giovanni Invitto, by Massimiliano Gaudiosi, www.cinemascope.it, a. IV, n. 10, January-June 2008, edited by Mariangela Fornari;

s. 133 Laicità e legge 194, , www.inSchibboleth.org, n. 5, febbraio-marzo 2008, p. 7;

s. 134 Cittadini e cittadinanza: tra anagrafi e pratiche, www.inSchibboleth.org, n. 9, giugno-luglio 2008, p. 3;

s. 135 Tempi cinematografici. Tempi dello sfruttamento. Modern Times, in Il tempo. Cinema e psicoanalisi, c. di M. Maisetti, F. Mazzei, L. Vitalone, Arti Grafiche Bianca & Volta, Milano 2008,  pp.59-62;

s. 136 Di nuova alchimia. Una terra trasformata in miti, premessa in C. Stasi, Leucàsia e le Due Sorelle. Storie e leggende del Salento, Mancarella, Cavallino 2008, pp. 3-6;

s. 137 Fois et dédoublements. Merleau-Ponty et un débat des années Cinquante, www.filosofia.unimi.it/~chiasmi/merleau-ponty2008/invitto.h;

s. 138 Merleau-Ponty par lui-même : un filosofo parla di sé, « Chiasmi intermational », n. s.,  n. 10, 2008; pp. 59-83;

s. 139 Barbarie inestirpabile, www.inSchibboleth.org, n. 13, novembre-dicembre 2008, p. 3;

s. 140 Narrare è già filosofia, in Simone de Beauvoir. Narrare… è già politica, catalogo, Nottetempo, Roma 2009, pp. 48-49;  

s. 141 Breve storia dell’area filosofica, in Vetus et nova. Cinquant’anni delle Facoltà di Magistero e Scienze della Formazione nell’Università salentina, edizione dell’Università del Salento, Galatina 2009, pp. 105-109;

s. 142 Giulia Stampacchia, ivi, pp. 299-302;

s. 143 Aldo Vallone, ivi, pp. 303-306; 

s. 144 L’arte come autoproiezione del pathos e spazio diagnostico nelle filosofie fenomenologiche dell’esistenza, “Giornale storico del Centro Studi di psicologia e letteratura”, n. 8, Psicologia e arte, a. 2009, pp. 91-104;

s. 145 L’arte come autoproiezione del pathos e spazio diagnostico nelle filosofie fenomenologiche dell’esistenza, in Saperi dell’umano. Paradigmi della storia. Studi in memoria di Giuseppe Dell’Anna,a c. di M. Spedicato e L. Carlino, EdiPan, Galatina 2009, pp. 273-280;

s. 146 Di altri viaggi, di altri miti, di altri mari. Sentieri extra-vaganti partendo da Paflasmós, www.creattivaria.altervista.org,

Temi di ricerca

Inserire qui i temi di ricerca...

Le ricerche di Giovanni Invitto, dopo la tesi sul pensiero politico di Tommaso d'Aquino, hanno riguardato la filosofia italiana e la filosofia francese contemporanee. In particolare, il suo settore di maggior competenza è costituito da fenomenologia, esistenzialismo e filosofie dell'esistenza, soprattutto da Sartre e Merleau-Ponty. Ha curato anche Simone Weil. 

Ha anche prodotto ricerche e volumi oltre che su Felice Balbo, anche su Pietro Siciliani, Giovanni Papini, Giacomo Noventa, sulle riviste del Novecento, per l'ambito italiano, e su Emile Boutroux e Alain, per quello francese.

 Negli ultimi anni i suoi interessi si sono integrati con il tema della narrazione e della filosofia come narrazione. In particolare, ha prodotto alcuni testi sul rapporto tra cinema e filosofia.

Rivolge particolare attenzione anche alla "philosophy for children" e al "counseling" filosofico nonché al "pensiero della differenza".