Gilberto LEGGIERI

Gilberto LEGGIERI

Professore I Fascia (Ordinario/Straordinario)

Dipartimento di Matematica e Fisica "Ennio De Giorgi"

Ex Collegio Fiorini - Via per Arnesano - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 7476 +39 0832 29 7497

Fisica Sperimentale SSD FIS/01
Area di competenza:

Fisica Generale

Trattamento non convenzionale di  materiali.

Applicazioni dei laser per la realizzazione di film sottili micro e nano strutturati.

Tecniche per la caratterizzazione morfologica, strutturale, elettrica e ottica di film sottili.

 

 

 

Orario di ricevimento

Ufficiale

Mercoledì 9-11

Venerdì 11-13

Sabato 9-10

Ufficioso

Tutti i giorni della settimana se non impegnato in lezioni ed esercitazioni.

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Luogo e data di nascita: S.Pietro Vernotico (BR) - 08 febbraio 1947.

Servizio militare: assolto in qualità di sottotenente di artiglieria dal 9-07-'72 al 5-10-'73.

Stato civile: coniugato con due figli.

Posizione attuale: Professore ordinario di Fisica sperimentale SSD Fis/01 presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell'Università degli Studi del Salento.

Titolo di studio: 15-12-1971 Laurea in Fisica con il massimo dei voti conseguita presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell'Università degli Studi di Lecce.

Carriera accademica

il 20-12-'03  ha preso servizio in qualità di Professore Straordinario di Fisica della materia (SSD FIS/03);

dal 20-01-'83 al 19-12-'03 è stato  Professore associato di Fisica generale (SSD FIS/01);

dall'1-08-'80 al 19-01-'83  è stato Assistente ordinario di Fisica Generale;

dal 23-12-'78 al 19/01/'83 è stato Professore incaricato stabilizzato;

dal 19-01-'76 al 22-12-'78 è stato Professore incaricato;

dal 16-10-'74 al 18-01-'76 è stato titolare di contratto;

dall'1-05-'72 al 15-10-'74 è stato titolare di borsa di studio per addestramento didattico e scientifico (MPI).

Affiliazioni

Società Italiana di Ottica e Fotonica (SIOF)

European Optical Society (EOS)

Attività Scientifica

I risultati originali della sua attività scientifica sono stati oggetto di circa 200 lavori pubblicati sulle più prestigiose riviste internazionali del settore.

Attività di valutatore o di "referee"

E' stato valutatore di un progetto della "International Science Foundation";

E' stato ed e' referee per conto di numerose riviste scientifiche internazionali.

Attività istituzionale

E' rappresentante dei professori di I e II fascia e dei ricercatori al Consiglio di Amministrazione dell'Università degli Studi del Salento;

E' stato  membro del Comitato Internazionale della Conferenza Internazionale ALT '99  (Advanced Laser Technologies) - 20-24 settembre 1999 Potenza-Italia.

E' stato nominato relatore nella commissione per l'abilitazione a "Diriger des Recherches"  del dott. D.Berling dall'Università dell'Alta Alsazia di MulhouseFrancia

Negli anni accademici: 2006-2007, 2007-2008 e 2008-2009 e' stato coordinatore del dottorato di ricerca in Fisica.

Dal I dicembre 1994,  per due mandati triennali è stato  rappresentante dei professori associati  al Consiglio di Amministrazione dell'Universita' degli Studi di Lecce ed è stato componente delle Commissioni  bilancio e diritto allo studio.

Il 23 aprile 1996 il Consiglio di Amministrazione dell'Unversità di Lecce lo ha nominato componente della Commissione  per stilare una proposta di Regolamento per disciplinare l'organizzazione e il funzionamento dell'istituendo Nucleo di Valutazione.

Attualmente è componente eletto del Consiglio di Amministrazione dell'Università degli Studi del Salento e fa parte della Commissione decreti d'urgenza.   


FISICA GENERALE  Mod.1    Corso di Laurea in Matematica    9 CFU.

Programma

Introduzione.

La misura: Grandezze fisiche, campioni e unità di misura — Sistema di unità di misura internazionale — Campioni di tempo, di lunghezza, di massa —Precisione e cifre significative — Analisi dimensionale — cenni di teoria dell'errore.

I vettori: Grandezze scalari e vettoriali — Elementi di calcolo vettoriale —Operazione tra vettori: metodo grafico e metodo analitico — Regole di derivazione di un vettore (formule di Poisson) — Momento di un vettore applicato — La rotazione come vettore.

Cinematica del punto materiale e cinamatica rotazionale: Il sistema di riferimento — Il moto — Il moto in una dimensione: la posizione, la velocità, l'accelerazione — La caduta dei gravi  — Il moto in due dimensione: il vettore posizione, il vettore velocità — Il vettore accelerazione — Moti piani: il moto del proiettile, il moto circolare —Moto piano in coordinate polari — Il moto in tre dimensioni — Grandezze angolari — Relazioni tra le variabili lineari e angolari (forma scalare e forma vettoriale) — L'oscillatore armonico —Moti relativi —Accelerazione di Coriolis e accelerazione di trascinamento—Problema inverso della cinematica.

Le forze e le leggi di Newton: La forza — Principi della dinamica —Prima legge di Newton — Seconda legge di Newton — Massa — Terza legge di Newton — Interazioni fondamentali — Campi di forze.

Dinamica del punto materiale: Forze costanti, variabili, forze che dipendono dalla velocità, forze centrali, forze di attrito — Dinamica del moto circolare uniforme — Sistemi non inerziali e forze fittizie.

Lavoro ed energia: Lavoro di una forza — Lavoro di una forza costante — Lavoro di una forza che dipende dalla posizione — Energia cinetica e teorema lavoro ed energia cinetica — Forze conservative ed energia potenziale — Esempi di forze conservative — Trasformazione dell'energia potenziale — Esempi di forze conservative — Conservazione dell'energia meccanica — Forze non conservative — Trasformazione dell'energia meccanica — Energia e forze non conservative — Potenza — Quantità di moto e momento angolare — Conservazione della quantità di moto e del momento angolare.

Sistemi di particelle: Centro di massa per sistemi discreti e per siseemi continui — Quantità di moto del centro di massa — Moto del centro di massa — Esempi — Conservazione della quantità di moto per un sistema di particelle — Momento angolare di un sistema di particelle —Conservazione della quantità di moto per un sistema di particelle — Equazioni cardinali — Energia cinetica di un sistema di particelle — Lavoro ed energia di un sistema di particelle. 

Urti: Cos'è un urto? — Impulso e quantità di moto — Conservazione della quantità di moto in un processo d'urto — Urti in una dimensione — Urti in due dimensioni.

Il corpo rigido : Cinematica del corpo rigido: moto traslatorio, moto rotatorio e moto roto-traslatorio — Momenti d'inerzia — Teorema di Huyghens-Steiner —Esempi di calcolo di momenti d'inerzia — Dinamica del corpo rigido con asse fisso— Conservazione del momento angolare — Energia cinetica per un corpo rigido — Lavoro di una forza applicata ad un corpo rigido—Equilbrio dei  corpi rigidi.

Oscillazioni: Sistemi oscillanti — L'oscillatore armonico — Moto armonico semplice — Considerazioni energetiche sul moto armonico semplice —Oscillazioni smorzate e forzate.

Testi di riferimento:

A.Bertin, M.Poli, A.Vitale "Fondamenti di meccanica" Progetto Leonardo Bologna (1997)

D.Halliday, R.Resnik, K.S.Krane "Fisica 1" Ambrosiana-Milano (1997)

D.C.Giancoli "Fisica 1" Ambrosiana-Milano (2010).

P.Mazzoldi, M.Nigro, C.Voci "Fisica volume 1 Meccanica e Termodinamica" Edises

C.Menguccini, V.Silvestrini "Fisica I Meccanica e Termodinamica" Liguori Editore Napoli (1987).

Appunti delle lezioni e delle esercitazioni a cura del docente.

Modalità di erogazione: lezioni ed esercitazioni in forma tradizionale.

Metodi di valutazione: Esercitazione scritta obbligatoria propedeutica alla prova orale e prova orale.

 _________________________________________________________

 

FISICA 1        Corso di Laurea in Ottica e Optometria              8 CFU.

Programma

Introduzione. 

La misura: Grandezze fisiche, campioni e unità di misura — Sistema di unità di misura internazionale — Campioni di tempo, di lunghezza, di massa —Precisione e cifre significative — Analisi dimensionale.

I vettori: Grandezze scalari e vettoriali — Elementi di calcolo vettoriale —Operazione tra vettori: metodo grafico e metodo analitico — Regole di derivazione di un vettore (formule di Poisson) — Momento di un vettore applicato — La rotazione come vettore.

Cinematica del punto materiale e cinamatica rotazionale: Il sistema di riferimento — Il moto — Il moto in una dimensione: la posizione, la velocità, l'accelerazione — La caduta dei gravi — Il moto in due dimensione: il vettore posizione, il vettore velocità — Il vettore accelerazione — Moti piani: il moto del proiettile, il moto circolare — Il moto in tre dimensioni — Grandezze angolari — Relazioni tra le variabili lineari e angolari (forma scalare e forma vettoriale) — L'oscillatore armonico — Moti relativi — Accelerazione di Coriolis e accelerazione di trascinamento — Problema inverso della cinematica.

Le forze e le leggi di Newton: La forza — Principi della dinamica —Prima legge di Newton — Seconda legge di Newton — Massa — Terza legge di Newton — Interazioni fondamentali — Campi di forze.

Dinamica del punto materiale: Forze costanti, variabili, forze che dipendono dalla velocità, forze centrali, forze di attrito — Dinamica del moto circolare uniforme — Sistemi non inerziali e forze fittizie. 

Lavoro ed energia: Lavoro di una forza — Lavoro di una forza costante — Lavoro di una forza che dipende dalla posizione — Energia cinetica e teorema lavoro ed energia cinetica — Forze conservative ed energia potenziale — Esempi di forze conservative — Trasformazione dell'energia potenziale — Esempi di forze conservative — Conservazione dell'energia meccanica — Forze non conservative — Trasformazione dell'energia meccanica — Energia e forze non conservative — Potenza — Quantità di moto e momento angolare — Conservazione della quantità di moto e del momento angolare.

Sistemi di particelle: Centro di massa per sistemi discreti e per siseemi continui — Quantità di moto del centro di massa — Moto del centro di massa — Esempi — Conservazione della quantità di moto per un sistema di particelle — Momento angolare di un sistema di particelle — Conservazione della quantità di moto per un sistema di particelle — Equazioni cardinali — Energia cinetica di un sistema di particelle — Lavoro ed energia di un sistema di particelle.

Urti: (facoltativo) Cos'è un urto? — Impulso e quantità di moto — Conservazione della quantità di moto in un processo d'urto — Urti in una dimensione — Urti in due dimensioni.

Il corpo rigido: Cinematica del corpo rigido: moto traslatorio, moto rotatorio e moto roto-traslatorio — Momenti d'inerzia — Teorema di Huyghens-Steiner — Esempi di calcolo di momenti d'inerzia — Dinamica del corpo rigido con asse fisso — Conservazione del momento angolare — Energia cinetica per un corpo rigido — Lavoro di una forza applicata ad un corpo rigido—Equilbrio dei corpi rigidi.

Termodinamica: Temperatura — Temperatura ed equilibrio termico — Misura della temperatura — Scala delle temperature del gas ideale.

Teoria cinetica e gas ideale: (cenni) Grandezze macroscopiche e leggi del gas ideale — Calcolo cinetico della pressione — Interprtazione cinetica della temperatura — Lavoro compiuto dal gas ideale — Energia interna di un gas ideale.

1o principio della termodinamica: Calore — Capacità termica e calore specifico — Primo principio della termodinamica — Applicazioni.

Entropia e 2o principio della termodinamica: Trasformazione reversibili e irreversibili — Macchine termiche e secondo principio —Frigoriferi e secondo principio — Ciclo di Carnot — Scala  termodinamica della temperatura — Entropia: trasformazioni reversibili e irreversibili — Esempio.  

Testi di riferimento:

A.Bertin, M.Poli, A.Vitale "Fondamenti di meccanica" Progetto Leonardo Bologna (1997)

D.Halliday, R.Resnik, K.S.Krane "Fisica 1" Ambrosiana-Milano (1997)

D.C.Giancoli "Fisica 1" Ambrosiana-Milano (2010).

P.Mazzoldi, M.Nigro, C.Voci "Fisica volume 1 Meccanica e Termodinamica" Edises

C.Menguccini, V.Silvestrini "Fisica I Meccanica e Termodinamica" Liguori Editore Napoli (1987).Appunti delle lezioni e delle esercitazioni a cura del docente.

Modalità di erogazione: lezioni ed esercitazioni in forma tradizionale.

Metodi di valutazione: Esercitazione scritta obbligatoria propedeutica alla prova orale e prova orale

 

 

 

 

 

 

Didattica

A.A. 2013/2014

FISICA I

Corso di laurea OTTICA E OPTOMETRIA

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0 Ore Studio individuale: 136.0

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI MATEMATICA E FISICA "ENNIO DE GIORGI"

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
FISICA I

Corso di laurea OTTICA E OPTOMETRIA

Settore Scientifico Disciplinare FIS/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0 Ore Studio individuale: 136.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2014 al 30/05/2014)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Sede Lecce - Università degli Studi

FISICA I (FIS/01)

Pubblicazioni

 

 

 

Per visualizzare l'elenco delle pubblicazioni fare click sul seguente link. 

 

 

 

Temi di ricerca

Trattamento termico non tradizionale di materiali con fasci impulsati di elettroni e laser (interazione radiazione-materia).

 
Deposizione mediante la tecnica dell'ablazione di film sottili micro e nano strutturati.
 
Tecniche per la caratterizzazione morfologica, strutturale, elettrica e ottica di film sottili.
 
Sviluppo di codici di calcolo per:
-la simulazione dell'interazione di particelle cariche con la materia;
-la stima della variazione delle caratteristiche termiche e fisiche dei film durante il trattamento termico non tradizionale;
-l'analisi degli spettri degli ioni retrodiffusi alla Rutherford;
-la determinazione dell'indice di rifrazione e dello spessore dei film ottici depositati su substrati debolmente assorbenti mediante gli inviluppi degli spettri di trasmissione e riflessione.
 
 
 
Collaborazioni
 
Internazionali
Institute of Materials - Leeds, UK.
Heriot Watt University, Edimburg, Scotland, UK.
Departamento de Engenharia de  Materiais, Istituto Superior Técnico-Lisbona, Portugal.
Institute of Physics, Slovak Academy of Sciences, Bratislava, Slovak Republic.
Laboratoire de Physique et de Spectroscopie Electronique, (LPSE), Université de Haute Alsace, Mulhouse, France.
Science Department, Holon Academic Institute of Technoligy, Holon, Israel. 
 
Nazionali
Dipartimento di Fisica e Ingegneria dei Materiali e del Territorio, Università Politecnica delle Marche, Ancona.
Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, Politecnico di Bari, Bari.
CNR-IFN (Istituto Nazionale di Fotonica), Trento.
CNR-IFAC (Istituto di Fisica Applicata "Nello Carrara"), Firenze.
Laboratorio MDM-INFM, Agrate Brianza, Milano.
Istituto G.Donegani Polimeri Europa S.p.a., Novara.
ENEA FIM-MAT-COMP, Brindisi.