Gianluigi GUIDO

Gianluigi GUIDO

Professore I Fascia (Ordinario/Straordinario)

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08: ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE.

Dipartimento di Scienze dell'Economia

Centro Ecotekne Pal. C - S.P. 6, Lecce - Monteroni - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 8601

Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese

Area di competenza:

Titolare dei corsi di Marketing e Marketing Territoriale

Orario di ricevimento

Il lunedì, alle ore 17, mandando una mail per fissare un appuntamento telefonico o via Skype.

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Nato a Cutrofiano (Lecce) il 26 settembre 1963. Ha conseguito il Dottorato (Ph.D.) in Management Sciences presso l’Università di Cambridge, UK, nel 1996. E' professore ordinario in Economia e Gestione delle Imprese e docente di Marketing e Marketing Territoriale presso il Dipartimento di Scienze dell'Economia dell'Università del Salento, Lecce. 

---------------------------------------------------------

MARKETING TERRITORIALE (a.a. 2017-2018: Annuale)
Il corso intende fornire agli studenti gli strumenti teorici e operativi per attuare un piano di marketing territoriale finalizzato allo sviluppo (spaziale, economico e sociale) di un sistema territoriale locale, considerando le peculiarità sociali e la natura multi-vendita del prodotto territorio. Dopo aver definito l’unità d’analisi, il sistema territoriale locale (STL) – in un’ottica statica (regione, sistema di produzione locale, area-sistema) e dinamica (milieu innovateur, network), si propone un modello interpretativo delle dinamiche evolutive dell’economia territoriale fondato su un approccio strategico di marketing territoriale. (Il programma completo si trova, a destra, nello spazio "Documenti", alla voce "Programma del corso di Marketing Territoriale").
Requisiti di trasparenza ai sensi del DM544/07:
Frequenza studenti: facoltativa (ma fortemente consigliata)
Modalità di erogazione: multidisciplinare (principalmente, lezioni frontali e laboratorio informatico) 
Anno di Corso dell'insegnamento: I
Semestrale/Annuale: Annuale 
C.F.U.: 10
Periodo di lezione: Settembre-Maggio 
Ambito disciplinare: caratterizzante 
SSD: SECS P/08 
Tipologia insegnamento: aziendale 
Lingua dell'insegnamento: italiano
Sede: Lecce
Aula: Laboratorio CESILD, Campus Ecotekne 
Prerequisiti: nessuno
Eventuali propedeuticità: nessuna
Risultati attesi: capacità di sviluppare un piano strategico di marketing territoriale, sulla base di ricerche avanzate al computer svolte su dati primari e secondari
Dati statistici relativi alle votazioni d'esame: Nell’A.A. 2016-2017, il corso è stato tenuto da altro docente.
Modalità d'esame: Lab projects (o, in alternativa, prova individuale al computer) più prova scritta.


MARKETING (a.a. 2017-2018: II Semestre)
Il corso si rivolge agli studenti che vogliano comprendere le modalità attraverso le quali la comunicazione di marketing esplica la propria influenza su aspettative, desideri e percezioni delle esperienze di consumo, alla luce dei cambiamenti intervenuti nelle società affluenti. L’obiettivo è di fornire dei modelli di riferimento per interpretare il ruolo del marketing induzionale – cioè diretto a indurre nei consumatori la volontà di cooperare con l’impresa – nelle strategie di segmentazione dei mercati e posizionamento dei prodotti, la pianificazione dei messaggi e la scelta dei mezzi di comunicazione, nonché lo sviluppo di tutte le moderne forme di comunicazione aziendale. (Il programma completo sarà inserito, a destra, nello spazio "Documenti", alla voce "Programma del corso di Marketing").
Requisiti di trasparenza ai sensi del DM544/07:
Frequenza studenti: facoltativa 
Modalità di erogazione: convenzionale 
Anno di Corso dell'insegnamento: Semestrale/Annuale: semestrale
C.F.U.: 8
Periodo di lezione: Marzo-Maggio
Ambito disciplinare: caratterizzante 
SSD: SECS P/08 
Tipologia insegnamento: aziendale 
Lingua dell'insegnamento: italiano
Sede: Lecce
Aula: Campus Ecotekne 
Prerequisiti: nessuno
Eventuali propedeuticità: nessuna
Risultati attesi: (vedasi sopra)
Dati statistici relativi alle votazioni d'esame: Nell’A.A. 2016-2017, il corso era tenuto da altro docente.
Modalità d'esame: lavori di gruppo (facoltativi, ma consigliati) e scritto.

 

Scarica curriculum vitae

Didattica

A.A. 2020/2021

MARKETING

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce

MARKETING

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso MANAGERIALE

Sede Lecce

RICERCHE DI MERCATO

Corso di laurea Economia finanza e assicurazioni

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso CURRICULUM ECONOMICO

Sede Lecce

A.A. 2019/2020

MARKETING

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

MARKETING

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso MANAGERIALE

Sede Lecce

MARKETING TERRITORIALE

Corso di laurea GESTIONE DELLE ATTIVITA' TURISTICHE E CULTURALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 10.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 80.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce

A.A. 2017/2018

MARKETING TERRITORIALE

Corso di laurea GESTIONE DELLE ATTIVITA' TURISTICHE E CULTURALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 10.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 80.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce

A.A. 2016/2017

RICERCHE DI MERCATO

Corso di laurea Economia finanza e assicurazioni

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso CURRICULUM ECONOMICO

Sede Lecce - Università degli Studi

A.A. 2015/2016

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0 Ore Studio individuale: 136.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso PERCORSO COMUNE

Partizione (M - Z)

MARKETING

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

MARKETING

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0 Ore Studio individuale: 136.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA

Percorso MANAGERIALE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
MARKETING

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 01/03/2021 al 04/06/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce

MARKETING (SECS-P/08)
MARKETING

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2021 al 31/05/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso MANAGERIALE (149)

Sede Lecce

MARKETING (SECS-P/08)
RICERCHE DI MERCATO

Corso di laurea Economia finanza e assicurazioni

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2021 al 25/05/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso CURRICULUM ECONOMICO (A13)

Sede Lecce

RICERCHE DI MERCATO (SECS-P/08)
MARKETING

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2020 al 22/05/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Nessuno

Il corso si rivolge agli studenti che vogliano comprendere le modalità attraverso le quali la comunicazione di marketing esplica la propria influenza su aspettative, desideri e percezioni delle esperienze di consumo, alla luce dei cambiamenti intervenuti nelle società affluenti. L’obiettivo è di fornire dei modelli di riferimento per interpretare il ruolo del marketing induzionale – cioè diretto a indurre nei consumatori la volontà di cooperare con l’impresa.

Il corso si articola in due Moduli: A) PARTE ISTITUZIONALE: Marketing Induzionale (Introduzione alla comunicazione di marketing, Il pubblico-obiettivo, I messaggi, I mezzi di comunicazione, Forme diverse di comunicazione); e B) PARTE MONOGRAFICA: Il Comportamento di Consumo degli Anziani (Effetti per le strategie di marketing delle imprese).

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base e i principali strumenti teorici e operativi di marketing. Le conoscenze e le abilità acquisite saranno utili per la formazione di manager e professionisti in grado di analizzare il contesto di mercato in cui operano le imprese, nonché di elaborare, implementare e valutare strategie di marketing orientate alle imprese.  In termini di capacità di applicazione delle conoscenze, gli studenti saranno capaci di elaborare piani di marketing e comprendere la realtà dei mercati. In termini di autonomia di giudizio, saranno in grado di valutare l’adeguatezza e l’efficacia dei diversi strumenti di marketing. In termini di abilità comunicative, sapranno padroneggiare le tipiche leve di marketing e di elaborare modelli, schemi e testi di sintesi dei piani d’azione. In termini di capacità di apprendimento, saranno in grado di acquisire gli elementi teorici e operativi della disciplina e sapranno approfondire argomenti specifici in autonomia. Per quanto riguarda le competenze trasversali, a fine corso gli studenti avranno la capacità di: applicare quanto appreso a situazioni reali; formulare giudizi in autonomia; lavorare in gruppo, sapendosi coordinare con altri e integrandone le competenze; sviluppare idee, progettarne e organizzarne la realizzazione.

Lezioni frontali, con discussione di casi pratici, attività seminariale, utilizzo di software per le analisi di mercato, esercitazioni individuali e lavori di gruppo.

L’esame si compone di due Parti, entrambe scritte:

  • Prima Parte dell’Esame (relativa al Modulo B), la quale può essere svolta, alternativamente: per i frequentanti, partecipando ai lavori di gruppo; oppure per i non frequentanti, sostenendo una prova scritta (in 6 domande aperte) della durata di 45 minuti sul volume di G. Guido (2014): Il Comportamento di Consumo degli Anziani, Bologna: Il Mulino;
  • Seconda Parte dell’Esame (relativa al Modulo A), comune a frequentanti e non, ha per oggetto il contenuto delle diapositive delle lezioni contenute nella Dispensa N. 1, unitamente ai capitoli del testo di Guido (2011, Economia e gestione delle imprese, sopraindicato), ed è svolta, anch’essa, in forma scritta (6 domande aperte in 45 minuti di tempo).

 

Il corso di Marketing è svolto al terzo anno del corso di laurea in Economia Aziendale ed è un ESAME DA 8 CREDITI. Gli studenti iscritti a questo corso devono svolgere entrambi i moduli (Modulo A e Modulo B). Quest’ultima parte (Modulo B) può essere svolta, alternativamente, in due modi: 1) per i frequentanti: partecipando ai lavori di gruppo organizzati all’interno del corso (alternativa consigliata); oppure 2) per i non frequentanti: svolgendo un esame scritto (cosiddetta “Prima Parte dell’Esame”) precedente alla prova finale scritta, cosiddetta “Seconda Parte dell’Esame” (comune a frequentanti e non). ATTENZIONE: Gli studenti afferenti ad altri corsi di laurea (ad esempio, al corso di Scienze della Comunicazione), il cui programma di Marketing è di 6 CREDITI, devono svolgere SOLO IL MODULO A. Anche gli studenti lavoratori che possano dimostrare, in sede di verbalizzazione, attraverso documenti (busta paga, dichiarazione del datore di lavoro, ecc.) il loro status di dipendenti, possono svolgere solo il Modulo A.

 

Nota 1: Se queste categorie di studenti decidessero, volontariamente, di sostenere anche la Prima Parte dell’Esame (Modulo B), partecipando ai lavori di gruppo o sostenendo l’esame scritto dei non frequentanti, avrebbero diritto a un bonus da 1 a 3 punti (a seconda della votazione raggiunta: 18-21→ 1 punto; 22-26→ 2; 27-30→ 3) che si sommerebbe al voto conseguito sullo scritto relativo alla Seconda Parte dell’Esame (comune a frequentanti e non), oppure al voto medio tra Prima e Seconda Parte (se più alto di quello conseguito sommando il bonus). Sarà cura degli studenti interessati far notare al docente, in sede di verbalizzazione, le condizioni per l’attribuzione di tale bonus. Avvertenza: Gli studenti disabili e/o con DSA che intendono usufruire di un intervento individualizzato per lo svolgimento della prova d’esame deve contattare l’Ufficio Integrazione Disabili dell'Università del Salento all'indirizzo paola.martino@unisalento.it.

 

Nota 2: Il voto finale deriva dalla media matematica del voto acquisito su ciascuna delle due parti di cui si compone l’esame. Il voto sulla Prima Parte dell’Esame è valido in ogni appello successivo.

I non frequentanti possono svolgere la Seconda Parte dell’Esame anche nello stesso appello in cui sostengono la parte precedente; tuttavia, per loro, essa sarà considerata valida solo se superano la Prima Parte.

I frequentanti che non volessero accettare il voto preso alle esercitazioni di gruppo e i non frequentanti che non superano il test scritto sulla Prima Parte dell’Esame (o che non volessero accettare il voto riportato nel suddetto), possono sostenere il test scritto sulla Prima Parte (perdendo il voto precedentemente ottenuto).

Frequentanti e non frequentanti, qualora riportino una votazione compresa tra 11 e 18/30simi nella Seconda Parte dell’Esame, possono ripeterla in qualsiasi appello, mantenendo inalterato il voto della Prima Parte dell’Esame. Se invece riportano, nella Seconda Parte dell’Esame, un voto inferiore o pari a 10/30simi, devono saltare l’appello immediatamente successivo e possono sostenere la Seconda Parte dell’Esame solo un turno dopo (pur mantenendo invariato il voto della Prima Parte). Lo scopo è di evitare il fenomeno della consegna in bianco, di chi si iscrive solo per “tentare” l’esame (creando disturbo nell’aula al resto dei candidati).

L’insegnamento di Marketing avrà luogo nel II Semestre a partire da Mercoledì 4 Marzo, alle ore 16. Gli orari di lezione sono fissati:

  • al Mercoledì, dalle ore 16 alle ore 19 (Aula H6); e
  • al Giovedì, dalle ore 16 alle ore 19 (Aula H6).

Ulteriori informazioni sul corso saranno, di volta in volta, rese note in bacheca e nel sito della Cattedra, www.study.net (al quale tutti gli studenti sono invitati a iscriversi).

Nel II Semestre, il ricevimento degli studenti da parte del docente è fissato al Lunedì, dalle ore 17.

MODULO A) PARTE ISTITUZIONALE:

Marketing Induzionale

Parte Prima: Introduzione alla comunicazione di marketing. 1) Il marketing induzionale: focalizzazione sulla comunicazione pubblicitaria; 2) L’approccio del “consumatore come prodotto”: importanza della leva della comunicazione.

Parte Seconda: Il pubblico-obiettivo. 3) L’audience: conoscenze, speranze, e percezioni delle esperienze di consumo. 4) Le ricerche: marketing intelligence strategico e operativo. 5) Il prodotto: lo sviluppo delle offerte dell’impresa per i clienti. 6) Le strategie: la segmentazione e il posizionamento nei modelli strategici competitivi. 7) Le politiche: la manipolazione della mente dei consumatori.

Parte Terza: I messaggi. 8) La pianificazione: struttura e ruolo dell’agenzia pubblicitaria nelle campagne di comunicazione. 9) Il copy: creatività e sviluppo della parte verbale delle pubblicità. 10) Il design: layout e sviluppo della parte figurale delle pubblicità.

Parte Quarta: I mezzi di comunicazione. 11) La pubblicità a mezzo stampa: quotidiani, riviste e cartellonistica. 12) La pubblicità via etere: TV, radio, cinema e interattività. 13) Lo sviluppo internazionale: minacce e opportunità delle campagne su più mercati geografici.

Parte Quinta: Forme diverse di comunicazione. 14) Le pubbliche relazioni: sviluppo della corporate e brand image. 15) Le promozioni: dirette ai consumatori finali ed alla distribuzione. 16) La distribuzione: l’organizzazione e i rapporti con il trade. 17) La vendita personale: le diverse forme di marketing diretto. 18) Il pricing e le vendite: le politiche di prezzo e il controllo delle vendite.

 

MODULO B) PARTE MONOGRAFICA:  

Il Comportamento di Consumo degli Anziani

Esercitazione: Segmentazione situazionale sul comportamento di consumo degli anziani. Utilizzo delle tecniche situazioniste per la segmentazione dei consumatori anziani presenti in un territorio geograficamente limitato (in particolare, una città). Analisi di marketing esperienziale fondata sullo studio del rapporto sensoriale dell’individuo anziano col suo ambiente di consumo. Individuazione dei canali di comunicazione indirizzati ai processi d’acquisto dei consumatori della terza età.

Per il Modulo A: PARTE ISTITUZIONALE (Marketing Induzionale)

Per tutti:

  • Dispensa N. 1: Diapositive delle lezioni (scaricabili dal sito www.study.net) e
  • G. Guido (2011): Economia e gestione delle imprese: Principi, Schemi, Modelli, Milano: Franco Angeli – di cui vanno studiati: Capitolo 1 (Sezioni 1.1, 1.2 e 1.3), Capitolo 4 (Sezione 4.3), Capitolo 5 (Sezioni 5.1, 5.2 e 5.3) e Capitolo 7 (integralmente).

Per il Modulo B: PARTE MONOGRAFICA (Comportamento di Consumo degli Anziani)

Per i frequentanti

  • Dispensa N. 2: Letture sulla segmentazione situazionale(non oggetto d’esame, ma di consultazione per i temi trattati nei lavori di gruppo);

Per i non frequentanti (vale a dire per coloro che NON partecipano ai lavori di gruppo):

  • G. Guido (2014): Il Comportamento di Consumo degli Anziani, Bologna: Il Mulino (integralmente).
MARKETING (SECS-P/08)
MARKETING

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2020 al 31/05/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso MANAGERIALE (149)

Sede Lecce

Nessuno

Il corso si rivolge agli studenti che vogliano comprendere le modalità attraverso le quali la comunicazione di marketing esplica la propria influenza su aspettative, desideri e percezioni delle esperienze di consumo, alla luce dei cambiamenti intervenuti nelle società affluenti. L’obiettivo è di fornire dei modelli di riferimento per interpretare il ruolo del marketing induzionale – cioè diretto a indurre nei consumatori la volontà di cooperare con l’impresa.

Il corso si articola in due Moduli: A) PARTE ISTITUZIONALE: Marketing Induzionale (Introduzione alla comunicazione di marketing, Il pubblico-obiettivo, I messaggi, I mezzi di comunicazione, Forme diverse di comunicazione); e B) PARTE MONOGRAFICA: Il Comportamento di Consumo degli Anziani (Effetti per le strategie di marketing delle imprese).

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base e i principali strumenti teorici e operativi di marketing. Le conoscenze e le abilità acquisite saranno utili per la formazione di manager e professionisti in grado di analizzare il contesto di mercato in cui operano le imprese, nonché di elaborare, implementare e valutare strategie di marketing orientate alle imprese.  In termini di capacità di applicazione delle conoscenze, gli studenti saranno capaci di elaborare piani di marketing e comprendere la realtà dei mercati. In termini di autonomia di giudizio, saranno in grado di valutare l’adeguatezza e l’efficacia dei diversi strumenti di marketing. In termini di abilità comunicative, sapranno padroneggiare le tipiche leve di marketing e di elaborare modelli, schemi e testi di sintesi dei piani d’azione. In termini di capacità di apprendimento, saranno in grado di acquisire gli elementi teorici e operativi della disciplina e sapranno approfondire argomenti specifici in autonomia. Per quanto riguarda le competenze trasversali, a fine corso gli studenti avranno la capacità di: applicare quanto appreso a situazioni reali; formulare giudizi in autonomia; lavorare in gruppo, sapendosi coordinare con altri e integrandone le competenze; sviluppare idee, progettarne e organizzarne la realizzazione.

Lezioni frontali, con discussione di casi pratici, attività seminariale, utilizzo di software per le analisi di mercato, esercitazioni individuali e lavori di gruppo.

L’esame si compone di due Parti, entrambe scritte:

  • Prima Parte dell’Esame (relativa al Modulo B), la quale può essere svolta, alternativamente: per i frequentanti, partecipando ai lavori di gruppo; oppure per i non frequentanti, sostenendo una prova scritta (in 6 domande aperte) della durata di 45 minuti sul volume di G. Guido (2014): Il Comportamento di Consumo degli Anziani, Bologna: Il Mulino;
  • Seconda Parte dell’Esame (relativa al Modulo A), comune a frequentanti e non, ha per oggetto il contenuto delle diapositive delle lezioni contenute nella Dispensa N. 1, unitamente ai capitoli del testo di Guido (2011, Economia e gestione delle imprese, sopraindicato), ed è svolta, anch’essa, in forma scritta (6 domande aperte in 45 minuti di tempo).

 

Il corso di Marketing è svolto al terzo anno del corso di laurea in Economia Aziendale ed è un ESAME DA 8 CREDITI. Gli studenti iscritti a questo corso devono svolgere entrambi i moduli (Modulo A e Modulo B). Quest’ultima parte (Modulo B) può essere svolta, alternativamente, in due modi: 1) per i frequentanti: partecipando ai lavori di gruppo organizzati all’interno del corso (alternativa consigliata); oppure 2) per i non frequentanti: svolgendo un esame scritto (cosiddetta “Prima Parte dell’Esame”) precedente alla prova finale scritta, cosiddetta “Seconda Parte dell’Esame” (comune a frequentanti e non). ATTENZIONE: Gli studenti afferenti ad altri corsi di laurea (ad esempio, al corso di Scienze della Comunicazione), il cui programma di Marketing è di 6 CREDITI, devono svolgere SOLO IL MODULO A. Anche gli studenti lavoratori che possano dimostrare, in sede di verbalizzazione, attraverso documenti (busta paga, dichiarazione del datore di lavoro, ecc.) il loro status di dipendenti, possono svolgere solo il Modulo A.

 

Nota 1: Se queste categorie di studenti decidessero, volontariamente, di sostenere anche la Prima Parte dell’Esame (Modulo B), partecipando ai lavori di gruppo o sostenendo l’esame scritto dei non frequentanti, avrebbero diritto a un bonus da 1 a 3 punti (a seconda della votazione raggiunta: 18-21→ 1 punto; 22-26→ 2; 27-30→ 3) che si sommerebbe al voto conseguito sullo scritto relativo alla Seconda Parte dell’Esame (comune a frequentanti e non), oppure al voto medio tra Prima e Seconda Parte (se più alto di quello conseguito sommando il bonus). Sarà cura degli studenti interessati far notare al docente, in sede di verbalizzazione, le condizioni per l’attribuzione di tale bonus. Avvertenza: Gli studenti disabili e/o con DSA che intendono usufruire di un intervento individualizzato per lo svolgimento della prova d’esame deve contattare l’Ufficio Integrazione Disabili dell'Università del Salento all'indirizzo paola.martino@unisalento.it.

 

Nota 2: Il voto finale deriva dalla media matematica del voto acquisito su ciascuna delle due parti di cui si compone l’esame. Il voto sulla Prima Parte dell’Esame è valido in ogni appello successivo.

I non frequentanti possono svolgere la Seconda Parte dell’Esame anche nello stesso appello in cui sostengono la parte precedente; tuttavia, per loro, essa sarà considerata valida solo se superano la Prima Parte.

I frequentanti che non volessero accettare il voto preso alle esercitazioni di gruppo e i non frequentanti che non superano il test scritto sulla Prima Parte dell’Esame (o che non volessero accettare il voto riportato nel suddetto), possono sostenere il test scritto sulla Prima Parte (perdendo il voto precedentemente ottenuto).

Frequentanti e non frequentanti, qualora riportino una votazione compresa tra 11 e 18/30simi nella Seconda Parte dell’Esame, possono ripeterla in qualsiasi appello, mantenendo inalterato il voto della Prima Parte dell’Esame. Se invece riportano, nella Seconda Parte dell’Esame, un voto inferiore o pari a 10/30simi, devono saltare l’appello immediatamente successivo e possono sostenere la Seconda Parte dell’Esame solo un turno dopo (pur mantenendo invariato il voto della Prima Parte), al fine di evitare il fenomeno della consegna in bianco.

L’insegnamento di Marketing avrà luogo nel II Semestre a partire da Mercoledì 4 Marzo, alle ore 16. Gli orari di lezione sono fissati:

  • al Mercoledì, dalle ore 16 alle ore 19 (Aula H6); e
  • al Giovedì, dalle ore 16 alle ore 19 (Aula H6).

Ulteriori informazioni sul corso saranno, di volta in volta, rese note in bacheca e nel sito della Cattedra, www.study.net (al quale tutti gli studenti sono invitati a iscriversi).

Nel II Semestre, il ricevimento degli studenti da parte del docente è fissato al Lunedì, dalle ore 17.

MODULO A) PARTE ISTITUZIONALE:

Marketing Induzionale

Parte Prima: Introduzione alla comunicazione di marketing. 1) Il marketing induzionale: focalizzazione sulla comunicazione pubblicitaria; 2) L’approccio del “consumatore come prodotto”: importanza della leva della comunicazione.

Parte Seconda: Il pubblico-obiettivo. 3) L’audience: conoscenze, speranze, e percezioni delle esperienze di consumo. 4) Le ricerche: marketing intelligence strategico e operativo. 5) Il prodotto: lo sviluppo delle offerte dell’impresa per i clienti. 6) Le strategie: la segmentazione e il posizionamento nei modelli strategici competitivi. 7) Le politiche: la manipolazione della mente dei consumatori.

Parte Terza: I messaggi. 8) La pianificazione: struttura e ruolo dell’agenzia pubblicitaria nelle campagne di comunicazione. 9) Il copy: creatività e sviluppo della parte verbale delle pubblicità. 10) Il design: layout e sviluppo della parte figurale delle pubblicità.

Parte Quarta: I mezzi di comunicazione. 11) La pubblicità a mezzo stampa: quotidiani, riviste e cartellonistica. 12) La pubblicità via etere: TV, radio, cinema e interattività. 13) Lo sviluppo internazionale: minacce e opportunità delle campagne su più mercati geografici.

Parte Quinta: Forme diverse di comunicazione. 14) Le pubbliche relazioni: sviluppo della corporate e brand image. 15) Le promozioni: dirette ai consumatori finali ed alla distribuzione. 16) La distribuzione: l’organizzazione e i rapporti con il trade. 17) La vendita personale: le diverse forme di marketing diretto. 18) Il pricing e le vendite: le politiche di prezzo e il controllo delle vendite.

 

MODULO B) PARTE MONOGRAFICA:  

Il Comportamento di Consumo degli Anziani

Esercitazione: Segmentazione situazionale sul comportamento di consumo degli anziani. Utilizzo delle tecniche situazioniste per la segmentazione dei consumatori anziani presenti in un territorio geograficamente limitato (in particolare, una città). Analisi di marketing esperienziale fondata sullo studio del rapporto sensoriale dell’individuo anziano col suo ambiente di consumo. Individuazione dei canali di comunicazione indirizzati ai processi d’acquisto dei consumatori della terza età.

Per il Modulo A: PARTE ISTITUZIONALE (Marketing Induzionale)

Per tutti:

  • Dispensa N. 1: Diapositive delle lezioni (scaricabili dal sito www.study.net) e
  • G. Guido (2011): Economia e gestione delle imprese: Principi, Schemi, Modelli, Milano: Franco Angeli – di cui vanno studiati: Capitolo 1 (Sezioni 1.1, 1.2 e 1.3), Capitolo 4 (Sezione 4.3), Capitolo 5 (Sezioni 5.1, 5.2 e 5.3) e Capitolo 7 (integralmente).

Per il Modulo B: PARTE MONOGRAFICA (Comportamento di Consumo degli Anziani)

Per i frequentanti

  • Dispensa N. 2: Letture sulla segmentazione situazionale(non oggetto d’esame, ma di consultazione per i temi trattati nei lavori di gruppo);

Per i non frequentanti (vale a dire per coloro che NON partecipano ai lavori di gruppo):

  • G. Guido (2014): Il Comportamento di Consumo degli Anziani, Bologna: Il Mulino (integralmente).
MARKETING (SECS-P/08)
MARKETING TERRITORIALE

Corso di laurea GESTIONE DELLE ATTIVITA' TURISTICHE E CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 10.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 80.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Annualità Singola (dal 16/09/2019 al 31/05/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Sede Lecce

Nessuno

Il benessere delle comunità nazionali deriva sempre più dalle interazioni tra Sistemi Territoriali Locali (STL) di medie dimensioni (città, distretti, regioni), che ne costituiscono il tessuto economico, sociale e ambientale. Il marketing territoriale è un approccio finalizzato a indurre i fruitori di questi STL – residenti, turisti, imprese locali o esterne – a collaborare al loro sviluppo sostenibile.

 

Il corso intende fornire agli studenti gli strumenti teorici e operativi per attuare un piano di marketing territoriale finalizzato allo sviluppo (sociale, economico e spaziale) di un STL, considerando le peculiarità e la natura multi-vendita del prodotto «territorio». Dopo aver definito l’unità d’analisi (il STL) – in un’ottica statica (regione, sistema di produzione locale, area-sistema) e dinamica (milieu innovateur, reti) –, viene proposto un modello interpretativo delle dinamiche evolutive dell’economia territoriale fondato su un approccio strategico di marketing territoriale. Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base e i principali strumenti teorici e operativi di marketing territoriale. Le conoscenze e le abilità acquisite saranno utili per la formazione di manager e professionisti in grado di analizzare il contesto in cui operano i sistemi territoriali locali, nonché di elaborare, implementare e valutare strategie di marketing orientate allo sviluppo sostenibile. In termini di capacità di applicazione delle conoscenze, gli studenti saranno capaci di elaborare un piano di marketing territoriale. In termini di autonomia di giudizio, saranno in grado di valutare l’adeguatezza e l’efficacia dei diversi strumenti analitici e decisionali. In termini di abilità comunicative, sapranno padroneggiare le fasi dello sviluppo di un piano e le tipiche leve di marketing territoriale. In termini di capacità di apprendimento, saranno in grado di acquisire gli elementi teorici e operativi della disciplina e sapranno approfondire argomenti specifici in autonomia. Per quanto riguarda le competenze trasversali, a fine corso gli studenti avranno la capacità di: a) applicare quanto appreso a situazioni reali; b) formulare giudizi in autonomia (ad esempio, in merito all’efficacia di una strategia di sviluppo locale); c) lavorare in gruppo, sapendosi coordinare con altri e integrandone le competenze, al fine di risolvere congiuntamente problemi concreti; d) sviluppare idee, progettarne e organizzarne la realizzazione.

Il corso propone un metodo originale e integrato per predisporre strategie di successo basate sulla piena conoscenza dei STL. Oltre allo studio del modello teorico, verrà implementata una vera pianificazione di marketing territoriale mediante l’applicazione del modello strategico al caso dei STL salentini. Il processo di apprendimento è multidisciplinare, problem-oriented e interattivo: intende sviluppare la conoscenza attraverso esperienze e attività formative differenti (seminari, progetti di ricerca, iniziative extra-curricolari, lab e field projects, utilizzo di software statistici). Ogni singola fase della pianificazione è presentata con l’ausilio di dati reali e attraverso l’apprendimento dei comandi dei software statistici (SPSS, Excel, ATLAS.ti, UCInet, FuzzyTECH) al fine di definire: i confini dei STL, la loro vocazione, il network dominante, le aree strategiche d’affari, il confronto tra identità e percezione dell’offerta, le strategie di adattamento conseguenti e, infine, il grado di sviluppo realizzato.

L’esame si compone di due parti. Coloro che partecipano e superano tutti i compiti di esonero in classe sull’applicazione del modello di pianificazione ai STL salentini (gli unici ad avere la qualifica di “frequentanti”) non devono sostenere la Seconda Parte dell’esame che consiste (per i non frequentanti) in una prova scritta (6 domande aperte in 1 ora di tempo) sulla Seconda Parte del testo di riferimento (Capp. 6-12). Invece, la Prima Parte dell’esame, comune a frequentanti e non, ha per oggetto la Prima Parte del testo di riferimento (Capp. 1-5) e sarà svolta in forma scritta (6 domande aperte in 1 ora di tempo). I non frequentanti possono svolgere questa seconda prova anche nello stesso appello in cui sostengono la parte precedente (o in un appello diverso, prima o dopo aver sostenuto la prima prova).

In sintesi:

  1. Gli “Studenti frequentanti” portano la Prima Parte dell’Esame (6 domande sui Capp. 1-5 del testo di riferimento) + il superamento di tutti gli esoneri che si svolgono in classe durante le ore d’insegnamento in laboratorio;
  2. Gli “Studenti non frequentanti” portano la Prima Parte dell’Esame (6 domande sui Capp. 1-5 del testo di riferimento) + la Seconda Parte dell’Esame (6 domande sui Capp. 6-12 del testo di riferimento).

Il voto finale è dato dalla media aritmetica sul voto conseguito in ciascuna parte dell’esame. Frequentanti e non frequentanti, che non riportino una votazione superiore a 18/30 o che non vogliano accettare un voto, possono risostenere anche solo una parte dell’esame in un qualsiasi appello successivo, evitando di venire a verbalizzarlo. Il voto va verbalizzato SOLO quando si siano superate entrambe le parti (con una votazione minima su ciascuna parte di almeno 18/30). In tal caso, occorrerà iscriversi online alla data della verbalizzazione. Se si è superata una sola parte o se non si vuole accettare un voto, NON ci si deve iscrivere alla verbalizzazione (né è necessario darne comunicazione al docente).

Avvertenza: gli studenti disabili e/o con DSA che intendono usufruire di un intervento individualizzato per lo svolgimento della prova d'esame possono contattare l'ufficio Integrazione Disabili dell'Università del Salento all'indirizzo paola.martino@unisalento.it.

ORARIO DEL CORSO E RICEVIMENTO DEGLI STUDENTI

L’insegnamento di Marketing Territoriale avrà durata annuale (entrambi i Semestri). Nel SECONDO Semestre sarà tenuto il venerdì, dalle ore 16 alle ore 19, presso il laboratorio informatico CESILD (accanto al bar) e comincerà:

  • venerdì 28 Febbraio 2020.

Ulteriori informazioni sul corso saranno, di volta in volta, rese note in bacheca e nel sito della Cattedra, www.study.net (al quale tutti gli studenti sono invitati gratuitamente a iscriversi per ricevere messaggi e materiale relativo al corso).

Il ricevimento degli studenti da parte del docente è fissato, nel II Semestre, al martedì, dalle ore 17, a partire dal 1° Marzo 2020.

Il corso intende fornire agli studenti gli strumenti teorici e operativi per attuare un piano di marketing territoriale finalizzato allo sviluppo (sociale, economico e spaziale) di un STL, considerando le peculiarità e la natura multi-vendita del prodotto «territorio». Dopo aver definito l’unità d’analisi (il STL) – in un’ottica statica (regione, sistema di produzione locale, area-sistema) e dinamica (milieu innovateur, reti) –, viene proposto un modello interpretativo delle dinamiche evolutive dell’economia territoriale fondato su un approccio strategico di marketing territoriale.

Il nuovo modello si articola in quattro fasi:

1) Definizione degli elementi-base della strategia: a) Identificazione dell’ambito strategico (vocazione industriale-esportatrice o turistica-residenziale); b) Identificazione del soggetto strategico prevalente (a seconda della razionalità dominante: attore pubblico e attore privato); c) Identificazione delle risorse strategiche interne (infrastrutture, fattori di localizzazione, economie di agglomerazione, e settoriali), o esterne (esportazioni ed economie di rete); d) Identificazione dell’oggetto strategico: vantaggi di costo relativo (economie esterne e incentivi), vantaggi di differenziazione (derivanti dalla distintività dell’immagine), o vantaggi di specializzazione (industriale o turistica).

2) Analisi relazionale e strategica del sistema territoriale locale: a) Analisi relazionale: strumenti tecnici, indici locali e indici globali; b) Analisi strategica della clientela, in due fasi: riconoscimento dei segmenti di mercato, e determinazione della posizione di potere; c) Analisi strategica della capacità concorrenziale, in fasi: definizione dei fattori competitivi dell’offerta, e valutazione dei fattori competitivi del sistema produttivo; d) Analisi strategica della tecnologia, in due fasi: analisi della composizione del patrimonio tecnologico, e dello sviluppo del patrimonio tecnologico; e) Analisi strategica del potenziale di sviluppo del sistema: SWOT Analysis; f) Identificazione delle Unità Prodotto-Mercato di un STL.

3) Analisi competitiva e formulazione delle strategie di sviluppo locale: a) Confronto tra identità e immagine di un sistema: significato d’identità vs. immagine, tipologia di offerta di un STL, livello di coinvolgimento degli utenti, matrice del posizionamento strategico; b) Strategie di sviluppo produttivo: identificazione dei fabbisogni strategici, determinazione della leva strategica, individuazione delle strategie di sviluppo produttivo; c) Strategie di marketing induzionale: identificazione delle determinanti della soddisfazione, determinazione delle fasi dell’esperienza di fruizione dei STL, individuazione delle strategie di marketing induzionale.

4) Controllo strategico: a) Attuazione delle strategie di sviluppo locale: determinazione delle politiche gestionali, criteri che guidano l’implementazione delle strategie di sviluppo locale; b) Valutazione del livello di sviluppo sostenibile: controllo delle dimensioni dello sviluppo sostenibile, e adozione della fuzzy logic nella misurazione del livello di sviluppo sostenibile.

L’esame viene sostenuto sul seguente testo di riferimento:

G. Guido e G. Pino (2019): “Il Marketing Territoriale: Pianificazione e Ricerche”, Bologna: Il Mulino.

A questo testo è associato un volume ancillare: G. Guido (2019): “Lezioni di Marketing Territoriale”, che è acquistabile, al prezzo di costo, solo presso questo sito: http://www.lulu.com/spotlight/marketing_territoriale.

Il volume ancillare contiene tutte le diapositive delle lezioni del testo di riferimento, più gli esercizi, le istruzioni per la conduzione degli esoneri e il facsimile dei compiti finali. I files necessari per la conduzione degli esoneri saranno resi disponibili in classe oppure sono scaricabili gratuitamente dal sito: www.researchgate.net.

MARKETING TERRITORIALE (SECS-P/08)
MARKETING TERRITORIALE

Corso di laurea GESTIONE DELLE ATTIVITA' TURISTICHE E CULTURALI

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 10.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 80.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Semestre Annualità Singola (dal 22/09/2017 al 31/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Sede Lecce

MARKETING TERRITORIALE (SECS-P/08)
RICERCHE DI MERCATO

Corso di laurea Economia finanza e assicurazioni

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 27/02/2017 al 31/05/2017)

Lingua

Percorso CURRICULUM ECONOMICO (A13)

Sede Lecce - Università degli Studi

RICERCHE DI MERCATO (SECS-P/08)
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0 Ore Studio individuale: 136.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 22/09/2015 al 31/12/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0 Ore Studio individuale: 136.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 22/09/2015 al 31/12/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
MARKETING

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 22/02/2016 al 21/05/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

MARKETING (SECS-P/08)
MARKETING

Corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 64.0 Ore Studio individuale: 136.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 23/02/2016 al 31/05/2016)

Lingua

Percorso MANAGERIALE (149)

Sede Lecce - Università degli Studi

MARKETING (SECS-P/08)
RICERCHE DI MERCATO

Corso di laurea Economia finanza e assicurazioni

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 23/02/2015 al 31/05/2015)

Lingua

Percorso CURRICULUM ECONOMICO (A13)

Sede Lecce - Università degli Studi

RICERCHE DI MERCATO (SECS-P/08)
RICERCHE DI MERCATO

Corso di laurea Economia finanza e assicurazioni

Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/08

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 24/02/2014 al 31/05/2014)

Lingua

Percorso CURRICULUM ECONOMICO (A13)

Sede Lecce - Università degli Studi

RICERCHE DI MERCATO (SECS-P/08)

Pubblicazioni

Researchgate: https://www.researchgate.net/profile/Gianluigi_Guido

 

Pubblicazioni recenti:

Monografie:

2017. Sustainable Luxury Brands: Evidence from Research and Implications for Managers, Palgrave Advances in Luxury Series, London: Palgrave Macmillan (co-autori C. Amatulli, M. De Angelis e M. Costabile), (pp. i-xv, 1-244). Introduzione di Richard Bagozzi; Presentazione di Philip Kotler.

Articoli principali:

  1. “When Feeling Younger Depends on Others: The Effects of Social Context on Older Consumers,” (co-autori C. Amatulli, A.M. Peluso e C. Yoon), Journal of Consumer Research, 2018, https://doi.org/10.1093/jcr/ucy034.
  2.  “Effects of Face Images and Face Pareidolia on Consumers’ Responses to Print Advertising. An Empirical Investigation,” (co-autori M. Pichierri, G. Pino e R. Nataraajan), Journal of Advertising Research, 2018, DOI: 10.2501/JAR-2018-030.
  3. “A Methodological Framework to Assess Social Media Strategies of Event and Destination Management Organizations,” (co-autori G. Pino, A.M. Peluso, P. Del Vecchio, V. Ndou e G. Passiante), Journal of Hospitality Marketing & Management, https://doi.org/10.1080/19368622018.1516590.
  4. “Consumer Behavior and the Toilet: Research on Expulsive and Retentive Personalities” (co-autori R.W. Belk, C. Rizzo e G. Pino), Journal of Consumer Behaviour, 2018, https://doi.org/10.1002/cb.1709.
  5. “Age-Related Differences when Measuring Political Hypocrisy,” (co-autori M.I. Prete, M. Pichierri e P. Harris), Journal of Public Affairs, 2018, https://doi.org/10.1002/pa.1707.
  6. “Assessing the Strategic Needs of Local Territorial Systems (LTSs): The Case of a Southern Italian Province,” (co-autori G. Pino, A.M. Peluso e M. Pichierri), Journal of Place Management and Development, 2018, https://doi.org/10.1108/JPMD-08-2017-007
  7. “Place the Good after the Bad: Effects of Emotional Shifts on Consumer Memory,” (co-autori M. Pichierri e G. Pino), Marketing Letters, 2018, 29 (1), 49-60.
  8. “The Importance of Dream in Advertising: Luxury versus Mass Market,” (co-autori C. Amatulli, M. De Angelis e M. Pichierri), International Journal of Marketing Studies, 2018, 10 (1), 71-81.
  9. “Exploring the Perceived Image of Energy Efficiency Measures in Residential Buildings: Evidence from Apulia, Italy” (co-autori: C. Rizzo, L. Piper, M.I. Prete e G. Pino), Journal of Cleaner Production, 2018, 197 (1), 349-355.
  10. “Brand Prominence and Social Status in Luxury Consumption: A Comparison of Emerging and Mature Markets,” (co-autori G. Pino, C. Amatulli, A.M. Peluso e R. Nataraajan), Journal of Retailing and Consumer Services, 2017, https://doi.org/1016/j.jretconser.2017.11.006.
  11. “The Effect of Negative Message Framing on Green Consumption: An Investigation of the Role of Shame,” (co-autori C. Amatulli, M. De Angelis, A.M. Peluso e I. Soscia), Journal of Business Ethics, 2017, DOI 10.1007/s10551-017-3644-x.
  12. “The Impact of Disgust on Consumers’ Purchase Intentions: An Empirical Assessment,” (co-autori G. Pino e A.M. Peluso), Journal of Consumer Marketing, 2017, 35 (1), 105-115.
  13. “Luxury Advertising and Recognizable Artworks: New Insights on the ‘Art Infusion’ Effect,” (co-autori A.M. Peluso, G. Pino e C. Amatulli), European Journal of Marketing, 2017, 51 (11/12), 2192-2206.
  14. “‘Service’ in Luxury Retailing in the Twenty-First Century: An Exploratory Look at the Pleasure Boating Sector,” (co-autori C. Amatulli, R. Nataraajan, M. Capestro e M. Carvignese), Psychology & Marketing, 2017, 34 (5), 569-579.
  15. “Effects of Blue Lighting in Ambient and Mobile Settings on the Intention to Buy Hedonic and Utilitarian Products,” (co-autori L. Piper, M.I. Prete, A. Mileti e C.M. Trisolini), Psychology & Marketing, 2017, 34 (2), 215-226.
  16. “Determinants of Southern Italian Households’ Intention to Adopt Energy Efficiency Measures in Residential Buildings”, (co-autori M.I. Prete, L. Piper, C. Rizzo, G. Pino, M.  Capestro, A. Mileti, M. Pichierri, C. Amatulli e A.M. Peluso), Journal of Cleaner Production, 2017, 153, 83-91.
  17. “Animated Logos in Mobile Marketing Communications: The Role of Logo Movement Directions and Trajectories,” (co-autori M. Pichierri, R. Nataraajan e G. Pino), Journal of Business Research, 2016, 69 (12), 6048-6057.
  18. “Iconic Art Infusion in Luxury Retail Strategies: Unveiling the Potential,” (co-autori G. Pino e R. Nataraajan, Journal of Global Scholars of Marketing Science, 2016, 27 (3), 136-147.
  19. “Assessing Individuals’ Re-Gifting Motivations,” (co-autori G. Pino e A.M. Peluso), Journal of Business Research, 2016, 69 (12), 5956-5963.
  20. “Knowledge-intensive Services and Local Development: An Empirical Analysis of Networks, Channel and Customization Processes,” (co-autori G. Pino, M. Capestro, C. Tomacelli e M. Abate), Local Economy, 2016, 31 (3), 359-376.
  21.  “Quantity Distortion Effect in Consumers’ Perception of Different Volumes and Weights of Money: A Pilot Study,” (co-autori L. Piper, M.I. Prete, A. Mileti, e M. Fonda), Perceptual & Motor Skills, 2016, 123 (1), 175-189.
  22. “Nanomarketing: A New Frontier in Neuromarketing,” (co-autori A. Mileti e M.I. Prete), Psychology & Marketing, 2016, 33 (8), 664-674.
  23. “When the Row Predicts the Grade: Differences in Marketing Students’ Performance as a Function of Seating Location,” (co-autore M. Pichierri), Learning and Individual Differences, 2016, 49 (July), 437-441.
  24. “‘Mix-and-Match’ Fashion Trend and Luxury Brand Recognition: An Empirical Test Using Eye-tracking” (co-autori C. Amatulli, A. Mileti, C. Tomacelli, M.I. Prete e A.E. Longo), Fashion Theory, 2016, 20 (3), 341-362.
  25. “Effects of Background Music Endings on Consumer Memory in Advertising,” (co-autori A.M. Peluso, A. Mileti, M. Capestro, L. Cambò e P. Pisanello), International Journal of Advertising, 2016, 35 (3), 504-518.
  26. “A Strategic Place Marketing Model for the Development of Local Territorial Systems (LTSs),” (co-autore G. Pino), Scienze Regionali/Italian Journal of Regional Science, 2016, 15 (1), 29-56.
Scarica pubblicazioni

Temi di ricerca

L’attività di ricerca di Gianluigi Guido può essere riassunta in tre maggiori aree. La prima riguarda gli stimoli di marketing, costituiti dalle offerte aziendali e dagli esiti delle attività di comunicazione delle imprese (pubblicità, promozioni, ecc.) che influenzano le modalità di percezione da parte dei consumatori: in particolare, la credibilità degli stimoli di marketing (credibilità dei testimonial pubblicitari, dei punti-vendita, credibilità e usabilità dei siti web), la salienza e vividezza dei messaggi pubblicitari (emotività e concretezza dei copy, capacità di suscitare emozioni, distorsioni cognitive), e la personalità dei prodotti di marca (grado di antropomorfizzazione dei prodotti, dimensioni latenti dell’immagine).

 

La seconda area di ricerca considera la psicologia dei consumatori, in particolare i fattori alla base delle loro scelte d’acquisto: la soddisfazione della clientela (attese e percezioni delle esperienze di consumo), le caratteristiche motivazionali degli individui (dimensioni prevalenti nella loro personalità, grado di stimolazione ottimale, finalità ricercate nel consumo), nonché le influenze, in particolare sociali, che caratterizzano determinati segmenti socio-demografici della popolazione (consumatori etici, consumatori anziani, consumatori del lusso). Uno sviluppo recente riguarda il rapporto tra i processi fisiologici del corpo umano e le scelte di consumo relative alle funzioni d’uso dei prodotti, i gruppi di clienti e le tecnologie adottate, che possono cambiare la collocazione strategica delle offerte aziendali.

 

Infine, la terza area di ricerca attiene al contesto delle imprese, anche organizzate in “sistemi territoriali locali” (unità d’analisi del marketing territoriale), le quali pongono in essere strategie di marketing finalizzate allo sviluppo sostenibile delle comunità di riferimento. In particolare, sono approfondite le tematiche della marketing intelligence (mirata alla raccolta e catalogazione delle informazioni), della diffusione dell’innovazione (anche all'interno di distretti), e della creazione di reti di clienti (mediante ricorso a comunità virtuali, network distributivi, programmi di coinvolgimento dei consumatori).