Karl Gerhard HEMPEL

Karl Gerhard HEMPEL

Ricercatore Universitario

Dipartimento di Studi Umanistici

Edificio Buon Pastore - Via Taranto, 35 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 4430

Dr.phil., M.A. - Professore Aggregato / Ricercatore confermato - Abilitazione Scientifica Nazione a Professore Associato per il settore concorsuale 10/M1

Area di competenza:

traduzione specializzata

differenze interculturali nel discorso specialistico

lingue della comunicazione scientifica

teoria della traduzione

storia della traduzione

ceramica ellenistica

 

 

 

presentazioni per CFU relativi a workshop progetti:

su richiesta, possibilmente nelle stesse date degli esami orali

 

Orario di ricevimento

prossimo ricevimento: mercoledì 19 dicembre 2018 ore 11.30-12.30

PER LE DATE DEGLI ESAMI v. notizie

Le mie lezioni si tengono al II semestre 

I lettorati si tengono sia al I sia al II semestre

 

 

 

 

 

 

 

Recapiti aggiuntivi

edificio "Buon Pastore", I piano, stanza 7. tel. 0832294430. Gerhard.Hempel@web.de

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

CURRICULUM BREVE: 

1984: maturità classica al Kaiser-Karls-Gymnasium di Aachen (Aquisgrana)

1985-1995: studio dell'Archeologia Classica e della Filologia Greca e Latina alle Università di Bonn, Pisa e Monaco di Baviera.

1991: Magister Artium (M. A.) alla Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco (Archeologia Classica, Filologia Greca, Filologria Latina)

1995: Dottorato di Ricerca (Dr. phil.) alla Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco

1991/1992/1993/1995/1996: partecipazione a scavi archeologici a Selinunte e a Siracusa.

1996-1997: borsa di studio post-dottorato ("Reisestipendium") dell'Istituto Archeologico Germanico

Dal 1998: traduzioni professionali it-de, de-it, en-de per conto di agenzie tedesche, italiane e statunitensi, 
tra cui translated (Pomezia), allesprachen (Hagen), As.co (Dortmund), Linz (Norimberga), alpha 
(Aquisgrana), Elanex (San Francisco); collaborazione con case editrici come Michael Imhof (Petersberg), v. anche sotto "pubblicazioni". 

1998-2001: lettore di tedesco alla Seconda Università di Napoli

2001-2002: professore a contratto all'Università di Bari

2001-2002: lettore di tedesco all'Università di Urbino

2002-2007: Ricercatore e Professore Aggregato di Lingua e Traduzione - Lingua Tedesca (L-LIN/14) all'Università di Messina

Dal 2007:  Ricercatore e Professore Aggregato di Lingua e Traduzione - Lingua Tedesca (L-LIN/14) all'Università del Salento
 

Per dettagli:

- profilo sulla pagina della Gerda Henkel Stiftung, v. il link

- intervista sulla rivista della Gerda Henkel Stiftung, v. il link

- articolo sul Bollettino del'Ateneo dell'Unisalento, v. il link


 

Didattica

A.A. 2018/2019

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Lingua TEDESCO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Lingua TEDESCO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA II CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA II CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

A.A. 2013/2014

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA I CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA I CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 25/02/2019 al 24/05/2019)

Lingua TEDESCO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere un livello di tedesco scritto/orale corrispondente almeno al B1+ del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Per verificare e/o raggiungere il livello: H. Funk/C. Kuhn/S. Demme/B.Winzer, studio d B1. Deutsch als Fremdsprache. Kurs- und Übungsbuch mit Zertifikatstraining, Berlin: Cornelsen, 2013.

Il corso si propone, oltre al raggiungimento di un livello B2+ di conoscenza della lingua tedesca attraverso le esercitazioni linguistiche ("lettorato"), di introdurre lo studente alla studio delle varietà del tedesco attuale: dialetti, varietà standard, Umgangssprache, la grammatica del tedesco parlato, stili giovanili ed etnolettali, usi linguistici in ambiente digitale. Sarà trattato anche il tedesco come lingua della comunicazione scientifica, soprattutto nell’ambito delle discipline umanistiche, sotto gli aspetti pragmatici e funzionali.

L’insegnamento si propone di portare lo studente ad un uso cosciente della lingua, e in particolare ad un livello di tedesco scritto/orale corrispondente almeno al B2+ del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Per quanto riguarda la comprensione di testi appartenenti all’ambito accademico, si mira invece ad un livello corrispondente almeno al C1 del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. L’insegnamento mira inoltre allo sviluppo di un metodo di studio accademico, atto a comprendere e risolvere nonché a presentare e discutere problematiche scientifiche, con particolare riferimento a questioni di sociolinguistica e di linguistica variazionale.

In particolare, per quanto riguarda conoscenza e comprensione, lo studente migliorerà quindi le conoscenze linguistiche e conoscerà il tedesco come lingua con molte varietà (dialetti, varietà standard, Umgangssprache, la grammatica del tedesco parlato, stili giovanili ed etnolettali, usi linguistici in ambiente digitale e scientifico), comprendendo la complessità dell’architettura sociolinguistica, anche confrontandola con la situazione della lingua italiana. La capacità di applicare conoscenze e comprensione sarà sviluppata attraverso l’analisi delle scelte linguistiche che si riscontrano nei testi che fanno da esempio per le singole varietà, nonché attraverso la produzione scritto orale e scritta degli studenti stessi. L’autonomia di giudizio viene sviluppata commentando testi che fungono da esempio per usi linguistici e attraverso la discussione di approcci e teorie linguistiche che riguardano la parole. Le abilità comunicative si sviluppano usando il tedesco e nel dibattito sui fenomeni linguistici.

Saranno potenziate le varie capacità trasversali, in particolare quella di risolvere problemi (appliccare in una situazione reale quanto appreso), la capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti), la capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza), capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore), capacità di apprendere in maniera continuativa (saper riconoscere le proprie lacune e identificare strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze).

Il corso è di particolare rilievo per il corso di laurea in quanto offre un quadro della situazione linguistica attuale del tedesco, anche con riferimento a differenze con la lingua italiana che sono di rilievo per la traduzione, per le scelte traduttive, la loro analisi e giustificazione.

Lezioni tradizionali, arricchite dalla partecipazione attiva degli studenti. Interpretazione e valutazione di situazioni comunicative e dei mezzi utilizzati dai partecipanti, valutazione di metodologie scientifiche e della loro applicazione. Stesura e discussione di riassunti e di brevi temi. Presentazioni da parte degli studenti. Discussioni in gruppo. Esercitazioni con il lettore, tra cui anche il riassunto e la discussione di materiale audiovisivo.

a. Prova scritta. La prova scritta si articola in due parti (i-ii):

 

i. Video-composizione

A. Test di comprensione: risposte in lingua tedesca a domande su un video in lingua tedesca (breve trasmissione televisiva su tematiche di attualità, cultura o simili). Il test di comprensione sarà valutato secondo i seguenti criteri:

- correttezza delle risposte

- correttezza a livello linguistico

B. Composizione in lingua tedesca riguardante una tematica culturale, sociale o di civiltà. E’ ammesso l’uso del dizionario monolingue tedesco. La composizione sarà valutata secondo i seguenti criteri:

- correttezza grammaticale

- livello stilistico

- attinenza alla traccia

- esposizione

C. test di vocaboli / grammatica: scheda con paradigmi, frasi da completare ed esercizi grammaticali. Per questa parte dell’esame non è ammesso l’uso di dizionari e/o di altri ausili.

 

ii. Domande

Risposte in tedesco a domande in tedesco riguardanti le tematiche trattate durante il corso. E’ ammesso l’uso del dizionario mono- e bilingue. Criteri di valutazione:

- correttezza e completezza delle risposte

- chiarezza e livello critico dell’esposizione

 

b. Prova orale.

La prova consiste in una discussione in lingua tedesca sulle tematiche del corso. Sarà valutata secondo i seguenti criteri:

- correttezza e completezza delle risposte

- chiarezza e livello critico dell’esposizione

- correttezza a livello linguistico

Nella valutazione della prova orale confluisce anche quella della prova scritta di cui al punto ii. (domande). Si tiene inoltre conto della valutazione di eventuali presentazioni eseguite durante il corso.

ESAMI scritti / orali:
La prenotazione avviene attraverso il sistema VOL. Per alcune categorie di studenti potrebbe non essere possibile prenotarsi attraverso il sito; in tal caso vale anche la prenotazione via mail.  

I candidati per gli esami orali sono pregati di prenotarsi solo dopo aver superato l'esame scritto. 

Prima di presentarsi all'esame orale bisogna aver superato tutte le parti del relativo esame scritto.

Prima di presentarsi all'esame scritto bisogna aver superato gli esami orali relativi agli anni precedenti (unica eccezione: si accettano candidati all'esame scritto del III anno della triennale anche senza l'orale del II anno, qualora abbiano superato tutte le parti dell'esame scritto del II anno; analogamente si procede per il II anno LM/specialistica).

esami orali: inizio intorno alle 9.30, edificio BP, I piano, stanza 7

24. April 2019 (ris.)

4. Juni 2019

17. Juni 2019

1. Juli 2019

esami scritti:

GLI ESAMI SCRITTI SI SVOLGONO SEMPRE IN DUE GIORNATE O DI MATTINA O DI POMERIGGIO SECONDO QUESTO CALENDARIO:

27.-28. Mai 2019

24.-25. Juni 2019

LA DISTRIBUZIONE DELLE VARIE PARTI DI ESAME SULLE DUE GIORNATE AVVIENE SECONDO IL SEGUENTE SCHEMA (quest´ulitmo può subire a volte modifiche, per cui raccomando di controllare la distribuzione effettiva qualche giorno prima dell´esame):

primo giorno - Edificio Buon Pastore 

III anno triennale:   Fragen III

secondo giorno - Edificio Buon Pastore

 III anno triennale: Grammatik/Video/Aufsatz III 

Il corso si propone, oltre al raggiungimento di un livello B2+ di conoscenza della lingua tedesca attraverso le esercitazioni linguistiche ("lettorato"), di introdurre lo studente alla studio delle varietà del tedesco attuale: dialetti, varietà standard, Umgangssprache, la grammatica del tedesco parlato, stili giovanili ed etnolettali, usi linguistici in ambiente digitale. Sarà trattato anche il tedesco come lingua della comunicazione scientifica, soprattutto nell’ambito delle discipline umanistiche, sotto gli aspetti pragmatici e funzionali.

L’insegnamento si propone di portare lo studente ad un uso cosciente della lingua, e in particolare ad un livello di tedesco scritto/orale corrispondente almeno al B2+ del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Per quanto riguarda la comprensione di testi appartenenti all’ambito accademico, si mira invece ad un livello corrispondente almeno al C1 del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. L’insegnamento mira inoltre allo sviluppo di un metodo di studio accademico, atto a comprendere e risolvere nonché a presentare e discutere problematiche scientifiche, con particolare riferimento a questioni di sociolinguistica e di linguistica variazionale.

In particolare, per quanto riguarda conoscenza e comprensione, lo studente migliorerà quindi le conoscenze linguistiche e conoscerà il tedesco come lingua con molte varietà (dialetti, varietà standard, Umgangssprache, la grammatica del tedesco parlato, stili giovanili ed etnolettali, usi linguistici in ambiente digitale e scientifico), comprendendo la complessità dell’architettura sociolinguistica, anche confrontandola con la situazione della lingua italiana. La capacità di applicare conoscenze e comprensione sarà sviluppata attraverso l’analisi delle scelte linguistiche che si riscontrano nei testi che fanno da esempio per le singole varietà, nonché attraverso la produzione scritto orale e scritta degli studenti stessi. L’autonomia di giudizio viene sviluppata commentando testi che fungono da esempio per usi linguistici e attraverso la discussione di approcci e teorie linguistiche che riguardano la parole. Le abilità comunicative si sviluppano usando il tedesco e nel dibattito sui fenomeni linguistici.

Deutsche Akademie für Sprache und Dichtung / Union der deutschen Akademien der Wissenschaften (Hrsg.), Vielfalt und Einheit der deutschen Sprache. Zweiter Bericht zur Lage der deutschen Sprache. Tübingen: Stauffenburg (2017).

Neuland, Eva (Hrsg.), Variation im heutigen Deutsch. Perspektiven für den Sprachunterricht. Frankfurt usw.: Peter Lang (2006).

Moraldo, Sandro M. / Soffritti, Marcello (Hrsg.), Deutsch aktuell. Einführung in die Tendenzen der deutschen Gegenwartssprache. Roma: Carocci (2004).

Ammon, Ulrich: Die deutsche Sprache in Deutschland, Österreich und der Schweiz : Das Problem der nationalen Varietäten, Berlin-New York: De Gruyter, 1995.

Graefen, Gabriele / Moll, Melanie: Wissenschaftssprache Deutsch: Lesen - verstehen - schreiben : Ein Lehr- und Arbeitsbuch. Frankfurt a.M. 2011.

Lettorato: Aspekte. Mittelstufe Deutsch. Lehr- und Arbeitsbuch 2, Teil 1 + Teil 2. Berlin u.a.: Langenscheidt, 2010.

Grammatica consigliata: AA.VV., Grammatica tedesca. Forme e costrutti, Milano: LED, 2015.

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 25/02/2019 al 24/05/2019)

Lingua TEDESCO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere un livello di tedesco scritto/orale corrispondente almeno al B1+ del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Per verificare e/o raggiungere il livello: H. Funk/C. Kuhn/S. Demme/B.Winzer, studio d B1. Deutsch als Fremdsprache. Kurs- und Übungsbuch mit Zertifikatstraining, Berlin: Cornelsen, 2013.

Il corso si propone, oltre al raggiungimento di un livello B2+ di conoscenza della lingua tedesca attraverso le esercitazioni linguistiche ("lettorato"), di introdurre lo studente alla studio delle varietà del tedesco attuale: dialetti, varietà standard, Umgangssprache, la grammatica del tedesco parlato, stili giovanili ed etnolettali, usi linguistici in ambiente digitale. Sarà trattato anche il tedesco come lingua della comunicazione scientifica, soprattutto nell’ambito delle discipline umanistiche, sotto gli aspetti pragmatici e funzionali. Altra tematica sarà la traduzione di testi specialistici, in particolare scientifici dell’ambito umanistico, dal tedesco all’italiano e viceversa, con elementi di problematiche traduttologiche.

L’insegnamento si propone di portare lo studente ad un uso cosciente della lingua, e in particolare ad un livello di tedesco scritto/orale corrispondente almeno al B2+ del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Per quanto riguarda la comprensione di testi appartenenti all’ambito accademico, si mira invece ad un livello corrispondente almeno al C1 del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. L’insegnamento mira inoltre allo sviluppo di un metodo di studio accademico, atto a comprendere e risolvere nonché a presentare e discutere problematiche scientifiche, con particolare riferimento a questioni di sociolinguistica e di linguistica variazionale.

In particolare, per quanto riguarda conoscenza e comprensione, lo studente migliorerà quindi le conoscenze linguistiche e conoscerà il tedesco come lingua con molte varietà (dialetti, varietà standard, Umgangssprache, la grammatica del tedesco parlato, stili giovanili ed etnolettali, usi linguistici in ambiente digitale e scientifico), comprendendo la complessità dell’architettura sociolinguistica, anche confrontandola con la situazione della lingua italiana. La capacità di applicare conoscenze e comprensione sarà sviluppata attraverso l’analisi delle scelte linguistiche che si riscontrano nei testi che fanno da esempio per le singole varietà, nonché attraverso la produzione scritto orale e scritta degli studenti stessi, anche eseguendo delle traduzioni. L’autonomia di giudizio viene sviluppata commentando testi e traduzioni che fungono da esempio per usi linguistici e attraverso la discussione di approcci e teorie linguistiche che riguardano la parole. Le abilità comunicative si sviluppano usando il tedesco e nel dibattito sui fenomeni linguistici.

Saranno potenziate le varie capacità trasversali, in particolare quella di risolvere problemi (appliccare in una situazione reale quanto appreso), la capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti), la capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza), capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore), capacità di apprendere in maniera continuativa (saper riconoscere le proprie lacune e identificare strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze).

Lezioni tradizionali, arricchite dalla partecipazione attiva degli studenti. Interpretazione e valutazione di situazioni comunicative e dei mezzi utilizzati dai partecipanti, valutazione di metodologie scientifiche e della loro applicazione. Stesura e discussione di riassunti e di brevi temi. Presentazioni da parte degli studenti. Discussioni in gruppo. Esercizi di traduzione, con valutazione dei risultati. Esercitazioni con il lettore, tra cui anche il riassunto e la discussione di materiale audiovisivo.

a. Prova scritta. La prova scritta si articola in due parti (i-ii):

 

i. Video-composizione

A. Test di comprensione: risposte in lingua tedesca a domande su un video in lingua tedesca (breve trasmissione televisiva su tematiche di attualità, cultura o simili). Il test di comprensione sarà valutato secondo i seguenti criteri:

- correttezza delle risposte

- correttezza a livello linguistico

B. Composizione in lingua tedesca riguardante una tematica culturale, sociale o di civiltà. E’ ammesso l’uso del dizionario monolingue tedesco. La composizione sarà valutata secondo i seguenti criteri:

- correttezza grammaticale

- livello stilistico

- attinenza alla traccia

- esposizione

C. test di vocaboli / grammatica: scheda con paradigmi, frasi da completare ed esercizi grammaticali. Per questa parte dell’esame non è ammesso l’uso di dizionari e/o di altri ausili.

 

ii. Traduzione

A. Traduzione dal tedesco all’italiano di un testo riferibile all’ambito accademico (saggio o similari) a un livello C1. È ammesso l’uso del dizionario bilingue tedesco-italiano. La traduzione sarà valutata secondo i seguenti criteri:

- adeguatezza della traduzione al testo di partenza

- accettabilità del testo di arrivo in termini di scelte lessicali, sintattiche e stilistiche.

B. Traduzione dall’italiano al tedesco di un breve testo riferito all’ambito della traduzione specializzata o a quella letteraria. È ammesso l’uso del dizionario bilingue tedesco-italiano. La traduzione sarà valutata secondo i seguenti criteri:

- adeguatezza della traduzione al testo di partenza

- accettabilità del testo di arrivo in termini di correttezza grammaticale, scelte lessicali, sintattiche e stilistiche.

 

iii. Domande

Risposte in tedesco a domande in tedesco riguardanti le tematiche trattate durante il corso. E’ ammesso l’uso del dizionario mono- e bilingue. Criteri di valutazione:

- correttezza e completezza delle risposte

- chiarezza e livello critico dell’esposizione

 

b. Prova orale.

La prova consiste in una discussione in lingua tedesca sulle tematiche del corso. Sarà valutata secondo i seguenti criteri:

- correttezza e completezza delle risposte

- chiarezza e livello critico dell’esposizione

- correttezza a livello linguistico

Nella valutazione della prova orale confluisce anche quella della prova scritta di cui al punto iii. (domande). Si tiene inoltre conto della valutazione di eventuali presentazioni eseguite durante il corso.

ESAMI scritti / orali:
La prenotazione avviene attraverso il sistema VOL. Per alcune categorie di studenti potrebbe non essere possibile prenotarsi attraverso il sito; in tal caso vale anche la prenotazione via mail.  

I candidati per gli esami orali sono pregati di prenotarsi solo dopo aver superato l'esame scritto. 

Prima di presentarsi all'esame orale bisogna aver superato tutte le parti del relativo esame scritto.

Prima di presentarsi all'esame scritto bisogna aver superato gli esami orali relativi agli anni precedenti (unica eccezione: si accettano candidati all'esame scritto del III anno della triennale anche senza l'orale del II anno, qualora abbiano superato tutte le parti dell'esame scritto del II anno; analogamente si procede per il II anno LM/specialistica).

esami orali: inizio intorno alle 9.30, edificio BP, I piano, stanza 7

24. April 2019 (ris.)

4. Juni 2019

17. Juni 2019

1. Juli 2019

esami scritti:

GLI ESAMI SCRITTI SI SVOLGONO SEMPRE IN DUE GIORNATE O DI MATTINA O DI POMERIGGIO SECONDO QUESTO CALENDARIO:

27.-28. Mai 2019

24.-25. Juni 2019

LA DISTRIBUZIONE DELLE VARIE PARTI DI ESAME SULLE DUE GIORNATE AVVIENE SECONDO IL SEGUENTE SCHEMA (quest´ulitmo può subire a volte modifiche, per cui raccomando di controllare la distribuzione effettiva qualche giorno prima dell´esame):

primo giorno - Edificio Buon Pastore 

III anno triennale:   Übersetzung III/Fragen III

secondo giorno - Edificio Buon Pastore

 III anno triennale: Grammatik/Video/Aufsatz III 

 

Il corso si propone, oltre al raggiungimento di un livello B2+ di conoscenza della lingua tedesca attraverso le esercitazioni linguistiche ("lettorato"), di introdurre lo studente alla studio delle varietà del tedesco attuale: dialetti, varietà standard, Umgangssprache, la grammatica del tedesco parlato, stili giovanili ed etnolettali, usi linguistici in ambiente digitale. Sarà trattato anche il tedesco come lingua della comunicazione scientifica, soprattutto nell’ambito delle discipline umanistiche, sotto gli aspetti pragmatici e funzionali.

L’insegnamento si propone di portare lo studente ad un uso cosciente della lingua, e in particolare ad un livello di tedesco scritto/orale corrispondente almeno al B2+ del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Per quanto riguarda la comprensione di testi appartenenti all’ambito accademico, si mira invece ad un livello corrispondente almeno al C1 del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. L’insegnamento mira inoltre allo sviluppo di un metodo di studio accademico, atto a comprendere e risolvere nonché a presentare e discutere problematiche scientifiche, con particolare riferimento a questioni di sociolinguistica e di linguistica variazionale.

In particolare, per quanto riguarda conoscenza e comprensione, lo studente migliorerà quindi le conoscenze linguistiche e conoscerà il tedesco come lingua con molte varietà (dialetti, varietà standard, Umgangssprache, la grammatica del tedesco parlato, stili giovanili ed etnolettali, usi linguistici in ambiente digitale e scientifico), comprendendo la complessità dell’architettura sociolinguistica, anche confrontandola con la situazione della lingua italiana. La capacità di applicare conoscenze e comprensione sarà sviluppata attraverso l’analisi delle scelte linguistiche che si riscontrano nei testi che fanno da esempio per le singole varietà, nonché attraverso la produzione scritto orale e scritta degli studenti stessi. L’autonomia di giudizio viene sviluppata commentando testi che fungono da esempio per usi linguistici e attraverso la discussione di approcci e teorie linguistiche che riguardano la parole. Le abilità comunicative si sviluppano usando il tedesco e nel dibattito sui fenomeni linguistici.

Deutsche Akademie für Sprache und Dichtung / Union der deutschen Akademien der Wissenschaften (Hrsg.), Vielfalt und Einheit der deutschen Sprache. Zweiter Bericht zur Lage der deutschen Sprache. Tübingen: Stauffenburg (2017).

Neuland, Eva (Hrsg.), Variation im heutigen Deutsch. Perspektiven für den Sprachunterricht. Frankfurt usw.: Peter Lang (2006).

Moraldo, Sandro M. / Soffritti, Marcello (Hrsg.), Deutsch aktuell. Einführung in die Tendenzen der deutschen Gegenwartssprache. Roma: Carocci (2004).

Ammon, Ulrich: Die deutsche Sprache in Deutschland, Österreich und der Schweiz : Das Problem der nationalen Varietäten, Berlin-New York: De Gruyter, 1995.

Graefen, Gabriele / Moll, Melanie: Wissenschaftssprache Deutsch: Lesen - verstehen - schreiben : Ein Lehr- und Arbeitsbuch. Frankfurt a.M. 2011.

Lettorato: Aspekte. Mittelstufe Deutsch. Lehr- und Arbeitsbuch 2, Teil 1 + Teil 2. Berlin u.a.: Langenscheidt, 2010.

Grammatica consigliata: AA.VV., Grammatica tedesca. Forme e costrutti, Milano: LED, 2015.

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 25/02/2019 al 24/05/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere un livello di tedesco scritto/orale corrispondente almeno al B1+ del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Per verificare e/o raggiungere il livello: H. Funk/C. Kuhn/S. Demme/B.Winzer, studio d B1. Deutsch als Fremdsprache. Kurs- und Übungsbuch mit Zertifikatstraining, Berlin: Cornelsen, 2013.

Il corso si propone di introdurre lo studente alla teoria e prassi della traduzione professionale, in particolare quella specializzata in campo scientifico (che comprende anche le discipline umanistiche), tecnico, giuridico-amministrativo e turistico, e alla ricerca in ambito traduttologico.

Saranno quindi trattati caratteri della traduzione specializzata nei vari ambiti e i concetti nonché le riflessioni e teorie storiche e moderne sulla traduzione (concetti di traducibilità, equivalenza; teorie linguistiche, funzionali, polisistemiche, culturali), inoltre le metodologie della ricerca sulla traduzione.

Il corso ha l’obiettivo di far acquisire allo studente le conoscenze e le competenze necessarie per un primo approccio alla traduzione professionale, sviluppando un uso cosciente delle tecniche e strategie traduttive, con la capacità di motivare le scelte traduttive e di gestire i rapporti con agenzie e clienti. L’insegnamento mira inoltre allo sviluppo di un metodo di studio accademico, atto a comprendere e risolvere nonché a presentare e discutere problematiche scientifiche appartenenti all’ambito della traduttologia.

Nel corso gli studenti sviluppano quindi la conoscenza e capacità di comprensione (conoscenza delle caratteristiche dei vari tipi di testo e la loro comprensione, potenziamento delle conoscenze linguistiche), la capacità di applicare conoscenza e comprensione (nell’analisi e traduzione dei testi), l’autonomia di giudizio (riflessione sulle scelte traduttive) e le capacità comunicative (motivazione delle decisioni prese). In particolare saranno potenziate la capacità di analizzare un documento di origine, identificare le potenziali difficoltà testuali e cognitive e valutare le strategie e le risorse necessarie per un’appropriata riformulazione, in linea con specifiche esigenze comunicative; l’abilità di valutare la rilevanza e l’affidabilità di fonti di informazione per quanto riguarda le esigenze traduttive; la capacità di acquisire, sviluppare e adoperare conoscenze tematiche e dominio-specifiche pertinenti alle esigenze traduttive (padronanza dei sistemi di concetti, metodi di ragionamento, standard di presentazione, terminologia e fraseologia, fonti specialistiche); l’abilità di applicare le istruzioni, i manuali di stile o le convenzioni attinenti a una particolare traduzione specialistica; l’abilità di tradurre materiale generico o dominio-specifico relativo a uno o più campi, traducendo da una o più lingue di origine a una o più lingue di arrivo e realizzando una traduzione “adatta allo scopo”; l’abilità di analizzare e giustificare le proprie soluzioni e scelte traduttive, utilizzando un metalinguaggio appropriato e applicando un approccio teoretico pertinente.

Saranno potenziate, inoltre, varie capacità trasversali, in particolare la capacità di risolvere problemi (applicare in una situazione reale quanto appreso), la capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti), la capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza), la capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore).

Lezioni tradizionali, arricchite dalla partecipazione attiva degli studenti. Apprendimento linguistico con i  lettori di madrelingua (CEL). Esercitazioni di traduzione. Piccole presentazioni da parte degli studenti. Il materiale relativo al corso è presente sulla piattaforma formazioneonline.unisalento.it.

a. Prova scritta. La prova scritta si articola in due parti:

 

i. Traduzione dal tedesco all’italiano di un testo riferibile ad uno degli ambiti tipici della prassi traduttiva professionale (v. s. punto 1). È ammesso l’uso del dizionario bilingue tedesco-italiano e/o di dizionari monolingue. La traduzione sarà valutata secondo i seguenti criteri:

- adeguatezza al contesto della strategia traduttiva scelta, delle tecniche traduttive, delle soluzioni adottate per i problemi traduttivi riscontrati a livello lessicale, sintattico e stilistico. 

 

ii. Traduzione dall’italiano al tedesco di un breve testo riferito all’ambito della traduzione professionale (v. s. punto 1). È ammesso l’uso del dizionario bilingue tedesco-italiano e/o di dizionari monolingue. La traduzione sarà valutata secondo i seguenti criteri:

- adeguatezza al contesto della strategia traduttiva scelta, delle tecniche traduttive, delle soluzioni adottate per i problemi traduttivi riscontrati a livello lessicale, sintattico e stilistico.

 

b. Prova orale. La prova consiste in una discussione in lingua tedesca e italiana sulle tematiche del corso, eventualmente anche sulle traduzioni eseguite dallo studente durante l’esame scritto o su altro materiale somministrato al momento dell'esame. La valutazione avverrà secondo i seguenti criteri:

- chiarezza e livello critico nell’esposizione, valutazione e applicazione a problemi concreti di varie teorie traduttive

- capacità di valutare e di giustificare possibili scelte traduttive con riferimento a tipologie testuali specifiche e/o a determinati destinatari (problem solving e discussione di problematiche)

Si tiene inoltre conto della valutazione di eventuali presentazioni eseguite durante il corso.

Il corso si propone di introdurre lo studente alla teoria e prassi della traduzione professionale, in particolare quella specializzata in campo scientifico (che comprende anche le discipline umanistiche), tecnico, giuridico-amministrativo e turistico, e alla ricerca in ambito traduttologico.

Saranno quindi trattati caratteri della traduzione specializzata nei vari ambiti e i concetti nonché le riflessioni e teorie storiche e moderne sulla traduzione (concetti di traducibilità, equivalenza; teorie linguistiche, funzionali, polisistemiche, culturali), inoltre le metodologie della ricerca sulla traduzione.

Il corso ha l’obiettivo di far acquisire allo studente le conoscenze e le competenze necessarie per un primo approccio alla traduzione professionale, sviluppando un uso cosciente delle tecniche e strategie traduttive, con la capacità di motivare le scelte traduttive e di gestire i rapporti con agenzie e clienti. L’insegnamento mira inoltre allo sviluppo di un metodo di studio accademico, atto a comprendere e risolvere nonché a presentare e discutere problematiche scientifiche appartenenti all’ambito della traduttologia.

Nel corso gli studenti sviluppano quindi la conoscenza e capacità di comprensione (conoscenza delle caratteristiche dei vari tipi di testo e la loro comprensione, potenziamento delle conoscenze linguistiche), la capacità di applicare conoscenza e comprensione (nell’analisi e traduzione dei testi), l’autonomia di giudizio (riflessione sulle scelte traduttive) e le capacità comunicative (motivazione delle decisioni prese). In particolare saranno potenziate la capacità di analizzare un documento di origine, identificare le potenziali difficoltà testuali e cognitive e valutare le strategie e le risorse necessarie per un’appropriata riformulazione, in linea con specifiche esigenze comunicative; l’abilità di valutare la rilevanza e l’affidabilità di fonti di informazione per quanto riguarda le esigenze traduttive; la capacità di acquisire, sviluppare e adoperare conoscenze tematiche e dominio-specifiche pertinenti alle esigenze traduttive (padronanza dei sistemi di concetti, metodi di ragionamento, standard di presentazione, terminologia e fraseologia, fonti specialistiche); l’abilità di applicare le istruzioni, i manuali di stile o le convenzioni attinenti a una particolare traduzione specialistica; l’abilità di tradurre materiale generico o dominio-specifico relativo a uno o più campi, traducendo da una o più lingue di origine a una o più lingue di arrivo e realizzando una traduzione “adatta allo scopo”; l’abilità di analizzare e giustificare le proprie soluzioni e scelte traduttive, utilizzando un metalinguaggio appropriato e applicando un approccio teoretico pertinente.

Siever, Holger, Übersetzen  und  Interpretation. Die Herausbildung  der  Übersetzungswissenschaft  als eigenständige wissenschaftliche  Disziplin  im deutschen Sprachraum von 1960 bis 2000, Frankfurt am Main: Peter Lang, 2010.

Erich Prunč, Entwicklungslinien der Translationswissenschaft. Von den Asymmetrien der Sprachen zu den Asymmetrien der Macht. Berlin: Frank & Timme (2007).

Munday, Jeremy: Introducing Translation Studies. Theories and Applications. London-New York: Routledge (2001).

Schreiber, Michael, Grundlagen der Übersetzungswissenschaft. Französisch, Italienisch, Spanisch. Tübingen: Max Niemeyer (2006).

Schmitt, Peter A., Handbuch Technisches Übersetzen. Berlin: BDÜ Fachverlag (2016).

Göpferich, Susanne, Interkulturelles Technical Writing. Tübingen: Narr (1998).

Scarpa, Federica, La traduzione specializzata. Lingue speciali e mediazione linguistica. Milano: Hoepli (2001).

Wiesmann, Eva, Rechtsübersetzung und Hilfsmittel zur Translation: wissenschaftliche Grundlagen und computergestützte Umsetzung eines lexikographischen Konzepts. Tübingen: Narr (2004).

TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA III CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TRADUZIONE SCRITTA ITALIANO-TEDESCO-ITALIANO (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA II CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 24/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA II CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA II CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE MODERNE, LETTERATURE E TRADUZIONE

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 24/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA II CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA I CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 30/09/2013 al 25/01/2014)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA I CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)
LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA I CON PROVA SCRITTA

Corso di laurea SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA

Settore Scientifico Disciplinare L-LIN/14

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 36.0 Ore Studio individuale: 114.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 30/09/2013 al 25/01/2014)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA I CON PROVA SCRITTA (L-LIN/14)

Pubblicazioni

 Follow me on Academia.edu

1. Linguistica / traduttologia

articoli/contributi:

(19) «(In-)Traducibilità». Übersetzungstheorien in Italien: ein «Sonderweg»?. STUDIA UNIVERSITATIS BABES-BOLYAI. PHILOLOGIA, vol. 62 (2017), p. 221-234, ISSN: 1220-0484, doi: 10.24193/subbphilo.2017.4.18 - download

(18) German as a global player? Deutsch in der Klassischen Archäologie. In: Michael Szurawitzki, Ines Busch-Lauer, Paul Rössler, Reinhard Krapp. Wissenschaftssprache Deutsch - international, interdisziplinär, interkulturell. Tübingen: Narr (2015) pp. 177-190.

(17) La traduzione tecnica tra teoria e pratica. In: LA TORRE DI BABELE, vol. 10 (2014), pp. 193-217.

(16) Multilinguismo nella comunicazione scientifica. Il punto di vista degli archeologi classico statunitensi. In: Tempesta, Immacolata / Vedovelli, Massimo: Di linguistica e di sociolinguistica, Roma: Bulzoni (2013) pp. 277-297.

(15) Can Scholarly Communication Be Multilingual? A Glance at Language Use in US Classical Archaeology. In: Humanities 2013 [2], pp. 128-146. http://www.mdpi.com/2076-0787/2/2/128

(14) Gegenwart und Zukunft der Mehrsprachigkeit in den Geisteswissenschaften. Deutsch und Italienisch in der Klassischen Archäologie. In: trans-kom 5 [1], 2012, pp. 60-123. 
http://www.trans-kom.eu/bd05nr01/trans-kom_05_01_04_Hempel_Mehrsprachigkeit.20120614.pdf

(13) Presente e futuro del plurilinguismo nelle scienze umanistiche. Il tedesco e l’italiano in archeologia classica. In: Lingue e Linguaggi 6, 2011, pp. 49-88.
http://siba-ese.unisalento.it/index.php/linguelinguaggi/article/view/11644/10620

(12) Übersetzen in den Geisteswissenschaften (Deutsch/Italienisch):
Fachtexte der Klassischen Archäologie.
In: Heine, Carmen/Engberg, Jan (eds.): Reconceptualizing LSP.
Online proceedings of the XVII European LSP Symposium 2009.
Aarhus 2010.  pubblicazione online 

(11) La qualità nella traduzione tecnica: approcci scientifici e realtà professionale. In: Elicio, Domenica / Politi, Gloria (a cura di), Traduzione e Scrittura Letteraria. Lecce: Pensa MultiMedia 2009, pp. 167-185.


(10) Strategien und Probleme bei der Übersetzung von Fachtexten der Klassichen Archäologie (Deutsch-Italienisch). In: Di Meola, Claudio / Gaeta, Livio / Hornung, Antonie / Rega, Lorenza (eds.), Perspektiven Drei. Akten der 3. Tagung Deutsche Sprachwissenschaft in Italien (Rom, 14.-16.2.2008) (Deutsche Sprachwissenschaft international 3). Frankfurt a.M. u.a.: Lang 2009 , pp. 467-477.

(9) Le varietà standard della lingua tedesca tra tradizione, linguistica e politica. In: De Rosa, G.L. / De Laurentiis, A. (a cura di): Lingue policentriche a confronto. Quando la periferia diventa centro. Milano: Polimetrica 2009, pp. 99-112.
l'articolo su googlebooks

(8) Translation und Tradition: Überlegungen zur Übersetzung von Fachtexten der Klassischen Archäologie (Deutsch-Italienisch / Italienisch-Deutsch). In: Heinrich, Wilma / Heiss Christine (Hrsg), Fachsprache, elektronische Wörterbücher, multimediale Datenbanken. Empirische Forschungsansätze der Sprach- und Übersetzungswissenschaft. Festschrift für Marcello Soffritti zum 60. Geburtstag. München: Iudicium 2009.  pp. 97-113.

(7) Intercultural interferences in technical translation: A glance at Italian and German technical manuals. In: The Journal of Specialised Translation 11, 2009, pp. 102-123.
http://www.jostrans.org/issue11/art_hempel.php 

(6) Tradizione e traduzione: testi dell’Archeologia Classica in tedesco e in italiano. In: Cusato, D. A. / Iaria, D. / Palermo, M. R. (a cura di): Atti del V Convegno Internazionale Interdisciplinare su Testo, Metodo, Elaborazione elettronica, Messina-Catania-Brolo, 16-18 novembre 2006. Messina: Lippolis 2007. pp. 175-186.

(5) Beobachtungen zur Übersetzungsqualität bei Bedienungsanleitungen (Italienisch-Deutsch). In: Heller, D. / Taino, P. (Hgg.): Italienisch-deutsche Studien zur fachlichen Kommunikation (Deutsche Sprachwissenschaft international 2). Frankfurt a.M.-Berlin-Bern-Bruxelles-New York-Oxford-Wien: Peter Lang 2007. pp. 79-93.

(4) Nationalstile in archäologischen Fachtexten. Bemerkungen zu ‘Stilbeschreibungen’ im Deutschen und im Italienischen. In: Ehlich, Konrad & Heller, Dorothee (a cura di): Die Wissenschaft und ihre Sprachen. Bern – Berlin ecc.: Peter Lang 2006. (=Linguistic Insights. Studies in Language and Comunication 52). pp. 255-274.

(3) Adressatenbezug und Expliziertheit: zur Übersetzung italienischer Bedienungsanleitungen. In: Heine, Carmen & Schubert, Klaus & Gerzymisch-Arbogast, Heidrun (Hrsg.):Text and Translation. Tübingen: Narr 2006. (= Jahrbuch Übersetzen und Dolmetschen 6). pp. 235-252. 
il libro su googlebooks 
recensione da parte di D. Gile

(2) Strategie traduttive di un umanista: Adam Werner von Themar (1462-1537) e le prime versioni in tedesco da Senofonte, Orazio e Virgilio. In: Cusato, Domenico Antonio & Iaria, Domenica & Palermo, Maria Rosaria (a cura di): Atti del IV Convegno Internazionale Interdisciplinare su Testo, Metodo, Elaborazione elettronica. Messina – Catania, 14-16 aprile 2005. Napoli: Edizioni Scientifiche Italiane 2005. pp. 187-202.

(1) La traduzione tecnica italiano-tedesco: brevetti e manuali d’uso. In: Cusato, Domenico Antonio & Iaria, Domenica & Palermo, Maria Rosaria (a cura di): Atti del III Convegno Internazionale Interdisciplinare su Testo, Metodo, Elaborazione elettronica. Messina — Savoca, 12-14 novembre 2003. Messina: Andrea Lippolis 2004. pp. 269-304.
http://www.docstoc.com/docs/107890485/Amor-y-erotismo-en-la-novela-posmoderna-espa%EF%BF%BDola
 

recensioni:

(4) Kerstin Brix, Sueton in Straßburg. Die Übersetzung der Kaiserviten durch Jakob Vielfeld (1536). Spolia Berolinensia, 36. Hildesheim; Zürich; New York: Olms-Weidmann, 2017. Pp. 568. ISBN 9783615004274. €88,00. ISBN 9783615401066. ebook. BRYN MAWR CLASSICAL REVIEW, vol. 2018.02.43, ISSN: 1063-2948 download

(3) Balbuena Torezano, María del Carmen and Garzía Calderón, Ángeles (eds.) (2016). Aspects of Specialised Translation - Translation, Text and Interferences 3. Tübingen: Narr Franke Attempto, pp. 219, € 68.00, ISBN: 978-3-8233-6975-2. THE JOURNAL OF SPECIALISED TRANSLATION, vol. 28, p. 389-391, ISSN: 1740-357X download

(2) Josefine Kitzbichler, Katja Lubitz, Nina Mindt, Theorie der Übersetzung antiker Literatur in Deutschland seit 1800. Transformationen der Antike Bd. 9.  Berlin; New York: Walter de Gruyter, 2009.  Pp. ix, 435.  ISBN 9783110206234.  $112.00.
Josefine Kitzbichler, Katja Lubitz, Nina Mindt, Dokumente zur Theorie der Übersetzung antiker Literatur in Deutschland seit 1800. Transformationen der Antike Bd. 10. Berlin; New York: Walter de Gruyter, 2009. Pp. ix, 520.  ISBN 9783110214901. $112.00. In: Bryn Mawr Classical Review, BMCR 2012.11.27

(1) Valentyna Ostapenko, Vernetzung von Fachtextsorten. Textsorten der Normung in der
technischen Harmonisierung. In: trans-kom 2 [1] 2009. pp. 151-153.
 http://www.trans-kom.eu/bd02nr01/trans-kom_02_01_07_Hempel_Rezension_Ostapenko.20090721.pdf  

didattica:

(3) Gerundio. In: Roberto Bertozzi Hans-Georg Grüning Karl Gerhard Hempel Demeter Michael Ikonomu Caterina Polidoro Ottavio Ricci Maria Cristina Simone Jana Frauke Walther. Grammatica Tedesca. Forme e costrutti. (2015) p. 320-324, MILANO:LED - Edizioni Universitarie di Lettere Economia Diritto, ISBN: 978-88-7916-707-9

(2) Reggenza degli aggettivi. In: Roberto Bertozzi Hans-Georg Grüning Karl Gerhard Hempel Demeter Michael Ikonomu Caterina Polidoro Ottavio Ricci Maria Cristina Simone Jana Frauke Walther. Grammatica Tedesca. Forme e costrutti. (2015) p. 437-456, MILANO:LED - Edizioni Universitarie di Lettere Economia Diritto, ISBN: 978-88-7916-707-9

(3) Verbi che traducono "sapere, conoscere, fare". In: Roberto Bertozzi Hans-Georg Grüning Karl Gerhard Hempel Demeter Michael Ikonomu Caterina Polidoro Ottavio Ricci Maria Cristina Simone Jana Frauke Walther. Grammatica Tedesca. Forme e costrutti. (2015) p. 310-317, MILANO:LED - Edizioni Universitarie di Lettere Economia Diritto, ISBN: 978-88-7916-707-9

2. traduzioni pubblicate

Libri tradotti (italiano-tedesco): 

(13) Mastronuzzi Giovanni, Melissano Valeria, Caprino Patricia, Mannino Caterina, Semeraro Grazia, Travaglini Adriana (2015). Archäologisches Museum von Vaste. p. 1-52, Maglie:Giovanni Mastronuzzi - Autorpublishing, ISBN: 9791220004046

(12) De Giorgi Manuela, Falla Marina, Mannino Caterina, Mastronuzzi Giovanni, Melissano Valeria (2015). System der Museen von Vaste und Poggiardo. p. 1-66, Maglie:Giovanni Mastronuzzi - Autorpublishing, ISBN: 9791220004039

(11) Cornelia Isler-Kerényi, Rom. Antike Kunst und Architektur, Petersberg: Michael Imhof 2009

(10) Gilles Béguin, Tibet. Kunst und Architektur, Petersberg: Michael Imhof 2009.

(9) Cornelia Isler-Kerényi, Griechenland. Antike Kunst und Architektur, Petersberg: Michael Imhof 2008.

(8) Christine Kontler, China. Kunst und Architektur, Petersberg: Michael Imhof 2008.

(7) Liana Castelfranchi, Romanik. Kunst und Architektur, Petersberg: Michael Imhof 2008.

(6) Filippo Coarelli / Emidio de Albentiis / Simone Sisani, Römisches Süditalien und Sizilien. Kunst und Kultur von Pompeji bis Syrakus. Petersberg: Michael Imhof 2007.

(5) A. Cinquepalmi - A. Cocchiaro, Egnazia im Lauf der Zeit. Von der frühgeschichtlichen Ansiedlung zur mittelalterlichen Kleinstadt, Egnazia 2001.

(4) A. Cocchiaro, Die Kammergräber von Egnazia, Egnazia 2001.

(3) A. Cinquepalmi, Eine Reise durch die Bronzezeit, Egnazia 2001.

(2) R. Cannarile - L. Masiello, Teppiche aus Stein. Mosaiken aus Egnazia und Tarent, Egnazia 2001.

(1) G. Andreassi - A. Cocchiaro - A. Maruca, Überflutetes Egnazia. Vom Land zum Meer, Egnazia 2001.

 

Traduzioni di articoli/contributi (italiano-tedesco/tedesco-italiano/inglese-tedesco/inglese-italiano):

(9) Gregory Hahn, Karolina Hyz˙y. Jenseits des unwiederbringlichen Augenblicks: Bemerkungen zur Lebensgeschichte von Eric und Jula Isenburger. In: Eric und Jula Isenburger (2017). p. 19-126, Petersberg:Michael Imhof, ISBN: 978-3-7319-0626-1

(8) La bolla papale "In supremo militantis Ecclesiae" di Papa Benedetto XIV del 7 gennaio 1746 e l'Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme. SALLENTINA TELLUS, vol. 11 (2014), p. 75-78

(7) Incontri nella famiglia internazionale dell'Ordine. SALLENTINA TELLUS, vol. 11 (2014), p. 28-31

(6) Alcuni aggiornamenti alla cronologia dei didrammi di Taranto. In: Colucci G.. Atti del 4° Congresso Nazionale di Numismatica. vol. V (2013), p. 13-30, Bari:Libreria Classica Editrice Diana

(5) Tra società cortese e devotio moderna. L'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme in epoca moderna. SALLENTINA TELLUS, vol. 9 (2013), p. 75-83

(4) L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme a Berlino e nella Provinz della Germania Orientale. SALLENTINA TELLUS, vol. 8 (2012), p. 68-76

(3) Introduzione al Vesperbild del prelato dott. Wilhelm Imkamp, Direttore di Pellegrinaggio. SALLENTINA TELLUS, vol. 8 (2012), p. 34-39

(2) Devozione popolare e pellegrinaggio. SALLENTINA TELLUS, vol. 7 (2011), p. 60-65

(1) Helmuth Schulze-Fielitz, La protezione dell'ambiente nel diritto costituzionale tedesco. In: Diritto ambientale e Costituzione. Esperienze Europee. Milano: Franco Angeli 2000, pp. 69-85.
googlebooks  

3. archeologia (1994-2007)

(8) La ceramica greca. In: Cosimo D'Angela / Francesco Ricci (a cura di), Il Castello Aragonese di Taranto. Studi e ricerche 2004-2006. Atti del II Seminario (Taranto, Catello Aragonese, 6-7 giugno 2007). Taranto: Lo Scorpione 2009, pp.183-200.

(7) Die Grabungen im Bereich der spätklassischen und hellenistischen Mauern. In: Dieter Mertens u.a.: Selinus I. Die Stadt und ihre Mauern. Mainz: Philipp von Zabern 2003, pp. 435-467.

(6) Die Nekropole von Tarent im 2. und 1. Jh. v. Chr. - Studien zur materiellen Kultur / La necropoli di Taranto nel II e I sec. a.C. - Studi sulla cultura materiale, 314 pp. con 27 figg. e  72 tav.  Taranto: Lo Scorpione 2001 (anche phil. Dissertation München 1995). 
acquista su libroco 
acquista da scorpioneditrice
recensione sul Göttinger Forum für Altertumswissenschaften 
recensione sul Bryn Mawr Classical Review 
replica alla recensione sul Bryn Mawr Classcial Review

(5) Neue Forschungen zur tarentinischen Keramik des 2. und 1.Jhs. v.Chr. In: E' epistemoniké synàntese già tèn hellenisitiké keramiké. Atene 2000, pp. 427-443.

(4) Hellenistische Keramik aus der Nekropole von Tarent: Anhaltspunkte für die absolute Chronologie im 2. Jh. v. Chr. In: D’ epistemoniké synàntese già tèn hellenisitiké keramiké. Atene 1997, pp. 179-184.

(3) Taranto: La ceramica a vernice nera «HFR» e «a pasta grigia» e "Metaponto: ceramica a «pasta grigia». In: I Greci in Occidente: Arte e Artigianato della Magna Grecia.Napoli: Electa 1996, pp. 336-345;

(2) Taranto: aspetti di un fenomeno rituale. In: Caronte. Un obolo per l'aldilà. Napoli: Macchiaroli 1996, pp. 292-300;

(1) Contesti tombali di età ellenistica con monete: elementi per una cronologia assoluta. In: Catalogo del Museo Nazionale Archeologico di Taranto, III, 1, Taranto: La necropoli: Aspetti e problemi della documentazione archeologica tra VII e I sec. a. C. Taranto: La Colomba 1994, pp. 354-390 (insieme a B. Mattioli). 
  

 

 

 

 

 

 

 

 

Consulta le pubblicazioni su IRIS

Temi di ricerca

traduzione specializzata in campo tecnico

traduzione e comunicazione specializzata in campo umanistico

storia della traduzione verso il tedesco durante il primo umanesimo

Risorse correlate

Documenti

Collegamenti

piattaforma moodle (Apre una nuova finestra)