Gaetano ALTAVILLA

Gaetano ALTAVILLA

Ricercatore Universitario

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/02: METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE.

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali

Centro Ecotekne Pal. B - S.P. 6, Lecce - Monteroni - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 8886

Orario di ricevimento

Il ricevimento in presenza, prenotandosi via mail, si terrà presso la Palazzina A, al primo piano, il giovedì dalle ore 09:00 alle ore 11:00

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Ricercatore a tempo determinato, ai sensi dell’art. 24, c.3, lett. B), della Legge 30 dicembre 2010, n.240, dal 31/10/22, presso il corso di laurea in Scienze motorie e dello Sport - Settore Concorsuale 11D/2 – Didattica, Pedagogia speciale, Ricerca educativa - Settore Scientifico Disciplinare: Metodi e Didattiche delle attività motorie e sportive – M-EDF/02, afferente al DISTEBA - Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali - Università del Salento (dal 31-10-2022).  

- Diploma Superiore di Educazione Fisica, presso l'Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli

- Laurea in Scienze dell'educazione, presso l'Università di Cassino e del Lazio meridionale 

- Dottore di ricerca in scienze sociali, campo della Chinesiologia, presso University of Split - Croatia                                          

- Abilitazione Scientifica Nazionale in seconda fascia Settore Concorsuale 06/N2 - Scienze dell'esercizio fisico e dello sport

- Master II livello - Professione formatore per la didattica della comunicazione, presso l'Università di Salerno

- Diploma di Specializzazione Polivalente Biennale per il Sostegno, presso l'I.S.E.F. di Napoli

- Ha insegnato Scienze motorie e sportive, Psicologia e Sostegno didattico negli istituti d’istruzione secondaria di primo e secondo grado. Immesso in ruolo dal 01/09/1994 in seguito al concorso ordinario con DM 23/03/1990.

- È stato docente a contratto per i seguenti insegnamenti: Teoria e metodologia del movimento umano presso l’Università degli Studi di Salerno; Teoria, tecnica e didattica dello sport per disabili presso l’Università degli Studi di Salerno; Analisi cinematica del movimento adattato presso l’Università degli Studi di Foggia. In diverse Università ha svolto le seguenti attività laboratoriali: Metodi e Didattiche delle Attività Motorie e Sportive, Schemi Motori di Base, Pedagogia Speciale e Didattica dell'Inclusione.

- Assistant Guest Editor of Special Issue "Physical Education and Sport for Disabled People" dal 12/04/2021 - Open Access Publishing by MDPI.

- Componente del Comitato Editoriale delle seguenti Collane: D.E.M. Didattica, Educazione e Motricità. I.O.D. Edizioni Casalnuovo di Napoli, dal 04-12-2014. Clinamen. Corpi, Media, Diritti, Educazioni della casa editrice Samnicaudium Edizioni Montesarchio (Bn), dal 28-12-2015.

- Partecipazione e relatore su invito in diversi Congressi Nazionali ed Internazionali.

- Socio Ordinario delle seguenti Società Scientifiche: SISMES e SIEMeS.

- Dal 2018 ha partecipato alle attività del gruppo di ricerca FARB, per il Laboratorio di Metodi e didattiche delle attività sportive, le cui linee di ricerca hanno cercato di definire "Il modello di monitoraggio prestativo per l'allenamento e l'educazione fisica e sportiva" e "Il modello prestativo dello sport per i disabili in comparazione con quello dei non disabili", presso l'Università degli Studi di Salerno.

- Dal 2020 ha partecipato alle attività del gruppo di ricerca FARB, per il Laboratorio delle attività motorie, le cui linee di ricerca hanno cercato di sviluppare "La progettazione delle attività motorie speciali ai tempi del Covid" e "L'attività fisica adattata con applicazioni in contesti educativi", presso l’Università degli Studi di Salerno.

- Top-cited scientists 2021 della Stanford University (coordinati dal prof. John Ioannidis), su 22 settori scientifici e i relativi 176 sottosettori, e nello specifico nel dominio Health Sciences e del subfield Sport Sciences.  È stato inserito nella classifica dei Ricercatori più influenti al mondo relativamente alla produzione scientifica collocandosi al 22° posto dei primi 78 ricercatori dell’Università di Salerno (https://www.unisa.it/unisa-rescue-page/dettaglio/id/529/module/326/row/21725/pubblicata-la-classifica-top-cited-scientists-2021-presenti-anche-78-ricercatori-unisa).                                                                                                                           

Didattica

A.A. 2023/2024

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD I)

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2023/2024

Per immatricolati nel 2023/2024

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DI NUOTO, TUFFI E PALLANUOTO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2023/2024

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce

A.A. 2022/2023

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD I)

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD II)

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 60.0

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DI NUOTO, TUFFI E PALLANUOTO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce

Torna all'elenco
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD I)

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/02

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2023/2024

Anno accademico di erogazione 2023/2024

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 02/10/2023 al 19/01/2024)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

GLI ARGOMENTI TRATTATI NELL'INSEGNAMENTO NON RICHIEDONO CONOSCENZE SPECIFICHE SALVO PER QUELLE AFFINI INERENTI ALL’ANATOMIA, FISIOLOGIA, BIOCHIMICA. 

Il corso si articolerà in incontri frontali e tenderà a fornire una conoscenza di alcuni dei giochi sportivi maggiormente praticati in Italia (il calcio, la pallacanestro e la pallavolo), con particolare riferimento alle componenti strutturali fondamentali di tali sport (fisiche, tecniche, tattiche, strategiche). Sarà particolarmente curata la comprensione della peculiarità del gioco sportivo nel novero delle attività motorie e sportive generali, sottolineandone le valenze educative e psico-pedagogiche, ed il rapporto fra motricità, tecnica, tattica e strategia del gioco.  

Il corso è finalizzato all'acquisizione delle basi dei principi teorici, metodologici e didattici fondamentali dei maggiori sport di squadra (pallacanestro, pallavolo, calcio) da un punto di vista scientifico con ausilio anche delle tecnologie avanzate dedicate agli sport. Il corso mira, altresì, alla padronanza dei concetti e delle procedure che caratterizzano la struttura didattica di insegnamento professionale della disciplina verso le età giovanili.

Lezioni teoriche frontali con esempi di progettazione (utilizzo di filmati)

L'esame prevede una prova orale, in relazione ai testi di riferimento, alle dispense fornita dal docente e agli appunti delle lezioni.

1. Origine e sviluppo dello sport

2. Differenza tra gli sport individuali e di squadra.

3. Caratteristiche generali dei giochi sportivi. 

4. Classificazione degli sport: generale, situazionale, impegno muscolare.

5. Elementi caratteristici della prestazione nei  giochi sportivi.

6. Differenze fra discipline "open" e "closed".

7. Apprendimento motorio e prestazione.

8. Processo di insegnamento/apprendimento: approccio cognitivo ed ecologico-dinamico

9. Problemi legati alla formazione giovanile: specializzazione precoce e multilateralità.

10. Fasi della preparazione sportiva. Valutazione e monitoraggio: i test fisico-motori.

11. Aspetti teorici e pratici della tattica e della tecnica.

12. Didattica dell'insegnamento delle abilità tecnico-tattiche.

13. Fondamentali individuali e collettivi del Basket con relativi esercizi propedeutici e in situazione. 

14. Fondamentali individuali e collettivi della Pallavolo con relativi esercizi propedeutici e in situazione. 

15. Fondamentali individuali e collettivi del Calcio con relativi esercizi propedeutici e in situazione. 

16. Il modello prestativo nel basket. Classificazione e tipologia di sport di squadra.

17. Il modello prestativo nella pallavolo. Classificazione e tipologia di sport di squadra.

18. Il modello prestativo nel calcio. Classificazione e tipologia di sport di squadra.

19. Progettazione di una progressione didattica per un elemento tecnico degli sport di squadra

1) Salamone G. (2012). I giochi sportivi di squadra, Calzetti & Mariucci Editori – Torgiano (Pg)

2) Scotton C. (2003). Classificazione Tecnica delle specialità sportive. Calzetti e Mariucci Perugia 

3) Altavilla G. (2021). Significati e metodi del movimento umano per la formazione - Montesarchio (Bn), SamniCaudium Edizioni

4) Appunti forniti durante il corso dal docente

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD I) (M-EDF/02)
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DI NUOTO, TUFFI E PALLANUOTO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/02

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno accademico di erogazione 2023/2024

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2024 al 07/06/2024)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce

Non sono richieste conoscenze, abilità e capacità specifiche.

Il corso si propone di fornire agli studenti le conoscenze e le abilità necessarie per poter insegnare o assistere all’insegnamento del nuoto,  e comunque contribuire all’arricchimento delle competenze motorie relative all’ambiente acquatico. Lo studente dovrà essere in grado di trasformare quanto acquisito e sperimentato in didattica con particolare riferimento all’attività non agonistica.

L’obiettivo del corso è quello di consentire agli studenti di apprendere e consolidare gli elementi caratterizzanti l’attività in ambiente acquatico, prima attraverso l’approccio didattico teorico. Si richiede l'acquisizione da parte dello studente della tecnica delle quattro nuotate e della teoria inerente la scuola nuoto in base alle linee guida dei programmi della Federazione Italiana Nuoto. Lo studente dovrà raggiungere una buona conoscenza degli sport regolamentati dalla FIN e delle attività non agonistiche e differenti dal nuoto. Lo studente dovrà acquisire un metodo per l'insegnamento degli sport natatori che poi consoliderà nel tempo con le ore di pratica.

Il lavoro di apprendimento della materia verrà svolto attraverso delle lezioni teoriche in aula e tramite lavori di progettazione in piccolo gruppo. Qualora fosse possibile verranno proposte delle lezioni e laboratori formativi con la presenza di tecnici e atleti provenienti dalle varie discipline natatorie.

L'esame prevede una prova orale, in relazione al testo di riferimento, alla dispensa fornita dal docente e agli appunti delle lezioni.

• Storia del nuoto, le Federazioni e le Olimpiadi

• Differenze fra ambiente terrestre e acquatico
• La locomozione in acqua: le resistenze all’avanzamento, analisi della propulsione
• L’ambientamento acquatico, schemi motori acquatici e terrestri, costruzione delle abilità motorie negli sport acquatici, cenni di teoria del movimento
• Analisi e didattica delle quattro nuotate: delfino, dorso, rana e crawl 

• I tuffi di partenza e le virate nelle quattro nuotate.

• Metodi e approcci per l’apprendimento motorio

• Progettazione di esempi di lezioni sull’ambientamento, acquaticità e tecnica natatoria.
• Cenni di pallanuoto, tecnica, tattica e forme di organizzazione per la strutturazione di un allenamento
 

Mondo nuoto. Imparare a nuotare, migliorare la tecnica del nuoto. Bissig et al. - Ed. Calzetti Mariucci (PG), 2010

Dispensa - Manuale di nuoto

Appunti forniti dal docente

Sito web di riferimento: www.federnuoto.it

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DI NUOTO, TUFFI E PALLANUOTO (M-EDF/02)
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD I)

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/02

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 03/10/2022 al 20/01/2023)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

GLI ARGOMENTI TRATTATI NELL'INSEGNAMENTO NON RICHIEDONO CONOSCENZE SPECIFICHE SALVO PER QUELLE AFFINI INERENTI ALL’ANATOMIA, FISIOLOGIA, BIOCHIMICA. 

Il corso si articolerà in incontri frontali e tenderà a fornire una conoscenza di alcuni dei giochi sportivi maggiormente praticati in Italia (il calcio, la pallacanestro e la pallavolo), con particolare riferimento alle componenti strutturali fondamentali di tali sport (fisiche, tecniche, tattiche, strategiche). Sarà particolarmente curata la comprensione della peculiarità del gioco sportivo nel novero delle attività motorie e sportive generali, sottolineandone le valenze educative e psico-pedagogiche, ed il rapporto fra motricità, tecnica, tattica e strategia del gioco.  

Il corso è finalizzato all'acquisizione delle basi dei principi teorici, metodologici e didattici fondamentali dei maggiori sport di squadra (pallacanestro, pallavolo, calcio) da un punto di vista scientifico con ausilio anche delle tecnologie avanzate dedicate agli sport. Il corso mira, altresì, alla padronanza dei concetti e delle procedure che caratterizzano la struttura didattica di insegnamento professionale della disciplina verso le età giovanili.

Lezioni teoriche frontali con esempi di progettazione (utilizzo di filmati)

L’ESAME PREVEDE UNA PROVA SCRITTA CON QUESITI A RISPOSTA MULTIPLA E A RISPOSTA APERTA.

1. Differenza tra gli sport individuali e di squadra.

2. Caratteristiche generali dei giochi sportivi. 

3. Classificazione degli sport: generale, situazionale, impegno muscolare.

4. Elementi caratteristici della prestazione nei  giochi sportivi.

5. Differenze fra discipline "open" e "closed".

6. Apprendimento motorio e prestazione.

7. Processo di insegnamento/apprendimento: approccio cognitivo ed ecologico-dinamico

8. Problemi legati alla formazione giovanile: specializzazione precoce e multilateralità.

9. Fasi della preparazione sportiva. Valutazione e monitoraggio: i test fisico-motori.

10. Aspetti teorici e pratici della tattica e della tecnica.

11. Didattica dell'insegnamento delle abilità tecnico-tattiche.

12. Elementi generali introduttivi al gioco del Basket, Pallavolo, Calcio e relativi esercizi propedeutici e in situazione. 

13. Il modello prestativo nel basket. Classificazione e tipologia di sport di squadra.

14. Il modello prestativo nella pallavolo. Classificazione e tipologia di sport di squadra.

15. Il modello prestativo nel calcio. Classificazione e tipologia di sport di squadra.

1) Salamone G. (2012). I giochi sportivi di squadra, Calzetti & Mariucci Editori – Torgiano (Pg)

2) Scotton C. (2003). Classificazione Tecnica delle specialità sportive. Calzetti e Mariucci Perugia 

3) Altavilla G. (2021). Significati e metodi del movimento umano per la formazione - Montesarchio (Bn), SamniCaudium Edizioni

4) Appunti forniti durante il corso dal docente

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD I) (M-EDF/02)
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD II)

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/02

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 60.0

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 06/03/2023 al 09/06/2023)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Le attività pratiche da svolgere richiedono conoscenze specifiche erogate nelle lezioni teoriche dell’insegnamento di Teoria, Tecnica e Didattica degli Sport di Squadra (Mod. I).

Il corso si articolerà in incontri pratici e tenderà a fornire l’acquisizione di tecnica e tattica di alcuni dei giochi sportivi di squadra, nello specifico calcio, pallacanestro e pallavolo; con particolare riferimento alle componenti fondamentali di tali sport. Sarà particolarmente curata la didattica per l’apprendimento della tecnica e della tattica senza tralasciare l’applicazione delle regole e loro amministrazione (arbitraggio), sottolineandone la valenza educativa e psico-pedagogica. 

Il corso è finalizzato all'acquisizione dei principi metodologici e didattici fondamentali degli sport di squadra (pallacanestro, pallavolo, calcio), rispettando una certa progressione didattica attraverso l’applicazione di esercitazioni propedeutiche e in situazioni di gioco (individuali e di gruppo). Il corso mira, altresì, all’acquisizione della padronanza delle procedure che caratterizzano la struttura didattica di insegnamento di tali discipline verso le età giovanili e alla capacità di saper progettare e gestire una lezione didattica in riferimento agli obiettivi tecnici e tattici.

Le esercitazioni pratiche avranno come riferimento metodologico applicativo l’approccio cognitivo ed ecologico-dinamico.

L’esame prevede una prova scritta con quesiti a risposta multipla e a risposta aperta.

  • Didattica dell'insegnamento e progressione didattica per l’apprendimento delle abilità tecniche e tattiche.
  • Fondamentali individuali di attacco (Basket, Pallavolo, Calcio) e relativi esercizi propedeutici e in situazione.
  • Fondamentali individuali di difesa (Basket, Pallavolo, Calcio) e relativi esercizi propedeutici e in situazione.
  • Fondamentali collettivi di attacco (Basket, Pallavolo, Calcio) e relativi esercizi propedeutici e in situazione.
  • Fondamentali collettivi di difesa (Basket, Pallavolo, Calcio) e relativi esercizi propedeutici e in situazione.
  • Elementi tecnico-tattici per la costruzione di un attacco (Basket, Pallavolo, Calcio) e relativi esercizi propedeutici e in situazione.
  • Elementi tecnico-tattici per la costruzione di una difesa (Basket, Pallavolo, Calcio) e relativi esercizi propedeutici e in situazione.
  • Simulazione di partite con arbitraggio.
  • Scotton C. (2003). Classificazione tecnica delle specialità sportive, Calzetti e Mariucci – Perugia
  • Salamone G. (2012). I giochi sportivi di squadra, Calzetti e Mariucci – Perugia
  • Altavilla G. (2021). Significati e metodi del movimento umano per la formazione, SamniCaudium Edizioni - Montesarchio (Bn)
  • Appunti forniti dal docente
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT DI SQUADRA (MOD II) (M-EDF/02)
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DI NUOTO, TUFFI E PALLANUOTO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/02

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Anno di corso 3

Semestre Secondo Semestre (dal 06/03/2023 al 09/06/2023)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce

Non sono richieste conoscenze, abilità e capacità specifiche.

Il corso si propone di fornire agli studenti le conoscenze e le abilità necessarie per poter insegnare o assistere all’insegnamento del nuoto,  e comunque contribuire all’arricchimento delle competenze motorie relative all’ambiente acquatico. Lo studente dovrà essere in grado di trasformare quanto acquisito e sperimentato in didattica con particolare riferimento all’attività non agonistica.

L’obiettivo del corso è quello di consentire agli studenti di apprendere e consolidare gli elementi caratterizzanti l’attività in ambiente acquatico, prima attraverso l’approccio didattico teorico. Si richiede l'acquisizione da parte dello studente della tecnica delle quattro nuotate e della teoria inerente la scuola nuoto in base alle linee guida dei programmi della Federazione Italiana Nuoto. Lo studente dovrà raggiungere una buona conoscenza degli sport regolamentati dalla FIN e delle attività non agonistiche e differenti dal nuoto. Lo studente dovrà acquisire un metodo per l'insegnamento degli sport natatori che poi consoliderà nel tempo con le ore di pratica.

Il lavoro di apprendimento della materia verrà svolto attraverso delle lezioni teoriche in aula e tramite lavori di progettazione in piccolo gruppo. Qualora fosse possibile verranno proposte delle lezioni e laboratori formativi con la presenza di tecnici e atleti provenienti dalle varie discipline natatorie.

Il raggiungimento degli obiettivi sarà verificato attraverso una prova scritta che sarà composta da domande a risposta multipla e a risposte aperte, tratte dal testo di riferimento, dalla dispensa fornita dal docente e dagli appunti delle lezioni.

• Storia del nuoto, le Federazioni e le Olimpiadi

• Differenze fra ambiente terrestre e acquatico
• La locomozione in acqua: le resistenze all’avanzamento, analisi della propulsione
• L’ambientamento acquatico, schemi motori acquatici e terrestri, costruzione delle abilità motorie negli sport acquatici, cenni di teoria del movimento
• Analisi e didattica delle quattro nuotate: delfino, dorso, rana e crawl 

• I tuffi di partenza e le virate nelle quattro nuotate.

• Metodi e approcci per l’apprendimento motorio

• Progettazione di esempi di lezioni sull’ambientamento, acquaticità e tecnica natatoria.
• Cenni di pallanuoto, tecnica, tattica e forme di organizzazione per la strutturazione di un allenamento
 

Mondo nuoto. Imparare a nuotare, migliorare la tecnica del nuoto. Bissig et al. - Ed. Calzetti Mariucci (PG), 2010

Dispensa - Manuale di nuoto

Appunti forniti dal docente

Sito web di riferimento: www.federnuoto.it

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DI NUOTO, TUFFI E PALLANUOTO (M-EDF/02)

Pubblicazioni

Pubblicazioni

Scopus

WoS