Francesco NUCCI

Francesco NUCCI

Ricercatore Universitario

Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione

Centro Ecotekne Pal. O - S.P. 6, Lecce - Monteroni - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 7805

Area di competenza:
  • Gestione dei sistemi produttivi nel settore manifatturiero
  • Pianificazione della produzione
  • Analisi e valutazione dell'incertezza nei sistemi produttivi

Curriculum Vitae

  • 2003: Consegue il Titolo di Dottore di Ricerca in “Tecnologie e Sistemi di Lavorazione”,  presso il Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano
  • 2001: Prende servizio come Ricercatore di Tecnologie e sistemi di lavorazione (ING- IND/16) presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, Università di Lecce.
  • 2000: Vince il concorso da ricercatore per il SSD ING-IND/16 (Tecnologie e si- stemi di lavorazione) presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, Università di Lecce.
  • 2000: Sostiene e supera l’esame di abilitazione all’esercizio della professione d’ingegnere.
  • 1999: Vince il concorso di dottorato in “Tecnologie e Sistemi di Lavorazione”, classificandosi primo in graduatoria.
  • 1998: Laurea in Ingegneria Informatica conseguita presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Lecce nell’anno accademico 1996-1997 discutendo la tesi dal titolo “Gestione dell’incertezza nella modellistica dei sistemi produttivi utilizzando la teoria dei fuzzy set”, riportando la votazione di 110/110 e lode.

 

Didattica

A.A. 2019/2020

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE

Sede Lecce

ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS

Degree course MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Course type Laurea Magistrale

Language INGLESE

Credits 9.0

Teaching hours Ore Attività frontale: 81.0

Year taught 2019/2020

For matriculated on 2018/2019

Course year 2

Structure DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Subject matter Advanced Manufacturing and Operations Management

Location Lecce

A.A. 2018/2019

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE

Sede Lecce

ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS

Degree course MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Course type Laurea Magistrale

Language INGLESE

Credits 9.0

Teaching hours Ore Attività frontale: 81.0

Year taught 2018/2019

For matriculated on 2017/2018

Course year 2

Structure DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Subject matter Advanced Manufacturing and Operations Management

Location Lecce

A.A. 2017/2018

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE

Sede Lecce

ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS

Degree course MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Course type Laurea Magistrale

Language INGLESE

Credits 9.0

Teaching hours Ore Attività frontale: 81.0

Year taught 2017/2018

For matriculated on 2016/2017

Course year 2

Structure DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Subject matter Advanced Manufacturing and Operations Management

Location Lecce

A.A. 2016/2017

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0 Ore Studio individuale: 144.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE

Sede Lecce - Università degli Studi

A.A. 2015/2016

COMPUTER AIDED PRODUCTION

Corso di laurea MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 96.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0 Ore Studio individuale: 144.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE

A.A. 2014/2015

COMPUTER AIDED PRODUCTION

Corso di laurea MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 96.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 96.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/16

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 02/03/2020 al 05/06/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE (A43)

Sede Lecce

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM (ING-IND/16)
ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS

Degree course MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Subject area ING-IND/16

Course type Laurea Magistrale

Credits 9.0

Teaching hours Ore Attività frontale: 81.0

For matriculated on 2018/2019

Year taught 2019/2020

Course year 2

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 20/12/2019)

Language INGLESE

Subject matter Advanced Manufacturing and Operations Management (A76)

Location Lecce

ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS (ING-IND/16)
PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/16

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 04/03/2019 al 04/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE (A43)

Sede Lecce

Strumenti di Office-Automation. Fondamenti di Meccanica

Il corso mira a fornire agli studenti le competenze per l'utilizzo di robot e manipolatori industriali all'interno dei sistemi di produzione manifatturieri. In particolare il corso si focalizza sugli aspetti di integrazione robot-impianto produttivo, valutando i vantaggi e i campi di applicazione degli stessi. Le tematiche del corso sono affrontate sia tramite lo strumento della simulazione che con la sperimentazione in laboratorio di casi di studio reali. Particolare importanza è data al concetto di part-program e alla flessibilità relativa all'esecuzione delle operazioni di processing delle parti. La progettazione del part-program è basata su strumenti CAM.

Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso ha l’obiettivo di fornire le conoscenze utili sulle metodologie di progettazione e gestione degli impianti di produzione. Una particolare attenzione sarà fornita alle tecniche CAM per la progettazione del part program di macchine CNC e robot industriali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Attraverso l’analisi dei recenti casi di studio dell’ingegneria meccanica, si forniranno tecniche di analisi e strumenti applicabili in diversi ambiti ingegneristici, in particolare in quelli produttivi e manifatturieri. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: a) conoscere le tipologie di manipolatori industriali con i relativi ambiti di applicazione; b) conoscere i metodi e le tecniche di progettazione degli impianti industriali in cui macchine CNC e manipolatori industriali coesistono; c) conoscere le tecniche avanzate di modellazione del part program di macchine CNC e robot industriali.

Autonomia di giudizio. Attraverso lo studio dei modelli teorici e la valutazione dei differenti approcci, lo studente potrà migliorare la propria capacità di giudizio e di proposta in relazione al problema della configurazione e gestione dei processi di produzione robotizzati.

Abilità comunicative. L’esposizione degli argomenti del corso sarà effettuata in modo da permettere l’acquisizione della padronanza di un linguaggio specialistico e di un lessico adatto. Lo sviluppo di abilità comunicative, sia orali che scritte sarà anche stimolata attraverso la redazione di un progetto di gruppo che sarà presentato e discusso durante la prova finale.

Capacità di apprendimento. La capacità di apprendimento sarà incoraggiata attraverso presentazioni e confronti in classe, per appurare la reale padronanza degli argomenti illustrati. La capacità di apprendimento sarà stimolata da casi di studio caratteristici dell’industria meccanica.

Il corso si basa su: a) lezioni frontali, basate su slides; b) esercitazioni pratiche svolte in gruppo, basate su fogli di lavoro; c) esperienze di laboratorio individuali supportate dal docente. Il materiale didattico è disponibile agli studenti attraverso il sito web dedicato http://nucci.unisalento.it/ppr. Le lezioni hanno il fine di conseguire gli obiettivi formativi attraverso la presentazione parallela di teoria e pratica del settore di riferimento manifatturiero.

L’esame del corso si divide in due parti.

Nella prima parte vi è la redazione di un report progettuale relativo ad un lavoro di gruppo. Questo è riferito ad un caso di studio industriale generico che viene personalizzato per ogni gruppo di studenti. Nel caso degli studenti frequentanti, il progetto viene assegnato nella parte finale del corso per permettere di svolgere le prime fasi durante le ore di laboratorio con il supporto del docente.

Nella seconda parte è previsto il colloquio orale che consiste nella discussione del progetto sviluppato e degli argomenti dell’intero corso.

LEZIONI
La Programmazione Dei Manipolatori Industriali. Classificazione dei manipolatori industriali. I linguaggi di programmazione.
Esempi di sistemi automatizzati. Il caso delle linee di produzione e dei sistemi FMS
La simulazione dei processi di produzione. La teoria della simulazione ad eventi discreti applicata al campo dei sistemi di produzione.
Il concetto di Part Program. Studio dello stato dell'arte delle tecniche di rappresentazione del part program. Analisi delle possibili estensioni del concetto di part program utilizzando la metodologia STEP: il network part program. Vantaggi e svantaggi.
Elementi di CAM. Descrizione e approcci

ESERCITAZIONI
Programmazione robo
t. Esempi di programmazione dei robot nel linguaggio VAL

Simulazione ad eventi discreti. Modellazione con software specifici.
Determinazione del ciclo di lavorazione. Analisi delle metodologie per la determinazione del ciclo di lavorazione di un pezzo meccanico e del pallet ad esso collegato. Applicazione della metodologia del Network part program
Pacchetti software CAM. Casi di studio

LABORATORIO
Utilizzo di pacchetti per la modellazione del part program
. Utilizzo di software CAM per la modellazione del ciclo di lavorazione

Utilizzo di pacchetti per la analisi dei sistemi. Utilizzo di software di simulazione ad eventi discreti per l'analisi dei sistemi di produzione

PROGETTO
Configurazione di sistemi produttivi
. Valutazione delle performance di un sistema produttivo

- Dispense del docente
- Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, 1991, ISBN: 0-13-321977-1.
- Braumgartner, Kuishewski, Wieding, "CIM: considerazioni di base", TECNICHE NUOVE, 1989 
- Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. * 
- Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley 1993, ISBN 0-201-56541-2. *

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM (ING-IND/16)
ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS

Degree course MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Subject area ING-IND/16

Course type Laurea Magistrale

Credits 9.0

Teaching hours Ore Attività frontale: 81.0

For matriculated on 2017/2018

Year taught 2018/2019

Course year 2

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 21/12/2018)

Language INGLESE

Subject matter Advanced Manufacturing and Operations Management (A76)

Location Lecce

Office automation, Elements of Mechanics

The aim of the course is the study of Robotized and Flexible Manufacturing systems. The first part addresses the production systems and their configuration. The second part of the course is oriented to Computer Aided Production

Knowledge and understanding

After the course the student should understand the following aspects

  • Flexible manufacturing system: configuration and management
  • Robots in manufacturing environment: selection, configuration and management.
  • Computer Aided Production: use of computer aided techniques to manage production

Applying knowledge and understanding

After the course the student should be able to

  • formulate and solve problems concerning configuration and management of flexible production systems.
  • select and program robotics in order to support CNC machines in production environment.
  • assess the performance parameters and discuss issues related with different solutions.
  • describe different approaches of production layout.
  • formulate and solve production system configuration problems
  • manage state-of-the-art techniques to represent part program

Making judgments

Students should obtain the skill to compare pros and cons of different methods to the solution of a specific problem through examples and problems.

Communication

The aptitude to communicate on technical issues should be obtained by discussing in a rigorous method both concepts and the accepted solution to a specific problem.

Learning skills

Selected problems will be recommended that involve developing on presented theories and techniques. Identifying solutions to case study problems will be acquired for professional career.

The course is based on: a) frontal lessons, based on slides; b) practical group exercises, based on worksheets; c) individual laboratory experiences supported by the teacher. The teaching material is available to the students through the dedicated website http://nucci.dii.unisalento.it/rmfms. Lessons aim at achieving the educational objectives through the parallel presentation of theory and practice of the manufacturing field.

The exam is divided into two parts.

In the first part a project report related to a workgroup is developed. This refers to a generic industrial case study that is customized for each group of students. For attending students, the project is assigned in the final part of the course to allow the first phase to be carried out during laboratory hours with the support of the teacher.

In the second part there is an oral interview consisting in the discussion of the developed project and the topics of the entire course.

Manufacturing robots: classification and programming.
Production system configuration: analysis of production paradigms, production lines, flexible systems, and performance analysis of production systems.
Part Program concept: state-of-the-art techniques to represent part program, analysis of possible extensions of the part program concept using the STEP methodology (network part program).
Project work on a real case study of Robotized Manufacturing and FMS.
Use and application of packages for part program modeling and production system analysis.

[1] Handouts
[2] Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, ISBN: 0-13-321977-1.
[3] Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. *
[4] Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley, ISBN 0-201-56541-2. *

ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS (ING-IND/16)
PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/16

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 01/03/2018 al 01/06/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE (A43)

Sede Lecce

Strumenti di Office-Automation. Fondamenti di Meccanica

Il corso mira a fornire agli studenti le competenze per l'utilizzo di robot e manipolatori industriali all'interno dei sistemi di produzione manifatturieri. In particolare il corso si focalizza sugli aspetti di integrazione robot-impianto produttivo, valutando i vantaggi e i campi di applicazione degli stessi. Le tematiche del corso sono affrontate sia tramite lo strumento della simulazione che con la sperimentazione in laboratorio di casi di studio reali. Particolare importanza è data al concetto di part-program e alla flessibilità relativa all'esecuzione delle operazioni di processing delle parti. La progettazione del part-program è basata su strumenti CAM.

Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso ha l’obiettivo di fornire le conoscenze utili sulle metodologie di progettazione e gestione degli impianti di produzione. Una particolare attenzione sarà fornita alle tecniche CAM per la progettazione del part program di macchine CNC e robot industriali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Attraverso l’analisi dei recenti casi di studio dell’ingegneria meccanica, si forniranno tecniche di analisi e strumenti applicabili in diversi ambiti ingegneristici, in particolare in quelli produttivi e manifatturieri. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: a) conoscere le tipologie di manipolatori industriali con i relativi ambiti di applicazione; b) conoscere i metodi e le tecniche di progettazione degli impianti industriali in cui macchine CNC e manipolatori industriali coesistono; c) conoscere le tecniche avanzate di modellazione del part program di macchine CNC e robot industriali.

Autonomia di giudizio. Attraverso lo studio dei modelli teorici e la valutazione dei differenti approcci, lo studente potrà migliorare la propria capacità di giudizio e di proposta in relazione al problema della configurazione e gestione dei processi di produzione robotizzati.

Abilità comunicative. L’esposizione degli argomenti del corso sarà effettuata in modo da permettere l’acquisizione della padronanza di un linguaggio specialistico e di un lessico adatto. Lo sviluppo di abilità comunicative, sia orali che scritte sarà anche stimolata attraverso la redazione di un progetto di gruppo che sarà presentato e discusso durante la prova finale.

Capacità di apprendimento. La capacità di apprendimento sarà incoraggiata attraverso presentazioni e confronti in classe, per appurare la reale padronanza degli argomenti illustrati. La capacità di apprendimento sarà stimolata da casi di studio caratteristici dell’industria meccanica.

Il corso si basa su: a) lezioni frontali, basate su slides; b) esercitazioni pratiche svolte in gruppo, basate su fogli di lavoro; c) esperienze di laboratorio individuali supportate dal docente. Il materiale didattico è disponibile agli studenti attraverso il sito web dedicato http://nucci.unisalento.it/ppr. Le lezioni hanno il fine di conseguire gli obiettivi formativi attraverso la presentazione parallela di teoria e pratica del settore di riferimento manifatturiero.

L’esame del corso si divide in due parti.

Nella prima parte vi è la redazione di un report progettuale relativo ad un lavoro di gruppo. Questo è riferito ad un caso di studio industriale generico che viene personalizzato per ogni gruppo di studenti. Nel caso degli studenti frequentanti, il progetto viene assegnato nella parte finale del corso per permettere di svolgere le prime fasi durante le ore di laboratorio con il supporto del docente.

Nella seconda parte è previsto il colloquio orale che consiste nella discussione del progetto sviluppato e degli argomenti dell’intero corso.

LEZIONI
La Programmazione Dei Manipolatori Industriali. Classificazione dei manipolatori industriali. I linguaggi di programmazione.
Esempi di sistemi automatizzati. Il caso delle linee di produzione e dei sistemi FMS
La simulazione dei processi di produzione. La teoria della simulazione ad eventi discreti applicata al campo dei sistemi di produzione.
Il concetto di Part Program. Studio dello stato dell'arte delle tecniche di rappresentazione del part program. Analisi delle possibili estensioni del concetto di part program utilizzando la metodologia STEP: il network part program. Vantaggi e svantaggi.
Elementi di CAM. Descrizione e approcci

ESERCITAZIONI
Programmazione robo
t. Esempi di programmazione dei robot nel linguaggio VAL

Simulazione ad eventi discreti. Modellazione con software specifici.
Determinazione del ciclo di lavorazione. Analisi delle metodologie per la determinazione del ciclo di lavorazione di un pezzo meccanico e del pallet ad esso collegato. Applicazione della metodologia del Network part program
Pacchetti software CAM. Casi di studio

LABORATORIO
Utilizzo di pacchetti per la modellazione del part program
. Utilizzo di software CAM per la modellazione del ciclo di lavorazione

Utilizzo di pacchetti per la analisi dei sistemi. Utilizzo di software di simulazione ad eventi discreti per l'analisi dei sistemi di produzione

PROGETTO
Configurazione di sistemi produttivi
. Valutazione delle performance di un sistema produttivo

- Dispense del docente
- Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, 1991, ISBN: 0-13-321977-1.
- Braumgartner, Kuishewski, Wieding, "CIM: considerazioni di base", TECNICHE NUOVE, 1989 
- Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. * 
- Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley 1993, ISBN 0-201-56541-2. *

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM (ING-IND/16)
ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS

Degree course MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Subject area ING-IND/16

Course type Laurea Magistrale

Credits 9.0

Teaching hours Ore Attività frontale: 81.0

For matriculated on 2016/2017

Year taught 2017/2018

Course year 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 22/12/2017)

Language INGLESE

Subject matter Advanced Manufacturing and Operations Management (A76)

Location Lecce

Office automation, Elements of Mechanics

The aim of the course is the study of Robotized and Flexible Manufacturing systems. The first part addresses the production systems and their configuration. The second part of the course is oriented to Computer Aided Production

Knowledge and understanding

After the course the student should understand the following aspects

  • Flexible manufacturing system: configuration and management
  • Robots in manufacturing environment: selection, configuration and management.
  • Computer Aided Production: use of computer aided techniques to manage production

Applying knowledge and understanding

After the course the student should be able to

  • formulate and solve problems concerning configuration and management of flexible production systems.
  • select and program robotics in order to support CNC machines in production environment.
  • assess the performance parameters and discuss issues related with different solutions.
  • describe different approaches of production layout.
  • formulate and solve production system configuration problems
  • manage state-of-the-art techniques to represent part program

Making judgments

Students should obtain the skill to compare pros and cons of different methods to the solution of a specific problem through examples and problems.

Communication

The aptitude to communicate on technical issues should be obtained by discussing in a rigorous method both concepts and the accepted solution to a specific problem.

Learning skills

Selected problems will be recommended that involve developing on presented theories and techniques. Identifying solutions to case study problems will be acquired for professional career.

The course is based on: a) frontal lessons, based on slides; b) practical group exercises, based on worksheets; c) individual laboratory experiences supported by the teacher. The teaching material is available to the students through the dedicated website http://nucci.dii.unisalento.it/rmfms. Lessons aim at achieving the educational objectives through the parallel presentation of theory and practice of the manufacturing field.

The exam is divided into two parts.

In the first part a project report related to a workgroup is developed. This refers to a generic industrial case study that is customized for each group of students. For attending students, the project is assigned in the final part of the course to allow the first phase to be carried out during laboratory hours with the support of the teacher.

In the second part there is an oral interview consisting in the discussion of the developed project and the topics of the entire course.

Manufacturing robots: classification and programming.
Production system configuration: analysis of production paradigms, production lines, flexible systems, and performance analysis of production systems.
Part Program concept: state-of-the-art techniques to represent part program, analysis of possible extensions of the part program concept using the STEP methodology (network part program).
Project work on a real case study of Robotized Manufacturing and FMS.
Use and application of packages for part program modeling and production system analysis.

[1] Handouts
[2] Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, ISBN: 0-13-321977-1.
[3] Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. *
[4] Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley, ISBN 0-201-56541-2. *

ROBOTIZED MANUFACTURING AND FMS (ING-IND/16)
PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/16

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0 Ore Studio individuale: 144.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 01/03/2017 al 02/06/2017)

Lingua

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE (A43)

Sede Lecce - Università degli Studi

Strumenti di Office-Automation. Fondamenti di Meccanica

Il corso mira a fornire agli studenti le competenze per l'utilizzo di robot e manipolatori industriali all'interno dei sistemi di produzione manifatturieri. In particolare il corso si focalizza sugli aspetti di integrazione robot-impianto produttivo, valutando i vantaggi e i campi di applicazione degli stessi. Le tematiche del corso sono affrontate sia tramite lo strumento della simulazione che con la sperimentazione in laboratorio di casi di studio reali. Particolare importanza è data al concetto di part-program e alla flessibilità relativa all'esecuzione delle operazioni di processing delle parti. La progettazione del part-program è basata su strumenti CAM.

Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso ha l’obiettivo di fornire le conoscenze utili sulle metodologie di progettazione e gestione degli impianti di produzione. Una particolare attenzione sarà fornita alle tecniche CAM per la progettazione del part program di macchine CNC e robot industriali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Attraverso l’analisi dei recenti casi di studio dell’ingegneria meccanica, si forniranno tecniche di analisi e strumenti applicabili in diversi ambiti ingegneristici, in particolare in quelli produttivi e manifatturieri. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: a) conoscere le tipologie di manipolatori industriali con i relativi ambiti di applicazione; b) conoscere i metodi e le tecniche di progettazione degli impianti industriali in cui macchine CNC e manipolatori industriali coesistono; c) conoscere le tecniche avanzate di modellazione del part program di macchine CNC e robot industriali.

Autonomia di giudizio. Attraverso lo studio dei modelli teorici e la valutazione dei differenti approcci, lo studente potrà migliorare la propria capacità di giudizio e di proposta in relazione al problema della configurazione e gestione dei processi di produzione robotizzati.

Abilità comunicative. L’esposizione degli argomenti del corso sarà effettuata in modo da permettere l’acquisizione della padronanza di un linguaggio specialistico e di un lessico adatto. Lo sviluppo di abilità comunicative, sia orali che scritte sarà anche stimolata attraverso la redazione di un progetto di gruppo che sarà presentato e discusso durante la prova finale.

Capacità di apprendimento. La capacità di apprendimento sarà incoraggiata attraverso presentazioni e confronti in classe, per appurare la reale padronanza degli argomenti illustrati. La capacità di apprendimento sarà stimolata da casi di studio caratteristici dell’industria meccanica.

Il corso si basa su: a) lezioni frontali, basate su slides; b) esercitazioni pratiche svolte in gruppo, basate su fogli di lavoro; c) esperienze di laboratorio individuali supportate dal docente. Il materiale didattico è disponibile agli studenti attraverso il sito web dedicato http://nucci.unisalento.it/ppr. Le lezioni hanno il fine di conseguire gli obiettivi formativi attraverso la presentazione parallela di teoria e pratica del settore di riferimento manifatturiero.

L’esame del corso si divide in due parti.

Nella prima parte vi è la redazione di un report progettuale relativo ad un lavoro di gruppo. Questo è riferito ad un caso di studio industriale generico che viene personalizzato per ogni gruppo di studenti. Nel caso degli studenti frequentanti, il progetto viene assegnato nella parte finale del corso per permettere di svolgere le prime fasi durante le ore di laboratorio con il supporto del docente.

Nella seconda parte è previsto il colloquio orale che consiste nella discussione del progetto sviluppato e degli argomenti dell’intero corso.

LEZIONI
La Programmazione Dei Manipolatori Industriali. Classificazione dei manipolatori industriali. I linguaggi di programmazione.
Esempi di sistemi automatizzati. Il caso delle linee di produzione e dei sistemi FMS
La simulazione dei processi di produzione. La teoria della simulazione ad eventi discreti applicata al campo dei sistemi di produzione.
Il concetto di Part Program. Studio dello stato dell'arte delle tecniche di rappresentazione del part program. Analisi delle possibili estensioni del concetto di part program utilizzando la metodologia STEP: il network part program. Vantaggi e svantaggi.
Elementi di CAM. Descrizione e approcci

ESERCITAZIONI
Programmazione robo
t. Esempi di programmazione dei robot nel linguaggio VAL

Simulazione ad eventi discreti. Modellazione con software specifici.
Determinazione del ciclo di lavorazione. Analisi delle metodologie per la determinazione del ciclo di lavorazione di un pezzo meccanico e del pallet ad esso collegato. Applicazione della metodologia del Network part program
Pacchetti software CAM. Casi di studio

LABORATORIO
Utilizzo di pacchetti per la modellazione del part program
. Utilizzo di software CAM per la modellazione del ciclo di lavorazione

Utilizzo di pacchetti per la analisi dei sistemi. Utilizzo di software di simulazione ad eventi discreti per l'analisi dei sistemi di produzione

PROGETTO
Configurazione di sistemi produttivi
. Valutazione delle performance di un sistema produttivo

- Dispense del docente
- Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, 1991, ISBN: 0-13-321977-1.
- Braumgartner, Kuishewski, Wieding, "CIM: considerazioni di base", TECNICHE NUOVE, 1989 
- Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. * 
- Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley 1993, ISBN 0-201-56541-2. *

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM (ING-IND/16)
COMPUTER AIDED PRODUCTION

Corso di laurea MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/16

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 96.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 21/09/2015 al 18/12/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

Office Automation tools, Manufacturing elements, CAD system basic skills

The aim of the course is the study of Computer Aided Production systems applied to manufacturing.

  • The first part of the course is oriented to the problem of Pallet configuration.
  • The second part addresses the configuration of the production system.

Knowledge and understanding

After the course the student should understand the following aspects

  • Production system configuration
  • Pallet configuration
  • Use of computer aided techniques to manage production

Applying knowledge and understanding

After the course the student should be able to

  • Describe different approaches of production layout.
  • Formulate and solve production system configuration problems
  • Manage state-of-the-art techniques to represent part program

Making judgments

Students should obtain the skill to compare pros and cons of different methods to the solution of a specific problem through examples and problems.

Communication

The aptitude to communicate on technical issues should be obtained by discussing in a rigorous method both concepts and the accepted solution to a specific problem.

Learning skills

Selected problems will be recommended that involve developing on presented theories and techniques. Identifying solutions to case study problems will be acquired for professional career.

The course is based on: a) frontal lessons, based on slides; b) practical group exercises, based on worksheets; c) individual laboratory experiences supported by the teacher. The teaching material is available to the students through the dedicated website http://nucci.unisalento.it/cap. Lessons aim at achieving the educational objectives through the parallel presentation of theory and practice of the manufacturing field.

The exam is divided into two parts.

In the first part a project report related to a workgroup is developed. This refers to a generic industrial case study that is customized for each group of students. For attending students, the project is assigned in the final part of the course to allow the first phase to be carried out during laboratory hours with the support of the teacher.

In the second part there is an oral interview consisting in the discussion of the developed project and the topics of the entire course.

Lectures

  • Product-process-system modeling
  • Part Program concept
  • Pallet configuration Production system configuration

Tutorial

  • Systems modelling of machining
  • Determination of the part program
  • Configuration methods for a production system.

Project work

  • A real case study of Computer Aided Production

Lab

  • Use and application of packages for part program modeling
  • Use and application of packages for the system analysis
  • Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, 1991, ISBN: 0-13-321977-1.
  • Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. *
  • Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley 1993, ISBN 0-201-56541-2. *
  • R.B. Chase, R.F. Jacobs, N.J. Aquilano, A.Sianesi, "Operations Management", 2nd edition McGraw Hill, ISBN: 9788838664502
  • Douglas C. Montgomery, “Design and Analysis of Experiments", Wiley, ISBN: 978-1118146927.
COMPUTER AIDED PRODUCTION (ING-IND/16)
PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/16

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 81.0 Ore Studio individuale: 144.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 29/02/2016 al 03/06/2016)

Lingua

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE (A43)

Strumenti di Office-Automation. Fondamenti di Meccanica

Il corso mira a fornire agli studenti le competenze per l'utilizzo di robot e manipolatori industriali all'interno dei sistemi di produzione manifatturieri. In particolare il corso si focalizza sugli aspetti di integrazione robot-impianto produttivo, valutando i vantaggi e i campi di applicazione degli stessi. Le tematiche del corso sono affrontate sia tramite lo strumento della simulazione che con la sperimentazione in laboratorio di casi di studio reali. Particolare importanza è data al concetto di part-program e alla flessibilità relativa all'esecuzione delle operazioni di processing delle parti. La progettazione del part-program è basata su strumenti CAM.

Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso ha l’obiettivo di fornire le conoscenze utili sulle metodologie di progettazione e gestione degli impianti di produzione. Una particolare attenzione sarà fornita alle tecniche CAM per la progettazione del part program di macchine CNC e robot industriali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Attraverso l’analisi dei recenti casi di studio dell’ingegneria meccanica, si forniranno tecniche di analisi e strumenti applicabili in diversi ambiti ingegneristici, in particolare in quelli produttivi e manifatturieri. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: a) conoscere le tipologie di manipolatori industriali con i relativi ambiti di applicazione; b) conoscere i metodi e le tecniche di progettazione degli impianti industriali in cui macchine CNC e manipolatori industriali coesistono; c) conoscere le tecniche avanzate di modellazione del part program di macchine CNC e robot industriali.

Autonomia di giudizio. Attraverso lo studio dei modelli teorici e la valutazione dei differenti approcci, lo studente potrà migliorare la propria capacità di giudizio e di proposta in relazione al problema della configurazione e gestione dei processi di produzione robotizzati.

Abilità comunicative. L’esposizione degli argomenti del corso sarà effettuata in modo da permettere l’acquisizione della padronanza di un linguaggio specialistico e di un lessico adatto. Lo sviluppo di abilità comunicative, sia orali che scritte sarà anche stimolata attraverso la redazione di un progetto di gruppo che sarà presentato e discusso durante la prova finale.

Capacità di apprendimento. La capacità di apprendimento sarà incoraggiata attraverso presentazioni e confronti in classe, per appurare la reale padronanza degli argomenti illustrati. La capacità di apprendimento sarà stimolata da casi di studio caratteristici dell’industria meccanica.

Il corso si basa su: a) lezioni frontali, basate su slides; b) esercitazioni pratiche svolte in gruppo, basate su fogli di lavoro; c) esperienze di laboratorio individuali supportate dal docente. Il materiale didattico è disponibile agli studenti attraverso il sito web dedicato http://nucci.unisalento.it/ppr. Le lezioni hanno il fine di conseguire gli obiettivi formativi attraverso la presentazione parallela di teoria e pratica del settore di riferimento manifatturiero.

L’esame del corso si divide in due parti.

Nella prima parte vi è la redazione di un report progettuale relativo ad un lavoro di gruppo. Questo è riferito ad un caso di studio industriale generico che viene personalizzato per ogni gruppo di studenti. Nel caso degli studenti frequentanti, il progetto viene assegnato nella parte finale del corso per permettere di svolgere le prime fasi durante le ore di laboratorio con il supporto del docente.

Nella seconda parte è previsto il colloquio orale che consiste nella discussione del progetto sviluppato e degli argomenti dell’intero corso.

LEZIONI
La Programmazione Dei Manipolatori Industriali. Classificazione dei manipolatori industriali. I linguaggi di programmazione.
Esempi di sistemi automatizzati. Il caso delle linee di produzione e dei sistemi FMS
La simulazione dei processi di produzione. La teoria della simulazione ad eventi discreti applicata al campo dei sistemi di produzione.
Il concetto di Part Program. Studio dello stato dell'arte delle tecniche di rappresentazione del part program. Analisi delle possibili estensioni del concetto di part program utilizzando la metodologia STEP: il network part program. Vantaggi e svantaggi.
Elementi di CAM. Descrizione e approcci

ESERCITAZIONI
Programmazione robo
t. Esempi di programmazione dei robot nel linguaggio VAL

Simulazione ad eventi discreti. Modellazione con software specifici.
Determinazione del ciclo di lavorazione. Analisi delle metodologie per la determinazione del ciclo di lavorazione di un pezzo meccanico e del pallet ad esso collegato. Applicazione della metodologia del Network part program
Pacchetti software CAM. Casi di studio

LABORATORIO
Utilizzo di pacchetti per la modellazione del part program
. Utilizzo di software CAM per la modellazione del ciclo di lavorazione

Utilizzo di pacchetti per la analisi dei sistemi. Utilizzo di software di simulazione ad eventi discreti per l'analisi dei sistemi di produzione

PROGETTO
Configurazione di sistemi produttivi
. Valutazione delle performance di un sistema produttivo

- Dispense del docente
- Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, 1991, ISBN: 0-13-321977-1.
- Braumgartner, Kuishewski, Wieding, "CIM: considerazioni di base", TECNICHE NUOVE, 1989 
- Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. * 
- Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley 1993, ISBN 0-201-56541-2. *

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI E CAM (ING-IND/16)
COMPUTER AIDED PRODUCTION

Corso di laurea MANAGEMENT ENGINEERING - INGEGNERIA GESTIONALE

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/16

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 96.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 13/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

Office Automation tools, Manufacturing elements, CAD system basic skills

The aim of the course is the study of Computer Aided Production systems applied to manufacturing.

  • The first part of the course is oriented to the problem of Pallet configuration.
  • The second part addresses the configuration of the production system.

Knowledge and understanding

After the course the student should understand the following aspects

  • Production system configuration
  • Pallet configuration
  • Use of computer aided techniques to manage production

Applying knowledge and understanding

After the course the student should be able to

  • Describe different approaches of production layout.
  • Formulate and solve production system configuration problems
  • Manage state-of-the-art techniques to represent part program

Making judgments

Students should obtain the skill to compare pros and cons of different methods to the solution of a specific problem through examples and problems.

Communication

The aptitude to communicate on technical issues should be obtained by discussing in a rigorous method both concepts and the accepted solution to a specific problem.

Learning skills

Selected problems will be recommended that involve developing on presented theories and techniques. Identifying solutions to case study problems will be acquired for professional career.

The course is based on: a) frontal lessons, based on slides; b) practical group exercises, based on worksheets; c) individual laboratory experiences supported by the teacher. The teaching material is available to the students through the dedicated website http://nucci.unisalento.it/cap. Lessons aim at achieving the educational objectives through the parallel presentation of theory and practice of the manufacturing field.

The exam is divided into two parts.

In the first part a project report related to a workgroup is developed. This refers to a generic industrial case study that is customized for each group of students. For attending students, the project is assigned in the final part of the course to allow the first phase to be carried out during laboratory hours with the support of the teacher.

In the second part there is an oral interview consisting in the discussion of the developed project and the topics of the entire course.

Lectures

  • Product-process-system modeling
  • Part Program concept
  • Pallet configuration Production system configuration

Tutorial

  • Systems modelling of machining
  • Determination of the part program
  • Configuration methods for a production system.

Project work

  • A real case study of Computer Aided Production

Lab

  • Use and application of packages for part program modeling
  • Use and application of packages for the system analysis
  • Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, 1991, ISBN: 0-13-321977-1.
  • Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. *
  • Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley 1993, ISBN 0-201-56541-2. *
  • R.B. Chase, R.F. Jacobs, N.J. Aquilano, A.Sianesi, "Operations Management", 2nd edition McGraw Hill, ISBN: 9788838664502
  • Douglas C. Montgomery, “Design and Analysis of Experiments", Wiley, ISBN: 978-1118146927.
COMPUTER AIDED PRODUCTION (ING-IND/16)
PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI

Corso di laurea INGEGNERIA MECCANICA

Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/16

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 96.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 02/03/2015 al 29/05/2015)

Lingua

Percorso PROGETTAZIONE E PRODUZIONE INDUSTRIALE (A43)

Sede Lecce - Università degli Studi

Strumenti di Office-Automation. Fondamenti di Meccanica

Il corso mira a fornire agli studenti le competenze per l'utilizzo di robot e manipolatori industriali all'interno dei sistemi di produzione manifatturieri. In particolare il corso si focalizza sugli aspetti di integrazione robot-impianto produttivo, valutando i vantaggi e i campi di applicazione degli stessi. Le tematiche del corso sono affrontate sia tramite lo strumento della simulazione che con la sperimentazione in laboratorio di casi di studio reali. Particolare importanza è data al concetto di part-program e alla flessibilità relativa all'esecuzione delle operazioni di processing delle parti.

Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso ha l’obiettivo di fornire le conoscenze utili sulle metodologie di progettazione e gestione degli impianti di produzione. 

Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Attraverso l’analisi dei recenti casi di studio dell’ingegneria meccanica, si forniranno tecniche di analisi e strumenti applicabili in diversi ambiti ingegneristici, in particolare in quelli produttivi e manifatturieri. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: a) conoscere le tipologie di manipolatori industriali con i relativi ambiti di applicazione; b) conoscere i metodi e le tecniche di progettazione degli impianti industriali in cui macchine CNC e manipolatori industriali coesistono;

Autonomia di giudizio. Attraverso lo studio dei modelli teorici e la valutazione dei differenti approcci, lo studente potrà migliorare la propria capacità di giudizio e di proposta in relazione al problema della configurazione e gestione dei processi di produzione robotizzati.

Abilità comunicative. L’esposizione degli argomenti del corso sarà effettuata in modo da permettere l’acquisizione della padronanza di un linguaggio specialistico e di un lessico adatto. Lo sviluppo di abilità comunicative, sia orali che scritte sarà anche stimolata attraverso la redazione di un progetto di gruppo che sarà presentato e discusso durante la prova finale.

Capacità di apprendimento. La capacità di apprendimento sarà incoraggiata attraverso presentazioni e confronti in classe, per appurare la reale padronanza degli argomenti illustrati. La capacità di apprendimento sarà stimolata da casi di studio caratteristici dell’industria meccanica.

Il corso si basa su: a) lezioni frontali, basate su slides; b) esercitazioni pratiche svolte in gruppo, basate su fogli di lavoro; c) esperienze di laboratorio individuali supportate dal docente. Il materiale didattico è disponibile agli studenti attraverso il sito web dedicato http://nucci.unisalento.it/ppr. Le lezioni hanno il fine di conseguire gli obiettivi formativi attraverso la presentazione parallela di teoria e pratica del settore di riferimento manifatturiero.

L’esame del corso si divide in due parti.

Nella prima parte vi è la redazione di un report progettuale relativo ad un lavoro di gruppo. Questo è riferito ad un caso di studio industriale generico che viene personalizzato per ogni gruppo di studenti. Nel caso degli studenti frequentanti, il progetto viene assegnato nella parte finale del corso per permettere di svolgere le prime fasi durante le ore di laboratorio con il supporto del docente.

Nella seconda parte è previsto il colloquio orale che consiste nella discussione del progetto sviluppato e degli argomenti dell’intero corso.

LEZIONI
La Programmazione Dei Manipolatori Industriali. Classificazione dei manipolatori industriali. I linguaggi di programmazione.
Esempi di sistemi automatizzati. Il caso delle linee di produzione e dei sistemi FMS
La simulazione dei processi di produzione. La teoria della simulazione ad eventi discreti applicata al campo dei sistemi di produzione.
Il concetto di Part Program. Studio dello stato dell'arte delle tecniche di rappresentazione del part program. Analisi delle possibili estensioni del concetto di part program utilizzando la metodologia STEP: il network part program. Vantaggi e svantaggi.

ESERCITAZIONI
Programmazione robo
t. Esempi di programmazione dei robot nel linguaggio VAL

Simulazione ad eventi discreti. Modellazione con software specifici.
Determinazione del ciclo di lavorazione. Analisi delle metodologie per la determinazione del ciclo di lavorazione di un pezzo meccanico e del pallet ad esso collegato. Applicazione della metodologia del Network part program

LABORATORIO

Utilizzo di pacchetti per la analisi dei sistemi. Utilizzo di software di simulazione ad eventi discreti per l'analisi dei sistemi di produzione

PROGETTO
Configurazione di sistemi produttivi
. Valutazione delle performance di un sistema produttivo

- Dispense del docente
- Luggen W.W., "Flexible Manufacturing Cells and Systems", Prentice Hall, 1991, ISBN: 0-13-321977-1.
- Braumgartner, Kuishewski, Wieding, "CIM: considerazioni di base", TECNICHE NUOVE, 1989 
- Groover M.P., "Automation, Production Systems, and Computer-Integrated Manufacturing", 2nd edition, Prentice-Hall, 2001, ISBN 0-13-088978-4. * 
- Rembold U, Nnaji, B.O, Storr, A., "Computer Integrated Manufacturing and Engineering", Addison-Wesley 1993, ISBN 0-201-56541-2. *

PROCESSI DI PRODUZIONE ROBOTIZZATI (ING-IND/16)

Pubblicazioni

  • A. Anglani, A. Manta, and F. Nucci. An assessment on collision avoidance problem for a robot part program in filament winding process. In 17th International Conference On Cad/Cam, Robotics And Factories Of The Future, July, 10 - 12, Durban, South Africa, 2001.
  • A. Anglani, A. Manta, and F. Nucci. Simulation for a sound analysis of robot part program in filament winding process. In 15th European Simulation Multiconference, June 6-9, Prague, Czech Republic, 2001.
  • A. Anglani, F. Nucci, and A. Spagnolo. Filament winding: Simulation for robotic cell design. In 16th European Simulation Multiconference, June 3-5, Darmstadt, Germany, 2002.
  • A. Anglani, F. Nucci, and A. Spagnolo. Filament winding: An integrated simulation environment for automated cell programming. In 6-th Interna- tional Conference On Advanced Manufacturing Systems And Technology, June 20-21, Udine (Italy), 2002.
  • A. Anglani, A. Grieco, F. Nucci, Q. Semeraro, and T. Tolio. A sound analysis of fuzzy simulation time advance mechanisms. In 2nd CIRP Int. Seminar on Intelligent Conputation in Manufacturing Engineering, June 21-23, Capri (Naples), Italy., 2000.
  • A. Anglani, A. Grieco, F. Nucci, Q. Semeraro, T. Tolio, P. Caricato, and A. Matta. Evaluation of capacity expansion by means of fuzzy-devs. In Int. European Simulation Multi-Conference, May 23-26, Ghent, Belgium, 2000.
  • A. Anglani, A. Grieco, F. Nucci, Q. Semeraro, and T. Tolio. A new algo- rithm to rank temporal fuzzy sets in fuzzy discrete event simulation. In 9th IEEE International Conference on Fuzzy Systems, San Antonio, Texas, USA, 2000.
  • A. Grieco, F. Nucci, and A. Anglani. Representation of fuzzy time varia- bles in discrete event simulation. Integrated Computer-Aided Engineering, 10(4):305–318, 2003.
  • A. Grieco, F. Nucci, and A. Anglani. Long-term planning in manufacturing production systems under uncertain conditions. International Journal of Automotive Technology and Management, 3(3-4):305–318, 2003.
  • A. Grieco and F. Nucci. Performance parameters in fuzzy discrete event simulation. In International Conference on Production Research, Fisciano- Salerno, Italy, 2005.
  • F. Nucci and A. Grieco. System analysis and assessment by fuzzy discrete event simulation. In IEEE International Conference on Fuzzy Systems, Vancouver, Canada, 2006.
  • F. Nucci, A. Grieco, and C. Cavallo. Analysis and application of fuzzy linear programming approach to assegnment problems. In IEEE International Conference on Fuzzy Systems, London, UK, 2007.
  • A. Grieco, F. Nucci, M. Rasella, W. Polini, and G. Moroni. Measuring points visiting sequence in cmm path planning. In 2nd CIRP Int. Seminar on Intelligent Conputation in Manufacturing Engineering, 21-23 June, Capri (Naples), Italy., 2000.
  • A. Anglani, A. Grieco, F. Nucci, and M. Pacella. A framework for the development of distributed simulation code oriented to the manufacturing field. In International Conference on Production Research, Blacksburg, Virginia - USA, 2000.
  • A. Anglani, A. Grieco, F. Nucci, Q. Semeraro, T. Tolio, and E. Guerriero. Object oriented simulation models based on the devs formalism. In Int. European Simulation Multi-Conference, May 23-26, Ghent, Belgium, 2000.
  • A. Anglani, F. Nucci, A. Grieco, and S. Zacchino. An opensource visual environment for discrete event simulation: Deos. In Conferenza annuale della Italian Society for Computer Simulation December, Naples, Italy, 2001.
  • A. Grieco, F. Nucci, L. Castelluzzo, S. Zacchino, and A. Anglani. Open source object-oriented architecture for discrete event simulation. In European Simulation Multiconfence, Parigi, Francia, 2004.
  • A. Matta, A. Grieco, F. Nucci, and T. Tolio. New policy to manage tools in flexible manufacturing systems using network part program. In Intelligent Systems in Design and Manufacturing III, November 6-8, Boston, USA, 2000.
  • A. Grieco, F. Nucci, P. Caricato, and A. Anglani. Selecting capacity plan. In A. Matta and Q. Semeraro, editors, Design of Advanced Manufactu- ring Systems - Models for Capacity Planning in Advanced Manufacturing Systems, pages 191–232. Springer, 2005.
  • A. Grieco, F. Nucci, and P. Caricato. A constrained programming based approach for the fjc/brkdwn/lmax problem. In 5th CIRP Int. Sem. on ICME, Ischia, Italy, 2006.
  • F. Nucci and A. Grieco. The operational strategies in focused flexible manufacturing systems. In Industrial Simulation Conference, June 9-11, Lyon, France, 2008.
  • A. Grieco and F. Nucci. System performance simulation and analysis. In T. Tolio, editor, Design of Flexible Production Systems - Methodologies and Tools, pages 219-238. Springer-Verlag, 2009.
  • M. Bruccoleri, C. Capello, A. Costa, F. Nucci, W. Terkaj, A. Valente. Testing. In T. Tolio, editor, Design of Flexible Production Systems - Methodologies and Tools, pages 232-291. Springer-Verlag, 2009.

Temi di ricerca

  • Gestione dell’incertezza nei sistemi produttivi
  • Progettazione e gestione di sistemi produttivi innovativi
  • Integrazione di sistemi di simulazione per i sistemi manifatturieri
  • Filament winding robotizzato