Francesco DEL SOLE

Francesco DEL SOLE

Ricercatore Universitario

Settore Scientifico Disciplinare ICAR/18: STORIA DELL'ARCHITETTURA.

Dipartimento di Beni Culturali

Edificio ex INAPLI - Via Dalmazio Birago, 64 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

RTD-A - Ricercatore universitario a tempo determinato - Progetto AIM - Attraction and International Mobility

Area di competenza:

Storia dell'Architettura moderna e contemporanea

 

Prossimi appelli d'esame:

15 dicembre 2021 ore 15.00

 

Gli appelli, secondo quanto previsto dalle linee guida dell'Ateneo, saranno svolti in presenza presso il Laboratorio di "Storia, Rappresentazione e Rilievo dell'Architettura e dei Centri urbani" con sede in via Birago, 64 - Edificio ex INAPLI - Corpo 2 - Piano terra, Stanza n. 15

Orario di ricevimento

Il docente incontra previo appuntamento, da concordare via mail.

Recapiti aggiuntivi

Dipartimento di Beni Culturali

Edificio ex INAPLI - Corpo 2

Via Dalmazio Birago, 64 - LECCE (LE)

Laboratorio di "Storia, Rappresentazione e Rilievo dell'Architettura e dei Centri urbani"

Piano terra, Stanza n. 15

Tel. +39 0832 295604 

E-mail: francesco.delsole@unisalento.it

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Dopo aver conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Arti, Storia e Territorio dell'Italia nei rapporti con l'Europa e i Paesi del Mediterraneo (Molto eccellente cum laude), è vincitore di un concorso pubblico presso la Direzione Cultura del Comune di Milano.

In tale sede è Funzionario Responsabile d'ufficio e si occupa della gestione diretta della Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame ed è referente per il progetto di restauro conservativo dello stesso edificio; fra i vari compiti, gestisce inoltre le convenzioni tra il Comune di Milano e la Fondazione Teatro alla Scala ed è responsabile della gestione delle manutenzioni straordinarie degli edifici storici sede del Teatro.

Dal 2019 è Ricercatore a tempo determinato di tipo A (RtdA) in Storia dell'Architettura (ICAR/18) presso l'Università del Salento ed è responsabile scientifico del Laboratorio di Storia, rappresentazione e rilievo dell’Architettura e dei centri urbanidel Dipartimento di Beni Culturali.

Membro del Centro studi per la cultura e l'immagine di Roma, centro studi internazionale sul Barocco in Italia e all'estero; Membro di AistArch, Associazione Italiana di Storia dell'Architettura; Membro della International society for emblem studies, organismo internazionale di ricerca sulla letteratura emblematica in rapporto con le Arti e l'Architettura; Membro accademico dell’Unità di Architettura dell’Athens Institute for education and research.

Nel 2018 è stato finalista del premio L'Erma per l'Arte  promosso dalla casa editrice L'Erma di Bretschneider con la sua monografia Viaggio nella Meraviglia - descrivere, immaginare, ri-costruire (Congedo, 2019). La stessa opera ha ricevuto la Menzione di meritevolezza al Premio Internazionale Mario Luzi (2020) e un contributo finanziario dalla Fondazione Puglia. Vincitore del riconoscimento di Best scientific paper col saggio Walls as a space of pacification alla 3rd international conference of Contemporary Affairs in Architecture and Urbanism (Turkey, Maggio 2020). 

Didattica

A.A. 2021/2022

STORIA DELL'ARCHITETTURA MODERNA E CONTEMPORANEA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 63.0

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2020/2021

STORIA DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 63.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSO COMUNE

Torna all'elenco
STORIA DELL'ARCHITETTURA MODERNA E CONTEMPORANEA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Settore Scientifico Disciplinare ICAR/18

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 63.0

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 07/03/2022 al 10/06/2022)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Conoscenza di base della Storia moderna e contemporanea; conoscenza del lessico architettonico; fondamenti di Storia dell’Architettura;

Il Corso analizzerà, nel Modulo A, le peculiarità architettoniche del fenomeno barocco in Italia, per poi focalizzare l’attenzione sul cosiddetto “Barocco leccese”.

Il Modulo B presenterà un excursus di correnti e figure di architetti che hanno stimolato il dibattito sull’importanza o il rifiuto dell’ornamento nell’architettura contemporanea.

La frequenza al corso dovrà portare lo studente a saper vedere e leggere l’architettura, a conoscere le regole della grammatica e della sintassi architettonica, mettendolo in grado di descrivere con chiarezza un’opera e di collocarla nel suo contesto storico e culturale, nonché a possedere gli strumenti per cogliere le relazioni tra l’Architettura e le altre discipline artistiche.

Lezioni frontali con l’utilizzo di PowerPoint tematici. Sono previste delle lezioni-verifica dell’apprendimento in cui gli studenti presentano un tema di maggior interesse trattato a lezione e lo si discute insieme al docente e ai colleghi. Possono essere previsti alcuni sopralluoghi di studio.

Prova orale.

L’esame mira a valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

 

o Conoscenza dei principali protagonisti e delle opere più significative trattati durante il corso

o Capacità di cogliere le relazioni tra l’Architettura e le altre discipline artistiche.

 

In sede di valutazione finale sarà preso in considerazione l’effettivo raggiungimento, da parte dello studente, degli obiettivi sopra indicati. Lo studente viene valutato in base alla completezza dei contenuti esposti, alla correttezza formale e dottrinale, alla capacità di argomentare con chiarezza e sintesi le proprie tesi. Elementi di valutazione complementari saranno altresì la capacità di osservazione critica e la proprietà di espressione, mediante utilizzo dell’adeguato linguaggio specifico della disciplina.

Il giudizio sarà espresso con voto in trentesimi.

La frequenza alle lezioni è vivamente consigliata. Saranno considerati studenti non frequentanti coloro che avranno una percentuale di assenze superiore al 25%. La non frequenza per giustificati motivi (es.: studente lavoratore; motivi di salute, etc.) deve essere comunicata al docente all’inizio del corso.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

Ornamento è delitto?

 

Il corso si propone di fornire agli studenti, nella prima parte, le conoscenze di base del fenomeno barocco in Italia, per poi focalizzare l’attenzione sul cosiddetto “Barocco leccese”.

Modulo A

La storiografia sul Barocco; I grandi temi del Barocco; Verso un Atlante del Barocco; Roma Barocca: Bernini e l’Unità delle Arti visive, Borromini e il simbolismo nell’architettura, Pietro da Cortona; Il Barocco piemontese: da Guarini a Juvarra; Il Barocco napoletano da Fanzago a Sanfelice, a Vanvitelli; Il Barocco siciliano; Il Barocco leccese

 

La seconda parte del corso presenterà un excursus di correnti e figure di architetti che hanno stimolato il dibattito sull’importanza o il rifiuto dell’ornamento nell’architettura contemporanea.

 

Modulo B

Il rifiuto del classicismo ai tempi della Rivoluzione francese; l’eclettismo ottocentesco e il Neobarocco; l’Art Nouveau; l’Architettura organica (Wright); Adolf Loos e il motto “ornamento è delitto”; il Movimento moderno (Gropius, Le Corbusier) e l’architettura “pelle e ossa” di Mies van der Rohe (less is more); il brutalismo e l’inquietudine del dopoguerra; la nostalgia delle forme barocche e il post-modern (Portoghesi e la Strada Novissima; Venturi e il motto less is a bore!).

Modulo A:

Ch. Norberg Schulz, Architettura barocca, Milano 1971

V. Cazzato, Il Barocco Leccese, collana “Itinerari d’arte”, Laterza, Bari 2003.

V. Cazzato, M. Fagiolo, Lecce. Architettura e Storia Urbana, Congedo 2013.

 

Modulo B:

A. Muntoni, Lineamenti di Storia dell’Architettura contemporanea, Laterza, Bari 2009.

G. Dorfles, Barocco nell’architettura moderna, Tamburini, Milano 1951.

H. Damisch, Ornamento, da “Enciclopedia, X: Opinione-Probabilità, Einaudi, Torino 1980, pp. 221-232

 

I capitoli da studiare e ulteriori riferimenti bibliografici saranno indicati dal docente a lezione.

STORIA DELL'ARCHITETTURA MODERNA E CONTEMPORANEA (ICAR/18)
STORIA DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA

Corso di laurea STORIA DELL'ARTE

Settore Scientifico Disciplinare ICAR/18

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 63.0

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 01/03/2021 al 04/06/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Conoscenza di base della storia contemporanea; conoscenza del lessico architettonico; fondamenti della storia dell’architettura moderna;

Il corso si propone di fornire agli studenti, nella prima parte, le conoscenze di base di Storia dell’Architettura contemporanea focalizzando l’attenzione sugli architetti maggiormente significativi dal Neoclassicismo ai giorni nostri. La seconda parte sarà dedicata all’evoluzione del concetto di ricordo (dal ricordo perpetuo alla rielaborazione del lutto) nelle forme architettoniche di commemorazione collettiva (memoriali, parchi della rimembranza, architetture monumentali) dal primo dopoguerra ad oggi.

Il corso mira a fornire una conoscenza approfondita degli orizzonti contemporanei dell’Architettura, mettendo lo studente nelle condizioni di saper collocare correttamente nel tempo e nello spazio i protagonisti e le opere più rappresentative dell’epoca contemporanea. La frequenza al corso dovrà portare lo studente a conoscere i principali aspetti formali e costruttivi relativi alle opere considerate e a possedere gli strumenti per cogliere le relazioni tra l’Architettura e le altre discipline artistiche.

 

Lezioni frontali con l’utilizzo di PowerPoint tematici. Sono previste delle lezioni-verifica dell’apprendimento in cui gli studenti presentano un tema di maggior interesse trattato a lezione e lo si discute insieme al docente e ai colleghi. Possono essere previsti alcuni sopralluoghi di studio. Oltre al titolare del corso, prof. Francesco Del Sole, potranno essere coinvolti nell’insegnamento docenti esterni, che svilupperanno temi specifici sull’argomento studiato.

La frequenza alle lezioni è vivamente consigliata. Saranno considerati studenti non frequentanti coloro che avranno una percentuale di assenze superiore al 25%. La non frequenza per giustificati motivi (es.: studente lavoratore; motivi di salute, etc.) deve essere comunicata al docente all’inizio del corso.

Prova orale.

L’esame mira a valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

- Conoscenza dei principali protagonisti e delle opere più significative dell’Architettura contemporanea (Moduli A e B)

- Capacità di cogliere le relazioni tra l’Architettura e le altre discipline artistiche.

Commissione d'esame: Prof. Francesco Del Sole; Prof. Vincenzo Cazzato

 

Appelli d'esame:

25 giugno 2021 ore 9.30

07 luglio 2021 ore 9.30

22 luglio 2021 ore 9.30

13 settembre 2021 ore 9.30

27 ottobre 2021 ore 9.30 (Appello straordinario per laureandi, studenti fuori corso e studenti in corso iscritti all'ultimo anno dei corsi di laurea triennale o magistrale che hanno terminato le lezioni del secondo semestre - ex art. 23 regolamento didattico d'ateneo)

 

Eventuali cambi di data saranno tempestivamente comunicati dal docente tramite avviso sulla bacheca personale.

25 giugno ore 9.30

07 luglio ore 9.30

22 luglio ore 9.30

13 settembre 2021 ore 9.30

27 ottobre 2021 ore 9.30 (Appello straordinario per laureandi, studenti fuori corso e studenti in corso iscritti all'ultimo anno dei corsi di laurea triennale o magistrale che hanno terminato le lezioni del secondo semestre - ex art. 23 regolamento didattico d'ateneo

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

Il corso si propone di fornire agli studenti, nella prima parte, le conoscenze di base di Storia dell’Architettura contemporanea focalizzando l’attenzione sugli architetti maggiormente significativi dal Neoclassicismo ai giorni nostri:

 

Modulo A (40 ore)

  • Neoclassicismo: Piranesi, Boullée, Ledoux
  • Architettura e città nell’Ottocento
  • Rivoluzione industriale e l’Architettura degli ingegneri (Paxton, Eiffel, Antonelli, Labrouste)
  • Il movimento moderno (Richardson, Sullivan, Wright)
  • L’art nouveau (Gaudì, Van de Velde)
  • Il protorazionalismo e l’Architettura razionalista (Loos, Gropius, van der Rohe, Le Corbusier)
  • Architettura e dittatura (Hitler e Speer, Mussolini e Piacentini)
  • Il razionalismo italiano (Terragni, Persico)
  • Il dopoguerra e la ricostruzione
  • Il postmodernismo degli anni Sessanta
  • L’Architettura hitech (Piano, Foster, Nouvel)
  • Il pluralismo contemporaneo (Adid, Calatrava, Koolhaas)

 

Nel Modulo B (23 ore), particolare attenzione sarà dedicata all’evoluzione del concetto di ricordo(dal ricordo perpetuo alla rielaborazione del lutto) nelle forme architettoniche di commemorazione collettiva (memoriali, parchi della rimembranza, architetture monumentali) dal primo dopoguerra ad oggi.

Modulo A

A. Muntoni, Lineamenti di Storia dell’Architettura contemporanea, Laterza, Bari 2009

G. Ciucci, F. Dal Co, Architettura italiana del Novecento, Banco Ambrosiano Veneto, Milano 1992

 

I capitoli da studiare saranno indicati dal docente a lezione.

 

Modulo B

V. Cazzato, Le sacre rimembranze dei parchi, in M.L. Margiotta (a cura di), Il giardino sacro, Electa, Napoli 2000 (pp. 105-117)

M. Giuffrè, F. Mangone, S. Pace, O. Selvafolta (a cura di), L’architettura della memoria in Italia. Cimiteri, monumenti e città – 1750-1939, Skira, Milano 2007 (pp. 261-266; pp. 357-374; pp. 385-396)

G.P. Piretto, Memorie di pietra. I monumenti delle dittature, Cortina, Milano 2014 (capitoli 1-3-5-9)

E. Pirazzoli, A partire da ciò che resta. Forme memoriali dal 1945 alle macerie del Muro di Berlino, Diabasis, Reggio Emilia 2010 (pp. 7-54).

 

Per ulteriori approfondimenti, si consiglia anche la lettura di:

E. Pirazzoli, Il luogo e il volto. Note a margine della crisi del monumento dopo il 1945, in “Engramma”, n. 95, dicembre 2011

D. Sudjic, Architettura e potere. Come i ricchi e i potenti hanno dato forma al mondo, Laterza, Bari 2005

 

Ulteriori riferimenti bibliografici saranno indicati dal docente a lezione.

STORIA DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA (ICAR/18)

Temi di ricerca

Storia dell'Architettura moderna e contemporanea;

Storia delle utopie e dei linguaggi architettonici; 

Arte dei giardini e architettura del paesaggio;

Nuovi linguaggi urbani;