Dario COLELLA

Dario COLELLA

Professore I Fascia (Ordinario/Straordinario)

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali

Centro Ecotekne Pal. B - S.P. 6, Lecce - Monteroni - LECCE (LE)

Ufficio, Piano terra

Telefono +39 0832 29 8878

Professore Ordinario

Area di competenza:

Metodi e Didattiche delle Attività Motorie (M-EDF/01). a. Epistemologia delle attività motorie e dell'Educazione Fisica; b. Metodologia dell’insegnamento-apprendimento delle competenze motorie; c. Stili e e strategie d'insegnamento dell'Educazione Fisica e Sportiva; d. Modelli e Metodi della valutazione motoria; e. Relazioni tra livelli di attività fisica, sviluppo motorio e fattori correlati in età evolutiva; f. Programmi ed interventi  multicomponente per la promozione della salute e delle attività motorie in età evolutiva.

Orario di ricevimento

Martedì: ore 11-13; Giovedì: 9-11; 13-14

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Dario Colella è Professore Ordinario di Teoria e Metodologia del movimento umano e Teoria Tecnica e Didattica delle attività Motorie per l’età evolutiva, presso i corsi di laurea in Scienze delle Attività motorie e sportive ed in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate; Settore concorsuale 11D/2 – Didattica, Pedagogia speciale, Ricerca educativa- settore scientifico-didattico: Metodi e Didattiche delle attività motorie – M-EDF/01, afferente al DISTEBA -- Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali - Università del Salento (dal 1°-9-2021).

Dal 1° febbraio 2013 al 31 ottobre 2019 è stato Professore Associato per il medesimo settore concorsuale e settore scientifico-disciplinare presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Foggia. È stato Ricercatore Universitario per il medesimo settore scientifico-disciplinare e la medesima Università dal 31-12-2002 al 31 gennaio 2013.

Pagina Docente Università del Salento: https://www.unisalento.it/scheda-utente/-/people/dario.colella   

Pagina Docente in IRIS:

https://iris.unisalento.it/simple-search?query=colella+dario&needescape=1#.YYL9emDMLIU

ORCID: https://orcid.org/0000-0002-8676-4540.

Ha conseguito la maturità classica presso il Liceo Classico “G. Palmieri” di Lecce (1977);

Diplomato presso l’I.S.E.F. - Istituto Superiore di Educazione Fisica, Urbino (1980):

Laureato in Filosofia presso l'Università degli Studi di Lecce (1990);

Ha svolto gli studi post-lauream in S.T.A.P.S. - Sciences et techniques des activités physique et sportives, indirizzo: A.P.A. (Activité Physique adaptée) -Università “Claude Bernard” - Lione1 – Francia (1994-1997).

Ha conseguito: Specializzazione (biennale) in Attività fisica adattata ai portatori di handicap presso l’Università di Torino;

Specializzazione (biennale) in: Funzione Docente: cicli, curricoli, didattica, presso l'Università di Roma Tre.

Ha insegnato Educazione Fisica negli istituti d’istruzione secondaria di primo e secondo grado dal 10.9.1984 (immesso in ruolo in seguito al concorso ordinario) al 30.12.2002.

È stato Docente a contratto di “Teoria, Tecnica e Didattica dell’Educazione Fisica” presso l’I.S.E.F. di L’Aquila - sede di Foggia - dall’a.a. 1990-1991 all’a.a. 1998-99 ed è stato Docente a contratto di Teoria e metodologia del movimento umano presso l’Università di Foggia – corso di Laurea in Scienze Motorie (quadriennale).

Professore a contratto presso l’Università degli Studi di Foggia – Facoltà di Medicina e Chirurgia – Corso di Laurea in Scienze Motorie - negli anni accademici 1999-2000; 2000-2001; 2001-2002: insegnamento di: “Teoria e Metodologia del Movimento Umano” - a.a. 1999-2000 - insegnamento di “Teoria Tecnica e Didattica delle Attività Motorie per l’Età Evolutiva” – anni accademici 2000-2001; 2001-2002;

È stato Presidente del corso di Laurea triennale in Scienze delle attività motorie e sportive/L22 – (dal 16-1-2013); a.a. 2013-2014; 2014-2015; 2015-16; 2016-2017.

Ha coordinato i corsi di laurea in Scienze delle attività motorie e sportive/L22 ed in Scienze e Tecniche delle attività motorie preventive e adattate LM/67 nell'a.a. 2017-2018 (struttura di raccordo);

Presidente del corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche delle attività motorie preventive e adattate – dall’a.a. 2018-2019 al 31.8.2021 - Università degli Studi di Foggia.

È stato Presidente del Centro Universitario Sportivo (Cus) Foggia (gennaio 2012-marzo 2015).

È Delegato della F.I.E.P. (Fédération Internationale d’Education Physique) per l’Italia; [http://www.F.I.E.P.europe.eu/] dall’anno 2004 ad oggi;

È Componente del Consiglio Mondiale della Federazione Internazionale di Educazione Fisica (F.I.E.P.S. World Director Board) nei periodi: 2013-2016 e 2017- 2020; 2021-2024.https://www.fiepseurope.com/ 

F.I.E.P.S. Europe International Sections (President EU): Physical Education and Sport in Schools Section (2021-2024). https://www.fiepseurope.com/

 

È stato componente del gruppo nazionale dei Formatori presso il Ministero della Pubblica Istruzione – Ispettorato per l’educazione fisica e sportiva – per la Formazione permanente dell’insegnante di educazione fisica (1992-1999).

Docente presso l’I.R.R.S.A.E.- Puglia nei Piani di formazione regionale e provinciale rivolti ai Direttori didattici ed agli Insegnanti della scuola primaria per l’ambito dei linguaggi non verbali e dell’educazione motoria (1989-2000);

Coordinatore del Master post-lauream di Primo Livello in: “Teorie e Metodi delle attività motorie preventive ed adattate (anni:2004-05; 2005-06; 2008-09);

Coordinatore del corso di Perfezionamento in Didattica delle attività motorie per l’età evolutiva. Progettare, condurre, valutare (anni: 2010-2011; 2014-2015);

Coordinatore del Master Executive (INPS) di primo livello: Progettazione per competenze ed interventi educativi per la promozione della salute. L’educazione fisica nella scuola primaria, a.a. 2016-2017. Avviso di ricerca e selezione pubblicato in data 4 maggio 2016, per l’anno accademico 2016/2017, di Master universitari “executive”;

Coordinatore del corso di TFA – Tirocinio Formativo Attivo - per la classe di concorso A029 – educazione Fisica negli istituti d’istruzione secondaria di secondo grado - presso l’Università degli studi di Foggia; anni accademici: 2012-2013; 2014-2015 (D.R. n 856-2015; Prot. N 18087 –III/4 del 17.7.2015).

 

Componente del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Scienze dell’esercizio fisco e dello sport presso l’Università del Foro Italico, Roma (cicli: XXI°- XXII°- XXIII°; XXIV°; XXV°; XXVI°).

Componente Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in “Cultura, Educazione, Comunicazione” – Università degli studi di Foggia e Università di Roma Tre “Tor Vergata” a.a 2017-2018 (2018-2019;2019-2020) – "Cultura, Educazione, Comunicazione".

Componente del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in “Neuroscience and Education” – Università degli studi di Foggia a.a 2020-23 - Dipartimento di Studi Umanistici. Lettere, Beni Culturali, Scienze della Formazione (XXXVI ciclo). https://bandi.miur.it/doctorate.php/public/fellowship/id_fellow/178961 .

Docente Nazionale Scuola dello Sport – Roma (1984 ad oggi).

Coordinatore del Laboratorio di Didattica delle attività motorie presso il Corso di Laurea in Scienze delle Attività motorie e sportive (delibera Del Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia – Foggia del 12-7-2005).

Indirizzi di ricerca:

a. Metodologia dell’insegnamento-apprendimento delle competenze motorie; b. Modelli e Metodi della valutazione motoria; c. Relazioni tra livelli di attività fisica, sviluppo motorio e fattori correlati in età evolutiva; d. Programmi ed interventi per la promozione della salute e delle attività motorie in età evolutiva e nelle diverse età.

Descrittori: Attività motoria; Competenze motorie; Educazione fisica; Livelli di attività fisica; Sviluppo motorio; Insegnamento-apprendimento motorio; Promozione della salute; Stili e Strategie d’insegnamento; Valutazione motoria.

 

Redattore e Coordinatore per la sezione: “Didattica dell’Educazione Fisica” della Rivista: “Scuola e Didattica”, Editrice La Scuola, Brescia (dal 1995 al 2000 e dall’anno 2002 all’anno 2008).

Valutazione conseguita nella VQR 2011-2014: 0,7;

Valutazione media nazionale del ssd M-EDF/01: 0,535.

Reviewer per diverse Riviste nazionali ed internazionali;

Componente del Comitato Editoriale di Riviste e Collane;

Coordinatore scientifico della collana editoriale “Attività motorie, educazione fisica e sport. Approccio interdisciplinare ed implicazioni metodologiche” – Motor Activities, Physical Education and Sport; ISSN: 2611-0148; Pensa multimedia Editore – Lecce.

È stato Responsabile dell’Unità di Ricerca - PRIN anno 2009 - MODELLO B (Università di Foggia) - Anno 2009 - prot. 2009PMTYTP_002; Area Scientifico - disciplinare: 11: Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche 80%*; 05: Scienze biologiche 20%; Titolo specifico svolto dall’Unità di Ricerca: Relazioni tra sviluppo motorio, livelli di attività fisica, fattori psicologici e neuro cognitivi in bambini e adolescenti in sovrappeso: analisi di strategie d'intervento in educazione fisica e nello sport.

È Coordinatore Nazionale del progetto Europeo ERASMUS + Sport; Application 2018-2019; 590777-EPP-1-2017-1-DE-SPO-SCP) https://www.unifg.it/notizie/progetto-mobak-erasmus; Componente del Gruppo di ricerca Basic Motor Competencies in Europe (BMC-EU) – Assessment and Promotion; Paesi aderenti: Belgio; Germania; Italia; Lithuania; Lussemburgo; Portogallo; Repubblica Ceca; Slovacchia; Svizzera. (MOBAK - Basic Motor Competencies in Europe – Assessment and Promotion (Application 2018/2019).

È Coordinatore scientifico e didattico del Programma Regionale multicomponente “SBAM a scuola!” – Educazione ai corretti stili di vita – (MIUR- Ufficio Scolastico Regionale; Regione Puglia; Comitato italiano paralimpico - Coni – Università di Foggia – anni 2013-2015; a.s. 2018-2019; 2019-2020, 2020-2021; 2021-2022). Misure: Formazione dei Docenti; degli Esperti; Monitoraggio di processo e degli esiti.

È Coordinatore scientifico e Responsabile del seguente progetto di ricerca: “Livelli di attività fisica e sviluppo motorio secondo il modello ecologico in età evolutiva. Apprendimento e sviluppo di competenze motorie e fattori correlati. Determinanti socio-culturali e promozione della salute attraverso l’attività fisica nell’adolescenza. Effetti di interventi metodologici ed organizzativi sperimentali sui processi di apprendimento delle competenze motorie, l’evoluzione e lo sviluppo motorio”. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Puglia con due borse di studio triennali, finalizzate all’istituzione di due posti di Ricercatore a tempo determinato di tipo A per gli anni accademici 2017-18; 2018-19; 2019-2020.

Guest Editor of Special Issue "Physical Education, Exercise, and Sport for a Sustainable Environment and Lifestyle"(2020-2021-2022)

 https://www.mdpi.com/journal/sustainability/special_issues/Physical_Education_Exercise

Guest Editor of Special Issue "Physical Education, Physical Activity and Health Promotion in Children and Adolescence" (12.2021/10.2022) https://www.mdpi.com/journal/ijerph/special_issues/physical_education_health_children

Relatore su invito in diversi Congressi Nazionali ed Internazionali.

Socio Ordinario delle seguenti Società Scientifiche: SIPED; SIRD; SISMES; SIEMeS.

È componente del Consiglio Direttivo della S.I.S.M.E.S.- Società italiana scienze motorie e sportive (2015-2017; 2018-2021). https://www.sismes.org/ .

GEV per la VQR (2015-2019) 11a Scienze Storiche, Filosofiche e Pedagogiche (ssd. M-EDF/01 Metodi e Didattiche delle Attività Motorie) https://www.anvur.it/attivita/vqr/vqr-2015-2019/gev/area-11a-scienze-storiche-filosofiche-e-pedagogiche/ .

 

 

Didattica

A.A. 2022/2023

TEORIA E METODOLOGIA DELLE ATTIVITA' MOTORIE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE

Corso di laurea SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 10.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 86.0

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO

Sede Lecce

TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 7.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 60.0

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELL' ATTIVITA' MOTORIA I

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 68.0

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELLE ATTIVITA' MOTORIE PER L'ETA' EVOLUTIVA

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 5.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 44.0

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2021/2022

Metodi e didattiche delle attività motorie

Corso di laurea SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 4

Struttura DIPARTIMENTO DI STORIA, SOCIETA' E STUDI SULL'UOMO

Percorso GENERALE

SCIENZE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE PREVENTIVE E ADATTATE

Corso di laurea SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 72.0

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO

Sede Lecce

TEORIA E METODOLOGIA DELL'ALLENAMENTO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 5.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 42.0

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 5.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 42.0

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELL' ATTIVITA' MOTORIA I

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 64.0

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce

A.A. 2018/2019

TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Docente titolare DARIO COLELLA

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 56.0

  Ore erogate dal docente DARIO COLELLA: 32.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

Torna all'elenco
TEORIA E METODOLOGIA DELLE ATTIVITA' MOTORIE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE

Corso di laurea SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 10.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 86.0

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 06/03/2023 al 09/06/2023)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO (999)

Sede Lecce

I prerequisiti previsti per tale insegnamento riguardano la conoscenza delle finalità delle attività motorie per la promozione della salute ed il contributo dell'educazione fisica, delle attività motorie extracurriculari e dello sport per promuovere il processo educativo in età evolutiva; la conoscenza del valore preventivo delle attività motorie, la denominazione e le caratteristiche degli attrezzi da utilizzare nei diversi contesti.

L'insegnamento di Teoria e metodologia del movimento umano nel corso di studio triennale L/22 comprende lo studio del movimento umano nelle diverse interpretazioni e secondo i diversi approcci scientifici, psicopedagogici e metodologici in modo particolare. I contenuti prevedono l'analisi delle finalità del movimento umano e delle attività motorie, svolte nei diversi contesti (scuola, sport, tempo libero) per la crescita della persona (approccio psicopedagogico), i processi di apprendimento motorio connessi all'insegnamento nelle diverse età, l'analisi dei fattori della prestazione motoria (percettive, coordinative e condizionali), dalle basi teoriche a quelle metodologiche. L'insegnamento inquadra le attività motorie per la promozione della salute secondo le recenti linee guida dell'OMS, del ministero della salute e dei principali network internazionali (I.S.P.A.H.; F.I.E.P.S.; I.C.S.S.P.E., A.I.E.S.E.P.). L'insegnamento struttura e propone i contenuti teorico-pratici per gli altri insegnamenti nei settori scientifico-disciplinari relativi ai Metodi ed alle Didattiche delle attività motorie e sportive (M-EDF/01 ed M-EDF/02).

TEORIA E METODOLOGIA DELLE ATTIVITA' MOTORIE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE (M-EDF/01)
TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 7.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 60.0

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 03/10/2022 al 20/01/2023)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

I prerequisiti previsti per tale insegnamento riguardano la conoscenza delle finalità delle attività motorie per la promozione della salute e la prevenzione delle patologie NT ed il contributo dell'educazione fisica e dello sport per promuovere il processo educativo in età evolutiva; la conoscenza del valore preventivo delle attività motorie, la denominazione e le caratteristiche degli attrezzi da utilizzare nei diversi contesti.

L'insegnamento di Teoria e metodologia del movimento umano nel corso di studio triennale L/22 comprende lo studio del movimento umano nelle diverse interpretazioni e secondo i diversi approcci scientifici, psicopedagogici e metodologici in modo particolare. I contenuti prevedono l'analisi delle finalità del movimento umano e delle attività motorie, svolte nei diversi contesti (scuola, sport, tempo libero) per la crescita della persona (approccio psicopedagogico), i processi di apprendimento motorio connessi all'insegnamento nelle diverse età, l'analisi dei fattori della prestazione motoria (percettive, coordinative e condizionali), dalle basi teoriche a quelle metodologiche. L'insegnamento inquadra le attività motorie per la promozione della salute secondo le recenti linee guida dell'OMS e i principali network internazionali (I.S.P.A.H.; F.I.E.P.S; I.C.S.S.P.E., A.I.E.S.E.P.). L'insegnamento struttura e propone i contenuti teorico-pratici per gli altri insegnamenti nei settori scientifico-disciplinari relativi ai Metodi ed alle Didattiche delle attività motorie e sportive (M-EDF/01 ed M-EDF/02).

- Analizzare le finalità del movimento e delle attività motorie dell’uomo

- Acquisire la terminologia relativa all’educazione fisica ed alle attività motorie

- Classificare il movimento umano

- Analizzare il campo semantico relativo alle attività motorie; Conoscere ed utilizzare la terminologia

- Distinguere i fattori della prestazione motoria (definizioni, classificazioni, fattori limitanti, relazioni tra le capacità motorie)

- Analizzare le modalità di apprendimento

- Analizzare il processo di apprendimento motorio

Lo studente dovrà dimostrare i seguenti risultati di apprendimento:

  • Utilizzare la terminologia specifica;
  • Definire la Physical Literacy (alfabetizzazione motoria);
  • Saper classificare le diverse tipologie del movimento umano;
  • Analizzare le fasi della realizzazione del movimento; distinguere i processi mentali coinvolti nell'esecuzione motoria
  • Analizzare e distinguere le fasi del processo di apprendimento motorio e conoscere i fattori della prestazione motoria;
  • Definire e Classificare le capacità motorie;
  • Riconoscere e distinguere i fattori della prestazione motoria (Basi teoriche, Classificazione, Fattori limitanti, Evoluzione e Fasi sensibili; Metodi per lo sviluppo)

Lezioni teoriche frontali; laboratorio didattico in sottogruppi.

Esame orale sui contenuti teorici e pratici proposti

Le lezioni teoriche sono strettamente correlate all'insegnamento di Teoria Tecnica e Didattica delle attività motorie per l'età evolutiva - 1° anno

Prerequisiti

I prerequisiti previsti per tale insegnamento riguardano la conoscenza delle finalità delle attività motorie per la promozione della salute e la prevenzione delle patologie NT ed il contributo dell'educazione fisica e dello sport per promuovere il processo educativo in età evolutiva; la conoscenza del valore preventivo delle attività motorie, la denominazione e le caratteristiche degli attrezzi da utilizzare nei diversi contesti.

 

Breve descrizione del corso

L'insegnamento di Teoria e metodologia del movimento umano nel corso di studio triennale L/22 comprende lo studio del movimento umano nelle diverse interpretazioni e secondo i diversi approcci scientifici, psicopedagogici e metodologici in modo particolare. I contenuti prevedono l'analisi delle finalità del movimento umano e delle attività motorie, svolte nei diversi contesti (scuola, sport, tempo libero) per la crescita della persona (approccio psicopedagogico), i processi di apprendimento motorio connessi all'insegnamento nelle diverse età, l'analisi dei fattori della prestazione motoria (percettive, coordinative e condizionali), dalle basi teoriche a quelle metodologiche. L'insegnamento inquadra le attività motorie per la promozione della salute secondo le recenti linee guida dell'OMS e i principali network internazionali (I.S.P.A.H.; F.I.E.P.; I.C.S.S.P.E., A.I.E.S.E.P.). L'insegnamento struttura e propone i contenuti teorico-pratici per gli altri insegnamenti nei settori scientifico-disciplinari relativi ai Metodi ed alle Didattiche delle attività motorie e sportive (M-EDF/01 ed M-EDF/02).

 

Obiettivi formativi

- Analizzare le finalità del movimento e delle attività motorie dell’uomo

- Acquisire la terminologia relativa all’educazione fisica ed alle attività motorie

- Classificare il movimento umano

- Analizzare il campo semantico relativo alle attività motorie; Conoscere ed utilizzare la terminologia

- Distinguere i fattori della prestazione motoria (definizioni, classificazioni, fattori limitanti, relazioni tra le capacità motorie)

- Analizzare le modalità di apprendimento

- Analizzare il processo di apprendimento motorio

 

Lo studente dovrà dimostrare i seguenti risultati di apprendimento:

  • Utilizzare la terminologia specifica;
  • Definire la Physical Literacy (alfabetizzazione motoria);
  • Saper classificare le diverse tipologie del movimento umano;
  • Analizzare le fasi della realizzazione del movimento; distinguere i processi mentali coinvolti nell'esecuzione motoria
  • Analizzare e distinguere le fasi del processo di apprendimento motorio e conoscere i fattori della prestazione motoria;
  • Definire e Classificare le capacità motorie;
  • Riconoscere e distinguere i fattori della prestazione motoria (Basi teoriche, Classificazione, Fattori limitanti, Evoluzione e Fasi sensibili; Metodi per lo sviluppo)

 

Metodi didattici

Lezioni teoriche frontali; laboratorio didattico in sottogruppi.

Modalità d’esame

Esame orale sui contenuti teorici e pratici proposti

 

Testi di riferimento

  • Casolo, F. (2020). L'uomo e il movimento. Lineamenti di teoria e metodologia del movimento umano. Milano: Vita e Pensiero.
  • Bortoli L., Robazza C., (2016). L’apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto ed integrazione. SDS – Rivista di cultura sportiva, 109,24-34. (Articolo)
  •  Colella, D. (2016). Stili di insegnamento, apprendimento motorio e processo educativo, Formazione e Insegnamento, XIV,1,25-34. (articolo).
  • Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. 
  • Casolo, F. (2020). L’uomo e il movimento. Lineamenti di teoria e metodologia del movimento umano, Milano: Vita e Pensiero
  • Bortoli L., Robazza C., (2016). L’apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto ed integrazione. SDS – Rivista di cultura sportiva, 109,24-34. (Articolo)
  • Colella, D. (2016). Stili di insegnamento, apprendimento motorio e processo educativo, Formazione e Insegnamento, XIV,1,25-34. (articolo).
  • Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42.
TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO (M-EDF/01)
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELL' ATTIVITA' MOTORIA I

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 68.0

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 06/03/2023 al 09/06/2023)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali, il controllo motorio a circuito chiuso ed aperto).Ulteriori pre-conoscenze essenziali riguardano: i rapporti tra abilità e capacità motorie; le capacità motorie, definizioni, basi teoriche; classificazioni, fattori limitanti, fasi sensibili e differenze di genere; metodi per lo sviluppo.

L'insegnamento di teoria tecnica e didattica delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e  neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socio-culturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali, con particolare riferimento ai processi d'insegnamento-apprendimento, al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio la progettazione di un intervento didattico (6-18 anni), la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi  del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività, continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pause attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento

Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva;

  • Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva
  • Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie
  • Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti
  • Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi
  • Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo
  • Distinguere ed applicare i metodi (Eurofit, Alpha test, ecc., ecc.) e le prove di valutazione motorie per l’età evolutiva

Insegnamento teorico in aula; Attività pratiche in palestra sulla presentazione ed analisi del compito motorio, sugli effetti specifici e trasversali del compito motorio; Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di brevi report e presentazione.

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

Prerequisiti

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali, il controllo motorio a circuito chiuso ed aperto).Ulteriori pre-conoscenze essenziali riguardano: i rapporti tra abilità e capacità motorie; le capacità motorie, definizioni, basi teoriche; classificazioni, fattori limitanti, fasi sensibili e differenze di genere; metodi per lo sviluppo.

 

Breve descrizione del corso

L'insegnamento di teoria tecnica e didattica delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socio-culturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali, con particolare riferimento ai processi d'insegnamento-apprendimento, al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio la progettazione di un intervento didattico (6-18 anni), la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività, continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pause attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento.

Obiettivi Formativi

Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva;

  • Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva
  • Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie
  • Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti
  • Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi
  • Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo
  • Distinguere ed applicare i metodi (Eurofit, Alpha test, ecc., ecc.) e le prove di valutazione motorie per l’età evolutiva

Metodi didattici

Insegnamento teorico in aula; Attività pratiche in palestra sulla presentazione ed analisi del compito motorio, sugli effetti specifici e trasversali del compito motorio; Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di brevi report e presentazione.

 

Modalità di svolgimento dell’esame

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

Testi di riferimento

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci; pp.25-44; 70-93; 94-111; 141-161; 178-201205-230; 231-259.

Casolo, F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. (open access).

AA.Vv. (a cura di Pesce C., Marchetti R., Motta A., Bellucci M). (2015). Joy of moving, Torgiano: Calzetti Mariucci.

AA.VV (a cura di D. Colella). (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Brai: Progedit, pp: 21-45; 159-171

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci; pp.25-44; 70-93; 94-111; 141-161; 178-201205-230; 231-259.

Casolo, F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. (open access).

AA.Vv. (a cura di Pesce C., Marchetti R., Motta A., Bellucci M). (2015). Joy of moving, Torgiano: Calzetti Mariucci.

AA.VV (a cura di D. Colella). (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Brai: Progedit, pp: 21-45; 159-171

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELL' ATTIVITA' MOTORIA I (M-EDF/01)
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELLE ATTIVITA' MOTORIE PER L'ETA' EVOLUTIVA

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 5.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 44.0

Per immatricolati nel 2022/2023

Anno accademico di erogazione 2022/2023

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 06/03/2023 al 09/06/2023)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica  (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali, il controllo motorio a circuito chiuso ed aperto).Ulteriori pre-conoscenze essenziali riguardano: i rapporti tra abilità e capacità motorie; le capacità motorie, definizioni, basi teoriche; classificazioni, fattori limitanti, fasi sensibili e differenze di genere; metodi per lo sviluppo

L'insegnamento di teoria tecnica e didattica delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socio-culturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali, con particolare riferimento ai processi d'insegnamento-apprendimento, al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio la progettazione di un intervento didattico (6-18 anni), la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività, continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pause attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento.

Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva;

  • Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva
  • Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie
  • Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti
  • Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi
  • Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo
  • Distinguere ed applicare i metodi (Eurofit, Alpha test, ecc., ecc.) e le prove di valutazione motorie per l’età evolutiva

Insegnamento teorico in aula; Attività pratiche in palestra sulla presentazione ed analisi del compito motorio, sugli effetti specifici e trasversali del compito motorio; Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di brevi report e presentazione.

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

Si raccomanda fortemente la frequenza alle lezioni pratiche.

Prerequisiti

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali, il controllo motorio a circuito chiuso ed aperto).Ulteriori pre-conoscenze essenziali riguardano: i rapporti tra abilità e capacità motorie; le capacità motorie, definizioni, basi teoriche; classificazioni, fattori limitanti, fasi sensibili e differenze di genere; metodi per lo sviluppo.

 

Breve descrizione del corso

L'insegnamento di teoria tecnica e didattica delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socio-culturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali, con particolare riferimento ai processi d'insegnamento-apprendimento, al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio la progettazione di un intervento didattico (6-18 anni), la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività, continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pause attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento.

Obiettivi Formativi

Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva;

  • Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva
  • Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie
  • Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti
  • Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi
  • Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo
  • Distinguere ed applicare i metodi (Eurofit, Alpha test, ecc., ecc.) e le prove di valutazione motorie per l’età evolutiva

Metodi didattici

Insegnamento teorico in aula; Attività pratiche in palestra sulla presentazione ed analisi del compito motorio, sugli effetti specifici e trasversali del compito motorio; Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di brevi report e presentazione.

 

Modalità di svolgimento dell’esame

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

Testi di riferimento

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci; pp.25-44; 70-93; 94-111; 141-161; 178-201205-230; 231-259.

Casolo, F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. (open access).

AA.Vv. (a cura di Pesce C., Marchetti R., Motta A., Bellucci M). (2015). Joy of moving, Torgiano: Calzetti Mariucci.

AA.VV (a cura di D. Colella). (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Brai: Progedit, pp: 21-45; 159-171

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci; pp.25-44; 70-93; 94-111; 141-161; 178-201205-230; 231-259.

Casolo, F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. (open access).

AA.Vv. (a cura di Pesce C., Marchetti R., Motta A., Bellucci M). (2015). Joy of moving, Torgiano: Calzetti Mariucci.

AA.VV (a cura di D. Colella). (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Brai: Progedit, pp: 21-45; 159-171

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELLE ATTIVITA' MOTORIE PER L'ETA' EVOLUTIVA (M-EDF/01)
Metodi e didattiche delle attività motorie

Corso di laurea SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale a Ciclo Unico

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Anno di corso 4

Semestre Secondo Semestre (dal 07/03/2022 al 06/06/2022)

Lingua ITALIANO

Percorso GENERALE (000)

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali.  

L'insegnamento di  Metodi e didattiche delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e neuro-scientifico; il
ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socioculturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali. Particolare attenzione sarà rivolta ai processi d'insegnamento-apprendimento ed al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio, il Gioco del bambino: i fattori metodologici caratterizzanti; la progettazione di un intervento didattico nella scuola primaria secondo le Indicazioni Nazionali, la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi del compito
motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività,continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pauese attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento.

- Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva-infantile;

- Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva

- Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie

- Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti

- Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi

- Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo

- Distinguere ed applicare i metodi e le prove di valutazione
delle abilità e delle capacità motorie per la fascia di età 6-10 anni.

Insegnamento teorico in aula;  Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di
brevi report e presentazione; Laboratorio per la stesura di unità di apprendimento.

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità
organizzative.

L'insegnamento di Metodi e didattiche delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socioculturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali. Particolare attenzione sarà rivolta ai processi d'insegnamento-apprendimento ed al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio, il Gioco del bambino: i fattori metodologici caratterizzanti; la progettazione di un intervento didattico nella scuola primaria secondo le Indicazioni Nazionali, la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività,continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pauese attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento

Prerequisiti. Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali.

Obiettivi formativi. - Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva-infantile; - Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva - Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie - Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti - Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi - Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo - Distinguere ed applicare i metodi e le prove di valutazione delle abilità e delle capacità motorie per la fascia di età 6-10 anni.

Metodi Didattici.  - Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva-infantile; - Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva - Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie - Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti - Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi - Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo - Distinguere ed applicare i metodi e le prove di valutazione delle abilità e delle capacità motorie per la fascia di età 6-10 anni.

Modalità di esame. Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

Tesi di riferimento. AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci Casolo, F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè.

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci

Casolo, F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Metodi e didattiche delle attività motorie (M-EDF/01)
SCIENZE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE PREVENTIVE E ADATTATE

Corso di laurea SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 72.0

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 07/03/2022 al 10/06/2022)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO (999)

Sede Lecce

Le conoscenze e le abilità previste per tale insegnamento riguardano: il processo di alfabetizzazione motoria; le finalità dell’educazione fisica e dello sport per la crescita della persona;  l'attività fisica e sportiva adattata; l'ICF (struttura e finalità); l'adattamento motorio ed i relativi parametri; le tappe dell'apprendimento e dello sviluppo motorio; il valore preventivo delle attività motorie e sportive nelle diverse età; gli stili e le strategie d'insegnamento.

Le tematiche inerenti la promozione della salute, l’insegnamento apprendimento di competenze motorie, l’analisi del compito motorio e la didattica non-lineare, la didattica delle attività motorie e sportive adattate, la valutazione motoria normativa e criteriale, costituiscono il filo conduttore dell'insegnamento.

I contenuti essenziali ed irrinunciabili dell'insegnamento partono dalla presentazione dei modelli per la promozione della salute nelle popolazioni, dal processo di alfabetizzazione motoria e dall'analisi delle finalità dell’educazione fisica e dello sport per la crescita della persona, analizzando l'approccio metodologico inerente l’attività fisica e sportiva adattata, l'adattamento del compito motorio ed i relativi parametri.

In particolare, i contenuti dell'insegnamento comprendono i seguenti temi: linee guida internazionali per la promozione della salute attraverso l'attività fisica, i metodi per la valutazione dei livelli di attività fisica; la prescrizione della salute ed i rapporti dose-riposta; la metodologia dell'apprendimento motorio; l'analisi strutturale e funzionale della competenza motoria, gli stili e le strategie d'insegnamento; il modello TARGET; il modello della Didattica non-lineare ed i modelli organizzativi di scuola attiva (estensione, espansione, sviluppo dell'educazione fisica e delle attività motorie curriculari); l'analisi dei modelli e dei metodi di valutazione motoria (modello parametrico e non-parametrico); la valutazione posturale in relazione alla prevenzione, la cura e l'apprendimento motorio; lo studio del contributo delle tecnologie per la didattica delle attività motorie nei diversi contesti; la struttura organizzativa e le finalità del CIP - Comitato italiano paralimpico. L'insegnamento prevede lo svolgimento di attività teorico-pratiche modulari in cui saranno presentate ed analizzate le discipline sportive adattate.

Contenuti:

- La promozione dell’attività fisica; Le linee guida (WHO 2020; CDC,2019; Min salute, 2019)

- I metodi e gli strumenti per valutare i livelli di attività fisica in età evolutiva;

- Gli obiettivi del processo formativo per le diverse età e bisogni: prestazione, salute e benessere, apprendimento motorio.

- Metodologie dell’apprendimento motorio; Il processo di apprendimento-insegnamento delle competenze motorie

- L'adattamento e l'analisi del compito motorio e le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti:

- Multilateralità, apprendimento motorio e competenze motorie

- Metodi di valutazione motoria

Gli obiettivi dell'insegnamento sono i seguenti:

  • Individuare ed analizzare le strategie per la promozione degli stili di vita fisicamente attivi finalizzati al processo educativo ed alla prevenzione delle patologie nelle comunità; con particolare riferimento a contesti diversi: famiglia, scuola, sport, distretto-quartiere (rete HEPA - EU);
  • Presentare il modello ecologico di Bronfenbrenner per la pratica di attività fisiche health-oriented;
  • Analizzare le Linee guida per la promozione dell’attività fisica in età infantile e giovanile, adulta ed anziana; popolazioni speciali
  • Analizzare le metodologie per la valutazione dei livelli di attività fisica (self-report, oggettivi);
  • Individuare gli obiettivi del processo formativo per le diverse età e bisogni: prestazione, salute e benessere, apprendimento motorio;
  • Definire, progettare, condurre e valutare la Physical Literacy: come Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’apprendimento di abilità motorie e lo sviluppo delle capacità motorie
  • Distinguere le Metodologie dell’apprendimento motorio;
  • Analizzare il processo di apprendimento-insegnamento delle competenze motorie (alfabetizzazione motoria attraverso il gioco, l’espressività corporea e drammatizzazione; l’avviamento allo sport);
  • Presentare la struttura organizzativa del CIP- comitato italiano paralimpico;
  • Presentare ed analizzare diverse discipline sportive paralimpiche;
  • Redigere un piano didattico di attività motorie preventive e adattate e presentarlo praticamente
  • Redigere un piano didattico di attività sportive adattate e presentarlo praticamente.
  • Individuare e distinguere i contributi delle tecnologie per il  processo didattico e di inclusione attraverso l'attività fisica e lo sport

Lezioni teoriche in aula; lezioni ed esercitazioni pratiche in palestra o altro ambiente attrezzato; laboratorio per l'apprendimento e la stesura di percorsi didattici; flipped classroom

Esame orale sui contenuti teorici e pratici svolti; Presentazione di un piano didattico relativo alle attività motorie  e sportive adattate

21 giugno 2022 ore 9; 12 luglio 2022

Prerequisiti

Le conoscenze e le abilità previste per tale insegnamento riguardano: il processo di alfabetizzazione motoria; le finalità dell’educazione fisica e dello sport per la crescita della persona; l'attività fisica e sportiva adattata; l'ICF (struttura e finalità); l'adattamento motorio ed i relativi parametri; le tappe dell'apprendimento e dello sviluppo motorio; il valore preventivo delle attività motorie e sportive nelle diverse età; gli stili e le strategie d'insegnamento.

Breve descrizione del corso

Le tematiche inerenti la promozione della salute, l’insegnamento apprendimento di competenze motorie, l’analisi del compito motorio e la didattica non-lineare, la didattica delle attività motorie e sportive adattate, la valutazione motoria normativa e criteriale, costituiscono il filo conduttore dell'insegnamento.

I contenuti essenziali ed irrinunciabili dell'insegnamento partono dalla presentazione dei modelli per la promozione della salute nelle popolazioni, dal processo di alfabetizzazione motoria e dall'analisi delle finalità dell’educazione fisica e dello sport per la crescita della persona, analizzando l'approccio metodologico inerente all’attività fisica e sportiva adattata, l'adattamento del compito motorio ed i relativi parametri.

In particolare, i contenuti dell'insegnamento comprendono i seguenti temi: linee guida internazionali per la promozione della salute attraverso l'attività fisica, i metodi per la valutazione dei livelli di attività fisica; la prescrizione della salute ed i rapporti dose-riposta; la metodologia dell'apprendimento motorio; l'analisi strutturale e funzionale della competenza motoria, gli stili e le strategie d'insegnamento; il modello TARGET; il modello della Didattica non-lineare ed i modelli organizzativi di scuola attiva (estensione, espansione, sviluppo dell'educazione fisica e delle attività motorie curriculari); l'analisi dei modelli e dei metodi di valutazione motoria (modello parametrico e non-parametrico); la valutazione posturale in relazione alla prevenzione, la cura e l'apprendimento motorio; lo studio del contributo delle tecnologie per la didattica delle attività motorie nei diversi contesti; la struttura organizzativa e le finalità del CIP - Comitato italiano paralimpico. L'insegnamento prevede lo svolgimento di attività teorico-pratiche modulari in cui saranno presentate ed analizzate le discipline sportive adattate.

Contenuti:

- La promozione dell’attività fisica; Le linee guida (WHO 2020; CDC,2019; Min salute, 2019)

- I metodi e gli strumenti per valutare i livelli di attività fisica in età evolutiva;

- Gli obiettivi del processo formativo per le diverse età e bisogni: prestazione, salute e benessere, apprendimento motorio.

- Metodologie dell’apprendimento motorio; Il processo di apprendimento-insegnamento delle competenze motorie

- L'adattamento e l'analisi del compito motorio e le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti:

- Multilateralità, apprendimento motorio e competenze motorie

- Metodi di valutazione motoria

Gli obiettivi dell'insegnamento sono i seguenti:

  • Individuare ed analizzare le strategie per la promozione degli stili di vita fisicamente attivi finalizzati al processo educativo ed alla prevenzione delle patologie nelle comunità; con particolare riferimento a contesti diversi: famiglia, scuola, sport, distretto-quartiere (rete HEPA - EU);
  • Presentare il modello ecologico di Brofenbrenner per la pratica di attività fisiche health-oriented;
  • Analizzare le Linee guida per la promozione dell’attività fisica in età infantile e giovanile, adulta ed anziana; popolazioni speciali
  • Analizzare le metodologie per la valutazione dei livelli di attività fisica (self-report, oggettivi);
  • Individuare gli obiettivi del processo formativo per le diverse età e bisogni: prestazione, salute e benessere, apprendimento motorio;
  • Definire, progettare, condurre e valutare la Physical Literacy: come Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’apprendimento di abilità motorie e lo sviluppo delle capacità motorie
  • Distinguere le Metodologie dell’apprendimento motorio;
  • Analizzare il processo di apprendimento-insegnamento delle competenze motorie (alfabetizzazione motoria attraverso il gioco, l’espressività corporea e drammatizzazione; l’avviamento allo sport);
  • Presentare la struttura organizzativa del CIP- comitato italiano paralimpico;
  • Presentare ed analizzare diverse discipline sportive paralimpiche;
  • Redigere un piano didattico di attività motorie preventive e adattate e presentarlo praticamente
  • Redigere un piano didattico di attività sportive adattate e presentarlo praticamente.
  • Individuare e distinguere i contributi delle tecnologie per il processo didattico e di inclusione attraverso l'attività fisica e lo sport

Metodi

Lezioni teoriche in aula; lezioni ed esercitazioni pratiche in palestra o altro ambiente attrezzato; laboratorio per l'apprendimento e la stesura di percorsi didattici; flipped classroom

Modalità di esame

Esame orale sui contenuti teorici e pratici svolti; Presentazione di un piano didattico relativo alle attività motorie e sportive adattate

 

Testi di riferimento

Schmidt R.A., Wrisberg C.A., Apprendimento motorio e prestazione, Società Stampa sportiva, Roma, 2000.; oppure: Schmidt R., Lee, T.D. (2011). Controllo motorio e apprendimento. Calzetti Mariucci, tr.it

Marin (a cura di) (2021). Attività motoria adattata. Togiano (Perugia): Calzetti-Mariucci. Durante le lezioni saranno indicati i capitoli oggetto di apprendimento.

Bortoli L., Robazza C., (2016). L’apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto ed integrazione. SDS – Rivista di cultura sportiva, 109,24-34 (articolo)

Colella, D. Morano, L., Bortoli, L. (2007). Metodi di valutazione dei livelli di attività fisica, SdS, 73.

Casolo, G. & Frattini G. (2021) Educazione motoria Percorsi ludici di apprendimento. Brescia: Scholè.

Colella, D. Il progetto SBAM! in Puglia: il monitoraggio dello sviluppo motorio e dei fattori correlati, in Colella, D (Cur) Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva, Bari: Progedit, 2018; pp.60-102.

Norton K. et al. (2010) Position statement on physical activity and exercise intensity terminology, Journal of Science and Medicine in Sport, 13, 496-502.

von Coppenolle H. (Ed.) ADAPT Programma Europeo di Attività Fisica Adattata.

 

Appelli d’esame: 21 giugno 2022 ore 9; 12 luglio 2022

Schmidt R.A., Wrisberg C.A., Apprendimento motorio e prestazione, Società Stampa sportiva, Roma, 2000.; oppure: Schmidt R., Lee, T.D. (2011). Controllo motorio e apprendimento. Calzetti Mariucci, tr.it

Marin (a cura di) (2021). Attività motoria adattata. Togiano (Perugia): Calzetti-Mariucci. Durante le lezioni saranno indicati i capitoli oggetto di apprendimento.

Bortoli L., Robazza C., (2016). L’apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto ed integrazione. SDS – Rivista di cultura sportiva, 109,24-34 (articolo)

Colella, D. Morano, L., Bortoli, L. (2007). Metodi di valutazione dei livelli di attività fisica, SdS, 73.

Casolo, G. & Frattini G. (2021) Educazione motoria Percorsi ludici di apprendimento. Brescia: Scholè.

Colella, D. Il progetto SBAM! in Puglia: il monitoraggio dello sviluppo motorio e dei fattori correlati, in Colella, D (Cur) Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva, Bari: Progedit, 2018; pp.60-102.

Norton K. et al. (2010) Position statement on physical activity and exercise intensity terminology, Journal of Science and Medicine in Sport, 13, 496-502.

von Coppenolle H. (Ed.) ADAPT Programma Europeo di Attività Fisica Adattata.

Metodi della valutazione motoria:
a) Colella, D. & Monacis, D. (2019). La Valutazione delle abilità motorie con il protocollo MOBAK. BMC EU – Basic Motor Competencies in Europe. Implicazioni metodologiche per la formazione degli insegnanti. Sport & Medicina, 4, ottobre-dicembre, 18-36.
b) Cooper Institute (Meredith, M. D., & Welk, G. J. (eds.) (2004). Fitnessgram/Activitygram: Test Administration Manual (3rd. ed). Champaign, IL: Human Kinetics. https://www.youtube.com/results?search_query=fitnessgram
c) Council of Europe, Committee for the Development of Sport. (1988). Handbook for the EUROFIT tests of physical fitness. Rome (1993): Edigraf editoriale grafica. https://www.youtube.com/results?search_query=eurofit+test+battery; https://www.youtube.com/watch?v=pkEZn9ENDbM
d) Kolimechkov, S. (2017). Physical fitness assessment in children and adolescent: a systematic review. European Journal of Physical Education and Sport Science, 3, 4, 65-79.
e) Skowronski Waldemar (2010).  Eurofit Special : test di efficienza fisica per persone con ritardo mentale : istruzioni per la somministrazione dei test. Schede delle prove. Risultati in percentili riferiti al sesso, all'etá e al grado di disabilità / Waldemar Skowronski ; Academia di Educazione Fisica "Józef Piłsudski" di Varsavia ; a cura di Rosa Anna Rosa.

SCIENZE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE PREVENTIVE E ADATTATE (M-EDF/01)
TEORIA E METODOLOGIA DELL'ALLENAMENTO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/02

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 5.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 42.0

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 07/03/2022 al 10/06/2022)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Effetti dell'esercizio fisico per la promozione della qualità della vita; definizione di sport; classificazione delle discipline sportive

Temi essenziali: Definizioni di allenamento e insegnamento generale e sportivo. Basi scientifiche dell’allenamento. L’organizzazione dell’allenamento: programmazione, suddivisione e struttura dell’allenamento. Carico, mezzi e metodi per l’allenamento. Capacità condizionali, coordinative ed elastiche. Definizioni, tecniche e metodi di allenamento delle capacità motorie: Forza, Resistenza, Velocità e Rapidità, Flessibilità. Adattamenti relativi all’età. Le capacità coordinative. Allenamento tecnico e tattico. I principi dell’Allenamento. La preparazione sportiva dei giovani, adulti e anziani: adattamenti.

L’insegnamento si propone di far conoscere le componenti della prestazione motoria ai fini dell’allenamento alla pratica sportiva. Far conoscere i fondamenti scientifici delle tecniche di allenamento e di valutazione motoria al fine di programmare interventi utilizzando mezzi e metodi adeguati alle popolazioni considerate

Lezioni teoriche frontali. Lezioni pratiche laboratoriali

Generalmente l’esame orale verte su una parte richiesta dalla commissione ed una parte a scelta del candidato.

F. Fischetti, Allenare: principi metodologici per l’allenamento, WIP Edizioni, 2016

L’Allenamento Ottimale – Weineck(2016)

McArdle - Katch – Katch, Fisiologia dell’esercizio, Piccin, 2019

per approfondimenti:

Giunto A., 2016, La valutazione in ambito motorio e sportivo, WIP Edizioni, Bari

Giunto A., F. Fischetti, 2017, Allenare: adattamenti, valutazione, programmazione, WIP Edizioni, Bari Liebenson C., 2017, Manuale multidisciplinare per l’allenamento funzionale, Calzetti e Mariucci, Perugia Weineck, L’allenamento ottimale, Calzetti e Mariucci, 2016

Kraemer  W.J.,     Fleck  S.J.,  Deschenes  M.R.,  2018,  Fisiologia  dell'esercizio  fisico,  Calzetti  e Mariucci, Perugia.

TEORIA E METODOLOGIA DELL'ALLENAMENTO (M-EDF/02)
TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 5.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 42.0

Per immatricolati nel 2021/2022

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 07/03/2022 al 10/06/2022)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

I prerequisiti previsti per tale insegnamento riguardano la conoscenza delle finalità delle attività motorie per la promozione della salute ed il contributo dell'educazione fisica e dello sport per promuovere il processo educativo in età evolutiva; la conoscenza del valore preventivo delle attività motorie, la denominazione e le caratteristiche degli attrezzi da utilizzare nei diversi contesti.

L'insegnamento di Teoria e metodologia del movimento umano nel corso di studio triennale L/22 riguarda lo studio del movimento umano secondo i diversi approcci scientifici, con particolare riferimento a quelli psicopedagogici e metodologici. I contenuti prevedono l'analisi delle finalità del movimento umano e delle attività motorie, svolte nei diversi contesti (scuola, sport, tempo libero) per la crescita della persona (approccio psicopedagogico), la classificazione del movimento umano; le modalità di apprendimento della Persona; i processi di apprendimento motorio connessi all'insegnamento nelle diverse età, l'analisi dei fattori della prestazione motoria (percettive, coordinative e condizionali) dalle basi teoriche a quelle metodologiche . L'insegnamento inquadra le attività motorie per la promozione della salute secondo le recenti linee guida dell'OMS e i principali network internazionali (I.S.P.A.H.; F.I.E.P.; I.C.S.S.P.E., A.I.E.S.E.P.). L'insegnamento struttura e predispone le metodologie ed i contenuti teorico-pratici per gli altri insegnamenti nei settori scientifico-disciplinari relativi ai Metodi ed alle Didattiche delle attività motorie e sportive (M-EDF/01 ed M-EDF/02). 

- Analizzare le finalità del movimento e delle attività motorie dell’uomo
- Acquisire la terminologia relativa all’educazione fisica ed alle attività motorie
- Classificare il movimento umano
- Analizzare il campo semantico relativo alle attività motorie; Conoscere ed utilizzare la terminologia
- Distinguere i fattori della prestazione motoria (definizioni, classificazioni, fattori limitanti, relazioni tra le capacità motorie)
- Analizzare le modalità di apprendimento

- Analizzare il processo di apprendimento motorio

Lo studente dovrà dimostrare i seguenti risultati di apprendimento:

  • Utilizzare la terminologia specifica;
  • Definire la Physical Literacy (alfabetizzazione motoria);
  • Saper classificare le diverse tipologie del movimento umano;
  • Analizzare le fasi della realizzazione del movimento; distinguere i processi mentali coinvolti nell'esecuzione motoria
  • Analizzare e distinguere le fasi del processo di apprendimento motorio e conoscere i fattori della prestazione motoria;
  • Definire e Classificare le capacità motorie;
  • Riconoscere e distinguere i fattori della prestazione motoria (Basi teoriche, Classificazione, Fattori limitanti, Evoluzione e Fasi sensibili; Metodi per lo sviluppo)

Lezioni teoriche frontali; laboratorio didattico in sottogruppi.

Esame orale sui contenuti teorici e pratici proposti

15 giugno ore 9; 6 luglio ore 9

Prerequisiti

I prerequisiti previsti per tale insegnamento riguardano la conoscenza delle finalità delle attività motorie per la promozione della salute ed il contributo dell'educazione fisica e dello sport per promuovere il processo educativo in età evolutiva; la conoscenza del valore preventivo delle attività motorie, la denominazione e le caratteristiche degli attrezzi da utilizzare nei diversi contesti.

 

Breve descrizione del corso

L'insegnamento di Teoria e metodologia del movimento umano nel corso di studio triennale L/22 comprende lo studio del movimento umano nelle diverse interpretazioni e secondo i diversi approcci scientifici, psicopedagogici e metodologici in modo particolare. I contenuti prevedono l'analisi delle finalità del movimento umano e delle attività motorie, svolte nei diversi contesti (scuola, sport, tempo libero) per la crescita della persona (approccio psicopedagogico), i processi di apprendimento motorio connessi all'insegnamento nelle diverse età, l'analisi dei fattori della prestazione motoria (percettive, coordinative e condizionali), dalle basi teoriche a quelle metodologiche. L'insegnamento inquadra le attività motorie per la promozione della salute secondo le recenti linee guida dell'OMS e i principali network internazionali (I.S.P.A.H.; F.I.E.P.; I.C.S.S.P.E., A.I.E.S.E.P.). L'insegnamento struttura e propone i contenuti teorico-pratici per gli altri insegnamenti nei settori scientifico-disciplinari relativi ai Metodi ed alle Didattiche delle attività motorie e sportive (M-EDF/01 ed M-EDF/02).

 

Obiettivi formativi

- Analizzare le finalità del movimento e delle attività motorie dell’uomo

- Acquisire la terminologia relativa all’educazione fisica ed alle attività motorie

- Classificare il movimento umano

- Analizzare il campo semantico relativo alle attività motorie; Conoscere ed utilizzare la terminologia

- Distinguere i fattori della prestazione motoria (definizioni, classificazioni, fattori limitanti, relazioni tra le capacità motorie)

- Analizzare le modalità di apprendimento

- Analizzare il processo di apprendimento motorio

 

Lo studente dovrà dimostrare i seguenti risultati di apprendimento:

  • Utilizzare la terminologia specifica;
  • Definire la Physical Literacy (alfabetizzazione motoria);
  • Saper classificare le diverse tipologie del movimento umano;
  • Analizzare le fasi della realizzazione del movimento; distinguere i processi mentali coinvolti nell'esecuzione motoria
  • Analizzare e distinguere le fasi del processo di apprendimento motorio e conoscere i fattori della prestazione motoria;
  • Definire e Classificare le capacità motorie;
  • Riconoscere e distinguere i fattori della prestazione motoria (Basi teoriche, Classificazione, Fattori limitanti, Evoluzione e Fasi sensibili; Metodi per lo sviluppo)

 

Metodi didattici

Lezioni teoriche frontali; laboratorio didattico in sottogruppi.

Modalità d’esame

Esame orale sui contenuti teorici e pratici proposti

Appelli d’esame

15 giugno 2022 ore 9; 6 luglio 2022 ore 9

Testi di riferimento

  • Bortoli L., Robazza C., (2016). L’apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto ed integrazione. SDS – Rivista di cultura sportiva, 109,24-34. (Articolo)
    - Colella, D. (2016). Stili di insegnamento, apprendimento motorio e processo educativo, Formazione e Insegnamento, XIV,1,25-34. (articolo).
  • Vicini, M. Istituzioni di Scienze Motorie, Studium, Roma 2017 (parte seconda: pp 131-200)
  • Schmidt R.A., Wrisberg C.A., Apprendimento motorio e prestazione, Società Stampa sportiva, Roma, 2000 (capitoli: 1,2,3,4,5,6) (o edizione del 2012).

- Bortoli L., Robazza C., (2016). L’apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto ed integrazione. SDS – Rivista di cultura sportiva, 109,24-34. (Articolo)
- Colella, D. (2016). Stili di insegnamento, apprendimento motorio e processo educativo, Formazione e Insegnamento, XIV,1,25-34. (articolo).

- Vicini, M. Istituzioni di Scienze Motorie, Studium, Roma 2017 (parte seconda: pp 131-200)
- Schmidt R.A., Wrisberg C.A., Apprendimento motorio e prestazione, Società Stampa sportiva, Roma, 2000 (capitoli: 1,2,3,4,5,6) (oppure: Schmidt, R.A. & Lee, T.D (2011). Controllo motorio e apprendimento; Torgiano: Calzetti Mariucci; in particolare e seguenti pp: 3-46; 67-116; 117-124; 163-171; 187-216; 233-259; 323-362; 363-389; 401-425; 487-514; 535-573; 575-600.

- Scaramucci & Vinciguerra, Dizionario delle Scienze motorie e dell’educazione fisica o altro testo sulla Tecnica generale dell'educazione fisica

TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO (M-EDF/01)
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELL' ATTIVITA' MOTORIA I

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 8.0

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 64.0

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno accademico di erogazione 2021/2022

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 04/10/2021 al 21/01/2022)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica  (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali, il controllo motorio a circuito chiuso ed aperto).Ulteriori pre-conoscenze essenziali riguardano: i rapporti tra abilità e capacità motorie; le capacità motorie, definizioni, basi teoriche; classificazioni, fattori limitanti, fasi sensibili e differenze di genere; metodi per lo sviluppo.

L'insegnamento di teoria tecnica e didattica delle attività motorie I (età evolutiva) riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e  neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socio-culturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali, con particolare riferimento ai processi d'insegnamento-apprendimento delle competenze motorie, al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio, la Physical Literacy; La motricità espressiva ed i linguaggi non verbali; il Gioco del bambino: i fattori metodologici caratterizzanti; la progettazione di un intervento didattico (6-18 anni), la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi  del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività, continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pauese attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento.

 

 

 

 

Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva;

  • Analizzare gli ambiti delle attività motori rivolte all'età evolutiva: physical literacy attraverso la motricità espressiva; il gioco, il gioco-sport;
  • Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva
  • Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie
  • Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti
  • Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi
  • Riconoscere i modelli dela valutazione, non comparativo e comparativo
  • Distinguere ed applicare i metodi (Eurofit, Alpha test, ecc., ecc.) e le prove di valutazione motorie per l’età evolutiva

Insegnamento teorico in aula; Attività pratiche in palestra sulla presentazione ed analisi del compito motorio, sugli effetti specifici e trasversali del compito motorio; Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di brevi report e presentazione.

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

31.1.2022 ore 9,30; 14.2.2022; 24.2.2022; 

22.6.2022 ore 9,30

12.7.2022 ore 9,30

26.7.2022 ore 9,30

Prerequisiti

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali, il controllo motorio a circuito chiuso ed aperto).Ulteriori pre-conoscenze essenziali riguardano: i rapporti tra abilità e capacità motorie; le capacità motorie, definizioni, basi teoriche; classificazioni, fattori limitanti, fasi sensibili e differenze di genere; metodi per lo sviluppo.

 

Breve descrizione del corso

L'insegnamento di teoria tecnica e didattica delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socio-culturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali, con particolare riferimento ai processi d'insegnamento-apprendimento, al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio; il Gioco del bambino: i fattori  metodologici caratterizzanti; la progettazione di un intervento didattico (6-18 anni), la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività, continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pauese attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento.

Obiettivi Formativi

Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva;

  • Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva
  • Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie
  • Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti
  • Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi
  • Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo
  • Distinguere ed applicare i metodi (Eurofit, Alpha test, ecc., ecc.) e le prove di valutazione motorie per l’età evolutiva

Metodi didattici

Insegnamento teorico in aula; Attività pratiche in palestra sulla presentazione ed analisi del compito motorio, sugli effetti specifici e trasversali del compito motorio; Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di brevi report e presentazione.

 

Modalità di svolgimento dell’esame

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

Testi di riferimento

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci; pp.25-44; 70-93; 94-111; 141-161; 178-201205-230; 231-259.

Casolo, F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. (open access).

AA.Vv. (a cura di Pesce C., Marchetti R., Motta A., Bellucci M). (2015). Joy of moving, Torgiano: Calzetti Mariucci.

AA.VV (a cura di D. Colella). (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Brai: Progedit, pp: 21-45; 159-171.

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci; pp.25-44; 70-93; 94-111; 141-161; 178-201205-230; 231-259.

Bortoli L., Robazza C., (2016). L’apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto ed integrazione. SDS – Rivista di cultura sportiva, 109,24-34.,

Casolo F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. (open access).

AA.Vv. (a cura di Pesce C., Marchetti R., Motta A., Bellucci M). (2015). Joy of moving, Torgiano: Calzetti Mariucci.

AA.VV (a cura di D. Colella). (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Bari: Progedit, pp: 21-45; 159-171

Scaramucci & Vinciguerra, Dizionario delle Scienze motorie e dell’educazione fisica 

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELL' ATTIVITA' MOTORIA I (M-EDF/01)
TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare M-EDF/01

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Docente titolare DARIO COLELLA

Ripartizione oraria Ore totali di attività frontale: 56.0

  Ore erogate dal docente DARIO COLELLA: 32.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 08/10/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO UMANO (M-EDF/01)

Tesi

1. Physical Literacy e processo educativo; 2. Linee guida e Raccomandazioni per l'attività fisica. Evidenze e Buone pratiche; 3. Metodi di valutazione delle abilità motorie in età evolutiva. 4. Il Gioco in età evolutiva: approccio psicopedagogico e metodologico. 5. Stili e strategie d'insegnamento delle competenze motorie. 6. L'analisi del compito motorio in età evolutiva. Le tesi sperimentali saranno presentate durante le attività formative in aula.

Pubblicazioni

Pubblicazioni (principali pubblicazioni relative al periodo: 2016-2022)

https://iris.unisalento.it/cris/rp/rp13075#.YVCqp7gzbIU  

Colella, D. (2016). Stili d’insegnamento, apprendimento motorio e processo educativo. Formazione & Insegnamento, XIV -1- pp. 25-34.

Colella D. (2016). The contribution of technology to the teaching of physical education and health promotion. Motor competences and physical activity levels, In D. Novak, B. Antala, D. Knjaz (Eds.), Physical education and new technologies, pp. 51-60, Croatian Kinesiology association, Zagreb, Printed by: Tiskara Zelina, Katarine Krizmanić 1, 10380 Sveti Ivan Zelina, ISBN: 978-953-7965-05-1.

Colella, D., Mancini, N. (2017). Interventions for the promotion of motor activities in primary schools in Italy. The SBAM project.  Results of the first monitoring of motor development. In D. Colella, B. Antala, S. Epifani (Eds.) Physical education in primary school. Researches – Best practices – Situation (pp.67-82). Lecce, Pensamultimedia, ISBN: 978-88-6760-474-6.

Colella, D. (2017). Valutazione delle abilità motorie e processo metacognitivo. Scuola e Didattica, 7, marzo, pp.10-13. ISSN: 0036-9861

Piccinno, A. & Colella D. (2017). Differences in cardiovascular fitness of Italian high-school adolescents according to different physical activity levels assessed by IPAQ-A: a cross-sectional study, Sport sciences for health, 13,1, pp.149-155, DOI: 10.1007/s11332-016-0326-5.

Colella, D., Antala, B., Epifani, S. (Eds.). (2017). Physical education in primary school. Researches – Best practices – Situation (pp.1-504). Lecce, Pensa multimedia, ISBN: 978-88-6760-474-6.

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42.

Colella, D. (2018). Premessa. SBAM! Le aree tematiche del progetto, la struttura, i partecipanti. In D. Colella (Ed.), Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Il Progetto SBAM! per la scuola primaria in Puglia. Risultati del monitoraggio nelle attività motorie. Speciale di MeTis, Dicembre 2018, pp. IX-XX; 1-8. ISSN: 2240-9580.

Colella, D. (2018). Il progetto SBAM! in Puglia: il monitoraggio dello sviluppo motorio e dei fattori correlati. In D. Colella (Ed.), Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Il Progetto SBAM! per la scuola primaria in Puglia. Risultati del monitoraggio nelle attività motorie. Speciale di MeTis, Dicembre 2018, pp. 60-101. ISSN: 2240-9580.

Colella, D. (2018). Motor performance and physical activity levels in adolescence. The regional observatory for the monitoring of motor development in developmental age. In S. Popović, B. Antala, D. Bjelica, J. Gardašević (Eds.), Physical Education in Secondary School Researches – Best Practices – Situation, KO & KA spol.s.r.o. Tlačiareň K – print, Kadnárova 102, Bratislava: Slovakia, pp.33-46.

Colella, D. (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Il Progetto SBAM! per la scuola primaria in Puglia. Risultati del monitoraggio nelle attività motorie (pp. 1-177). Bari: Progedit. ISBN 978-88-6194-401-5.

Monacis, D. & Colella, D. (2019). Il contributo delle tecnologie per l’apprendimento e lo sviluppo di competenze motorie in età evolutiva. The contribution of technologies for learning and development of motor skills in early age. Giornale Italiano della Ricerca Educativa. 1, Giugno, 33-54.

Colella, D., Monacis, D., Massari, F. (2019). Assessment of Motor Performances in Italian Primary School Children: Results of SBAM Project. Advances in Physical Education, 9,2, 117-128. (ISSN Online: 2164-0408 ISSN Print: 2164-0386). https://doi.org/10.4236/ape.2019.92009

Colella, D., Bonasia, M. (2019). Teaching styles, physical literacy and perceived physical self-efficacy.  Results of a learning unit in primary school. Turkish Journal of Sport medicine. 54 (Suppl): 1-7. DOI: 10.5152/tjsm.2019. 145.

Colella, D. & d’Arando, C. (2019). Physical activities in kindergarten. The Italian project: A Region in Motion - Play-motor path in the preschool; “run, jump & learn”. In B. Antala, A. Kaplánová, G. Demirhan, A. Carraro, C. Oktar (Eds.). Physical Education in Early Childhood Education and Care:  Researches - Best Practices - Situation. F.I.E.P., 247-258.

Colella, D. & Monacis, D. (2019). La Valutazione delle abilità motorie con il protocollo MOBAK. BMC EU – Basic Motor Competencies in Europe. Implicazioni metodologiche per la formazione degli insegnanti. Sport & Medicina, 4, ottobre-dicembre, 18-36.

Bellantonio, S., Colella, D. (2019). Fostering Health at School: Didactics Perspectives of SBAM! Regional Project in Apulia. Excellence and Innovation in Teaching and Learning, 2, 62-74, ISSNe 2499-507X.

Bellantonio, S., Colella, D (2019). Fostering physical education in Italian primary school: the SBAM! project in Apulia between research data & educational perspective. Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics - ISSN 2532-3296 - Anno 3 n. 4 - ottobre - dicembre 2019, 58-64. ISBN 9788860223746 - CC BY-NC-ND 3.0 IT - doi: 10.32043/gsd.v3i4.152.

Colella, D. (2019). Insegnamento e apprendimento delle competenze motorie. Processi e Relazioni. Formazione & Insegnamento, XVII,3,73-88. doi: 10.7346/feis-XVII-03-19_07.

Colella, D. Bellantonio, S. (2019). Physical activity levels, motor performance and related factors in adolescenze. The University of Foggia regional observatory in Italy. Studia Universitatis Babeş-Bolyai Educatio Artis Gymnasticae,64,3,55-70. DOI:10.24193/subbeag.64(3).

Colella, D. Bellantonio, S.  (2019). Analisi dell’insegnamento in educazione fisica nella scuola secondaria di primo grado. Quali rapporti con l’apprendimento motorio? Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics – ISSN: 2532-3296 - Anno 3 n. 4 - ottobre-dicembre 2019, 85-93. ISBN 9788860223746 - CC BY-NC-ND 3.0 IT - doi: 10.32043/gsd.v3i4.15285-93.

Di Tore, A., Bellantonio, S., Colella, D. (2020). BMI e percezione dell’attività fisica: uno studio di correlazione. Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics - ISSN 2532-3296 - Anno 4 n. 1° gennaio - marzo 2020, 42-46. Suppl – ISBN: 9788860223760 - CC BY-NC-ND 3.0 IT - doi:10.32043/gsd.v4i1sup.165.

Di Tore, P.A., Bellantonio, S., & Colella, D. (2019). Negative correlation between BMI and perception of physical activity in adolescents. Journal of Human Sport and Exercise, 14(4proc), S1065-S1070. doi: https://doi.org/10.14198/jhse.2019.14.Proc4.69 .

Colella, D. & d’Arando, C. (2019). Physical activities in kindergarten. The Italian project: A Region in Motion - Play-motor path in the preschool; “run, jump & learn”. In Branislav Antala, Adriana Kaplánová, Giyasettin Demirhan, Attilio Carraro, Cagla Oktar (Eds.). Physical Education in Early Childhood Education and Care:  Researches - Best Practices - Situation. F.I.E.P. publication. pp.247-258.

Colella, D., Monacis, D., d’Arando, C. (2020). Motor performances in relation to perceived physical self-efficacy, enjoyment and BMI in primary school children. European Journal of Physical Education and Sport Science, 6,3, 27-46. ISSN:2501-1235; ISSN-L:2501-1235.

Sannicandro, I., Cofano G., Raiola G., Rosa A.R., Colella, D. (2020). Analysis of External Load in Different Soccer Small-Sided Games Played with External Wildcard Players, Journal of Physical Education and Sport ® (JPES), Vol.20 (2), Art 98, pp. 672 – 679, 2020 online ISSN: 2247 - 806X; p-ISSN: 2247 – 8051; ISSN - L = 2247 – 8051. https://doi.org.10.7752/jpes.2020.02098 .

Colella, D., Monacis, D., d’Arando, C. (2020). Motor performances in relation to perceived physical self-efficacy, enjoyment an BMI in primary school children. European Journal of Physical Education and Sport Science,6,3, 17-46.

Monacis, D., Colella, D., Scarinci, A. (2020).  Health education intervention in primary school: active breaks for the promotion of motor activity. Interventi di educazione alla salute nella scuola primaria. Le pause attive per la promozione dell’attività motoria. Form@re, Open Journal Per La Formazione in Rete, 20,1,336-355. https://doi.org/10.13128/form-7404.

Colella, D., Simonetti, C. (2020). Manuale modulare per gli insegnanti tr. it (versione originale: Scheuer, C., Heck, S. Manuale modulare per gli insegnanti, Esch-Alzette, University of Luxembourg https://doi.org/10.5281/zenodo.3753232).

Colella, D., Simonetti, C. (2020). Manuale di formazione per gli insegnanti tr. it (versione originale: Scheuer, C., Heck, S. Manuale di formazione per gli insegnanti, Esch-Alzette, University of Luxembourg; https://doi.org/10.5281/zenodo.3770239 ).

Bellantonio, S., Colella, D. (2020). Sports & Physical Education at University: The Dual Career of Athletes Programme at the University of Foggia in Italy. In M. Brobrìk, B. Antala, R. Pělucha, Physical Education in Universities: Researches – Best Practices – Situation, Bratislava: Slovak Scientific Society for Physical Education and Sport and FIEP, 257-264, ISBN: 978-80-89075-91-1.

Colella, D., Bellantonio, S., Monacis, D. (2020). The degree courses in motor activities and sport sciences’ curriculum in italian Universities. The University of Foggia contribution to sport, physical education, and physical activities development, In M. Bobrìk, B. Atala, R. Pělucha, Physical Education in Universities: Researches – Best Practices – Situation, Slovak Scientific Society for Physical Education and Sport and FIEP, 219-228. ISBN: 978-80-89075-91-1.

Colella, D., Monacis, D. Limone, P. (2020). Active breaks and motor competencies development in primary school: A systematic review. Advances in Physical Education, 10, 3, 233-250. https://doi.org/10.4236/ape.2020.103020. ISSN Online: 2164-0408. ISSN Print: 2164-0386. https://www.scirp.org/journal/APE/.

Colella, D. (2020).  L’associazione sportiva per insegnare life skills e promuovere la continuità educativa. In G. Annacontini, D. Dato (2020). Pedagogia dei contesti. Spazi, tempi, esperienze dell’educare contemporaneo, Quaderni di “MeTis” 6, Bari: Progedit, 49-62.

Colella, D. & Vasciarelli, E. (2020). La Formazione degli insegnanti attraverso la videoanalisi. Attualità e prospettive. MeTis, 10(1),18-34, ISSN: 2240-9580.

Bellantonio, S. & Colella, D.  (2020). Teaching physical education during coronavirus pandemic (COVID-19). Educational reflections & proposal. Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics, 4, 2, 9-14. ISBN 9788860223876 - CC BY-NC-ND 3.0 IT – https://doi.org.10.32043/gsd.v4i2.192. ISSN 2532-3296 .

Colella, D., d’Arando, C., Bellantonio, S. (2020). Physical literacy ed educazione fisica durante la pandemia COVID-19. Problemi e prospettive. Physical literacy and physical education during the COVID-19 pandemic. Problems and perspectives. Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics, 4, 2, 70-75. ISBN 9788860223876 - CC BY-NC-ND 3.0 IT – https://doi.org.10.32043/gsd.v4i2.192. ISSN 2532-3296

Monacis, D., & Colella, D. (2020).  Active snacks for the promotion of physical activity in Southern Italy: preliminary results. Journal of Physical Education and Sport (JPES),20,5, 2665 - 2670, ISSN: 2247 - 806X; p-ISSN: 2247 – 8051; ISSN - L = 2247 – 8051. https://doi.org/10.7752/jpes.2020.05363

Colella, D., Bellantonio, S. Limone, P. (2020). Descrizione degli stili d’insegnamento in educazione fisica. Quali rapporti con l’apprendimento motorio? In, Lucisano, P. and Lipoma, M (Eds.). Le Società per la società: ricerca, scenari, emergenze. Atti del Convegno Internazionale SIRD Roma 26-27 settembre 2019, pag.30-39. Lecce: Pensamultimedia.

Sannicandro, I., Colella, D., Limone, P. (2020). Avviamento allo sport e metodologia dell’insegnamento delle abilità motorie attraverso il Teaching Game for Understanding (TGfU), Formazione e Insegnamento, 18(3), 135-150.

Latino, F., Fischetti, F., Colella, D. (2020). L’influenza dell’attività fisica sulle funzioni cognitive e sulle prestazioni scolastiche tra i ragazzi in età scolare: una revisione della letteratura. Formazione & Insegnamento, 18(3), 124-134.

Sannicandro, I., Cofano, I., Rosa, R.A., Colella, D. (2020). The sedentary contrast strategies in the older people during the spread of COVID19: The italian experience. SPORT SCIENCE, vol. 14, p. 60-64, ISSN: 1840-3670.

Colella, D. (2020). Stili d’insegnamento e apprendimento delle competenze motorie nella scuola primaria. In A. Ceciliani (a cura di), Educazione motoria nella scuola primaria, Roma: Carocci; 94-111.

Colella, D. & Lanza, M. (2020). Modelli e metodi della valutazione. In A. Ceciliani (a cura di), Educazione motoria nella scuola primaria, Roma: Carocci; pp. 141-161.

Invernizzi, P.L., Signorini, G., Colella, D., Raiola, G., Bosio, A., Scurati, R. (2020). Assessing Rolling Abilities in Primary School Children: Physical Education Specialists vs. Generalists. International Journal of Environmental Research and Public Health, 17, 8803; https://doi.org/10.3390/ijerph17238803

Colella, D., Bellantonio, S., D’Arando, C., & Monacis, D. (2020). Interventions for the promotion of motor activities in primary school. Assessment of motor performance in relation to perceived self-efficacy and enjoyment. Italian Journal of Educational Research, 25, 49-62.

Colella, D., d'Arando, C., Bonasia, M., Simonetti, C. (2020). Motor competencies assessment of primary school children with the MOBAK 3-4 protocol. Preliminary study. In International Motor Development Research Consortium. Vol. 1, pp.123-125. Newark, DE: International Motor Development Research Consortium

Lopes, L.; Santos, R.; Coelho-e-Silva, M.; Draper, C.; Mota, J.; Jidovtseff, B.; Clark, C.; Schmidt, M.; Morgan, P.; Duncan, M.; O’Brien, W.; Bentsen, P.; D’Hondt, E.; Houwen, S.; Stratton, G.; De Martelaer, K.; Scheuer, C.; Hermann, C.; Garcìa-Hermoso, A.; Ramìrez-Vèlez, R.; Palmeira, A.; Gerlach, E.; Rosàrio, R.; Issartel, J.; Esteban-Cornejo, I.; Ruiz, J.; Veldman, S.; Zhang, Z.; Colella, D.; Pòvoas, S.; Haibach-Beach, P.; Perreira,  J.; McGrane, B.; Saraiva, J.; Temple, V.; Silva, P.,  Sigmund, E.; Sousa-Sà, E.; Adamakis, M.; Moreira, C.; Utesch, T.; True, L.; Cheung, P.; Carcamo-Oyarzun, J.; Charitou, S.; Chillòn, P.; Robazza, C.; Silva, C.; Silva, D.; Lima, R.; Mourão-Carvalhal, I.; Khodaverdi, Z.; Zequinão, M.; Pereira, B.; Prista, A.; Agostinis-Sobrinho, C. (2021). A Narrative Review of Motor Competence in Children and Adolescents: What We Know and What We Need to Find Out. International Journal of Environmental Research Public Health, 18, 18. https://dx.doi.org/10.3390/ijerph18010018

Colella, D., d’Arando, C., Monacis, C. (2020). L’apprendimento di competenze motorie attraverso stili d’insegnamento di produzione. Risultati di un intervento didattico nella scuola primaria. Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics, 4, 4, 62–76. ISSN 2532-3296 - ISBN 9788860223913 - CC BY-NC-ND 3.0 IT - doi: https://doi.org/10.32043/gsd.v4i4.255

Monacis, D., Colella, D. (2020). Technologies in physical education: pedagogical and didactics implications. Utilizzo delle tecnologie in educazione fisica: implicazioni didattiche e metodologiche. Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics - ISSN 2532-3296 - Anno 4 n. 4 - ottobre - dicembre 2020 Suppl. - ISBN 9788860223920- CC BY-NC-ND 3.0 IT- https://doi.org/10.32043/gsd.v4i4%20sup.243 .

Colella, D., & d’Arando, C. (2021). Teaching styles and outdoor education to promote non-linear learning. JPES - Journal of Physical Education and Sport, 21(1), 507–513. e ISSN: 2247 - 806X; p-ISSN: 2247 – 8051; ISSN - L = 2247 - 8051 © JPES. https://doi.org/10.7752/jpes.2021.s1054

Bellantonio, S. & Colella, D. (2021). Physical Body, Lived Body & Empathy During Coronavirus Pandemic. What’s The Matter? Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics, 1, Gennaio-Marzo, 112-117- ISBN 9788860224019 -  https://doi.org/10.32043/gsd.v5i1.326  ISSN 2532-3296

Colella, D. & Monacis, D (2021). Assessing The Effects Of Physical Activity On Children And Adolescents Hodgkin’s Lymphoma Survivors: A Systematic Review. European Journal of Physical Education and Sport Science, 6,12, 137-150. http://dx.doi.org/10.46827/ejpe.v6i12.3691

Colella, D., & Monacis, D. (2021). Assessing the Evolution of Physical Fitness in Children and Adolescents for Evidence-Based Teaching. Advances in Physical Education, 11, 183-194. https://doi.org/10.4236/ape.2021.112014

Latino, F., Fischetti, F., Cataldi, S., Monacis, D., Colella, D. (2021). The Impact of an 8-Weeks At-Home Physical Activity Plan on Academic Achievement at the Time of COVID-19 Lock-Down in Italian School. Sustainability,13, 5812. https://doi.org/10.3390/su13115812

Colella, D., Monacis, D., Cinquepalmi, D., d'Arando, C. (2021). Interventions for the health promotion and motor activities in primary school. The SBAM project! Health, Wellness, Nutrition, Movement at School. Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics - Anno 5 n. 1- Genn. -Mar - ISSN 2532-3296 ISBN 2021 - CC BY-NC-ND 3.0 IT; ISBN 9788860224011 - CC BY-NC-ND 3.0 IT

Monacis, D., d’Arando, C., Mancini, N., Colella, D. (2021). Exploring The Relationship Between Physical Activity And Executive Function In Children With Autism Spectrum Disorders: A Systematic Review. In, G., Balint, B., Antala, C., Carty, J.M., Aleokol Mabièmè, I., Ben Amar (Eds.). Physical Education and Sport for Children and Youth with Special Needs Researches – Best Practices – Situation, Bratislava: KO & KA spol.s.r.o. Slovak Scientific Society for Physical Education and Sport and FIEP. ISBN 978-80-89075-99-7, (pp. 115-124).

Colella, D., Monacis, D., d'Arando, C. (2021). Motor Coordination, Physical Activity Levels and Self-Perception in Italian Children with Obesity: Methodological Implications for Adapted Physical Activity at School. In, G., Balint, B., Antala, C., Carty, J.M., Aleokol Mabièmè, I., Ben Amar (Eds.), Physical Education and Sport for Children and Youth with Special Needs Researches – Best Practices – Situation.  Bratislava: KO & KA spol. s.r.o. Slovak Scientific Society for Physical Education and Sport and FIEP. ISBN 978-80-89075-99-7, (pp. 93-104).

Colella, D., Invernizzi, P.L., Ceciliani, A. (2021). Il Syllabus nelle discipline motorie e sportive. Obiettivi formativi e risultati di apprendimento. Problemi e prospettive. Formazione & Insegnamento, XIX, 2, 378-393, ISSN 2279-7505 (on line), doi: 10.7346/-fei-XIX-02-21_34.

Trecroci, A., Invernizzi, P. L., & Monacis, D., Colella, D. (2021). Actual and Perceived Motor Competence in Relation to Body Mass Index in Primary School-Aged Children: A Systematic Review. Sustainability, 13, 9994. https://doi.org/10.3390/su13179994

Colella, D., Monacis, D., Mancini, N., d’Arando, C (2021). Stili di apprendimento e insegnamento non lineari nell’educazione fisica e nello sport. Un nuovo paradigma per gli insegnanti? In F. Peluso Cassese (Ed.), Ricerche in neuroscienze educative. Scuola Sport e Società (pp. 80-82). Roma: Edizioni Universitarie Romane. ISBN - 978-88-6022-413-2

Colella, D., d’Arando, C. (2021). Physical Education and Teacher training in Italy during the COVID-19 Pandemic. In Damir Knjaz, Dario Novak, Branislav Antala (Eds.). Physical activity and Health Aspects of COVID-19 Pandemic, (pp.83-96). Zagreb: Faculty of Kinesiology University of Zagreb . ISBN: 978-953-317-067-1.

Bellantonio, S. & Colella, D. (2021). Promuovere l’attività fisica all’interno del contesto familiare. La dimensione enattiva della relazione educativa. In F. Peluso Cassese (Ed.), Ricerche in neuroscienze educative. Scuola Sport e Società (pp. 71-73). Roma: Edizioni Universitarie Romane ISBN. 978-88-6022-413-2.

Colella, D. (2021). Vantaggi psicologici e cognitivi dell’attività sportiva. Pediatria Preventiva Sociale, Anno XVI, 3 (Suppl), pp.115-117. ISSN: 1970-8165.

Trecroci, A., Invernizzi, P.L., Monacis, M., Colella, D. (2022). Physical illiteracy and obesity barrier: how physical education can overpass potential adverse effects? a narrative review. Sustainability, 14, 419. https://doi.org/10.3390/su14010419

Monacis, D., Colella, D., & Limone, P. (2022). Non-linear didactic technology-based intervention to enhance motor competencies with MOBAK-5: a pilot study in primary school. Physical Activity Review, 10(1), 22-30. doi:10.16926/par.2022.10.03.

Casolo, F., Borgogni, A., Colella, D. (2022). Educazione motoria. Verso un insegnamento di qualità. Nuova Secondaria, 6, Febbraio, 398-406; ISSN: 1828-4582.

Colella, D., Monacis, D. (2022). Il contributo degli exergames per lo sviluppo delle funzioni esecutive dei bambini con disturbi dello spettro autistico. Revisione sistematica della letteratura. Formazione & Insegnamento, Vol. XX, 1s, 151-166; ISSN: 1973-4778.

Colella, D., Monacis, D., Cinquepalmi, D., Mancini, N. (2022). Educazione Fisica e competenze motorie nella scuola primaria.: il progetto SBAM! Salute, Benessere, Movimento a scuola. Scienza e Movimento, 28, Genn.-Marzo, 35-49. ISSN: 24-21-1303.

Invernizzi, P.L., Rigon, M., Signorini, G., Colella, D., Trecroci, A., Formenti, D., Scurati, R. (2022). Effects of Varied Practice Approach in Physical Education Teaching on Inhibitory Control and Reaction Time in Preadolescents. Sustainability, 14, 6455. https://doi.org/10.3390/ su14116455.

Monacis, D., Colella, D. (2022). Physical Literacy: Definition and Didactic-Methodological Approaches. Towards an Italian Model?  Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva / Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics, 6, 1 suppl - ISSN 2532-3296 ISBN 978-88-6022-410-1 - CC BY-NC-ND 3.0 IT- https://doi.org/10.32043/gsd.v6i1%20supp.476.

Monacis, D., & Colella, D. (2022). Increase in BMI and Negative Muscular Strength Trends in Adolescents in 1990 and 2020: Results from the Regional Observatory of Motor Development in Southern Italy. In (Ed.), Sport and Fitness in Children and Adolescents. IntechOpen. https://doi.org/10.5772/intechopen.10448

Monacis, D., Graziano, G., Colella, D. (2022). Motor Development in Children: Motor Abilities, BMI and Related Factors. What mediation effects? Italian Journal of Educational Research, 28, 61-75. https://doi10.7346/sird-012022-p61 .

Temi di ricerca

Metodi e Didattiche delle Attività Motorie (M-EDF/01). a. Epistemologia delle attività motorie e dell'educazione fisica; b. Metodologia dell’insegnamento-apprendimento delle competenze motorie; c. Stili e e strategie d'insegnamento; d. Modelli e Metodi della valutazione motoria; e. Relazioni tra livelli di attività fisica, sviluppo motorio e fattori correlati in età evolutiva; f. Programmi ed interventi  multicomponente per la promozione della salute e delle attività motorie in età evolutiva; g.  Analisi dell'insegnamento.