Cosimo CAPUTO

Cosimo CAPUTO

Professore II Fascia (Associato)

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05: FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI.

Dipartimento di Studi Umanistici

Studium 2000 - edificio 5 - Via di Valesio, 24 - LECCE (LE)

Ufficio, Piano 2°

Telefono +39 0832 29 4956

Abilitato alle funzioni di prima fascia nel settore concorsuale 11/C4 (Estetica e Filosofia dei linguaggi) e nel settore scientifico-disciplinare M-FIL/05 (Filosofia e Teoria dei linguaggi)

Orario di ricevimento

mercoledì, ore 11-12; giovedì, ore 11-12

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Inserire qui la biografia... 

 vedere Curriculum in risorse correlate

 

Anno Acc. 2017-2018

 

Teoria dei segni e del linguaggio

 corso di Laurea in “Traduzione tecnico-scientifica e interpretariato”

 

Teoria dei segni e del linguaggio corso di laurea in "Comunicazione pubblica, economica e istituzionale"

Semiotica, corso di laurea in "Lingue, culture e letterature straniere"

 Semiotica, corso di laurea in "Scienze della comunicazione"

Per mancanza di spazio i programmi sono inseriti nella sezione DOCUMENTI

 

 

 

 

 

Didattica

A.A. 2019/2020

Semiotica

Corso di laurea DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (DAMS)

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO

SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Semiotica

Corso di laurea DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (DAMS)

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO

SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

SEMIOTICA

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

SEMIOTICA

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

SEMIOTICA

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

SEMIOTICA

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

A.A. 2013/2014

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
Semiotica

Corso di laurea DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (DAMS)

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza di nozioni di linguistica e di filosofia che può ripetere, integrare o adeguare  utilizzando testi come: G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino 2002; A. Ponzio, Il linguaggio e le lingue. Introduzione alla linguistica generale, Milano-Udine, Mimesis, 2013; un buon manuale di Liceo per la filosofia, per es. quello di Abbagnano-Fornero.

Come si può descrivere il senso dei testi e delle culture? Come si possono analizzare i significati dei linguaggi e del mondo in cui viviamo? La Semiotica europea ha costruito gli strumenti per dare una risposta a queste domande attraverso l’opera di Barthes, Benveniste, Jakobson, Eco, Greimas, Lotman, ma alla base c’è la linguistica strutturale. Il corso tende appunto a illustrare i presupposti della scienza dei linguaggi e della significazione, le sue varie ascendenze disciplinari e la sua progressiva ricomposizione verso un approccio unitario di analisi delle differenti culture e forme di comunicazione.

  • Conoscenze e comprensione

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base relative ai concetti e ai metodi della semiotica, con particolare riguardo alla nozione di struttura, a quella di segno e alle sue proprietà semantiche e pragmatiche. La caratteristica teorica dell’insegnamento è presupposto necessario al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studi: conoscendo la natura metastabile del linguaggio si agevola la comprensione e la consapevolezza di ciò che il traduttore fa anche quando opera all’interno di campi semantici specifici.

 

  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Le conoscenze acquisite consentiranno di 1) comprendere la complessità del comunicare nei suoi aspetti verbali e non verbali e in rapporto ai contesti sociali e culturali e alla produzione di beni materiali e immateriali; 2) conoscere le principali teorie del segno contemporanee; 3) acquisire la capacità di interpretare le informazioni con senso critico.

 

  • Autonomia di giudizio

Capacità di formulare opinioni e di saper pensare in modo astratto.

 

  • Abilità comunicative

Saper comunicare efficacemente tenendo conto delle situazioni e degli interlocutori; saper argomentare con chiarezza ed in modo ragionato su aspetti disciplinari rilevanti sul piano teorico e metodologico usando una terminologia appropriata.

 

  • Capacità di apprendimento

In termini di capacità di apprendimento, gli studenti acquisiranno gli elementi teorici  necessari e sufficienti per continuare in maniera autonoma l'approfondimento delle competenze metalinguistiche e la natura semiotica delle lingue storico-naturali.

Lezioni frontali, in italiano, con discussione di nozioni disciplinari e di problemi trattati nelle lezioni precedenti e nei Seminari di approfondimento con docenti esterni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

L’esame consiste nella verifica orale dell’acquisizione di un’ampia competenza nei temi svolti durante il corso e in quelli approfonditi sui testi. L’esame sarà anche volto a verificare la capacità di personalizzazione, di collegamento dei vari temi e la correttezza espositiva e terminologica.

Stringa per accedere ai programmi

https://www.unisalento.it/web/guest/scheda_personale/-/people/cosimo.caputo

 

Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

 

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

 

Orario delle lezioni: vedere orario generale e “bacheca” nella pagina personale del docente.

Il corso si articola in due parti. Nella prima parte saranno presentate le nozioni di base della disciplina. Il percorso didattico procederà  seguendo concetti fondamentali della teoria strutturale del linguaggio.

Nella seconda parte verranno approfondite le nozioni di struttura, di segno e di senso, di progetto attraverso la riflessione di Peirce  e Hjelmslev.

Parte istituzionale:

G. Marrone, Prima lezione di semiotica, Laterza, Roma-Bari 2018, pp. 182.

C. Caputo, La scienza doppia del linguaggio. Dopo Chomsky, Saussure e Hjelmslev, Carocci, Roma 2019.

 

Approfondimento:

L. Hjelmslev, La stratificazione del linguaggio, PensaMultimedia, Lecce-Brescia 2018,  pp. 130;

S. Zingale, Interpretazione e progetto. Semiotica dell’inventiva, Franco Angeli, Milano 2012, pp. 214 (piccolo formato).

 

 

Materiale aggiuntivo sarà indicato e reso disponibile durante le lezioni e online sulla pagina personale del docente.

Semiotica (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza di nozioni di linguistica e di filosofia che può ripassare, integrare o adeguare  utilizzando testi come: G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino 2002; A. Ponzio, Il linguaggio e le lingue. Introduzione alla linguistica generale, Milano-Udine, Mimesis, 2013; un buon manuale di Liceo per la filosofia, per es. quello di Abbagnano-Fornero.

 

Come si può descrivere il senso dei testi e delle culture? Come si possono analizzare i significati dei linguaggi e del mondo in cui viviamo? La Semiotica europea ha costruito gli strumenti per dare una risposta a queste domande attraverso l’opera di Barthes, Benveniste, Jakobson, Eco, Greimas, Lotman, ma alla base c’è la linguistica strutturale. Il corso tende appunto a illustrare i presupposti della scienza dei linguaggi e della significazione, le sue varie ascendenze disciplinari e la sua progressiva ricomposizione verso un approccio unitario di analisi delle differenti culture e forme di comunicazione.

  • Conoscenze e comprensione

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base relative ai concetti e ai metodi della semiotica, con particolare riguardo alla nozione di struttura, a quella di segno e alle sue proprietà semantiche e pragmatiche. La caratteristica teorica dell’insegnamento è presupposto necessario al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studi: conoscendo la natura metastabile del linguaggio si agevola la comprensione e la consapevolezza di ciò che il traduttore fa anche quando opera all’interno di campi semantici specifici.

 

  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Le conoscenze acquisite consentiranno di 1) comprendere la complessità del comunicare nei suoi aspetti verbali e non verbali e in rapporto ai contesti sociali e culturali e alla produzione di beni materiali e immateriali; 2) conoscere le principali teorie del segno contemporanee; 3) acquisire la capacità di interpretare le informazioni con senso critico.

 

  • Autonomia di giudizio

Capacità di formulare opinioni e di saper pensare in modo astratto.

 

  • Abilità comunicative

Saper comunicare efficacemente tenendo conto delle situazioni e degli interlocutori; saper argomentare con chiarezza ed in modo ragionato su aspetti disciplinari rilevanti sul piano teorico e metodologico usando una terminologia appropriata.

 

  • Capacità di apprendimento

In termini di capacità di apprendimento, gli studenti acquisiranno gli elementi teorici  necessari e sufficienti per continuare in maniera autonoma l'approfondimento delle competenze metalinguistiche e la natura semiotica delle lingue storico-naturali.

Lezioni frontali, in italiano, con discussione di nozioni disciplinari e di problemi trattati nelle lezioni precedenti e nei Seminari di approfondimento con docenti esterni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

L’esame consiste nella verifica orale dell’acquisizione di un’ampia competenza nei temi svolti durante il corso e in quelli approfonditi sui testi. L’esame sarà anche volto a verificare la capacità di personalizzazione, di collegamento dei vari temi e la correttezza espositiva e terminologica.

Stringa per accedere ai programmi

https://www.unisalento.it/web/guest/scheda_personale/-/people/cosimo.caputo

 

Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

 

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

 

Orario delle lezioni: vedere orario generale e “bacheca” nella pagina personale del docente.

Il corso si articola in due parti. Nella prima parte saranno presentate le nozioni di base della disciplina. Il percorso didattico procederà  seguendo concetti fondamentali della teoria strutturale del linguaggio.

Nella seconda parte verranno approfondite le nozioni di struttura, di segno  e di senso attraverso la riflessione di Hjelmslev, Pagliaro, De Mauro.

Parte istituzionale:

G. Marrone, Prima lezione di semiotica, Laterza, Roma-Bari 2018, pp. 182;

C. Caputo, La scienza doppia del linguaggio. Dopo Chomsky, Saussure e Hjelmslev, Carocci, Roma 2019, pp. 150.

 

Approfondimento:

L. Hjelmslev, La stratificazione del linguaggio, PensaMultimedia, Lecce-Brescia 2018, pp. 130;

E. Cassirer, Lo strutturalismo nella linguistica moderna, Sossella Editore, Roma 2017, pp. 109.

 

 

Materiale aggiuntivo sarà indicato e reso disponibile durante le lezioni e online sulla pagina personale del docente.

SEMIOTICA (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza di nozioni di linguistica e di filosofia che può ripassare, integrare o adeguare  utilizzando testi come: G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino 2002; A. Ponzio, Il linguaggio e le lingue. Introduzione alla linguistica generale, Milano-Udine, Mimesis, 2013; un buon manuale di Liceo per la filosofia, per es. quello di Abbagnano-Fornero.

In questo curriculum il corso mira a fornire allo studente una conoscenza di base dell’“oggetto linguaggio” in funzione della teoria della traduzione, consentendogli di rispondere meglio alle esigenze dell’odierna società attraverso strumenti concettuali spendibili nel campo della mediazione linguistica. Più specificamente, l’attenzione sarà rivolta alle questioni del senso che emergono nel passaggio da un sistema semiotico all’altro,  della percezione dei vari aspetti della realtà, dalla città al territorio, dalla pubblicità alla moda, dai luoghi del lavoro a quelli del commercio e  del tempo libero, attraverso lo sguardo semiolinguistico che vede palazzi, strade, piazze, luoghi del ristoro, la campagna, il mare come protesi estetiche e comunicative che rappresentano identità e differenze.

  • Conoscenze e comprensione

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base relative ai concetti e ai metodi della teoria del linguaggio, con particolare riguardo alla nozione di struttura, a quella di segno e alle sue proprietà semantiche e pragmatiche. La caratteristica teorica dell’insegnamento è presupposto necessario al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studi: conoscendo la natura metastabile del linguaggio si agevola la comprensione e la consapevolezza di ciò che il traduttore fa anche quando opera all’interno di campi semantici specifici, come quello tecnico-scientifico, o, come nel caso di questo corso di studi, del turismo.

 

  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Le conoscenze acquisite consentiranno di 1) comprendere la complessità del comunicare nei suoi aspetti verbali e non verbali e in rapporto ai contesti sociali e culturali e alla produzione di beni materiali e immateriali; 2) migliorare la capacità di riflessione metalinguistica; 3) comprendere le difficoltà dell’analisi scientifica delle lingue naturali; 4) acquisire la capacità di interpretare le informazioni con senso critico.

 

  • Autonomia di giudizio

Capacità di formulare opinioni e di saper pensare in modo astratto.

 

  • Abilità comunicative

Saper comunicare efficacemente tenendo conto delle situazioni e degli interlocutori; saper argomentare con chiarezza ed in modo ragionato su aspetti disciplinari rilevanti sul piano teorico e metodologico usando una terminologia appropriata.

 

  • Capacità di apprendimento

In termini di capacità di apprendimento, gli studenti acquisiranno gli elementi teorici  necessari e sufficienti per continuare in maniera autonoma l'approfondimento delle competenze metalinguistiche. Sapranno compiere una selezione adeguata delle risorse bibliografiche per approfondimenti tematici personali.

Lezioni frontali, in italiano, con discussione di nozioni disciplinari e di problemi trattati nelle lezioni precedenti e nei Seminari di approfondimento con docenti esterni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

L’esame consiste nella verifica orale dell’acquisizione di un’ampia competenza nei temi svolti durante il corso e in quelli approfonditi sui testi. L’esame sarà anche volto a verificare la capacità di personalizzazione, di collegamento dei vari temi e la correttezza espositiva e terminologica.

Stringa per accedere ai programmi

https://www.unisalento.it/web/guest/scheda_personale/-/people/cosimo.caputo

 

Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

 

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

 

Orario delle lezioni: vedere orario generale e “bacheca” nella pagina personale del docente.

Il corso si articola in due parti. Nella prima parte saranno presentate le nozioni di base della disciplina. Il percorso didattico procederà  seguendo i concetti fondamentali della teoria strutturale del linguaggio. Saranno affrontate soprattutto le nozioni essenziali della teoria linguistica del Novecento europeo attraverso i suoi padri fondatori: Saussure, Hjelmslev.

Parte istituzionale:

T. De Mauro, Prima lezione sul linguaggio, Laterza, Roma-Bari 2002, pp. 120;

C. Caputo, La scienza doppia del linguaggio. Dopo Chomsky, Saussure e Hjelmslev, Carocci, Roma 2019, pp. 150. 

 

Approfondimento:

E. Cassirer, Lo strutturalismo nella linguistica moderna, Sossella Editore, Roma 2017, pp. 109;

L. Hjelmslev, La stratificazione del linguaggio, PensaMultimedia, Lecce-Brescia 2018, pp. 130.

 

Materiale aggiuntivo sarà indicato e reso disponibile durante le lezioni e online sulla pagina personale del docente.

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza di nozioni di linguistica e di filosofia che può ripassare, integrare o adeguare  utilizzando testi come: G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino 2002; A. Ponzio, Il linguaggio e le lingue. Introduzione alla linguistica generale, Milano-Udine, Mimesis, 2013; un buon manuale di Liceo per la filosofia, per es. quello di Abbagnano-Fornero.

In questo curriculum il corso mira a fornire allo studente una conoscenza di base dell’“oggetto linguaggio”, consentendogli di rispondere meglio alle esigenze dell’odierna società attraverso strumenti concettuali spendibili nel campo della mediazione linguistica. Più specificamente, l’attenzione sarà rivolta all’omologia fra produzione di merci e produzione di messaggi, alle questioni del senso che emergono nel passaggio da un sistema semiotico all’altro, della percezione dei vari aspetti della realtà, dalla città al territorio, dalla pubblicità alla moda, dai luoghi del lavoro a quelli del commercio e del tempo libero, attraverso lo sguardo semiolinguistico che vede palazzi, strade, piazze, luoghi del ristoro, la campagna, il mare come protesi estetiche e comunicative che rappresentano identità e differenze.

  • Conoscenze e comprensione

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base relative ai concetti e ai metodi della teoria del linguaggio, con particolare riguardo alla nozione di struttura, a quella di segno e alle sue proprietà semantiche e pragmatiche. La caratteristica teorica dell’insegnamento è presupposto necessario al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studi: conoscendo la natura metastabile del linguaggio si agevola la comprensione e la consapevolezza di ciò che il traduttore fa anche quando opera all’interno di campi semantici specifici.

 

  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Le conoscenze acquisite consentiranno di 1) comprendere la complessità del comunicare nei suoi aspetti verbali e non verbali e in rapporto ai contesti sociali e culturali e alla produzione di beni materiali e immateriali; 2) migliorare la capacità di riflessione metalinguistica; 3) comprendere le difficoltà dell’analisi scientifica delle lingue naturali; 4) acquisire la capacità di interpretare le informazioni con senso critico.

 

  • Autonomia di giudizio

Capacità di formulare opinioni e di saper pensare in modo astratto.

 

  • Abilità comunicative

Saper comunicare efficacemente tenendo conto delle situazioni e degli interlocutori; saper argomentare con chiarezza ed in modo ragionato su aspetti disciplinari rilevanti sul piano teorico e metodologico usando una terminologia appropriata.

 

  • Capacità di apprendimento

In termini di capacità di apprendimento, gli studenti acquisiranno gli elementi teorici  necessari e sufficienti per continuare in maniera autonoma l'approfondimento delle competenze metalinguistiche. Sapranno compiere una selezione adeguata delle risorse bibliografiche per approfondimenti tematici personali.

Lezioni frontali, in italiano, con discussione di nozioni disciplinari e di problemi trattati nelle lezioni precedenti e nei Seminari di approfondimento con docenti esterni. Si consiglia vivamente la frequenza delle lezioni.

L’esame consiste nella verifica orale dell’acquisizione di un’ampia competenza nei temi svolti durante il corso e in quelli approfonditi sui testi. L’esame sarà anche volto a verificare la capacità di personalizzazione, di collegamento dei vari temi e la correttezza espositiva e terminologica.

Stringa per accedere ai programmi

https://www.unisalento.it/web/guest/scheda_personale/-/people/cosimo.caputo

Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Orario delle lezioni: vedere orario generale e bacheca nella pagina personale del docente.

Il corso si articola in due parti. Nella prima parte saranno presentate le nozioni di base della disciplina. Il percorso didattico procederà  seguendo concetti fondamentali della teoria strutturale del linguaggio. Saranno affrontate soprattutto le nozioni essenziali della teoria linguistica del Novecento europeo attraverso i suoi padri fondatori: Saussure, Hjelmslev.

Nella seconda parte verrà approfondita la nozione di segno, di lingua e linguaggio.

Parte istituzionale:

C. Caputo, La scienza doppia del linguaggio. Dopo Chomsky, Saussure e Hjelmslev, Carocci, Roma 2019, pp. 150. 

 

Approfondimento:

L. Hjelmslev, La stratificazione del linguaggio, Pensa  Multimedia, Lecce-Brescia 2018, pp. 130;

T. De Mauro, Prima lezione sul linguaggio, Laterza, Roma-Bari 2002, pp. 120.

 

 

Materiale aggiuntivo sarà indicato e reso disponibile durante le lezioni e online sulla pagina personale del docente.

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
Semiotica

Corso di laurea DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (DAMS)

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 25/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSI COMUNE/GENERICO (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza di nozioni di linguistica e di filosofia che può ripassare, integrare o adeguare  utilizzando testi come: G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino 2002; A. Ponzio, Il linguaggio e le lingue. Introduzione alla linguistica generale, Milano-Udine, Mimesis, 2013; un buon manuale di Liceo per la filosofia, per es. quello di Abbagnano-Fornero.

Come si può descrivere il senso dei testi e delle culture? Come si possono analizzare i significati dei linguaggi e del mondo in cui viviamo? La Semiotica europea ha costruito gli strumenti per dare una risposta a queste domande attraverso l’opera di Barthes, Benveniste, Jakobson, Eco, Greimas, Lotman, ma alla base c’è la linguistica strutturale. Il corso tende appunto a illustrare i presupposti della scienza dei linguaggi e della significazione, le sue varie ascendenze disciplinari e la sua progressiva ricomposizione verso un approccio unitario di analisi delle differenti culture e forme di comunicazione.

  • Conoscenze e comprensione

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base relative ai concetti e ai metodi della semiotica, con particolare riguardo alla nozione di struttura, a quella di segno e alle sue proprietà semantiche e pragmatiche. La caratteristica teorica dell’insegnamento è presupposto necessario al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studi: conoscendo la natura metastabile del linguaggio si agevola la comprensione e la consapevolezza di ciò che il traduttore fa anche quando opera all’interno di campi semantici specifici.

  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Le conoscenze acquisite consentiranno di 1) comprendere la complessità del comunicare nei suoi aspetti verbali e non verbali e in rapporto ai contesti sociali e culturali e alla produzione di beni materiali e immateriali; 2) conoscere le principali teorie del segno contemporanee; 3) acquisire la capacità di interpretare le informazioni con senso critico.

  • Autonomia di giudizio

Capacità di formulare opinioni e di saper pensare in modo astratto.

  • Abilità comunicative

Saper comunicare efficacemente tenendo conto delle situazioni e degli interlocutori; saper argomentare con chiarezza ed in modo ragionato su aspetti disciplinari rilevanti sul piano teorico e metodologico usando una terminologia appropriata.

  • Capacità di apprendimento

In termini di capacità di apprendimento, gli studenti acquisiranno gli elementi teorici  necessari e sufficienti per continuare in maniera autonoma l'approfondimento delle competenze metalinguistiche e la natura semiotica delle lingue storico-naturali.

 

Lezioni frontali, in italiano, con discussione di nozioni disciplinari e di problemi trattati nelle lezioni precedenti e nei Seminari di approfondimento con docenti esterni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

L’esame consiste nella verifica orale dell’acquisizione di un’ampia competenza nei temi svolti durante il corso e in quelli approfonditi sui testi. L’esame sarà anche volto a verificare la capacità di personalizzazione, di collegamento dei vari temi e la correttezza espositiva e terminologica.

Stringa per accedere ai programmi

https://www.unisalento.it/web/guest/scheda_personale/-/people/cosimo.caputo

Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Orario delle lezioni: vedere orario generale e “bacheca” nella pagina personale del docente.

Il corso si articola in due parti. Nella prima parte saranno presentate le nozioni di base della disciplina. Il percorso didattico procederà  seguendo concetti fondamentali della teoria strutturale del linguaggio.

Nella seconda parte verranno approfondite le nozioni di struttura, di segno e di senso, di progetto attraverso la riflessione di Cassirer, Greimas, Peirce  e Hjelmslev.

Parte istituzionale:

G. Marrone, Prima lezione di semiotica, Laterza, Roma-Bari 2018, pp. 182.

Approfondimento:

L. Hjelmslev, La stratificazione del linguaggio, PensaMultimedia, Lecce-Brescia 2018,  pp. 130;

S. Zingale, Interpretazione e progetto. Semiotica dell’inventiva, Franco Angeli, Milano 2012, pp. 214 (piccolo formato).

Un testo a scelta tra:

E. Cassirer, Lo strutturalismo nella linguistica moderna, Sossella Editore, Roma 2017, pp. 109;

A.J. Greimas, Del senso, Sossella Editore, Roma 2017, pp. 68;

A. Lorusso, Postverità. Fra reality tv, social media e storytelling, Laterza, Roma-Bari 2018, pp. 141.

Materiale aggiuntivo sarà indicato e reso disponibile durante le lezioni e online sulla pagina personale del docente.

Semiotica (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza di nozioni di linguistica e di filosofia che può ripassare, integrare o adeguare utilizzando testi come: G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino 2002; A. Ponzio, Il linguaggio e le lingue. Introduzione alla linguistica generale, Milano-Udine, Mimesis, 2013; un buon manuale di Liceo per la filosofia, per es. quello di Abbagnano-Fornero.

 

Come si può descrivere il senso dei testi e delle culture? Come si possono analizzare i significati dei linguaggi e del mondo in cui viviamo? La Semiotica europea ha costruito gli strumenti per dare una risposta a queste domande attraverso l’opera di Barthes, Benveniste, Jakobson, Eco, Greimas, Lotman, ma alla base c’è la linguistica strutturale. Il corso tende appunto a illustrare i presupposti della scienza dei linguaggi e della significazione, le sue varie ascendenze disciplinari e la sua progressiva ricomposizione verso un approccio unitario di analisi delle differenti culture e forme di comunicazione.

Lezioni frontali, in italiano, con discussione di nozioni disciplinari e di problemi trattati nelle lezioni precedenti e nei Seminari di approfondimento con docenti esterni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

L’esame consiste nella verifica orale dell’acquisizione di un’ampia competenza nei temi svolti durante il corso e in quelli approfonditi sui testi. L’esame sarà anche volto a verificare la capacità di personalizzazione, di collegamento dei vari temi e la correttezza espositiva e terminologica.

Stringa per accedere ai programmi

https://www.unisalento.it/web/guest/scheda_personale/-/people/cosimo.caput

Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL

Orario delle lezioni: vedere orario generale e “bacheca” nella pagina personale del docente.

Il corso si articola in due parti. Nella prima parte saranno presentate le nozioni di base della disciplina. Il percorso didattico procederà seguendo concetti fondamentali della teoria strutturale del linguaggio.

Nella seconda parte verranno approfondite le nozioni di struttura, di segno e di senso attraverso la riflessione di Cassirer, Greimas e Hjelmslev.

Parte istituzionale:

G. Marrone, Prima lezione di semiotica, Laterza, Roma-Bari 2018, pp. 182.

Approfondimento:

L. Hjelmslev, La stratificazione del linguaggio, PensaMultimedia, Lecce-Brescia 2018, pp. 130;

E. Cassirer, Lo strutturalismo nella linguistica moderna, Sossella Editore, Roma 2017, pp. 109;

A.J. Greimas, Del senso, Sossella Editore, Roma 2017, pp. 68.

Materiale aggiuntivo sarà indicato e reso disponibile durante le lezioni e online sulla pagina personale del docente.

SEMIOTICA (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza di nozioni di linguistica e di filosofia che può ripassare, integrare o adeguare  utilizzando testi come: G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino 2002; A. Ponzio, Il linguaggio e le lingue. Introduzione alla linguistica generale, Milano-Udine, Mimesis, 2013; un buon manuale di Liceo per la filosofia, per es. quello di Abbagnano-Fornero.

 

In questo curriculum il corso mira a fornire allo studente una conoscenza di base dell’“oggetto linguaggio”, consentendogli di rispondere meglio alle esigenze dell’odierna società attraverso strumenti concettuali spendibili nel campo della mediazione linguistica. Più specificamente, l’attenzione sarà rivolta all’omologia fra produzione di merci e produzione di messaggi, alle questioni del senso che emergono nel passaggio da un sistema semiotico all’altro, della percezione dei vari aspetti della realtà, dalla città al territorio, dalla pubblicità alla moda, dai luoghi del lavoro a quelli del commercio e del tempo libero, attraverso lo sguardo semiolinguistico che vede palazzi, strade, piazze, luoghi del ristoro, la campagna, il mare come protesi estetiche e comunicative che rappresentano identità e differenze.

  • Conoscenze e comprensione

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base relative ai concetti e ai metodi della teoria del linguaggio, con particolare riguardo alla nozione di struttura, a quella di segno e alle sue proprietà semantiche e pragmatiche. La caratteristica teorica dell’insegnamento è presupposto necessario al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studi: conoscendo la natura metastabile del linguaggio si agevola la comprensione e la consapevolezza di ciò che il traduttore fa anche quando opera all’interno di campi semantici specifici.

  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Le conoscenze acquisite consentiranno di 1) comprendere la complessità del comunicare nei suoi aspetti verbali e non verbali e in rapporto ai contesti sociali e culturali e alla produzione di beni materiali e immateriali; 2) migliorare la capacità di riflessione metalinguistica; 3) comprendere le difficoltà dell’analisi scientifica delle lingue naturali; 4) acquisire la capacità di interpretare le informazioni con senso critico.

  • Autonomia di giudizio

Capacità di formulare opinioni e di saper pensare in modo astratto.

  • Abilità comunicative

Saper comunicare efficacemente tenendo conto delle situazioni e degli interlocutori; saper argomentare con chiarezza ed in modo ragionato su aspetti disciplinari rilevanti sul piano teorico e metodologico usando una terminologia appropriata.

  • Capacità di apprendimento

In termini di capacità di apprendimento, gli studenti acquisiranno gli elementi teorici  necessari e sufficienti per continuare in maniera autonoma l'approfondimento delle competenze metalinguistiche. Sapranno compiere una selezione adeguata delle risorse bibliografiche per approfondimenti tematici personali.

Lezioni frontali, in italiano, con discussione di nozioni disciplinari e di problemi trattati nelle lezioni precedenti e nei Seminari di approfondimento con docenti esterni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

L’esame consiste nella verifica orale dell’acquisizione di un’ampia competenza nei temi svolti durante il corso e in quelli approfonditi sui testi. L’esame sarà anche volto a verificare la capacità di personalizzazione, di collegamento dei vari temi e la correttezza espositiva e terminologica.

 

Stringa per accedere ai programmi

https://www.unisalento.it/web/guest/scheda_personale/-/people/cosimo.caputo

Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Orario delle lezioni: vedere orario generale e bacheca nella pagina personale del docente.

Il corso si articola in due parti. Nella prima parte saranno presentate le nozioni di base della disciplina. Il percorso didattico procederà  seguendo concetti fondamentali della teoria strutturale del linguaggio. Saranno affrontate soprattutto le nozioni essenziali della teoria linguistica del Novecento europeo attraverso i suoi principali autori: Saussure, Hjelmslev, Benveniste, Barthes, Eco, Greimas, Lotman.

Nella seconda parte verrà approfondita la nozione di segno  in Hjelmslev e la nozione di postverità nell’attuale panorama comunicativo.

Parte istituzionale:

P. Fabbri, D. Mangano, La competenza semiotica, Carocci, Roma 2012, pp. 11-193, 235-242, 427-487; 

T. De Mauro, Prima lezione sul linguaggio, Laterza, Roma-Bari 2002, pp. 120.

Approfondimento:

L. Hjelmslev, La stratificazione del linguaggio, PensaMultimedia, Lecce-Brescia 2018, pp. 130;

A. Lorusso, Postverità. Fra reality tv, social media e storytelling, Laterza, Roma-Bari 2018, pp. 141.

Materiale aggiuntivo sarà indicato e reso disponibile durante le lezioni e online sulla pagina personale del docente.

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe avere almeno una conoscenza di nozioni di linguistica e di filosofia che può ripassare, integrare o adeguare  utilizzando testi come: G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino 2002; A. Ponzio, Il linguaggio e le lingue. Introduzione alla linguistica generale, Milano-Udine, Mimesis, 2013; un buon manuale di Liceo per la filosofia, per es. quello di Abbagnano-Fornero.

In questo curriculum il corso mira a fornire allo studente una conoscenza di base dell’“oggetto linguaggio” in funzione della teoria della traduzione, consentendogli di rispondere meglio alle esigenze dell’odierna società attraverso strumenti concettuali spendibili nel campo della mediazione linguistica. Più specificamente, l’attenzione sarà rivolta alle questioni del senso che emergono nel passaggio da un sistema semiotico all’altro,  della percezione dei vari aspetti della realtà, dalla città al territorio, dalla pubblicità alla moda, dai luoghi del lavoro a quelli del commercio e  del tempo libero, attraverso lo sguardo semiolinguistico che vede palazzi, strade, piazze, luoghi del ristoro, la campagna, il mare come protesi estetiche e comunicative che rappresentano identità e differenze.

  • Conoscenze e comprensione

Gli studenti acquisiranno le conoscenze disciplinari di base relative ai concetti e ai metodi della teoria del linguaggio, con particolare riguardo alla nozione di struttura, a quella di segno e alle sue proprietà semantiche e pragmatiche. La caratteristica teorica dell’insegnamento è presupposto necessario al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di studi: conoscendo la natura metastabile del linguaggio si agevola la comprensione e la consapevolezza di ciò che il traduttore fa anche quando opera all’interno di campi semantici specifici, come quello tecnico-scientifico, o, come nel caso di questo corso di studi, del turismo.

  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Le conoscenze acquisite consentiranno di 1) comprendere la complessità del comunicare nei suoi aspetti verbali e non verbali e in rapporto ai contesti sociali e culturali e alla produzione di beni materiali e immateriali; 2) migliorare la capacità di riflessione metalinguistica; 3) comprendere le difficoltà dell’analisi scientifica delle lingue naturali; 4) acquisire la capacità di interpretare le informazioni con senso critico.

  • Autonomia di giudizio

Capacità di formulare opinioni e di saper pensare in modo astratto.

  • Abilità comunicative

Saper comunicare efficacemente tenendo conto delle situazioni e degli interlocutori; saper argomentare con chiarezza ed in modo ragionato su aspetti disciplinari rilevanti sul piano teorico e metodologico usando una terminologia appropriata.

  • Capacità di apprendimento

In termini di capacità di apprendimento, gli studenti acquisiranno gli elementi teorici  necessari e sufficienti per continuare in maniera autonoma l'approfondimento delle competenze metalinguistiche. Sapranno compiere una selezione adeguata delle risorse bibliografiche per approfondimenti tematici personali.

Lezioni frontali, in italiano, con discussione di nozioni disciplinari e di problemi trattati nelle lezioni precedenti e nei Seminari di approfondimento con docenti esterni.

La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata.

L’esame consiste nella verifica orale dell’acquisizione di un’ampia competenza nei temi svolti durante il corso e in quelli approfonditi sui testi. L’esame sarà anche volto a verificare la capacità di personalizzazione, di collegamento dei vari temi e la correttezza espositiva e terminologica

Stringa per accedere ai programmi

https://www.unisalento.it/web/guest/scheda_personale/-/people/cosimo.caputo

Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Orario delle lezioni: vedere orario generale e “bacheca” nella pagina personale del docente.

Il corso si articola in due parti. Nella prima parte saranno presentate le nozioni di base della disciplina. Il percorso didattico procederà  seguendo i concetti fondamentali della teoria strutturale del linguaggio. Saranno affrontate soprattutto le nozioni essenziali della teoria linguistica del Novecento europeo attraverso i suoi principali autori: Saussure, Hjelmslev, Benveniste, Barthes, Eco, Greimas, Lotman.

Nella seconda parte verranno approfondite le nozioni di struttura e di segno  attraverso la riflessione di Cassirer e Hjelmslev.

Parte istituzionale:

P. Fabbri, D. Mangano, La competenza semiotica, Carocci, Roma 2012, pp. 11-193, 235-242, 427-487. 

T. De Mauro, Prima lezione sul linguaggio, Laterza, Roma-Bari 2002, pp. 120.

Approfondimento:

E. Cassirer, Lo strutturalismo nella linguistica moderna, Sossella Editore, Roma 2017, pp. 109;

L. Hjelmslev, La stratificazione del linguaggio, PensaMultimedia, Lecce-Brescia 2018, pp. 130.

Materiale aggiuntivo sarà indicato e reso disponibile durante le lezioni e online sulla pagina personale del docente.

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SEMIOTICA (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SEMIOTICA (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 25/09/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SEMIOTICA (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SEMIOTICA (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2016 al 24/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 26/09/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SEMIOTICA (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

SEMIOTICA (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 28/09/2015 al 23/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 30.0 Ore Studio individuale: 120.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 24/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

SEMIOTICA (M-FIL/05)
SEMIOTICA

Corso di laurea LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 24/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

SEMIOTICA (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 29/09/2014 al 24/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)
TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO

Corso di laurea TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO

Settore Scientifico Disciplinare M-FIL/05

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 9.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 54.0 Ore Studio individuale: 171.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 30/09/2013 al 25/01/2014)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce - Università degli Studi

TEORIA DEI SEGNI E DEL LINGUAGGIO (M-FIL/05)

Pubblicazioni

Inserire qui le pubblicazioni...

 

cfr. la aez. DOCUMENTI in Risorse correlate

Temi di ricerca

Inserire qui i temi di ricerca...

Semiotica, storia della semiotica, linguistica, filosofia del linguaggio, con particolare attenzione alla Glossematica di Louis Hjelmslev, ai suoi risvolti semiotici generali e al dialogo di ricerca che essa intrattiene con altre riflessioni sul linguaggio e i segni di alcuni autori della via italiana alla semiotica quali Galvano Della Volpe, Ferruccio Rossi-Landi ed Emilio Garroni.

 

Risorse correlate

Documenti