Maria Antonella DE DONNO

Maria Antonella DE DONNO

Professore I Fascia (Ordinario/Straordinario)

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali

Centro Ecotekne Pal. A - S.P. 6, Lecce - Monteroni - LECCE (LE)

Laboratorio di Igiene, Piano 4°

Telefono +39 0832 29 8687

Professore Ordinario di Igiene e Medicina Preventiva

Area di competenza:

Igiene -  Corso di laurea in Scienze Biologiche

Igiene Generale ed Applicata- Laurea in Scienze Motorie e dello Sport

Igiene Ambientale- Laurea Magistrale in Scienze Ambientali

Orario di ricevimento

 

Tutti i  giorni dal Lunedì al Venerdì previo appuntamento telefonico  o e/mail.

 

 

 

Visualizza QR Code Scarica la Visit Card

Curriculum Vitae

Maria Antonella De Donno laureata a pieni voti in Scienze Biologiche ed è specializzata in Microbiologia e Virologia.

Professore Ordinario di Igiene e Medicina Preventiva  SSD MED42 c/o il Dip. di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali dell’Università del Salento.

Si occupa di epidemiologia delle malattie infettive e cronico degenerative. In particolare la sua attività di ricerca si sviluppa su aree tematiche riconducibili allo studio e messa a punto di strategie di prevenzione primaria attraverso:

- lo studio di biomarcatori di effetto biologico precoce su cellule esfoliate della mucosa bucale ed esposizione a inquinanti ambientali;

- il disegno di studi epidemiologici osservazionali analitici e sperimentali;

- la stima del rischio sanitario in aree contaminate.  

Responsabile scientifico di numerosi Programmi di Ricerca promossi in ambito locale, regionale, nazionale e comunitario, acquisiti su base competitiva.

Attualmente in corso:

- Progetto “EFFE.BI.P Effetti Biologici Precoci dell’inquinamento ambientale nella popolazione dell’Unione dei Comuni Terre d’Oriente” del Consorzio Universitario Interprovinciale Salentino CUIS 2015 ;

- Progetto “PJS: Progetto Jonico Salentino”, avviato nel 2016 nell’ambito del Centro Salute e Ambiente (CSA) di Lecce (D.G.R. 2731/2014 e D.G.R. 889/2015), con l'obiettivo di identificare i profili di rischio dei cittadini della macro area Jonico-Salentina in funzione della loro esposizione a tutte le possibili sorgenti inquinanti (Responsabile scientifico della sezione “Estensione del progetto MAPEC Life nell’area Jonico Salentina)- Regione Puglia;

- Progetto “PROTOS” avviato nel 2016 nell’ambito del Centro Salute e Ambiente (CSA) di Lecce (DGR 1209/2015) che ha come obiettivo quello di individuare, attraverso uno studio epidemiologico di tipo caso-controllo, i fattori di rischio da correlare ai casi di neoplasie polmonare diagnosticati nei cittadini maschi residenti nella provincia di Lecce- Regione Puglia;

- Progetto M.I.N.O.RE (Monitoraggi Idrici Non Obbligatori a livello REgionale) con la finalità di fornire un contributo al completamento delle conoscenze sullo stato di salute attuale della falda idrica del Salento. Responsabile scientifico dell’obiettivo V.I.R.S.A - Valutazione Integrata del Rischio Sanitario in Acque di Falda- Regione Puglia.

L’attività scientifica svolta è documentata da numerosi contributi personali a congressi e convegni e da oltre 155 pubblicazioni su riviste internazionali.

 

Maria Antonella De Donno graduated with honors in Biological Sciences and specialized in Microbiology and Virology (microbiological and virologic techniques). Since the 1st of January 2001 she is Researcher for the discipline group MED/42 at the Laboratory of Hygiene, Department of Biological and Environmental Sciences and Technologies, University of Salento, Italy. Since 1989 she has carried out research on microbiology applied to hygiene, epidemiology and prevention of infectious diseases and environmental hygiene at the Laboratory of Hygiene, University of Salento. The research is focused on thematic areas related to the study and development of the most effective strategies for primary prevention of infectious and chronic degenerative diseases. In particular, the areas of activity concern the molecular epidemiology applied to the prevention of infectious and chronic degenerative diseases through the study of biomarkers of early biological response to environmental pollutants and also the application of analytical and experimental epidemiological studies of human-health interaction and health risk assessment for exposure to contaminated areas.In the context of environmental hygiene, she deals with the development and standardization of molecular biology methods for detecting viruses in environmental matrices and with the evaluation of quality criteria for sanitary, marine-coastal, superficial and underground waters through the experimentation of new microbiological parameters. She has been scientific director of several research projects funded at local, regional, national and EU level. Currently she is full professor and teacher in various scientific courses of the disciplines of the MED/42 group. In 2005 she was scientific director of the local research unit on the Prin project entitled "Molecular epidemiological investigation on rotavirus infection in Salento". The scientific research activity conducted is documented by contributions to congresses and conferences and 155 publications.

Didattica

A.A. 2020/2021

IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 50.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

IGIENE GENERALE E APPLICATA

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 3

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

Sede Lecce

A.A. 2019/2020

IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 50.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce

IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce

IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

A.A. 2017/2018

IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Tipo corso di studio Laurea

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce

IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Lingua ITALIANO

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce

A.A. 2016/2017

IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0 Ore Studio individuale: 98.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0 Ore Studio individuale: 51.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

A.A. 2015/2016

IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0 Ore Studio individuale: 98.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno di corso 2

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0 Ore Studio individuale: 51.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO COMUNE

IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno di corso 1

Struttura DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE

Sede Lecce - Università degli Studi

Torna all'elenco
IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 50.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 08/03/2021 al 11/06/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

Nessuno

Il Corso di Igiene intende fornire le basi per la comprensione del moderno concetto di salute e del ruolo dei suoi principali determinanti. Verranno trattati i temi legati alla trasmissione delle malattie infettive e ai fattori di rischio legati all’insorgenza delle malattie cronico- degenerative. L’insegnamento si svilupperà in due sezioni: la prima dedicata all’epidemiologia di base e allo studio dei principali indicatori sanitari. La seconda parte del corso sarà dedicata alle strategie di prevenzione primaria e secondaria delle malattie infettive e cronico-degenerative.

Apprendimento delle:

  • differenze tra fattori di rischio e fattori etiologici o causali di malattia
  • differenza tra malattie infettive e non infettive
  • metodologie per lo studio dell’epidemiologia delle malattie
  • strategie per la promozione della salute e strumenti di prevenzione primaria secondaria e terziaria.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

ll conseguimento dei crediti attribuiti all’insegnamento è ottenuto mediante una prova orale valutata in trentesimi ed eventuale lode. Nell’attribuzione del punteggio finale si terrà conto: del livello di conoscenze teoriche e pratiche acquisite (50%), della capacità di applicare le conoscenze teorico/pratiche acquisite (30%), dell’autonomia di giudizio (10%) e delle capacità comunicative ( 10%). La lode si assegna a chi dimostra di avere padronanza della materia per approfondimenti e capacità critica oltre lo studio meccanico del libro di testo. In considerazione della Pandemia da COVID-19 ed in ossequio ai provvedimenti adottati dal governo lo svolgimento degli esami di profitto avverrà esclusivamente in modalità telematica fino a nuove indicazioni.

Il calendario degli esami può essere consultato al link: https://tinyurl.com/y2vfs8qr

Programma

  • Definizione, finalità e contenuti dell’Igiene
  • Principali determinanti di salute
  • Cenni di microbiologia
  • La prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • Epidemiologia di base
  • Le misure di frequenza
  • Significato di alcuni indicatori sanitari
  • Studi epidemiologici osservazionali
  • Epidemiologia e profilassi generale delle malattie infettive
  • Catena infettiva
  • Vie di trasmissione, ruolo dell'ospite e fattori ambientali
  • Impatto degli agenti infettivi con la popolazione
  • Notifica delle malattie infettive
  • Accertamento diagnostico
  • Disinfezione e disinfestazione
  • Immuno- e chemioantibiotico-profilassi
  • Vaccini, vaccinazioni obbligatorie e calendario vaccinale
  • Malattie a trasmissione oro-fecale
  • Malattie aero-diffuse
  • Malattie a trasmissione parenterale e sessualmente trasmesse
  • Infezioni opportunistiche
  • Infezioni veicolate da alimenti e tossinfezioni alimentari
  • Epidemiologia e profilassi generale delle principali malattie cronico-degenerative
  • Fattori di rischio
  • Lo screening
  • Sensibilità, specificità, valore predittivo di un test diagnostico
  • Definizione e finalità dell’Igiene Ambientale
  • Tossicità acuta e cronica e limiti di concentrazione dei contaminanti chimici
  • L’ambiente outdoor e l’ambiente indoor come fonte di pericolo per la salute umana

Esercitazioni

  • Controllo igienico sanitario di una matrice ambientale
  • Risoluzione di esercizi di epidemiologia di base

DEVOTI G. : ARGOMENTI DI IGIENE - ADRIATICA EDITRICE SALENTINA ( TESTO CONSIGLIATO PER GLI STUDENTI DI CDS DIVERSI DALL' AREA MEDICO -BIOLOGICA)

slides lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/course/search.php?search=de+donno

BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

IGIENE (MED/42)
IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0

Per immatricolati nel 2020/2021

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 08/03/2021 al 18/06/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

nessuno

Il corso affronta argomenti legati all'interazione ambiente e salute umana. In particolare saranno approfonditi: la valutazione del rischio sanitario per esposizione e contaminanti ambientali e gli aspetti legati alla prevenzione primaria delle malattie infettive e non. Saranno definiti inoltre gli standard di qualità igienico-sanitaria di matrici ambientali come acqua e aria.

Conoscenza:

- delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana

- delle malattie da esposizioni a matrici ambientali contaminate

- delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico-degenerative

- delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e rifiuti solidi e delle relative implicazioni sanitarie

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in Power Point

Prova orale con votazione finale in trentesimi con eventuale lode. Nell’attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%). In considerazione della pandemia da COVID -19 ed in ossequio ai provvedimenti adottati dal governo gli esami si svolgeranno esclusivamente in modalità telematica fino a nuove indicazioni. 

Il calendario degli esami può essere consultato al link: https://tinyurl.com/y4qyx9je

- La salute umana

- Rischio e relazione causale in Sanità

- Storia naturale delle malattie

- Metodologia epidemiologica

- La prevenzione primaria

- Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali

- Modelli concettuali di studio delle interazioni uomo-ambiente: il modello DPSIR

- L'analisi di rischio (AdR) sanitaria per i siti contaminati

- Le fasi della valutazione del rischio: identificazione del pericolo, valutazione dose-risposta, valutazione dell'esposizione, caratterizzazione del rischio

- La VIS (Valutazione d'incidenza sanitaria)

- Le acque destinate al consumo umano: requisiti di potabilità e normativa vigente

- Le acque minerali

- Le acque destinate alla balneazione: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

- Lo smaltimento dei rifiuti liquidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

Nerò L'acqua nella Grecia Salentina: da necessità a risorsa - MANNI EDITORE

IGIENE AMBIENTALE (MED/42)
IGIENE GENERALE E APPLICATA

Corso di laurea SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2020/2021

Anno di corso 3

Semestre Primo Semestre (dal 05/10/2020 al 22/01/2021)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Sede Lecce

Non sono previsti prerequisiti per l’insegnamento di Igiene Generale ed Applicata.

Il corso si propone di definire i concetti di salute, igiene e prevenzione; comprendere i fattori in grado di influenzare lo stato di salute; acquisire conoscenze sulla promozione della salute ed in particolare sul ruolo svolto dalle attività motorie; conoscere le principali patologie infettive e cronico-degenerative e le principali problematiche connesse all’ambiente ed agli stili di vita in grado di interferire con la salute umana; approfondire le competenze del laureato in Scienze Motorie nell’ottica della prevenzione

Apprendimento delle:

-Metodologie dello studio dell'epideiomologia delle malattie infettive e non

-Strategie per la Promozione della salute con particolare riferimento allo stile di vita 

-Strategie di prevenzione primaria secondaria e terziaria

-Metodologie per il contenimento del rischio ambiente e salute con particolare riferimento agli ambienti sportivi

 

 

Lezioni frontali

Esame orale

1. Igiene e salute. Definizione e scopi dell'Igiene. Definizione di salute. Determinanti di salute. Stili di vita. Fattori che condizionano il passaggio dalla salute alla malattia.

2. Epidemiologia. La raccolta dei dati. Misura della frequenza degli eventi sanitari. Indicatori sanitari. Fattori di rischio. Studi epidemiologici (descrittivi, caso-controllo, coorte, sperimentali).

3. Prevenzione. Definizioni ed obiettivi della prevenzione; Prevenzione Primaria; Prevenzione Secondaria (screening e diagnosi precoce); Prevenzione Terziaria (rieducazione e riabilitazione).

4. Epidemiologia e profilassi delle malattie infettive. Eziologia, distribuzione, modalità di trasmissione, vie di penetrazione ed eliminazione degli agenti infettivi.Le difese dell'organismo contro le infezioni. Immunoprofilassi attiva e passiva. Vaccini. Chemioprofilassi. Malattie infettive a prevalente diffusione aerea; Malattie infettive a prevalente diffusione enterica; Malattie infettive a prevalente diffusione ematica e/o sessuale.

5. Epidemiologia e profilassi delle malattie cronico-degenerative. Generalità. Il ruolo delle attività motorie nella prevenzione delle malattie cronico-degenerative.

6. Igiene dell’ambiente. Generalità sull'inquinamento delle principali matrici ambientali (acqua, aria, suolo). Inquinamento degli ambienti indoor (palestre, piscine, ecc.)

7. Igiene degli alimenti e della nutrizione. Contaminazione chimica degli alimenti; contaminazione microbica degli alimenti (infezioni, tossinfezioni e intossicazioni alimentari). Educazione alimentare.

  • Brandi G, Liguori G, Romano Spica V. IGIENE E SANITA’ PUBBLICA PER SCIENZE MOTORIE, Antonio Delfino Editore.
  • Gullotti A, Pignato S, Giammanco G. IGIENE PER SCIENZE MOTORIE, Monduzzi editore 

  • Gruppo di lavoro SItI “Scienze Motorie per la salute”. IL GUADAGNO DI SALUTE ATTRAVERSO LA PROMOZIONE DELL’ATTIVITÀ FISICA. EVIDENZE SCIENTIFICHE E ATTIVITÀ DI CAMPO. A cura di G. Liguori. Società Editrice Universo, Roma.
  • Materiale didatticofornito dal docente e disponibile sul sito.
IGIENE GENERALE E APPLICATA (MED/42)
IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 50.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 09/03/2020 al 05/06/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

Sede Lecce

Nessuno

Il Corso di Igiene intende fornire le basi per la comprensione del moderno concetto di salute e del ruolo dei suoi principali determinanti. Verranno trattati i temi legati alla trasmissione delle malattie infettive e ai fattori di rischio legati all’insorgenza delle malattie cronico- degenerative. L’insegnamento si svilupperà in due sezioni: la prima dedicata all’epidemiologia di base e allo studio dei principali indicatori sanitari. La seconda parte del corso sarà dedicata alle strategie di prevenzione primaria e secondaria delle malattie infettive e cronico-degenerative.

Apprendimento delle:

  • differenze tra fattori di rischio e fattori etiologici o causali di malattia
  • differenza tra malattie infettive e non infettive
  • metodologie per lo studio dell’epidemiologia delle malattie
  • strategie per la promozione della salute e strumenti di prevenzione primaria secondaria e terziaria.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

ll conseguimento dei crediti attribuiti all’insegnamento è ottenuto mediante una prova orale valutata in trentesimi ed eventuale lode. Nell’attribuzione del punteggio finale si terrà conto: del livello di conoscenze teoriche e pratiche acquisite (50%), della capacità di applicare le conoscenze teorico/pratiche acquisite (30%), dell’autonomia di giudizio (10%) e delle capacità comunicative ( 10%). La lode si assegna a chi dimostra di avere padronanza della materia per approfondimenti e capacità critica oltre lo studio meccanico del libro di testo. In considerazione della Pandemia da COVID-19 ed in ossequio ai provvedimenti adottati dal governo lo svolgimento degli esami di profitto avverrà esclusivamente in modalità telematica fino a nuove indicazioni.

Il calendario degli esami può essere consultato al link: https://tinyurl.com/y2vfs8qr

Programma

  • Definizione, finalità e contenuti dell’Igiene
  • Principali determinanti di salute
  • Cenni di microbiologia
  • La prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • Epidemiologia di base
  • Le misure di frequenza
  • Significato di alcuni indicatori sanitari
  • Studi epidemiologici osservazionali
  • Epidemiologia e profilassi generale delle malattie infettive
  • Catena infettiva
  • Vie di trasmissione, ruolo dell'ospite e fattori ambientali
  • Impatto degli agenti infettivi con la popolazione
  • Notifica delle malattie infettive
  • Accertamento diagnostico
  • Disinfezione e disinfestazione
  • Immuno- e chemioantibiotico-profilassi
  • Vaccini, vaccinazioni obbligatorie e calendario vaccinale
  • Malattie a trasmissione oro-fecale
  • Malattie aero-diffuse
  • Malattie a trasmissione parenterale e sessualmente trasmesse
  • Infezioni opportunistiche
  • Infezioni veicolate da alimenti e tossinfezioni alimentari
  • Epidemiologia e profilassi generale delle principali malattie cronico-degenerative
  • Fattori di rischio
  • Lo screening
  • Sensibilità, specificità, valore predittivo di un test diagnostico
  • Definizione e finalità dell’Igiene Ambientale
  • Tossicità acuta e cronica e limiti di concentrazione dei contaminanti chimici
  • L’ambiente outdoor e l’ambiente indoor come fonte di pericolo per la salute umana

Esercitazioni

  • Controllo igienico sanitario di una matrice ambientale
  • Risoluzione di esercizi di epidemiologia di base

DEVOTI G. : ARGOMENTI DI IGIENE - ADRIATICA EDITRICE SALENTINA ( TESTO CONSIGLIATO PER GLI STUDENTI DI CDS DIVERSI DALL' AREA MEDICO -BIOLOGICA)

slides lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/course/search.php?search=de+donno

BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

IGIENE (MED/42)
IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0

Per immatricolati nel 2019/2020

Anno accademico di erogazione 2019/2020

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 09/03/2020 al 19/06/2020)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

nessuno

Il corso affronta argomenti legati all'interazione ambiente e salute umana. In particolare saranno approfonditi: la valutazione del rischio sanitario per esposizione e contaminanti ambientali e gli aspetti legati alla prevenzione primaria delle malattie infettive e non. Saranno definiti inoltre gli standard di qualità igienico-sanitaria di matrici ambientali come acqua e aria.

Conoscenza:

- delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana

- delle malattie da esposizioni a matrici ambientali contaminate

- delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico-degenerative

- delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e rifiuti solidi e delle relative implicazioni sanitarie

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in Power Point

Prova orale con votazione finale in trentesimi con eventuale lode. Nell’attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%). In considerazione della pandemia da COVID -19 ed in ossequio ai provvedimenti adottati dal governo gli esami si svolgeranno esclusivamente in modalità telematica fino a nuove indicazioni. 

Il calendario degli esami può essere consultato al link: https://tinyurl.com/y4qyx9je

- La salute umana

- Rischio e relazione causale in Sanità

- Storia naturale delle malattie

- Metodologia epidemiologica

- La prevenzione primaria

- Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali

- Modelli concettuali di studio delle interazioni uomo-ambiente: il modello DPSIR

- L'analisi di rischio (AdR) sanitaria per i siti contaminati

- Le fasi della valutazione del rischio: identificazione del pericolo, valutazione dose-risposta, valutazione dell'esposizione, caratterizzazione del rischio

- La VIS (Valutazione d'incidenza sanitaria)

- Le acque destinate al consumo umano: requisiti di potabilità e normativa vigente

- Le acque minerali

- Le acque destinate alla balneazione: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

- Lo smaltimento dei rifiuti liquidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

Nerò L'acqua nella Grecia Salentina: da necessità a risorsa - MANNI EDITORE

IGIENE AMBIENTALE (MED/42)
IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 11/03/2019 al 07/06/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

Sede Lecce

Il Corso di Igiene intende fornire le basi per la comprensione del moderno concetto di salute e del ruolo dei suoi principali determinanti.  Verranno trattati i temi legati alla trasmissione delle malattie infettive e ai fattori di rischio legati all’insorgenza delle malattie cronico- degenerative. L’insegnamento si svilupperà in due sezioni: la prima dedicata all’epidemiologia di base e allo studio dei principali indicatori sanitari. La seconda parte del corso sarà dedicata alle strategie di prevenzione primaria e secondaria delle malattie infettive e cronico-degenerative.

Apprendimento delle:

  • differenze tra fattori di rischio e fattori etiologici o causali di malattia
  • differenza tra malattie infettive e non infettive
  • metodologie per lo studio dell’epidemiologia delle malattie
  • strategie per la promozione della salute e strumenti di prevenzione primaria secondaria e terziaria.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

ll conseguimento dei crediti attribuiti all’insegnamento è ottenuto mediante una prova orale valutata in trentesimi ed eventuale lode. E’ altresì prevista una sola prova scritta, con validità di esonero, rivolta agli studenti frequentanti con domande chiuse e aperte a diverso grado di complessità relative all’intero programma trattato a lezione e comprendente gli esercizi di epidemiologia di base svolti nel corso delle esercitazioni in aula. Nell’attribuzione del punteggio finale si terrà conto: del livello di conoscenze teoriche e pratiche acquisite (50%),  della capacità di applicare le conoscenze teorico/pratiche acquisite (30%), dell’autonomia di giudizio (10%) e delle capacità comunicative ( 10%). La lode si assegna a chi dimostra  di avere padronanza della materia per approfondimenti e capacità critica  oltre lo studio meccanico del libro di testo.

Il calendario degli esami può essere consultato al link: https://tinyurl.com/y2vfs8qr

 

Programma

  • Definizione, finalità e contenuti dell’Igiene
  • Principali determinanti di salute
  • Cenni di microbiologia
  • La prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • Epidemiologia di base
  • Le misure di frequenza
  • Significato di alcuni indicatori sanitari
  • Studi epidemiologici osservazionali
  • Epidemiologia e profilassi generale delle malattie infettive
  • Catena infettiva
  • Vie di trasmissione, ruolo dell'ospite e fattori ambientali
  • Impatto degli agenti infettivi con la popolazione
  • Notifica delle malattie infettive
  • Accertamento diagnostico
  • Disinfezione e disinfestazione
  • Immuno- e chemioantibiotico-profilassi
  • Vaccini, vaccinazioni obbligatorie e calendario vaccinale
  • Malattie a trasmissione oro-fecale
  • Malattie aero-diffuse
  • Malattie a trasmissione parenterale e sessualmente trasmesse
  • Infezioni opportunistiche
  • Infezioni veicolate da alimenti e tossinfezioni alimentari
  • Epidemiologia e profilassi generale delle principali malattie cronico-degenerative
  • Fattori di rischio
  • Lo screening
  • Sensibilità, specificità, valore predittivo di un test diagnostico
  • Definizione e finalità dell’Igiene Ambientale
  • Tossicità acuta e cronica e limiti di concentrazione dei contaminanti chimici
  • L’ambiente outdoor e l’ambiente indoor come fonte di pericolo per la salute umana


Esercitazioni

  • Controllo igienico sanitario di una matrice ambientale
  • Risoluzione di esercizi di epidemiologia di base

slides lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/course/search.php?search=de+donno

BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

DEVOTI G. : ARGOMENTI DI IGIENE - ADRIATICA EDITRICE SALENTINA ( TESTO CONSIGLIATO PER GLI STUDENTI DI CdS diversi dall' area medico -biologica)

IGIENE (MED/42)
IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Il corso affronta argomenti legati all’interazione ambiente e salute umana. In particolare saranno approfonditi:  la valutazione del rischio sanitario per esposizione a contaminanti ambientali e gli aspetti legati alla prevenzione primaria delle malattie infettive e non. Saranno definiti inoltre gli standard di qualità  igienico-sanitaria di matrici ambientali come acqua e aria.  

Conoscenza:

  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle malattie da esposizione a matrici ambientali contaminate;
  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e rifiuti solidi e delle relative implicazioni sanitarie.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

Il calendario degli esami può essere consultato al link: https://tinyurl.com/y4qyx9je

 

  • La salute umana
  • Rischio e relazione causale in sanità
  • Storia naturale delle malattie
  • Metodologia epidemiologica
  • La prevenzione primaria
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • Modelli concettuali di studio delle interazioni uomo-ambiente: il modello DPSIR
  • L’analisi di rischio (AdR) sanitaria per i siti contaminati
  • Le fasi della valutazione del rischio: identificazione del pericolo, valutazione dose-risposta, valutazione dell’esposizione, caratterizzazione del rischio.
  • La VIS (Valutazione d’Incidenza Sanitaria)
  • Le acque destinate al consumo umano: requisiti di potabilità e normativa vigente
  • Le acque minerali
  • Le acque destinate alla balneazione: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • Lo smaltimento dei rifiuti liquidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • I rifiuti solidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

Nerò L'acqua nella Grecia Salentina: da necessità a risorsa - MANNI EDITORE

IGIENE AMBIENTALE (MED/42)
IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2018/2019

Anno accademico di erogazione 2018/2019

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 08/10/2018 al 25/01/2019)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Il Corso di Igiene Generale ed Applicata affronta argomenti specifici in merito alla salute umana e allo studio dei principali fattori di rischio ambientali e comportamentali. Un’attenzione particolare sarà dedicata alle procedure di valutazione degli impatti sanitari e agli standard qualitativi delle principali matrici ambientali (acqua, aria, suolo) e alimentari.  Il corso prevede inoltre attività di simulazione di indagini ambientali e la stesura di manuali HACCP.

 

Conoscenza:

  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle procedure utilizzate per la prevenzione delle malattie trasmesse dagli alimenti, veicolate dall’acqua e dall’aria;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e solidi per la prevenzione delle malattie infettive e non.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

Il calendario degli esami può essere consultato al link: http://tinyurl.com/yacfctd6

 

  • Fonte dei dati utilizzabili negli studi epidemiologici
  • La prevenzione primaria e i suoi strumenti
  • Studi epidemiologici descrittivi
  • Studi epidemiologici analitici
  • Epidemiologia sperimentale
  • Epidemiologia molecolare
  • Indicatori delle condizioni socio-sanitarie della popolazione
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • L’acqua e le malattie idrotrasmesse (legionellosi)
  • I rifiuti liquidi e relativi aspetti sanitari
  • I rifiuti solidi e relativi aspetti sanitari
  • L’aria atmosferica: inquinanti e aspetti sanitari
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori attinenti l’ambiente biologico: gli alimenti
  • La sicurezza alimentare
  • La qualità degli alimenti
  • Le principali malattie veicolate da alimenti
  • Le tossinfezioni alimentari
  • La procedura HACCP
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie infettive umane
  • Malattie infettive a prevalente diffusione aerea: influenza, morbillo, rosolia, difterite, meningite
  • Malattie infettive a prevalente diffusione oro-fecale: tifo addominale, epatite A, Colera
  • Malattie infettive trasmesse per contatto diretto (trasmissione ematica e/o sessuale): AIDS, Epatite di tipo B
  • Malattie trasmesse da vettori: malaria
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie cronico-degenerative
  • Gli strumenti di prevenzione secondaria: lo screening

Slides delle lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/enrol/index.php?id=168

S. BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. Meloni – G. Pelissero IGIENE Casa editrice Ambrosiana

IGIENE APPLICATA (MED/42)
IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 12/03/2018 al 08/06/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

Sede Lecce

Il Corso di Igiene intende fornire le basi per la comprensione del moderno concetto di salute e del ruolo dei suoi principali determinanti.  Verranno trattati i temi legati alla trasmissione delle malattie infettive e ai fattori di rischio legati all’insorgenza delle malattie cronico- degenerative. L’insegnamento si svilupperà in due sezioni: la prima dedicata all’epidemiologia di base e allo studio dei principali indicatori sanitari. La seconda parte del corso sarà dedicata alle strategie di prevenzione primaria e secondaria delle malattie infettive e cronico-degenerative.

Apprendimento delle:

  • differenze tra fattori di rischio e fattori etiologici o causali di malattia
  • differenza tra malattie infettive e non infettive
  • metodologie per lo studio dell’epidemiologia delle malattie
  • strategie per la promozione della salute e strumenti di prevenzione primaria secondaria e terziaria.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

Programma

  • Definizione, finalità e contenuti dell’Igiene
  • Principali determinanti di salute
  • Cenni di microbiologia
  • La prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • Epidemiologia di base
  • Le misure di frequenza
  • Significato di alcuni indicatori sanitari
  • Studi epidemiologici osservazionali
  • Epidemiologia e profilassi generale delle malattie infettive
  • Catena infettiva
  • Vie di trasmissione, ruolo dell'ospite e fattori ambientali
  • Impatto degli agenti infettivi con la popolazione
  • Notifica delle malattie infettive
  • Accertamento diagnostico
  • Disinfezione e disinfestazione
  • Immuno- e chemioantibiotico-profilassi
  • Vaccini, vaccinazioni obbligatorie e calendario vaccinale
  • Malattie a trasmissione oro-fecale
  • Malattie aero-diffuse
  • Malattie a trasmissione parenterale e sessualmente trasmesse
  • Infezioni opportunistiche
  • Infezioni veicolate da alimenti e tossinfezioni alimentari
  • Epidemiologia e profilassi generale delle principali malattie cronico-degenerative
  • Fattori di rischio
  • Lo screening
  • Sensibilità, specificità, valore predittivo di un test diagnostico
  • Definizione e finalità dell’Igiene Ambientale
  • Tossicità acuta e cronica e limiti di concentrazione dei contaminanti chimici
  • L’ambiente outdoor e l’ambiente indoor come fonte di pericolo per la salute umana


Esercitazioni

  • Controllo igienico sanitario di una matrice ambientale
  • Risoluzione di esercizi di epidemiologia di base

slides lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/course/search.php?search=de+donno

BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. MELONI, G. PELISSERO: IGENE - CASA EDITRICE AMBROSIANA

IGIENE (MED/42)
IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 05/03/2018 al 15/06/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Il corso affronta argomenti legati all’interazione ambiente e salute umana. In particolare saranno approfonditi gli argomenti della valutazione del rischio sanitario per esposizione a contaminanti ambientali, gli studi epidemiologici e l ‘analisi di rischio.  Infine si tratteranno gli aspetti igienico-sanitari e gli standard di qualità delle principali matrici ambientali come acqua, aria e suolo e le relative normative di riferimento.

Conoscenza:

  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle malattie da esposizione a matrici ambientali contaminate;
  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e rifiuti solidi e delle relative implicazioni sanitarie.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

  • La salute umana
  • Rischio e relazione causale in sanità
  • Storia naturale delle malattie
  • Metodologia epidemiologica
  • La prevenzione primaria
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • Modelli concettuali di studio delle interazioni uomo-ambiente: il modello DPSIR
  • L’analisi di rischio (AdR) sanitaria per i siti contaminati
  • Le fasi della valutazione del rischio: identificazione del pericolo, valutazione dose-risposta, valutazione dell’esposizione, caratterizzazione del rischio.
  • La VIS (Valutazione d’Incidenza Sanitaria)
  • Le acque destinate al consumo umano: requisiti di potabilità e normativa vigente
  • Le acque minerali
  • Le acque destinate alla balneazione: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • Lo smaltimento dei rifiuti liquidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • I rifiuti solidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

Nerò L'acqua nella Grecia Salentina: da necessità a risorsa - MANNI EDITORE

IGIENE AMBIENTALE (MED/42)
IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0

Per immatricolati nel 2017/2018

Anno accademico di erogazione 2017/2018

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 02/10/2017 al 19/01/2018)

Lingua ITALIANO

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Sede Lecce

Il Corso di Igiene Generale ed Applicata affronta argomenti specifici in merito alla salute umana e allo studio dei principali fattori di rischio ambientali e comportamentali. Un’attenzione particolare sarà dedicata alle procedure di valutazione degli impatti sanitari e agli standard qualitativi delle principali matrici ambientali (acqua, aria, suolo) e alimentari.  Il corso prevede inoltre attività di simulazione di indagini ambientali e la stesura di manuali HACCP.

 

Conoscenza:

  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle procedure utilizzate per la prevenzione delle malattie trasmesse dagli alimenti, veicolate dall’acqua e dall’aria;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e solidi per la prevenzione delle malattie infettive e non.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

  • Fonte dei dati utilizzabili negli studi epidemiologici
  • La prevenzione primaria e i suoi strumenti
  • Studi epidemiologici descrittivi
  • Studi epidemiologici analitici
  • Epidemiologia sperimentale
  • Epidemiologia molecolare
  • Indicatori delle condizioni socio-sanitarie della popolazione
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • L’acqua e le malattie idrotrasmesse (legionellosi)
  • I rifiuti liquidi e relativi aspetti sanitari
  • I rifiuti solidi e relativi aspetti sanitari
  • L’aria atmosferica: inquinanti e aspetti sanitari
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori attinenti l’ambiente biologico: gli alimenti
  • La sicurezza alimentare
  • La qualità degli alimenti
  • Le principali malattie veicolate da alimenti
  • Le tossinfezioni alimentari
  • La procedura HACCP
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie infettive umane
  • Malattie infettive a prevalente diffusione aerea: influenza, morbillo, rosolia, difterite, meningite
  • Malattie infettive a prevalente diffusione oro-fecale: tifo addominale, epatite A, Colera
  • Malattie infettive trasmesse per contatto diretto (trasmissione ematica e/o sessuale): AIDS, Epatite di tipo B
  • Malattie trasmesse da vettori: malaria
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie cronico-degenerative
  • Gli strumenti di prevenzione secondaria: lo screening

Slides delle lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/enrol/index.php?id=168

S. BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. Meloni – G. Pelissero IGIENE Casa editrice Ambrosiana

IGIENE APPLICATA (MED/42)
IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0 Ore Studio individuale: 98.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 13/03/2017 al 09/06/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

Sede Lecce - Università degli Studi

Il Corso di Igiene intende fornire le basi per la comprensione del moderno concetto di salute e del ruolo dei suoi principali determinanti.  Verranno trattati i temi legati alla trasmissione delle malattie infettive e ai fattori di rischio legati all’insorgenza delle malattie cronico- degenerative. L’insegnamento si svilupperà in due sezioni: la prima dedicata all’epidemiologia di base e allo studio dei principali indicatori sanitari. La seconda parte del corso sarà dedicata alle strategie di prevenzione primaria e secondaria delle malattie infettive e cronico-degenerative.

Apprendimento delle:

  • differenze tra fattori di rischio e fattori etiologici o causali di malattia
  • differenza tra malattie infettive e non infettive
  • metodologie per lo studio dell’epidemiologia delle malattie
  • strategie per la promozione della salute e strumenti di prevenzione primaria secondaria e terziaria.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

Programma

  • Definizione, finalità e contenuti dell’Igiene
  • Principali determinanti di salute
  • Cenni di microbiologia
  • La prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • Epidemiologia di base
  • Le misure di frequenza
  • Significato di alcuni indicatori sanitari
  • Studi epidemiologici osservazionali
  • Epidemiologia e profilassi generale delle malattie infettive
  • Catena infettiva
  • Vie di trasmissione, ruolo dell'ospite e fattori ambientali
  • Impatto degli agenti infettivi con la popolazione
  • Notifica delle malattie infettive
  • Accertamento diagnostico
  • Disinfezione e disinfestazione
  • Immuno- e chemioantibiotico-profilassi
  • Vaccini, vaccinazioni obbligatorie e calendario vaccinale
  • Malattie a trasmissione oro-fecale
  • Malattie aero-diffuse
  • Malattie a trasmissione parenterale e sessualmente trasmesse
  • Infezioni opportunistiche
  • Infezioni veicolate da alimenti e tossinfezioni alimentari
  • Epidemiologia e profilassi generale delle principali malattie cronico-degenerative
  • Fattori di rischio
  • Lo screening
  • Sensibilità, specificità, valore predittivo di un test diagnostico
  • Definizione e finalità dell’Igiene Ambientale
  • Tossicità acuta e cronica e limiti di concentrazione dei contaminanti chimici
  • L’ambiente outdoor e l’ambiente indoor come fonte di pericolo per la salute umana


Esercitazioni

  • Controllo igienico sanitario di una matrice ambientale
  • Risoluzione di esercizi di epidemiologia di base

slides lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/course/search.php?search=de+donno

BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. MELONI, G. PELISSERO: IGENE - CASA EDITRICE AMBROSIANA

IGIENE (MED/42)
IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0 Ore Studio individuale: 51.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 06/03/2017 al 16/06/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Il corso affronta argomenti legati all’interazione ambiente e salute umana. In particolare saranno approfonditi gli argomenti della valutazione del rischio sanitario per esposizione a contaminanti ambientali, gli studi epidemiologici e l ‘analisi di rischio.  Infine si tratteranno gli aspetti igienico-sanitari e gli standard di qualità delle principali matrici ambientali come acqua, aria e suolo e le relative normative di riferimento.

Conoscenza:

  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle malattie da esposizione a matrici ambientali contaminate;
  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e rifiuti solidi e delle relative implicazioni sanitarie.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

  • La salute umana
  • Rischio e relazione causale in sanità
  • Storia naturale delle malattie
  • Metodologia epidemiologica
  • La prevenzione primaria
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • Modelli concettuali di studio delle interazioni uomo-ambiente: il modello DPSIR
  • L’analisi di rischio (AdR) sanitaria per i siti contaminati
  • Le fasi della valutazione del rischio: identificazione del pericolo, valutazione dose-risposta, valutazione dell’esposizione, caratterizzazione del rischio.
  • La VIS (Valutazione d’Incidenza Sanitaria)
  • Le acque destinate al consumo umano: requisiti di potabilità e normativa vigente
  • Le acque minerali
  • Le acque destinate alla balneazione: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • Lo smaltimento dei rifiuti liquidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • I rifiuti solidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

Nerò L'acqua nella Grecia Salentina: da necessità a risorsa - MANNI EDITORE

IGIENE AMBIENTALE (MED/42)
IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2016/2017

Anno accademico di erogazione 2016/2017

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 03/10/2016 al 20/01/2017)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Sede Lecce - Università degli Studi

Il Corso di Igiene Generale ed Applicata affronta argomenti specifici in merito alla salute umana e allo studio dei principali fattori di rischio ambientali e comportamentali. Un’attenzione particolare sarà dedicata alle procedure di valutazione degli impatti sanitari e agli standard qualitativi delle principali matrici ambientali (acqua, aria, suolo) e alimentari.  Il corso prevede inoltre attività di simulazione di indagini ambientali e la stesura di manuali HACCP.

 

Conoscenza:

  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle procedure utilizzate per la prevenzione delle malattie trasmesse dagli alimenti, veicolate dall’acqua e dall’aria;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e solidi per la prevenzione delle malattie infettive e non.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

  • Fonte dei dati utilizzabili negli studi epidemiologici
  • La prevenzione primaria e i suoi strumenti
  • Studi epidemiologici descrittivi
  • Studi epidemiologici analitici
  • Epidemiologia sperimentale
  • Epidemiologia molecolare
  • Indicatori delle condizioni socio-sanitarie della popolazione
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • L’acqua e le malattie idrotrasmesse (legionellosi)
  • I rifiuti liquidi e relativi aspetti sanitari
  • I rifiuti solidi e relativi aspetti sanitari
  • L’aria atmosferica: inquinanti e aspetti sanitari
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori attinenti l’ambiente biologico: gli alimenti
  • La sicurezza alimentare
  • La qualità degli alimenti
  • Le principali malattie veicolate da alimenti
  • Le tossinfezioni alimentari
  • La procedura HACCP
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie infettive umane
  • Malattie infettive a prevalente diffusione aerea: influenza, morbillo, rosolia, difterite, meningite
  • Malattie infettive a prevalente diffusione oro-fecale: tifo addominale, epatite A, Colera
  • Malattie infettive trasmesse per contatto diretto (trasmissione ematica e/o sessuale): AIDS, Epatite di tipo B
  • Malattie trasmesse da vettori: malaria
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie cronico-degenerative
  • Gli strumenti di prevenzione secondaria: lo screening

Slides delle lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/enrol/index.php?id=168

S. BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. Meloni – G. Pelissero IGIENE Casa editrice Ambrosiana

IGIENE APPLICATA (MED/42)
IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0 Ore Studio individuale: 98.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 14/03/2016 al 10/06/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

Sede Lecce - Università degli Studi

Il Corso di Igiene intende fornire le basi per la comprensione del moderno concetto di salute e del ruolo dei suoi principali determinanti.  Verranno trattati i temi legati alla trasmissione delle malattie infettive e ai fattori di rischio legati all’insorgenza delle malattie cronico- degenerative. L’insegnamento si svilupperà in due sezioni: la prima dedicata all’epidemiologia di base e allo studio dei principali indicatori sanitari. La seconda parte del corso sarà dedicata alle strategie di prevenzione primaria e secondaria delle malattie infettive e cronico-degenerative.

Apprendimento delle:

  • differenze tra fattori di rischio e fattori etiologici o causali di malattia
  • differenza tra malattie infettive e non infettive
  • metodologie per lo studio dell’epidemiologia delle malattie
  • strategie per la promozione della salute e strumenti di prevenzione primaria secondaria e terziaria.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

Programma

  • Definizione, finalità e contenuti dell’Igiene
  • Principali determinanti di salute
  • Cenni di microbiologia
  • La prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • Epidemiologia di base
  • Le misure di frequenza
  • Significato di alcuni indicatori sanitari
  • Studi epidemiologici osservazionali
  • Epidemiologia e profilassi generale delle malattie infettive
  • Catena infettiva
  • Vie di trasmissione, ruolo dell'ospite e fattori ambientali
  • Impatto degli agenti infettivi con la popolazione
  • Notifica delle malattie infettive
  • Accertamento diagnostico
  • Disinfezione e disinfestazione
  • Immuno- e chemioantibiotico-profilassi
  • Vaccini, vaccinazioni obbligatorie e calendario vaccinale
  • Malattie a trasmissione oro-fecale
  • Malattie aero-diffuse
  • Malattie a trasmissione parenterale e sessualmente trasmesse
  • Infezioni opportunistiche
  • Infezioni veicolate da alimenti e tossinfezioni alimentari
  • Epidemiologia e profilassi generale delle principali malattie cronico-degenerative
  • Fattori di rischio
  • Lo screening
  • Sensibilità, specificità, valore predittivo di un test diagnostico
  • Definizione e finalità dell’Igiene Ambientale
  • Tossicità acuta e cronica e limiti di concentrazione dei contaminanti chimici
  • L’ambiente outdoor e l’ambiente indoor come fonte di pericolo per la salute umana


Esercitazioni

  • Controllo igienico sanitario di una matrice ambientale
  • Risoluzione di esercizi di epidemiologia di base

slides lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/course/search.php?search=de+donno

BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. MELONI, G. PELISSERO: IGENE - CASA EDITRICE AMBROSIANA

IGIENE (MED/42)
IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0 Ore Studio individuale: 51.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 07/03/2016 al 10/06/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Il corso affronta argomenti legati all’interazione ambiente e salute umana. In particolare saranno approfonditi gli argomenti della valutazione del rischio sanitario per esposizione a contaminanti ambientali, gli studi epidemiologici e l ‘analisi di rischio.  Infine si tratteranno gli aspetti igienico-sanitari e gli standard di qualità delle principali matrici ambientali come acqua, aria e suolo e le relative normative di riferimento.

Conoscenza:

  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle malattie da esposizione a matrici ambientali contaminate;
  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e rifiuti solidi e delle relative implicazioni sanitarie.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

  • La salute umana
  • Rischio e relazione causale in sanità
  • Storia naturale delle malattie
  • Metodologia epidemiologica
  • La prevenzione primaria
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • Modelli concettuali di studio delle interazioni uomo-ambiente: il modello DPSIR
  • L’analisi di rischio (AdR) sanitaria per i siti contaminati
  • Le fasi della valutazione del rischio: identificazione del pericolo, valutazione dose-risposta, valutazione dell’esposizione, caratterizzazione del rischio.
  • La VIS (Valutazione d’Incidenza Sanitaria)
  • Le acque destinate al consumo umano: requisiti di potabilità e normativa vigente
  • Le acque minerali
  • Le acque destinate alla balneazione: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • Lo smaltimento dei rifiuti liquidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • I rifiuti solidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

Nerò L'acqua nella Grecia Salentina: da necessità a risorsa - MANNI EDITORE

IGIENE AMBIENTALE (MED/42)
IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2015/2016

Anno accademico di erogazione 2015/2016

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 05/10/2015 al 22/01/2016)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Sede Lecce - Università degli Studi

Il Corso di Igiene Generale ed Applicata affronta argomenti specifici in merito alla salute umana e allo studio dei principali fattori di rischio ambientali e comportamentali. Un’attenzione particolare sarà dedicata alle procedure di valutazione degli impatti sanitari e agli standard qualitativi delle principali matrici ambientali (acqua, aria, suolo) e alimentari.  Il corso prevede inoltre attività di simulazione di indagini ambientali e la stesura di manuali HACCP.

 

Conoscenza:

  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle procedure utilizzate per la prevenzione delle malattie trasmesse dagli alimenti, veicolate dall’acqua e dall’aria;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e solidi per la prevenzione delle malattie infettive e non.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

  • Fonte dei dati utilizzabili negli studi epidemiologici
  • La prevenzione primaria e i suoi strumenti
  • Studi epidemiologici descrittivi
  • Studi epidemiologici analitici
  • Epidemiologia sperimentale
  • Epidemiologia molecolare
  • Indicatori delle condizioni socio-sanitarie della popolazione
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • L’acqua e le malattie idrotrasmesse (legionellosi)
  • I rifiuti liquidi e relativi aspetti sanitari
  • I rifiuti solidi e relativi aspetti sanitari
  • L’aria atmosferica: inquinanti e aspetti sanitari
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori attinenti l’ambiente biologico: gli alimenti
  • La sicurezza alimentare
  • La qualità degli alimenti
  • Le principali malattie veicolate da alimenti
  • Le tossinfezioni alimentari
  • La procedura HACCP
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie infettive umane
  • Malattie infettive a prevalente diffusione aerea: influenza, morbillo, rosolia, difterite, meningite
  • Malattie infettive a prevalente diffusione oro-fecale: tifo addominale, epatite A, Colera
  • Malattie infettive trasmesse per contatto diretto (trasmissione ematica e/o sessuale): AIDS, Epatite di tipo B
  • Malattie trasmesse da vettori: malaria
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie cronico-degenerative
  • Gli strumenti di prevenzione secondaria: lo screening

Slides delle lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/enrol/index.php?id=168

S. BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. Meloni – G. Pelissero IGIENE Casa editrice Ambrosiana

IGIENE APPLICATA (MED/42)
IGIENE

Corso di laurea SCIENZE BIOLOGICHE

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 52.0 Ore Studio individuale: 98.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 2

Semestre Secondo Semestre (dal 16/03/2015 al 12/06/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2008)

Sede Lecce - Università degli Studi

Il Corso di Igiene intende fornire le basi per la comprensione del moderno concetto di salute e del ruolo dei suoi principali determinanti.  Verranno trattati i temi legati alla trasmissione delle malattie infettive e ai fattori di rischio legati all’insorgenza delle malattie cronico- degenerative. L’insegnamento si svilupperà in due sezioni: la prima dedicata all’epidemiologia di base e allo studio dei principali indicatori sanitari. La seconda parte del corso sarà dedicata alle strategie di prevenzione primaria e secondaria delle malattie infettive e cronico-degenerative.

Apprendimento delle:

  • differenze tra fattori di rischio e fattori etiologici o causali di malattia
  • differenza tra malattie infettive e non infettive
  • metodologie per lo studio dell’epidemiologia delle malattie
  • strategie per la promozione della salute e strumenti di prevenzione primaria secondaria e terziaria.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

Programma

  • Definizione, finalità e contenuti dell’Igiene
  • Principali determinanti di salute
  • Cenni di microbiologia
  • La prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • Epidemiologia di base
  • Le misure di frequenza
  • Significato di alcuni indicatori sanitari
  • Studi epidemiologici osservazionali
  • Epidemiologia e profilassi generale delle malattie infettive
  • Catena infettiva
  • Vie di trasmissione, ruolo dell'ospite e fattori ambientali
  • Impatto degli agenti infettivi con la popolazione
  • Notifica delle malattie infettive
  • Accertamento diagnostico
  • Disinfezione e disinfestazione
  • Immuno- e chemioantibiotico-profilassi
  • Vaccini, vaccinazioni obbligatorie e calendario vaccinale
  • Malattie a trasmissione oro-fecale
  • Malattie aero-diffuse
  • Malattie a trasmissione parenterale e sessualmente trasmesse
  • Infezioni opportunistiche
  • Infezioni veicolate da alimenti e tossinfezioni alimentari
  • Epidemiologia e profilassi generale delle principali malattie cronico-degenerative
  • Fattori di rischio
  • Lo screening
  • Sensibilità, specificità, valore predittivo di un test diagnostico
  • Definizione e finalità dell’Igiene Ambientale
  • Tossicità acuta e cronica e limiti di concentrazione dei contaminanti chimici
  • L’ambiente outdoor e l’ambiente indoor come fonte di pericolo per la salute umana


Esercitazioni

  • Controllo igienico sanitario di una matrice ambientale
  • Risoluzione di esercizi di epidemiologia di base

slides lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/course/search.php?search=de+donno

BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. MELONI, G. PELISSERO: IGENE - CASA EDITRICE AMBROSIANA

IGIENE (MED/42)
IGIENE AMBIENTALE

Corso di laurea SCIENZE AMBIENTALI

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 3.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 24.0 Ore Studio individuale: 51.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Secondo Semestre (dal 09/03/2015 al 12/06/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO COMUNE (999)

Il corso affronta argomenti legati all’interazione ambiente e salute umana. In particolare saranno approfonditi gli argomenti della valutazione del rischio sanitario per esposizione a contaminanti ambientali, gli studi epidemiologici e l ‘analisi di rischio.  Infine si tratteranno gli aspetti igienico-sanitari e gli standard di qualità delle principali matrici ambientali come acqua, aria e suolo e le relative normative di riferimento.

Conoscenza:

  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle malattie da esposizione a matrici ambientali contaminate;
  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e rifiuti solidi e delle relative implicazioni sanitarie.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

  • La salute umana
  • Rischio e relazione causale in sanità
  • Storia naturale delle malattie
  • Metodologia epidemiologica
  • La prevenzione primaria
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • Modelli concettuali di studio delle interazioni uomo-ambiente: il modello DPSIR
  • L’analisi di rischio (AdR) sanitaria per i siti contaminati
  • Le fasi della valutazione del rischio: identificazione del pericolo, valutazione dose-risposta, valutazione dell’esposizione, caratterizzazione del rischio.
  • La VIS (Valutazione d’Incidenza Sanitaria)
  • Le acque destinate al consumo umano: requisiti di potabilità e normativa vigente
  • Le acque minerali
  • Le acque destinate alla balneazione: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • Lo smaltimento dei rifiuti liquidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente
  • I rifiuti solidi: aspetti igienico sanitari e normativa vigente

Nerò L'acqua nella Grecia Salentina: da necessità a risorsa - MANNI EDITORE

IGIENE AMBIENTALE (MED/42)
IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2014/2015

Anno accademico di erogazione 2014/2015

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 06/10/2014 al 23/01/2015)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Sede Lecce - Università degli Studi

Il Corso di Igiene Generale ed Applicata affronta argomenti specifici in merito alla salute umana e allo studio dei principali fattori di rischio ambientali e comportamentali. Un’attenzione particolare sarà dedicata alle procedure di valutazione degli impatti sanitari e agli standard qualitativi delle principali matrici ambientali (acqua, aria, suolo) e alimentari.  Il corso prevede inoltre attività di simulazione di indagini ambientali e la stesura di manuali HACCP.

 

Conoscenza:

  • delle modalità di trasmissione e strategie di prevenzione delle principali malattie infettive e cronico degenerative;
  • delle procedure utilizzate per lo studio delle relazioni ambiente e salute umana;
  • delle procedure utilizzate per la prevenzione delle malattie trasmesse dagli alimenti, veicolate dall’acqua e dall’aria;
  • delle procedure di trattamento delle acque, smaltimento dei rifiuti liquidi e solidi per la prevenzione delle malattie infettive e non.

La modalità di erogazione delle lezioni è tradizionale con lezioni frontali che si avvalgono dell'uso di presentazioni in power point.

Prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode. Nell'attribuzione del voto finale si terrà conto delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le suddette conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%).

  • Fonte dei dati utilizzabili negli studi epidemiologici
  • La prevenzione primaria e i suoi strumenti
  • Studi epidemiologici descrittivi
  • Studi epidemiologici analitici
  • Epidemiologia sperimentale
  • Epidemiologia molecolare
  • Indicatori delle condizioni socio-sanitarie della popolazione
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori ambientali
  • L’acqua e le malattie idrotrasmesse (legionellosi)
  • I rifiuti liquidi e relativi aspetti sanitari
  • I rifiuti solidi e relativi aspetti sanitari
  • L’aria atmosferica: inquinanti e aspetti sanitari
  • Prevenzione e/o contenimento del rischio di danno derivante da fattori attinenti l’ambiente biologico: gli alimenti
  • La sicurezza alimentare
  • La qualità degli alimenti
  • Le principali malattie veicolate da alimenti
  • Le tossinfezioni alimentari
  • La procedura HACCP
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie infettive umane
  • Malattie infettive a prevalente diffusione aerea: influenza, morbillo, rosolia, difterite, meningite
  • Malattie infettive a prevalente diffusione oro-fecale: tifo addominale, epatite A, Colera
  • Malattie infettive trasmesse per contatto diretto (trasmissione ematica e/o sessuale): AIDS, Epatite di tipo B
  • Malattie trasmesse da vettori: malaria
  • Epidemiologia e prevenzione delle principali malattie cronico-degenerative
  • Gli strumenti di prevenzione secondaria: lo screening

Slides delle lezioni disponibili al link https://formazioneonline.unisalento.it/enrol/index.php?id=168

S. BARBUTI E BELLELLI: IGIENE MONDUZZI EDITORE

C. Meloni – G. Pelissero IGIENE Casa editrice Ambrosiana

IGIENE APPLICATA (MED/42)
IGIENE APPLICATA

Corso di laurea BIOLOGIA

Settore Scientifico Disciplinare MED/42

Tipo corso di studio Laurea Magistrale

Crediti 6.0

Ripartizione oraria Ore Attività frontale: 48.0 Ore Studio individuale: 102.0

Per immatricolati nel 2013/2014

Anno accademico di erogazione 2013/2014

Anno di corso 1

Semestre Primo Semestre (dal 07/10/2013 al 24/01/2014)

Lingua

Percorso PERCORSO GENERICO/COMUNE (PDS0-2010)

Sede Lecce - Università degli Studi

Il Corso di Igiene Generale ed Applicata affronta argomenti specifici in merito alla salute umana e allo studio dei principali fattori di rischio ambientali e comportamentali. Un’attenzione particolare sarà dedicata alle procedure di valutazione degli impatti sanitari e agli standard qualitativi delle principali matrici ambientali (acqua, aria, suolo) e alimentari.  Il corso prevede inoltre attività di simulazione di indagini ambientali e la stesura di manuali HACCP.

IGIENE APPLICATA (MED/42)

Pubblicazioni

 L'ATTIVITA' DI RICERCA SVOLTA DALLA PROF.SSA DE DONNO E' DOCUMENTATA DA NUMEROSE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE SU RIVISTE  INTERNAZIONALI CON IMPACT FACTOR 

 

 

 

Scarica pubblicazioni

Temi di ricerca

 

            Le linee di ricerca:

Igiene settore medico

-          Sorveglianza virologica dell’influenza umana;

-          Sorveglianza epidemiologica e virologica delle gastroenteriti virali con particolare riferimento a quelle da ROTAVIRUS;

-          Valutazione in vitro mediante colture cellulari di Plasmodium falciparum di farmaci derivati da Artemisia annua;

-          Sorveglianza epidemiologica delle malattie infettive prevenibili con la vaccinazione mediante tecniche di diagnosi diretta (biologia molecolare, colture cellulari, etc.) ed indiretta (ELISA);

-          Studi epidemiologici analitici di interazione ambiente- salute umana

     Igiene settore ambiente

-          Epidemiologia ambientale e valutazione assoluta del rischio in aree contaminate;

-          Sviluppo e standardizzazione di metodi di biologia molecolare per la ricerca di virus in matrici ambientali;

-          Ricerca di batteriofagi in matrici ambientali e studio del loro possibile utilizzo come indicatore di qualità;

-          Valutazione di parametri microbiologici classici ed innovativi di qualità delle acque marino-costiere, di balneazione, superficiali e profonde destinate al consumo umano;

-          Studi di bioaccumulo e bioindicazione in Mytilus galloprovincialis;

-          Valutazione a livello igienico sanitario delle acque di zone umide, canali di bonifica, bacini artificiali ed aree di particolare pregio ambientale.

    Igiene degli alimenti

-          Sviluppo e standardizzazione di procedure molecolari da applicare ai sistemi di sicurezza alimentare nell’ambito delle produzioni ittiche.

 

 

Il Laboratorio afferisce al CIRI-IT (Centro Inteuniversitario di ricerca sull'Influenza e altre Infezioni Trasmissibili ) con sede c/o l'Università di Genova.