LINGUA E LETTERATURA GRECA

Insegnamento
LINGUA E LETTERATURA GRECA
Insegnamento in inglese
GREEK LITERATURE
Settore disciplinare
L-FIL-LET/02
Corso di studi di riferimento
LETTERE CLASSICHE
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
12.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 0.0
Anno accademico
2017/2018
Anno di erogazione
2017/2018
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Docente responsabile dell'erogazione
VOX Onofrio

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche

Lo studente che accede a questo insegnamento dovrebbe già possedere una sufficiente conoscenza della lingua greca classica e delle linee fondamentali della storia letteraria greca. Inoltre è bene che conosca almeno una lingua straniera che gli permetta l’autonoma consultazione di letteratura secondaria in una delle lingue europee.

Storia della lingua e della letteratura greca attraverso la lettura e lo studio filologico dei testi.

L’insegnamento di Lingua e letteratura greca si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi che permettano di leggere e commentare autonomamente un testo letterario greco antico e di presentarne i temi fondamentali in modo chiaro e preciso. Lo studio dei testi oggetto del corso favorirà la capacità di analizzare criticamente i testi, inserendoli nel loro contesto storico e individuandone i temi più rilevanti, di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni, e di usare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento. Lo studente alla fine del corso dovrebbe inoltre acquisire le seguenti capacità: ● risolvere problemi (applicare in una situazione reale quanto appreso) ● analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti) ● formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico e decidere di conseguenza) ● comunicare efficacemente (trasmettere idee in forma sia orale sia scritta in modo chiaro e corretto, adeguate all'interlocutore) ● apprendere in maniera continuativa (saper riconoscere le proprie lacune e identificare strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze) ● lavorare in gruppo (sapersi coordinare con altri integrandone e competenze) ● sviluppare idee, progettarne e organizzarne la realizzazione).

L’insegnamento si compone di lezioni frontali e discussioni seminariali, e prevede il coinvolgimento diretto dello studente, chiamato ad approfondire un aspetto del programma, anzitutto attraverso la lettura e la discussione in aula di materiali concordati. - La frequenza delle lezioni è vivamente consigliata. Lo studente che non potesse frequentare concorderà per tempo un programma individuale.

a. Prova orale. L’esame mira a valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici: ● conoscenza dei principali problemi di storia della lingua e di storia della letteratura greca antica; ● capacità di esporre i risultati della propria ricerca, che, come per le attività seminariali, può prendere anche la forma di un elaborato scritto, comunque da discutere oralmente. Lo studente viene valutato in base ai contenuti esposti (10/30), alla correttezza formale e dottrinale (10/30), alla capacità di argomentare le proprie tesi (10/30). ‑ b. Criteri di valutazione delle attività seminariali: ● coerenza dei contenuti (5/30) ● capacità espositiva e proprietà di linguaggio (5/30) ● ricorso a strumenti di supporto (powerpoint, handout, abstract, etc.) (2/30) ● conoscenza dei testi originali e delle fonti (10/30) ● conoscenza della letteratura secondaria (4/30) ● rispetto dei tempi stabiliti per la presentazione (2/30) ● capacità di lavorare in gruppo (2/30). - Notabene. Nella valutazione complessiva, comunque, la stretta somma aritmetica degli addendi s’intende temperata con buon senso.

Le date saranno comunicate con congruo anticipo, non prima però dell'inizio del corso, e terranno conto del calendario didattico vigente.

Non frequentanti. - Chi non potesse frequentare, per lo studio dei testi indicati farà ricorso alla seguente letteratura secondaria: a) R. Wachter, Grammar of Homeric Greek, in Homer’s Iliad. The Basel Commentary, ed. by A. Bierl and J. Latacz, Berlin-New York 2015 (2000), 65-115; G. Nagy, A Sampling of Comments on the Iliad (online: https://chs.harvard.edu/CHS/article/display/6579). b) F. De Martino-O. Vox, Lirica greca, Bari 1996, tomi II e III. c) G. Mastromarco-P. Totaro, Storia del teatro greco, Firenze 2008. Inoltre preparerà Tucidide II 34-46 (possibilmente consultando Epitafio di Pericle per i caduti del primo anno di guerra, a cura di O. Longo, Venezia, Marsilio, 2000).

Percorsi epici, dall’Iliade. Carmi di Saffo e Anacreonte. Euripide, Troiane. Lisia, Orazioni XXIV, XXXIII-XXXIV.

Edizioni complete, anche con traduzione italiana a fronte, dell’Iliade, della tragedia di Euripide e delle orazioni di Lisia. Per i testi lirici di Saffo e Anacreonte, dei quali verrà fornita una adeguata selezione, si abbia presente almeno una buona antologia scolastica.

Semestre
Secondo Semestre (dal 26/02/2018 al 25/05/2018)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)