ETNOMUSICOLOGIA

Insegnamento
ETNOMUSICOLOGIA
Insegnamento in inglese
ETHNOMUSICOLOGY
Settore disciplinare
L-ART/08
Corso di studi di riferimento
SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE
Tipo corso di studio
Laurea
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 30.0
Anno accademico
2021/2022
Anno di erogazione
2021/2022
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Docente responsabile dell'erogazione
SALVATORE Gianfranco

Descrizione dell'insegnamento

Prerequisiti

Quelli generali previsti per il corso di laurea.

Musiche e danze di ispirazione africana nel Rinascimento europeo.

Il corso prende in esame due fenomeni culturali conseguenti alla presenza di schiavi di varie etnie africane nell’Europa rinascimentale: la “danza moresca”, diffusa fin dal Quattrocento, e le “canzoni moresche”, prodotte a Napoli durante la prima metà del Cinquecento, esplorando anche l’evoluzione delle loro tradizioni in vari paesi europei fino al Seicento. I due fenomeni vengono contestualizzati (a) nel quadro storico-sociale-antropologico della discorsività antiafricana (basata su pregiudizi razziali ed etnocentrici) e del suo superamento presso particolari ambienti culturali, e (b) nel confronto con le prassi musicali e coreutiche europee.

Conoscenze e abilità da acquisire

Lo studente dovrà acquisire (a) una conoscenza di base di temi, problemi e metodi della ricerca etnomusicale, in particolare nel settore dell’etnomusicologia storica; (b) una conoscenza di base delle problematiche associate alla documentazione audiovisiva di fenomeni comunicativi di tradizione orale; (c) la capacità di operare analisi testuali e confronti contestuali, intertestuali, ipertestuali fra repertori e media anche diversi.

Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

Nozioni, letture, ascolti, visioni, analisi.

Modalità di valutazione degli studenti

Gli studenti del corso triennale saranno valutati, oltre che per la congruità delle nozioni apprese, nella loro capacità di discutere testi di qualsiasi natura (scritta/orale, letteraria/iconografica/musicale, compositiva/performativa, etc.) nella loro articolazione formale e stilistica, e negli idioletti relativi al corpus di riferimento.

1 febbraio - 15 febbraio - 1 marzo 2022 (ore 10.00)

Corso di insegnamento “ETNOMUSICOLOGIA”

Corso di Laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (DAMS)

 

A.A. 2021-2022 – docente titolare: prof. Gianfranco Salvatore

Semestre II

Crediti 6

 

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

Musiche e danze di ispirazione africana nel Rinascimento europeo.

Il corso prende in esame due fenomeni culturali conseguenti alla presenza di schiavi di varie etnie africane nell’Europa rinascimentale: la “danza moresca”, diffusa fin dal Quattrocento, e le “canzoni moresche”, prodotte a Napoli durante la prima metà del Cinquecento, esplorando anche l’evoluzione delle loro tradizioni in vari paesi europei fino al Seicento. I due fenomeni vengono contestualizzati (a) nel quadro storico-sociale-antropologico della discorsività antiafricana (basata su pregiudizi razziali ed etnocentrici) e del suo superamento presso particolari ambienti culturali, e (b) nel confronto con le prassi musicali e coreutiche europee.

 

Bibliografia:

- Gianfranco Salvatore (a cura di), Il chiaro e lo scuro. Gli africani nell’Europa del Rinascimento tra realtà e rappresentazione, Argo, Lecce, 2021.

- Gianfranco Salvatore, Chiaroscuri. Effetti culturali della diaspora africana nell’Europa del Rinascimento, Argo, Lecce, 2022.

- G. Salvatore,  Memling e il viaggio dei Magi. La “cinetica africana” e l’ossessione della danza nella percezione rinascimentale, «L’Idomeneo», 21, 2016 (pdf distribuito dal docente).

 

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

Lo studente dovrà acquisire (a) una conoscenza di base di temi, problemi e metodi della ricerca etnomusicale, in particolare nel settore dell’etnomusicologia storica; (b) una conoscenza di base delle problematiche associate alla documentazione audiovisiva di fenomeni comunicativi di tradizione orale; (c) la capacità di operare analisi testuali e confronti contestuali, intertestuali, ipertestuali fra repertori e media anche diversi.

 

3) Prerequisiti

Quelli generali previsti per il corso di laurea.

 

4) Docenti coinvolti nel modulo didattico

Gianfranco Salvatore, professore associato confermato, Università del Salento, Lecce.

 

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

Nozioni, letture, ascolti, visioni, analisi.

 

6) Materiale didattico

Cartaceo, iconografico, audio, video.

 

7) Modalità di valutazione degli studenti

Gli studenti del corso triennale saranno valutati, oltre che per la congruità delle nozioni apprese, nella loro capacità di discutere testi di qualsiasi natura (scritta/orale, letteraria/iconografica/musicale, compositiva/performativa, etc.) nella loro articolazione formale e stilistica, e negli idioletti relativi al corpus di riferimento.

 

8) Modalità di prenotazione dell’esame e date degli appelli

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

 

 

 

 

Bibliografia:

- Gianfranco Salvatore (a cura di), Il chiaro e lo scuro. Gli africani nell’Europa del Rinascimento tra realtà e rappresentazione, Argo, Lecce, 2021.

- Gianfranco Salvatore, Chiaroscuri. Effetti culturali della diaspora africana nell’Europa del Rinascimento, Argo, Lecce, 2022.

- G. Salvatore,  Memling e il viaggio dei Magi. La “cinetica africana” e l’ossessione della danza nella percezione rinascimentale, «L’Idomeneo», 21, 2016 (pdf distribuito dal docente).

Semestre
Secondo Semestre (dal 07/03/2022 al 10/06/2022)

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Mutuato in

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)