FILOSOFIA DEL CINEMA

Insegnamento
FILOSOFIA DEL CINEMA
Insegnamento in inglese
FILM PHILOSOPHY
Settore disciplinare
L-ART/06
Corso di studi di riferimento
SCIENZE FILOSOFICHE
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 30.0
Anno accademico
2023/2024
Anno di erogazione
2024/2025
Anno di corso
2
Lingua
ITALIANO
Percorso
CLASSICO

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche

Non è richiesta alcuna propedeuticità.

Il tema dell’intersezione tra cinema e filosofia, molto presente nel dibattito teorico del secolo scorso fin dagli anni Cinquanta, è un oggetto di riflessione costante anche nel nuovo secolo con l’ampio riconoscimento della filosofia del cinema come «firmly established subfield of contemporary philosophy of art» (Thomas Wartenberg). In merito al rapporto generale tra cinema e filosofia, la questione si suddivide in due ambiti, individuati dal duplice movimento dell’uno verso l’altra e viceversa: avremo dunque un «pensiero sul cinema», se ci riferiamo al discorso filosofico che si applica ai film, e un «pensiero nel cinema» (Francesco Casetti), se ci interessiamo ai film stessi come discorsi filosofici. Il corso, pur contemplando il primo ambito, si concentra sul secondo, cercando di rispondere alla domanda: in che mondo i film esprimono concetti? Una parte del corso sarà dedicata, in particolare, alla prospettiva etico-estetica e ai giudizi di valore sollecitati dalla struttura storico-discorsiva del linguaggio cinematografico. La riflessione sarà ulteriormente ampliata a includere le forme della serialità televisiva, indagandone la dimensione strutturalmente concettuale.

Il corso intende sviluppare competenze di analisi e interpretazione del film e della serie tv come problema filosofico, al fine di stimolare nella Studentessa/nello Studente:

1. Conoscenza e comprensione: capacità di analizzare il film e la serie tv in termini filosofici;

2. Capacità di applicare conoscenze e comprensione: utilizzare risorse complementari a disposizione (motori di ricerca sul web, strumenti bibliografici) per creare un personale percorso di approfondimento.

3. Autonomia di giudizio: acquisire consapevolezza teorica e la capacità critica e di giudizio autonomo circa lo statuto filosofico delle opere cinematografiche e seriali.

4. Abilità comunicative: acquisire la capacità di comunicare in modo appropriato con i colleghi studenti e con il docente le proprie argomentazioni.

Didattica frontale. Didattica integrata con strumenti didattici digitali. Visione e analisi di opere cinematografiche e seriali.

Prova orale.

19 dicembre 2023, 23 gennaio 2024, 20 febbraio 2024, 3 aprile 2024, 14 maggio 2024 (appello straordinario), 11 giugno 2024, 9 luglio 2024, 10 settembre 2024, 22 ottobre 2024 (appello straordinario).

Preparazione dell’esame:

 

1. La filosofia del cinema: alcune definizioni

2. Filosofi per il cinema: Aristotele

3. Filosofi al cinema: Gilles Deleuze

4. La valutazione etico-estetica dei film: descrivere e valutare; la valutazione estetica; la valutazione etica

5. La valutazione etico-estetica del cinema classico: il caso Griffith; il caso Hitchcock; Detour (Edgar Ulmer, 1945); Fuochi nella pianura (Kon Ichikawa, 1959)

6.La valutazione etico-estetica del cinema moderno: il Neorealismo; il caso Pasolini; Persona (Ingmar Bergman, 1966)

7. La valutazione etico-estetica del cinema contemporaneo

8. Il film come discorso filosofico: La migliore offerta (Giuseppe Tornatore, 2013) e La corrispondenza (Giuseppe Tornatore, 2016)

9. La serie televisiva come opera concettuale

 

La frequenza del corso non è obbligatoria ma è vivamente consigliata. Il programma non prevede distinzioni tra studenti frequentanti e non frequentanti.

 

Dispense

Dispense su autori e argomenti trattati a lezione, oggetto dell'esame finale, saranno disponibili al termine delle lezioni nel "materiale didattico".

 

Le dispense possono essere modificate nel corso delle lezioni in base all’andamento della discussione in classe e degli interessi degli Studenti: sono quindi da scaricare a fine corso.

• Mario De Caro, Enrico Terrone, I valori al cinema. Una prospettiva etico-estetica, Mondadori Università 2023, 173 pp. (obbligatorio)

 

Letture consigliate

 

• Luca Bandirali, "Nuovi abiti per la vecchia cerimonia. Aristotele e la narrativa digitale", in F. Ciracì, R. Fedriga, C. Marras (a cura di), Filosofia digitale, Quaderni di «Filosofia», Mimesis 2021.

• Luca Bandirali, "Ma i film sognano fidanzate automatiche? Tornatore, Ferraris e un’ipotesi sulla filosofia del cinema", «L’avventura. International Journal of Italian Film and Media Landscapes», 1/2018.

Semestre

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)