DIRITTO DEL WEB E DEI SOCIAL MEDIA

Insegnamento
DIRITTO DEL WEB E DEI SOCIAL MEDIA
Insegnamento in inglese
WEB AND SOCIAL MEDIA LAW
Settore disciplinare
IUS/20
Corso di studi di riferimento
SCIENZE FILOSOFICHE
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 30.0
Anno accademico
2023/2024
Anno di erogazione
2024/2025
Anno di corso
2
Lingua
ITALIANO
Percorso
CLASSICO

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche

È sufficiente aver sostenuto il colloquio di accesso al Corso di studio.

Il corso si propone di fornire agli studenti gli elementi per orientarsi nella complessa relazione tra diritto e nuove tecnologie. Spazio rilevante sarà dedicato all’evoluzione normativa del web e dei media digitali.

  • Conoscenze e comprensione : Gli studenti dovranno imparare ad orientarsi al meglio all’interno dell’universo giuridico dei media digitali. Dovranno saper distinguere i diversi media e strumenti informatici in genere, nel contesto dell’ordinamento giuridico di riferimento (internazionale, europeo e nazionale).
  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione : Le conoscenze acquisite dovranno essere applicate alle nuove tecnologie nel settore pubblico e privato. Gli studenti dovranno essere in grado di analizzare le problematiche giuridico-informatiche della quotidianeità lavorativa, mettendole in relazione alle norme studiate.
  • Autonomia di giudizio : Gli studenti saranno messi in condizione di analizzare le norme digitali puntando a sviluppare il proprio senso critico. Diverrà abitudine degli studenti discutere con il docente di fatti d’attualità riportati dai media per aumentare le capacità di analisi e l’autonomia di giudizio individuale.
  • Abilità comunicative : Saranno incentivate le abilità comunicative attraverso l’organizzazione di “exposés” nei quali gruppi di volontari esporranno un tema a loro scelta e si relazioneranno con l’uditorio.
  • Capacità di apprendimento : Le capacità di apprendimento considerate obiettivo formativo sono riconducibili a quanto affermato al punto “Conoscenze e comprensione”.

Dopo un primo blocco di lezioni del docente in modalità frontale (avvalendosi, quando ritenuto necessario, della presentazione di materiali, on line e non), saranno organizzati gruppi di studio tra studenti con l'obiettivo di sviluppare l’analisi intorno ad una problematica giuridico-informatica di rilievo, con successiva discussione in aula (cd. Exposé). Tale attività comporta un forte sviluppo della capacità di elaborazione e comunicazione dei discenti. 

L'esame si svolge tramite verifica orale, incentrata sugli argomenti di programma e, se realizzato, sul contenuto del lavoro volontario di exposé, svolto durante il corso.Di tale eventuale exposé il docente tiene conto per formulare la valutazione finale.

L’esame, complessivamente, verificherà:

- la conoscenza delle discipline normative di cui agli argomenti di programma;

-    la capacità di sintesi espositiva;

- la capacità di applicare le conoscenze apprese a casi concreti e nuovi rispetto a quelli trattati nelle lezioni;

- l’acquisizione di una corretta terminologia tecnica relativa alla disciplina.

Si consiglia il monitoraggio della piattaforma dedicata. 

La frequenza al corso è fortemente consigliata dal docente, non solo per l'acquisizione di maggiori strumenti rispetto alo studio individuale, ma anche per poter partecipare ai lavori di gruppo tra studenti.

 

Ricevimento: al fine di assicurare un immediato ricevimento e supporto agli studenti, è possibile contattare il docente all'indirizzo marco.mancarella@unisalento.it e fissare una call su Teams. In base alle esigenze, sarà anche possibile fissare un ricevimento presso Studium 2000 - Ed. 5 - primo piano - Uff. 3.

 

Ogni informazione attinente al corso sarà comunicata tramite apposita mailing list, costituita dopo il primo giorno di lezione.

Saranno trattati i seguenti argomenti:

  • La rete tra tecnologia e diritto
  • Le regole di internet
  • La strategia europea per l'innovazione
  • La strategia italiana per l'innovazione
  • Il Codice dell'Amministrazione Digitale
  • Cloud computing
  • Reati a mezzo telematico
  • Diritto d’autore online
  • La sicurezza cirbernetica
  • La tutela dei dati personali
  • Il principio di trasparenza nell’amministrazione digitale
  • Il diritto dei social media

M. Mensi, P. Falletta, Il diritto del web, CEDAM, 2021 con le seguenti esclusioni: il Capitolo III, il Capitolo V, il Capitolo VIII e il Capitolo IX sono esclusi nella loro totalità; nel Capitolo XI studiare solo il Paragrafo 1 “Cyberspazio e regole nel capitalismo della sorveglianza”

 

Dal numero della Rivista “Informatica e diritto” dedicato all’argomento “Social media e diritti. Diritto e social media” – Fascicolo n. 1/2-2017 disponibile gratuitamente online alla pagina web

 

http://www.ittig.cnr.it/risorse/attivita-editoriale/rivista/indici/1-2017/

 

studiare esclusivamente i seguenti contributi:

 

  • Alessia Schiavon, Cat-Fish, Romance Fraud e Sextortion: le nuove frontiere dell’adescamento nei social media
  • Vittorio Pampanin, I nuovi protagonisti del mondo digitale tra neutralità della Rete e accesso all’informazione
  • Mauro Alovisio, Cinzia Borciu, I social media e le nuove opportunità per una pubblica amministrazione al servizio del cittadino: lo strumento delle social media policy
  • Fernanda Faini, Social open government: l’utilizzo dei social media nell’amministrazione digitale e aperta
  • Carmelo Elio Guarnaccia, La prima giurisprudenza sul rapporto tra pubblico impiego e social media
  • Giorgio Pedrazzi, Minori e social media: tutela dei dati personali, autoregolamentazione e privacy

I testi di riferimento sono i medesimi tra frequentanti e non frequentanti.

Semestre

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)