STORIA DEL PENSIERO POLITICO EUROPEO

Insegnamento
STORIA DEL PENSIERO POLITICO EUROPEO
Insegnamento in inglese
HISTORY OF POLITICAL EUROPEAN THOUGHT
Settore disciplinare
SPS/02
Corso di studi di riferimento
SCIENZE FILOSOFICHE
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 30.0
Anno accademico
2023/2024
Anno di erogazione
2023/2024
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
INTERDISCIPLINARE
Docente responsabile dell'erogazione
LAURENZI ELENA

Descrizione dell'insegnamento

Nozioni di base di storia della filosofia. Capacità di analisi critica delle categorie del pensiero politico e filosofico. Interesse per il dibattito politico attuale in tema di ambiente, diritti e cittadinanza. Capacità di lettura critica di testi sia filosofici e politici. Interesse per la lettura in chiave filosofico-politica di testi letterari, filmici o artistici 

Il corso si centra sul tema dell’Utopia, che viene analizzata e studiata come una dimensione costitutiva della storia e della cultura europea, con particolare riferimento alla modernità. La prima parte del corso è dedicata alla presentazione critica dei concetti di “utopia”, “crisi”, “rivoluzione”, attraverso studi di Bronislaw Baczko, Reinhart Koselleck, Massimo Cacciari e Paolo Prodi. La seconda parte è dedicata all'analisi delle zone d'ombra che mostrano il limite costitutivo dell'immaginario utopico europeo nel suo rapporto con la tecnica, con il colonialismo, con le relazioni di genere, con l'ambiente. Questo tema verrà trattato principalmente attraverso la lettura di opere letterarie o filmiche. La terza parte tratta della persistenza dell'utopia nell'epoca della "catastrofe" (Abensour), e prevede  la lettura e commento di alcune pagine di  Maria Zambrano e Ernst Bloch: due pensatori che hanno affrontato la crisi dell’Europa derivata dal totalitarismo e dalla guerra,  e che mettono in luce la speranza come dimensione costitutiva dell'umano e della politica . La quarta parte del corso prevede la possibilità di personalizzare il percorso formativo attraverso l'offerta di una serie di letture di approfondimento che potrà eventualmente essere incrementata sulla base degli interessi delle studentesse e degli studenti frequentanti, e che potrà essere oggetto di un'esposizione in classe

Acquisizione di strumenti di analisi storica e critica delle categorie su cui si struttura il modello democratico europeo. Capacità di lettura e interpretazione di testi filosofici del '900 in rapporto al contesto politico. Conoscenza dei dibattiti e le questioni centrali nel pensiero politico del '900 e riflessione critica del loro interesse attuale. Conoscenza del dibattito contemporaneo sui temi della cittadinanza,  i diritti, l'ambiente. Capacità di lettura critica di un testo filosofico-politico, con particolare riferimento alle questioni di genere. Capacità di riassumere un testo e definirne i contenuti e i concetti chiave. Capacità di esposizione orale e scritta. Capacità di elaborazione di una idea politica originale e di argomentarne la rilevanza.

Il corso alternerà momenti di esposizione frontale da parte della docente e momenti di lavoro collettivo o di gruppo. Si prevede la lettura, il commento e la discussione dei testi, così come esercizi di  analisi dei campi semantici di alcuni concetti chiave.   Nei limiti del possibile e previo accordo con le/gli studenti, si lavorerà alla stesura di un’elaborato finale individuale e concordato, che verrà esposto e discusso in aula e varrà come prova parziale d'esame.

ORALE

1. CORSO MONOGRAFICO

 

 

  1. Bronislaw Baczko, Lumiéres de l’utopie (1978). L’utopia, Einaudi, Torino 1979, pp, 1-62.
  2. Reinhart Koselleck, Begriffgeschichten (2006). Il vocabolario della modernità, Il Mulino, Bologna 2009, 
pp. 133-154. 

  3. Massimo Cacciari , “Grandezza e tramonto dell’utopia”, in Massimo Cacciari, Paolo Prodi, Occidente senza utopie, Il Mulino, Bologna 2017, pp. 63-136. 

  4. María Zambrano, La agonía de Europa (1945). L’agonia dell’Europa, a cura di C. Razza, Marsilio, 
Venezia 1999. 

  5. Ernst Bloch, Das Prinzip Hoffnung (1959). Il principio speranza, a cura di F. Cappellotti, Garzanti, Milano 
1994, pp. 5-23 

  6. Elena Laurenzi, “I non luoghi della storia. María Zambrano, Ernst Blòoch, Walter Benjamin e l’utopia”, La società degli individui, 71, 2021, pp. 153-168
  7. Un'opera letteraria e/o un saggio critico tra i testi elencati sotto o altro da concordare con la docente

 

 

2. TESTI DI APPROFONDIMENTO (uno dei testi - o alcune parti di esso- da concordare comunque con la docente)

 

A) UTOPIE TRA 800 E 900

 

Gian Mario Bravo (a cura di), Il socialismo prima di Marx: antologia di scritti di riformatori, socialisti, utopisti, comunisti e rivoluzionari premarxisti, Editori Riuniti, Roma 1966.

William Morris, News from Nowhere (1891). Notizie da nessun dove, Editori Riuniti, Roma 2013.

 

B) IL ROVESCIO DELL’UTOPIA: DISTOPIE E ZONE D’OMBRA

 

Alejo Carpentier. El siglo de las luces, 1962. Il secolo dei lumi, Sellerio, Palermo 2001

Mary Shelley, Frankenstein; or The Modern Prometheus, 1818. Frankenstein , Feltrinelli, Milano 2013

Aldous Huxley, A Brave New World. 1932. Il mondo nuovo-Ritorno al mondo nuovo, Mondadori, Milano  2013

George Orwell Nineteen Eighty-Four, 1949. 1984. Testo inglese a fronte. Garzanti, Milano 2021

Tadeusz Borowski, This way for the gas, ladies and gentlemen, 1959. Da noi a Auschwitz, Mondadori, Milano 2023

Margaret Atwood The Handmaid's Tale, 1985. Il racconto dell’ancella. Ponte alle grazie, Milano 2004

Günter Anders, Der Mann auf der Brücke. Tagebuch aus Hiroshima und Nagasaki , 1959. Diario di Hiroshima e Nagasaki, Ghibli, Milano 2014

 

C) L’UTOPIA DOPO LA CATASTROFE. UN DIVERSO PARADIGMA DELLA STORIA

Miguel Abensour, L’utopie de Thomas More a Walter Benjamin, 2022. L' utopia da Thomas More a Walter Benjamin, Inschibboleth, Roma 2015

George Didi-Huberman, Survivance des lucioles, 2009. Come le lucciole. Una politica delle sopravvivenze, Bollati Boringhieri, Mioano 2010

Adriana Cavarero, Democrazia sorgiva, Cortina, Milano 2021

Marisa Forcina, Il tempo non lineare dell'Utopia, “Società degli individui”, 66, 3, 2019, pp. 149-164

 

D) PENSARE LA CATASTROFE E LA VULNERABILITA’, OLTRE IL “DISASTER TURN”


Carsten Meiner, Kristin Veel (eds), The Cultural Life of Catastrophes and Crises, Walter de Gruyter, 2012

Jacques Derrida,  D'un ton apocalyptique adopté naguère en philosophie, 1983.  Di un tono apocalittico adottato di recente in filosofia, Jaca Book, 2020

Jacob A.C. Remes and Andy Horowitz (eds), Critical Disaster Studies. University of Pennsylvania Press 2021

Judith Butler. Perdita e rigenerazione. Ambiente, arte, politica, Marsilio, Venezia 2023               

 

E) IL LAVORO DELLA SPERANZA

Etty Illesum, Het verstoorde leven. Dagboek van Etty Hillesum 1941–1943, 1981. Diario, Adelphi 1996

Joanna Macy, Active Hope: How to Face the Mess We're in Without Going Crazy, 2012. Speranza attiva, Terra Nuova Edizioni, Firenze 2021

 

                                                                                                               

3. MANUALE

 

Alan Ryan, Storia del pensiero politico, UTET, 2017

  • (cap. 2; 3; 5; 11; 12; 13; 15; 17; 18; 21; 25).

 

in alternativa

  1. Salvo Mastellone, Storia del pensiero politico europeo dal XIX al XX secolo,

    Torino, Utet, 2002 (pp. 3-37; 49-90; 95-110; 123-142; 209-220; 225-234; 243-

    286).

  2. Carlo Galli, Manuale di storia del pensiero politico, Il mulino, Bologna 2001.


  • L’antichità greca e romana: pp. 21-24; 34-47 (Il pensiero politico greco; Platone; Aristotele);
  • Cristianesimo e politica: pp. 61-67 (Agostino)
  • Gli inizi della politica moderna: pp. 99-112 (L'Umanesimo politico e Machiavelli)
  • Il soggetto e lo stato: pp. 195-213 (Hobbes e Locke);
  • L’antico regime e l’Illuminismo: pp. 240-242 (Il diritto naturale)
  • Ragione e rivoluzione: pp. 281-289 (Rousseau); pp. 300-307 (Kant);
  • La dialettica: pp. 320-329 (Hegel)
  • Società e nazione: pp. 367-380 (Marx e la questione sociale)
  • La crisi dell’ordine politico moderno: pp. 433-439 (Nietzsche); 455-470 (Il marxismo: 1900-1920); 489-502 (I totalitarismi); 512-518 (la Scuola di Francoforte e Benjamin); 518-532 (I pensatori radicali della crisi); 541-545 (Arendt); 545-548 (Weil, Bataille)

TESTI PER L' ESAME

  1. Bronislaw Baczko, Lumiéres de l’utopie (1978). L’utopia, Einaudi, Torino 1979, pp, 1-62.
  2. Reinhart Koselleck, Begriffgeschichten (2006). Il vocabolario della modernità, Il Mulino, Bologna 2009, 
pp. 133-154. 

  3. Massimo Cacciari , “Grandezza e tramonto dell’utopia”, in Massimo Cacciari, Paolo Prodi, Occidente senza utopie, Il Mulino, Bologna 2017, pp. 63-136. 

  4. María Zambrano, La agonía de Europa (1945). L’agonia dell’Europa, a cura di C. Razza, Marsilio, 
Venezia 1999. 

  5. Ernst Bloch, Das Prinzip Hoffnung (1959). Il principio speranza, a cura di F. Cappellotti, Garzanti, Milano 
1994, pp. 5-23 

  6. Elena Laurenzi, “I non luoghi della storia. María Zambrano, Ernst Blòoch, Walter Benjamin e l’utopia”, La società degli individui, 71, 2021, pp. 153-168
  7. Un'opera letteraria e/o un saggio critico tra i testi elencati sotto o altro da concordare con la docente

 

TESTI DI APPROFONDIMENTO

 

1. UTOPIE TRA 800 E 900

 

Gian Mario Bravo (a cura di), Il socialismo prima di Marx: antologia di scritti di riformatori, socialisti, utopisti, comunisti e rivoluzionari premarxisti, Editori Riuniti, Roma 1966.

William Morris, News from Nowhere (1891). Notizie da nessun dove, Editori Riuniti, Roma 2013.

 

2. IL ROVESCIO DELL’UTOPIA: DISTOPIE E ZONE D’OMBRA

Alejo Carpentier. El siglo de las luces, 1962. Il secolo dei lumi, Sellerio, Palermo 2001

Mary Shelley, Frankenstein; or The Modern Prometheus, 1818. Frankenstein , Feltrinelli, Milano 2013

Aldous Huxley, A Brave New World. 1932. Il mondo nuovo-Ritorno al mondo nuovo, Mondadori, Milano  2013

George Orwell Nineteen Eighty-Four, 1949. 1984. Testo inglese a fronte. Garzanti, Milano 2021

Tadeusz Borowski, This way for the gas, ladies and gentlemen, 1959. Da noi a Auschwitz, Mondadori, Milano 2023

Margaret Atwood The Handmaid's Tale, 1985. Il racconto dell’ancella. Ponte alle grazie, Milano 2004

Günter Anders, Der Mann auf der Brücke. Tagebuch aus Hiroshima und Nagasaki , 1959. Diario di Hiroshima e Nagasaki, Ghibli, Milano 2014

 

3. L’UTOPIA DOPO LA CATASTROFE. UN DIVERSO PARADIGMA DELLA STORIA

Miguel Abensour, L’utopie de Thomas More a Walter Benjamin, 2022. L' utopia da Thomas More a Walter Benjamin, Inschibboleth, Roma 2015

George Didi-Huberman, Survivance des lucioles, 2009. Come le lucciole. Una politica delle sopravvivenze, Bollati Boringhieri, Mioano 2010

Adriana Cavarero, Democrazia sorgiva, Cortina, Mioano 2021

Marisa Forcina, Il tempo non lineare dell'Utopia, “Società degli individui”, 66, 3, 2019, pp. 149-164

 

5. PENSARE LA CATASTROFE E LA VULNERABILITA’, OLTRE IL “DISASTER TURN”


Carsten Meiner, Kristin Veel (eds), The Cultural Life of Catastrophes and Crises, Walter de Gruyter, 2012

 

Jacques Derrida,  D'un ton apocalyptique adopté naguère en philosophie, 1983.  Di un tono apocalittico adottato di recente in filosofia, Jaca Book, 2020

Jacob A.C. Remes and Andy Horowitz (eds), Critical Disaster Studies. University of Pennsylvania Press 2021

Judith Butler. Perdita e rigenerazione. Ambiente, arte, politica, Marsilio, Venezia 2023               

 

4. IL LAVORO DELLA SPERANZA

Etty Illesum, Het verstoorde leven. Dagboek van Etty Hillesum 1941–1943, Haarlem, De Haan, 1981 [Diario, Adelphi 1996]

Joanna Macy, Active Hope: How to Face the Mess We're in Without Going Crazy, 2012. Speranza attiva, Terra Nuova Edizioni, Firenze

 

MANUALE

 

Alan Ryan, Storia del pensiero politico, UTET, 2017

  • (cap. 2; 3; 5; 11; 12; 13; 15; 17; 18; 21; 25).

 

in alternativa

  1. Salvo Mastellone, Storia del pensiero politico europeo dal XIX al XX secolo,

    Torino, Utet, 2002 (pp. 3-37; 49-90; 95-110; 123-142; 209-220; 225-234; 243-

    286).

  2. Carlo Galli, Manuale di storia del pensiero politico, Il mulino, Bologna 2001.


  • L’antichità greca e romana: pp. 21-24; 34-47 (Il pensiero politico greco; Platone; Aristotele);
  • Cristianesimo e politica: pp. 61-67 (Agostino)
  • Gli inizi della politica moderna: pp. 99-112 (L'Umanesimo politico e Machiavelli)
  • Il soggetto e lo stato: pp. 195-213 (Hobbes e Locke);
  • L’antico regime e l’Illuminismo: pp. 240-242 (Il diritto naturale)
  • Ragione e rivoluzione: pp. 281-289 (Rousseau); pp. 300-307 (Kant);
  • La dialettica: pp. 320-329 (Hegel)
  • Società e nazione: pp. 367-380 (Marx e la questione sociale)
  • La crisi dell’ordine politico moderno: pp. 433-439 (Nietzsche); 455-470 (Il marxismo: 1900-1920); 489-502 (I totalitarismi); 512-518 (la Scuola di Francoforte e Benjamin); 518-532 (I pensatori radicali della crisi); 541-545 (Arendt); 545-548 (Weil, Bataille)

Semestre
Primo Semestre (dal 18/09/2023 al 22/12/2023)

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Mutuato in

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)