TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELL' ATTIVITA' MOTORIA I

Insegnamento
TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DELL' ATTIVITA' MOTORIA I
Insegnamento in inglese
THEORY, TECHNIQUE AND DIDACTICS OF MOTOR ACTIVITIES I
Settore disciplinare
M-EDF/01
Corso di studi di riferimento
SCIENZE MOTORIE E DELLO SPORT
Tipo corso di studio
Laurea
Crediti
8.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 64.0
Anno accademico
2020/2021
Anno di erogazione
2021/2022
Anno di corso
2
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Sede
Lecce

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica  (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali, il controllo motorio a circuito chiuso ed aperto).Ulteriori pre-conoscenze essenziali riguardano: i rapporti tra abilità e capacità motorie; le capacità motorie, definizioni, basi teoriche; classificazioni, fattori limitanti, fasi sensibili e differenze di genere; metodi per lo sviluppo.

L'insegnamento di teoria tecnica e didattica delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e  neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socio-culturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali, con particolare riferimento ai processi d'insegnamento-apprendimento, al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio, il Gioco del bambino: i fattori metodologici caratterizzanti; la progettazione di un intervento didattico (6-18 anni), la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi  del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività, continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pauese attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento.

 

 

 

 

Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva;

  • Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva
  • Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie
  • Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti
  • Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi
  • Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo
  • Distinguere ed applicare i metodi (Eurofit, Alpha test, ecc., ecc.) e le prove di valutazione motorie per l’età evolutiva

Insegnamento teorico in aula; Attività pratiche in palestra sulla presentazione ed analisi del compito motorio, sugli effetti specifici e trasversali del compito motorio; Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di brevi report e presentazione.

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

Prerequisiti

Le competenze richieste per tale insegnamento riguardano: la conoscenza dei fattori caratterizzanti il processo educativo in età evolutiva; la terminologia della tecnica generale dell'educazione fisica (propedeutica, statica, dinamica); le finalità educative delle attività motorie, dell’educazione fisica e dello sport per lo sviluppo umano; il valore preventivo delle attività motorie e per la promozione della salute in età evolutiva; l'apprendimento motorio: teorie e modelli di riferimento per le attività motorie; il processo di apprendimento motorio (definizioni, tappe, modalità dell'apprendimento; i processi mentali, il controllo motorio a circuito chiuso ed aperto).Ulteriori pre-conoscenze essenziali riguardano: i rapporti tra abilità e capacità motorie; le capacità motorie, definizioni, basi teoriche; classificazioni, fattori limitanti, fasi sensibili e differenze di genere; metodi per lo sviluppo.

 

Breve descrizione del corso

L'insegnamento di teoria tecnica e didattica delle attività motorie per l'età evolutiva riguarda l'analisi dei significati della corporeità secondo l'approccio fenomenologico e neuro-scientifico; il ruolo delle attività motorie per la prevenzione delle patologie non trasmissibili, lo svantaggio socio-culturale e la promozione della salute in età evolutiva; l'analisi del processo didattico in ambito motorio nei diversi contesti educativi formali e non-formali, con particolare riferimento ai processi d'insegnamento-apprendimento, al ruolo dell'insegnante mediatore di processi educativi. Costituiscono temi essenziali ed irrinunciabili: l'analisi delle tappe dello sviluppo motorio; il Gioco del bambino: i fattori  metodologici caratterizzanti; la progettazione di un intervento didattico (6-18 anni), la scelta dei contenuti e la variazione delle modalità organizzative; l'analisi del compito motorio; la distribuzione dei compiti motori nell'unità di apprendimento (secondo progressività, continuità, difficoltà esecutiva, intensità); l'insegnamento della competenza motoria; gli stili e le strategie d'insegnamento delle competenze motorie e delle Life skills; i modelli ed i metodi della valutazione motoria. Strategie per aumentare il tempo d'impegno motorio e le pauese attive. Laboratorio per la stesura di percorsi didattici ed unità di apprendimento.

Obiettivi Formativi

Progettare condurre e valutare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie (abilità-conoscenze-atteggiamenti sulla base delle capacità personali dell'allievo) in età evolutiva;

  • Individuare le finalità educative e gli obiettivi didattici per l’età evolutiva
  • Adattare percorsi didattici per l’insegnamento-apprendimento di competenze motorie
  • Individuare le relazioni tra compiti motori ed obiettivi differenti
  • Distinguere ed applicare stili d’insegnamento diversi
  • Riconoscere i modelli non comparativo e comparativo
  • Distinguere ed applicare i metodi (Eurofit, Alpha test, ecc., ecc.) e le prove di valutazione motorie per l’età evolutiva

Metodi didattici

Insegnamento teorico in aula; Attività pratiche in palestra sulla presentazione ed analisi del compito motorio, sugli effetti specifici e trasversali del compito motorio; Analisi delle modalità di presentazione del compito attraverso stili d'insegnamento differenti e complementari; stesura di brevi report e presentazione.

 

Modalità di svolgimento dell’esame

Esame orale con presentazione di compito scritto sull'analisi del compito motorio e delle modalità organizzative.

Testi di riferimento

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci; pp.25-44; 70-93; 94-111; 141-161; 178-201205-230; 231-259.

Casolo, F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. (open access).

AA.Vv. (a cura di Pesce C., Marchetti R., Motta A., Bellucci M). (2015). Joy of moving, Torgiano: Calzetti Mariucci.

AA.VV (a cura di D. Colella). (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Brai: Progedit, pp: 21-45; 159-171.

AA.VV. (a cura di A. Ceciliani). (2020). Educazione Motoria, Roma: Carocci; pp.25-44; 70-93; 94-111; 141-161; 178-201205-230; 231-259.

Bortoli L., Robazza C., (2016). L’apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto ed integrazione. SDS – Rivista di cultura sportiva, 109,24-34.,

Casolo F. & Frattini, G (2021). Educazione motoria. Brescia: Scholè

Colella, D. (2018). Physical Literacy e stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola. Formazione & Insegnamento, XVI,1,33-42. (open access).

AA.Vv. (a cura di Pesce C., Marchetti R., Motta A., Bellucci M). (2015). Joy of moving, Torgiano: Calzetti Mariucci.

AA.VV (a cura di D. Colella). (2018). Attività motorie, processo educativo e stili di vita in età evolutiva. Bari: Progedit, pp: 21-45; 159-171

Scaramucci & Vinciguerra, Dizionario delle Scienze motorie e dell’educazione fisica 

Semestre
Primo Semestre (dal 04/10/2021 al 21/01/2022)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)