Laurea in INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)

Corso di studi
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
Corso di studi in inglese
NURSING
Titolo
Laurea
Classe MIUR
Classe delle lauree in Professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica - L/SNT1 (DM270)
Durata
3 anni
Crediti
180
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI
Sito web del corso
https://www.unisalento.it/web/disteba/didattica/infermieristica
Lingua
ITALIANO
Sede
Lecce
Anno accademico
2022/2023
Tipo di accesso
Corso ad accesso programmato
Profili professionali formati
3.2.1.1.1 - Professioni sanitarie infermieristiche

Descrizione del corso

I laureati del corso di laurea in Infermieristica a conclusione del percorso formativo dovranno essere in grado di sviluppare le seguenti abilità comunicative:
i) Utilizzare abilità di comunicazione appropriate con gli utenti di tutte le fasce d’età e con le loro famiglie, e/o con altri professionisti sanitari in forma appropriata verbale, non verbale e scritta;
ii) Utilizzare principi di insegnamento e apprendimento per interventi informativi o educativi rivolti ai singoli utenti, alle famiglie e a gruppi al fine di promuovere comportamenti corretti di stili di vita, ridurre i fattori di rischio, promuovere abilità di autocura in particolare per le persone affette da malattie croniche;
iii) dimostrare abilità comunicative efficaci e collaborare con gruppo interdisciplinare di cura per concordare modalità operative e realizzare l'applicazione e lo sviluppo di protocolli e linee guida.
Metodologie, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi:
• Lezioni interattive, filmati, simulazioni, testimonianze
• Analisi critica di casi e situazioni relazionali
• Tirocinio supervisionato da tutor in diversi contesti
• Briefing e debriefing per rielaborare esperienze relazionali fra gli utenti e l’èquipe sanitaria
• Strumenti e metodologie di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati: osservazione di filmati
• Feedback di valutazione durante il tirocinio (attraverso schede di valutazione strutturate e report clinici);
• esame strutturato oggettivo con stazioni, con simulazioni sulle competenze relazionali.
I laureati in Infermieristica durante il percorso svilupperanno autonomia di giudizio e conseguiranno le seguenti abilità:
• attuare assistenza infermieristica riconoscendo e rispettando la dignità, la cultura, i valori , l’età e i diritti dei singoli individui e dei gruppi;
• integrare le conoscenze della letteratura e le evidenze scientifiche con le preferenze dell'utente e con il proprio giudizio clinico,
• operare e gestire l'assistenza infermieristica in una varietà di contesti e servizi sanitari;
• analizzare direttive e pratiche operative dei servizi sanitari e identificare azioni infermieristiche definite nel campo di responsabilità e di autonomia facendo riferimento alle norme giuridiche e deontologiche che disciplinano l'esercizio della professione
• riconoscere le differenze dell'operato e le responsabilità tra infermiere laureato e altri professionisti sanitari.
Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi:
- lezioni frontali;
- lettura guidata ed esercizi di applicazione;
- video, dimostrazioni di immagini, schemi e materiali, grafici;
- analisi e discussione di casi in sottogruppi con presentazioni in sessioni plenarie;
- tirocinio con esperienze supervisionate da tutor in diversi contesti e con una progressiva assunzione di autonomia e responsabilità;
- sessioni di debriefing per riflettere e rielaborare esperienze di pratica professionale.

Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi:
- esami scritti e orali, analisi di casi;
- feedback di valutazione durante il tirocinio (attraverso schede di valutazione strutturate e report clinici sulla pratica professionale);
- esame strutturato oggettivo a stazioni.

L'Università del Salento organizza attività di orientamento dedicate a studenti italiani e stranieri delle scuole superiori, con lo scopo di presentare l'offerta formativa didattica e il modello organizzativo dell'Ateneo.

Il Centro Orientamento e Tutorato opera d'intesa con le Strutture Didattiche di Ateneo al fine di favorire l'orientamento degli studenti delle scuole medie superiori, in cooperazione con le strutture scolastiche, fornendo tutte le informazioni necessarie per una consapevole scelta del percorso universitario, a partire dalle opzioni didattiche, scientifiche e professionali offerte dall'Università del Salento. Garantisce, inoltre, un servizio di tutorato, sostegno e counseling per tutto l'arco della carriera studentesca ed è responsabile della gestione amministrativa del Piano per l'Orientamento e il Tutorato (POT), delle risorse finanziarie assegnate e del perseguimento degli obiettivi previsti. https://www.unisalento.it/centro-orientamento-e-tutorato.

L'Università del Salento organizza delle Giornate di Accoglienza (Open Days) rivolte agli studenti degli Istituti di Istruzione superiore, famiglie, dirigenti e docenti, nonché alle istituzioni locali, agli operatori dei settori pubblici e privati, turistici e culturali.

L'Ateneo ha partecipato a numerosi progetti di orientamento, come l'Alternanza Scuola-Lavoro, il Progetto Riesci, il Progetto To Be, il progetto Bridge e il Progetto Lauree scientifiche caratterizzati da momento di orientamento che rappresentano anche occasioni utili per un'autovalutazione delle conoscenze raccomandate in ingresso con riferimento a specifici percorsi formativi , per la sperimentazione di competenze trasversali utili nel mondo del lavoro, e per l'illustrazione del contesto formativo nel quale sarà inserito lo studente e del contesto professionale nel quale si troverà ad operare il futuro laureato, al fine di un orientamento consapevole verso alcune professionalità. https://orientamento.unisalento.it/home_page

Con riferimento al Corso di Laurea in Infermieristica, l'Università del Salento utilizzando il modello adottato per gli altri Corsi di Studio, organizza annualmente incontri di informazione e orientamento specifici nell'ambito dell'Open Days per gli studenti delle scuole superiori e le loro famiglie, e incontri dedicati con la partecipazione di studenti, dottorandi e ricercatori.
Infine, nel mese di luglio è prevista l'organizzazione di un corso di formazione finalizzato alla preparazione al test di accesso per l'iscrizione al Corso di Laurea in Infermieristica.


L'Università del Salento dispone di un Centro Accoglienza Studenti (CAS). Presso gli sportelli attivati nelle aree umanistiche ed economico-giuridica e scientifica, gli studenti tutor iscritti ai Corsi di Laurea Magistrale svolgono attività di accoglienza e tutorato per coloro che vorranno:
i) avere chiarimenti e informazioni sui Corsi di studio attivati, sulle prove di valutazione delle conoscenze in ingresso, previste dalla nuova normativa;
ii) immatricolarsi o iscriversi ad anni successivi al primo;
iii) iscriversi ai test obbligatori di orientamento/valutazione della preparazione iniziale.

Attività di orientamento e tutorato in itinere sono svolte dal sopra citato Centro Accoglienza Studenti (CAS) dell'Università del Salento, e più in generale nell'ambito del Centro di Orientamento e Tutorato dell'Ateneo (CORT), a disposizione degli studenti iscritti ai Corsi di Studio che vogliono:
i. consultare i dati di carriera;
ii. presentare domanda di Laurea;
iii. presentare domande per i concorsi relativi a: borse di incentivazione e razionalizzazione della frequenza; tutor di sostegno; premi di studio per laureandi;
iv. prenotare appelli di esame;
v. accedere alla web-mail;
vi. presentare modulistica on-line.
I laureati del corso di laurea in Infermieristica a conclusione del percorso formativo dovranno essere in grado di sviluppare le seguenti abilità di autoapprendimento:
i) abilità di studio indipendente ricercando opportunità di autoapprendimento;
ii) capacità di porsi, in maniera critica, interrogativi derivanti dallo studio e dalla propria attività pratica;
iii) formulare domande pertinenti la propria attività nei tempi, nei luoghi e agli interlocutori idonei;
iv) dimostrare capacità di autovalutazione delle proprie competenze e di individuare e soddisfare i bisogni formativi di crescita professionale;
v) dimostrare capacità di autonomia nel cercare le informazioni necessarie per risolvere problemi o incertezze della pratica professionale, selezionando criticamente fonti secondarie e primarie di prove di efficacia.
Strumenti didattici, metodologie e attività formative per sviluppare i risultati attesi:
• apprendimento basato sui problemi (PBL)
• utilizzo di contratti e piani di autoapprendimento al fine di responsabilizzare lo studente nella pianificazione del suo percorso di tirocinio e nell’autovalutazione;
• laboratori di metodologia della ricerca bibliografica cartacea e online;
• lettura guidata alla valutazione critica della letteratura scientifica e professionale sia in italiano sia in inglese
• Strumenti e metodologie di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati:
1. esposizione di report su mandati di ricerca specifica;
2. supervisione tutoriale sul percorso di tirocinio;
3. partecipazione attiva alle sessioni di lavoro e di briefing e debriefing;
4. puntualità e qualità nella presentazione degli elaborati.
Il Corso di Laurea in Infermieristica coniuga le conoscenze del sapere teorico al tirocinio pratico nelle varie sedi assistenziali, con l'obiettivo di formare un professionista con rilevanti competenze, in grado di affrontare e svolgere un fondamentale servizio alla persona ed alla collettività.

Il Corso di Studio, di durata triennale ed abilitante all'esercizio della professione, prevede un accesso programmato ed è disciplinato da un bando di ammissione. In conformità alla legislazione vigente e coerenti con quanto prefissato in materia di attività e responsabilità professionale dalle direttive dell'Unione Europea, il corso ha l'obiettivo di formare figure professionali sanitarie che svolgano con autonomia attività dirette alla prevenzione, alla cura, alla riabilitazione, alla palliazione e alla salvaguardia della salute individuale e collettiva.

L'infermiere partecipa al riconoscimento dei bisogni di salute della persona e della collettività, formula i relativi obiettivi, pianifica, gestisce e valuta l'intervento assistenziale infermieristico; garantisce la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche; agisce sia individualmente che in collaborazione con gli altri operatori sanitari e sociali.

Il raggiungimento delle competenze professionali si attua attraverso una formazione teorico- pratica che include l'acquisizione di competenze comportamentali, conseguita nel contesto lavorativo specifico, così da garantire, al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e loro immediata spendibilità nell'ambiente di lavoro.

Le attività didattiche, a frequenza obbligatoria, sono articolate in 180 crediti formativi universitari (CFU), secondo un'organizzazione semestrale che prevede attività didattiche formative teoriche, tutoriali (Problem Based Learning, case method), professionalizzanti e studio individuale. Le attività teoriche sia per le discipline di base che professionalizzanti sono integrate da attività pratiche: seminari, laboratori e tirocinio. Il tirocinio, da svolgersi in strutture sanitarie accreditate, incide per un totale di 60 CFU ripartiti sui tre anni del corso.

Il Corso di Laurea al fine di approfondire la preparazione teorico-pratica, offre agli studenti la possibilità di partecipare a progetti europei in entrata ed uscita (Programmi Erasmus).

Il laureato in Infermieristica può accedere alla formazione universitaria post-base (master di primo livello e corsi di perfezionamento) e, al Corso di laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, Classe LM/SNT1.


L’obiettivo del Corso di laurea in Infermieristica è formare una figura professionale che con la piena padronanza delle competenze teorico-pratiche necessarie sia in grado di identificare i bisogni di assistenza infermieristica, nei contesti sanitari, socio-sanitari ed a livello territoriale.

Quindi, i laureati sono dotati di un’adeguata preparazione nelle discipline di base (Anatomia e Istologia umana, Biologia generale, cellulare e molecolare, Biochimica e Fisiologia umana, Fisica, Statistica e Informatica, Patologia generale, genetica medica e microbiologia clinica, Clinica medico-chirurgica), tale da consentire loro sia la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi fisiologici e patologici ai quali è rivolto il loro intervento preventivo e terapeutico.

Inoltre, gli obiettivi formativi del corso di laurea (Medicina preventiva, Infermieristica clinica in area medico-chirurgica, medica specialistica, materno-infantile e critica, Infermieristica geriatrica, cronicità e riabilitazione) sono diretti a far conseguire al laureato una preparazione che gli consenta di identificare i differenti bisogni di salute e di assistenza infermieristica dell’assistito di qualunque fascia di età, della famiglia e/o della collettività, formulando i relativi obiettivi e gestendoli con autonomia e responsabilità.

I professionisti laureati in Infermieristica avranno le competenze per la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostiche e terapeutiche e per verificarne l'efficacia (Infermieristica generale, Metodologia infermieristica applicata).
Saranno anche in grado di tessere reti di assistenza con gli altri operatori sanitari e sociali, a sostegno della persona presa in carico e dei caregiver in progetti di cura multidisciplinare a breve ce soprattutto a lungo termine (Ricerca e qualità dell’assistenza infermieristica, Psicologia clinica).

Avrà le competenze per concorrere direttamente all'aggiornamento relativo al proprio profilo professionale e alla ricerca e per contribuire alla formazione del personale di supporto alla sua professione (Ricerca e qualità dell’assistenza infermieristica, Organizzazione professionale).

Avranno la capacità di lavorare in gruppo e di integrarsi con le altre figure professionali in ambito sanitario e sociale; anche a tale scopo devono saper utilizzare almeno la lingua inglese oltre l’italiano, nell’ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.

Inoltre, grazie allo specifico percorso formativo conosceranno i principi bioetici generali, quelli deontologici e medico legali della professione e documentare l'assistenza infermieristica erogata e le norme di radioprotezione previste dall'Unione Europea (Bioetica, Medicina legale, Diagnostica per immagini e radioprotezione).

Devono, inoltre, saper utilizzare almeno la lingua inglese oltre l’italiano, nell’ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.

Il corso di laurea comprende attività didattica teorica, pratica e clinica (Tirocinio professionali, seminari).

Particolare rilievo, come parte integrante e qualificante della formazione professionale, riveste l'attività formativa pratica e di tirocinio clinico, svolta con la supervisione e sotto la guida di tutori professionali appositamente dedicati e coordinata da un docente appartenente al più elevato livello formativo del profilo professionale.

Il laureato in Infermieristica potrà continuare la sua formazione culturale e professionale attraverso l’iscrizione a Corsi di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche, Corsi di Specializzazione e di Master di I livello.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante all'esercizio della professione di Infermiere (art. 7 D.I. 19 febbraio 2010), si compone di:

1) una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di possedere le conoscenze e le abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie del profilo professionale;
2) la redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

La votazione di laurea (da un minimo di 66 punti a un massimo di 110, con eventuale lode) è assegnata da apposita Commissione in seduta pubblica.

I contenuti e le modalità di organizzazione e di svolgimento della prova finale, nonché di formazione della Commissione ad essa preposta e dei criteri di valutazione, sono definiti, secondo la normativa vigente, nel Regolamento Didattico del Corso di Studio.
Per l’ammissione alla prova finale lo studente deve aver frequentato regolarmente le attività didattiche e conseguito i CFU relativi al superamento degli esami di profitto e di tirocinio previsti dal Piano di Studio in vigore.


La prova finale, che ha valore d’Esame di Stato abilitante all’esercizio della professione di Infermiere, prevede ai sensi della normativa vigente e dell’ordinamento didattico, la valutazione di competenze e abilità pratiche (prova pratica) e la presentazione di un elaborato scritto.

La prova finale, ai sensi dell’art. 7 del D.I. 19 febbraio 2009, è organizzata con decreto del Ministro dell'Istruzione, 09/05/2016 dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in 2 sessioni definite a livello nazionale, la prima nel periodo ottobre-novembre, la seconda nel periodo marzo-aprile.

Ulteriori dettagli sono riportati nel Regolamento Didattico del Corso di Laurea e nel Regolamento della prova finale.
Per essere ammesso al Corso di Laurea lo studente deve essere in possesso del Diploma di scuola secondaria superiore, richiesto dalla normativa vigente, o di altro titolo di studio conseguito all'estero ritenuto idoneo.

L'ammissione al corso di laurea è limitata dalla programmazione degli accessi a livello nazionale (Legge 2 agosto 1999, n. 264) ed avviene mediante il superamento di una prova scritta a risposta multipla.


In ogni anno accademico il MUR emana apposito Decreto che stabilisce le modalità di ammissione, tra queste: il numero dei posti, i contenuti del bando emesso dall'Ateneo.
Le materie oggetto dell'esame sono: cultura generale e ragionamento logico, fisica e matematica, chimica, biologia.


L'organizzazione didattica del Corso prevede che gli studenti ammessi possiedano un'adeguata conoscenza della lingua italiana e preparazione iniziale, conseguita negli studi precedentemente svolti, per quanto riguarda la matematica, la fisica, la chimica e la biologia.

Agli studenti ammessi al corso di laurea con una votazione inferiore ad una prefissata soglia minima, potranno essere attribuiti specifici obblighi formativi aggiuntivi; le modalità di recupero degli eventuali deficit formativi, da colmare in ogni caso entro il primo anno di corso, sono disciplinate dal Regolamento Didattico del Corso di Laurea.
Il numero di posti viene fissato annualmente con decreto del Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR). L’ammissione al Corso di Studio avviene attraverso una prova concorsuale, la cui data e modalità di svolgimento sono definite annualmente dal MUR e pubblicati in apposito bando emanato dall’Ateneo.

Pertanto, l'immatricolazione al Corso è subordinata al superamento della prova di ammissione (basata su quiz a risposta multipla) ed in base al contingente di posti, indicato per ogni anno accademico sul bando di ammissione.
Le modalità ed il contenuto della prova vengono stabiliti a livello ministeriale.


L'accertamento dell’eventuale Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA) sarà effettuato tenendo conto del punteggio ottenuto dai candidati nella prova d'ammissione.


Le modalità per accertare il superamento dell'obbligo formativo saranno indicate sul sito web di Ateneo all'indirizzo di seguito riportato.

Profilo

Infermiere

Funzioni

L'infermiere è la figura professionale che opera nell'ambito sanitario e che è responsabile dell'assistenza generale infermieristica di natura tecnica, relazionale, educativa rivolta all'età evolutiva, adulta e geriatrica, per gli aspetti preventivi, curativi, palliativi e riabilitativi. Le principali funzioni sono: la prevenzione delle malattie, l'assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età, l'educazione sanitaria e terapeutica.
Agisce sia individualmente sia in collaborazione con altri operatori sanitari e sociali.
Per l'espletamento delle sue funzioni si avvale, ove necessario, dell'opera del personale di supporto.

Competenze

Le competenze garantite al termine del percorso formativo di base sono:pianificazione, controllo e valutazione dell'assistenza infermieristica, analisi del proprio fabbisogno formativo e utilizzo dei risultati della ricerca per attuare un'assistenza fondata sulle evidenze scientifiche.
Nell'ambito di competenze di natura collaborativa garantisce la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostiche e terapeutiche

Sbocco

Il titolo conseguito al termine del percorso di studi con il superamento della prova finale è abilitante all'esercizio della professione di infermiere, consente di svolgere l'attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, nel territorio e a domicilio in regime di dipendenza o libero professionale. Inoltre, è in grado di offrire anche un valido supporto in particolari servizi erogati dalle farmacie in tempo di pandemia da COVID-19.

Piano di studi

COMUNE/GENERICO

ALTRE ATTIVITA' I ANNO

4 crediti - Obbligatorio

SEMINARI

2 crediti

ANATOMIA E ISTOLOGIA UMANA

4 crediti - Obbligatorio

ANATOMIA UMANA

3 crediti

ISTOLOGIA UMANA

1 crediti

BIOCHIMICA E FISIOLOGIA UMANA

4 crediti - Obbligatorio

BIOCHIMICA UMANA

2 crediti

FISIOLOGIA UMANA

2 crediti

INGLESE (L-LIN/12)

3 crediti - Obbligatorio

LABORATORI PROFESSIONALI (MED/45)

3 crediti - Obbligatorio

TIROCINIO PROFESSIONALE I ANNO (MED/45)

6 crediti - Obbligatorio

SEMINARIO (NN)

2 crediti - Obbligatorio

INSEGNAMENTI A SCELTA (NN)

6 crediti - Obbligatorio

PROVA FINALE (PROFIN_S)

6 crediti - Obbligatorio

TIROCINIO PROFESSIONALE III ANNO

46 crediti - Obbligatorio