NUMISMATICA

Insegnamento
NUMISMATICA
Insegnamento in inglese
NUMISMATICS
Settore disciplinare
L-ANT/04
Corso di studi di riferimento
LETTERE
Tipo corso di studio
Laurea
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 30.0
Anno accademico
2020/2021
Anno di erogazione
2021/2022
Anno di corso
2
Lingua
ITALIANO
Percorso
CLASSICO

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche

Conoscenze di base di storia antica.

Titolo del Corso: Introduzione alla Numismatica antica.
Obiettivi: strumenti per la conoscenza delle principali tematiche inerenti alla moneta antica:
aspetti tecnici ed artistici, funzioni peculiari del mezzo monetario, la documentazione
numismatica come fonte storico-archeologica.

Capacità di analisi tecnica e valutazione critica del documento monetale con particolare
attenzione ai mezzi di scambio premonetali ed alle principali produzioni monetali del
mondo antico (elettro arcaico, emissioni d’area greca, magnogreca, romana).

Competenze trasversali che lo studente dovrebbe acquisire alla fine del corso:
– capacità di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare
dati e conoscenze provenienti da diverse fonti);
– capacità di formulare giudizi in autonomia (interpretare le informazioni con senso critico);
– capacità di comunicare efficacemente (trasmettere idee in modo chiaro e corretto
utilizzando il linguaggio disciplinare specialistico);
– capacità di apprendere in maniera continuativa (saper riconoscere le proprie lacune e
identificare strategie per acquisire nuove conoscenze o competenze).

La didattica si articolerà in lezioni nelle quali si affronteranno le diverse, previste
tematiche. Le lezioni saranno effettuate con il supporto di riproduzioni fotografiche,
riproduzioni in metallo, calchi in gesso di monete antiche, proiezioni di PowerPoint.
Saranno inoltre impartite le nozioni di base per la corretta compilazione di schede
numismatiche.

Materiale didattico: riproduzioni fotografiche, riproduzioni in metallo, calchi in gesso, proiezioni di PowerPoint,
schede numismatiche per la classificazione di monete e la schedatura di ripostigli
monetali.

L’insegnamento prevede l’esame finale in forma orale individuale durante il quale lo
studente deve dimostrare una approfondita conoscenza sia delle tematiche affrontate a
lezione sia di quelle apprese sui testi consigliati nel programma.
Lo studente viene valutato in base alla conoscenza dei contenuti, alla correttezza ed alla
chiarezza espositiva, alla capacità di argomentare le proprie tesi.
Valutazione relativa ai risultati di apprendimento indicati:
-conoscenze, abilità e competenze frammentarie e poco significative – voto: 10-12/30;
-conoscenze, abilità e competenze superficiali – voto: 13-17/30;
-conoscenze, abilità e competenze essenziali – voto: 18-20/30;
-conoscenze, abilità e competenze adeguate – voto: 21-23/30;
-conoscenze, abilità e competenze complete – voto: 24-26/30;
-conoscenze, abilità e competenze corrette, meditate e complete – voto: 27-29/30;
-conoscenze, abilità e competenze approfondite e ampliate in maniera personale – voto:
30-30L/30.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità
previste dal sistema VOL.

Date appelli:
8 aprile (appello riservato a studenti in debito d’esame)
18 maggio (appello riservato a laureandi e studenti fuori corso)
21 giugno
7 luglio
28 luglio
1 settembre
27 ottobre (appello riservato a laureandi e studenti fuori corso)
Le date dei successivi appelli d’esame verranno indicate nella Bacheca del docente.

Il Docente è a disposizione per informazioni e chiarimenti ed è contattabile a mezzo email.

Il corso verte sulla introduzione alla conoscenza della moneta antica.

Principali tematiche:

-storia degli studi numismatici;

-specifica nomenclatura;

-aspetti intrinseci (metalli, sistemi ponderali);

-elementi tipologici ed epigrafici;

-tecniche di fabbricazione (fusione e coniazione; tecniche particolari: suberazione, riconiazione, contromarcatura, imbiancatura, tosatura);

-esame di possibili identificazioni di luoghi di produzione (zecche monetali);

-tipologie di rinvenimenti monetali (perdite casuali, ripostigli, tesori abbandonati, reperti monetali da scavo archeologico, con indicazione su sistemi di catalogazione);

-fasi premonetali (moneta naturale, pani di rame, moneta utensile);

-inizi della moneta legale: esame di fonti letterarie, teorie, evidenze sulle origini della moneta;

-aspetti generali delle principali produzioni monetali del mondo antico (elettro arcaico, emissioni d’area greca, magnogreca, romana).

 

I. Frequentanti
Manuale:
-F. BARELLO, Archeologia della moneta. Produzione e utilizzo nell’antichità, Roma 2006.
Per eventuali approfondimenti su specifiche tematiche si indicano i seguenti contributi:
-G. GORINI, La moneta greca: forme e modi di un segno dell’uomo, in AA. VV., Alle radici
dell’euro. Quando la moneta fa la storia, Treviso 2001, pp. 11-38.
-F. CATALLI, Monete dell’Italia antica, Roma 1995, pp. 3-10, 15-45, 53-70, 79-94, 121-154.
-M. ASOLATI, “Servius rex primis signavit aes…”. Breve storia della moneta a Roma, in AA.
VV., Alle radici dell’euro. Quando la moneta fa la storia, Treviso 2001, pp. 39-75.
Ulteriori indicazioni bibliografiche potranno essere fornite nel corso delle lezioni.
Come repertorio iconografico si indicano:
-C. M. KRAAY, Archaic and classical greek coins, London 1976.
-M. H. CRAWFORD, Roman republican coinage, Cambridge 1974.
Il materiale bibliografico ed il repertorio iconografico potranno essere forniti dal docente.
II. Non frequentanti
Agli studenti non frequentanti, oltre allo studio del manuale, si richiede la lettura di uno/due
contributi tra quelli su elencati.

Semestre
Secondo Semestre (dal 07/03/2022 al 10/06/2022)

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)