Laurea in ECONOMIA E FINANZA

Corso di studi
ECONOMIA E FINANZA
Corso di studi in inglese
ECONOMICS AND FINANCE
Titolo
Laurea
Classe MIUR
Classe delle lauree in Scienze economiche - L-33 (DM270)
Durata
3 anni
Crediti
180
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA
Sito web del corso
http://www.economia.unisalento.it/709
Lingua
ITALIANO
Sede
Lecce
Anno accademico
2020/2021
Tipo di accesso
Corso ad accesso libero
Profili professionali formati
3.3.2.1.0 - Tecnici della gestione finanziaria
3.3.2.2.0 - Tecnici del lavoro bancario
3.3.2.3.0 - Agenti assicurativi
3.3.2.5.0 - Agenti di borsa e cambio, tecnici dell’intermediazione titoli e professioni assimilate

Descrizione del corso

I laureati sono capaci di comunicare in modo chiaro informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti all'interno di imprese, enti pubblici, aziende di credito, assicurazioni, banche.
Durante le attività in aula ed in laboratorio, gli studenti sono incoraggiati ad intervenire pubblicamente per migliorare la propria capacità di descrivere in modo chiaro e comprensibile eventuali dubbi e/o richieste di chiarimento su argomenti specifici. Inoltre le abilità comunicative scritte ed orali sono sviluppate in occasione di seminari, esercitazioni, attività formative che prevedono anche la preparazione di relazioni e documenti scritti e l'esposizione orale dei medesimi.
L'acquisizione delle abilità comunicative sopraelencate viene verificata negli elaborati scritti o multimediali, nelle esposizioni orali, nella verifica della comprensione di testi e lezioni in lingua straniera ed infine nell'ambito della redazione della prova finale.
I laureati possiedono capacità di raccogliere ed interpretare dati economici e finanziari, di analizzarli tramite specifici strumenti analitici ed informatici e di utilizzarli per formulare giudizi autonomi sulle tematiche dell'economia e della finanza e prendere decisioni in un ambito aziendale o pubblico.
L'autonomia di giudizio viene sviluppata all'interno dell'impostazione didattica comune a tutti gli insegnamenti tramite le esercitazioni, la partecipazione a seminari, la preparazione di elaborati. L'attività assegnata dal docente relatore per la preparazione della prova finale costituisce un ulteriore momento per sviluppare in modo autonomo le capacità decisionali e di giudizio.
La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene all'interno delle verifiche, nella forma di esami scritti, orali, relazioni, esercitazioni, prevedendo che lo studente debba formulare autonome valutazioni sui problemi che gli vengono posti di fronte. Un ulteriore elemento di valutazione del grado di autonomia è fornito dall'attività assegnata in preparazione della prova finale.
Opportune attività di orientamento in ingresso vengono svolte dai docenti del corso sia in sede, durante le giornate di orientamento, quando vengono ospitati studenti di vari istituti secondari superiori, sia attraverso visite ad hoc nelle scuole presenti sul territorio, grazie ad accordi con le stesse.
L'orientamento in ingresso è anche espletato dal CORT (Centro Orientamento e Tutorato) che opera d'intesa con le Strutture Didattiche di Ateneo.
Link: https://www.unisalento.it/centro-orientamento-e-tutorato
Dall'anno 2014 è attivo il progetto To Be Best Choice, Best Performance che nasce con l'obiettivo di agevolare il processo di scelta del percorso universitario da intraprendere, soprattutto per gli studenti potenzialmente interessati agli studi economici.
Il progetto nasce dalla constatazione delle difficoltà esistenti tanto nel processo di scelta del percorso universitario che si intende intraprendere, quanto nell'affrontare il test di ingresso.
Gli studenti che si iscrivono a tale progetto devono seguire delle specifiche attività formative che si svolgono in Dipartimento, incentrate su tematiche inerenti il corso di studio, al fine di meglio orientare la scelta degli studenti ed allo stesso tempo di affrontare in maniera più efficace il test di accesso.
I Corsi di laurea triennali del Dipartimento di Scienze dell'Economia hanno previsto la figura del "tutor" a supporto della didattica per le discipline ritenute basilari per la preparazione complessiva dello studente; ciò al fine di ridurre i naturali gap che taluni studenti possono avere per via del passaggio dai percorsi scolastici a quelli universitari. Tale attività integra le altre normali formule di tutoraggio in itinere previste dalla vigente normativa ed attuate da tempo nell'ambito del Dipartimento.
La figura del tutor è stata prevista per le seguenti materie: Economia Aziendale, Microeconomia, Statistica, Matematica generale,
Ragioneria generale ed applicata.
E' stata prevista anche la realizzazione di attività didattiche integrative finalizzate al recupero del debito formativo in Matematica per gli immatricolati che si fossero trovati in tale situazione.
I giudizi degli studenti secondo la rilevazione per l’a.a. 2017-2018 si collocano in generale su valori elevati Il maggior grado di soddisfazione si registra relativamente ad alcuni aspetti legati all’organizzazione della didattica, come la chiarezza delle modalità d’esame, il rispetto degli orari di svolgimento di lezioni e delle altre attività didattiche, la coerenza fra l’insegnamento effettivamente svolto e quanto riportato nella descrizione sul portale web di Ateneo e la disponibilità del docente per chiarimenti e spiegazioni.
Le percentuali minori di valutazioni positive si verificano, soprattutto fra gli studenti non frequentanti con riferimento all’adeguatezza delle conoscenze preliminari (quesito ins_1, ), la coerenza fra carico di studio e crediti assegnati all’insegnamento (quesito ins_2), l’adeguatezza del materiale didattico (ins_3) e la soddisfazione complessiva nello svolgimento dell’insegnamento (int_11b). La percezione di conoscenze preliminari inadeguate può derivare nei primi anni di corso dall’eterogeneità delle scuole superiori di provenienza. Per favorire l’omogeneizzazione delle conoscenze iniziali il Consiglio didattico ha organizzato in passato della didattica integrativa di supporto per alcuni dei corsi del primo e secondo anno. Negli anni successivi al primo l’adeguatezza delle conoscenze preliminari deve essere assicurata anche da un adeguato coordinamento dei programmi degli insegnamenti In tal senso il Consiglio didattico, ha istituito una Commissione che ha formulato dei suggerimenti sui programmi proposti dai singoli docenti. La stessa Commissione ha avanzato proposte con l’obiettivo di assicurare una maggiore coerenza fra carico didattico e crediti e qualità del materiale didattico, con particolare riferimento agli studenti non-frequentanti.
Il confronto con la media delle valutazioni dei corsi del Dipartimento consentono di individuare degli ambiti di possibile miglioramento. Il confronto degli indici indica risultati significativamente inferiori a quelli ottenuti nella media dei CdS di Dipartimento e di Ateneo in particolare nei quesiti riferiti alle modalità didattiche (capacità di motivare allo studio – quesito doc_6 – chiarezza nelle spiegazioni – quesito doc_7 – utilità delle attività didattiche integrative – doc_8) e all’interesse complessivo dell’insegnamento (quesito int_11b). Le valutazioni dei singoli insegnamenti saranno analizzati dal Presidente del CdS con l’obiettivo di suggerire provvedimenti mirati a migliorare ulteriormente la fruizione del corso da parte degli studenti.

(Quadro discusso nel Consiglio Didattico dell'area economico-quantitativa del 10 luglio 2019)

Opinioni degli studenti - A cura del Presidio della Qualità D'Ateneo
I giudizi sull'esperienza universitaria espressi dai laureati nell'anno 2018 registrano una sostanziale soddisfazione per il corso di laurea.
La percentuale dei laureati che si dichiara soddisfatto è pari all'86,6% e raggiunge il 93,7% fra i laureati iscritti in anni recenti. La percentuale di studenti che confermerebbero la scelta del corso di laurea è pari al 56,7% e sale al 64,6% fra i laureati iscritti negli anni recenti).
Valori di soddisfazione superiori all'80% si registrano in particolare con riferimento ai rapporti con gli studenti (95,5%) e alle biblioteche (89%).
Valori lievemente inferiori di soddisfazione si registrano con riferimento ai rapporti con i docenti e all'adeguatezza delle infrastrutture (aule, postazioni informatiche, laboratori). In tutti i casi, tuttavia la soddisfazione risulta superiore fra i laureati in anni recenti.

(Quadro discusso nel Consiglio Didattico dell'area economico-quantitativa del 10 luglio 2019)

Opinioni dei laureati
La laurea in Economia e Finanza costituisce un'ottima base per approfondire e completare la formazione universitaria in lauree magistrali, master o altri corsi di secondo livello.
Ancor prima di iniziare il percorso formativo universitario, ogni studente può verificare la propria capacità di apprendimento durante i corsi zero su argomenti di base, rivedendo criticamente il proprio metodo di studio per adeguarlo alle modalità richieste dal corso di laurea in Economia e finanza. Durante il corso di studio, la capacità di apprendimento viene formata in tutte le attività formative attraverso diverse strategie: supporto tutoriale allo studio individuale, iniziative di supporto alla capacità di programmazione e organizzazione del tempo di studio, attività di ricerca bibliografica e di aggiornamento, attività di confronto seminariale, correzione degli elaborati e riscrittura. Anche la redazione dell'elaborato per la prova finale contribuisce al raggiungimento di questa abilità, prevedendo che lo studente si misuri e comprenda informazioni nuove, non necessariamente fornite dal docente relatore.
Il Corso di Laurea in Economia e Finanza fornisce allo studente una formazione nelle discipline economico-aziendali, giuridiche e matematico-statistiche, e strumenti di analisi quantitativa finalizzati a comprendere il funzionamento dei sistemi economici e finanziari, seguendo e anticipando l’evoluzione dei mercati e guidandone i processi di innovazione. Il corso fornisce inoltre competenze legate all’esercizio di funzioni amministrative, direttive e gestionali in banche, compagnie di assicurazione e istituzioni finanziarie.
Il Corso di laurea in Economia e Finanza prevede un biennio di formazione comune dedicato allo studio di materie economiche, aziendali, statistico-matematiche e giuridiche.
Nel terzo anno il corso propone due curricula a scelta dello studente. Il primo, denominato Economia dell'innovazione, forma laureati in grado di supportare i processi innovativi nelle
imprese e di contribuire alla definizione di strategie per la crescita. Tale curriculum privilegia i metodi e gli strumenti tipici dell’analisi economico-quantitativa al fine di dotare il laureato delle competenze necessarie per la comprensione e l’analisi dei mercati, delle imprese e della politica economica in contesti innovativi. Il secondo curriculum, denominato Finanziario, prepara all'inserimento in ambito bancario, finanziario e assicurativo. Esso segue un approccio applicativo e multidisciplinare al fine di integrare conoscenze relative al funzionamento dei mercati finanziari e degli intermediari finanziari, a conoscenze delle principali metodologie quantitative per l’analisi di dati.
Il percorso formativo della laurea in Economia e Finanza mira a fornire allo studente una solida formazione di base finalizzata alla comprensione del funzionamento dei sistemi economici e finanziari integrata dall'acquisizione di specifiche conoscenze professionali. Questo obiettivo formativo è perseguito attraverso un approccio fondamentalmente multidisciplinare cui concorrono discipline delle aree economica, economica-aziendale, giuridica e matematico-statistica. Il programma mira a privilegiare il metodo di analisi dei problemi economico-finanziari e conduce alla padronanza degli strumenti quantitativi all'interno di una approfondita conoscenza del contesto istituzionale. Al termine del percorso formativo il laureato:
- padroneggia le teorie e le tecniche fondamentali nello studio dell'economia e della finanza;
- ha acquisito una solida formazione riguardante l'analisi delle decisioni finanziarie e degli operatori economici.
La prova finale, per il conseguimento del titolo di studio, consiste nella redazione di un elaborato scritto che affronta in maniera puntuale il tema definito al momento dell'assegnazione della tesi dal relatore tramite:
- l'analisi della letteratura pertinente;
- la ricerca e rielaborazione di casi pratici.
Tramite l'elaborato, il candidato deve dimostrare il possesso delle conoscenze, competenze e capacità previste dagli obiettivi formativi specifici del corso.
La valutazione conclusiva tiene conto anche dell'intera carriera dello studente durante il percorso formativo, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari, delle valutazioni riportate negli esami di profitto e dello svolgimento di periodi formativi all'estero.
Il candidato è tenuto a concordare per tempo con il relatore l'argomento su cui verterà la prova finale, depositando la domanda di tesi e la relativa documentazione almeno 3 mesi prima della laurea. Il deposito della richiesta tesi, l'assegnazione della stessa e la verbalizzazione della laurea avverranno in conformità alla delibera del Senato Accademico n. 57 del 20.05.2020 di approvazione del progetto TESI on line.
La valutazione dell'elaborato della Laurea Triennale avviene in camera di consiglio da parte della Commissione nominata dal Presidente del Consiglio Didattico, con successiva comunicazione del risultato in una seduta pubblica.


Per essere ammessi al corso di laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
Sono richiesti, inoltre, un appropriato metodo di studio, opportune capacità logico- deduttive e logico-verbali, nonché basilari conoscenze di lingua inglese e di matematica. Dette capacità e conoscenze saranno verificate tramite idonei test di accesso.

La prova verterà su conoscenze di logica, inglese, cultura generale e matematica sulla base dei programmi della Scuola Secondaria.

Gli obblighi formativi aggiuntivi potranno essere assegnati solo sul settore scientifico-disciplinare SECS-S/06 - Metodi matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie, secondo i criteri definiti nel bando per l'accesso ai corsi di studio della Facoltà di Economia.
Per essere ammessi al corso di laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
Sono richiesti, inoltre, un appropriato metodo di studio, opportune capacità logico- deduttive e logico-verbali, nonché basilari conoscenze di lingua inglese e di matematica. Dette capacità e conoscenze saranno verificate tramite un test di valutazione della preparazione iniziale.
Il test verterà su conoscenze di logica, inglese, cultura generale e matematica sulla base dei programmi della Scuola Secondaria.
Le informazioni riguardanti i contenuti, la tipologia, le scadenze e le modalità di iscrizione e di svolgimento della prova sono contenute nel bando di accesso pubblicato annualmente sul sito web di Ateneo.
La prova è obbligatoria, ma non è vincolante per l'ammissione e permette comunque di immatricolarsi a prescindere dal risultato ottenuto.
Sulla base del risultato però, agli studenti possono essere assegnati degli Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA).
Gli studenti che partecipano al progetto To Be effettuano il test di accesso anticipatamente e possono immatricolarsi una volta conseguito il diploma di istruzione secondaria di II grado.

Profilo

Esperto nelle dinamiche economico-finanziarie

Funzioni

Il laureato in Economia e Finanza, grazie alla conoscenza degli strumenti quantitativi, può svogere attività di analisi di natura economico-finanziaria in ambito bancario, assicurativo e in istituti di credito. Avendo anche competenze in campo aziendale, può svolgere la propria attività lavorativa anche presso Imprese (particolarmente nei ruoli destinati alla gestione finanziaria) e in Enti pubblici, sia con funzioni dirigenziali sia con funzioni di analista nei centri studio.

Competenze

Il laureato in Economia e Finanza, disponendo delle conoscenze di economia degli intermediari finanziari, economia monetaria, gestione degli intermediari finanziari e delle metodologie matematico-statistiche, può inserirsi nel mondo del lavoro come tecnico della gestione finanziaria, agente assicurativo e tecnico dell’intermediazione titoli ed assimilati.
Previa integrazione dei crediti formativi richiesti dalla normativa vigente e previo superamento dell'esame di abilitazione professionale, il laureato in Economia e finanza può svolgere la professione di esperto contabile.

Sbocco

Inserimento nel mondo bancario, finanziario e imprenditoriale.
Libera professione di esperto contabile, previa integrazione dei crediti formativi richiesti dalla normativa vigente e previo superamento dell'esame di abilitazione.

Piano di studi

ECONOMIA DELL'INNOVAZIONE

ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)

12 crediti - Obbligatorio

IDONEITA' DI INFORMATICA (ING-INF/05)

4 crediti - Obbligatorio

LINGUA INGLESE (L-LIN/12)

10 crediti - Obbligatorio

MATEMATICA GENERALE (SECS-S/06)

8 crediti - Obbligatorio

MICROECONOMIA (SECS-P/01)

8 crediti - Obbligatorio

STATISTICA I (SECS-S/01)

8 crediti - Obbligatorio

HISTORY OF ECONOMIC THOUGHT (SECS-P/04)

8 crediti - Non obbligatorio

ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO (IUS/09)

10 crediti - Obbligatorio

MACROECONOMIA (SECS-P/01)

8 crediti - Obbligatorio

MATEMATICA FINANZIARIA (SECS-S/06)

8 crediti - Obbligatorio

STATISTICA II (SECS-S/01)

8 crediti - Non obbligatorio

STATISTICAL SAMPLING AND INFERENCE (SECS-S/01)

8 crediti - Non obbligatorio

STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO (SECS-P/04)

8 crediti - Non obbligatorio

FINANZIARIO

ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)

12 crediti - Obbligatorio

IDONEITA' DI INFORMATICA (ING-INF/05)

4 crediti - Obbligatorio

LINGUA INGLESE (L-LIN/12)

10 crediti - Obbligatorio

MATEMATICA GENERALE (SECS-S/06)

8 crediti - Obbligatorio

MICROECONOMIA (SECS-P/01)

8 crediti - Obbligatorio

STATISTICA I (SECS-S/01)

8 crediti - Obbligatorio

HISTORY OF ECONOMIC THOUGHT (SECS-P/04)

8 crediti - Non obbligatorio

ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO (IUS/09)

10 crediti - Obbligatorio

MACROECONOMIA (SECS-P/01)

8 crediti - Obbligatorio

MATEMATICA FINANZIARIA (SECS-S/06)

8 crediti - Obbligatorio

STATISTICA II (SECS-S/01)

8 crediti - Non obbligatorio

STATISTICAL SAMPLING AND INFERENCE (SECS-S/01)

8 crediti - Non obbligatorio

STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO (SECS-P/04)

8 crediti - Non obbligatorio

ECONOMETRIA (SECS-P/05)

6 crediti - Obbligatorio

ECONOMIA DEL MERCATO MOBILIARE (SECS-P/11)

8 crediti - Non obbligatorio

ECONOMIA E GESTIONE DELLA BANCA (SECS-P/11)

8 crediti - Non obbligatorio

ECONOMIA MONETARIA (SECS-P/01)

8 crediti - Obbligatorio

LAVORO FINALE (PROFIN_S)

6 crediti - Obbligatorio

STORIA ECONOMICA (SECS-P/12)

6 crediti - Obbligatorio