Laurea in SCIENZE BIOLOGICHE

Corso di studi
SCIENZE BIOLOGICHE
Corso di studi in inglese
BIOLOGY
Titolo
Laurea
Classe MIUR
Classe delle lauree in Scienze biologiche - L-13 (DM270)
Durata
3 anni
Crediti
180
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI
Sito web del corso
http://www.scienzemfn.unisalento.it/cdl_scienze_biologiche
Lingua
ITALIANO
Sede
Lecce - Università degli Studi
Anno accademico
2018/2019
Tipo di accesso
Corso ad accesso programmato
Profili professionali formati
2.3.1.1.1 - Biologi e professioni assimilate
2.3.1.1.2 - Biochimici
2.3.1.1.5 - Botanici
2.3.1.1.6 - Zoologi
2.3.1.1.7 - Ecologi
3.2.2.3.1 - Tecnici di laboratorio biochimico
3.2.2.3.2 - Tecnici dei prodotti alimentari

Descrizione del corso

Acquisizione di adeguate competenze e strumenti per la comunicazione in lingua italiana e straniera (inglese) scritta e orale; abilita' informatiche, elaborazione e presentazione dati; capacita' di lavorare in gruppo; trasmissione e divulgazione dell'informazione su temi biologici d'attualita'. E' previsto l'utilizzo di aule informatiche e laboratori linguistici con esercitazioni personalizzate e di gruppo. La verifica dell'acquisizione dell'abilita' informatica avverra' mediante esame teorico/pratico. La verifica dell'acquisizione dell'abilita' linguistica avverra' mediante test a risposta multipla. Entrambe le verifiche saranno effettuate al termine dei corsi. Le competenze relative a: elaborazione e presentazione dati; capacita' di lavorare in gruppo; trasmissione e divulgazione dell'informazione su temi biologici sono acquisite prevalentemente nel corso del periodo di stage (da svolgere presso laboratori di ricerca e di analisi pubblici e privati, imprese, enti e ordini professionali) e del periodo di svolgimento della prova finale.
Acquisizione di consapevole autonomia di giudizio con riferimento a: raccolta valutazione e interpretazione di dati sperimentali di laboratorio (scelta e uso di strumenti e indagini appropriate per una ricerca); sicurezza in laboratorio (schede di sicurezza, sorveglianza sanitaria, regolamenti e legislazione); principi di etica e deontologia professionale e approccio scientifico alle problematiche bioetiche. L'acquisizione delle competenze e' ottenuta attraverso lezioni frontali e seminari tenuti da docenti esperti e/o personale specializzato. L'acquisizione della capacita' di autonomia di giudizio sara' verificata mediante esami orali e/o scritti e/o test a risposta multipla.
Il Centro di Orientamento e Tutoraggio di UniSalento organizza nel corso dell'anno diverse giornate di orientamento (Open Days) per accompagnare gli studenti delle ultime classi degli istituti di istruzione secondaria superiore alla scelta consapevole del percorso di laurea. Il Consiglio Didattico di Biologia partecipa a tutte le iniziative di orientamento, comprese attività seminariali negli istituti scolastici, e di alternanza scuola/lavoro.

In data 19 maggio 2017 il CdS ha partecipato all'organizzazione e svolgimento di un concorso nazionale di autovalutazione "Una settimana da ricercatore". Al concorso hanno partecipato 44 studenti provenienti da numerosi istituti di istruzione secondaria delle provincie di Lecce, Brindisi e Taranto. Gli studenti classificatisi ai primi tre posti hanno potuto svolgere uno stage gratuito presso i laboratori del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali nei mesi di luglio e settembre 2017. Il concorso si ripeterà nel 2018 in data 16 maggio.
Il Consiglio didattico in Biologia individua annualmente i Tutor didattici tra i Docenti di riferimento ed i Docenti che hanno incarichi didattici nel CdS di Scienze Biologiche. Ai Tutor è demandato il compito di guidare gruppi di studenti iscritti al Corso di Laurea. Al fine di promuovere un'azione capillare di tutoraggio, tutti i docenti con incarichi didattici sono stati nominati Tutor.

Attività di orientamento e tutorato in itinere è, inoltre, svolto dal Centro Accoglienza Studenti dell'Università del Salento, a disposizione degli studenti iscritti ai Corsi di Studio che vorranno: i.) consultare i dati di carriera; ii.) presentare domanda di Laurea; iii.) presentare domande per i concorsi relativi a: borse di incentivazione e razionalizzazione della frequenza; tutor di sostegno; premi di studio per laureandi; iv.) prenotare appelli di esame; v.) accedere alla web mail; vi.) presentare modulistica on-line.


Il CdS sostiene e promuove le attività organizzate dall'associazione universitaria BioBANG che si propone di creare una rete di contatti con gli altri laboratori di biologia e biotecnologie presenti in Europa e nel Mondo e si fa promotrice della divulgazione scientifica tramite l'organizzazione di seminari grazie all'intervento di figure professionali importanti a livello nazionale ed internazionale.

Tra le figure professionali ospitate:
- il Prof. Alberto DIASPRO, dell'Istituto Italiano di Tecnologia, con il seminario: "Liquitopy: Painting living cells at the nanoscale" (14 marzo 2018).
Le opinioni degli studenti relativamente alle performances del CdS Scienze Biologiche per l'anno accademico 2016-2017 mettono in evidenza una generale conformità con gli indici ponderali di valutazione di Dipartimento e di Ateneo. Non si riscontrano criticità.

L'analisi dei valori mostra che per 4 domande (D03, D05, D07, D08, D11)* i valori sono esattamente gli stessi rispetto all'anno precedente. Si registra un calo minimo, del 2%, nelle domande D04*, D06* D09*, D10*, ed un calo dell'1% nella D12*. Si rileva inoltre un lieve incremento nelle domande D01* e D02*. La CDP-DS ritiene che non ci siano delle variazioni sostanziali nel questionario ritenendo le variazioni registrate siano oscillazioni fisiologiche. Tra i suggerimenti si registra un numero elevato di studenti (27%) che chiede di “Inserire prove d'esame intermedie”. A questo proposito occorre rilevare che è già previsto nel calendario didattico di Scienze Biologiche una settimana di sospensione, sia nel primo che nel secondo semestre, per lo svolgimento di esoneri.

Le osservazioni della CDP sono state fatte proprie sia dal gruppo AQ ed il Consiglio Didattico ha approvato. Il gruppo AQ ha messo in evidenza la forte discrepanza dei punteggi assegnati da studenti frequentanti rispetto a quelli NON frequentanti (NF) . Dall'analisi di questi dati si evince che le valutazioni fornite dagli studenti NF abbassano, in alcuni casi di molto, il punteggio. Il CD ritiene che sarebbe opportuno rivedere le modalità di selezione o di impostare diversamente le domande destinate agli studenti NF (es. i quesiti in4 e int_11B). Ad esempio, punto critico per gli sNF di Scienze Biologiche è il quesito ins2 (il carico di studio dell'insegnamento è adeguato rispetto ai crediti assegnati). Per Scienze Biologiche l'indice CdS degli sF è pari a 77 contro un indice pari a 67 per gli sNF (? =10 punti). Il Consiglio Didattico ritiene opportuno invitare gli studenti a seguire quanto più possibile le indicazioni riportate sul Manifesto Annuale degli Studi dei nostri Corsi di laurea, ossia: “La frequenza alle lezioni teoriche non è obbligatoria, anche se è una condizione essenziale per un proficuo inserimento dello studente nell'organizzazione didattica del Corso di Laurea. Lo studente inoltre è tenuto a frequentare obbligatoriamente le attività di laboratorio, gli stage, i seminari e i tirocini per almeno i 2/3 della loro durata”.

(Rif. Verbale n. 380 del C.D. di Biologia del 14/5/2018)


Opinioni degli studenti - A cura del Presidio della Qualità D'Ateneo

Link inserito: http://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/framescheda.php?anno=2017&corstipo=L&ateneo=70012&facolta=tutti&gruppo=tutti&pa=70012&classe=10012&postcorso=0750106201300002&isstella=0&areageografica=tutti®ione=tutti&dimensione=tutti&aggregacodicione=0&disaggregazione=presiui&LANG=it&CONFIG=profilo
Pdf inserito: visualizza

Descrizione Pdf: Corso di LT in Scienze Biologiche - Opinione dei laureati

Acquisizione di adeguate capacita' per lo sviluppo e l'approfondimento di ulteriori competenze con riferimento a: Consultazione di materiale bibliografico, consultazione di banche dati e altre informazioni in rete, strumenti conoscitivi di base per l'aggiornamento continuo delle conoscenze. Queste competenze sono acquisite prevalentemente nel corso del periodo di stage e del periodo di svolgimento della prova finale, durante la quale sara' effettuata la verifica dell'acquisizione di tali competenze (scrittura elaborato finale ed esposizione dei risultati).
La Classe 13 - Scienze Biologiche caratterizza corsi centrati sullo studio dei viventi sotto diversi aspetti (inclusa la struttura, organizzazione, funzione, crescita, riproduzione, evoluzione, distribuzione) e finalizzati a comprendere le origini e le regole della Vita, attraverso l'analisi dei meccanismi e delle proprietà dei viventi. La Biologia, in sintesi, studia gli elementi fondamentali della Natura. Per i suoi contenuti di attualità ed in continua evoluzione, il curriculum degli studi, coniugando tradizione ed innovazione, rappresenta il frutto di un approccio moderno e integrato alla biologia. Il percorso di studi in Scienze Biologiche, originariamente quinquennale, mantenendo fede alla sua identità culturale, ha riproposto, nella nuova chiave “3+2” prevista dal DM 509, un cammino formativo già ben consolidato negli Ordinamenti precedenti, presentandolo in uno schema più flessibile e ragionevolmente innovativo. Tale percorso ha avuto, fin dal passato, una forte caratterizzazione multidisciplinare, attuata attraverso un'integrazione reale e costruttiva delle diverse discipline scientifiche, biologiche e non biologiche. La Classe 13 è tipicamente caratterizzata da questo approccio trasversale, in cui le attività formative fondamentali, che prevedono discipline propedeutiche, come Chimica, Fisica e Matematica, forniscono il substrato culturale e gli strumenti per sviluppare le materie biologiche, sia di base che caratterizzanti. Le discipline comprese nelle attività caratterizzanti e nelle attività affini e integrative sono, d'altra parte, rappresentative di ambiti culturali di interesse centrale in Biologia, proposti secondo uno schema che ha lasciato un largo margine di scelta alle sedi, permettendo di costruire percorsi personalizzati, che tengano conto delle esigenze e delle risorse locali, garantendo altresì un'adeguata preparazione scientifica trasversale nelle discipline che caratterizzano la classe.

Classe di laurea: L-13 - SCIENZE BIOLOGICHE
Numero programmato (200 posti)
Sede: Campus Ecotekne (via Monteroni – Lecce) plessi A, B, D

Il nostro corso: Il corso di laurea triennale in Scienze Biologiche forma la figura professionale del Biologo Junior, le cui conoscenze sono propedeutiche all' acquisizione della laurea di secondo livello o Magistrale.

Peculiarità: Il corso di primo livello permette di acquisire le conoscenze fondamentali per una carriera professionale in tutte le branche delle Scienze della Vita.

Verso l'internazionalizzazione: La mobilità ed internazionalizzazione degli studenti è sostenuta tramite borse di studio e convenzioni con numerose Università europee per lo svolgimento di corsi e tirocini all'estero.

Verso il lavoro: I principali sbocchi occupazionali attengono ad attività professionali in ambiti bio-sanitario, industriale, veterinario, agro-alimentare e produttivo, svolti anche in enti pubblici e privati di ricerca e di servizio, con riferimento ad analisi, monitoraggio, gestione, prevenzione; identificazione, valorizzazione ed uso sostenibile delle risorse biologiche; conservazione e protezione della biodiversità, dell'ambiente, e della salute umana.
Il Corso assicura un'adeguata conoscenza dei metodi e dei contenuti scientifici generali nell'ambito della biologia. Tali competenze sono acquisite nelle seguenti aree di apprendimento: discipline di base (biologiche, matematiche, fisiche e informatiche, chimiche); caratterizzanti (botaniche, zoologiche, ecologiche, biomolecolari, fisiologiche e biomediche); affini o integrative, al fine di consentire allo studente, eventualmente, di proseguire gli studi verso specifici aspetti della Biologia.

Il Corso prevede l'acquisizione: di elementi di base di matematica, statistica, informatica, fisica e chimica; dei fondamenti di biologia dei vegetali, dei microrganismi, degli animali (uomo compreso) a livello morfologico, funzionale, cellulare, molecolare, ed evoluzionistico; dei meccanismi di riproduzione, sviluppo ed ereditarieta'; dei fondamenti di ecologia; di attivita' formative affini alla biologia e coerenti con gli obiettivi formativi del percorso didattico. Il corso prevede inoltre attivita' esterne (tirocini formativi presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori, e/o stage presso universita' italiane ed estere).

E' previsto un percorso formativo unico.


La prova finale per il conseguimento della Laurea in Scienze Biologiche consiste nella discussione di un elaborato scritto, concernente un argomento scientifico nell'ambito della biologia, preparato dallo studente con la guida di un relatore.Tale elaborato puo' consistere anche in una relazione relativa ad un esperimento effettuato dallo studente, nell'ambito delle conoscenze sperimentali acquisite. La prova finale non deve possedere necessariamente caratteri di originalita', ne' un grado di approfondimento superiore al livello degli studi; da essa deve piuttosto emergere la maturita' culturale e la capacita' del laureando di elaborazione personale ed autonoma dell'argomento, e la sua abilita' nel comunicare efficacemente il tema affrontato. Il voto di laurea e' espresso in cento-decimi con eventuale lode, e tiene conto dell'esito della prova finale, del percorso complessivo dello studente, della preparazione e maturita' scientifica e/o professionale raggiunti.
La prova finale per il conseguimento della Laurea in Scienze Biologiche consiste nella presentazione di un elaborato scritto concernente un argomento scientifico nell'ambito della biologia, preparato dallo studente con la guida di un relatore. Tale elaborato può consistere anche in una relazione relativa ad un esperimento effettuato dallo studente, nell'ambito delle conoscenze sperimentali acquisite. L’elaborato viene valutato da una commissione di valutazione nominata con Decreto del Direttore del Dipartimento su proposta del Consiglio Didattico. Diverse commissioni, ciascuna composta da almeno tre docenti, sono nominate con competenze specifiche raggruppate per i seguenti settori scientifico disciplinari:

SSD BIO/01, BIO/02, BIO/03, BIO/04
SSD BIO/06, BIO/09, BIO/16, MED/04, MED/42
SSD BIO/10, BIO/11, BIO/13, BIO/18, BIO/19
SSD BIO/05, BIO/07, FIS/07

Nel testo del lavoro verranno esposte le tematiche e i risultati raggiunti nelle attività svolte sotto la guida del Docente tutore universitario. Quest'ultimo è nominato altresì come Relatore dal Presidente del Consiglio Didattico.

La relazione scritta dovrà evidenziare le metodologie utilizzate e un'analisi critica dei risultati ottenuti. I termini e le procedure amministrative volte alla discussione della prova finale e al conseguimento del titolo sono stabiliti dal Dipartimento in maniera tassativa.
Per poter discutere la prova finale sulla base del completamento del percorso universitario e per consentire l'espletamento degli adempimenti amministrativi ad essa collegati, lo studente dovrà aver maturato tutti i crediti previsti per accedere alla stessa. La domanda di laurea va depositata presso l'ufficio che gestisce le pratiche di Segreteria degli Studenti tassativamente entro il mese antecedente rispetto alla data fissata dal Calendario Annuale delle Lauree approvato dal Consiglio del Dipartimento. I CFU per accedere alla prova finale devono essere maturati entro i 15 giorni antecedenti la data di laurea.

Alla prova finale verrà assegnato un giudizio da parte della Commissione, giudizio che dovrà essere almeno sufficiente per essere considerato positivo. In caso di superamento della prova finale, la Commissione attribuisce il voto di laurea secondo i criteri stabiliti dal Consiglio Didattico (vedi allegato). La partecipazione a programmi di mobilità internazionale potrà essere valutata con un punteggio di merito.
Il voto di laurea e' espresso in cento-decimi con eventuale lode, e tiene conto dell'esito della prova finale, del percorso complessivo dello studente, della preparazione e maturita' scientifica e/o professionale raggiunti.
Conoscenze richieste per l'accesso:
conoscenze di base di Matematica, Fisica, Chimica e Biologia sulla base dei programmi della Scuola Media Superiore.

Modalita' di verifica del possesso di tali conoscenze:
Test selettivo a risposta multipla, di cui una sola esatta.

Criteri per l'assegnazione di specifici obblighi formativi aggiuntivi:
I Settori Scientifico-Disciplinari (SSD) nei quali potranno essere assegnati Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA) sono: CHIM/03, MAT/*, BIO/05, FIS/*.
Gli OFA verranno assegnati sulla base del seguente criterio: percentuale risposte esatte totalizzate nei SSD corrispondenti alle materie della prova.
L'accesso al Corso di Laurea in Scienze Biologiche è a numero programmato di iscritti.
Per l'anno accademico 2018/2019 e' stato deliberato un numero programmato di 200 studenti.
15 posti sono riservati a studenti extracomunitari, di cui 3 per studenti di nazionalità cinese.

L'accesso al Corso e' subordinato al superamento di una prova di ammissione selettiva che si svolgerà secondo le modalità di seguito dettagliate:

1. Titolo di studio idoneo per l'accesso alla prova di ammissione e preparazione iniziale richiesta
- Diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
- Buone conoscenze di base di Matematica, Fisica, Chimica e Biologia sulla base dei programmi della scuola secondaria di secondo grado.

2. Modalità di selezione e materie oggetto della prova di ammissione
La prova di ammissione è costituita da un test selettivo a risposta multipla con un numero complessivo di 70 domande, ciascuna con 4 risposte di cui 1 esatta, da svolgersi entro il tempo massimo di 90 minuti. Essa verte su conoscenze di base di Matematica, Fisica, Chimica e Biologia secondo i programmi della scuola secondaria di secondo grado.

La prova concorre, con il voto del diploma di scuola secondaria di secondo grado, al punteggio complessivo di ammissione ed è strumento per la valutazione generale della preparazione iniziale.

3. Criterio di valutazione della prova di ammissione
Per la valutazione della prova sarà attribuito un punteggio positivo (+1) per ogni risposta esatta, un punteggio negativo (- 0,25) per ogni risposta errata e nessun punteggio in caso di risposta non data o nulla.

4. Settori scientifico-disciplinari (SSD) e obblighi formativi aggiuntivi (OFA)
Le materie oggetto della prova ricadono nei seguenti settori scientifico-disciplinari (SSD), nei quali potranno essere assegnati gli obblighi formativi aggiuntivi (OFA):
- SSD MAT/* (Matematica),
- SSD FIS/* (Fisica),
- SSD CHIM/03 (Chimica),
- SSD BIO/06 (Biologia).

Gli OFA verranno assegnati in base alla valutazione dei singoli SSD di cui si compone la prova di ammissione. Saranno assegnati OFA nel SSD esaminato soltanto se la percentuale di risposte esatte nello stesso SSD risulterà inferiore al 40%.
Gli OFA assegnati a seguito della prova di ammissione potranno essere recuperati mediante il superamento degli esami del I anno di corso dei SSD corrispondenti come di seguito indicato:
- OFA nel SSD CHIM/03: Esame di Chimica generale ed inorganica (CHIM/03);
- OFA nel SSD MAT/*: Esame di Matematica, Probabilità e Statistica (MAT/05, MAT/06);
- OFA nel SSD BIO/06: Esame di Citologia ed Istologia" (BIO/06);
- OFA nel SSD FIS/*: Esame di Fisica" (FIS/07);
ovvero mediante il superamento di prove parziali eventualmente previste per gli stessi insegnamenti*;
ovvero mediante la frequenza di corsi di allineamento eventualmente organizzati dal Consiglio Didattico.

(*) Le prove parziali eventualmente previste per il recupero degli OFA dovranno prevedere un numero minimo di cinque domande a risposta multipla (con 1 risposta corretta su 4) o di tre domande a risposta aperta. La valutazione finale sarà riportata in trentesimi e avrà validità di esonero parziale nell'ambito del programma di esame di ciascun insegnamento.

In alternativa, ove non fossero previste prove parziali o corsi di allineamento, il recupero degli OFA potrà avvenire mediante colloquio con il docente del SSD interessato.

In caso di mancato recupero di tutti gli OFA entro il 30 aprile dell'anno accademico successivo a quello di immatricolazione, lo studente verrà iscritto come “studente ripetente” il primo anno.


5. Criterio di formulazione della graduatoria di ammissione
A conclusione della prova sono redatte due graduatorie di ammissione distinte riguardanti rispettivamente i candidati comunitari e quelli extracomunitari.

Entrambe le graduatorie saranno formulate sulla base del punteggio (P) risultante dalla valutazione della Prova di verifica della preparazione iniziale e del voto di Diploma di scuola secondaria di secondo grado cosi' calcolato:
P = T + 20 * D
dove T e' il punteggio conseguito nella prova (calcolato così come descritto nella sezione “Criterio di valutazione della prova di ammissione”) e D è il punteggio derivante dalla valutazione del voto di diploma secondo la seguente formula:

D = (Voto Conseguito - Voto Minimo Conseguibile) / (Voto Massimo Conseguibile - Voto Minimo Conseguibile).

L'indice D risulterà compreso tra 0 e 1 punto. Al voto di diploma minimo corrisponderà il valore D=0 e quindi un punteggio finale (P) coincidente con il punteggio conseguito nella prova (T). Al voto di diploma massimo (100/100) corrisponderà un valore D=1 e quindi un punteggio finale coincidente cone T+20 punti.

Il Punteggio P = T + 20 * D ottenuto dal candidato sara' incrementato di 0,03 punti nell'eventualità che il voto di diploma conseguito dallo stesso sia “100 con lode”.

In caso di parità di punteggio finale tra due o più candidati, prevarrà il più giovane di età.

Profilo

L'obiettivo principale del Corso di Studi in Scienze Biologiche e' quello di fornire agli studenti le necessarie metodologie e conoscenze di base utilizzabili per l'accesso a successivi percorsi di studio, senza comunque precludere l'eventuale accesso diretto al mondo del lavoro come biologo junior (titolo acquisibile mediante esame di stato).

Funzioni

Dopo un opportuno training iniziale, il laureato svolge attivita' di collaborazione in diversi ambiti di applicazione, come laboratori (bio-sanitario, industriale, agro-alimentare e bio-tecnologico, enti pubblici e privati di ricerca e di servizi) e servizi a livello di analisi, controllo e gestione.

Competenze

A tal fine saranno fornite agli studenti, oltre che le competenze teoriche nei settori biologici, anche competenze pratiche relative all'utilizzo di strumentazione scientifica/analitica (centrifughe, microscopi, spettrofotometri, spettrofluorimetri, bilance analitiche, apparati per elettroforesi, software, etc.)

Sbocco

- Biologi e professioni assimilate
- Biochimici
- Botanici
- Zoologi
- Ecologi
- Tecnici di laboratorio biochimico
- Tecnici dei prodotti alimentari

Piano di studi

PERCORSO GENERICO/COMUNE

BOTANICA GENERALE (BIO/01)

9 crediti - Obbligatorio

CHIMICA GENERALE ED INORGANICA (CHIM/03)

9 crediti - Obbligatorio

CITOLOGIA E ISTOLOGIA (BIO/06)

8 crediti - Obbligatorio

FISICA (FIS/07)

6 crediti - Obbligatorio

INFORMATICA (ING-INF/05)

6 crediti - Obbligatorio

LINGUA INGLESE (NN)

3 crediti - Obbligatorio

MATEMATICA, PROBABILITA' E STATISTICA

10 crediti - Obbligatorio

BIOCHIMICA (BIO/10)

9 crediti - Obbligatorio

CHIMICA ORGANICA (CHIM/06)

9 crediti - Obbligatorio

FISIOLOGIA VEGETALE (BIO/04)

9 crediti - Obbligatorio

GENETICA (BIO/18)

9 crediti - Obbligatorio

IGIENE (MED/42)

6 crediti - Obbligatorio

ZOOLOGIA (BIO/05)

9 crediti - Obbligatorio

BIOLOGIA MOLECOLARE (BIO/11)

9 crediti - Obbligatorio

ECOLOGIA (BIO/07)

9 crediti - Obbligatorio

FISIOLOGIA (BIO/09)

9 crediti - Obbligatorio

MICROBIOLOGIA (BIO/19)

9 crediti - Obbligatorio

PROVA FINALE (PROFIN_S)

6 crediti - Obbligatorio

STAGE (NN)

5 crediti - Obbligatorio