SCIENZE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE

Insegnamento
SCIENZE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE
Insegnamento in inglese
Settore disciplinare
M-EDF/01
Corso di studi di riferimento
SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
8.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 64.0
Anno accademico
2021/2022
Anno di erogazione
2021/2022
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSI COMUNE/GENERICO
Docente responsabile dell'erogazione
MUSCELLA Antonella
Sede
Lecce

Descrizione dell'insegnamento

Analizzare le finalità del movimento e delle attività motorie dell’uomo

Classificare il movimento umano

Conoscere ed utilizzare la terminologia

La finalità di questo corso è quella di fornire agli studenti le conoscenze, le competenze, gli strumenti e le tecniche atte a prevenire ed a migliorare le alterazioni morfologiche posturali, paramorfiche e dismorfiche dell’apparato locomotore nelle varie fasi dell’età e dare le indicazioni e i limiti delle attività motorie a scopo preventivo. Agli esami, gli studenti dovranno dimostrare di essere in possesso di una corretta terminologia specifica e generale, un uso corretto delle varie tecniche, ed essere in grado di approntare con le competenze acquisite un piano di lavoro finalizzato. Al termine del corso lo studente dovrebbe avere acquisito le basi per la programmazione ed il controllo delle attivita' motorie preventive e compensative nelle varie componenti, posizioni e dinamiche esecutive, dimostrando di avere acquisito altresi' la capacita' di progettare un percorso pratico e tecnico per l’organizzazione di singole unita' didattiche o piu' unita' strutturate e connesse tra di loro per programmazione a breve, medio e lungo termine.

Al termine del corso lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito:

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): Lo studente dovrà dimostrare di avere acquisito solide conoscenze in riferimento alle conoscenze fondamentali per sviluppare adeguate abilità e competenze, nei settori delle scienze delle attività motorie (l’imporanza del movimento, la conoscenza degli stadi di elaborazione delle informazioni, l’analisi del processo dell’attenzione, i sistemi di controllo del movimento, la conoscenza del feedback e del biofeedback). Conoscenza del  quadro normativo del sistema educativo italiano, anche in chiave interculturale.

Conoscenza e capacità di comprensione applicate: Lo studente dovrà essere in grado di applicare nella pratica il sapere acquisito circa gli specifici dispositivi formativi per il conseguimento degli obiettivi, afferenti alle diverse persone e diversi handicap, i principali approcci teorici della teoria del movimento, le diverse modalità di trasmissione delle informazioni per la presentazione del compito.

Autonomia di giudizio (making judgements): Sulla base dei saperi acquisiti, lo studente dovrà essere in grado di approfondire in maniera autonoma gli aspetti teorici, metodologici e didattici del movimento e di 

allargare le proprie conoscenze, esercitando la capacità di rielaborazione critica, attraverso percorsi riflessione personale, al fine di padroneggiare, nelle diverse situazioni dinamiche, le capacità di scelta e di applicazione di tecniche e di metodologie delle attività motorie.

Abilità comunicative (communication skills): Lo studente dovrà essere in grado di esprimere in modo pertinente, chiaro e compiuto le conoscenze acquisite, mostrando padronanza della terminologia tecnica inerente al campo delle attività motorie, facente parte del personale bagaglio professionale del laureato in scienze delle attività motorie e sportive. Capacità di apprendere (learning skills): Lo studente sarà in grado di affinare la propria metodologia di studio attraverso la rielaborazione dei contenuti presentati in aula (acquisizione dei fondamenti di teoria, metodologia e didattica del movimento umano, in una prospettiva prevalentemente cognitivo-comportamentale fondata su processi neurologici e biomeccanici sottostanti alla produzione del movimento, al controllo e all’apprendimento motorio) e l’approfondimento attraverso lo studio autonomo.

lezioni frontali

orale

  • Determinazione del Somatotipo;

Terminologia, definizione e classificazione delle diverse alterazioni morfo-strutturali;

Classificazione morfologica del soggetto;

Valutazioni e misurazioni delle disarmonie vertebrali, delle rigidità e dei difetti posturali;

Le curve del rachide sui vari piani;

Cifosi;

Lordosi;

Scoliosi;

Ginocchio valgo;

Ginocchio varo;

Il corretto uso pratico degli strumenti di casa, di studio, di lavoro, di locomozione che quotidianamente impieghiamo in modo preventivo globale e settorializzato;

Acquisizione di una corretta postura seduta ed eretta;

Terminologia specifica dell’attività motoria;

Esercizi di mobilizzazione;

Esercizi di allungamento;

Esercizi di potenziamento a carattere specifico;

Esercizi di potenziamento a carattere generale;

Esercizi posturali statici e dinamici;

Esercizi propriocettivi;

Esercizi isometrici ed isotonici;

Esercizi antalgici;

Impostazione di un piano di lavoro personalizzato;

Applicazione Taping Neuromuscolare e Cupping Therapy;

Utilizzo Pedana Vibrante e Cicloergometro;

Analisi del Cammino e della Corsa;

Analisi Varopodometrico;

Valutazione della forza muscolare;

Plicometria;

Scala di valutazione del dolore (VAS score);

Valutazione Range of Motion (ROM) articolare;

Analisi Bioinformatica posturale;

Esame Kinesio posturale;

Nordic Walking postural analyses;

  • Attività fisica adattata nelle patologie croniche non trasmissibili.

La valutazione posturale. Guida illustrata in 79 step

Podoposturale di Fabio Marino. Casa Editrice NonsoloFitness

Appunti di lezione

Semestre
Primo Semestre (dal 04/10/2021 al 21/01/2022)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)