CROSS CULTURAL TOURISM

Insegnamento
CROSS CULTURAL TOURISM
Insegnamento in inglese
CROSS CULTURAL TOURISM
Settore disciplinare
L-LIN/12
Corso di studi di riferimento
TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA E INTERPRETARIATO
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 36.0
Anno accademico
2018/2019
Anno di erogazione
2018/2019
Anno di corso
1
Lingua
INGLESE
Percorso
PERCORSO ESSEX
Docente responsabile dell'erogazione
KATAN DAVID MARK

Descrizione dell'insegnamento

Superamento del test d'ammissione per LM/94. Per altri casi (p.e. Erasmus): Livello di inglese CEFR: B2+. Gli studenti devono avere già una conoscenza della comunicazione interculturale. Si consiglia una lettura del testo, Katan, David (2004/2014), Translating Cultures: An Introduction for Translators, Interpreters and Mediators, Routledge, London. Capitoli: 9-12

Il testo: Gli emementi di un testo comunicativo (7 standards,  Beauogrande & Dressler)

Il contesto: lingua-cultura, text/context (E.T. Hall,  Malinowski) 

Il lettore: insider/outsider (Deedes),  model/ ideal/ empirical  reader (Bachtin, Eco, Katan)

Narrative theory: map of world/gaze      , stance, Appraisal Theory, Metamodel                       

Text types/genre: Greimas, Translation theory e text types  

I languaggi del turismo: popularisation (Gotti, Fina), collocations, inclusive language/accessibility; il Barocco e il linguaggio del Salento

1. competenza linguistica di livello C1 in lingua inglese;

2. saper riconoscere e analizzare i generi testuali e individuare i patterns del discorso.

3. competenza nella stesura di elaborati scritti in inglese accademico, con particolare riferimento alla struttura, la coerenza e alla coesione dei paragrafi;

4. capacità di parlare in pubblico (public speaking) in lingua inglese in qualità di guida turistica; usando strategie di ‘popularisation’ per un pubblico internazionale

4. competenza interculturale, capacità di interagire e cooperare con ‘l’altro’ per una comunicazione efficace applicando le strategie necessarie alla decodificazione del messaggio, contestualizzandolo nella situazione a cui si riferisce;

5. competenze relative al “tourist gaze”, ovvero la prospettiva con la quale il turista percepisce e valuta ‘l’altro’ con particolare riferimento alla percezione dell’Italia e della Puglia;

6. conoscenza del linguaggio specializzato in un campo del turismo del territorio (p.e. architettura, ambiente, gastronomia, tradizioni).

Lezioni frontali, lavori di gruppo, project-work, laboratori e seminari

Per i non frequenti (o per coloro che frequentano  per meno di 28 ore) e richiesta  una sintesi in 8 cartelle (minimo 2000 parole) del libro Translating Cultures Capitoli: 1-6 e 9-12. (idoneità)                                       

L’esame si articolerà in quattro parti:

1.           GET4 (idoneità e propedeutico alla prova scritta). Abilità (passiva) della lingua inglese scritta

domande sui principali punti grammaticali e lessicali della lingua.
GET4 è propedeutico alla prova scritta.

2.           Assignment (25%). In gruppi di 3-4. Abilità (attiva) della lingua inglese scritta; Conoscenza e applicazione di generi testuali e strategie di popularisation,

a  Glossary (termini inerenti al campo del turismo). 25 term minimum

b. analisi della testualita’ cross-culturale di 2 guide turistiche (testo madre lingua v testo tradotto). 500-750 words/person.

c. elaborazione di una guida turistica (zona locale) per un utente internazionale. Un oggetto /facciata / quadro / … per persona. 500-750 words/person.

Criteri di valutazione:

– Abilità di redigere testi in lingua inglese

- Coerenza dei contenuti

- Appropriata applicazione di concetti esposti durante il corso

– Capacità di lavorare in gruppo

3.           Prova scritta (25%) (propedeutico alla prova orale). Abilità (attiva) della lingua inglese scritta

              Watching the English - tema di circa 400 parole

Criteri di valutazione:

– Abilità di redigere testi in lingua inglese

- Coerenza dei contenuti

4.           Prova Orale (50%) Abilità (attiva) della lingua inglese orale; conoscenza dei concetti specializzati in un campo del discorso turistico; strategie di poplarisation

Guida turistica (10 min.)

Criteri di valutazione:

–  Abilità di produrre un discorso coinvolgente

-  Abilità di trasformare un linguaggio specialistica in un linguaggio accessibile

- Coerenza dei contenuti

- Abilità di rispondere a domande da un  pubblico internazionale non specializzato.

5. Language Portfolio. Abilità (attiva) della lingua inglese orale e l’abilità comunicativa

Il portfolio è obbligatorio per la convalida del voto finale:

(idoneo: +0; molto soddisfacente: +1 punto; eccellente: +2 punti).

Lo studente deve dimostrare un livello orale pare a C1+.

Criteri di valutazione:

-partecipazione al teletandem  (p.e. con University of Miami)

 - ore con il lettore, altre esercitazione curriculari

oppure

- abilità di rendersi conto del tempo speso sulle “esercitazioni individuali” in lingua inglese, che possono essere articolate come segue:

- conferenze/seminari in lingua inglese

-ascolto/visione/lettura di materiale in lingua inglese

 

De Beaugrande, R. A. & Dressler, W.U. (1981) Introduction to Text Linguistics, London, Longman

Fox, K. 2004. Watching the English: The Hidden Rules of English Behaviour. London: Hodder & Stoughton.

Francesconi, S. 2007 English for Tourist Promotion: Italy in British Tourism Texts, Hoepli, Milano.

Hall, E.T. (1976) Beyond Culture, Anchor Press/ Doubleday, New York

Katan D. 2004/2014. Translating Cultures: An Introduction for Translators, Interpreters and Mediators, Routledge, London. Capitoli 1-6.

Manca, E. (2016) Persuasion in Tourism Discourse: Methodologies and Models, Cambridge Scholars Publishing,: Cambridge.

Mann, M e S. Taylore-Knowles 2008, Destination C1 & C2, Macmillan, London

 

Semestre
Primo Semestre (dal 24/09/2018 al 18/01/2019)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Scritto e Orale Separati - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Mutuato in
(LM33)