Laurea Magistrale in COMMUNICATION ENGINEERING AND ELECTRONIC TECHNOLOGIES

Corso di studi
INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI E DELLE TECNOLOGIE ELETTRONICHE
Corso di studi in inglese
COMMUNICATION ENGINEERING AND ELECTRONIC TECHNOLOGIES
Titolo
Laurea Magistrale
Classe MIUR
Classe delle lauree magistrali in Ingegneria delle telecomunicazioni - LM-27 (DM270)
Durata
2 anni
Crediti
120
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE
Sito web del corso
http://www.ingegneria.unisalento.it
Lingua
INGLESE
Sede
Lecce - Università degli Studi
Anno accademico
2018/2019
Tipo di accesso
Corso ad accesso libero
Profili professionali formati
2.1.1.4.2 - Analisti di sistema
2.1.1.5.1 - Specialisti in reti e comunicazioni informatiche
2.1.1.5.4 - Specialisti in sicurezza informatica
2.2.1.4.1 - Ingegneri elettronici
2.2.1.4.3 - Ingegneri in telecomunicazioni

Descrizione del corso

I corsi sono erogati in lingua inglese, e dunque i laureati rafforzano la conoscenza di tale lingua, anche attraverso:
- la lettura dei testi e delle riviste specializzate delle varie discipline;
- l'eventuale percorso Erasmus presente nel corso di studi;
- la compilazione di progetti d'anno e/o di tesi di laurea.
Alcuni degli insegnamenti professionalizzanti potranno richiedere la discussione di un progetto, svolto eventualmente in gruppo. Più in generale, durante il suo percorso formativo lo studente dovrà acquisire la capacità di operare in gruppo, maturando capacità relazionali e di coordinamento, e di presentare lavori tecnico-scientifici.La preparazione della tesi di laurea e la successiva discussione rappresenterà il punto più alto della formazione e dello sviluppo delle capacità comunicative che lo studente avrà affinato lavorando in laboratorio a contatto continuo sia con il docente/tutor che con gli altri studenti presenti. Lo studente dovrà saper presentare i risultati del lavoro svolto anche a interlocutori specialisti avvalendosi laddove opportuno di strumenti informatici.

I laureati dovranno essere in grado di utilizzare metodi appropriati per condurre attività di indagine su argomenti tecnici adeguati al proprio livello di conoscenza e di comprensione. A tal fine saranno assegnati durante il percorso formativo elaborati da svolgere singolarmente o in forma collaborativa, che richiedano anche la necessità di integrare le conoscenze, sviluppare indagini articolate, comparare criticamente soluzioni, interpretare i risultati anche alla luce di futuri sviluppi inerenti le problematiche da risolvere.
I laureati dovranno avere la capacità di:
° individuare soluzioni progettuali e tecnologiche sia in termini tecnici che economici anche all'interno di un quadro complesso, con elevata incertezza tecnica e ambientale;
° progettare e condurre indagini analitiche, anche attraverso l'uso di modelli sperimentali;
° valutare criticamente dati e trarre conclusioni;
° indagare l'applicazione di tecnologie nuove ed emergenti nel proprio settore di specializzazione analizzandone i punti di forza e di debolezza.
° valutare le implicazioni non tecniche delle soluzioni adottate.
A tali capacità contribuiscono tutte le attività previste sia in ambito caratterizzante che affine-integrativo.
Per il Corso di Laurea Communication Engineering and Electronic Technologies l'orientamento in ingresso, con riferimento a potenziali studenti provenienti da altre Università, è realizzato in maniera indiretta attraverso la disseminazione dei risultati dell'attività di ricerca dei diversi gruppi che supportano il Corso di Studio e attraverso la testimonianza dei laureati. In aggiunta, per gli studenti provenienti dal Corso di Laurea in Ingegneria dell'Informazione, l'attività didattica relativa ai corsi del terzo anno, e in aggiunta stage e tesi, rappresenta una forma di orientamento in ingresso e quindi una valida guida alla scelta dell'eventuale percorso di secondo livello.

Si intende potenziare l'orientamento in ingresso, anche per studenti provenienti da Corsi di Studio di altre Università, attraverso l'organizzazione di scuole estive rivolte a studenti del primo livello come ad esempio quelle finanziate dalla Comunità Europea tramite il programma Erasmus. In tal senso è in fase di preparazione una scuola estiva dal titolo ``Advanced methods in machine learning and signal processing'' che è già stata finanziata nell'ambito degli Erasmus Intensive Programmes (IPs), a.a. 2013/2014.
Il servizio di orientamento e tutorato in itinere è realizzato attraverso uno specifico centro di ateneo: il Centro Orientamento e Tutorato (C.Or.T.). Il C.Or.T. mette a disposizione degli studenti un Servizio di Consulenza: uno spazio di ascolto e riflessione sulle scelte formative di sostegno durante la transizione e di consulenza sulla carriera universitaria. Maggiori dettagli circa la natura del servizio offerto sono reperibili all'url indicato.
Le rilevazioni dell'opinione degli studenti per l'A.A. 2016-2017 sono basate sulla compilazione di 42 questionari, di cui 40 redatti da studenti che dichiarano di essere frequentanti e 2 da studenti non frequentanti. L'analisi dei risultati, sebbene il campione sia piuttosto esiguo, registra un livello di soddisfazione piuttosto elevato, infatti i valori registrati risultano ben al di sopra dei valori medi di dipartimento e di ateneo (5-10% in più). L'unica eccezione riguarda la domanda [ins2] “il carico di studio dell'insegnamento è adeguato rispetto ai crediti assegnati?”, che registra un livello di soddisfazione pari al 65% (contro un 73% di dipartimento ed un 75% di ateneo). Da un'analisi dei dati disaggregati per singolo insegnamento, emerge che tale fattore è dovuto ad un corso integrato che non riesce logisticamente a riscontrare il favore degli studenti e ad un altro corso. Si evidenzia, tuttavia, che il corso integrato in oggetto è stato separato in due moduli indipendenti nel nuovo manifesto, pertanto si ritiene che il problema sia superato e che non siano necessarie ulteriori azioni. Per quanto riguarda l'altro corso che potrebbe aver ridotto il valore dell'indicatore [ins2], la CPDS ha provveduto ad informare il Presidente del CCS, al fine di mettere in atto le opportune azioni correttive.

Approvato dal Consiglio di Ingegneria dell'Informazione n.5 del 9 Maggio 2018.

Opinioni degli studenti - A cura del Presidio della Qualità D'Ateneo


Dati sulla Condizione Occupazionale (Fonte ALMALAUREA):
anno di laurea: 2015
tipo di corso: Laurea Magistrale
Ateneo: Salento
Facolta' / Dipartimento / Scuola: tutte
gruppo disciplinare: tutti
classe di laurea: tutte
corso di laurea: Communication Engineering – già Ingegneria delle Telecomunicazioni (LM-27)

Si evidenzia la difformità dello schema adottato in questo quadro rispetto ai quadri B7 adottati per gli altri Corsi di Laurea del Dipartimento, dovuta ad indisponibilità dei dati “profilo dei laureati” sulla banca dati Almalaurea.

1. Collettivo indagato
Numero di laureati 10
Numero di intervistati 9
Tasso di risposta 90
Composizione per genere (%)
Uomini 70
Donne 30
Età alla laurea (medie) 27,3
Voto di laurea in 110-mi (medie) 110,7
Durata degli studi (medie, in anni) 3,8

2b. Formazione post-laurea
Ha partecipato ad almeno un'attività di formazione (%) 88,9
Attività di formazione: conclusa/in corso (% per attività)
Collaborazione volontaria 0
Tirocinio/praticantato 0
Dottorato di ricerca 44,4
Scuola di specializzazione 0
Master universitario di I livello 11,1
Master universitario di II livello 0
Altro tipo di master 0
Stage in azienda 11,1
Corso di formazione professionale 0
Attività sostenuta da borsa di studio 22,2

3. Condizione occupazionale
Condizione occupazionale (%)
Lavora 33,3
Non lavora e non cerca 44,4
Non lavora ma cerca 22,2
Quota che non lavora, non cerca ma è impegnata in un corso universitario/praticantato (%) 44,4
Quota che lavora, per genere (%)
Uomini 33,3
Donne 33,3
Esperienze di lavoro post-laurea (%)
Non lavora ma ha lavorato dopo la laurea 0
Non ha mai lavorato dopo la laurea 66,7
Tasso di occupazione (def. Istat - Forze di lavoro) 88,9
Tasso di disoccupazione (def. Istat - Forze di lavoro) 11,1

4. Ingresso nel mercato del lavoro
Numero di occupati 3
Occupati: condizione occupazionale alla laurea (%)
Prosegue il lavoro iniziato prima di iscriversi alla laurea magistrale 0
Prosegue il lavoro iniziato durante la laurea magistrale 0
Non prosegue il lavoro iniziato prima del conseguimento della laurea magistrale 33,3
Ha iniziato a lavorare dopo la laurea magistrale 66,7
Occupati: tempi di ingresso nel mercato del lavoro (medie, in mesi)
Tempo dalla laurea all'inizio della ricerca del primo lavoro 0
Tempo dall'inizio della ricerca al reperimento del primo lavoro 3,5
Tempo dalla laurea al reperimento del primo lavoro 3,5

5. Caratteristiche dell'attuale lavoro
Tipologia dell'attività lavorativa (%)
Autonomo effettivo 0
Tempo indeterminato 66,7
Totale stabile 66,7
A tutele crescenti 0
Contratti formativi 33,3
Non standard 0
Parasubordinato 0
Altro autonomo 0
Senza contratto 0
Diffusione del part-time (%) 0
Numero di ore settimanali di lavoro (medie) 42,3

6. Caratteristiche dell'azienda
Settore di attività (%)
Pubblico 0
Privato 100
Non profit 0
Ramo di attività economica (%)
Agricoltura 0
Metalmeccanica e meccanica di precisione 0
Edilizia 0
Chimica/Energia 0
Altra industria manifatturiera 33,3
Totale industria 33,3
Commercio 0
Credito, assicurazioni 0
Trasporti, pubblicità, comunicazioni 33,3
Consulenze varie 33,3
Informatica 0
Altri servizi alle imprese 0
Pubblica amministrazione, forze armate 0
Istruzione e ricerca 0
Sanità 0
Altri servizi 0
Totale servizi 66,7

Area geografica di lavoro (%)
Nord-ovest 0
Nord-est 0
Centro 0
Sud 100
Isole 0
Estero 0

7. Guadagno
Guadagno mensile netto (medie, in euro)
Uomini 1376
Donne 1126
Totale 1292

8. Utilizzo e richiesta della laurea nell'attuale lavoro

Ha notato un miglioramento nel proprio lavoro dovuto alla laurea (%) 0
Tipo di miglioramento notato nel lavoro (%)
Dal punto di vista economico 0
Nella posizione lavorativa 0
Nelle mansioni svolte 0
Nelle competenze professionali 0
Sotto altri punti di vista 0
Utilizzo delle competenze acquisite con la laurea (%)
In misura elevata 33,3
In misura ridotta 66,7
Per niente 0
Adeguatezza della formazione professionale acquisita all'università (%)
Molto adeguata 0
Poco adeguata 100
Per niente adeguata 0
Richiesta della laurea per l'attività lavorativa (%)
Richiesta per legge 0
Non richiesta ma necessaria 33,3
Non richiesta ma utile 33,3
Non richiesta né utile 33,3
Utilità della laurea magistrale per lo svolgimento dell'attività lavorativa (%)
Fondamentale per lo svolgimento dell'attività lavorativa
Utile per lo svolgimento dell'attività lavorativa 33,3
E' sufficiente la laurea di primo livello/una laurea precedente 33,3
E' sufficiente un titolo non universitario 0

9. Efficacia della laurea e soddisfazione per l'attuale lavoro
Efficacia della laurea nel lavoro svolto (%)
Molto efficace/Efficace 33,3
Abbastanza efficace 33,3
Poco/Per nulla efficace 33,3
Soddisfazione per il lavoro svolto (medie, scala 1-10)7,0*7,5 7
Occupati che cercano lavoro (%) 0

10. Ricerca del lavoro
Non occupati che cercano: ultima iniziativa per cercare lavoro (%)
Ultimi 15 giorni 50
15-30 giorni fa 50
1-6 mesi fa 0
Oltre 6 mesi fa 0
Non occupati che non cercano: motivo della non ricerca (%) 0
Studio 100
In attesa di chiamata dal datore di lavoro 0
Motivi personali 0
Mancanza di opportunità lavorative 0
Altro motivo 0

Dall'analisi dei dati si evince che la maggior parte del campione degli intervistati, composto da 9 laureati, abbia espresso un parere positivo nei riguardi del corso di studio frequentato. 8 intervistati su 9 sono occupati in attività di formazione post laurea come dottorati di ricerca, master, borse di studio o stage. La percentuale di persone che non cerca lavoro e non studia (44.4%) corrisponde esattamente con le persone impegnate nel dottorato di ricerca. Solo il 22% dei laureati cerca attivamente un altro lavoro. Il tempo medio necessario per trovare un impiego è stato di 3,5 mesi. Le posizioni di lavoro sono allocate geograficamente tutte nel Sud Italia, mentre la retribuzione media è di circa 1.300 euro mensili. La totalità degli intervistati ritiene di utilizzare le competenze acquisite durante la laurea (in maniera elevata o ridotta), mentre il 66% ritiene che la laurea sia stata almeno utile per conseguire il lavoro. Il 66% degli intervistati ritiene che la laurea sia stata efficace nel lavoro svolto.
L'organizzazione della didattica mira, attraverso lo studio individuale dello studente (ma anche quello di gruppo), a rafforzare le capacità di apprendimento necessarie per condurre una attività di formazione in autonomia. Anche l'abitudine alla consultazione della manualistica (generale e/o specifica delle diverse discipline ingegneristiche), delle riviste specializzate e delle fonti bibliografiche presenti su banche dati in rete (o nelle biblioteche specializzate) dovrà rafforzare la cultura della formazione continua, necessaria ai futuri ingegneri di secondo livello in Communication Engineering and Electronic Technologies per aggiornare il livello delle conoscenze e delle competenze necessarie alla risoluzione di problemi contingenti e di ricerca. La presenza di contenuti di formazione orientati alla multidisciplinarietà mirerà a fornire una visione integrata delle diverse problematiche che caratterizzano l'ingegneria delle telecomunicazioni. La capacità di apprendimento sarà adeguata a poter intraprendere studi successivi di specializzazione (master, dottorato).
Il Corso di Laurea Magistrale in Communication Engineering and Electronic Technologies, erogato in lingua inglese, mira a formare ingegneri in grado di ricoprire ruoli tecnici e tecnico-organizzativi nei settori della progettazione, produzione, esercizio e manutenzione dei moderni sistemi di telecomunicazione, navigazione e telerilevamento nonché di applicazioni e servizi basati su tali sistemi.
A tal fine la formazione approfondisce i seguenti principi e tecnologie abilitanti
- le tecniche trasmissive di livello fisico dei moderni apparati di trasmissione (formati di modulazione, tecniche di equalizzazione, accesso multiplo, etc.); l'elaborazione statistica di segnali e immagini; i principi di progettazione e allocazione delle risorse nelle moderne reti di telecomunicazione;
- CAD di antenne e circuiti elettromagnetici (EM); compatibilità EM; modelli di radiopropagazione e ottimizzazione della copertura radio;
- gli aspetti dell'elettronica circuitale e dei dispositivi di particolare interesse per il settore delle telecomunicazioni; le nanotecnologie per la fabbricazione di dispositivi elettronici e fotonici.
La formazione si completa con una panoramica dei moderni sistemi di comunicazione digitale finalizzata a mostrare come principi e tecniche vengano utilizzate nella realizzazione di ciascun sistema. Particolare enfasi viene posta sulle reti cellulari di terza e quarta generazione e sui sistemi di navigazione.

Per gli studenti interessati, esiste un'ampia offerta di tesi e stage da svolgere in azienda che danno la possibilità di entrare in contatto con il mondo del lavoro approfondendo le tematiche di punta del momento.
Il tasso di occupazione ad un anno dalla laurea, per i laureati ``magistrali in Ingegneria delle Telecomunicazioni'' dell'Università del Salento, dati AlmaLaurea (definizione ISTAT), è pari al 100% nel 2010, al 94.1% nel 2011 e al 100% nel 2012.
Il Corso di Laurea Magistrale in Communication Engineering and Electronic Technologies approfondisce le tecnologie abilitanti e le applicazioni del trattamento del segnale (anche a radiofrequenza) nonché gli aspetti dell'elettronica circuitale, delle tecnologie e dei dispositivi di particolare interesse per il settore delle telecomunicazioni.

Al termine degli studi i laureati del Corso di Laurea Magistrale in Communication Engineering and Electronic Technologies devono:

- essere capaci di utilizzare la conoscenza degli aspetti teorico-scientifici della matematica e della fisica per interpretare e descrivere i problemi dell'ingegneria complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
- conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria, sia in generale sia in modo approfondito relativamente a quelli dell'ingegneria delle telecomunicazioni, nella quale sono capaci di identificare, formulare e risolvere, anche in modo innovativo, problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
- essere capaci di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi;
- essere dotati di conoscenze di contesto e di capacità trasversali;
- essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese, oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
La prova finale consiste nella discussione di un elaborato che serva a comprovare il possesso delle competenze previste dagli obiettivi formativi assegnati al Corso di Studio.
L’elaborato proposto per la prova finale, caratterizzato da originalità, si riferisce sempre a un’esperienza significativa che potrà interessare:
- una attività progettuale;
- un approfondimento su un tema di ricerca di base o applicata;
- una attività di ricerca sperimentale, svolta in laboratori universitari o presso Enti esterni.

Le modalità di svolgimento della prova finale sono dettagliate nel Regolamento allegato.
Ai fini dell'accesso al Corso di Laurea Magistrale in Communication Engineering and Electronic Technologies si richiede:

- il possesso dei requisiti curriculari ivi compresa una adeguata conoscenza della lingua inglese;
- il possesso di una adeguata preparazione individuale.

In particolare, per il possesso dei requisiti curriculari si richiedono conoscenze equivalenti a quelle previste dagli obiettivi formativi generali della Laurea triennale - Classe Ingegneria dell'Informazione (Classe 9 del DM 509/1999 e Classe 8 del DM 270/2004) e quindi senza esclusione, tutti i seguenti requisiti:

- possesso di Laurea, Diploma universitario di durata triennale, Laurea Specialistica o Laurea Magistrale, di cui al DM 509/1999 o DM 270/2004, conseguita presso una Università italiana oppure una Laurea quinquennale (ante DM 509/1999), conseguita presso una Università italiana o titoli equivalenti;

- possesso di almeno 40 cfu, o conoscenze equivalenti per studenti in possesso di titolo di studio estero, acquisiti in un qualunque corso universitario (Laurea, Diploma universitario di durata triennale, Laurea Specialistica, Laurea Magistrale, Master Universitari di primo e secondo livello) nei settori scientifico-disciplinari indicati per le attività formative di base negli ambiti disciplinari delle Lauree triennali afferenti alla Classe Ingegneria dell'Informazione;

- possesso di almeno 60 cfu, o conoscenze equivalenti per studenti in possesso di titolo di studio estero, acquisiti in un qualunque corso universitario (Laurea, Diploma universitario di durata triennale, Laurea Specialistica, Laurea Magistrale, Master Universitari di primo e secondo livello) nei settori scientifico-disciplinari indicati per le attività formative caratterizzanti degli ambiti disciplinari delle Lauree triennali afferenti alla Classe Ingegneria dell'Informazione.

- superamento di esame di idoneità di lingua inglese o certificazione linguistica di lingua inglese pari al livello B1, o superiore, del CEF (Common European Network). Tale requisito non è richiesto agli studenti madrelingua.

Un'apposita Commissione effettuerà la valutazione della personale preparazione degli studenti che soddisfano i suddetti requisiti curriculari, secondo modalità descritte nel Regolamento didattico del corso di studio.

Si accede al Corso di Laurea Magistrale tramite prova obbligatoria di valutazione della preparazione individuale, consistente in un colloquio, che rappresenta il requisito indispensabile ai fini della successiva iscrizione.
Il mancato superamento della prova di verifica dell'adeguatezza della preparazione individuale non permette l'iscrizione. In esito allo svolgimento della prova, potranno iscriversi gli studenti che avranno conseguito l'idoneità.
Le prove di verifica, programmate secondo il Bando annuale di ammissione, dovranno in ogni caso essere precedute, per singolo candidato, dalla verifica di sussistenza dei requisiti curriculari previsti.
Nel Bando annuale di iscrizione al Corso di Studio saranno esplicitate le modalità previste per l'eventuale esonero dalla prova (colloquio) prevista per l'accesso.

Profilo

Ingegnere delle Telecomunicazioni

Funzioni

Il Laureato Magistrale in Communication Engineering and Electronic Technologies svolge la sua attività professionale in diversi ambiti, quali quelli della progettazione, del collaudo, della produzione e dell'esercizio, dell'assistenza alle strutture tecnico-commerciali, in imprese manifatturiere o di servizi nel settore dell'ICT e nelle amministrazioni pubbliche.

Competenze

Conoscenza degli aspetti teorico-scientifici della matematica e della fisica per interpretare e descrivere problemi dell'ingegneria o che richiedono un approccio interdisciplinare e per affrontare la continua evoluzione e innovazione tipica del settore.

Conoscenza approfondita dei seguenti aspetti teorico-scientifici:
-le tecniche trasmissive di livello fisico dei moderni apparati di trasmissione (formati di modulazione, tecniche di equalizzazione, accesso multiplo, etc.); l'elaborazione statistica di segnali; i protocolli e le tecniche di allocazione ottimizzata delle risorse;
-CAD di antenne e circuiti elettromagnetici (EM); compatibilità EM; modelli di radiopropagazione e ottimizzazione e tecnologie elettromagnetiche abilitanti;
-gli aspetti dell’elettronica circuitale e dei dispositivi di particolare interesse per il settore delle telecomunicazioni; le nanotecnologie per la fabbricazione di dispositivi elettronici e fotonici.

Conoscenza fluente, in forma scritta e orale, della lingua inglese, in aggiunta all’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

Sbocco

I laureati potranno trovare occupazione presso imprese di progettazione, produzione ed esercizio di apparati, sistemi e infrastrutture di telecomunicazione e in particolare riguardanti:
-l'acquisizione e il trasporto delle informazioni e la loro utilizzazione in applicazioni telematiche;
-hardware, software e servizi per le comunicazioni wireless;
-servizi di telecomunicazione e telerilevamento terrestri o spaziali (in particolare finalizzati al monitoraggio ambientale);
-controllo del traffico aereo, terrestre e navale

I laureati potranno trovare impiego anche in imprese di ambito più prettamente elettronico orientate ai dispositivi e sistemi per le telecomunicazioni:
- aziende attive nel campo della sensoristica e delle tecnologie per il monitoraggio di parametri ambientali, e nel campo dell’elettronica indossabile e impiantabile comunicante con apparati remoti;
- aziende attive nel campo dell’IoT (internet delle cose);
- aziende attive nella produzione di dispositivi e circuiti integrati;
- aziende attive nel campo dell’elettronica digitale per apparati e sistemi elettronici e per il controllo di macchine e impianti.

Analogamente i laureati potranno trovare impiego in varie aziende del settore informatico impegnate nella gestione delle reti e delle strutture informative, ma anche in aziende impegnate nella produzione di applicazioni nel campo della multimedialità e della gestione di immagini, video e audio.

Piano di studi

PERCORSO COMUNE

DIGITAL TRANSMISSION THEORY (ING-INF/03)

9 crediti - Obbligatorio

ENGLISH II (L-LIN/12)

3 crediti - Obbligatorio

MICROWAVES (ING-INF/02)

9 crediti - Obbligatorio