Laurea Magistrale in MANAGEMENT AZIENDALE

Corso di studi
MANAGEMENT AZIENDALE
Corso di studi in inglese
BUSINESS MANAGEMENT
Titolo
Laurea Magistrale
Classe MIUR
Classe delle lauree magistrali in Scienze economico-aziendali - LM-77 (DM270)
Durata
2 anni
Crediti
120
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'ECONOMIA
Sito web del corso
http://www.economia.unisalento.it/710
Lingua
ITALIANO
Sede
Lecce - Università degli Studi
Anno accademico
2018/2019
Tipo di accesso
Corso ad accesso libero
Profili professionali formati
2.5.1.2.0 - Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private
2.5.3.1.2 - Specialisti dell'economia aziendale

Descrizione del corso

La previsione di idonei ambiti disciplinari e la presenza di specifici insegnamenti consentono al laureato magistrale di impiegare adeguatamente i principi e le tecniche comunicative. I laureati sono capaci di comunicare in modo chiaro informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti all'interno di imprese, aziende di credito e P.A. anche in ambito internazionale.
Il percorso formativo, per raggiungere tali risultati, è integrato da seminari e testimonianze tenute anche da esponenti del mondo delle professioni, delle imprese e/o delle Istituzioni di governo degli enti locali. Ciò agevola la capacità di comunicazione anche in un'ottica di miglioramento della conoscenza critica.
La discussione davanti ad una commissione del proprio elaborato di tesi, riguardante argomenti relativi al percorso di studio effettuato, contribuisce a sviluppare le abilità comunicative dei laureati.
I laureati sono in grado di gestire la complessità tipica del sistema d'impresa tenendo in debito conto le variabili ambientali e socio-economiche.
Il laureato:
- riesce ad assumere decisioni gestionali coerenti con le esigenze di governo delle imprese e con il contesto sociale di riferimento;
- è in grado di ideare autonomamente un percorso di ricerca;
- può proseguire l'attività di studio delle problematiche delle imprese.
L'attività assegnata dal docente relatore per la preparazione della prova finale costituisce un ulteriore momento per sviluppare in modo autonomo le capacità decisionali e di giudizio.
L'attività di orientamento in ingresso è svolta dai docenti del corso sia in sede, mediante incontri ad hoc rivolti agli studenti del terzo anno delle lauree triennali, con il coinvolgimento anche di laureati che rivestono posizioni rilevanti nel mondo del lavoro, sia attraverso iniziative di promozione sul territorio, come ad esempio la consegna dei diplomi di laurea durante un evento culturale aperto al pubblico, al fine di aumentare la visibilità del corso all'esterno.

All'inizio delle attività didattiche i singoli docenti, al fine di ridurre i possibili gap che gli studenti potrebbero manifestare nel passaggio da percorsi universitari non prettamente economico-aziendali, svolgono una attività rivolta a rendere omogenee le conoscenze degli studenti, indicando quali siano gli aspetti basilari e come poter affrontare lo studio in maniera ottimale, anche con l'ausilio di materiale didattico integrativo.

L'indagine sulla soddisfazione degli studenti sui singoli Corsi di Studio prevede, dall'a.a. 2013/14, che la modalità di raccolta dei dati avvenga direttamente online, attraverso il portale dello Studente, al momento della prenotazione a ciascun esame.
Le dimensioni prese in considerazione in questo lavoro di analisi sono relative alle aree riguardanti la docenza, l'insegnamento e l'interesse, per gli insegnamenti erogati nell'A.A 2016-2017.
Il numero di questionari analizzati è pari a 1288, dei quali 952 sono relativi a studenti con frequenza maggiore del 50% e 336 con frequenza minore del 50%. Sulla base dei dati messi a disposizione dal Presidio della Qualità di Ateneo e relativi all'a.a. 2016-2017 si può constatare che il Corso di Studio in Management Aziendale registra un aumento della soddisfazione di due punti rispetto all'anno precedente e, in generale, di ben 5 punti superiore rispetto alla valutazione media di Dipartimento e di 3 punti superiore a quella di Ateneo.
In particolare, per la valutazione della soddisfazione della docenza in generale (domanda D12), si attestano livelli di gradimento pari a 93%, superiori alla valutazione media di Dipartimento (88%) e di Ateneo (89%).
Il 97% delle risposte positive (considerando le risposte 3 più sì che no e 4 decisamente sì del questionario) evidenzia che gli orari di svolgimento delle attività didattiche sono pienamente rispettati; un'analoga percentuale (97%) di risposte positive riguarda la coerenza dell'insegnamento con quanto dichiarato sul sito web.
Per quanto riguarda la reperibilità dei Docenti per chiarimenti e spiegazioni, la percentuale delle risposte positive si attesta al 96%, mentre si riscontra una percentuale di risposte positive pari al 93% sia per la chiarezza espositiva degli argomenti sia per la motivazione verso la disciplina.
La valutazione (88%) assegnata all'adeguatezza delle conoscenze preliminari possedute, risulta notevolmente superiore rispetto alla valutazione media di Dipartimento (79%) e rispetto alla valutazione media di Ateneo (81%). Pertanto, risulta migliorato sia in senso diacronico che sincronico, nel benchmarking accademico.
L'adeguatezza del carico di studio degli insegnamenti rispetto ai crediti assegnati è pari all'84%, superiore rispetto al dato di Dipartimento (82%). L'adeguatezza del materiale didattico per lo studio delle materie è pari al 91%, superiore alla valutazione media di Dipartimento (86%) e di Ateneo (89%).
Gli studenti frequentati suggeriscono, per il miglioramento dell'attività didattica del corso, di: 1) alleggerire il carico didattico complessivo (27%); 2) eliminare dal programma gli argomenti già trattati in altri insegnamenti (21%); 3) migliorare la qualità del materiale didattico (16%).

(I dati sono stati discussi collegialmente nella riunione della Commissione Paritetica Docenti Studenti del Corso di Laurea Magistrale in Management aziendale – LM 77
del 14/05/2018)

Opinioni degli studenti - A cura del Presidio della Qualità D'Ateneo
L'analisi delle risposte fornite dai laureati nel corso dell'anno solare 2017, che hanno compilato il questionario ALMALAUREA ed espresso i propri giudizi in merito alla loro esperienza universitaria, evidenzia, in generale, elevati livelli di soddisfazione.
Il questionario è stato compilato da n.139 su n.147 laureati nel 2017. Il campione era costituito prevalentemente da femmine (57,1%) con un'età media di circa 27 anni, residenti prevalentemente nella stessa provincia (77,6%), con una formazione di scuola media superiore prevalentemente di tipo tecnico (48,3%) con un voto di diploma medio pari a 84,2/100.
Il voto medio di laurea del campione è stato pari a 109,1/110, il 70,1 (rispetto all'82,5% dell'annoprecedente) si è laureato in corso, il 21,8% (rispetto al 10,5% precedente) entro un anno fuoricorso. Il 46,8% dichiara di aver maturato esperienza in ambito lavorativo.
Il 96,4% dei rispondenti (rispetto al 94,7% dell'anno precedente) si dichiara soddisfatto dal Corso di laurea.
Il giudizio in merito al rapporto con i docenti evidenzia un livello di soddisfazione ampiamente positivo per l'94,9%. Relativamente al rapporto con gli studenti, il livello di soddisfazione espresso
è estremamente positivo per il 96,4% dei rispondenti.
Con riferimento alla valutazione della logistica, essa ha riguardato i seguenti aspetti:
? per le aule, la valutazione è positiva per il 87,8% dei rispondenti;
? per le biblioteche è stato espresso un giudizio positivo dal 95,7% dei rispondenti;
? per le attrezzature didattiche il livello di gradimento positivo è pari al 63,3%.
I giudizi inerenti al carico di studio degli insegnamenti rispetto alla durata del corso di studio
risultano positivi per il 84,9% dei rispondenti.
In ultimo, il 77,7% dei rispondenti dichiara che s'iscriverebbe nuovamente allo stesso corso
magistrale dell'Ateneo.

(I dati sono stati discussi collegialmente nella riunione del Consiglio Didattico dell'Area aziendale del 18/09/2018)
Link inserito: http://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/framescheda.php?anno=2017&corstipo=LS&ateneo=70012&facolta=tutti&gruppo=tutti&pa=70012&classe=11084&postcorso=0750107307800001&isstella=0&areageografica=tutti®ione=tutti&dimensione=tutti&aggregacodicione=0&disaggregazione=presiui&LANG=it&CONFIG=profilo
La laurea magistrale in management aziendale fornisce al laureato le capacità necessarie per poter valutare ed approfondire autonomamente gli aspetti critici della gestione delle aziende pubbliche e private. I laureati sono inoltre nella condizione di partecipare a master universitari o a corsi di dottorato di ricerca volti in particolare all'approfondimento dei temi inerenti la scienza aziendale.
Tali capacità sono raggiunte, oltre che con le tradizionali formule didattiche, anche tramite creazione di gruppi di lavoro e partecipazione attiva a seminari specifici, che prevedono interventi diretti di rappresentanti del mondo del lavoro ed accademici nazionali ed internazionali.
I risultati attesi sono verificati attraverso prove intermedie organizzate durante lo svolgimento dei corsi, verifiche dell'apprendimento in forma scritta o orale,presentazioni e discussioni in aula su tematiche specifiche da parte dei gruppi di lavoro.

Nel rispetto delle esigenze delle organizzazioni economiche ed amministrative nonché della libera professione di dottore commercialista, il corso di laurea magistrale in Management aziendale prosegue il percorso curriculare avviato con il corso di laurea triennale in Economia aziendale, approfondendo tematiche connesse con l'amministrazione ed il controllo delle aziende e della P.A..
Il corso prevede il primo anno comune, durante il quale sono presenti discipline che consentono l'approfondimento di nozioni basilari connesse con l'analisi dei comportamenti manageriali e giuridici delle organizzazioni.
Dal secondo anno lo studente può optare tra tre percorsi curriculari: quello in Controllo di gestione, quello in Public management e quello in Digital management.
Il percorso permette di formare professionisti e manager con elevate competenze nelle diverse aree strategico-gestionali. Inoltre, il percorso consente l'acquisizione delle competenze utili per l'accesso alla professione di dottore commercialista, nonchè per lo svolgimento dell'attività di revisione legale dei conti.
In particolare, in linea anche con le attuali esigenze gestionali delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, il corso prevede:
- con le discipline aziendali: l'approfondimento delle tematiche inerenti la conoscenza dei principi e dei metodi di controllo e gestione del sistema aziendale;
- con le discipline giuridiche: la conoscenza della regolamentazione dei mercati e della pubblica amministrazione;
- con le discipline statistiche: l'approfondimento dei metodi di analisi dei dati.
Il percorso di studio si struttura in modo tale da consentire, da un lato il perseguimento di obiettivi formativi inerenti il controllo delle attività operative d'impresa, dall'altro il conseguimento di conoscenze specifiche sulla gestione delle P.A..
Tali conoscenze possono essere acquisite indirizzandosi in uno dei due curricula in cui il corso si articola (curriculum controllo di gestione e curriculum public management).
La prova finale, per il conseguimento del titolo di studio, consiste nella redazione e nella discussione in pubblico di un elaborato scritto che affronta in maniera puntuale il tema definito al momento dell'assegnazione della tesi dal relatore tramite:
- l'analisi della letteratura pertinente;
- la ricerca e rielaborazione di casi pratici.
Tramite l'elaborato, il candidato deve dimostrare il possesso delle conoscenze, competenze e capacità previste dagli obiettivi formativi specifici del corso.
La valutazione conclusiva tiene conto anche dell'intera carriera dello studente durante il percorso formativo, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari, delle valutazioni riportate negli esami di profitto e dello svolgimento di periodi formativi all'estero e della capacità espositiva del candidato durante la seduta di laurea.
L'elaborato finale dovrà essere presentato dal laureando con discussione pubblica, di fronte alla commissione di laurea all'uopo nominata (il regolamento si rifà alla vecchia organizzazione della presidenza. Al momento è sempre in vigore).

NB: Il regolamento è all'attenzione dei consigli didattico e di dipartimento per l'aggiornamento a seguito del provvedimento che ha previsto l'abolizione della figura del Preside e della Facoltà.
Possono iscriversi alla laurea magistrale tutti i laureati triennali delle Classi L-18 ed L-33.
Inoltre, coloro che sono in possesso di altra laurea triennale devono aver acquisito almeno 60 CFU, distribuiti in ciascuno degli ambiti disciplinari di seguito riportati:
- ambito economico (SSD: SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-P/12);
- ambito giuridico (SSD: IUS/01, IUS/04, IUS/05, IUS/06, IUS/07, IUS/09, IUS/12, IUS/14);
- ambito statistico-matematico (SSD: SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/06, MAT/09);
- ambito aziendale: (SSD: SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11, SECS-P/13, AGR/01.

I candidati inoltre devono dimostrare di conoscere almeno una lingua dell'Unione europea oltre l'italiano.
La verifica della personale preparazione avviene mediante una prova orale che lo studente sosterrà con una commissione all'uopo nominata dal Consiglio di Facoltà composta da 3 docenti. In esito allo svolgimento della prova potranno immatricolarsi gli studenti ritenuti idonei dalla commissione.
La prova orale tenderà ad accertare il possesso delle conoscenze individuali dei partecipanti nelle seguenti discipline:
- economia aziendale
- matematica
- economia politica
- diritto
- statistica.
Possono iscriversi alla laurea magistrale tutti i laureati triennali dei Corsi di studio attivati dal Dipartimento di Scienze dell'Economia.
Coloro che sono in possesso di altra laurea triennale devono aver acquisito 60 CFU nei diversi ambiti disciplinari previsti per la Classe L18, ovvero aziendale, economico, matematico-statistico e giuridico.
La verifica della preparazione personale avverrà mediante una prova orale, di circa 20 minuti, che lo studente sosterrà con una commissione all'uopo nominata dal Consiglio Didattico composta da 3 docenti e che tenderà ad accertare il possesso delle conoscenze individuali dei partecipanti nelle seguenti discipline:
- economia aziendale
- matematica
- economia politica
- diritto
- statistica.
In esito allo svolgimento della prova potranno immatricolarsi, senza obblighi formativi aggiuntivi (OFA), gli studenti ritenuti idonei dalla commissione.

Profilo

Il percorso permette di formare professionisti e manager che abbiano elevate competenze nelle diverse aree strategiche aziendali.

Funzioni

In linea anche con le attuali esigenze gestionali delle aziende e della pubblica amministrazione, il corso prevede l'approfondimento dei principi di governo e di controllo delle organizzazioni. In questa prospettiva, il laureato in management aziendale, a seconda del curriculum scelto, possiede competenze in :
a) controllo di gestione (elaborazione e controllo dei dati interni ed esterni alle aziende, controllo dei processi produttivi e commerciali);
b) public management (conoscenze: linguistiche, giuridiche, aziendali, tutte indirizzate a migliorare i processi gestionali e di marketing delle Pubbliche Amministrazioni).

Competenze

Il laureato in Management Aziendale, grazie all'approfondimento delle discipline dell'area economico-aziendale, giuridica, statistica e della lingua inglese, è in grado di assumere ruoli di governo nelle aziende e nella Pubblica Amministrazione, anche in ambito internazionale.
La preparazione in materie contabili e giuridche consente, altresì, di operare quale libero professionista.

Sbocco

Inserimento nel mondo imprenditoriale e della amministrazione pubblica, in tutte le sue articolazioni, e delle organizzazioni no-profit con ruoli dirigenziali.
Libera professione di Dottore commercialista (previo superamento del relativo esame di Stato).

Piano di studi

CONTROLLO DI GESTIONE

CONTABILITA' DIREZIONALE (SECS-P/07)

8 crediti - Obbligatorio

LAVORO FINALE (PROFIN_S)

16 crediti - Obbligatorio

POLITICA ECONOMICA (SECS-P/02)

12 crediti - Obbligatorio

PRODUZIONE E LOGISTICA (SECS-P/08)

8 crediti - Obbligatorio

SISTEMI INFORMATIVI (ING-INF/05)

8 crediti - Obbligatorio

STATISTICA AZIENDALE (SECS-S/01)

6 crediti - Non obbligatorio

STATISTICS FOR BUSINESS (SECS-S/01)

6 crediti - Non obbligatorio

TIROCINIO (NN)

4 crediti - Obbligatorio

DIGITAL MANAGEMENT

DIGITAL ACCOUNTING (SECS-P/07)

6 crediti - Obbligatorio

LAVORO FINALE (PROFIN_S)

16 crediti - Obbligatorio

MARKETING DIGITALE (SECS-P/08)

8 crediti - Non obbligatorio

POLITICA ECONOMICA (SECS-P/02)

12 crediti - Obbligatorio

STRATEGIA DIGITALE (SECS-P/08)

8 crediti - Non obbligatorio

TIROCINIO (NN)

4 crediti - Obbligatorio

PUBLIC MANAGEMENT