Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità



 



unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

Report del Senato Accademico del 12 settembre
Tag: rettore unisalento, senato accademico, unisalento

Alcune informazioni sulla seduta del Senato Accademico di oggi, 12 settembre 2017, rese dal Rettore dell’Università del Salento Vincenzo Zara:

1. In apertura di seduta il rettore ha fornito alcune informazioni riguardanti le nuove immatricolazioni. Un dato complessivamente molto positivo se paragonato alle immatricolazioni del 2016/17. In particolare i nuovi corsi di laurea attivati quest’anno presentano ad oggi: oltre 200 immatricolati per Manager del Turismo, circa 100 per il DAMS ed un numero di domande di ammissione doppio rispetto ai 75 posti disponibili per Viticoltura ed Enologia (unico corso di studio a numero programmato).
Il rettore ha, inoltre, comunicato che il 9 agosto 2017 è stato emanato il D.M. n.610 che riporta i criteri di ripartizione del Fondo di finanziamento ordinario per il 2017. Le risorse complessivamente assegnate al sistema universitario nazionale sono sostanzialmente invariate e pari a circa 7 miliardi di euro. È preoccupante, come già evidenziato a livello nazionale, che non siano previste risorse aggiuntive e che nell’ambito di quelle previste aumenti la quota a destinazione vincolata mentre diminuisca quella destinata a risorse libere e quindi a disposizione delle politiche strategiche degli Atenei. Il decreto è attualmente alla registrazione della Corte dei Conti ed a breve sarà resa nota la quota spettante ai singoli Atenei.
Il 10 agosto del 2017 è stato emanato il D.M. n.614 che ripartisce i punti organico (ossia le potenzialità assunzionali) agli Atenei. All’Università del Salento sono stati attribuiti 7 punti organico di cui 0.23 vincolati per specifiche disposizioni ministeriali. I punti organico disponibili sono, quindi, 6.77 che si sommano a quelli non utilizzati nel corso del 2015 e del 2016. Una volta elaborata la stima delle compatibilità finanziarie per il 2018 si entrerà nel merito del possibile utilizzo di questi punti organico, anche alla luce dell’indicatore delle spese per il personale che, nel caso di Unisalento, supera di poco la soglia dell’80%.
Il rettore ha infine comunicato che saranno previste maggiori risorse finanziarie per la ricerca di base e quindi per i PRIN (Progetti di Rilevante Interesse Nazionale). La ministra Fedeli ha, infatti, dichiarato un maggiore stanziamento, pari a 400 milioni di euro, per la ricerca di base e tali risorse rappresentano effettivamente un cambiamento di rotta significativo rispetto alle precedenti assegnazioni.

2. Il Senato Accademico ha modificato il Regolamento sulla valutazione dell’impegno didattico, di ricerca e gestionale dei professori e dei ricercatori a tempo indeterminato ai fini dell’attribuzione degli scatti triennali sulla base di alcune sollecitazioni pervenute da parte di docenti e del coordinamento dei ricercatori dell’UniSalento. Le modifiche vanno intese nel senso di una maggiore flessibilità del regolamento considerata la fase di prima applicazione dello stesso a seguito delle disposizioni contenute nella legge Gelmini.

3. È stata effettuata una prima riflessione sull’Offerta Formativa 2018/19 e quindi sui nuovi corsi di studio da istituire. Le proposte avanzate finora riguardano: un corso di laurea triennale in Scienze Motorie in collaborazione con la facoltà di Medicina dell’Università di Bari e un corso di laurea magistrale in Governance Euro-mediterranea delle politiche migratorie e, possibilmente, un corso di laurea magistrale in Digital Management. I Dipartimenti dovranno formalizzare ufficialmente queste proposte - o eventualmente anche altre - che saranno portate all’attenzione del Comitato regionale di coordinamento dei Rettori nella prossima riunione prevista il 2 ottobre a Bari.
Il Senato Accademico ha approvato la modifica del Regolamento di Ateneo per gli studenti al fine di consentire opportune deroghe per coloro i quali dovessero acquisire i 24 crediti previsti dal recente D.M. per la formazione iniziale degli insegnanti. La deroga consiste nel fatto che gli studenti potranno acquisire fino a 24 cfu nei corsi di studio triennali e fino a 24 cfu nei corsi di laurea magistrale come crediti aggiuntivi e senza costi ulteriori, rispetto ai crediti presenti nel piano degli studi curriculare. Ulteriori decisioni riguardanti i 24 crediti saranno assunte dopo le riunioni di coordinamento nazionale che si terranno in CRUI e al CUN nell’ultima decade di settembre.

4. Il Senato Accademico ha espresso parere favorevole alla revisione straordinaria delle partecipate prevista dall’art. 24 del D. Lgs. 19 agosto 2016, n. 175. Sulla base di questo documento, alcuni aspetti saranno successivamente approfonditi con i Dipartimenti e con il Consiglio di Amministrazione di UniSalento per valutare il mantenimento o l’eventuale alienazione delle quote possedute nelle diverse partecipate.

5. Il Senato Accademico ha espresso parere favorevole al protocollo d’intesa tra Università e Comune di Lecce la cui bozza di protocollo era stata proposta dall’allora candidato, attuale Sindaco Salvemini, nell’incontro del 9 maggio 2017 con tutti gli altri candidati Sindaci. Il protocollo mira a rafforzare il rapporto di collaborazione tra Ateneo e Comune di Lecce nei vari ambiti di possibile collaborazione tra le due Istituzioni. Il protocollo sarà quindi portato all’approvazione del Consiglio di Amministrazione di UniSalento e poi presentato ufficialmente al Sindaco per gli adempimenti di sua competenza.
Su un analogo protocollo d’intesa il Senato Accademico ha espresso parere favorevole: si tratta di quello tra UniSalento e Comune di Monteroni al fine di rafforzare, anche in questo caso, le politiche e le azioni di collaborazione nell’ambito della didattica, della ricerca e della terza missione.

6. Il Senato Accademico ha espresso parere favorevole al supporto di UniSalento alle amministrazioni comunali che intenderanno partecipare al Bando Pubblico per la selezione delle aree urbane e per l’individuazione delle Autorità in attuazione dell’Asse prioritario XII – Sviluppo urbano sostenibile (SISUS) del POR FESR – FSE 2014/2020 della Regione Puglia. Nel dettaglio, si è pronunciato positivamente: su di un ulteriore protocollo d’intesa con il Comune di Lecce inerente la progettualità prevista nelle marine leccesi e in particolare nel bacino di Acquatina; sulla sottoscrizione di una lettera di intenti proposta dal raggruppamento dei comuni di Monteroni, Carmiano e Arnesano per le finalità del predetto bando regionale.

7. I Direttori professori Manolita Francesca per l’area giuridico-economica, Fabio Pollice per l’area umanistico sociale e Giuseppe Grassi per l’area tecnico scientifica sono stati nominati componenti del consiglio di Ateneo per le biblioteche.


Scarica questo report in formato pdf

 

Ufficio Comunicazione e URP

1907 Visualizzazioni